Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 ore eccedenti ed ordine di sevizio

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : 1, 2  Seguente
AutoreMessaggio
tortacaprese



Messaggi : 647
Data d'iscrizione : 08.01.11

MessaggioOggetto: ore eccedenti ed ordine di sevizio   Dom Ott 13, 2013 9:47 am

Salve a tutti. Avrei bisogno di una delucidazione.
Se un docente non ha dato la propria disponibilità ad effettuare sostituzioni può il Dirigente Scolastico obbligarlo con un ordine di servizio? E se si, in base a quale normativa?
I nostri obblighi si ritengono assolti prestando le 18 ore settimanali ed un massimo di 40+40 per le attività funzionali (oltre agli adempimenti individuali come la correzione dei compiti, la preparazione delle lezioni etc). Tutto il resto, non essendo obbligatorio , può essere imposto con ordine di servizio?
Tornare in alto Andare in basso
fradacla
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 16473
Data d'iscrizione : 24.08.10

MessaggioOggetto: Re: ore eccedenti ed ordine di sevizio   Dom Ott 13, 2013 10:13 am

L'ordine di servizio si chiama così appunto perché è... un ordine del Dirigente dell'Ufficio in cui si lavora.
Non serve certo per importi di fare le tue 18 ore, per quelle basta il contratto che hai firmato.

Negli ultimi post di questo topic si parla appunto di ods.

http://www.orizzontescuolaforum.net/t68861-il-dirigente-puo-obbligare-ad-inserire-un-ora-di-disposizione#826841
Tornare in alto Andare in basso
tortacaprese



Messaggi : 647
Data d'iscrizione : 08.01.11

MessaggioOggetto: Re: ore eccedenti ed ordine di sevizio   Dom Ott 13, 2013 6:22 pm

grazie per il link al topic.
Per quanto riguarda la tua osservazione sull'ods, certo che non serve per le 18 ore, ma da qui ad imporre quanto non siamo tenuti a fare ce ne vuole. A questo punto un DS potrebbe anche scrivere di dare una lavatina ai vetri o di passare lo straccio sul pavimento! Non tutto quel che si "ordina" è legittimo!
Tornare in alto Andare in basso
balanzoneXXI



Messaggi : 669
Data d'iscrizione : 21.09.13

MessaggioOggetto: Re: ore eccedenti ed ordine di sevizio   Lun Ott 14, 2013 12:00 am

"A questo punto un DS potrebbe anche scrivere di dare una lavatina ai vetri o di passare lo straccio sul pavimento! Non tutto quel che si "ordina" è legittimo!"

E' , più o meno, quello che avevo scritto io, prima che una caduta di connessione cancellasse il post che ,improvvidamente, non avevo salvato su Word.

Io ,come esempio estremo, avevo pensato a un editto che, in nome del decoro della scuola , obbligasse i docenti maschi a presentarsi in giacca e cravatta..

Ma ipotizziamo pure situazioni più realistiche.

Nel caso il d.s. non reperisse docenti disposti a fare corsi di recupero (oltre le 18 ore) o ad accompagnare i vivaci frugoletti nelle gite, cioè nei viaggi distruzione (sic), potrebbe dunque risolvere il problema con un o.d.s?

Esiste nel contratto di lavoro un qualche codicillo che consenta ai Superiori di sospendere le guarentigie riconosciute agli inferiori dal contratto stesso?


Non mi pare , anche se potrei sbagliarmi, non conoscendo il contratto a menadito.


D'accordo che il dipendente deve ottemperare all'ordine di servizio , a meno che esso non sia palesemente illegale, ma può anche intraprendere immediatamente un'azione sindacale e/o legale contro il "Superiore".

In linea di massima non credo che i D.S si esponga a tale rischio (scripta manent) quando può ricorrere a vie traverse , quelle vie traverse così battute nella nostra civiltà democratica.


Tornare in alto Andare in basso
fradacla
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 16473
Data d'iscrizione : 24.08.10

MessaggioOggetto: Re: ore eccedenti ed ordine di sevizio   Lun Ott 14, 2013 12:49 am

tortacaprese ha scritto:
grazie per il link al topic.
Per quanto riguarda la tua osservazione sull'ods, certo che non serve per le 18 ore, ma da qui ad imporre quanto non siamo tenuti a fare ce ne vuole. A questo punto un DS potrebbe anche scrivere di dare una lavatina ai vetri o di passare lo straccio sul pavimento! Non tutto quel che si "ordina" è legittimo!
Se hai letto tutto il topic, avrai anche notato che l'ods deve avere alcune caratteristiche; il dipendente che lo ritenga illegittimo può presentare rimostranza; se il superiore lo reitera, il dipendente esegue e poi, magari, si rivolge al giudice del lavoro.
La schiavitù è stata abolita da molto tempo :-))
Basta essere informati sui propri diritti e, ovviamente, conoscere altrettanto bene gli obblighi che discendono dal proprio status giuridico.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: ore eccedenti ed ordine di sevizio   Lun Ott 14, 2013 8:42 am

Non pensiamo che l'ordine di servizio sia uno strumento di potere del DS per commettere abusi. Credo che fra i tanti abusi commessi da tanti DS, l'ordine di servizio sia probabilmente il più raro.

Difficilmente si presenta il caso di un ordine di servizio fatto all'ultimo momento in quanto andrebbe probabilmente a inciampare con esigenze inderogabili dell'insegnante. L'ordine di servizio deve essere scritto e formulato con un congruo anticipo in modo che l'insegnante sia messo anche nelle condizioni di rispettarlo.

Un'esigenza sopraggiunta all'ultimo momento, in genere, è affrontata dalla maggior parte dei DS con un certo margine di buon senso: ad esempio, se un docente ha un buco-orario e una classe è scoperta, il DS di buon senso chiede cortesemente al docente se può svolgere la supplenza (che ovviamente deve essere remunerata); il docente di buon senso riconosce il carattere di eccezionalità ed emergenza e se non ha altre esigenze prioritarie si offre per svolgere la supplenza. Questo è quello che normalmente avviene in rapporti di lavoro subordinati basati sulla collaborazione e sul reciproco rispetto. Se poi ci sono situazioni di conflitto e guerre di trincea il problema non è certo nell'ordine di servizio in sé ma è insito in un substrato pervaso da problematiche più ampie.

Se l'ordine di servizio è fatto con un congruo anticipo e sempre nel rispetto delle norme, il discorso cambia. Ad esempio, la modifica eccezionale dell'orario per una data prefissata, in fondo, è un ordine di servizio a cui devono attenersi tutti i docenti coinvolti. In ogni caso, in un contesto di ordinarietà, la maggior parte dei docenti riconosce le ragioni di eccezionalità di un ordine di servizio formulato in congruo anticipo e si adegua spontaneamente.

Fermo restando che se un qualsiasi ordine di servizio si configura come un provvedimento antisindacale, il docente può ricorrere alle sedi competenti contro l'abuso.
Tornare in alto Andare in basso
fradacla
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 16473
Data d'iscrizione : 24.08.10

MessaggioOggetto: Re: ore eccedenti ed ordine di sevizio   Lun Ott 14, 2013 2:33 pm

gian ha scritto:
Non pensiamo che l'ordine di servizio sia uno strumento di potere del DS per commettere abusi. Credo che fra i tanti abusi commessi da tanti DS, l'ordine di servizio sia probabilmente il più raro.

Difficilmente si presenta il caso di un ordine di servizio fatto all'ultimo momento in quanto andrebbe probabilmente a inciampare con esigenze inderogabili dell'insegnante. L'ordine di servizio deve essere scritto e formulato con un congruo anticipo in modo che l'insegnante sia messo anche nelle condizioni di rispettarlo.

Un'esigenza sopraggiunta all'ultimo momento, in genere, è affrontata dalla maggior parte dei DS con un certo margine di buon senso: ad esempio, se un docente ha un buco-orario e una classe è scoperta, il DS di buon senso chiede cortesemente al docente se può svolgere la supplenza (che ovviamente deve essere remunerata); il docente di buon senso riconosce il carattere di eccezionalità ed emergenza e se non ha altre esigenze prioritarie si offre per svolgere la supplenza. Questo è quello che normalmente avviene in rapporti di lavoro subordinati basati sulla collaborazione e sul reciproco rispetto. Se poi ci sono situazioni di conflitto e guerre di trincea il problema non è certo nell'ordine di servizio in sé ma è insito in un substrato pervaso da problematiche più ampie.

Se l'ordine di servizio è fatto con un congruo anticipo e sempre nel rispetto delle norme, il discorso cambia. Ad esempio, la modifica eccezionale dell'orario per una data prefissata, in fondo, è un ordine di servizio a cui devono attenersi tutti i docenti coinvolti. In ogni caso, in un contesto di ordinarietà, la maggior parte dei docenti riconosce le ragioni di eccezionalità di un ordine di servizio formulato in congruo anticipo e si adegua spontaneamente.

Fermo restando che se un qualsiasi ordine di servizio si configura come un provvedimento antisindacale, il docente può ricorrere alle sedi competenti contro l'abuso.
Sottoscrivo in toto :-)
Tornare in alto Andare in basso
balanzoneXXI



Messaggi : 669
Data d'iscrizione : 21.09.13

MessaggioOggetto: Re: ore eccedenti ed ordine di sevizio   Lun Ott 14, 2013 3:20 pm

"Se l'ordine di servizio è fatto con un congruo anticipo e sempre nel rispetto delle norme,"

Appunto, "nel rispetto delle norme"

In quell'ora di buco il docente può avere un appuntamento con la morosa o una sublime ispirazione poetica da chiappare al volo;può anche darsi che non abbia voglia di vedere certe facce in una certa classe,
oppure può semplicemente essere stanco e quindi avere bisogno di ricaricare le batterie.

Si fa presto a dire "buon senso".
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: ore eccedenti ed ordine di sevizio   Lun Ott 14, 2013 8:36 pm

balanzoneXXI ha scritto:
"Se l'ordine di servizio è fatto con un congruo anticipo e sempre nel rispetto delle norme,"

Appunto, "nel rispetto delle norme"

In quell'ora di buco il docente può avere un appuntamento con la morosa o una sublime ispirazione poetica  da chiappare al volo;può anche darsi che non abbia voglia di vedere certe facce in una certa classe,
oppure può semplicemente essere stanco e quindi avere bisogno di ricaricare le batterie.

Si fa presto a dire "buon senso".
Prima domanda: quanti di quelli che leggono hanno mai ricevuto un ordine di servizio del genere "Oggi, 14 ottobre 2013, la S.V. è tenuta a sostituire il prof. X dalle ore 9.30 alle ore 10.30, in quanto non impegnata in altre attività"
Seconda domanda: quanti di quelli che leggono hanno mai ricevuto una richiesta del genere "Professore, dal momento che lei non è impegnato alla seconda ora, potrebbe gentilmente sostituire il prof. X? non alcun docente a disposizione e non so come coprire altrimenti la classe. Naturalmente le sarà corrisposto un compenso per lavoro straordinario."
Tornare in alto Andare in basso
Paolo Santaniello



Messaggi : 1791
Data d'iscrizione : 15.09.13

MessaggioOggetto: Re: ore eccedenti ed ordine di sevizio   Lun Ott 14, 2013 8:41 pm

Visto che la risposta alla prima domanda è "nessuno" e alla seconda "tutti", proviamo a farne una in cui ci sia un'alternativa:

Terza domanda: quanti di quelli che leggono, e hanno ricevuto la seconda domanda, hanno avuto il coraggio di dire NO ?
Tornare in alto Andare in basso
balanzoneXXI



Messaggi : 669
Data d'iscrizione : 21.09.13

MessaggioOggetto: Re: ore eccedenti ed ordine di sevizio   Lun Ott 14, 2013 10:59 pm

"Terza domanda: quanti di quelli che leggono, e hanno ricevuto la seconda domanda, hanno avuto il coraggio di dire NO ?"


Verosimilmente pochi tra quelli che hanno ricevuto la richiesta hanno avuto "il coraggio" di dire no".
Il motivo è fin troppo chiaro: si teme di essere messi nella "black list" del Leader Impareggiabile.

Non a caso il collega ha usato il termine "coraggio".

E si torna al discorso delle "vie traverse".

Il Capo ha tanti mezzi per nuocere all'indocile subordinato senza ricorrere ad un abuso "certificabile". Succede ovunque , soprattutto con le categorie meno combattive o meno garantite.
Comunque sta dispiegandosi in tutta la sua malvagità un disegno strategico che mira a ridurre tutti i lavoratori ad iloti tremebondi. Allora sì che un ordine di servizio andrà eseguito senza fiatare , anzi scodinzolando e possibilmente prima ancora che venga formulato.


"Naturalmente le sarà corrisposto un compenso per lavoro straordinario"

Pure il compenso per lavoro straordinario!

Non l'avrei giammai creduto.

Accipicchia come è umano lei!

Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: ore eccedenti ed ordine di sevizio   Lun Ott 14, 2013 11:38 pm

balanzoneXXI ha scritto:
"Terza domanda: quanti di quelli che leggono, e hanno ricevuto la seconda domanda, hanno avuto il coraggio di dire NO ?"


Verosimilmente pochi  tra quelli che hanno ricevuto la richiesta hanno avuto "il coraggio" di dire no".
Il  motivo è fin troppo chiaro: si teme  di essere messi nella "black list" del Leader Impareggiabile.

Non a caso il collega  ha usato il termine "coraggio".

E si torna al discorso delle "vie traverse".

Il Capo ha tanti mezzi per nuocere all'indocile subordinato senza ricorrere ad un abuso "certificabile". Succede ovunque , soprattutto con le categorie meno combattive o meno garantite.
Comunque sta dispiegandosi in tutta la sua malvagità un disegno strategico che  mira a ridurre tutti i lavoratori ad iloti tremebondi. Allora sì che un ordine di servizio andrà eseguito  senza fiatare , anzi scodinzolando e possibilmente prima ancora che venga formulato.


"Naturalmente le sarà corrisposto un compenso per lavoro straordinario"

Pure il compenso per lavoro straordinario!

Non l'avrei giammai creduto.

Accipicchia come è umano lei!

Essendo del tutto ignorante in materia di teoria del complotto, mi ritiro dalla competizione
Tornare in alto Andare in basso
balanzoneXXI



Messaggi : 669
Data d'iscrizione : 21.09.13

MessaggioOggetto: Re: ore eccedenti ed ordine di sevizio   Mar Ott 15, 2013 3:30 pm

Oh bella, Le ritorsioni dei datori di lavoro sarebbero teoria del complotto ?

 E Il progressivo svuotamento dei  diritti dei lavoratori  a cui stiamo assistendo da una trentina di anni a questa parte?

Sempre teoria del complotto, immagino.


Il tentativo, rimandato solo provvisoriamente, di farci fare 24 ore alla settimana, scavalcando la contrattazione sindacale, evidentemente me lo sono sognato la notte.

Una cosa simile forse non l'aveva fatta nemmeno il parvenu di Predappio.

Ovviamente rientra nella teorie del complotto far notare che da  molti anni non rinnovano il contratto di lavoro ai dipendenti pubblici  e che ci hanno bloccato pure  gli scatti di anzianità, l'unico miserevole modo  di veder aumentato realmente anche se modestamente il nostro stipendio.

Personaggi come il berlingueresco cugino,il mancato  premio Nobel in gondoleta, Miss Calabria ,  sono evidentemente un parto della mia fantasia.

E, uscendo dal nostro orticello,  il processo epocale di precarizzazione del lavoro  è un miraggio.


Su quello che da decenni  stanno facendo alla scuola pubblica non mi soffermo, rendendomi conto che per voi "anticomplottisti" sarebbero discorsi troppo fantasiosi.

Sveglia! Qui  si parla  di fatti, non  di rapimenti alieni, di scie chimiche o del "falso" sbarco sulla luna.
Tornare in alto Andare in basso
Paolo Santaniello



Messaggi : 1791
Data d'iscrizione : 15.09.13

MessaggioOggetto: Re: ore eccedenti ed ordine di sevizio   Mar Ott 15, 2013 4:16 pm

Beh io sono fra quelli che non solo hanno avuto il coraggio di dire NO, ma hanno anche spiegato perchè, e hanno anche raccontato ai propri colleghi quali sono i loro diritti e perchè è importante difenderli collettivamente.

Purtroppo la meccanica non è quella del complotto, semplicemente i DS vengono messi, dall'alto, in condizione di dover a loro volta spremere al massimo i "sottoposti".
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: ore eccedenti ed ordine di sevizio   Mar Ott 15, 2013 4:32 pm

Senti, mettiamola in questi termini: io non ho mai ricevuto un ordine di servizio ma, spesso, richieste cortesi. A cui, cortesemente, rispondo in genere con un riscontro positivo, salvo esigenze inderogabili. Perché gli obiettivi che mi pongo sono quelli di offrire un servizio migliore, di non vedere chiudere la scuola in cui opero, di salvaguardare il mio posto di lavoro e, per indotto, quello di altri, precari o di ruolo che siano.

Ho una posizione critica nei confronti del sistema scuola fin dal 1994 e la applico in alcuni ambiti solo se ha una finalità concreta e non fine a se stessa. Ma non faccio il coniuge che si evira per far dispetto alla moglie. Se il DS non è una controparte e si adopera cercando di salvare capra e cavoli collaboro con lui, non faccio guerre di trincea per principio.

PS: la mia è una risposta alla critica di Balanzone. Condivido invece quello dice Paolo.
Tornare in alto Andare in basso
fradacla
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 16473
Data d'iscrizione : 24.08.10

MessaggioOggetto: Re: ore eccedenti ed ordine di sevizio   Mar Ott 15, 2013 4:46 pm

Paolo Santaniello ha scritto:

Terza domanda: quanti di quelli che leggono, e hanno ricevuto la seconda domanda, hanno avuto il coraggio di dire NO ?
Non lasci possibilità di risposta, se presumi, per principio, che rispondere No richieda coraggio.
Da me si dice "se la canta e se la suona" :-)

A mio parere, per rispondere NO secco serve una notevole maleducazione, per rispondere Mi dispiace, ma ho un impegno personale basta invece la consapevolezza che non si è un Ilota di fronte ad un Capo.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: ore eccedenti ed ordine di sevizio   Mar Ott 15, 2013 5:06 pm

Concordo con Fradacia (e due). A latere, cito un caso capitatomi qualche anno fa nella mia ex-scuola.
Il DS aveva indetto, in una circolare, un incontro tra il GLH d'istituto e operatori dell'ASL contestualmente a contesti specifici di alcune classi. Nella circolare c'era scritto "tutti i docenti sono tenuti a partecipare". Non certo una formula del tipo "si invitano tutti i docenti a partecipare".

Per motivi personali e di principio non ho partecipato alla riunione. Tempo dopo mi arriva una lettera "minacciosa" in cui mi si invitava a presentare valide e motivate giustificazioni in merito alla mia assenza.

Ho risposto, per iscritto, che la partecipazione ai lavori delle commissioni non è un atto dovuto, in quanto le commissioni non sono organi collegiali ordinari, bensì strumenti di supporto operativo al Collegio dei docenti, la cui efficacia deriva dallo snellimento del numero di partecipanti. In calce ho scritto che dal momento che avevo altri impegni inderogabili e non vi erano i presupposti dell'obbligo di presenziare non ho partecipato alla riunione.

Non ho mai avuto un riscontro di qualsiasi genere dopo la mia lettera. Presumo che il "signore", con cui ero già in conflitto per altri motivi, abbia tentato di fare la voce grossa, ma evidentemente il suo tentativo di mobbing non ha trovato terreno fertile. Di solito sono pienamente disponibile con i DS che mi considerano un collega e un collaboratore, mentre ho una sorta di rigetto fisiologico con quelli che mi considerano un mero subordinato.
Tornare in alto Andare in basso
Paolo Santaniello



Messaggi : 1791
Data d'iscrizione : 15.09.13

MessaggioOggetto: Re: ore eccedenti ed ordine di sevizio   Mar Ott 15, 2013 5:57 pm

fradacla ha scritto:

A mio parere, per rispondere NO secco serve una notevole maleducazione, per rispondere Mi dispiace, ma ho un impegno personale basta invece la consapevolezza che non si è un Ilota di fronte ad un Capo.
Se uno ha un impegno risponde che ha un impegno.
Nel mio caso però non avevo nessun impegno, il mio "no" (non secco, sempre gentile) era motivato diversamente: non ho intenzione di fare straordinario, mi basta il lavoro che ho.

Se uno ha il diritto di non rendersi disponibile, e poi viene tacciato di maleducazione quando fa valere questo diritto (a meno che non sia tanto gentile da inventarsi una scusa, cioè una bugia) allora c'è qualcosa che non va...

il "no secco" può essere pure un "no grazie", l'importante è che la GENTILISSIMA richiesta di fare un'ora di straordinario poi non diventi una "proposta che non si può rifiutare" ecco...
Tornare in alto Andare in basso
ciocy



Messaggi : 18
Data d'iscrizione : 09.10.13

MessaggioOggetto: Re: ore eccedenti ed ordine di sevizio   Mar Ott 15, 2013 6:24 pm

Hai perfettamente ragione, i diritti vanno affermati con fermezza senza tanti giri di parole, specialmente se chi chiede lo fa con l'intento di fregarti o usarti ai suoi scopi....i DS sanno benissimo ciò che è da noi dovuto o no, ma ci provano comunque sperando che per ignoranza o soggezione si dica sempre di sì. Se voglio fare un piacere all'azienda sono io che devo deciderlo liberamente ma mai mi deve essere imposto qualcosa a cui non sono tenuto. Sarebbe ora che fossimo noi i primi a restituire valore e dignità al nostro lavoro, perché il nostro tempo vale quanto quello di qualsiasi altro professionista e non va svenduto né tanto meno regalato!
Tornare in alto Andare in basso
Paolo Santaniello



Messaggi : 1791
Data d'iscrizione : 15.09.13

MessaggioOggetto: Re: ore eccedenti ed ordine di sevizio   Mar Ott 15, 2013 6:37 pm

Non sono una persona maleducata. Per tre anni ho detto di "si" per educazione, senza accorgermi che avevo la possibilità di dire anche "no".
Se c'è un modo di dire "no" educatamente, allora è così che dirò il mio no.
Non raccontando bugie, o accampando scuse, il mio no deve essere sincero: non voglio fare l'ora in più di straordinario perchè non sono interessato a questo lavoro extra per questo compenso.
Ma se ogni rifiuto deve apparire maleducato, allora vuol dire che è "una proposta che non si può rifiutare", e questo significa che c'è una pressione ingiusta.
Tornare in alto Andare in basso
fradacla
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 16473
Data d'iscrizione : 24.08.10

MessaggioOggetto: Re: ore eccedenti ed ordine di sevizio   Mar Ott 15, 2013 10:11 pm

Paolo Santaniello ha scritto:
Non sono una persona maleducata. Per tre anni ho detto di "si" per educazione, senza accorgermi che avevo la possibilità di dire anche "no".
Se c'è un modo di dire "no" educatamente, allora è così che dirò il mio no.
Non raccontando bugie, o accampando scuse, il mio no deve essere sincero: non voglio fare l'ora in più di straordinario perchè non sono interessato a questo lavoro extra per questo compenso.
Ma se ogni rifiuto deve apparire maleducato, allora vuol dire che è "una proposta che non si può rifiutare", e questo significa che c'è una pressione ingiusta.
Paolo, tu hai tagliato la mia risposta e concluso che ti taccio di maleducazione :-)
Io ho detto che, a mio parere, parlare di coraggio di dire No pone la questione sotto una luce sbagliata, perché non serve il coraggio, basta una risposta educata, che non significa ipocrita.
Avevo fatto solo un esempio..., pensavo fosse chiaro senza dover elencare le infinite varianti.

Se il mio approccio ti può far pensare che io abbia scelto nella mia carriera le strade più facili, di passaggio sottolineo che ho dovuto usare coraggio per ben altro che rifiutare un'ora eccedente. Sanzionata per insubordinazione (sic!), andai fino in fondo, ripagata dalla soddisfazione di ricevere dalle mani dello stesso soggetto la comunicazione dell'accoglimento del mio ricorso.
E' per questo che non credo che esistano sottoposti, se non quelli che scelgono di esserlo.
Tornare in alto Andare in basso
Gaia84



Messaggi : 146
Data d'iscrizione : 28.06.11

MessaggioOggetto: Re: ore eccedenti ed ordine di sevizio   Mar Ott 15, 2013 10:53 pm

Mi togliete una curiosità? Ma succede spesso che alla secondaria chiedano di fare delle sostituzioni a pagamento? perchè alla primaria (almeno dalle mie parti) è una cosa rarissima! Succede invece che, anche se un'insegnante si offre di fare ore in più, le classi vengano divise perchè mancano i fondi per pagare queste ore...
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: ore eccedenti ed ordine di sevizio   Mar Ott 15, 2013 11:37 pm

Gaia84 ha scritto:
Mi togliete una curiosità? Ma succede spesso che alla secondaria chiedano di fare delle sostituzioni a pagamento? perchè alla primaria (almeno dalle mie parti) è una cosa rarissima! Succede invece che, anche se un'insegnante si offre di fare ore in più, le classi vengano divise perchè mancano i fondi per pagare queste ore...
La mia esperienza in proposito non è indicativa perché non dispongo di una casistica ampia. Per 20 anni ho insegnato nello stesso istituto composto solo da sedi associate, il cui andamento era sostanzialmente gestito dal pool di docenti stabili, interessati al buon funzionamento della sede. Per gran parte di questo periodo ci si è arrangiati volontariamente a fare sostituzioni senza guardare l'aspetto meramente economico o il proprio orario, ma di propria iniziativa. Nella sede in cui sono ora le occasioni sono piuttosto rare. Si tratta di una piccola sede associata il cui bacino d'utenza è costituito da studenti che abitano nello stesso comune e gli insegnanti presenti sono per lo più quelli impegnati a lezione più qualche ora a disposizione per completamento orario. All'occorrenza si adatta l'orario organizzando uscite anticipate o ingressi posticipati se non si può utilizzare un docente a disposizione. In due anni mi è capitato solo una volta di dover fare una sostituzione, ma l'ho fatta perché ci siamo organizzati per venire incontro ad un collega che aveva la necessità di assentarsi. L'istituto paga le eventuali ore di supplenza effettuate da chi si mette a disposizione in eventuali ore buche ma, ripeto, le occasioni sono piuttosto rare per l'alto tasso di frequenza degli insegnanti.
Tornare in alto Andare in basso
fradacla
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 16473
Data d'iscrizione : 24.08.10

MessaggioOggetto: Re: ore eccedenti ed ordine di sevizio   Mer Ott 16, 2013 9:07 am

Gaia84 ha scritto:
Mi togliete una curiosità? Ma succede spesso che alla secondaria chiedano di fare delle sostituzioni a pagamento? perchè alla primaria (almeno dalle mie parti) è una cosa rarissima! Succede invece che, anche se un'insegnante si offre di fare ore in più, le classi vengano divise perchè mancano i fondi per pagare queste ore...
Stando a quel che ho visto nella mia scuola (superiore) negli ultimi anni il numero delle sostituzioni a pagamento si è ridotto, nonostante siano completamente sparite le cattedre del tipo 16+2 o 17+1. Le ore a disposizione per completamento obbligatorio permettevano di tamponare assenze improvvise, che sono diventate un incubo per chi deve arrangiare gli orari.

L'unica risorsa rimasta sono le ore di recupero dovute per permessi brevi e, in casi estremi, le ore eccedenti a pagamento.
Non ho però mai visto distribuire gli alunni nelle altre classi, anche per ragioni oggettive: gli adolescenti sono molto più "ingombranti" :-) dei bambini della primaria e le nostre aule erano piccole.

In generale però alla primaria e nell'infanzia c'è la risorsa dei supplenti giornalieri, che nella secondaria sono sconosciuti.
Quindi, soluzioni estemporanee. Se l'assenza è nota dal giorno prima, si modificano gli orari delle classi interessate e si avvertono gli alunni di uscite anticipate; se l'assenza è imprevista, si risolve alla meglio: due classi insieme in palestra o nell'aula magna, un'ora di buco che diventa supplenza a pagamento, un collaboratore scolastico che sorveglia una classe lasciata da sola a studiare (solo per i più grandi).
Tornare in alto Andare in basso
Paolo Santaniello



Messaggi : 1791
Data d'iscrizione : 15.09.13

MessaggioOggetto: Re: ore eccedenti ed ordine di sevizio   Mer Ott 16, 2013 10:13 am

Ebbene si: la radice del problema è, come quasi sempre, nei soldi.
Le cattedre 16+2 e 17+1 sono state abolite PER RISPARMIARE (ogni docente deve essere sfruttato al massimo, io per esempio devo fare 20 ore settimanali obbligatoriamente ogni anno), inoltre i fondi destinati a pagare le ore di supplenza sono stati TAGLIATI in maniera verticale, col risultato che le ore pagate (già malissimo) di sostituzione sono molto poche. E chi le fa non sa nemmeno quando riceverà il compenso (nel migliore dei casi, dopo molti mesi)... poi molte scuole (la mia ad esempio) si inventano dei "simil-progetti" per coprire le ore buche con il fondo d'istituto (e ovviamente queste sono pagate ancora meno) ma anche questa coperta è troppo stretta! Già verso inizio dicembre i soldi per pagare le sostituzioni sono finiti, chi sostituisce lo fa "a progetto" (cioè per un compenso irrisorio), per cui comincia a diventare sempre più difficile trovare chi è disponibile a questo straordinario pagato l'equivalente di un'ora di bracciante agricolo... e così alla fine dell'anno il bilancio è che moltissime ore vengono semplicemente PERSE (alunni fatti uscire prima, entrare in ritardo, etc).

Da parte di tutti i governi, con la scusa che "si devono eliminare gli SPRECHI" c'è sempre l'illusione che si possa ottenere "quest'anno lo stesso lavoro dell'anno scorso a metà prezzo"... ma purtroppo non è così: se togli risorse, anche i risultati saranno più scadenti, è inevitabile.
Tornare in alto Andare in basso
 
ore eccedenti ed ordine di sevizio
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 2Andare alla pagina : 1, 2  Seguente
 Argomenti simili
-
» ordine da nded dubbi
» come faccio ad annullare un ordine da nded
» ordine di servizio in una sede lontana dalla scuola
» caratteristiche ordine di servizio
» Radiato dalla Magistratura il giudice Luigi Tosti.

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: