Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Alcune riflessioni sulla vicenda dell’insegnante precaria: lo strano caso dei docenti italiani …

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : Precedente  1, 2
AutoreMessaggio
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Alcune riflessioni sulla vicenda dell’insegnante precaria: lo strano caso dei docenti italiani …   Sab Ago 24, 2013 3:43 pm

Promemoria primo messaggio :

Io sono a un passo dal ruolo … . Sono molto dispiaciuto per la professoressa di Roma. Oggi su un quotidiano locale si riportano le statistiche dei suicidi nella zona … dovuti soprattutto alla mancanza di lavoro [si dice che i pensionati, lasciato il lavoro e il ruolo che esso comporta, vanno in crisi]. Eppure gli insegnanti italiani appaiono quasi dei marziani, degli alieni, degli UFO … come se vivessero in un altro pianeta o provenissero da un altro pianeta. Mi spiego …
Nel tempo della secolarizzazione, della scristianizzazione, del crollo delle ideologie e della perdita di riferimenti, idee e valori, c’è ancora forse un docente che crede che esista una verità unica, assoluta e immodificabile ? Io sì, ma a parte io … Evidentemente no. E allora perché i docenti della scuola italiana dicono che l’assunzione in ruolo [e il proprio orario di lavoro: le 18 ore] sono un diritto “acquisito”, una forma di “giustizia”, cioè un “loro diritto”, che deve essere considerato sacrosanto, immodificabile e quindi metafisico [cioè assoluto] ? Quasi che oggi nella storia e nel mondo tutto sia in movimento [nella globalizzazione] e invece i docenti italiani sperano nel rifugio [“astorico”] dell’assunzione a vita …
Preciso: è accaduta quella che viene definita “guerra tra poveri” [i poveri sono i precari]. L’ho fatta anch’io e, a pensarci bene, non mi pare vero … Ho fatto 3 corsi Forcom. Costati poca fatica, ma molto impegno sul piano economico e logistico [con trasferte per fare l’esame finale]. Ero io libero di non farli ? No, perché danno punteggio e chi, per pigrizia o “povertà”, decide liberamente di non farli, viene “scavalcato” [come lo sono stato io per solo un punto !]. Ma attenzione: forse che il corso Forcom ha a che fare con il sistema delle graduatorie ? Esso quindi avrebbe un profilo di incostituzionalità: come si fa ad affidare a una agenzia un tale potere da dare punteggio per un corso extra-specializzazione ? Chi non ne fa almeno 3 di corsi Forcom, viene superato, mi pare, di ben 9/10 punti … E’ un esempio di come le graduatorie non siano un fatto assoluto, quasi “metafisico”, ma anch’esso storico, e quindi certamente modificabile. Il Forcom è un esempio di caso normativo in cui, per dare un lavoro ai giovani di quell’agenzia [aperta forse in base a precisi agganci politici], si va a incidere in modo extra-sindacale e extra-ministeriale addirittura sulle graduatorie … [chi ne sa più di me, e ammetto che ci vuole poco, potrebbe spiegarmi come un milioni di docenti italiani hanno potuto “subire” questa cosa del Forcom, in cui praticamente “si paga per fare punteggio” ? perché nessuno ha protestato ? perché questa assoluta passività dei docenti precari nel subire i corsi Forcom ? li avete visti i test ? … li ho svolti e superati a occhi chiusi !].
Nel tempo della Cina, in cui vige un regime di schiavitù, addirittura legittimato da Marx … [un marxismo di stato, detto maoismo, che dà il via libera al più spietato dei turbocapitalismi], della delocalizzazione industriale [FIAT, Ideal standard, Zanussi-Elecrolux, ecc., che se ne vanno], la quale va appunto a sfruttare la schiavitù [detta “manodopera a basso costo”], della sempre maggiore precarizzazione della condizione lavorativa in Europa, e quindi della disoccupazione tra i giovani in Italia, … i docenti italiani [e i lavoratori pubblici] considerano la PA e la scuola, se assunti di ruolo, come una “zattera sicura” e un “diritto acquisito” [del tutto al di fuori della storia], stabile, e i precari protestano per poter raggiungere al più presto tale condizione intesa rassicurante perché definitiva. Non dico affatto che hanno torto ! Essi hanno ragione. Ma sbagliano nel pensare che lo Stato “debba” loro un qualche “diritto” in base a un presto senso di “giustizia”.
Nella prospettiva del diritto naturale, e quindi della giustizia, essi avrebbero [hanno] ragione, ma non ci si deve dimenticare [e i docenti, che sono o erano quasi tutti “di sinistra”, dovrebbero saperlo …] che nella storia e nella società i diritti non calano dall’alto, perché essi sono creati dai politici, i quali non sono “santi”. I diritti, nella storia, sono frutto di conquiste, ovvero della vecchia e attualissima “lotta di classe”. In questa quindi oggi ci sono “precari” contro “non idonei di ruolo”: ci hanno messo in guerra tra noi [guerra tra poveri].
Dove sta la mia critica a quella docente ? Essa si aspetta quasi un mondo di “giustizia”, quasi che lo Stato [e il MIUR] fosse fatto di “santi” [i politici] che, distratti, le hanno fatto un torto, e lei ha protestato per richiamarne l’attenzione sul suo caso. Invece, a quella docente non è stato fatto alcun torto, perché nessuno è obbligato a pensare a lei. Un anno fa proposi in questo sito un “partito dei docenti” perché interpreto i docenti come la coscienza civica e civile della Nazione: quella docente non deve “chiedere” di “avere giustizia”, deve invece continuare a lottare [politicamente] per conquistarla. Rimango molto perplesso nel vedere una classe docente che non solo interpreta l’assunzione in ruolo come una condizione [del tutto astoricamente] “assoluta”, ma addirittura crede che la politica debba “assicurargliela” [secondo un preteso e metafisico concetto di “giustizia”].
Ciò di cui parlo è realmente politica, ma si giustifica su questo sito perché non ci si deve dimenticare che tutti i problemi della scuola italiana [dalle graduatorie alla disciplina in classe] passano per decisioni politiche [che a Roma oggi non si vogliono dare]. La professoressa a Montecitorio si agitava chiedendo diritti, ma questi non vanno “chiesti” [quasi esigiti], vanno “conquistati”, e secondo me non solo i partiti e i politici, oggi, ma anche i sindacati si sono “seduti” e hanno smesso di lottare. Se addirittura nella ricchissima City di Londra si muore per troppo lavoro, e si trattano gli agenti finanziari [gli uomini con la bombetta e l’ombrello] come gli schiavi del Terzo Mondo …
Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Alcune riflessioni sulla vicenda dell’insegnante precaria: lo strano caso dei docenti italiani …   Sab Ago 24, 2013 7:04 pm

Infatti, è già contagiato-contaminato ... e ha fatto tutto da solo [credo]: quando è stato battezzato, forse io neppure ero nato ! Qui nella mia città inoltre il vescovo per i battesimi e le cresime ha delegato a Scientology ...
Tornare in alto Andare in basso
Albith



Messaggi : 10574
Data d'iscrizione : 22.08.10

MessaggioOggetto: Re: Alcune riflessioni sulla vicenda dell’insegnante precaria: lo strano caso dei docenti italiani …   Sab Ago 24, 2013 7:46 pm

LM2012 ha scritto:
so tutto ... è stato un lapsus. è una ATA precaria scavalcata dai non idonei nella docenza che, essendo di ruolo, le passano avanti. un poco quello che farò io ...
Non ho capito: stai per entrare di ruolo è già ti proietti come inidoneo per scavalcare gli ATA???

Ti do l'informazione che se entri di ruolo e il comitato di valutazione di trova inidoneo PRIMA della conferma in ruolo, molto semplicemente NON ENTRI DI RUOLO.

Hai solo due possibilità di sederti davanti a un comitato di valutazione: se anche il secondo ti dovesse trovare inadatto all'insegnamento, semplicemente verrai licenziato.

Casi rari, è vero, ma capitano.
Tornare in alto Andare in basso
Albith



Messaggi : 10574
Data d'iscrizione : 22.08.10

MessaggioOggetto: Re: Alcune riflessioni sulla vicenda dell’insegnante precaria: lo strano caso dei docenti italiani …   Sab Ago 24, 2013 7:48 pm

Sbaglio o qui avete scambiato dei post che hanno subito censura e autocensura???

E che diamine vi siete detti???
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Alcune riflessioni sulla vicenda dell’insegnante precaria: lo strano caso dei docenti italiani …   Sab Ago 24, 2013 9:00 pm

messere paganini non ripete ...
Tornare in alto Andare in basso
Albith



Messaggi : 10574
Data d'iscrizione : 22.08.10

MessaggioOggetto: Re: Alcune riflessioni sulla vicenda dell’insegnante precaria: lo strano caso dei docenti italiani …   Sab Ago 24, 2013 9:31 pm

LM2012 ha scritto:
messere paganini non ripete ...
Altrove ti sei firmato con altro nome e altro cognome...
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Alcune riflessioni sulla vicenda dell’insegnante precaria: lo strano caso dei docenti italiani …   Sab Ago 24, 2013 9:34 pm

...


Ultima modifica di LM2012 il Dom Ago 25, 2013 8:42 am, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
LucaPS



Messaggi : 1960
Data d'iscrizione : 08.11.10

MessaggioOggetto: Re: Alcune riflessioni sulla vicenda dell’insegnante precaria: lo strano caso dei docenti italiani …   Sab Ago 24, 2013 11:28 pm

Albith ha scritto:
Sbaglio o qui avete scambiato dei post che hanno subito censura e autocensura??? E che diamine vi siete detti???
Tranquillo, i discorsi dei messaggi autocancellati non riguardavano lo spazzolino da denti elettrico.
Tornare in alto Andare in basso
Albith



Messaggi : 10574
Data d'iscrizione : 22.08.10

MessaggioOggetto: Re: Alcune riflessioni sulla vicenda dell’insegnante precaria: lo strano caso dei docenti italiani …   Sab Ago 24, 2013 11:58 pm

LucaPS ha scritto:
Albith ha scritto:
Sbaglio o qui avete scambiato dei post che hanno subito censura e autocensura??? E che diamine vi siete detti???
Tranquillo, i discorsi dei messaggi autocancellati non riguardavano lo spazzolino da denti elettrico.
Sì, ho saputo.
Tornare in alto Andare in basso
 
Alcune riflessioni sulla vicenda dell’insegnante precaria: lo strano caso dei docenti italiani …
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 2 di 2Andare alla pagina : Precedente  1, 2
 Argomenti simili
-
» corso aggiornamento obbligatorio?
» Considerazioni sulla Bibbia
» riflessioni sul forum e su fb e sulla famiglia del cuore
» Riflessioni Esistenzialiste
» Vi segnalo questo interessante articolo sulla salute delle donne (aborto, legge 40 e chi più ne ha più ne metta)

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: