Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 sono l'unico a cui questa situazione appare sconcertante?

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5  Seguente
AutoreMessaggio
OrizzontePrecario



Messaggi : 371
Data d'iscrizione : 26.04.11

MessaggioOggetto: sono l'unico a cui questa situazione appare sconcertante?   Lun Set 23, 2013 9:15 pm

Promemoria primo messaggio :

ho estrapolato la media nei vari atenei dei candidati al test per l'accesso a medicina. la prova è nazionale e ha testato quasi 70000 neo diplomati uniformemente distribuiti su tutto il territorio nazionale.
i dati dei candidati del sud sono agghiaccianti

dove la differenza diventa imbarazzante è in matematica e fisica, lo studente medio di catanzaro "vale" meno di 1/3 dello studente medio di padova.

e c'è ancora gente contraria ai test invalsi? potranno avere tutti i difetti del mondo, ma quanto meno mettono metà del corpo docente nazionale difronte all'evidenza che qualcosa nella loro didattica non funziona.

Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
zappuneddu



Messaggi : 990
Data d'iscrizione : 24.01.13

MessaggioOggetto: Re: sono l'unico a cui questa situazione appare sconcertante?   Mar Set 24, 2013 5:26 pm

OrizzontePrecario ha scritto:
ALE 78 ha scritto:
E CHI TI DICE CHE I 100 NON ABBIANO VALORE CENTO?il tuo prospetto?
me lo dice il fatto che a catanzaro il punteggio medio dei 1756 candidati (molti sicuramente col 100, vista la percentuale della calabria) hanno avuto una valutazione media al test di medicina di 21.05 e per matematica un misero 0.93, invece i 3095 candidati di padova PER LO STESSO IDENTICO TEST hanno avuto una valutazione media di 33.7 e 3.02 per matematica (oltre tre volte il dato di catanzaro).
ora visto il tuo approccio con i numeri so che tutto quanto da me scritto non può avere alcuna significatività per te (hai mai studiato statistica a livello universitario?), non ti preoccupare!
Ahi,ahi,ahi !!!!!
Non si fa, attacchi ad personam e senza conoscere, no, no, no, non va bene predicare bene e razzolare male .....
Tornare in alto Andare in basso
OrizzontePrecario



Messaggi : 371
Data d'iscrizione : 26.04.11

MessaggioOggetto: Re: sono l'unico a cui questa situazione appare sconcertante?   Mar Set 24, 2013 5:30 pm

ALE 78 ha scritto:
non è data solo da quanto sa di biologia o matematica...
chimica
fisica
logica
comprensione del testo

insomma, il classico test che si usa un po' in tutte le parti del mondo, ma che vuoi che sia! visto che tu sei probabilmente un'esperta di antropologia culturale e lo rigetti, di sicuro sbaglieranno gli altri a considerarlo significativo!


ALE 78 ha scritto:
Continua a cercare soluzioni,che noi tutti ti seguiamo e pendiamo dalle tue labbra...continua ad illuminarci...
direi che in primis le soluzioni dovrebbero cercare di trovarle coloro che si trovano ad operare in una scuola che funziona ad un livello inferiore a quello che dovrebbe essere lo standard (almeno su questo punto credo che siamo stati tutti d'accordo).
poi chi vuole banalizzare come se il problema non esistesse o si sente offeso da questa discussione... problema suo!
Tornare in alto Andare in basso
OrizzontePrecario



Messaggi : 371
Data d'iscrizione : 26.04.11

MessaggioOggetto: Re: sono l'unico a cui questa situazione appare sconcertante?   Mar Set 24, 2013 5:38 pm

zappuneddu ha scritto:

Non si fa, attacchi ad personam e senza conoscere, no, no, no, non va bene predicare bene e razzolare male .....
un conto è dare dell'affetto da manie di persecuzione o accusare di essere un meridionale criticone che cerca di omologarsi, altro è chiedere se si è seguito un corso di statistica, non averlo seguito non è un'offesa, milioni di persone non sanno neppure cosa sia. se per te è la stessa cosa...
in ogni caso, tu fai affermazioni, io ho posto una domanda.
Tornare in alto Andare in basso
zappuneddu



Messaggi : 990
Data d'iscrizione : 24.01.13

MessaggioOggetto: Re: sono l'unico a cui questa situazione appare sconcertante?   Mar Set 24, 2013 5:39 pm

OrizzontePrecario ha scritto:
ALE 78 ha scritto:
non è data solo da quanto sa di biologia o matematica...
chimica
fisica
logica
comprensione del testo

insomma, il classico test che si usa un po' in tutte le parti del mondo, ma che vuoi che sia! visto che tu sei probabilmente un'esperta di antropologia culturale e lo rigetti, di sicuro sbaglieranno gli altri a considerarlo significativo!


ALE 78 ha scritto:
Continua a cercare soluzioni,che noi tutti ti seguiamo e pendiamo dalle tue labbra...continua ad illuminarci...
direi che in primis le soluzioni dovrebbero cercare di trovarle coloro che si trovano ad operare in una scuola che funziona ad un livello inferiore a quello che dovrebbe essere lo standard (almeno su questo punto credo che siamo stati tutti d'accordo).
poi chi vuole banalizzare come se il problema non esistesse o si sente offeso da questa discussione... problema suo!
Io non ho ancora capito TU cosa hai fatto o faresti ( a parte gli invalsi che non risolvono un problema che se prima si poteva attribuire ad una cattiva docenza, oggi si può attribuire per il 50% ad una cattiva dirigenza ).
Tornare in alto Andare in basso
OrizzontePrecario



Messaggi : 371
Data d'iscrizione : 26.04.11

MessaggioOggetto: Re: sono l'unico a cui questa situazione appare sconcertante?   Mar Set 24, 2013 5:53 pm

zappuneddu ha scritto:
Io non ho ancora capito TU cosa hai fatto o faresti ( a parte gli invalsi che non risolvono un problema che se prima si poteva attribuire ad una cattiva docenza, oggi si può attribuire per il 50% ad una cattiva dirigenza ).
se proprio vuoi sapere cosa faccio io.
durante l'anno metto a disposizione il mio indirizzo email a cui possono sempre scrivermi, uso dropbox per fornirgli le mie dispense, abbiamo una mailing list per ogni classe con cui ogni studente comunica in maniera immediata con me e con tutta la classe, ho predisposto una piattaforma per la somministrazione dei compiti a casa (in questo la mia formazione da programmatore di sicuro mi ha aiutato), alla fine dell'anno scolastico sottopongo un questionario di valutazione online, assolutamente anonimo a cui lo studente non risponde in laboratorio (per evitare di sentirsi soggezionato dalla mia presenza o di quella dei compagni), dalle loro risposte (specie quelle aperte) decido cosa aggiustare.
chiarisco che il questionario non è stato deciso a livello di scuola, è una mia personale iniziativa.
ora sarebbe facile dire che ho voluto fare lo "sborone", ma tu mi hai domandato ed io ti ho risposto.
visto che la metti sul personale. queste cose le fai anche tu?
Tornare in alto Andare in basso
zappuneddu



Messaggi : 990
Data d'iscrizione : 24.01.13

MessaggioOggetto: Re: sono l'unico a cui questa situazione appare sconcertante?   Mar Set 24, 2013 5:57 pm

OrizzontePrecario ha scritto:
zappuneddu ha scritto:

Non si fa, attacchi ad personam e senza conoscere, no, no, no, non va bene predicare bene e razzolare male .....
un conto è dare dell'affetto da manie di persecuzione o accusare di essere un meridionale criticone che cerca di omologarsi, altro è chiedere se si è seguito un corso di statistica, non averlo seguito non è un'offesa, milioni di persone non sanno neppure cosa sia. se per te è la stessa cosa...
in ogni caso, tu fai affermazioni, io ho posto una domanda.
"ora visto il tuo approccio con i numeri so che tutto quanto da me scritto non può avere alcuna significatività per te" io la interpreto come una premessa e quindi un' affermazione.

"affetto da manie di persecuzione " perchè poco prima aveva interpretato come rivolto a lei anche un altra risposta.

"meridionale criticone" perchè stai banalizzando un problema più grave che non è di rendimento ma di risultati di ammissione ad una facoltà : visto che gli ammessi alle varie fasi dell' ultimo concorso per docenti sono stati più al sud che al nord si dovrebbe supporre che i docenti del sud sono più preparati del nord ??? o in questo caso si tratta di soliti raccomandati ????

Come capirai, se non vuoi incaponirti con i tuoi preconcetti, una tabella di ammissione ad una facoltà o ad un concorso (sempre a livello nazionale) non fa testo.
Tornare in alto Andare in basso
zappuneddu



Messaggi : 990
Data d'iscrizione : 24.01.13

MessaggioOggetto: Re: sono l'unico a cui questa situazione appare sconcertante?   Mar Set 24, 2013 6:07 pm

OrizzontePrecario ha scritto:
zappuneddu ha scritto:
Io non ho ancora capito TU cosa hai fatto o faresti ( a parte gli invalsi che non risolvono un problema che se prima si poteva attribuire ad una cattiva docenza, oggi si può attribuire per il 50% ad una cattiva dirigenza ).
se proprio vuoi sapere cosa faccio io.
durante l'anno metto a disposizione il mio indirizzo email a cui possono sempre scrivermi, uso dropbox per fornirgli le mie dispense, abbiamo una mailing list per ogni classe con cui ogni studente comunica in maniera immediata con me e con tutta la classe, ho predisposto una piattaforma per la somministrazione dei compiti a casa (in questo la mia formazione da programmatore di sicuro mi ha aiutato), alla fine dell'anno scolastico sottopongo un questionario di valutazione online, assolutamente anonimo a cui lo studente non risponde in laboratorio (per evitare di sentirsi soggezionato dalla mia presenza o di quella dei compagni), dalle loro risposte (specie quelle aperte) decido cosa aggiustare.
chiarisco che il questionario non è stato deciso a livello di scuola, è una mia personale iniziativa.
ora sarebbe facile dire che ho voluto fare lo "sborone", ma tu mi hai domandato ed io ti ho risposto.
visto che la metti sul personale. queste cose le fai anche tu?
caro il mio orizzonteprecario che si preoccupa di dover partecipare ad uno scrutinio il 31 agosto, io faccio parte della categoria degli "invisibili", dei tappabuchi che giornalmente stanno col cellulare a portata di mano per controllare che ci sia campo nell' eventualità che qualche scuola chiami per qualche miserabile giorno di supplenza, dopo aver superato 3 concorsi (4 con quest' ultimo).
come vedi, io non faccio niente né di buono, né di brutto : aspetto di essere chiamata, anche il 31 agosto.
Tornare in alto Andare in basso
ALE 78



Messaggi : 3008
Data d'iscrizione : 13.02.13

MessaggioOggetto: Re: sono l'unico a cui questa situazione appare sconcertante?   Mar Set 24, 2013 6:13 pm

OrizzontePrecario ha scritto:
ALE 78 ha scritto:
non è data solo da quanto sa di biologia o matematica...
chimica
fisica
logica
comprensione del testo

insomma, il classico test che si usa un po' in tutte le parti del mondo, ma che vuoi che sia! visto che tu sei probabilmente un'esperta di antropologia culturale e lo rigetti, di sicuro sbaglieranno gli altri a considerarlo significativo!


ALE 78 ha scritto:
Continua a cercare soluzioni,che noi tutti ti seguiamo e pendiamo dalle tue labbra...continua ad illuminarci...
direi che in primis le soluzioni dovrebbero cercare di trovarle coloro che si trovano ad operare in una scuola che funziona ad un livello inferiore a quello che dovrebbe essere lo standard (almeno su questo punto credo che siamo stati tutti d'accordo).
poi chi vuole banalizzare come se il problema non esistesse o si sente offeso da questa discussione... problema suo!
E CHI SI SENTE OFFESO?
Men che meno,poi,da uno con i paraocchi come te(perdona l'offesa,ma non credo tu possa affermare di esserci andato,con me,meno sul pesante...)

Si,per me questi dati non hanno alcuna significativita'...forse dovresti ritornare un po' al sud e calarti nella realta' di cio' che abbiamo qui...e l'antropologia,piu' della chimica,della biologia e della matematica,ti darebbe un valido aiuto(anche un pizzico di sociologia non guasterebbe,in verita').
Impara,da bravo studioso di statistiche e ricerche,che le variabili(dipendenti e indipendenti)hanno un enorme valore...e quelle variabili ("negative")non sono rappresentate solo dal corpo docente(o,almeno,non al sud piu' che al nord).
Tornare in alto Andare in basso
fradacla
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 16473
Data d'iscrizione : 24.08.10

MessaggioOggetto: Re: sono l'unico a cui questa situazione appare sconcertante?   Mar Set 24, 2013 7:48 pm

tellina ha scritto:
in parte comprendo e appoggio il punto di vista di orizzonteprecario.
non mi dice nulla confrontar voti come quelli degli esami di stato dati ai candidati da chi ha lavorato con loro...(dubito sian tanti i casi di docenti esterni che vanno in commissioni lontane), se non sono i loro diretti docenti temo anche, se non proprio in voti di scambio, in chiamiamoli "occhio di riguardo", se poi i docenti che esaminano conoscono anche i docenti degli esaminati...la frittata è fatta.
Tocchi un tasto dolente, senza dubbio; abbiamo tutti, direttamente o indirettamente, esperienza di esami dai quali vengono fuori voti poco credibili, soprattutto se si guarda al curriculum del quinquennio. Il fenomeno, però, è più marcato in aree dove la mobilità sociale e territoriale è inferiore, il che mi sembra spiegare la tendenza a largheggiare con i voti che emerge dalle rilevazioni del MIUR.

tellina ha scritto:
che poi non si possa fare di tutta l'erba un fascio...ci sta, ovviamente. docenti preparati, ovunque e alunni se non geniali...studiosi, seri e attenti, si trovano in tutta italia (...e meno male...).
Infatti l'errore di fondo nella lunga polemica precedente sta nell'arroccamento di chi vede in quei dati un discredito per la preparazione dei docenti meridionali anziché uno stimolo a riflettere su cosa possano significare.

tellina ha scritto:
quello che più mi lascia perplessa é come stia passando sottotono un problema ben maggiore e, almeno per me, molto più grave: l'autonomia scolastica, la personalizzazione del percorso didattico, i confini e i temi dei programmi scolastici lasciati all'autonomia dei singoli...non funziona!
lo vedo davvero come il fallimento di un'ideologia.
se la mia scuola mi fa studiare X...e la tua scuola ti fa studiare Y... ma al primo concorso o alla prima priva a livello nazionale mi vien chiesto...Z, siamo entrambi capre? no, ma siamo stati entrambi truffati, prima da studenti e ora da esaminati.
questo sistema di valutazioni non funziona.
Se mettiamo la cosa su questo piano, certo, il sistema di valutazione non funziona.
Però, a mio parere, quello che non funziona in primis è l'interpretazione dell'autonomia. Un Istituto scolastico (o un singolo docente) può scegliere i percorsi, le metolodogie didattiche, gli strumenti, ma non può mettere in discussione i fondamenti delle discipline, soprattutto in campo scientifico.
Tra l'altro, ormai sono diversi anni che le Università usano test omogenei per le prove d'accesso, senza ricordare che sono anni che l'INVALSI (e prima il CEDE) fa rilevazioni periodiche. Dovrebbe essere abbastanza chiaro qual è lo standard di conoscenze e competenze richiesto, ma i soggetti coinvolti spesso fanno orecchie da mercante. Per carità, tutti i sistemi di valutazione sono perfettibili, ma non si può scaricare su di essi la responsabilità di risultati insufficienti.
Anche la libertà di insegnamento viene troppo spesso intesa nel senso che Corrado Guzzanti dava alla Casa delle Libertà, sicché la rilevazione dell'INVALSI viene sentita come un'invasione di campo e non come l'occasione per chiedersi se la strada intrapresa sia giusta, se non ci siano modi alternativi di fare le cose che facciamo.
Qualcuno all'esterno del nostro orticello dovrà pur misurare i risultati del nostro lavoro, senza che questo venga interpretato come delitto di lesa maestà.
Tornare in alto Andare in basso
ALE 78



Messaggi : 3008
Data d'iscrizione : 13.02.13

MessaggioOggetto: Re: sono l'unico a cui questa situazione appare sconcertante?   Mar Set 24, 2013 8:06 pm

Non so come si faccia a non comprendere che il post che dà il “via” al topic sia una chiara denigrazione ai danni dei docenti del sud…i quali, come si legge in cima,dovrebbero arrendersi all’evidenza che qualcosa nella loro didattica non funzioni(affermazioni per le quali,ribadisco,nessuno si sente offeso…per il motivo cui accennavo prima).E non ci si dovrebbe "arroccare" per questo?
Non abbiamo di certo bisogno che un test ci dica cosa non funzioni nel delicato processo di insegnamento-apprendimento che,ogni giorno,mettiamo in essere...sappiamo gia' cos'è che non va...e lo sapete tutti.Qui al sud facciamo un magnifico lavoro,di certo con gli strumenti(pochi)che abbiamo a disposizione…e ,se davvero siete insegnanti dovreste sapere che,all’interno di una stessa classe,si ottengono risultati eccellenti con uno studente e, talvolta, pessimi risultati con un altro…e questo non sempre dipende dai docenti…ma,come scrivevo prima,da innumerevoli variabili.Ecco il motivo per il quale questo "sconcerto" mi sembra molto sconcertante(scusate il gioco di parole)…ed ecco il motivo per cui i tanti test messi a disposizione per “sondare” le giovani menti,i tanti dati e le tante statistiche raccolte ,spesso non hanno alcun significato,perché totalmente avulsi dal contesto in cui hanno luogo…in piu’, non mettono in luce la totalita’ della persona,né la sua preparazione a tutto tondo.Per poter davvero VALUTARE,e non solo freddamente estrapolare una serie di dati statistici,c’è bisogno di ricerche sul campo molto piu’ mirate,che non sono quelle di cui il sistema di istruzione,attualmente,si avvale.Inoltre,ed è la cosa piu’ importante,per saper veramente insegnare,per trasmettere qualcosa,anche a chi non ha quasi nessuna possibilita’,bisogna avere grande carisma,spirito di adattamento,umilta’ e soprattutto grande flessibilita’ mentale…ma queste non sono“cose” da tutti…(al sud,come al nord).
Tornare in alto Andare in basso
OrizzontePrecario



Messaggi : 371
Data d'iscrizione : 26.04.11

MessaggioOggetto: Re: sono l'unico a cui questa situazione appare sconcertante?   Mar Set 24, 2013 8:16 pm

fradacla ha scritto:

Se mettiamo la cosa su questo piano, certo, il sistema di valutazione non funziona.
Però, a mio parere, quello che non funziona in primis è l'interpretazione dell'autonomia. Un Istituto scolastico (o un singolo docente) può scegliere i percorsi, le metolodogie didattiche, gli strumenti, ma non può mettere in discussione i fondamenti delle discipline, soprattutto in campo scientifico.
Tra l'altro, ormai sono diversi anni che le Università usano test omogenei per le prove d'accesso, senza ricordare che sono anni che l'INVALSI (e prima il CEDE) fa rilevazioni periodiche. Dovrebbe essere abbastanza chiaro qual è lo standard di conoscenze e competenze richiesto, ma i soggetti coinvolti spesso fanno orecchie da mercante. Per carità, tutti i sistemi di valutazione sono perfettibili, ma non si può scaricare su di essi la responsabilità di risultati insufficienti.
Anche la libertà di insegnamento viene troppo spesso intesa nel senso che Corrado Guzzanti dava alla Casa delle Libertà, sicché la rilevazione dell'INVALSI viene sentita come un'invasione di campo e non come l'occasione per chiedersi se la strada intrapresa sia giusta, se non ci siano modi alternativi di fare le cose che facciamo.
Qualcuno all'esterno del nostro orticello dovrà pur misurare i risultati del nostro lavoro, senza che questo venga interpretato come delitto di lesa maestà.
difficile non condividere.
se il sistema di valutazione è ben congegnato nessuno dovrebbe temerlo, tranne chi sa che forse dovrebbe fare qualcos'altro nella vita.
Tornare in alto Andare in basso
ALE 78



Messaggi : 3008
Data d'iscrizione : 13.02.13

MessaggioOggetto: Re: sono l'unico a cui questa situazione appare sconcertante?   Mar Set 24, 2013 8:34 pm

OrizzontePrecario ha scritto:
fradacla ha scritto:

Se mettiamo la cosa su questo piano, certo, il sistema di valutazione non funziona.
Però, a mio parere, quello che non funziona in primis è l'interpretazione dell'autonomia. Un Istituto scolastico (o un singolo docente) può scegliere i percorsi, le metolodogie didattiche, gli strumenti, ma non può mettere in discussione i fondamenti delle discipline, soprattutto in campo scientifico.
Tra l'altro, ormai sono diversi anni che le Università usano test omogenei per le prove d'accesso, senza ricordare che sono anni che l'INVALSI (e prima il CEDE) fa rilevazioni periodiche. Dovrebbe essere abbastanza chiaro qual è lo standard di conoscenze e competenze richiesto, ma i soggetti coinvolti spesso fanno orecchie da mercante. Per carità, tutti i sistemi di valutazione sono perfettibili, ma non si può scaricare su di essi la responsabilità di risultati insufficienti.
Anche la libertà di insegnamento viene troppo spesso intesa nel senso che Corrado Guzzanti dava alla Casa delle Libertà, sicché la rilevazione dell'INVALSI viene sentita come un'invasione di campo e non come l'occasione per chiedersi se la strada intrapresa sia giusta, se non ci siano modi alternativi di fare le cose che facciamo.
Qualcuno all'esterno del nostro orticello dovrà pur misurare i risultati del nostro lavoro, senza che questo venga interpretato come delitto di lesa maestà.
difficile non condividere.
se il sistema di valutazione è ben congegnato nessuno dovrebbe temerlo, tranne chi sa che forse dovrebbe fare qualcos'altro nella vita.
I sistemi di valutazione possono essere un valido aiuto o una mera forma di omologazione del sistema scolastico italiano...bisogna che siano validi...ma validi davvero.
Chi gli riconosce un'adattabilita' ed una flessibilita' che,invece,non hanno,hai proprio ragione...dovrebbe temerli e,di conseguenza,imparare a fare altro nella vita.
Tornare in alto Andare in basso
esageranio



Messaggi : 251
Data d'iscrizione : 28.08.13

MessaggioOggetto: Re: sono l'unico a cui questa situazione appare sconcertante?   Mar Set 24, 2013 8:34 pm

il corpo docente al sud ha un'età media molto molto più alta rispetto ai docenti del nord, un professore che conta i giorni che lo separano dalla pensione non renderà mai quanto un giovane laureato con la passione per l'insegnamento...la storia è sempre la stessa, il precario di belle speranze va a dare il meglio di se al nord per poi ritornare a casa "vecchio e spremuto". Si trovi quindi un modo per ringiovanire il corpo docente meridionale e vedrete che orizzonteprecario si sentirà meno sconcertato.
Tornare in alto Andare in basso
daniela_buono



Messaggi : 1308
Data d'iscrizione : 02.10.12

MessaggioOggetto: Re: sono l'unico a cui questa situazione appare sconcertante?   Mar Set 24, 2013 8:42 pm

Sono una docente neoimmessa in ruolo grazie al concorso 2012. Ho studiato molto? Certo. Mi sono impegnata anima e corpo sacrificando tutto il resto per sfruttare la mia opportunita'? Certo. Il mio scritto e' stato valutato con obiettivita'? Credo di si'. La commissione che ha valutato il mio orale e' stata imparziale? Credo di si'. Avevo raccomandazioni? No.
Questo successo e' dipeso da me, ma non posso ignorare che forse, se, invece che in Veneto, avessi concorso in Campania, avrei potuto dimostrare tutta la mia preparazione ma sarei potuta rimanere con un pugno di mosche in mano...
Sono cresciuta proprio in Campania, fino a 15 anni fa, quando ho dovuto emigrare al "norde" con dei genitori rimasti senza lavoro, che a 40 anni e con un mutuo appena estinto hanno avuto il coraggio di rimettersi in discussione per garantirmi un futuro. Li odiai all'epoca... Ma non avrei mai insegnato se fossi rimasta nel mio meraviglioso paesino... Sono stata precaria per soli 3 anni, ho avuto sempre e solo supplenze annuali, full time e tutte a meno di 20 km da casa. Stanca della precarieta', ho congelato la mia vocazione da docente e a 25 anni ho cercato di mettermi in discussione in altro; a 13 giorni dalla scadenza del mio ultimo contratto con la scuola sononstata assunta a tempo indeterminato da una multinazionale, a 8 km da casa. Ho viaggiato, impatato lingue nuove, mangiato e fatto mille esperienze, tutto a spese dell'azienda. Fino alle mie dimissioni, il 31 agosto, per poter entrare in ruolo dal primo settembre, in una scuola che raggiungo in 10 minuti di bicicletta. A 30 anni ne ho 12 di contributi.
Non vi ho raccontato la mia storia per intrattenervi, ma per condividere con voi il mio triste pensiero: per quanto io potessi meritarmi tutto questo, non posso dire che il contesto abbia giocato un ruolo irrilevante.... Tutto questo non mi sarebbe mai accaduto nel mio bellissimo sud, dove non c'e' ritegno nel rettificare mille volte una graduatoria definitiva... Dove purtroppo chi non accoglie una raccomandazione non ha vita facile... Dovr purtroppo il merito talvolta e' oscurato dal clientelismo....
Come mi disse una cara amica, i miei genitori mi hanno fatto un gran regalo... Purtroppo....
Tornare in alto Andare in basso
mac67



Messaggi : 4699
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioOggetto: Re: sono l'unico a cui questa situazione appare sconcertante?   Mar Set 24, 2013 8:57 pm

Sconcertato? No, perché? Dati scontati. Caso mai deluso, avvilito, triste, ma sconcerto proprio no.

Finché la scuola viene caricata di compiti di assistenza sociale che non le sono propri, finché la schizofrenia rimane il tratto caratteristico degli interventi ministeriali, finché il reclutamento del personale avviene attraverso continue sanatorie (tali sono stati i concorsi riservati, non nascondiamoci dietro a un dito), finché si continua a privare la scuola di risorse, è inevitabile che questi siano i risultati.
Tornare in alto Andare in basso
ALE 78



Messaggi : 3008
Data d'iscrizione : 13.02.13

MessaggioOggetto: Re: sono l'unico a cui questa situazione appare sconcertante?   Mar Set 24, 2013 9:05 pm

daniela_buono ha scritto:
Sono una docente neoimmessa in ruolo grazie al concorso 2012. Ho studiato molto? Certo. Mi sono impegnata anima e corpo sacrificando tutto il resto per sfruttare la mia opportunita'? Certo. Il mio scritto e' stato valutato con obiettivita'? Credo di si'. La commissione che ha valutato il mio orale e' stata imparziale? Credo di si'. Avevo raccomandazioni? No.
Questo successo e' dipeso da me, ma non posso ignorare che forse, se, invece che in Veneto, avessi concorso in Campania, avrei potuto dimostrare tutta la mia preparazione ma sarei potuta rimanere con un pugno di mosche in mano...
Sono cresciuta proprio in Campania, fino a 15 anni fa, quando ho dovuto emigrare al "norde" con dei genitori rimasti senza lavoro, che a 40 anni e con un mutuo appena estinto hanno avuto il coraggio di rimettersi in discussione per garantirmi un futuro. Li odiai all'epoca... Ma non avrei mai insegnato se fossi rimasta nel mio meraviglioso paesino... Sono stata precaria per soli 3 anni, ho avuto sempre e solo supplenze annuali, full time e tutte a meno di 20 km da casa. Stanca della precarieta', ho congelato la mia vocazione da docente e a 25 anni ho cercato di mettermi in discussione in altro; a 13 giorni dalla scadenza del mio ultimo contratto con la scuola sononstata assunta a tempo indeterminato da una multinazionale, a 8 km da casa. Ho viaggiato, impatato lingue nuove, mangiato e fatto mille esperienze, tutto a spese dell'azienda. Fino alle mie dimissioni, il 31 agosto, per poter entrare in ruolo dal primo settembre, in una scuola che raggiungo in 10 minuti di bicicletta. A 30 anni ne ho 12 di contributi.
Non vi ho raccontato la mia storia per intrattenervi, ma per condividere con voi il mio triste pensiero: per quanto io potessi meritarmi tutto questo, non posso dire che il contesto abbia giocato un ruolo irrilevante.... Tutto questo non mi sarebbe mai accaduto nel mio bellissimo sud, dove non c'e' ritegno nel rettificare mille volte una graduatoria definitiva... Dove purtroppo chi non accoglie una raccomandazione non ha vita facile... Dovr purtroppo il merito talvolta e' oscurato dal clientelismo....
Come mi disse una cara amica, i miei genitori mi hanno fatto un gran regalo... Purtroppo....
gia' lo sai che ti adoro,vero? :-)
a dopo.
Tornare in alto Andare in basso
ALE 78



Messaggi : 3008
Data d'iscrizione : 13.02.13

MessaggioOggetto: Re: sono l'unico a cui questa situazione appare sconcertante?   Mar Set 24, 2013 9:07 pm

mac67 ha scritto:
Sconcertato? No, perché? Dati scontati. Caso mai deluso, avvilito, triste, ma sconcerto proprio no.

Finché la scuola viene caricata di compiti di assistenza sociale che non le sono propri, finché la schizofrenia rimane il tratto caratteristico degli interventi ministeriali, finché il reclutamento del personale avviene attraverso continue sanatorie (tali sono stati i concorsi riservati, non nascondiamoci dietro a un dito), finché si continua a privare la scuola di risorse, è inevitabile che questi siano i risultati.
Ecco alcune delle cose che una mente flessibile riesce a vedere... :-)
Tornare in alto Andare in basso
mac67



Messaggi : 4699
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioOggetto: Re: sono l'unico a cui questa situazione appare sconcertante?   Mar Set 24, 2013 9:42 pm

ALE 78 ha scritto:
mac67 ha scritto:
Sconcertato? No, perché? Dati scontati. Caso mai deluso, avvilito, triste, ma sconcerto proprio no.

Finché la scuola viene caricata di compiti di assistenza sociale che non le sono propri, finché la schizofrenia rimane il tratto caratteristico degli interventi ministeriali, finché il reclutamento del personale avviene attraverso continue sanatorie (tali sono stati i concorsi riservati, non nascondiamoci dietro a un dito), finché si continua a privare la scuola di risorse, è inevitabile che questi siano i risultati.
Ecco alcune delle cose che una mente flessibile riesce a vedere... :-)
Che ci vuoi fare, ho fatto studi scientifici.
Tornare in alto Andare in basso
ALE 78



Messaggi : 3008
Data d'iscrizione : 13.02.13

MessaggioOggetto: Re: sono l'unico a cui questa situazione appare sconcertante?   Mar Set 24, 2013 10:22 pm

mac67 ha scritto:
ALE 78 ha scritto:
mac67 ha scritto:
Sconcertato? No, perché? Dati scontati. Caso mai deluso, avvilito, triste, ma sconcerto proprio no.

Finché la scuola viene caricata di compiti di assistenza sociale che non le sono propri, finché la schizofrenia rimane il tratto caratteristico degli interventi ministeriali, finché il reclutamento del personale avviene attraverso continue sanatorie (tali sono stati i concorsi riservati, non nascondiamoci dietro a un dito), finché si continua a privare la scuola di risorse, è inevitabile che questi siano i risultati.
Ecco alcune delle cose che una mente flessibile riesce a vedere... :-)
Che ci vuoi fare, ho fatto studi scientifici.
Magari la duttilita' mentale si potesse insegnare o apprendere SOLO con gli studi...
Tornare in alto Andare in basso
OrizzontePrecario



Messaggi : 371
Data d'iscrizione : 26.04.11

MessaggioOggetto: Re: sono l'unico a cui questa situazione appare sconcertante?   Mar Set 24, 2013 10:30 pm

mac67 ha scritto:
Sconcertato? No, perché? Dati scontati. Caso mai deluso, avvilito, triste, ma sconcerto proprio no.

Finché la scuola viene caricata di compiti di assistenza sociale che non le sono propri, finché la schizofrenia rimane il tratto caratteristico degli interventi ministeriali, finché il reclutamento del personale avviene attraverso continue sanatorie (tali sono stati i concorsi riservati, non nascondiamoci dietro a un dito), finché si continua a privare la scuola di risorse, è inevitabile che questi siano i risultati.
ognuno di noi proverà emozioni differenti, ma non capisco perché è così strano rimanere sconvolti per una fotografia così deformata della scuola, perché per me checché ne dicano altri, un test su 6 ambiti così importanti che registra la competenza di 70000 diplomati omogeneamente distribuiti, è una fotografia fedele del livello di preparazione che offre la scuola italiana al variare della latitudine.
mi si accusa di avere i paraocchi, ma chi ignora bellamente che quanto da me denunciato in questo topic in merito ai test di medicina è confermato anche dai test invalsi (https://i34.servimg.com/u/f34/18/41/65/67/invals11.png) e dai rapporti pisa-ocse (http://www.linkiesta.it/test-pisa-italia-ocse) come andrebbe considerato?
vorrei capire cosa c'entrano le sanatorie? e se le sanatorie ci sono state non erano mica limitate alle sole regioni del sud.
siamo la patria dei sofisti! ho l'impressione che si dica di tutto pur di non ammettere che nella scuola del sud c'è qualcosa che non va.
Tornare in alto Andare in basso
esageranio



Messaggi : 251
Data d'iscrizione : 28.08.13

MessaggioOggetto: Re: sono l'unico a cui questa situazione appare sconcertante?   Mar Set 24, 2013 10:37 pm

Al sud si entra di ruolo a 55 anni , al nord a 35. Ho applicato un complicatissimo teorema, ma credo di aver trovato quello che non va.
Tornare in alto Andare in basso
ALE 78



Messaggi : 3008
Data d'iscrizione : 13.02.13

MessaggioOggetto: Re: sono l'unico a cui questa situazione appare sconcertante?   Mar Set 24, 2013 10:41 pm

OrizzontePrecario ha scritto:
mac67 ha scritto:
Sconcertato? No, perché? Dati scontati. Caso mai deluso, avvilito, triste, ma sconcerto proprio no.

Finché la scuola viene caricata di compiti di assistenza sociale che non le sono propri, finché la schizofrenia rimane il tratto caratteristico degli interventi ministeriali, finché il reclutamento del personale avviene attraverso continue sanatorie (tali sono stati i concorsi riservati, non nascondiamoci dietro a un dito), finché si continua a privare la scuola di risorse, è inevitabile che questi siano i risultati.
ognuno di noi proverà emozioni differenti, ma non capisco perché è così strano rimanere sconvolti per una fotografia così deformata della scuola, perché per me checché ne dicano altri, un test su 6 ambiti così importanti che registra la competenza di 70000 diplomati omogeneamente distribuiti, è una fotografia fedele del livello di preparazione che offre la scuola italiana al variare della latitudine.
mi si accusa di avere i paraocchi, ma chi ignora bellamente che quanto da me denunciato in questo topic in merito ai test di medicina è confermato anche dai test invalsi (https://i34.servimg.com/u/f34/18/41/65/67/invals11.png) e dai rapporti pisa-ocse (http://www.linkiesta.it/test-pisa-italia-ocse) come andrebbe considerato?
vorrei capire cosa c'entrano le sanatorie? e se le sanatorie ci sono state non erano mica limitate alle sole regioni del sud.
siamo la patria dei sofisti! ho l'impressione che si dica di tutto pur di non ammettere che nella scuola del sud c'è qualcosa che non va.
Il problema è che ti sconcerti per cose che sono "straconosciute",trite e ritrite...e,peggio,sei ancora li' a chiederti i motivi di questi "dislivelli" nord-sud...ma davvero non li conosci...?e davvero credi che gli insegnanti siano responsabili in toto di tutto cio'?
Se sei cosi' interessato alle ricerche PISA-OCSE,forse dovresti leggerle a fondo...ci sono tante spiegazioni li'...forse ne sarai illuminato!
Tornare in alto Andare in basso
ALE 78



Messaggi : 3008
Data d'iscrizione : 13.02.13

MessaggioOggetto: Re: sono l'unico a cui questa situazione appare sconcertante?   Mar Set 24, 2013 10:45 pm

esageranio ha scritto:
Al sud si entra di ruolo a  55 anni , al nord a 35. Ho applicato un complicatissimo teorema, ma credo di aver trovato quello che non va.  
sarebbe riduttivo spiegarselo meramente in questo modo...ma,è innegabile,questa è sicuramente una delle motivazioni legate al corpo docente...non perchè si diventi incompetenti con l'eta'(tutt'altro)...si ha solo meno pazienza e voglia di dare(anche se non sempre è così...lungi da me generalizzare).
Tornare in alto Andare in basso
OrizzontePrecario



Messaggi : 371
Data d'iscrizione : 26.04.11

MessaggioOggetto: Re: sono l'unico a cui questa situazione appare sconcertante?   Mar Set 24, 2013 10:51 pm

la cosa che mi rattrista di tutta questa discussione, è che mi pare sia diventata uno scontro tra fazioni, ma mai ci siamo preoccupati dello studente.
forse sarà il caso di ricordare che il nostro lavoro dovrebbe porsi come obiettivo il raggiungimento del massimo successo dei nostri ragazzi, ma qui qualcuno degli anti-test, di quelli che ammettono che il problema esiste, ma non propongono soluzioni se non un vago slogan che va bene per tutte le stagioni "più soldi per la scuola" (anche se poi sanno che la scuola del nord e del sud navigano nelle stesse acque, ho due prime da 32 studenti e tre seconde da 29), si è posto il problema se il ragazzo di caltanissetta HA DIRITTO di vedersi garantita la possibilità di competere ad armi pari con il suo compagno di padova?
Tornare in alto Andare in basso
zappuneddu



Messaggi : 990
Data d'iscrizione : 24.01.13

MessaggioOggetto: Re: sono l'unico a cui questa situazione appare sconcertante?   Mar Set 24, 2013 10:54 pm

Ale, inutile perdere tempo : se, pur essendo meridionale (e peggio ancora siculo come me) non capisce il perchè del dislivello esistente e lo attribuisce al corpo docente (quello stesso corpo docente che ruba i posti di quelli del nord, come sostengono in molti, ma che a quanto pare, contribuisce a innalzare lo standard di apprendimento degli alunni), non rendendosi conto delle contraddizioni del suo discorso (i docenti al nord "rendono", e molti sono del sud, e al sud "riscaldano le sedie; i concorsi nazionali che vedono minore ammissione al nord sono "selettivi" e al sud con + ammissioni sono"di larga manica" - di contro un test nazionale che vede i ruoli invertiti tra sud e nord è diversamente valutato) è soltanto una persona con PRECONCETTI.
Tempo perso mostrargli altre possibili interpretazioni.
Tornare in alto Andare in basso
 
sono l'unico a cui questa situazione appare sconcertante?
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 3 di 5Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5  Seguente
 Argomenti simili
-
» Utilizzazioni zone terremotate - aiuto da esperti o chi si è trovato in questa situazione
» cioao ragazze...per questa sera vado....ci vediamo domani
» come si realizza questa forma
» Sono in fibrillazione!!!
» SONO AGITATA!!!!

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: