Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 RITORSIONI DIDATTICHE PRESIDE (mobbing)

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3  Seguente
AutoreMessaggio
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: RITORSIONI DIDATTICHE PRESIDE (mobbing)   Sab Ott 26, 2013 6:29 pm

Promemoria primo messaggio :

Settembre: al primo cdc il preside mi vuole imporre di fare la coordinatrice della classe dove ho 6 ore e ho come materia Lettere (Italiano scuola media); dico no, si arrabbia e mi dice: "Non finisce qui"
Inizio lezioni: per 15 giorni faccio italiano nella classe dove ho 6 ore, firmando sul registro alla materia Lettere
Fine settembre: arrivano i docenti che mancano nominati dalla scuola; dico al preside che prendo 1 mese di maternità facoltativa: non la prende bene; pochi giorni dopo mi cambia la materia: mi toglie italiano e mi dà solo storie e geografie a favore di una nuova arrivata che NON è abilitata e andrà sicuramente a fare il tfa
Dico NO, scrivo mail certificata dicendo NO (era venerdì)
Prima settimana di ottobre: viene chiamata la mia supplente per un mese; le danno solo storie e geografie e cambiano l'orario in modo assolutamente svantaggioso per me (parametri oggettivi: distanza chilometrica e orari treni: NON RISPETTATI)
OGGI: il preside risponde alla mia mail certificata dicendo che "l'assegnazione dei docenti e delle discipline è di esclusiva competenza del dirigente in base al D.Lvo 150/09 e le assegnazioni sono state effettuate nel momento in cui si è completato l'organico".
In questi giorni ho chiesto a due sindacati diversi:
uno mi dice che non posso fare nulla; l'altro che posso addirittura richiedere i danni.
A me personalmente sembra una squallida ritorsione (mobbing) per non aver accettato l'incarico di coordinatrice e per aver preso la maternità.
COSA RISPONDO ALLA LETTERA??????? CHE FACCIO ORA CHE RIENTRO???????????
URGENTE
Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
mac67



Messaggi : 4694
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioOggetto: Re: RITORSIONI DIDATTICHE PRESIDE (mobbing)   Dom Ott 27, 2013 4:40 pm

Iliuska ha scritto:
Grazie Fradacla .... se è così me ne devo fare una ragione ... l'importante è saperlo ....
Posso comunque scrivere una lettera in cui metto in evidenza che le scelte fatte mi danneggiano (per la didattica e le competenze ---ho solo ore di storia e geo e nessuna di italiano ---- per i miei titoli ---visto che non è stato considerato che sono abilitata mentre chi è stato scelto non lo è--- per la continuità, visto che sono titolare e posso garantirla, mentre chi è stato scelto no.
Scrivendo questo rischio di fare la figura della scema? O faccio cmq emergere una gestione discutibile delle risorse umane?
GRAZIE
Tutto quello che vuoi scrivere nella lettera è irrilevante. Il Dirigente forma le cattedre e non deve darne giustificazioni.

Se quelle cose gliele vuoi dire a voce, capisco. Per iscritto, non hanno senso.
Tornare in alto Andare in basso
Paolo Santaniello



Messaggi : 1778
Data d'iscrizione : 15.09.13

MessaggioOggetto: Re: RITORSIONI DIDATTICHE PRESIDE (mobbing)   Dom Ott 27, 2013 4:56 pm

balanzoneXXI ha scritto:
l'avrei fatto perché  , per quanto mi riguarda, preferisco iniziare "guerre"  (lunghe, costose e senza la garanzia di vittoria)   con il Capo per motivi ben più gravi (che per fortuna finora non si sono verificati).
Eppure il fatto di rifiutare un coordinamento non dovrebbe automaticamente significare "iniziare la guerra col capo"!!!
Io quest'anno l'ho fatto ( = ho rifiutato di fare il coordinatore di classe, per la prima volta nella mia carriera) eppure non è scoppiata nessuna guerra. L'incarico è stato preso da qualcun altro.
Il mio dirigente sarà sicuramente una persona molto più seria, ma a me pare semplicemente "normale" che gli incarichi extra li fa chi li vuole fare... senza dover per forza farla diventare una battaglia...
Tornare in alto Andare in basso
paniscus



Messaggi : 1607
Data d'iscrizione : 27.04.12

MessaggioOggetto: Re: RITORSIONI DIDATTICHE PRESIDE (mobbing)   Dom Ott 27, 2013 5:17 pm

balanzoneXXI ha scritto:
Fare il coordinatore è una noiosa incombenza che una prassi consolidata assegna all'insegnante di lettere o di matematica.
Non so se parli solo delle medie.

Alle superiori sono abituata a vederlo fare da chiunque, anche l'insegnante di storia dell'arte che ha solo due ore alla settimana...
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8318
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: RITORSIONI DIDATTICHE PRESIDE (mobbing)   Dom Ott 27, 2013 5:20 pm

mac67 ha scritto:


Se quelle cose gliele vuoi dire a voce, capisco. Per iscritto, non hanno senso.
Infatti non ho capito bene cosa sia questa storia: la vostra collega continua a dire:
cosa faccio?

Cosa fai? ti rivolgi al sindacato per scrivere ufficialmente una lettera che poi con le modalità che ti indicheranno avvierai alle vie legali per avere il risarcimento di cui hai parlato all'inizio o non fai nulla. Non scrivi nemmeno la lettera di risposta che ti renderebbe ancora più invisa al dirigente e non avrebbe alcun motivo di esistere.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
giovanna onnis



Messaggi : 17789
Data d'iscrizione : 15.04.12

MessaggioOggetto: Re: RITORSIONI DIDATTICHE PRESIDE (mobbing)   Dom Ott 27, 2013 5:26 pm

paniscus ha scritto:
balanzoneXXI ha scritto:
Fare il coordinatore è una noiosa incombenza che una prassi consolidata assegna all'insegnante di lettere o di matematica.
Non so se parli solo delle medie.

Alle superiori sono abituata a vederlo fare da chiunque, anche l'insegnante di storia dell'arte che ha solo due ore alla settimana...
Hai ragione Paniscus, alle superiori è come dici tu, ma alla scuola media esiste questa "usanza" strana e cioè che il "grande onore" di essere coordinatore/trice del Cdc sia del docente di Italiano o di Matematica e solo in casi eccezionali può essere nominato un docente di altra materia
Tornare in alto Andare in basso
fradacla
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 16428
Data d'iscrizione : 24.08.10

MessaggioOggetto: Re: RITORSIONI DIDATTICHE PRESIDE (mobbing)   Dom Ott 27, 2013 5:36 pm

A me pare che il rapporto tra Iliuska e il DS sia stato fin dall'inizio viziato da un'impostazione sbagliata, forse da entrambe le parti.

Settembre: al primo cdc il preside mi vuole imporre di fare la coordinatrice...; dico no, si arrabbia e mi dice: "Non finisce qui"

Primo appunto: dico no cosa significa? Non sarebbe stato meglio fargli notare che non eri  disponibile all'incarico, ma che non avresti potuto comunque garantirne l'assolvimento in caso di un eventuale congedo parentale?
Secondo me, se si vuole lavorare in un ambiente sereno, bisogna anche avere un approccio conciliante, che non vuol dire remissivo. Si passa all'approccio aggressivo solo se il primo tentativo fallisce.


.... mi toglie italiano e mi dà solo storie e geografie a favore di una nuova arrivata che NON è abilitata e andrà sicuramente a fare il tfa
Dico NO, scrivo mail certificata dicendo NO (era venerdì)


Secondo appunto: quando si decide di fare la guerra, bisogna avere la certezza di avere le pezze d'appoggio. Alla luce delle norme vigenti, non ha senso la tua mail di rifiuto, mentre ne avrebbe avuto molto di più un confronto faccia a faccia in cui esporre le tue ragioni.
Anche prima del D. Lgs. 150/2009, l'assegnazione degli insegnanti alle classi era prerogativa del DS, che doveva, al massimo, tener conto dei criteri fissati in sede collegiale. In genere la cosa si risolveva con chiacchierate informali tra DS e docenti coinvolti; se però un docente si impuntava di fronte a decisioni condivise da tutti gli altri, il DS faceva prevalere la propria prerogativa.


Prima settimana di ottobre: viene chiamata la mia supplente per un mese; le danno solo storie e geografie e cambiano l'orario in modo assolutamente svantaggioso per me (parametri oggettivi: distanza chilometrica e orari treni: NON RISPETTATI)

Vuoi dire che con l'orario precedente ti erano venuti incontro? Purtroppo non c'è obbligo di formulare l'orario in base alla disponibilità dei mezzi pubblici.
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8318
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: RITORSIONI DIDATTICHE PRESIDE (mobbing)   Dom Ott 27, 2013 5:48 pm

Sono d'accordo, Fradacla.
So che un post di questo genere non ha senso, ma sono d'accordo con te.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: RITORSIONI DIDATTICHE PRESIDE (mobbing)   Dom Ott 27, 2013 7:01 pm

Grazie Fradacla per i tuoi appunti molto precisi, mi aiutano a capire meglio. Però ti spiego anche meglio.
Questo preside è molto noto per il suo carattere e per i modi: ha già diverse cause che gli hanno mosso diversi insegnanti nella sede attuale e nella sede dove era prima. Un sindacato la combatte colpo su colpo, un sindacato che è rappresentato da una persona più mite, cerca di mediare (credo che sia giustissimo)... quest'ultimo sindacalista più accomodante è già intervenuto diverse volte dall'inizio dell'anno.
1) Al primo cdc mi comunica con i suoi modi le classi e le materie, poi mi comunica che sono la coordinatrice perché insegnante di lettere in quella classe (MEDIE): dico no l'ho scritto per farla breve: le dico con gentilezza che per questo anno scolastico non posso accollarmi impegni ulteriori alle ore di insegnamento per via della distanza chilometrica e soprattutto per via di difficoltà familiari, avendo adottato da poco un bambino che rientra nelle Special Need Adoptions (il preside ne è informato)... Vuoi sapere come risponde? Si gira verso la collega di mate che è coordinatrice in un'altra classe e le chiede se il fatto di avere due figli, anziché uno come me, le impedisce di fare la coordinatrice. Dopo un silenzio di tomba continua a dirmi che devo fare io la coordinatrice: raccolgo tutta la mia pazienza e sempre con gentilezza dico che mi spiace enormemente, ma per la distanza e i miei problemi familiari non potrei assolvere al meglio l'incarico che il preside mi ha gentilmente offerto.
Non c'entra nulla il congedo parentale che il preside sa essere solo di un mese, in quanto l'ho informato che non posso permettermi di prendere gli altri mesi che sono pagati solo al 30%: il preside sa perfettamente che avendo adottato un bambino di Chernobyl abbiamo seri problemi di salute da tenere sotto controllo, oltre a problemi psicologici e a quelli del difficile adattamento.
Non mi pare che io abbia iniziato nessuna guerra ... o di non essere disponibile: sono materialmente impossibilitata a fare anche un minuto in più, anche se mi farebbe comodo prendermi ore o progetti per rimpinguare lo stipendio ...
Mi spiace tu possa pensare che io sia stata aggressiva, perché così non è stato, così come nel verbale ho messo che ringraziavo il preside per la delega a coordinatrice che mi aveva offerta e quindi per l'attestazione di stima dimostratami, ma non potevo accettare per i motivi che ho già detto: non mi pare di aver fatto polemica, né di aver raccolto la provocazione umiliante del dirigente sul numero di figli..... una persona può avere un figlio e avere una montagna di problemi, un'altra può averne tre e non avere nessuna preoccupazione.....
2) Parlare con il nostro preside significa sentirsi dire di tutto... quindi dopo aver detto educatamente che non ero disponibile al cambio, sapendo che lui sarebbe andato avanti per la sua strada, l'ho messo nero su bianco, proprio per tentare di fargli capire la mia posizione ... al di là di tutto ci devono pur essere da qualche parte dei CRITERI COLLEGIALI, SIA PER L'ORARIO CHE PER L'ASSEGNAZIONE ..... il fatto di vedermi apertamente scavalcata da una persona con meno esperienza che è amica del preside (e tutti lo sanno) credo lascerebbe l'amaro in bocca a chiunque.....
3) Il precedente orario teneva solo in minimissima parte conto di criteri oggettivi quali distanza chilometrica e treni, ed era diviso tre giorni su questa scuola e due giorni su un'altra scuola..... ora ho 4 giorni su questa scuola, con il giovedì condiviso tra le due scuole diverse e a 30 km l'una dall'altra ... giovedì: prime ore altra scuola, poi ultime ore questa scuola... con autobus e treno non riesco a arrivare materialmente ... non ho il treno ....... quindi il giovedì non riuscirò mai ad arrivare per tempo alla scuola del preside tremendo ....... Questo mi preoccupa terribilmente e non so davvero che cosa fare ....
---CORNUTA E MAZZIATA PER LE MATERIE ..... e va bene, me la prendo in quel posto e sto zitta, anche se secondo me è bene che mi garantisca da altre future ritorsioni cominciando a scrivere che la gestione delle risorse umane spetta certamente al preside, ma che la scelta che è stata fatta POTREBBE APPARIRE discriminante e umiliante perché penalizza la sottoscritta per la didattica, per i titoli, per la continuità a favore di una persona meno titolata ecc.... e ciò POTREBBE APPARARIRE come mobbing.......
--- Cara Irene, se scrivo CHE COSA FARE ..... è perché il giovedì ho questa situazione...... abbiamo una macchina sola e la tiene mio marito per andare a lavorare e per portare il bambino a scuola ....NON POSSO OGNI Giovedì PRENDERMI UNA LETTERA DI RICHIAMO .......PER QUESTO SONO INCAZZATA E PREOCCUPATA ......
--- Per quanto riguarda i sindacati: devo dirti che ci credo poco e niente, tanto che non sono iscritta
--- Per l'avvocato, se chi me lo suggerisce, in buona fede e lo ringrazio, ci mette i soldi ....... io preferisco spenderli per curare mio figlio ......
Capite ora perché sono arrabbiata e angosciata allo stesso tempo: ho tutt'altro a cui pensare e mi ritrovo in questo casino...... le guerre le faccio per la salute e la serenità di mio figlio, non per il lavoro........
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8318
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: RITORSIONI DIDATTICHE PRESIDE (mobbing)   Dom Ott 27, 2013 7:08 pm

d'accordo, capisco che non sai cosa fare, ma non è che hai molte possibilità-

A mio parere, e scusami se insisto. O non fai nulla, perchè scrivere quello che vorresti tu non ti serve certo a pararti da future ritorsioni. O vai direttamente al sodo e sostenuta dai sindacati, visto che l'avvocato è davvero costoso (hai preso in considerazione eventualmente il gratuito patrocinio?) e cerchi di ottenere giustizia. Che non otterrai quest'anno.

Porcheria per porcheria, così, una domandina che devi cercare di capire nel suo significato recondito:
la gravidanza procede bene? Non è che ti angoscia tanto questa situazione che proprio psicologicamente non puoi affrontarla e per il bene di tuo figlio devi stare lontana perchè te lo suggerisce il medico, naturalmente.

(la gravidanza deve procedere benissimo e il tuo bambino non ne soffre, stai tranquilla, ma questo il preside non lo saprebbe)
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
paniscus



Messaggi : 1607
Data d'iscrizione : 27.04.12

MessaggioOggetto: Re: RITORSIONI DIDATTICHE PRESIDE (mobbing)   Dom Ott 27, 2013 7:40 pm

Iliuska ha scritto:
difficoltà familiari, avendo adottato da poco un bambino che rientra nelle Special Need Adoptions (il preside ne è informato)... Vuoi sapere come risponde? Si gira verso la collega di mate che è coordinatrice in un'altra classe e le chiede se il fatto di avere due figli, anziché uno come me, le impedisce di fare la coordinatrice.
Diciamo che anche la collega è stata una bella cafona ad avallare una provocazione del genere... io al suo posto, come minimo, l'avrei fermamente invitato, con tono più gelido possibile, di lasciar fuori la mia famiglia da tali discussioni.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: RITORSIONI DIDATTICHE PRESIDE (mobbing)   Dom Ott 27, 2013 8:28 pm

Grazie Paniscus che hai centrato almeno uno dei problemi ....... certo la collega nn è stata simpatica e anche la collega precaria nominata dalla scuola e amica del preside che ha subito accettato le ore di italiano con una presunzione senza pari non è stata corretta per nulla........ Personalmente sia da precaria, sia ora che sono di ruolo, mi metto sempre da una parte e porto sempre il massimo rispetto verso chi ha più esperienza di me........ certamente né da precaria, né ora che sono di ruolo mi schiererei mai apertamente contro uno o l'altro ........
Per Irene: mi pare che tu, scusami se te lo dico, continui a non voler comprendere: non c'è nessuna gravidanza ...... ho adottato un bambino di Chernobyl, con annessi e connessi del caso: magari prima di pontificare sul perchè non ho accettato con gentilezza di fare il coordinatore bisognerebbe conoscere tutti i problemi che ognuno di noi può avere........ Se poi ti pare poco avere questo problema del giovedì....... quando ho guai e problemi molto più seri da risolvere per mio figlio .......
Sono sempre più convinta che far presente per iscritto l'assurdità e anche la discriminazione di una scelta che spetta per legge al dirigente mi tornerà utile quando il giovedì arriverò in ritardo ..... In ultimo informo che i genitori della classe in cui mi è stato tolto italiano si stanno lamentando degli insegnanti .......
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8318
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: RITORSIONI DIDATTICHE PRESIDE (mobbing)   Dom Ott 27, 2013 8:42 pm

guarda che non ho pontificato affatto sul perchè non hai accettato.
Avevo detto che ne avevi tutto il diritto.
No, in effetti non avevo capito che avevi adottato, scusami.

Non mi pare poco che tu abbia questi problemi ma continui a dire cosa faccio. Cos apuoi fare ti è stato detto più volte da tutti: proprio poco.

Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: RITORSIONI DIDATTICHE PRESIDE (mobbing)   Dom Ott 27, 2013 8:54 pm

Scusami Irene, non volevo polemizzare, ma usi toni che mi sembrano poco sereni ...
Cosa fare l'ho pensato: pigliarmi per tutto l'anno lettere di richiamo una dopo l'altra per il ritardo del giovedì...
Oltre a questo e proprio per pararmi il di dietro stante la situazione kakfkiana, sto chiedendo se si può pensare a un testo di una lettera in cui almeno sottolineo che la decisione del dirigente, che per legge è di suo esclusivo potere, POTREBBE APPARIRE (vorrei usare il condizionale) non proprio così appropriata a gestire al meglio le risorse umane .....
Non è che chiedo come un automa cosa fare ..... chiedo se i moderatori o altri, potrebbero aiutarmi a mettere giù un piccolo testo in cui almeno faccio rilevare che la scelta è alquanto discriminante e non realizzabile ......
PRIMA QUALCUNO HA PARLATO DI REGOLAMENTO COLLEGIALE AL QUALE CI SI DEVE RIFARE: mi pare che per l'orario, quantomeno, il dirigente debba seguire dei criteri che sono fissati lì .......Forse potrei citare quelli e il FORSE MANCATO rispetto degli stessi ........
IO credo che se non faccio quantomeno rilevare che questa decisione comporta dei problemi oggetti e mi discrimina (usando il condizionale e tutte le formule per evitare di prendermi una denuncia per falso o diffamazione) quando arriverò in ritardo e mi prenderò le lettere di richiamo non avrò nessuna giustificazione valida........
Sto chiedendo aiuto in questo senso, mi spiace essere stata fraintesa.......
Cara Irene, non hai nessun bisogno di scusarti .......
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8318
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: RITORSIONI DIDATTICHE PRESIDE (mobbing)   Dom Ott 27, 2013 9:09 pm

Equivoco chiarito :-)

Ho capito ora perchè vuoi fare la lettera e forse non hai torto.
Pensi che con l'orario che ti è stato programmato ora non riuscirai sempre ad arrivare in tempo e temi i richiami quindi desideri un documento che ne spieghi la ragione.

Senza tante polemiche con il ds, allora, potresti semplicemente dire che prendi atto della sua decisione alla quale è autorizzato in base alla legge che ti ha citato.
che rilevi però che tale decisione non ha tenuto conto dei parametri oggettivi considerati invece in precedenza e che questo potrà pregiudicare, per cause di forza maggiore, la tua presa di servizio puntuale. Qualora ciò dovesse avvenire e dovesse causare l'emanazione di richiami da parte della dirigenza ti riservi di far verificare a chi di dovere le motivazioni che hanno suggerito la decisione.

Ora l'ho messa giu in fretta e c'è da ripensarci ma credo che la linea da seguire potrebbe essere questa
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
fradacla
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 16428
Data d'iscrizione : 24.08.10

MessaggioOggetto: Re: RITORSIONI DIDATTICHE PRESIDE (mobbing)   Dom Ott 27, 2013 9:16 pm

Iliuska ha scritto:

Questo preside è molto noto per il suo carattere e per i modi: ha già diverse cause che gli hanno mosso diversi insegnanti nella sede attuale e nella sede dove era prima. Un sindacato la combatte colpo su colpo, un sindacato che è rappresentato da una persona più mite, cerca di mediare (credo che sia giustissimo)... quest'ultimo sindacalista più accomodante è già intervenuto diverse volte dall'inizio dell'anno.

Purtroppo la Dirigenza talvolta è stata attribuita a persone che non avevano nemmeno i requisiti minimi per fare l'insegnante, figuriamoci per organizzare un ufficio. Superare un concorso non basta.
Ho raccontato altrove di aver avuto un'esperienza simile alla tua; lo sforzo di controllare la mia reazione a scuola mi provocò a casa una crisi isterica che spaventò i miei figli. Quindi so di cosa parli. :-)  


Si gira verso la collega di mate che è coordinatrice in un'altra classe e le chiede se il fatto di avere due figli, anziché uno come me, le impedisce di fare la coordinatrice.

La presenza di pusillanimi (uso un termine neutro...) come la tua collega è il vero problema: se un Collegio Docenti fosse compatto, certi DS avrebbero vita molto difficile. Quello a cui ho accennato prima presiedeva un CD prevalentemente maschile, quasi un centinaio di persone, ma la maggior parte aspettava che mi alzassi io a puntualizzare e, nel frattempo, teneva la testa bassa :-(

Non mi pare che io abbia iniziato nessuna guerra ... o di non essere disponibile: sono materialmente impossibilitata a fare anche un minuto in più, anche se mi farebbe comodo prendermi ore o progetti per rimpinguare lo stipendio ...
Mi spiace tu possa pensare che io sia stata aggressiva, perché così non è stato

Quando ho fatto certe osservazioni, che comunque non erano critiche nei tuoi confronti (cercavo piuttosto di suggerirti un approccio diverso) non conoscevo i dettagli. Il tuo resoconto era fatto di no secchi.. :-))


non mi pare di aver fatto polemica, né di aver raccolto la provocazione umiliante del dirigente sul numero di figli..... una persona può avere un figlio e avere una montagna di problemi, un'altra può averne tre e non avere nessuna preoccupazione.....

Infatti quell'osservazione è stata proprio meschina. Una soddisfazione però me la toglierei: alla prima occasione, in sala professori o in corridoio, curando che ci siano molte persone presenti, farei notare alla collega che il suo comportamento è stato codardo. Ci vuole però un saldo controllo dei nervi per non farsi trascinare oltre :-)

anche se secondo me è bene che mi garantisca da altre future ritorsioni cominciando a scrivere che la gestione delle risorse umane spetta certamente al preside, ma che la scelta che è stata fatta POTREBBE APPARIRE  discriminante e umiliante perché penalizza la sottoscritta per la didattica, per i titoli, per la continuità a favore di una persona meno titolata ecc.... e ciò POTREBBE APPARARIRE come mobbing.......

Se non vuoi, o non puoi, far scrivere la tua lettera di rimostranze da un legale, lascia perdere: saresti sul filo del rasoio, nel senso che un dettaglio, un termine invece di un altro, potrebbero offrire il fianco ad accuse di diffamazione. Dato il soggetto, non mi stupirei.


.. le guerre le faccio per la salute e la serenità di mio figlio, non per il lavoro........

I miei migliori auguri per lui :-)

Tornare in alto Andare in basso
fradacla
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 16428
Data d'iscrizione : 24.08.10

MessaggioOggetto: Re: RITORSIONI DIDATTICHE PRESIDE (mobbing)   Dom Ott 27, 2013 9:22 pm

Ho letto adesso le tue ulteriori osservazioni: per la questione dell'orario nel giorno in cui hai due scuole, puoi tranquillamente scrivere una lettera, nella quale con tono neutro osservi che il nuovo orario ti rende impossibile raggiungere la scuola in tempo utile, data la mancanza di mezzi pubblici in quella fascia oraria.

Ho letto che con l'altro DS hai un buon rapporto: perché non ti rivolgi a lui per un consiglio su come procedere?
Tornare in alto Andare in basso
Paolo Santaniello



Messaggi : 1778
Data d'iscrizione : 15.09.13

MessaggioOggetto: Re: RITORSIONI DIDATTICHE PRESIDE (mobbing)   Dom Ott 27, 2013 9:37 pm

Ora, con qualche dettaglio in più, è abbastanza chiaro come sono andate le cose... permettimi di sintetizzare:

Il preside ti ha fatto "una proposta che non si può rifiutare" e tu non te ne sei accorta, hai pensato di poter rifiutare. Ti sbagliavi, non potevi!
Tornare in alto Andare in basso
balanzoneXXI



Messaggi : 663
Data d'iscrizione : 21.09.13

MessaggioOggetto: Re: RITORSIONI DIDATTICHE PRESIDE (mobbing)   Dom Ott 27, 2013 11:45 pm

Paolo Santaniello ha scritto:
balanzoneXXI ha scritto:
l'avrei fatto perché  , per quanto mi riguarda, preferisco iniziare "guerre"  (lunghe, costose e senza la garanzia di vittoria)   con il Capo per motivi ben più gravi (che per fortuna finora non si sono verificati).
Eppure il fatto di rifiutare un coordinamento non dovrebbe automaticamente significare "iniziare la guerra col capo"!!!
Io quest'anno l'ho fatto ( = ho rifiutato di fare il coordinatore di classe, per la prima volta nella mia carriera) eppure non è scoppiata nessuna guerra. L'incarico è stato preso da qualcun altro.
Il mio dirigente sarà sicuramente una persona molto più seria, ma a me pare semplicemente "normale" che gli incarichi extra li fa chi li vuole fare... senza dover per forza farla diventare una battaglia...

Così dovrebbe essere se il mondo andasse come dovrebbe andare.

Agli esseri umani garba poco sentirsi dire no, ai capintesta garba ancora meno.

A parte la laesa maiestatis "diretta" ("non lo faccio"), se tutti i docenti si rifiutano di coordinare, il dirigente dovrà spiegare ai rappresentanti dei genitori perché proprio i prof della loro classe sono così poco collaborativi e come mai lui non riesce ad imporre la sua volontà; un altro "vulnus" alla sua Dignità Dirigenziale.

Il tuo dirigente sarà una persona più seria, ma forse l'avrebbe presa meno bene se non fosse riuscito a trovare qualche altro.
Tornare in alto Andare in basso
balanzoneXXI



Messaggi : 663
Data d'iscrizione : 21.09.13

MessaggioOggetto: Re: RITORSIONI DIDATTICHE PRESIDE (mobbing)   Lun Ott 28, 2013 12:28 am

"Per quanto riguarda i sindacati: devo dirti che ci credo poco e niente, tanto che non sono iscritta
--- Per l'avvocato, se chi me lo suggerisce, in buona fede e lo ringrazio, ci mette i soldi ....... io preferisco spenderli per curare mio figlio.."


Nei sindacati non ci credi (e ti capisco).

L'avvocato lo prenderesti solo se lo pagasse chi te lo suggerisce .

allora stacci e mettiti il cuore in pace.

Prima chiedi consigli e poi fai battute su chi te li dà.

Non è un atteggiamento "costruttivo", come si suol dire.


Se vuoi iniziare un contenzioso legale
con il tuo "superiore" , hai da pagare, almeno in prima battuta.
Se vinci, puoi ottenere un risarcimento più o meno congruo.

Del resto anche l'avvocato del sindacato si paga.

Che significa "in buona fede"?

Cosa ci guadagno io se tu ti rivolgi a un legale?

al di là dei diritti solennemente proclamati ci sono i reali rapporti di forza tra lavoratori e padroni (o rappresentanti del "padrone", nel nostro caso lo stato).

Certo , se di fronte ad un sopruso del preside contro un docente tutti i colleghi e la RSU insorgessero come un sol uomo, le cose sarebbero ben diverse.Purtroppo mi sembra che ciò avvenga molto di rado, forse mai.
Tornare in alto Andare in basso
angie



Messaggi : 2469
Data d'iscrizione : 01.10.09

MessaggioOggetto: Re: RITORSIONI DIDATTICHE PRESIDE (mobbing)   Lun Ott 28, 2013 8:58 am

balanzoneXXI ha scritto:
Paolo Santaniello ha scritto:
Tu docente hai il diritto di rifiutare l'incarico di coordinatore.
Il dirigente ha il diritto di fare le cattedre come vuole.

L'unica cosa che non si "potrebbe" fare è quella di minacciare ritorsioni, se lo ha fatto e ne hai le prove puoi tentare di procedere in tal senso, ma senza l'appoggio molto solido di un sindacato non otterrai comunque nulla.

Giusto per chiarire: se di fare il coordinatore si rifiutano tutti, che sarà mai? Non succede niente, tutt'al più devono alternarsi a scrivere il verbale, unica cosa davvero necessaria... tutte le altre "attività di coordinamento" sono grossomodo aria fritta...
Giusto, però va precisato che il verbale lo fa il segretario non il coordinatore.

Non è sempre così, per es. io faccio il coordinatore e pure il segretario.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: RITORSIONI DIDATTICHE PRESIDE (mobbing)   Lun Ott 28, 2013 12:53 pm

Leggendo un po' di risposte dei moderatori sul forum ho trovato questo:
Cosa dice l'art. 17 del DPR 3/57?
“L'impiegato, al quale dal proprio superiore venga impartito un ordine che egli ritenga palesemente illegittimo, deve farne rimostranza allo stesso superiore, dichiarandone le ragioni. Se l'ordine è rinnovato per iscritto, l'impiegato ha il dovere di darvi esecuzione”.

Potrei utilizzarlo???????????Quanto meno per farmi mettere per iscritto il cambiamento della materia e dell'orario e soprattutto LE MOTIVAZIONI ......
Non so se può fare al caso mio........
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: RITORSIONI DIDATTICHE PRESIDE (mobbing)   Lun Ott 28, 2013 1:03 pm

Ho trovato anche questo su Google digitando Decreto L.vo 150/09.......
Alcuni dirigenti scolastici hanno avviato le trattative affermando, spesso in forma orale, meno frequentemente in forma scritta, che per effetto dell´entrata in vigore del D. Lgs 150/09 sono state modificati gli ambiti di intervento riservati alla contrattazione e, nello specifico della scuola pubblica statale, sono state modificate le materie oggetto di contrattazione integrativa d´istituto già regolata dalle disposizioni contenute nell´art.6, punto 2 del CCNL. Questi stessi Dirigenti ritengono che siano estendibili anche alle istituzioni scolastiche, le norme che riguardano l´organizzazione degli uffici e la gestione del personale senza considerare che le stesse non venivano contrattate.

Secondo le disposizioni contrattuali, è evidente che oggetto della contrattazione integrativa di istituto sono le modalità di utilizzazione del personale e i criteri riguardanti la assegnazione del personale docente, educativo e Ata alle sezioni staccate e ai plessi, nonché le ricadute sull´organizzazione del lavoro e del servizio derivanti dell´integrazione delle prestazioni legate alla definizione dell´unità didattica. In questi casi, il Dirigente Scolastico agisce non attraverso l´esercizio di un potere esclusivo e discrezionale, ma solo
dopo aver ricevuto pareri e criteri da altri organi.

Gli obblighi e le procedure contenute sul contratto nazionale e nei contratti integrativi devono, quindi, essere rispettati per il fatto che non sono state modificate le competenze di questi organi e che non è stato ancora sottoscritto il nuovo contratto di lavoro collettivo che disciplina la materia. Si vuole, inoltre, ricordare che le disposizioni contenute all´art.7 e all´art.10 del D. Lgs 297/94, che elenca le competenze del C.D. e del C.I. non sono state abolite; si vuole altresì ricordare che è rimasto in vigore anche l´art.16 del D. Lgs 275/99 il quale fa riferimento al fatto che il Dirigente Scolastico esercita le sue prerogative nel rispetto delle competenze degli organi collegiali.
Tornare in alto Andare in basso
balanzoneXXI



Messaggi : 663
Data d'iscrizione : 21.09.13

MessaggioOggetto: Re: RITORSIONI DIDATTICHE PRESIDE (mobbing)   Lun Ott 28, 2013 1:08 pm

angie ha scritto:
balanzoneXXI ha scritto:
Paolo Santaniello ha scritto:
Tu docente hai il diritto di rifiutare l'incarico di coordinatore.
Il dirigente ha il diritto di fare le cattedre come vuole.

L'unica cosa che non si "potrebbe" fare è quella di minacciare ritorsioni, se lo ha fatto e ne hai le prove puoi tentare di procedere in tal senso, ma senza l'appoggio molto solido di un sindacato non otterrai comunque nulla.

Giusto per chiarire: se di fare il coordinatore si rifiutano tutti, che sarà mai? Non succede niente, tutt'al più devono alternarsi a scrivere il verbale, unica cosa davvero necessaria... tutte le altre "attività di coordinamento" sono grossomodo aria fritta...
Giusto, però va precisato che il verbale lo fa il segretario non il coordinatore.

Non è sempre così, per es. io faccio il coordinatore e pure il segretario.

Quindi ti sobbarchi una doppia seccatura?

Io protesterei , ma se a te garba....
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: RITORSIONI DIDATTICHE PRESIDE (mobbing)   Lun Ott 28, 2013 3:48 pm

emica sull'accettazione o meno della delega di coordinatore a parte, sulla quale mi pare ognuno si sia espresso... su questo D. L.vo 150/09 si riesce a sapere qualcosa di più?????????
sto può essere utile a dire che la gestione delle risorse umane va anche un attimo pensata dal Dirigente?????????? Penso che possa interessare ognuno di noi ......
---Secondo le disposizioni contrattuali, è evidente che oggetto della contrattazione integrativa di istituto sono le modalità di utilizzazione del personale e i criteri riguardanti la assegnazione del personale docente, educativo e Ata alle sezioni staccate e ai plessi, nonché le ricadute sull´organizzazione del lavoro e del servizio derivanti dell´integrazione delle prestazioni legate alla definizione dell´unità didattica. In questi casi, il Dirigente Scolastico agisce non attraverso l´esercizio di un potere esclusivo e discrezionale, ma solo
dopo aver ricevuto pareri e criteri da altri organi-------
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8318
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: RITORSIONI DIDATTICHE PRESIDE (mobbing)   Lun Ott 28, 2013 4:26 pm

Dal Sito dell'associazione Nazionale Dirigenti e alta professionalità della scuola

"Risposta

Il Piano annuale delle attività del personale docente, dopo le modifiche introdotte dal D.Lgs 150/09 agli articoli 5 comma 2 e 40 comma 1 del D.Lgs 165/01, non può più essere sottoposto a delibera di approvazione da parte del collegio docenti, come previsto dal CCNL all’art. 28 comma 4, in quanto rientra a pieno titolo nelle competenze che la legge, norma imperativa e inderogabile, assegna in via esclusiva al dirigente. Questo non esclude l’opportunità che il dirigente si confronti con il collegio in merito ad aspetti organizzativi che hanno una diretta influenza sull’offerta formativa e che tenga conto delle proposte che lo stesso è titolato ad avanzare, ma il Piano annuale non può essere adottato altro che con atto gestionale del dirigente.

Così avveniva, ancor prima della riforma “Brunetta”, anche per il Piano annuale di servizio del personale ATA, predisposto dal DSGA in base alle direttive impartite dal dirigente e adottato formalmente da quest’ultimo con determina dirigenziale.

Rispetto ai due Piani di attività e alle altre decisioni di carattere organizzativo-gestionale il dirigente è sottoposto al dovere di fornire informazione alla parte sindacale."

Iliuska, è assolutamente certo che il dirigente ha facoltà di fare quello che ha fatto (almeno in prima battuta) è altresì certo che gli ordini di servizio (e il cambiamento del tuo orario è un ordine di servizio) vadano redatti in forma scritta.
Chiedi al dirigente di dartene notifica in questo modo e alla notifica risponderai che visti i cambiamenti avvenuti in corso d'anno che non hanno tenuto presente i parametri che avevi comunicato non garantisci la tua puntuale presa di servizio il giovedì.

Più di questo credo tu non possa fare.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
 
RITORSIONI DIDATTICHE PRESIDE (mobbing)
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 2 di 3Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3  Seguente
 Argomenti simili
-
» gravidanza e mobbing al lavoro
» Aiutatemi conflitto con preside
» Il preside ha minacciato di togliermi la supplenza.
» un preside può interrogare e valutare?
» chi manda la visita fiscale?

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: