Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Rumorosità generalizzata

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
tagomago



Messaggi : 60
Data d'iscrizione : 03.08.11

MessaggioOggetto: Rumorosità generalizzata   Lun Ott 07, 2013 2:17 pm

Premetto dicendo che ho qualche problema a mantenere l'ordine in classe. In particolare le terzi classi sono molto rumorose. Non ci sono studenti che hanno un atteggiamento di molto peggiore di altri, ma la rumorosità, la distrazione, il chiacchierio sono generalizzati e rendono difficile lo svolgimento delle lezioni. Cosa fare ? Ho fatto diverse note, ma oltre a non sortire nessun effetto mi viene poi sempre rivolta l'accusa del tipo "ma perché io ? e allora gli altri ?". Capisco che il problema in buona parte sono io, ma veramente non capisco come comportarmi e che provvedimenti prendere. So solo che non posso stare un'ora in classe solo per richiamare e urlare di continuo e fare lezione a me stesso.
Il dialogo amichevole sul rispetto delle regole ovviamente non funziona neanche.

Un'altra brutta abitudine che hanno preso è quella di fare dei versi appena mi giro verso la lavagna. Purtroppo non ho modo di individuare i responsabili. Ancora una volta: che fare ?

Con gli altri docenti vedo comportamenti più accettabili.

Chiedo qualche consiglio a qualcuno più esperto e con più polso di me. Grazie.
Tornare in alto Andare in basso
tellina



Messaggi : 7548
Data d'iscrizione : 08.11.10

MessaggioOggetto: Re: Rumorosità generalizzata   Lun Ott 07, 2013 2:20 pm

che materia insegni?
sei appena arrivato e non ti conoscono?
sanno che rimarrai fino a giugno e quindi i voti, anche pessimi, li metterai tu?
Tornare in alto Andare in basso
tagomago



Messaggi : 60
Data d'iscrizione : 03.08.11

MessaggioOggetto: Re: Rumorosità generalizzata   Lun Ott 07, 2013 2:32 pm

Sono nuovo in questa scuola, ma sanno che sono di ruolo e che questa sarà la mia cattedra. Insegno informatica al commerciale, indirizzo AFM, due ore a settimana per classe. Purtroppo per loro la materia non è il massimo della serietà dato il carico delle ore e che al quinto anno non la fanno. Spiegare argomenti teorici, previsti dalle indicazioni ministeriali, poi è una pena, perché l'interesse é meno che zero.
Qualche studente dice che sono troppo buono, anche se sono già arrivato al punto di scrivere 3-4 note ogni volta che entro in classe. Sinceramente non capisco.
Tornare in alto Andare in basso
Atene



Messaggi : 2436
Data d'iscrizione : 30.12.11

MessaggioOggetto: Re: Rumorosità generalizzata   Lun Ott 07, 2013 2:46 pm

Detto da un'ex urlatrice: non urlare.
Anzi parla a voce ferma ma abbassando progressivamente il tono, in particolare rendilo gelido quando li riprendi. Quando c'è troppo rumore fermati e aspetta, in piedi in silenzio, fissandoli.
Se continuano assegna loro l'argomento da studiare senza spiegare nulla. E la volta dopo, verifica a sorpresa.
Prova... quest'anno ho adottato questa tecnica perchè ho varie classi con 2 ore ciascuna e non le consuete 8-10 ore in una sola classe, e perchè mi sono stancata di essere "la prof. buona" ... che però deve urlare!!
Tornare in alto Andare in basso
tagomago



Messaggi : 60
Data d'iscrizione : 03.08.11

MessaggioOggetto: Re: Rumorosità generalizzata   Lun Ott 07, 2013 2:51 pm

Si, mi piacerebbe """""punirli"""""" con delle interrogazioni ma qui c'è un'altra nota dolente: hanno voti di scritto (per lo più test con risposte multiple, completamenti, etc, etc) e pratico in laboratorio. Per quel che mi riguarda questo tipo di prove responsabilizzano di meno rispetto ad un'interrogazione faccia a faccia con il docente.
Tornare in alto Andare in basso
fradacla
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 16479
Data d'iscrizione : 24.08.10

MessaggioOggetto: Re: Rumorosità generalizzata   Lun Ott 07, 2013 2:54 pm

tagomago ha scritto:
Si, mi piacerebbe """""punirli"""""" con delle interrogazioni ma qui c'è un'altra nota dolente: hanno voti di scritto (per lo più test con risposte multiple, completamenti, etc, etc) e pratico in laboratorio. Per quel che mi riguarda questo tipo di prove responsabilizzano di meno rispetto ad un'interrogazione faccia a faccia con il docente.
Nessuno può impedirti di programmare questionari a risposta aperta.
Tornare in alto Andare in basso
fradacla
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 16479
Data d'iscrizione : 24.08.10

MessaggioOggetto: Re: Rumorosità generalizzata   Lun Ott 07, 2013 3:00 pm

tagomago ha scritto:

Un'altra brutta abitudine che hanno preso è quella di fare dei versi appena mi giro verso la lavagna. Purtroppo non ho modo di individuare i responsabili. Ancora una volta: che fare ?
Senza spiegare perché lo fai, cambia sistema.
Quando devi spiegare qualcosa alla lavagna, manda a turno gli alunni a scrivere sotto tua dettatura; falli avvicendare ogni 5 minuti, costringendoli implicitamente ad essere pronti alla chiamata, in ordine casuale.
Con aria distratta, mentre sono alla lavagna, lascia intendere che anche il loro impegno nel costruire insieme a te la lezione sarà elemento di valutazione.
Mentre si avvicendano alla lavagna, prendi appunti su un foglietto....
Tornare in alto Andare in basso
Atene



Messaggi : 2436
Data d'iscrizione : 30.12.11

MessaggioOggetto: Re: Rumorosità generalizzata   Lun Ott 07, 2013 3:35 pm

fradacla ha scritto:
tagomago ha scritto:

Un'altra brutta abitudine che hanno preso è quella di fare dei versi appena mi giro verso la lavagna. Purtroppo non ho modo di individuare i responsabili. Ancora una volta: che fare ?
Senza spiegare perché lo fai, cambia sistema.
Quando devi spiegare qualcosa alla lavagna, manda a turno gli alunni a scrivere sotto tua dettatura; falli avvicendare ogni 5 minuti, costringendoli implicitamente ad essere pronti alla chiamata, in ordine casuale.
Con aria distratta, mentre sono alla lavagna, lascia intendere che anche il loro impegno nel costruire insieme a te la lezione sarà elemento di valutazione.
Mentre si avvicendano alla lavagna, prendi appunti su un foglietto....
Ah sì, scrivi i loro nomi ogni volta li chiami, per condotta o per correggere compiti o per far loro una domanda... E sii vago ("mi occorrono") quando ti chiederanno perchè li scrivi.
Tornare in alto Andare in basso
Atene



Messaggi : 2436
Data d'iscrizione : 30.12.11

MessaggioOggetto: Re: Rumorosità generalizzata   Lun Ott 07, 2013 3:36 pm

tagomago ha scritto:
Si, mi piacerebbe """""punirli"""""" con delle interrogazioni ma qui c'è un'altra nota dolente: hanno voti di scritto (per lo più test con risposte multiple, completamenti, etc, etc) e pratico in laboratorio. Per quel che mi riguarda questo tipo di prove responsabilizzano di meno rispetto ad un'interrogazione faccia a faccia con il docente.
fai test scritti a sorpresa... brevi ma frequenti... verifiche in itinere!!
Tornare in alto Andare in basso
Woland



Messaggi : 126
Data d'iscrizione : 01.09.13

MessaggioOggetto: Re: Rumorosità generalizzata   Lun Ott 07, 2013 6:49 pm

Cammina tra i banchi, mentre spieghi. Continuamente, senza mai fermarti. Bada che sui banchi non ci siano mai zaini, cumuli di libri, astucci voluminosi, dietro i quali fanno di tutto. Non alzare mai la voce, riprendili sempre in modo ironico, sarcastico, e naturalmente mai offensivo, fissali di continuo, in modo insistente e in silenzio. Mantieni i più facinorosi nell'occhio del ciclone, tempestali di domande, siediti accanto a loro, o appoggiati al muro vicino al loro banco, serviti di loro se hai bisogno di qualcosa (di un gesso, di un pennarello per la lavagna, di qualunque cosa).
Naturalmente, la prima verifica che farai dovrà essere devastante. Ma non per punirli con i voti, ci mancherebbe: solo per mostrare loro che cosa succede se non si sta attenti in classe.

Scusa per tutti questi imperativi, e buona fortuna.
Tornare in alto Andare in basso
Laura70



Messaggi : 3232
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: Rumorosità generalizzata   Mar Ott 08, 2013 3:18 pm

Atene ha scritto:
tagomago ha scritto:
Si, mi piacerebbe """""punirli"""""" con delle interrogazioni ma qui c'è un'altra nota dolente: hanno voti di scritto (per lo più test con risposte multiple, completamenti, etc, etc) e pratico in laboratorio. Per quel che mi riguarda questo tipo di prove responsabilizzano di meno rispetto ad un'interrogazione faccia a faccia con il docente.
fai test scritti a sorpresa... brevi ma frequenti... verifiche in itinere!!
e se è una classe impreparata e che non studia?
fare continuamente verifiche può essere controproducente e non porta a studiare di più. 
POi se sono alle medie sanno che i prof. più di tanto non possono punire in questo senso...
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8346
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Rumorosità generalizzata   Mar Ott 08, 2013 6:35 pm

Woland ha scritto:
Cammina tra i banchi, mentre spieghi. Continuamente, senza mai fermarti. Bada che sui banchi non ci siano mai zaini, cumuli di libri, astucci voluminosi, dietro i quali fanno di tutto. Non alzare mai la voce, riprendili sempre in ---- cut-----

Mi piace!

Decisamente vecchio stampo ma mi sembra possa funzionare.


Ah, woland, se tu solo diventassi più bravo con i dsa!!!!


(mo' scappo ;-) )
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
Laura70



Messaggi : 3232
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: Rumorosità generalizzata   Mar Ott 08, 2013 6:45 pm

Woland ha scritto:
Cammina tra i banchi, mentre spieghi. Continuamente, senza mai fermarti. Bada che sui banchi non ci siano mai zaini, cumuli di libri, astucci voluminosi, dietro i quali fanno di tutto. Non alzare mai la voce, riprendili sempre in modo ironico, sarcastico, e naturalmente mai offensivo, fissali di continuo, in modo insistente e in silenzio. Mantieni i più facinorosi nell'occhio del ciclone, tempestali di domande, siediti accanto a loro, o appoggiati al muro vicino al loro banco, serviti di loro se hai bisogno di qualcosa (di un gesso, di un pennarello per la lavagna, di qualunque cosa).
Naturalmente, la prima verifica che farai dovrà essere devastante. Ma non per punirli con i voti, ci mancherebbe: solo per mostrare loro che cosa succede se non si sta attenti in classe.
i risultati della verifica oggi sono stati devastanti, ma sembra che i miei non abbiano capito per niente (!) il messaggio...
Tornare in alto Andare in basso
giovanna onnis



Messaggi : 17792
Data d'iscrizione : 15.04.12

MessaggioOggetto: Re: Rumorosità generalizzata   Mar Ott 08, 2013 7:50 pm

tagomago ha scritto:
Sono nuovo in questa scuola, ma sanno che sono di ruolo e che questa sarà la mia cattedra. Insegno informatica al commerciale, indirizzo AFM, due ore a settimana per classe. Purtroppo per loro la materia non è il massimo della serietà dato il carico delle ore e che al quinto anno non la fanno. Spiegare argomenti teorici, previsti dalle indicazioni ministeriali, poi è una pena, perché l'interesse é meno che zero.
Qualche studente dice che sono troppo buono, anche se sono già arrivato al punto di scrivere 3-4 note ogni volta che entro in classe. Sinceramente non capisco.
Se ti limiti a scrivere le note senza che queste abbiano altre conseguenze per loro, gli studenti non le prenderanno sul serio e tu perderai di credibilità ai loro occhi
Tornare in alto Andare in basso
Online
Woland



Messaggi : 126
Data d'iscrizione : 01.09.13

MessaggioOggetto: Re: Rumorosità generalizzata   Mar Ott 08, 2013 8:16 pm

Ire ha scritto:
Ah, woland, se tu solo diventassi più bravo con i dsa!!!!
Immagino che ci sia una volontà più o meno spiritosa, dietro questa frase, ma è tremendamente offensiva, e ti spiego perché:

1) Lavoro da una vita con i dsa, e da una vita mi impegno perché la scuola garantisca loro un futuro sostenibile, a differenza di quello che fa la maggior parte delle loro famiglie, preoccupate solo di mantener parcheggiato il figlio, senza guai, in una scuola che gli garantisca la promozione anche se dorme dalla mattina alla sera. Al resto non pensano: e infatti, se guardi le statistiche - che il server ti ha impedito di trovare -, scopri che ad avere un percorso universitario soddisfacente non è affatto la stragrande maggioranza dei ragazzi con dsa, ma solo quella minima parte che, durante il percorso scolastico, sia riuscita a trovare strategie di apprendimento efficaci. Strategie che non si trovano da sole, ma attraverso un atto metacognitivo che il sonno e il riposo di norma non fanno fluire per magia nelle menti dei ragazzi. E, come ti dicevo altrove, la metacognizione è il risultato di un impegno, non del diritto a essere promossi.

2) Non soltanto non ho mai messo in difficoltà un ragazzo con dsa, nella mia carriera di insegnante, ma mi sono sempre impegnato in prima persona perché
a) la mia didattica di classe si adattasse principalmente a loro e alle loro esigenze, in modo che non si sentissero diversi, rifiutati o considerati "studenti di serie b";
b) i ragazzi con dsa trovassero in me una persona disposta anzitutto ad ascoltarli, a capire i loro problemi e a rimodulare la propria didattica in modo da non farli sentire isolati e privi di un interlocutore. Il che non significava e non significa giustificare ogni piagnisteo pretestuoso;
c) durante le verifiche ci fossero tutte le condizioni necessarie a garantire loro, anzitutto, la serenità e la possibilità di far emergere tutto il loro potenziale umano, le conoscenze e competenze raccolte. Il voto era secondario, e non ho mai negato a nessuno la possibilità di migliorare e recuperare.

3) Conosco perfettamente la legge 170, i decreti attuativi, le linee guida e le note ministeriali in merito, cui mi attengo nel modo più scrupoloso e possibile, a differenza della stragrande maggioranza di buonisti e genitori lacrimosi, che non sono in grado di sostenere - in merito - una discussione che si spinga oltre le quattro banalità raccattate alla peggio nei peggiori sunti dei peggiori (in)esperti della materia, e i soliti slogan populisti, che non significano alcunché ma vanno forse di moda.

Se i miei interventi fossero stati letti, e ne fossero state colte le argomentazioni, tutto questo ti sarebbe stato chiaro da subito; ma, credimi, essere bravi con i dsa non significa trattarli come bambini ebeti (quello che i genitori stessi e i buonisti pretendono, pur negandolo), ma come persone che devono mettersi in gioco per poter aspirare a un futuro felice. Per altro, è la legge stessa a chiarirlo, dato che stabilisce in qual modo la scuola debba agire, per ovviare al deficit dei ragazzi e garantire loro la migliore espressione possibile delle loro capacità, ma non dice affatto che il certificato costituisce, di per sé, garanzia di promozione.

Osservo, en passant, come la tua infelicissima battuta si spinga ben oltre lo scetticismo del sottoscritto in materia di certificati facili, da te così aspramente ripreso: perché dichiari (con le competenze didattiche, con l'esperienza lavorativa nella scuola, e soprattutto con la serrata abilità argomentativa che tutti credo ti riconoscano, in questo forum) che chi ha come scopo l'avvenire dei ragazzi gravati da problematiche serie sia, dopo tutto, uno che "coi dsa non ci sa fare".

Chiedo scusa per l'OT, e invoco l'indulgenza dei moderatori, ma poiché qui è sorta la questione, qui plana, più o meno allegramente, la mia replica.

Tornando in tema:
Laura70 ha scritto:
i risultati della verifica oggi sono stati devastanti, ma sembra che i miei non abbiano capito per niente (!) il messaggio...
Ahi... alle superiori di solito funziona; alle medie, mi dicono colleghi che ci lavorano, molto meno; e che mi dici dello sfondamento delle linee nemiche (camminare tra i banchi, sedersi accanto al Pierino di turno, etc...)?
Ora studio altri metodi di conquista più efficaci, poi, se mi vengono in mente, li comunico. Suggerisco, intanto, una buona spesa in farmacia (Maaaaaaaaaaaaaaaaaalox).
Tornare in alto Andare in basso
Laura70



Messaggi : 3232
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: Rumorosità generalizzata   Mar Ott 08, 2013 8:27 pm

Woland ha scritto:

Laura70 ha scritto:
i risultati della verifica oggi sono stati devastanti, ma sembra che i miei non abbiano capito per niente (!) il messaggio...
Ahi... alle superiori di solito funziona; alle medie, mi dicono colleghi che ci lavorano, molto meno; e che mi dici dello sfondamento delle linee nemiche (camminare tra i banchi, sedersi accanto al Pierino di turno, etc...)?
Ora studio altri metodi di conquista più efficaci, poi, se mi vengono in mente, li comunico. Suggerisco, intanto, una buona spesa in farmacia (Maaaaaaaaaaaaaaaaaalox).
piuttosto le Benagol per la voce ;-)
il Pierino di turno non sta fermo un attimo dovrei corrergli dietro... se lo facessi venire accanto a me alla cattedra, farebbe di tutto per farsi notare dai compagni e loro ridono come in un pollaio!
ah, io con certe classi proprio non ci so fare... ogni anno mi ritrovo una classe del genere e non so come fare. Quest'anno cercherò di prendermela di meno e penso che anche loro passeranno :-)
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Rumorosità generalizzata   Mar Ott 08, 2013 9:56 pm

Laura70 ha scritto:
Woland ha scritto:

Laura70 ha scritto:
i risultati della verifica oggi sono stati devastanti, ma sembra che i miei non abbiano capito per niente (!) il messaggio...
Ahi... alle superiori di solito funziona; alle medie, mi dicono colleghi che ci lavorano, molto meno; e che mi dici dello sfondamento delle linee nemiche (camminare tra i banchi, sedersi accanto al Pierino di turno, etc...)?
Ora studio altri metodi di conquista più efficaci, poi, se mi vengono in mente, li comunico. Suggerisco, intanto, una buona spesa in farmacia (Maaaaaaaaaaaaaaaaaalox).
piuttosto le Benagol per la voce ;-)
il Pierino di turno non sta fermo un attimo dovrei corrergli dietro... se lo facessi venire accanto a me alla cattedra, farebbe di tutto per farsi notare dai compagni e loro ridono come in un pollaio!
ah, io con certe classi proprio non ci so fare... ogni anno mi ritrovo una classe del genere e non so come fare. Quest'anno cercherò di prendermela di meno e penso che anche loro passeranno :-)
Non ho alcuna esperienza di scuola di I grado, ma comportamenti infantili e di scarsa scolarizzazione sono alquanto frequenti anche nelle superiori. L'approccio va modulato secondo il contesto e, purtroppo, non si possono formulare delle metodologie fisse, si gioca un po' su quello che consiglia l'esperienza. Credo che siano consigliabili alcuni punti:
1) la fermezza. Io mi metto sempre in discussione e opto per il dialogo, ma non manco mai di far notare che nell'aula il "capo" sono io
2) la coerenza. Un comportamento coerente del docente non offre alibi agli studenti. Personalmente ho sempre conquistato il rispetto degli studenti (anche quelli difficili) grazie ad un comportamento coerente (rispetto, puntualità, senso del dovere, ecc.)
2) il coinvolgimento dei genitori. Ai genitori non piace essere convocati, hanno i loro impegni, ma devono rendersi conto che la scelta del figlio l'hanno fatta loro e, pertanto, devono pedalare anche loro. Spesso lo studente è l'unica interfaccia tra docente e genitore, usare un protocollo di comunicazione diretta porta spesso a risultati efficaci.
3) il coinvolgimento del consiglio di classe. Quando una situazione diventa insostenibile si deve chiedere la collaborazione del consiglio di classe con l'adozione di sanzioni disciplinari. Solo così le note sul registro possono avere effetto.
4) chiedere e accettare l'aiuto da parte dei colleghi. Spesso tendiamo a mantenere un'eccessiva riservatezza per evitare di fare o far fare brutte figure. Così il più esperto evita di invadere il campo del collega per non offenderlo e il collega in difficoltà evita di chiedere aiuto per non passare da inesperto. Tuttavia non sarebbe male far notare ai ragazzi che il docente non è solo ma è continuamente assistito dagli altri ad ogni occorrenza.
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8346
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Rumorosità generalizzata   Mer Ott 09, 2013 9:00 am

@woland insisti col leggere nelle mie parole una richiesta o un ordine di promozione per qualsiasi certificato venga depositato sulla scrivania del ds-

Niente di più falso e visto che ti sei offeso mi permetto di offendermi anche io.

Ho fatto anni di lotte al limite della denuncia con persone che sono arrivate ad insultarmi pubblicamente perchè chiedevo una scuola giusta, perchè non vedevo il motivo di discorsi del tipo
"alla fine hanno imparato, prima di fargli fare un compito mi telefonavano"

Parole, ti assicuro, pronunciate da un rappresentante piuttosto in vista di una organizzazione per la dislessia.

Anni di lotte e ancora mi trovo a sentire questo?

Boh.

Una ultima cosa: conoscere la 170, aver fatto master su master, avere dieci alunni con dsa è nulla in confronto a chi ci vive quotidianamente, a chi vede le reazioni all'insuccesso ingiusto, a chi osserva come avvengono i processi di crescita e di apprendimento, a chi deve per forza accettarli ed impara a capirli e a fidarsi.

Esattamente come per il pedagogista:
fino a quando non avrà una classe, ma meglio decine, di pedagogia non capirà nulla.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
Atene



Messaggi : 2436
Data d'iscrizione : 30.12.11

MessaggioOggetto: Re: Rumorosità generalizzata   Mer Ott 09, 2013 9:05 am

Laura70 ha scritto:
Woland ha scritto:

Laura70 ha scritto:
i risultati della verifica oggi sono stati devastanti, ma sembra che i miei non abbiano capito per niente (!) il messaggio...
Ahi... alle superiori di solito funziona; alle medie, mi dicono colleghi che ci lavorano, molto meno; e che mi dici dello sfondamento delle linee nemiche (camminare tra i banchi, sedersi accanto al Pierino di turno, etc...)?
Ora studio altri metodi di conquista più efficaci, poi, se mi vengono in mente, li comunico. Suggerisco, intanto, una buona spesa in farmacia (Maaaaaaaaaaaaaaaaaalox).
piuttosto le Benagol per la voce ;-)
il Pierino di turno non sta fermo un attimo dovrei corrergli dietro... se lo facessi venire accanto a me alla cattedra, farebbe di tutto per farsi notare dai compagni e loro ridono come in un pollaio!
ah, io con certe classi proprio non ci so fare... ogni anno mi ritrovo una classe del genere e non so come fare. Quest'anno cercherò di prendermela di meno e penso che anche loro passeranno :-)

Fino all'anno scorso avrei sottoscritto le tue parole, anch'io ho sempre avuto una classe "del genere"! E mi sono sgolata...

Quest'anno, come ho detto in un commento iniziale a questo post, ho cambiato tecnica. Sembra funzionare e io sono molto meno stanca!! Non urlo più. Anzi, abbasso progresivamente la voce se mi arrabbio, e la rendo gelida. e li fisso, in piedi... Prendo un sacco di appunti su di loro, ogni volta che faccio una domanda mi segno il nome e faccio dei simboli accanto. Giro qua e là e li osservo alle spalle. Sembra davvero funzionare, ho 4 classi di cui una considerata "difficile" (2 media) da più e riesco a gestirli.
Tornare in alto Andare in basso
giovanna onnis



Messaggi : 17792
Data d'iscrizione : 15.04.12

MessaggioOggetto: Re: Rumorosità generalizzata   Mer Ott 09, 2013 12:57 pm

Woland ha scritto:
Ire ha scritto:
Ah, woland, se tu solo diventassi più bravo con i dsa!!!!
Immagino che ci sia una volontà più o meno spiritosa, dietro questa frase, ma è tremendamente offensiva, e ti spiego perché:

1) Lavoro da una vita con i dsa, e da una vita mi impegno perché la scuola garantisca loro un futuro sostenibile, a differenza di quello che fa la maggior parte delle loro famiglie, preoccupate solo di mantener parcheggiato il figlio, senza guai, in una scuola che gli garantisca la promozione anche se dorme dalla mattina alla sera. Al resto non pensano: e infatti, se guardi le statistiche - che il server ti ha impedito di trovare -, scopri che ad avere un percorso universitario soddisfacente non è affatto la stragrande maggioranza dei ragazzi con dsa, ma solo quella minima parte che, durante il percorso scolastico, sia riuscita a  trovare strategie di apprendimento efficaci. Strategie che non si trovano da sole, ma attraverso un atto metacognitivo che il sonno e il riposo di norma non fanno fluire per magia nelle menti dei ragazzi. E, come ti dicevo altrove, la metacognizione è il risultato di un impegno, non del diritto a essere promossi.

2) Non soltanto non ho mai messo in difficoltà un ragazzo con dsa, nella mia carriera di insegnante, ma mi sono sempre impegnato in prima persona perché
a) la mia didattica di classe si adattasse principalmente a loro e alle loro esigenze, in modo che non si sentissero diversi, rifiutati o considerati "studenti di serie b";
b) i ragazzi con dsa trovassero in me una persona disposta anzitutto ad ascoltarli, a capire i loro problemi e a rimodulare la propria didattica in modo da non farli sentire isolati e privi di un interlocutore. Il che non significava e non significa giustificare ogni piagnisteo pretestuoso;
c) durante le verifiche ci fossero tutte le condizioni necessarie a garantire loro, anzitutto, la serenità e la possibilità di far emergere tutto il loro potenziale umano, le conoscenze e competenze raccolte. Il voto era secondario, e non ho mai negato a nessuno la possibilità di migliorare e recuperare.

3) Conosco perfettamente la legge 170, i decreti attuativi, le linee guida e le note ministeriali in merito, cui mi attengo nel modo più scrupoloso e possibile, a differenza della stragrande maggioranza di buonisti e genitori lacrimosi, che non sono in grado di sostenere - in merito - una discussione che si spinga oltre le quattro banalità raccattate alla peggio nei peggiori sunti dei peggiori (in)esperti della materia, e i soliti slogan populisti, che non significano alcunché ma vanno forse di moda.

Se i miei interventi fossero stati letti, e ne fossero state colte le argomentazioni, tutto questo ti sarebbe stato chiaro da subito; ma, credimi, essere bravi con i dsa non significa trattarli come bambini ebeti (quello che i genitori stessi e i buonisti pretendono, pur negandolo), ma come persone che devono mettersi in gioco per poter aspirare a un futuro felice. Per altro, è la legge stessa a chiarirlo, dato che stabilisce in qual modo la scuola debba agire, per ovviare al deficit dei ragazzi e garantire loro la migliore espressione possibile delle loro capacità, ma non dice affatto che il certificato costituisce, di per sé, garanzia di promozione.

Woland non ho parole e mi limito a questo
Tornare in alto Andare in basso
Online
 
Rumorosità generalizzata
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: