Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Primo giorno di scuola

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
magodiafano



Messaggi : 187
Data d'iscrizione : 04.08.11

MessaggioOggetto: Primo giorno di scuola   Lun Set 16, 2013 10:14 am

Salve

è probabile che di topic simili ve ne saranno a bizzeffe, ma sono così emozionato che non riesco a riconoscermi in un altro topic.
Domani sarà il mio primo giorno di scuola come insegnante, avrò ben dieci classi. Come molti non so cosa dire, non so cosa fare, nemmeno dove recarmi appena entrato nella scuola.
Essendo giovane (ho ventisette anni e c'è chi non mi dà più di ventidue anni) e soprattutto molto timido, temo di non riuscire a gestire la situazione; già sto immaginando scene del tipo "io speriamo che me la cavo" :D.
Ma la cosa che più mi spaventa è che sono stato chiamato per insegnare una cosa che non so tanto bene; sono conversatore di inglese poiché ho preso un titolo di studio negli Stati Uniti, in cui ho vissuto solo nove mesi, e nonostante sappia l'inglese in maniera decisamente corretta sono ben lontano dall'esser un madrelingua... sbaglio spesso accenti, parole e così via, quindi sono spaventato anche dal giudizio del docente di inglese.
Vorrei chiedervi consigli su cosa dire appena entrato, che discorso fare, come presentarmi e soprattutto come vestirmi. Secondo voi va bene andare con i classici jeans e una polo?
Andare con la barba un po' cresciuta va bene? Temo di tagliarla perché potrei sembrare davvero troppo giovane.
Avete consigli su come evitare che gli alunni prendano il sopravvento? Cosa non devo mai fare?

Grazie mille... nonostante tutto, sono davvero felice di non essere stato rinnovato dalla mia precedente azienda, poiché sto provando un'emozione che non è da poco. Mi sembra di tornare quindici anni indietro quando ero entusiasta all'idea di iniziare il liceo.
Tornare in alto Andare in basso
giovanna onnis



Messaggi : 17792
Data d'iscrizione : 15.04.12

MessaggioOggetto: Re: Primo giorno di scuola   Lun Set 16, 2013 10:27 am

Questo tuo post, Magodiafano, mi ha suscitato tanta tenerezza e mi ha ricordato quando anche io (tanti anni fa) ero una "pischellina" come te!!
L'unica cosa che mi sento di dirti è "sii te stesso" e in bocca al lupo!
Buon anno scolastico!! :-)
Tornare in alto Andare in basso
Maryangel



Messaggi : 2902
Data d'iscrizione : 16.02.13

MessaggioOggetto: Re: Primo giorno di scuola   Lun Set 16, 2013 10:40 am

Ciao, per l'abbigliamento sono d'accordo! Devi essere te stesso, anche con la tua timidezza che poi vedrai svanirà ...
In genere il docente madrelingua è visto come "amico", perché non si pone in modo autoritario come un docente che assegna compiti e fa fare i test!!
Per quanto riguarda la pronuncia ci potranno essere delle differenze tra l'inglese e l'americano, ma penso che sarà l'insegnante a far cogliere le sottigliezze tra le due lingue.
Ciò che distingue i principianti (nel senso buono della parola!) è la voglia di mettersi in gioco, di non dare niente per scontato, l'umiltà e l'entusiasmo che nei primi tempi è energia pura!!!
Vai e goditi questi primi giorni che ti faranno venire i brividi e ti daranno grande soddisfazione ...
In bocca al lupo!
Tornare in alto Andare in basso
fradacla
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 16457
Data d'iscrizione : 24.08.10

MessaggioOggetto: Re: Primo giorno di scuola   Lun Set 16, 2013 1:37 pm

magodiafano ha scritto:

Domani sarà il mio primo giorno di scuola come insegnante, avrò ben dieci classi. Come molti non so cosa dire, non so cosa fare, nemmeno dove recarmi appena entrato nella scuola.
Ci siamo passati tutti, tranquillo :-)
La mia prima volta in assoluto (23 anni) dovevo far recuperare d'estate alunni di 17/18; avevo una t-shirt che inneggiava a "Snoopy for President" e una collega che passava davanti all'aula domandò agli studenti dove fosse il loro insegnante :-))  


... quindi sono spaventato anche dal giudizio del docente di inglese.
Appena possibile, parla con il collega per chiedere come coordinare il tuo ruolo con il suo e approfittane per accennare ai tuoi timori. Prenderai due piccioni con una fava: ti farai un'idea della sua intelligenza ;-) e avrai qualche dritta sul tuo lavoro futuro.

Vorrei chiedervi consigli su cosa dire appena entrato, che discorso fare, come presentarmi e soprattutto come vestirmi. Secondo voi va bene andare con i classici jeans e una polo?
Andare con la barba un po' cresciuta va bene? Temo di tagliarla perché potrei sembrare davvero troppo giovane.
Il look è perfetto!

Avete consigli su come evitare che gli alunni prendano il sopravvento? Cosa non devo mai fare?
Quando si è molto giovani, la tentazione è di abbattere qualsiasi diaframma, anche perché gli studenti tentano di sondare il privato con eccesso di confidenza.
E' necessario quindi trovare il giusto equilibrio fra l'approccio amichevole e il sottile distacco richiesto dal ruolo. Insomma, va benissimo l'approccio disteso di chi ride con loro e, se capita, parla dell'ultimo concerto di Tizio, ...... , ma poi bisogna glissare con disinvoltura di fronte a domande molto personali.
Niente amicizia sui social network....


Tornare in alto Andare in basso
cherryblue



Messaggi : 25
Data d'iscrizione : 11.10.11

MessaggioOggetto: Re: Primo giorno di scuola   Lun Set 16, 2013 1:42 pm

Ciao! A me piace tantissimo questo blog che ho scoperto, purtroppo, da poco. Te lo segnalo perché parla proprio del "primo giorno di scuola". Ma ci sono molti post utili anche per tutto l'anno

http://laprofessoressavirisponde.blogspot.it/2013/09/primo-giorno-di-scuola-397-post.html

In bocca al lupo e buon lavoro!
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Primo giorno di scuola   Lun Set 16, 2013 2:10 pm

Il tuo post mi ha emozionato, mi ci riconosco tanto, però guarda che fra le materie scolastiche le lingue sono davvero un caso particolare. Quasi tutti coloro che lavorano con le lingue si sentono, almeno all'inizio, impreparati - anche quando non lo sono.

I tuoi alunni potranno tranquillamente imparare da te un buon inglese, non è che abbiano bisogno di un locutore "perfetto". Io vivo a stretto contatto con l'inglese "autentico" (cioè lo parlo quotidianamente con dei madrelingua - abito all'estero, ma non in un paese anglofono) e il mio inglese comunque non è del tutto "perfetto", anche se sono stata parzialmente scolarizzata in inglese e per certi versi sarei "madrelingua di fatto". Però, ritengo tuttora un po' di accento. Mi succede tuttora di imbattermi in parole sconosciute in un testo. Digitando un messaggio, mi succede di fermarmi per un attimo a rileggere qualcosa che ho scritto e a dubitare l'uso di una qualche preposizione, articolo o forma verbale. Ed è la lingua che parlo meglio!

Questi NON sono i segni che la tua padronanza di una lingua è insufficiente per poterla insegnare. Sono cose normalissime che probabilmente ti succedono anche in italiano, però in italiano non ci fai caso perché non ti senti sotto pressione di "dover" saperlo "perfettamente", lo usi quotidianamente e lo applicchi correttamente in varie situazioni, e quindi non ci pensi.

E poi - ma è una considerazione a parte - tutto quel discorso di madrelingua vs. non-madrelingua (che incontro spesso perché lavoro con le lingue)... ho smesso di pensare in questi termini praticamente perché spessissimo sono poco utili. La tua lingua madre è per definizione solo la questione di interesse "cronologico", è la lingua che hai imparato per prima, però guarda che ci sono tantissime persone per cui la loro lingua madre NON coincide con la lingua che parlano meglio, per un motivo o l'altro, sia perché sono cresciuti all'estero, sia perché scolarizzati in un'altra lingua, sia perché hanno emigrato o si sono inseriti in ambienti sociali o lavorativi veicolati in un'altra lingua... E c'è anche chi ha fatto un po' di tutto :p

E anche quando insegni o lavori con una lingua diversa da quella che parli meglio, ma che parli COMUNQUE MOLTO BENE, non è affatto grave che ti scappa qualche errore. Pensa che perfino le traduzioni giurate di solito vengono controllate dai lettori (madrelingua), e qui stiamo parlando di persone che hanno un'ottima padronanza delle lingue con cui lavorano.
Con un titolo di studio americano, e immagino chissà quanti libri letti in inglese, chissà quante relazioni scritte in inglese, chissà quante ore di socializzazione in inglese... avrai un livello idoneo all'esercizio del tuo nuovo mestiere. Anzi, non sarebbe tanto sorprendente scoprire che hai un livello superiore a quello del docente - il docente possibilmente sarà meglio preparato quanto alle conoscenze teoriche, alcuni dettagli forse... ma il contatto con la lingua autentica è ben altro, e se non ha avuto modo di ottenere questo tipo di pratica, il docente potrebbe non cavarsela tanto bene con alcuni aspetti della lingua. Ho fatto lingue e ci sono notevoli differenze tra le persone che hanno conseguito la stessa laurea proprio perché c'è chi ha avuto modo di integrare i propri studi con l'esperienza della lingua "autentica". Non è detto che il docente ti giudicherà negativamente, anzi, potrete aiutarvi a vicenda (se sarà un collega "normale" e non qualcuno che ti snobba perché sei giovane).

Mi scuso per il romanzo che ho scritto qui sopra :-), è solo che mi dispiace tanto di vedere giovani colleghi in questo settore molto particolare (cioè le lingue) che si scoraggiano, dubitano le loro competenze linguistiche tutto il tempo, si paragonano tutto il tempo con un inesistente Madrelingua Modello, si credono non all'altezza dell'compito e così via, anche quando molto preparati e quando hanno molto da offrire, quindi volevo darti un po' di moral support generale.

Sii te stesso, tranquillo, andrà bene. E poi come dice Maryangel, è probabile che sarai visto come "amico", perché fai solo la conversazione. Personalmente, mi sono sempre trovata più a mio agio con i ragazzi delle superiori che non con i bambini più piccoli, è un'età meravigliosa, ti invidio un po' anzi :-) Ti sconsiglio però di essere "troppo" amichevole, la giusta misura dovrai trovarla da solo, però per esempio niente amicizie sulle reti sociali, cose del genere. Oltre a questi limiti che dovrai stabilire, un approccio da amico va benissimo secondo me.

In bocca al lupo!
Tornare in alto Andare in basso
gavroche



Messaggi : 52
Data d'iscrizione : 04.06.11

MessaggioOggetto: Re: Primo giorno di scuola   Mer Set 18, 2013 1:17 pm

Chocolate, gli alunni spesse volte chiedono informazioni riguardanti la civiltà del paese, abitudini, modi di essere e di fare. Purtroppo, non basta aver trascorso 9 mesi in una nazione straniera per "impossessarsi" di questi usi. Il docente madrelingua non si limita a conservare ma deve poter trasmettere tutte queste nozioni che, a mio parere, difficilmente si acquisiscono.
Tornare in alto Andare in basso
 
Primo giorno di scuola
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» FAQ: durante la stimolazione
» transfer dopo quanti giorni dal ciclo?
» Progynova: dubbi, paure e chi piu ne ha piu ne metta....aiuto!!!!
» decapeptyl 3,75
» Primo giorno e già tanti dubbi

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: