IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  IscrivitiIscriviti  AccediAccedi  

Link sponsorizzati
>
Ultimi argomenti
» Il preside ha minacciato di togliermi la supplenza.
Oggi a 4:20 pm Da Nashef

» Corso Mnemosine
Oggi a 4:20 pm Da Flavia1985

» coordinatore
Oggi a 4:19 pm Da giovanna onnis

» Novità da Milano?
Oggi a 4:19 pm Da Desideria

» Corso Mnemosine
Oggi a 4:18 pm Da Flavia1985

» Sostegno e disciplina: inaccettabili carriere separate
Oggi a 4:15 pm Da asanisimasa

» Date TFA UNIMI
Oggi a 4:13 pm Da munzer

» Qual è la trafila per chiedere 2 giorni?
Oggi a 4:13 pm Da C.D.C.

» TFA uni eCampus
Oggi a 4:10 pm Da munzer

Link sponsorizzati
I postatori più attivi del mese
nesema
 
Dec
 
gian
 
fradacla
 
avidodinformazioni
 
giovanna onnis
 
Ire
 
lallaorizzonte
 
Atene
 
Davide
 
Condividere | 
 

 assenze con certificato medico

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : 1, 2  Seguente
AutoreMessaggio
Alcesti79



Messaggi: 208
Data d'iscrizione: 29.09.09
Età: 35

MessaggioOggetto: assenze con certificato medico   Ven Ott 25, 2013 3:03 pm

Insegno (tra l'altro) in una terza media in cui c'è un alunno che sta facendo numerose assenze per motivi di salute. Considerando il fatto che, anche se rientrasse a scuola lunedì, nel corso dell'anno gli episodi di lunga assenza potrebbero ripetersi a causa del tipo di malattia, mi chiedo: le assenze coperte da certificato medico sono tutte escluse dal computo del numero massimo di assenze affinchè l'anno sia valido? Cioè il ragazzo può superare il numero consentito di assenze, se coperte da certificato, ed essere ammesso all'esame comunque oppure deve trattarsi di ricovero ospedaliero? Vi prego di rispondermi postando un riferimento normativo. Grazie
Tornare in alto Andare in basso
paniscus



Messaggi: 1607
Data d'iscrizione: 27.04.12

MessaggioOggetto: Re: assenze con certificato medico   Ven Ott 25, 2013 5:00 pm

A me risulta che in alcune scuole ci sia questa prassi, ovvero che le assenze "coperte da certificato medico" siano tutte scorporate in automatico dal totale... e mi sembra anche che sia una plateale violazione della legge.

Il significato originario della norma stava proprio nel principio che, finché si assume che ci sia la frequenza obbligatoria, sia impossibile valutare correttamente uno che ha fatto troppe assenze, perché non ha partecipato adeguatamente alla vita scolastica e allo svolgimento dei corsi. Il fatto che si sia assentato per motivi seri o no, non dovrebbe cambiare questa realtà: l'anno scolastico viene invalidato perché oggettivamente ci sono state troppe assenze, NON perché "ci sono state troppe assenze ingiustificate" o "troppe assenze per motivi futili".

La legge prevede che, in casi gravi e documentati di problemi di salute seri, si possa chiedere una riduzione formale delle ore di lezione previste, e che quindi il conteggio della percentuale di assenze possa essere ricalcolato sul totale "personalizzato" e non su quello previsto inizialmente (e in tal caso, non importa che ci sia di mezzo un ricovero ospedaliero o no, basta che ci sia una certificazione non ambigua sull'impossibilità di muoversi o sulla necessità di seguire terapie incompatibili con la frequenza regolare). Ma appunto, ci vuole una richiesta formale e una delibera del consiglio di classe che ricalcola il totale delle ore richieste, non basta un certificato che dice che "questa assenza non deve essere contata".

Quella di scorporare dal conteggio tutte le assenze per motivi di salute, come se non fossero mai state fatte, mi pare una pura e semplice ipocrisia, nonché un furbesco tentativo di aggirare la legge. Allora come dovrebbe andare, che se uno ha già fatto 40 assenze per qualunque stracavolo di motivazione sua non certificata, allora può tranquillamente farne altre 30 col certificato medico, perché tanto "quelle non contano"?
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: assenze con certificato medico   Ven Ott 25, 2013 5:10 pm

Ha ragione Paniscus.
Nell'istituto dove lavoro il collegio ha stabilito in quali casi, per il cdc, è possibile andare in deroga.
Tornare in alto Andare in basso
Alcesti79



Messaggi: 208
Data d'iscrizione: 29.09.09
Età: 35

MessaggioOggetto: Re: assenze con certificato medico   Sab Ott 26, 2013 10:37 am

Grazie per la risposta. Io sono perfettamente d'accordo. Il mio DS non è dello stesso avviso.
Tornare in alto Andare in basso
Maryangel



Messaggi: 2715
Data d'iscrizione: 16.02.13

MessaggioOggetto: Re: assenze con certificato medico   Sab Ott 26, 2013 4:19 pm

E che colpa ha un ragazzino che sta male e non può, pur volendo, frequentare la scuola come tutti gli altri compagni? Perché viene promosso un alunno che non studia o per lo meno studia arrivando appena alla sufficienza, ma non sfora il limite delle assenze? Invece un ragazzo che si impegna a studiare per quello che gli consente la salute e però si assenta più del consentito debba essere "punito" con la bocciatura. Non è un altro problema che si aggiunge al suo stare male fisico?
Ogni caso deve essere valutato con coscienza dei fatti.
Al di là delle leggi, siamo umani.
Tornare in alto Andare in basso
Online
paniscus



Messaggi: 1607
Data d'iscrizione: 27.04.12

MessaggioOggetto: Re: assenze con certificato medico   Sab Ott 26, 2013 5:53 pm

Maryangel, con tutto il rispetto, ma DI CHE PARLI?????

E' proprio la mentalità come la tua, che riduce il lavoro scolastico a un confuso accrocco di buoni sentimenti in cui ognuno dovrebbe essere libero di interpretare la legge come gli pare, pur di dimostrarsi buono e comprensivo, che svilisce e delegittima TUTTO il valore della scuola.

Ma che picchio c'entrano le "colpe", le "punizioni", la "coscienza"? Non si stava parlando di emozioni e sentimenti, si stava parlando di NORME DI LEGGE.

La legge dice che al di sopra di un certo numero di assenze, l'anno scolastico non è valido.

Tale numero corrisponde a una media di circa 50 giorni di assenza in tutto l'anno, trascurando le differenze tra i conteggi delle ore delle singole materie.

La legge dice che questo non ha niente a che fare con la bontà, la comprensione, la pietà, la crudeltà, l'insensibilità, o niente del genere: non esiste nessun giudizio morale sulla motivazione delle asenze, esiste un numero fissato per legge.

La legge dice anche che, in caso di problemi seri, ESISTE una deroga, ed esiste un modo perfettamente regolare e trasparente per richiederla.

Se uno studente o la sua famiglia, pur avendo avuto davvero dei problemi seri, e avendo diritto a richiedere questa deroga, ha scelto di non chiederla... perché mai il consiglio di classe dovrebbe affannarsi a inventarsela per dimostrare di essere buono e caritatevole?

Quella di stabilire a priori che "tutte le assenze per motivi di salute non si contano", come se non ci fossero state affatto, NON E' per nulla un modo di dimostrare "umanità" e comprensione, bensì è un modo per aggirare ipocritamente la legge, con l'unico obiettivo di faticare meno, di avere meno grane e di non doversi ritrovare a litigare.

Se il ragazzo ha fatto parecchie assenze, i casi sono tre:

- o è comunque molto lontano dal limite di legge che porterebbe a invalidare l'anno scolastico (magari ha fatto 30 assenze, di cui 15 coperte da certificati medici e 15 no)... e allora non vedo perché "scorporare" le assenze per malattia, e far finta che abbia fatto solo 15 assenze quando invece sono 30, tanto non rischierebbe la bocciatura comunque;

- oppure, ha effettivamente superato, o sta per superare, il limite (medio) di 50 giorni, a causa di problemi di salute oggettivamente seri e continuativi (e allora non vedo perché la famiglia, nel corso dei mesi, non si sia attivata per portare la documentazione opportuna e chiedere la deroga);

- oppure, aveva già fatto quasi 50 assenze per motivazioni casuali, futili, o comunque non gravi, in cui non avrebbe potuto portare alcuna documentazione perché le condizioni non c'erano... e poi si è accorto solo all'ultimo momento che rischiava di sforare, e allora ha pensato bene di farsi coprire da certificato medico solo le ultime, perché altrimenti passando da 46 a 51 sforava davvero (e in tal caso, non vedo proprio perché doverlo aiutare VIOLANDO la norma).

Boh...

L.


Ultima modifica di paniscus il Sab Ott 26, 2013 6:44 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
Maryangel



Messaggi: 2715
Data d'iscrizione: 16.02.13

MessaggioOggetto: Re: assenze con certificato medico   Sab Ott 26, 2013 6:04 pm

@paniscus

Hai ragione tu! Bocciateli.
Mi riferivo a chi portava le certificazioni dello stato di salute del proprio figlio, non di quelli che se ne infischiano se i propri figli non vanno a scuola. Non ho capito di cosa stavate parlando.


Ultima modifica di Maryangel il Dom Ott 27, 2013 11:01 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
Online
paniscus



Messaggi: 1607
Data d'iscrizione: 27.04.12

MessaggioOggetto: Re: assenze con certificato medico   Sab Ott 26, 2013 6:42 pm

Ma quello che volevo dire io è che NON BASTA un certificato medico che viene portato separatamente, per motivi diversi, per giustificare singole assenze di pochi giorni alla volta... per avere il diritto che quelle assenze "non vengano contate" e basta! Voglio dire, se uno ha fatto 30 assenze in un anno, 6 per andare in vacanza con la famiglia in bassa stagione, 3 per andare a far visita ai nonni, 5 per impegni sportivi, 2 per gli esami della patente, 4 perché viene da un paesello fuori città che è rimasto isolato dalla neve, 4 per andare a manifestazioni o cortei vari, e infine altre 6 perché gli è venuta l'influenza, PER QUALE motivo si dovrebbe far figurare che le assenze sono solo 24 e non 30, perché quelle per l'influenza "non contano"?

Se invece c'è un problema di salute specifico di lunga durata (che so, una malattia debilitante cronica, o un incidente con una lunga riabilitazione), la famiglia dovrebbe attivarsi lo stesso, al momento giusto, per documentarlo in corso d'opera... e non semplicemente aspettare che rischi di superare i 50 giorni, per poi pretendere di "giustificare" a macchia di leopardo qualche assenza sì e qualche assenza no, a seconda di quante ne mancano per sforare il limite!
Tornare in alto Andare in basso
mac67



Messaggi: 1364
Data d'iscrizione: 09.04.12
Località: Pianeta Terra

MessaggioOggetto: Re: assenze con certificato medico   Sab Ott 26, 2013 7:26 pm

Francamente, preferisco che l'alunno con l'influenza stia a casa invece di venire a scuola "perché poi ho troppe assenze" a "socializzare" i suoi virus.
Tornare in alto Andare in basso
paniscus



Messaggi: 1607
Data d'iscrizione: 27.04.12

MessaggioOggetto: Re: assenze con certificato medico   Sab Ott 26, 2013 7:37 pm

Scusa, ma chi ha detto che l'alunno con l'influenza DEBBA VENIRE A SCUOLA?

Ho detto completamente un'altra cosa, e cioè: se ha fatto 6 assenze per influenza e altre 14 per altre ragioni, PERCHE' mai dobbiamo far finta che ne abbia fatte 14 quando invece ne ha fatte 20??????

Se invece con le assenze precedenti non era arrivato a 14, ma era GIA' arrivato a 45, e poi quando gli viene l'influenza davvero, allora va nel panico perché pensa che siano proprio quelle 5 o 6 assenze in più a fargli sforare la soglia, allora cavoli suoi:

- se aveva accumulato 45 assenze per motivi gravi e continuativi già esistenti in passato, avrebbe dovuto dichiararli e certificarli PRIMA, e ventilare la possibilità di richiedere la deroga;

- se invece, prima di prendersi l'influenza, era già riuscito ad arrivare a 45 assenze senza nessun motivo grave, ma solo perché abituato a venire a scuola solo quando ne ha voglia... beh, avrebbe dovuto pensarci prima, a farne di meno, di quelle assenze per motivi futili, mettendo in conto che il piccolo problema di salute occasionale avrebbe sempre potuto capitare lo stesso.

In ogni caso, non vedo perché pretendere che proprio quelle specifiche assenze per influenza "non contino".

L.
Tornare in alto Andare in basso
Chocolate



Messaggi: 75
Data d'iscrizione: 22.08.13

MessaggioOggetto: Re: assenze con certificato medico   Sab Ott 26, 2013 8:22 pm

Capisco la non validità dell'anno scolastico perché impossibile valutare un alunno che si sia assentato troppo secondo le modalità previste per la valutazione degli alunni regolari frequentanti. Lui di fatto non lo è. D'accordissimo. Le valutazioni previste sono continuative, di carattere cumulativo, presumono la partecipazione attiva nelle lezioni, presumono che un docente possa conoscere un po' l'alunno, seguirlo durante tutto l'anno. E la cosa semplicemente non è applicabile a uno che non c'è.

La cosa che non capisco è perché non offrirgli la possibilità di essere valutato secondo altre modalità di valutazione, sempre previste come opzioni legali in alcuni casi limite. Ci sono dei ragazzi che non frequentano la scuola AFFATTO, perché istruiti a domicilio. Paragonare troppe assenze con l'istruzione parentale è un po' forzato, sono d'accordo, però ciò che mi interessa qui è solo un punto specifico: questi ragazzi devono affrontare esami di idoneità (annuali mi sa?), di carattere sommativo perché non vengono valutati a più riprese durante l'anno scolastico. Perché non offrire tale possibilità a un ragazzo che si sia assentato troppo, per qualsiasi ragione, ma comunque preparato e che vorrebbe essere promosso in base alla sua preparazione (ottenuta per lo più in modo autonomo, se non ha frequentato)? Ci sono anche casi in cui si fanno due anni in un anno (salti di classe ecc.) e immagino che in tali casi si abbia qualcosa di simile, che a un qualche punto si faccia un tipo di esame sommativo in ogni materia.

Perché non applicare la stessa logica ai ragazzi che hanno superato una certa quota di assenze? Dire NO, tu non puoi essere valutato allo stesso modo come i tuoi compagni - perché il tuo processo di ottenere le competenze previste non era paragonabile al loro - comunque, se ti ritieni preparato e non vuoi che l'anno scolastico sia annullato, ecco, ti offriamo la possibilità di integrarlo attraverso esami sommativi?

Sarebbe anche un bel "deterrente", penso - quanti ragazzi vorrebbero dover dare tutto l'anno scolastico nell'arco di poche settimane a fine anno? Sarebbe forse più impegnativo di una sessione universitaria! Ma d'altro canto, nessuno potrebbe lamentarsi di non aver avuto l'opportunità di farlo e di essere stato bocciato in base ad altro che le competenze e le conoscenze ottenute.

Ovviamente, IN MANCANZA di tale provvedimento, le norme vigenti vanno rispettate. In casi gravi, è il compito della famiglia di contattare la scuola per chiedere la deroga. E non mi piacciono quelle forzature con contare certe assenze, poi non contarne altre, poi giustificare assenze in retrospettiva in modo "calcolato" ecc. Ci son assenze e assenze, ma a un certo punto tutto questo diventa un teatrino.

Ma come una questione teorica, una questione di principio... perché no? Io non avrei un problema "morale", di per sé, con la non frequenza - è solo che per questi "frequentati a metà" non possono esserci le stesse regole del gioco.
Tornare in alto Andare in basso
paniscus



Messaggi: 1607
Data d'iscrizione: 27.04.12

MessaggioOggetto: Re: assenze con certificato medico   Sab Ott 26, 2013 9:53 pm

Scusate ancora, ma di cosa stavamo a discutere? Delle riflessioni filosofiche sul fatto che la norma sia giusta o meno, o di COME applicare la norma che intanto c'è?

Il discorso non era partito da una critica di principio contro la norma in sé; il discorso era partito da una domanda molto precisa: è corretto o no scorporare completamente dal conteggio delle assenze tutte quelle coperte da certificato medico, come se non fossero avvenute? E la risposta è evidentemente NO, ossia non è corretto, è un escamotage ipocrita e che snatura completamente il senso della norma.

Oltretutto, mi è venuta in mente un'altra cosa: a quanto mi consta, TUTTE le assenze superiori a un certo numero di giorni sono necessariamente "coperte da certificato medico", senza nessun obbligo di dichiarare quale sia stata esattamente la patologia. Anche se uno si assenta per due settimane perché va in vacanza, poi quando ritorna deve portare comunque il certificato medico, che dichiara che "XXXX non è affetto da alcuna patologia contagiosa e può rientrare nella comunità scolastica". Quindi, se si considerano "coperte da certificato medico" TUTTE le assenze con questa modalità, siamo a posto: chiunque potrebbe starsene a casa per settimane di seguito anche senza alcun motivo, solo perché non gli va di andare a scuola, e poi pretendere che quelle assenze non contino perché ha portato un certificato medico!

Lisa
Tornare in alto Andare in basso
Chocolate



Messaggi: 75
Data d'iscrizione: 22.08.13

MessaggioOggetto: Re: assenze con certificato medico   Sab Ott 26, 2013 10:14 pm

paniscus ha scritto:
Scusate ancora, ma di cosa stavamo a discutere? Delle riflessioni filosofiche sul fatto che la norma sia giusta o meno, o di COME applicare la norma che intanto c'è?
Oddio Lisa non volevo darti tanto fastidio con "riflessioni filosofiche". Vabbé mi zittisco.
Tornare in alto Andare in basso
Maryangel



Messaggi: 2715
Data d'iscrizione: 16.02.13

MessaggioOggetto: Re: assenze con certificato medico   Dom Ott 27, 2013 11:52 pm

paniscus ha scritto:
Scusate ancora, ma di cosa stavamo a discutere? Delle riflessioni filosofiche sul fatto che la norma sia giusta o meno, o di COME applicare la norma che intanto c'è?

Il discorso non era partito da una critica di principio contro la norma in sé; il discorso era partito da una domanda molto precisa: è corretto o no scorporare completamente dal conteggio delle assenze tutte quelle coperte da certificato medico, come se non fossero avvenute? E la risposta è evidentemente NO, ossia non è corretto, è un escamotage ipocrita e che snatura completamente il senso della norma.

Oltretutto, mi è venuta in mente un'altra cosa: a quanto mi consta, TUTTE le assenze superiori a un certo numero di giorni sono necessariamente "coperte da certificato medico", senza nessun obbligo di dichiarare quale sia stata esattamente la patologia. Anche se uno si assenta per due settimane perché va in vacanza, poi quando ritorna deve portare comunque il certificato medico, che dichiara che "XXXX non è affetto da alcuna patologia contagiosa e può rientrare nella comunità scolastica". Quindi, se si considerano "coperte da certificato medico" TUTTE le assenze con questa modalità, siamo a posto: chiunque potrebbe starsene a casa per settimane di seguito anche senza alcun motivo, solo perché non gli va di andare a scuola, e poi pretendere che quelle assenze non contino perché ha portato un certificato medico!

Lisa
Il certificato medico attesta che tizio non è affetto da patologie contagiose per la comunità, non che tizio è stato male per 15 gg e che ora è guarito! La scuola non può richiedere una giustificazione di dove sei stato, che cosa hai fatto in quei giorni, vuole essere sicura che al rientro l'alunno sia in uno stato di salute che non comprometta la salute della comunità scolastica.
Non c'entra niente con chi è stato ricoverato, il cui certificato rilasciato dall'ospedale attesta il ricovero da tot giorno a tot giorno, con relativa prognosi se necessaria. O chi è affetto da patologie invalidanti, puoi stare tranquilla che i genitori avvisano i prof e mettono al corrente dei problemi di salute la scuola, proprio perché ci possono essere seri problemi!
Mi sembra che tu stia mettendo sullo stesso piano assenze da "raffreddore" con assenze più "importanti", o sei in mala fede e pensi che un genitore, per "salvare" il proprio figlio, firmi una giustificazione di assenza per motivi di salute, quando invece il figliolo è andato a fare la settimana bianca? Quindi anche il medico che fa il certificato certifica un falso.
Parlate soltanto di scuola media e quindi obbligatoria o anche delle superiori?
La deroga viene richiesta dai genitori per gravi motivi di salute,debitamente giustificati e suffragati da certificazioni mediche, se no la richiederebbero tutti.
Tornare in alto Andare in basso
Online
paniscus



Messaggi: 1607
Data d'iscrizione: 27.04.12

MessaggioOggetto: Re: assenze con certificato medico   Lun Ott 28, 2013 12:25 am

E appunto, allora che bisogno ci sarebbe di scorporare automaticamente dal conteggio TUTTE le assenze coperte da certificato medico, anche quelle riguardanti l'influenza di una settimana, in un ragazzo che viene sempre a scuola regolarmente e che di asenze ne ha fatte poche?

Perché tutto il discorso era partito esattamente da lì, ossia dalla segnalazione che in alcune scuole abbiano l'abitdine di fare proprio così!

L'età di obbligo scolastico o meno non c'entra niente (a parte il fatto che anche una parte delle superiori è scuola dell'obbligo), perché non si stava parlando di violazione della legge sull'obbligo scolastico, ma di validità dell'anno scolastico ai fini della valutazione e della promozione.

Non è che un ragazzo che abbia superato i 16 anni, siccome non è più in età di obbligo scolastico, allora può decidere giorno per giorno se ha voglia o no di venire a scuola, senza nessuna conseguenza! Se ha superato i 16 anni vuol dire che non è più obbligato a iscriversi a scuola, ma dal momento che decide di  iscriversi, è tenuto alla frequenza obbligatoria lo stesso.

L'eventuale bocciatura per eccesso di assenze, a meno che non ci sia la deroga per motivi gravi, vale a qualsiasi età, anche per i maggiorenni!
Tornare in alto Andare in basso
 

assenze con certificato medico

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 su2Andare alla pagina : 1, 2  Seguente

Permesso del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: -