Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Vigilanza alunni uscita scuole medie

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
barbie



Messaggi : 430
Data d'iscrizione : 15.10.10
Età : 47
Località : Roma

MessaggioOggetto: Vigilanza alunni uscita scuole medie   Mer Set 25, 2013 4:20 pm

Salve a tutti, ho già visto i vari thread riguardanti l'argomento, ma in genere riguardano la scuola primaria. Ho anche letto il parere dell'avv. Di stato di Bologna; ho comunque bisogno del Vostro aiuto. La situazione è questa: nella nostra scuola(media) è prassi consolidata lasciare andare gli alunni senza affidarli ai genitori anche se ciò va contro la legge e ci rende automaticamente responsabili del loro comportamento, anche dopo la scuola ai sensi dell'art 2048 del Codice Civile; sebbene sollecitata, la nostra Preside non ha intenzione di prendere provvedimenti e regolamentare l'uscita da scuola, anzi terrorizza le mie colleghe con la minaccia di rimanere in servizio fino all'arrivo dei genitori affidatari di ogni alunno. Come posso fare per cautelarmi? Secondo voi, se invio una lettera in cui chiedo espressamente alla preside di prendere provvedimenti, mi libero dalla responsabilità in caso succedesse qualcosa ad un mio alunno, all'uscita da scuola? Qualcuna di voi, ha delle soluzioni organizzative da suggerire in cui si salvi capra (responsabilità civile e penale in caso di disgrazia) e cavoli ( le colleghe che non vogliono stare a scuola un minuto in più oltre il suono della campana)?
Vi prego di rispondermi ai sensi di legge e non di iniziare una discussione su quanto sia assurda questa legge. Vi ringrazio in anticipo
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8338
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Vigilanza alunni uscita scuole medie   Mer Set 25, 2013 5:14 pm

generlamente è prassi in tutte le scuole medie che i ragazzi escano soli.
Non si può chiedere che i genitori autorizzino questa pratica?
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
barbie



Messaggi : 430
Data d'iscrizione : 15.10.10
Età : 47
Località : Roma

MessaggioOggetto: Re: Vigilanza alunni uscita scuole medie   Mer Set 25, 2013 5:32 pm

No, perché, secondo l'avvocatura di stato di Bologna, in caso di incidente tale autorizzazione può essere considerata come una implicita ammissione di inadempienza...
Tornare in alto Andare in basso
barbie



Messaggi : 430
Data d'iscrizione : 15.10.10
Età : 47
Località : Roma

MessaggioOggetto: Re: Vigilanza alunni uscita scuole medie   Mer Set 25, 2013 5:35 pm

Della serie, come ente statale non potevi non sapere che l'articolo del codice civile ti vincola alla consegna del minore ad un'altro adulto responsabile, e la richiesta di autorizzazione dimostra che si era a conoscenza del vincolo. Uff, sono veramente preoccupata!
Tornare in alto Andare in basso
cinzia68



Messaggi : 126
Data d'iscrizione : 06.09.12

MessaggioOggetto: Re: Vigilanza alunni uscita scuole medie   Mer Set 25, 2013 6:45 pm

Cara Barbie, nella mia scuola questo problema c'è fin dallo scorso a.s. Proprio due gg fa è uscita la circolare con tanto di normativa che impone ai docenti di affidare i minori ai genitori o a persona delegata all'uscita da scuola. Con grande "scorno" siamo obbligati a farlo, anche perchè il DS se ne lava le mani nel momento stesso in cui ti fa firmare la circolare. Il nostro problema riguarda la gran quantità di adulti presente fuori scuola e al fatto che non conosci tutti i genitori o i delegati! Gli alunni i cui genitori sono in ritardo vengono affidati ai collaboratori scolastici. Proprio oggi mio figlio di 1^ elementare è tornato con un foglio che riguarda questo problema: vengono citati "ex art. 2047-2048 C.C. e ex art. 2043-2051 C.C." Fammi sapere. Ciao
Tornare in alto Andare in basso
barbie



Messaggi : 430
Data d'iscrizione : 15.10.10
Età : 47
Località : Roma

MessaggioOggetto: Re: Vigilanza alunni uscita scuole medie   Mer Set 25, 2013 8:34 pm

Già, i primi riguardano la responsabilità civile dei minori, gli altri sono sul danno cagionato da cosa in custodia e responsabilità solidale.


Ultima modifica di barbie il Gio Set 26, 2013 11:52 am, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
tellina



Messaggi : 7546
Data d'iscrizione : 08.11.10

MessaggioOggetto: Re: Vigilanza alunni uscita scuole medie   Mer Set 25, 2013 9:15 pm

non ho capito...
in terza media bisognerebbe, al suono della campanella, consegnare il minore ad un adulto genitore o con delega?!
mi fido di voi che citate la legge ma sinceramente non mi ero nemmeno mai posta il problema...
ho girato tantissime scuole in tutti questi anni..e mai, mai, mai nessuno s'è sognato di ripescar questa legge (che se esiste ha valore, ovvio...ma mi par davvero assurda. i nostri "piccini" bevono alcolici, fumano di tutto e, se fan come me all'età loro, van pure in discoteca...soli.).
penso si rischierebbe una rivolta da parte dei genitori...mica tutti han tempo di venire a prenderli a scuola...
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8338
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Vigilanza alunni uscita scuole medie   Mer Set 25, 2013 10:14 pm

Lasciare solo un fanciullo prima che questi abbia compiuto 14 anni è reato grave perseguibile penalmente.
C'è da dire che il genitore difficilmente denuncerà la scuola per mancata vigilanza se il figlio (evidentemente con il suo stesso consenso) si fa male mentre rincasa da solo. Egli stesso infatti potrebbe essere perseguito.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
cinzia68



Messaggi : 126
Data d'iscrizione : 06.09.12

MessaggioOggetto: Re: Vigilanza alunni uscita scuole medie   Gio Set 26, 2013 6:35 am

Concordo pienamente con tutti quelli che sono "cascati dalle nuvole". Credetemi che anche da noi questa cosa viene fatta solo perchè obbligati, altrimenti non la faremmo sicuramente. La nostra DS ci terrorizza con i rischi legati a questa faccenda, ci fa firmare circolari nelle quali afferma che il suo compito non è quello della custodia o della vigilanza ma quello di metterti a conoscenza della legge che, ahimè, è reale. Molti genitori hanno parlato direttamente con lei, hanno anche presentato una lettera firmata ma non c'è stato nulla da fare. Se il genitore non può venire a prendere il figlio manda una persona delegata che può essere, oltre ai parenti vari, anche una vicina di casa o un'amica che magari va già a prendere il proprio figlio. Questo è!!
Tornare in alto Andare in basso
barbie



Messaggi : 430
Data d'iscrizione : 15.10.10
Età : 47
Località : Roma

MessaggioOggetto: Re: Vigilanza alunni uscita scuole medie   Gio Set 26, 2013 12:04 pm

cinzia68 ha scritto:
Concordo pienamente con tutti quelli che sono "cascati dalle nuvole". Credetemi che anche da noi questa cosa viene fatta solo perchè obbligati, altrimenti non la faremmo sicuramente. La nostra DS ci terrorizza con i rischi legati a questa faccenda, ci fa firmare circolari nelle quali afferma che il suo compito non è quello della custodia o della vigilanza ma quello di metterti a conoscenza della legge che, ahimè, è reale. Molti genitori hanno parlato direttamente con lei, hanno anche presentato una lettera firmata ma non c'è stato nulla da fare. Se il genitore non può venire a prendere il figlio manda una persona delegata che può essere, oltre ai parenti vari, anche una vicina di casa o un'amica che magari va già a prendere il proprio figlio. Questo è!!
Ciao, non credere che io non abbia qualcosa di meglio da fare che cercarmi "rogne" del genere; ho due bambine e proprio per loro non vorrei trovarmi con lo stipendio dimezzato per ripagare i danni causati da questa inadempienza. La mia paura è nata quando ho conosciuto una collega a cui è successo e che prende solo 400 euro di stipendio, perché è stata condannata a ripagare i danni di un incidente avvenuto ad un suo alunno all'uscita da scuola. Anche lei pensava fosse assurdo, ma l'articolo di legge è quello e bisogna sempre sperare che non succeda nulla, ma in un periodo di crisi come questo, ci si attacca a tutto pur di guadagnare un po' di soldi. Io non vorrei dover chiedere un mutuo, non saprei come restituirlo. Vorrei anche andare a casa senza preoccupazioni. Mi potresti inviare in privato le circolari del tuo preside? Ti ringrazio
Tornare in alto Andare in basso
cinzia68



Messaggi : 126
Data d'iscrizione : 06.09.12

MessaggioOggetto: Re: Vigilanza alunni uscita scuole medie   Gio Set 26, 2013 6:55 pm

Sì, ma come faccio a mandartela in privato?
Tornare in alto Andare in basso
jazzist



Messaggi : 342
Data d'iscrizione : 25.08.11

MessaggioOggetto: Re: Vigilanza alunni uscita scuole medie   Gio Set 26, 2013 7:15 pm

Il parer dell'Avvocatura dello Stato di Bologna del 4.12.01 non è una sentenza e non ha valore giurisprudenziale, ma costituisce il prodotto di un’attività di consulenza nell’interesse dell’amministrazione.
L'art. 10 del Dlgs 297/94 stabilisce che il regolamento interno del circolo o dell'istituto, la cui adozione è deliberata dal consiglio "deve fra l'altro, stabilire le modalità ... per la vigilanza degli alunni durante l'ingresso e la permanenza nella scuola nonché durante l'uscita dalla medesima". L'art. 2048 c.c. dispone:Il padre e la madre, o il tutore, sono responsabili del danno cagionato dal fatto illecito dei figli minori non emancipati o delle persone soggette alla tutela, che abitano con essi. La stessa disposizione si applica all'affiliante. I precettori e coloro che insegnano un mestiere o un'arte sono responsabili del danno cagionato dal fatto illecito dei loro allievi e apprendisti nel tempo in cui sono sotto la loro vigilanza. Le persone indicate dai commi precedenti sono liberate dalla responsabilità soltanto se provano di non avere potuto impedire il fatto.
http://www.edscuola.it/archivio/ped/vigilanza.html
http://www.gildanapoli.it/kit_rsu/docs/sicurezza/Vigilanza_alunni.pdf
http://www.edscuola.it/archivio/ped/respgiu.html
http://www.icbernareggio.it/leggi/cassazione_vigilanza.pdf
Tornare in alto Andare in basso
paniscus



Messaggi : 1607
Data d'iscrizione : 27.04.12

MessaggioOggetto: Re: Vigilanza alunni uscita scuole medie   Gio Set 26, 2013 9:41 pm

Sono ANNI che chiedo ripetutamente, su vari forum ad argomento scolastico, e anche occasionalmente su qualche spazio di discussione ad argomento giuridico, quali sarebbero esattamente gli estremi di legge che fissano in maniera non ambigua un'età precisa alla quale i ragazzi possono essere lasciati andare via da soli. NESSUNO mi ha mai risposto in maniera convincente.

Se le cose fossero così ovvie come viene descritto qui, allora lo stesso identico criterio dovrebbe valere anche per le superiori, fino all'età di 17 anni e 364 giorni. Eppure, non mi risulta che sia messo in pratica da nessuna scuola superiore, e se mai venisse fatto, ci sarebbero le sollevazioni di popolo armate.

In ogni caso, nessuno è mai riuscito a indicarmi alcun articolo di legge che fissi il limite a 14 anni, o a qualsiasi altra età intermedia.

Semplicemente, l'usanza pratica è che alle elementari non si consenta mai, alle superiori si consenta sempre, e alle medie si consenta o no a seconda dei casi, o magari dietro firma dei genitori, o attraverso altri escamotage del genere.

Ma appunto, si tratta di USANZE PRATICHE, non certo di leggi.
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8338
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Vigilanza alunni uscita scuole medie   Gio Set 26, 2013 10:21 pm

Lisa penso che tu possa riferirti alla legge che disciplina l'abbandono di minore.
Il reato si configura fino a quando il bimbo non abbia compiuto i 14 anni.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
paniscus



Messaggi : 1607
Data d'iscrizione : 27.04.12

MessaggioOggetto: Re: Vigilanza alunni uscita scuole medie   Gio Set 26, 2013 10:32 pm

E allora perché nella stragrande maggioranza delle scuole medie si fanno uscire i ragazzi da soli, mentre alle elementari no?
Insomma, che differenza ci sarebbe per legge tra uno di 9 anni e uno di 12?

Con la fobia dei ricorsi e delle denunce che c'è adesso, se ci fosse davvero una legge chiara e non ambigua, il problema non si porrebbe...
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8338
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Vigilanza alunni uscita scuole medie   Gio Set 26, 2013 10:38 pm

Bah, non lo so il perchè.
La legge sullì'abbandono è molto chiara: un bimbo fino a 14 non può essere lasciato solo.

Non ci sono denunce o ricorsi in quanto il genitore stesso potrebbe essere chiamato in causa.
E' vero che la scuola ha lasciato il fanciullo al portone e se ne è lavata le mani, ma è altrettanto vero che il genitore, ben consapevole dell'orario di uscita non si presenta a recuperare il figlio.

Entrambi colpevoli si assume che nessuno sia colpevole se non il caso fortuito.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
jazzist



Messaggi : 342
Data d'iscrizione : 25.08.11

MessaggioOggetto: Re: Vigilanza alunni uscita scuole medie   Ven Set 27, 2013 12:30 am

Fino a che non compiono 18 anni sono minori e ogni scuola deve tutelarli. Solo con la maggiore età si acquista la generale capacità di agire (art. 2, primo comma, c.c. ), intesa quale attitudine alla cura dei propri interessi, la capacità di agire comporta l'idoneità del soggetto a provocare la costituzione di effetti giuridici, ad incidere su di essi, a mettere in moto meccanismi per mezzo dei quali la legge garantisce la loro tutela (Venchiarutti, voce "Incapaci" in Digesto civ. Utet, Torino. 1993).
E' ben vero che alcune disposizioni prevedono come rilevante un'età diversa per il compimento di atti determinati (ad esempio, la L. n. 653 del 1942 che fissa a quattordici anni l'età minima per la prestazione di lavoro; l'art. 108 della L. 633 del 1941, che fissa a sedici anni la capacità di compiere atti di disposizione del diritto d'autore relativamente alle opere create; l'art. 250 c.c. che fissa a sedici anni l'età per il riconoscimento di un figlio naturale; ecc.).
Tuttavia, le norme che prevedono l'anticipazione della capacità di agire con riguardo a singoli atti sono da considerare speciali e quindi di stretta interpretazione (Falzea, voce "Capacità (teoria generale)", in Enc. Dir, vol. VI, Milano, 1960, 27; Santoro-Passarelli, "Dottrine generali de/ diritto civile, Napoli. 1953, 113; Rescigno, "Capacità giuridica", in Nov. Dig. It., II, Torino, 1958, 864).
Ne consegue che esse non possono trovare applicazione ai di fuori dei casi, e quindi degli atti, in esse considerati (art. 14 disp. prel. C.c.).
E' solo con la maggiore età, pertanto, che si acquista la capacità di compiere tutti gli atti per i quali non sia stabilita un’età diversa, essendo così irrilevante l'accertamento in concreto della naturale capacità di intendere e di volere in capo al minorenne.
Le regole sulla capacità di agire sono dettate nell'interesse dei terzi, ma soprattutto nell'interesse del minore, cosicché la capacità di agire è requisito indispensabile dell'attività giuridica allorquando gli atti posti in essere dall'incapace siano potenzialmente destinati a sfociare in effetti giuridici sfavorevoli alla persona che li compie.
Da tali principi emerge che il soggetto che non abbia raggiunto la maggiore età, così come è oggetto - proprio a cagione della propria incapacità di agire - dell'obbligo di vigilanza imposto ai propri genitori ed ai precettori nel tempo in cui è affidato agli uni o agli altri, così non possa essere giuridicamente ritenuto avere la capacità necessaria ad assumere su di sé l' obbligo di vigilanza - e la conseguente responsabilità - su altro soggetto minorenne.
Ne consegue ulteriormente che l'istituzione scolastica che trasferisse la vigilanza sui minori dai propri docenti a soggetto minorenne, quand'anche questo corrispondesse a precise disposizioni date dai genitori, verrebbe meno al proprio obbligo di evitare situazioni potenzialmente pregiudizievoli per il minore, alla luce dell’orientamento giurisprudenziale sopra richiamato.
Tornare in alto Andare in basso
jazzist



Messaggi : 342
Data d'iscrizione : 25.08.11

MessaggioOggetto: Re: Vigilanza alunni uscita scuole medie   Ven Set 27, 2013 12:35 am

Il docente una volta terminato il proprio orario di servizio è corresponsabile dell'uscita degli alunni sino alla porta di ingresso della scuola, a quel punto si verifica un passaggio di vigilanza, il collaboratore scolastico in servizio vigilerà sull'alunno , e se superati i canonici 10/15 minuti, quelli che vengono ritenuti per prassi come tolleranza, i genitori non si presentano a scuola, lo studente dovrà essere affidato alla Dirigenza Scolastica che provvederà a contattare la famiglia, se la famiglia non sarà rintracciabile a quel punto la Scuola è tenuta a contattare i Vigili urbani perché possa il minore essere accompagnato a casa.

Dunque i docenti non hanno alcun obbligo di vigilare sugli alunni quando questi hanno superato il cancello di ingresso della scuola, ma, come ben sappiamo, i docenti, in particolar modo nella primaria, pur avendo terminato l'orario di servizio,non assistono all'uscita degli alunni, come previsto dal contratto, ma vigilano su questi, anche per senso di responsabilità, e non si recano oltre i cancelli della scuola fino a quando non giungono i genitori del minore. Ciò accade o perché è il regolamento d'istituto a prevederlo, o una circolare o perché la scuola non ha previsto alcuna disciplina in tal senso e ciò è un grave errore, poiché se allo studente dovesse accadere qualcosa, la mancata previsione di una misura adeguata da parte della scuola sarà sintomo di illecito civile se non penale. Quando si realizza tale fattispecie il docente deve pretendere immediatamente l'emissione di ordine di servizio, perché in quel frangente, quando è terminato il suo orario di servizio, pur non essendo tenuto, si assume una responsabilità rilevante nell'atto di prendere in custodia il minore, in mancanza di ordine di servizio il docente, stante la normativa citata, dovrebbe affidare il minore al collaboratore scolastico oppure direttamente alla Dirigenza Scolastica.

Nel caso in cui il docente sia costretto all'effettuazione della vigilanza, per ordine di servizio, per regolamento, circolare o per situazione di fatto, che è cosa diversa dall'assistenza degli studenti, e dunque situazioni in ogni caso illegittime poiché assistenza vuol significare che se i genitori o chi per loro non sono presenti all'atto dell'uscita degli studenti altro non dovrà fare che assegnare il minore al collaboratore scolastico, dovrà conteggiare i minuti in più effettuati e comunicarli alla dirigenza scolastica con atto scritto per conseguire anche ai sensi dell'art. 2126 del c.c., e dell'art. 36 Cost., il riconoscimento della retribuzione per l'attività effettivamente svolta anche se l'autorizzazione all'espletamento della stessa ed il suo stesso svolgimento siano avvenuti in contrasto con le disposizioni contrattuali di settore, ma necessarie od inevitabili, stante la situazione maturata nel caso di specie.
Tornare in alto Andare in basso
barbie



Messaggi : 430
Data d'iscrizione : 15.10.10
Età : 47
Località : Roma

MessaggioOggetto: Re: Vigilanza alunni uscita scuole medie   Ven Set 27, 2013 8:48 am

Ti ringrazio veramente tanto, ti chiedo però, se possibile di citarmi la fonte legislativa da cui hai tratto il passaggio che ho citato, mi sarebbe utile anche per tranquillizzarmi. La mia preside è contraria a prendere provvedimenti, per il caos che si verrebbe a creare all'uscita da scuola (edificio posto su strada stretta e molto trafficata) e, penso, anche per non sentire le proteste delle colleghe veterane che capiscono solo ciò che fa loro comodo e che, detto da loro,"sono prossime alla pensione, quindi, con la giustizia italiana, fanno in tempo a morire prima di essere coinvolte" (!!!!).
La mia, non è una cattiva preside, ma solo una dirigente oberata di lavoro, che chiede ai propri professori di proporre anche delle soluzioni, quando si presenta un problema. Nonostante ciò, io vorrei cautelarmi, perché, da quello che ho capito leggendo tutti gli articoli postati, in mancanza di regolamento interno che disciplini l'uscita, è sul professore che ricade l'onere della prova della non culpa in vigilando. Come mi posso cautelare, quindi? Facendo una lettera che richieda esplicitamente, alla dirigenza, di prendere provvedimenti ai sensi di quale legge? Grazie di nuovo a tutti.
jazzist ha scritto:
Il docente una volta terminato il proprio orario di servizio è corresponsabile dell'uscita degli alunni sino alla porta di ingresso della scuola, a quel punto si verifica un passaggio di vigilanza, il collaboratore scolastico in servizio vigilerà sull'alunno , e se superati i canonici 10/15 minuti, quelli che vengono ritenuti per prassi come tolleranza, i genitori non si presentano a scuola, lo studente dovrà essere affidato alla Dirigenza Scolastica che provvederà a contattare la famiglia, se la famiglia non sarà rintracciabile a quel punto la Scuola è tenuta a contattare i Vigili urbani perché possa il minore essere accompagnato a casa.

Dunque i docenti non hanno alcun obbligo di vigilare sugli alunni quando questi hanno superato il cancello di ingresso della scuola, ma, come ben sappiamo, i docenti, in particolar modo nella primaria, pur avendo terminato l'orario di servizio,non assistono all'uscita degli alunni, come previsto dal contratto, ma vigilano su questi, anche per senso di responsabilità, e non si recano oltre i cancelli della scuola fino a quando non giungono i genitori del minore. Ciò accade o perché è il regolamento d'istituto a prevederlo, o una circolare o perché la scuola non ha previsto alcuna disciplina in tal senso e ciò è un grave errore, poiché se allo studente dovesse accadere qualcosa, la mancata previsione di una misura adeguata da parte della scuola sarà sintomo di illecito civile se non penale. Quando si realizza tale fattispecie il docente deve pretendere immediatamente l'emissione di ordine di servizio, perché in quel frangente, quando è terminato il suo orario di servizio, pur non essendo tenuto, si assume una responsabilità rilevante nell'atto di prendere in custodia il minore, in mancanza di ordine di servizio il docente, stante la normativa citata, dovrebbe affidare il minore al collaboratore scolastico oppure direttamente alla Dirigenza Scolastica.

Nel caso in cui il docente sia costretto all'effettuazione della vigilanza, per ordine di servizio, per regolamento, circolare o per situazione di fatto, che è cosa diversa dall'assistenza degli studenti, e dunque situazioni in ogni caso illegittime poiché assistenza vuol significare che se i genitori o chi per loro non sono presenti all'atto dell'uscita degli studenti altro non dovrà fare che assegnare il minore al collaboratore scolastico, dovrà conteggiare i minuti in più effettuati e comunicarli alla dirigenza scolastica con atto scritto per conseguire anche ai sensi dell'art. 2126 del c.c., e dell'art. 36 Cost., il riconoscimento della retribuzione per l'attività effettivamente svolta anche se l'autorizzazione all'espletamento della stessa ed il suo stesso svolgimento siano avvenuti in contrasto con le disposizioni contrattuali di settore, ma necessarie od inevitabili, stante la situazione maturata nel caso di specie.
Tornare in alto Andare in basso
jazzist



Messaggi : 342
Data d'iscrizione : 25.08.11

MessaggioOggetto: Re: Vigilanza alunni uscita scuole medie   Ven Set 27, 2013 12:14 pm

ti elenco in ordine sparso le norme di riferimento in tema di vigilanza degli alunni all'uscita della scuola.
- art. 29 del Ccnl/2007 che stabilisce al comma 5 che il docente è tenuto ad “assistere all'uscita degli alunni.
- Ccnl 2006/09 alla Tabella A dei profili Ata, per l’area A prevede che il personale…” è addetto ai servizi generali della scuola con compiti di accoglienza e di sorveglianza nei confronti degli alunni, nei periodi immediatamente antecedenti e successivi all’orario delle attività didattiche e durante la ricreazione, e del pubblico; di pulizia dei locali, degli spazi scolastici e degli arredi; di vigilanza sugli alunni, compresa l’ordinaria vigilanza e l’assistenza necessaria durante il pasto nelle mense scolastiche, di custodia e sorveglianza generica sui locali scolastici, di collaborazione con i docenti”.
- legge finanziaria 2003, art. 35 comma 3 Legge 289 del 27/12/2002, e poi Il codice civile, art. 2047; art 2048, la Legge n.312 - 11/07/80 articolo 61, il testo unico - DLgs 297/94, art. 10 comma 3 lettera a, che prevede l'adozione del regolamento interno del circolo o dell'istituto che deve fra l'altro, stabilire le modalità per il funzionamento della biblioteca e per l'uso delle attrezzature culturali, didattiche e sportive, per la vigilanza degli alunni durante l'ingresso e la permanenza nella scuola nonché durante l'uscita dalla medesima, per la partecipazione del pubblico alle sedute del consiglio ai sensi dell'articolo.
- Dpr n. 275/99 artt. 3,4,8, che norma l'autonomia organizzativa della scuola, la Cm n.105 del 16.4.1975, l' art. 25 del D.lgs n.165/2001 in merito ai poteri organizzativi e dirigenziali facenti capo alla dirigenza scolastica.

http://www.tecnicadellascuola.it/index.php?id=48570&action=view
Tornare in alto Andare in basso
jazzist



Messaggi : 342
Data d'iscrizione : 25.08.11

MessaggioOggetto: Re: Vigilanza alunni uscita scuole medie   Ven Set 27, 2013 12:19 pm

quello che ho descritto è un funzionamento ottimale che in base ai vari riferimenti normativi citati, può essere adottato dalla scuola in piena autonomia.

4 pagine di buona lettura

http://www.diritto.it/docs/28639-della-responsabilit-in-tema-di-vigilanza-degli-alunni
Tornare in alto Andare in basso
barbie



Messaggi : 430
Data d'iscrizione : 15.10.10
Età : 47
Località : Roma

MessaggioOggetto: Re: Vigilanza alunni uscita scuole medie   Ven Set 27, 2013 2:54 pm

Grazie sei veramente gentile
Tornare in alto Andare in basso
Westy00



Messaggi : 352
Data d'iscrizione : 26.08.13

MessaggioOggetto: Re: Vigilanza alunni uscita scuole medie   Gio Dic 12, 2013 2:23 pm

Salve a tutti, avrei un domandone.
Cosa prevede la legge circa l'uscita da scuola al termine delle lezioni per gli alunni certificati 104 nella scuola secondaria di primo grado?
Tornare in alto Andare in basso
 
Vigilanza alunni uscita scuole medie
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Vigilanza alunni uscita scuole medie
» METODI PER INSEGNARE GEOGRAFIA NELLE SCUOLE MEDIE
» scrutinio finale con 5
» Presentazione dei Professori e degli alunni.
» Qual è il giusto atteggiamento da tenere con gli alunni?

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: