Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 secondo voi questa mia collega fa bene a comportarsi così?

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4
AutoreMessaggio
samuelescuola



Messaggi : 505
Data d'iscrizione : 06.09.12

MessaggioOggetto: secondo voi questa mia collega fa bene a comportarsi così?   Mer Ott 30, 2013 11:05 pm

Promemoria primo messaggio :

In una discussione di qualche giorno fa ho parlato della mia giovane collega di francese che sta avendo problemi a tenere la disciplina nella sua terza media, anche a mio avviso a causa di genitori supponenti ed arroganti e di un preside incapace di farsi rispettare dagli alunni e dai genitori...
Accade sempre più spesso che nelle ore pomeridiane in quella classe, tra l'altro molto numerosa ci sia un caos tale che sentiamo anche noi nelle classi vicine. La coordinatrice della classe non interviene mai nemmeno quando la collega fa le sue rimostranze, non capisco cosa ci stia a fare. Nel nostro plesso il dirigente non viene sempre perchè è di solito sempre nella sede centrale, quindi non essendoci un responsabile del plesso da noi, sono i coordinatori che devono fare una ramanzina temporanea agli alunni quando avvengono cose gravi e si trovano delle note sui registri. Ma la collega, appunto, è sorda da quell'orecchio.
Invece la collega di arte esce dalla sua classe, entra nella classe della collega e urla con i ragazzi come una pazza perchè, dice, non riesce a far lezione con il caos che fanno. I ragazzi per un po' tacciono perchè la docente di arte è una donna vicina alla pensione con la stazza di una lottatrice di smack down e la considerano una mezza matta ...in effetti quindi quel che fa ha un effetto positivo, almeno temporaneamente...ma secondo voi fa bene a comportarsi così? Io non sono così cattivo ma anche se avessi questa "reputazione" non andrei nella classe della collega a fare piazzate perchè non vorrei che lei se la prendesse o che lei perdesse ancora più la faccia se deve intervenire qualche altro docente...
Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
samuelescuola



Messaggi : 505
Data d'iscrizione : 06.09.12

MessaggioOggetto: Re: secondo voi questa mia collega fa bene a comportarsi così?   Lun Nov 11, 2013 10:19 pm

balanzoneXXI ha scritto:

"Non si può insegnare bene con la semplice laurea".

Finalmente abbiamo individuato il problema numero uno della società italiana fino al 2001.


Infatti la scuola italiana funzionava , evidentemente male, grazie ai non abilitati (in casi estremi ma non eccezionali senza neanche la laurea prescritta, non essendoci abbastanza laureati).

Evidentemente bisognava  aver letto Pestalozzi o Montessori per comprendere che un bambino non capisce meglio  l'aritmetica o l'analisi logica se gli urli  nelle orecchie.

Bisogna anche chiarire  che gli abilitati pre-sissis  erano ,nel migliore dei casi, vincitori di concorsi ordinari.  Tali concorsi erano piuttosto severi(da qui il gran numero di insegnanti non abilitati)  e miravano ad accertare, soprattutto nelle superiori,più la preparazione culturale che quella didattica, anch'essa ,del resto, teorica.

Si riteneva che una buona conoscenza delle materie insegnate, purché integrata da buon senso e buona volontà , fosse sufficiente.

Purtroppo  un approccio classista piuttosto che un difetto di nozioni didattiche ostacolava spesso l'azione educativa degli insegnanti "dantan", le cosiddette "vestali della borghesia".

Inoltre non pochi  insegnanti abusavano  del loro  potere , al punto che nella scuola elementare e medie non erano eccezionali  i casi di insegnanti maneschi ( io ne ho avuto qualcuno anche se coppini non ne ho mai presi, essendo un alunno "regolare" :-) ).

Ci vuole la Sissis  per capire che picchiare un alunno è un atto degradante oltre che proibito (da sempre) dal nostro ordinamento scolastico?

Tuttavia un sistema che tollera questi abusi   o addirittura li consente (come quello britannico fino a
pochi anni fa) funzione pur meglio di uno dove , con geniale mossa strategica, si è deciso di capovolgere la situazione.

Ergo una scuola dove il Mob detta  legge sul derelitto insegnante  è destinata al Caos , che ingoia soprattutto i rampolli delle classi subalterne.

Mah...certe storie mi riportano alla mente alcuni passi di Dickens...
Picchiare un alunno, così come picchiare chiunque, è un reato e quindi va da sè che è un atto negativo e da non fare, credevo che chiunque dotato di un minimo di intelligenze ci potesse arrivare senza frequentare dei corsi appositi.
Anche picchiare un docente dovrebbe essere considerato allo stesso modo ma a quanto pare non è così.
Parlando con la madre di un mio amico, docente ormai in pensione, ho scoperto che ai suoi tempi esistevano i cosiddetti "corsi di aggiornamento" e a giudicare di quel che mi ha raccontato erano senza dubbio molto più utili delle SISS.
Ma tra picchiare gli alunni e mettersi il naso rosso e fare il clown del circo pur di evitare che facciano tutto quel che gli pare e trasformarsi in scendiletto per DS e genitori c'è anche la via di mezzo.




















Tornare in alto Andare in basso
balanzoneXXI



Messaggi : 662
Data d'iscrizione : 21.09.13

MessaggioOggetto: Re: secondo voi questa mia collega fa bene a comportarsi così?   Lun Nov 11, 2013 10:23 pm

samuelescuola ha scritto:
laylac ha scritto:
Perché infatti, sempre da insegnante di sostegno che (come te) sta molto in classe,  non ho mai incontrato insegnanti abilitati in difficoltà a gestire classi difficili ! Ma dai...dici di averne osservati tanti ma non srmbra proprio !
Io ho incontrato anche docenti di ruolo sbeffeggiati dagli alunni
Verissimo, anzi per il supplente è più facile scegliere di non avere più a che fare con una certa classe o con un certo dirigente.

Essendo praticamente scomparse le supplenze brevi, l'insegnante precario è uno che mette i voti esattamente come quello di ruolo.

Questa è l'unica cosa che conta , quando conta.
Tornare in alto Andare in basso
balanzoneXXI



Messaggi : 662
Data d'iscrizione : 21.09.13

MessaggioOggetto: Re: secondo voi questa mia collega fa bene a comportarsi così?   Lun Nov 11, 2013 10:31 pm

samuelescuola ha scritto:
scusate, mi sfugge la sottile ironia tra di voi, balanzone e lucetta, ma a me , senza abilitazione ancora e senza concorsi, risulta che Pasolini sia morto nel 1975.
La mia domanda voleva raccogliere dei pareri tra i colleghi su una situazione che sembra essere abbastanza comune nella scuola odierna non farvi litigare tra voi e denigrare reciprocamente la vostra professionalità.
Anche a me risulta che sia morto nel novembre '75; sono dunque  passati  trentotto anni, se le mie reminiscenze di aritmetica elementare non m'ingannano.
Non sarò stato troppo pedante nel farlo notare, io che abito e lavoro nel paese del "pressapoco" ? :-).


Comunque io non ho denigrato la professionalità di nessuno.
Tornare in alto Andare in basso
samuelescuola



Messaggi : 505
Data d'iscrizione : 06.09.12

MessaggioOggetto: Re: secondo voi questa mia collega fa bene a comportarsi così?   Lun Nov 11, 2013 10:44 pm

laclefdesonges ha scritto:
beata lei, la mia collega di inglese lottatrice di smack down invece le piazzate le fa a me entrando nell'aula sbraitante quando per errore (non si sente la campanella in aula video) è capitato che ho trattenuto tre minuti in più gli alunni che devono fare "Scèspiiiir", e quando per risolvere un problema con un'altra classe, ho ritardato di 4 minuti il mio arrivo nella classe :-D ....
Poi puntualmente dice "non ce l'ho con te, ma con la classe". Devo ammettere che mi fa ridere, è folkloristica.
La scuola è anche questo, il collega isterico ci sta tutto :-D !



Durante la mia prima supplenza una collega era preda di lexotan e altri antidepressivi ed era isterica e pazza...
Ma la domanda era se questo comportamento è di aiuto o meno
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5335
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: secondo voi questa mia collega fa bene a comportarsi così?   Mar Nov 12, 2013 10:22 am

samuelescuola ha scritto:
lucetta10 ha scritto:
Ti avverto che Pasolini è morto da 40 anni e la sua profezia si è avverata da almeno 20: le vestali della borghesia hanno vinto e sono morte "la classe lavoratrice" i "sottoproletari", la "borghesia" stessa. E' finito perfino il postmoderno... figurati!
Per una analisi sociologica più à la page suggerisco: "precario", "bamboccione" (ma mi sa che anche questo è un po' desueto), "globalizzazione", sono incerta se "società liquida" si blateri ancora...

Visto che tu non hai frequentato la SSIS ma ne sai tanto, mi permetto di sghignazzare sul fatto che i vecchi concorsi fossero delle forche caudine. Sarà per questo che, dopo decenni, ancora non si esauriscono le batterie degli abilitati?
Conosco decine di docenti abilitati che hanno fatto molta pratica in classe ben prima dell'abilitazione che mi hanno detto che la SISS è una perdita di tempo e di soldi (cito testualmente "una tangente vera e propria che lo Stato chiede ai docenti che vogliono lavorare ") che per fortuna avevano già avuto esperienza diretta prima perchè la SISS non gli ha dato niente più della laurea e niente più di quello che già sapevano,  e che i sistemi che vengono proposti per tenere le classi il più delle volte alla prova dei fatti  NON FUNZIONANO .  Infatti hanno poi elaborato loro, sulla base della loro esperienza pregressa delle strategie.
La SSIS non gli ha dato nulla in più della laurea! E in cosa si sono laureati? Con tutti i limiti (folklore, scorrettezza di docenti universitari che si riciclavano i corsi per i laureandi come fossero davanti a una platea di pivellini, a volte addirittura accanimento terapeutico) della SSIS, che non voglio nascondere, in DUE anni di corso io ho seguito lezioni di psicologia, pedagogia, valutazione, legislazione scolastica, progettazione didattica, tutte cose irrinunciabili nella scuola di oggi e che ti assicuro, con la laurea in lettere non avevo mai affrontato, e non credo sia stato diverso per chi ha una laurea in biologia, matematica o architettura.
Conosco bene l'atteggiamento di sufficienza che molti hanno nella scuola nei confronti di chi ha frequentato la SSIS, e capisco la tentazione umanissima di svalutate un lunghissimo percorso biennale bollandolo come inutile, tanto per non rimanere indietro (frequentissima è la contestazione di chi non è riuscito a entrare alla SSIS per un lustro - tanto un PAS non si nega a nessuno! - e strombazza che "è un magna magna").
Ma tanto per chiarire, e non de relato ma per esperienza personale. Mai mi sono stati proposti "sistemi" per tenere la classe. Strategie sì: alcune inutili e addirittura risibili, altre, in certi contesti, francamente interessanti (ho applicato alcune strategie gruppali che ho imparato con un discreto successo), sta all'intelligenza di ognuno adoperarli e calibrarli, conoscerli non fa certo male, aiuta almeno a criticarli con cognizione di causa. I tuoi colleghi avranno pure elaborato le loro strategie dimentichi degli inutili anni tra i banchi ssis, ma questa estemporaneità non mi convince, la trovo provvisoria e improvvisata e mi permetto sommessamente di dubitarne.
Grazie alla SSIS, almeno non vado in giro, come fanno molti colleghi, a questuare una programmazione (sempre quella mi raccomando!) o a vergarne i timidi caratteri scopiazzati e privi di significato su patetici foglietti di tristezza!  
Con i sentito dire non si va molto avanti, e, come dici giustamente tu, nemmeno denigrando la professionalità altrui o i percorsi differenziati che ci sono nella scuola: divide et impera!
Almeno però siamo passati dalla svalutazione dei precari non abilitati a quella dei sissini: stiamo risalendo la catena alimentare! Fedup, torna, ora siamo nella stessa squadra!


Ultima modifica di lucetta10 il Mar Nov 12, 2013 10:36 am, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
samuelescuola



Messaggi : 505
Data d'iscrizione : 06.09.12

MessaggioOggetto: Re: secondo voi questa mia collega fa bene a comportarsi così?   Mar Nov 12, 2013 12:38 pm

Forse ti sfugge il fatto che ci sono persone che certi argomenti li hanno già incontrati all'università. E che sentirsi proporre di rifarli è svilente oltre che ridicolo.
Comunque ribadisco: non conosco un solo docente che mi abbia detto : la SISS mi è stata utile in questo o in quello e che non mi abbia invece detto: ho pagato 1500 euro per ripetere cose fatte e strafatte all'università, perdere un sacco di tempo, perdere dei guadagni poiché con la rottura dell'obbligo di frequenza (per argomenti non nuovi ma stranoti) non ho potuto lavorare o ho dovuto lavorare scegliendo orari ridotti.
Sinceramente io pur senza SISS non ho mai dovuto elemosinare alcuna programmazione e sono sempre riuscito a cavarmela da solo, pur cambiando ogni anno classe, ordine di scuola (a volte anche materia di insegnamento dato che posso insegnare in diverse classi di concorso) o indirizzo e soprattutto testi e materiali didattici. Sono un genio??? Non credo proprio...
Qui nessuno sta svalutando chi ha frequentato la SISS e se hai letto bene le critiche vengono da persone che l'hanno fatta ma ovviamente hanno anche avuto capacità di giudizio e quindi l'hanno definita per quello che è.
Tu invece ti permetti di sghignazzare dei concorsi fatti da altri...



lucetta10 ha scritto:
samuelescuola ha scritto:
lucetta10 ha scritto:
Ti avverto che Pasolini è morto da 40 anni e la sua profezia si è avverata da almeno 20: le vestali della borghesia hanno vinto e sono morte "la classe lavoratrice" i "sottoproletari", la "borghesia" stessa. E' finito perfino il postmoderno... figurati!
Per una analisi sociologica più à la page suggerisco: "precario", "bamboccione" (ma mi sa che anche questo è un po' desueto), "globalizzazione", sono incerta se "società liquida" si blateri ancora...

Visto che tu non hai frequentato la SSIS ma ne sai tanto, mi permetto di sghignazzare sul fatto che i vecchi concorsi fossero delle forche caudine. Sarà per questo che, dopo decenni, ancora non si esauriscono le batterie degli abilitati?
Conosco decine di docenti abilitati che hanno fatto molta pratica in classe ben prima dell'abilitazione che mi hanno detto che la SISS è una perdita di tempo e di soldi (cito testualmente "una tangente vera e propria che lo Stato chiede ai docenti che vogliono lavorare ") che per fortuna avevano già avuto esperienza diretta prima perchè la SISS non gli ha dato niente più della laurea e niente più di quello che già sapevano,  e che i sistemi che vengono proposti per tenere le classi il più delle volte alla prova dei fatti  NON FUNZIONANO .  Infatti hanno poi elaborato loro, sulla base della loro esperienza pregressa delle strategie.
La SSIS non gli ha dato nulla in più della laurea! E in cosa si sono laureati? Con tutti i limiti (folklore, scorrettezza di docenti universitari che si riciclavano i corsi per i laureandi come fossero davanti a una platea di pivellini, a volte addirittura accanimento terapeutico) della SSIS, che non voglio nascondere, in DUE anni di corso io ho seguito lezioni di psicologia, pedagogia, valutazione, legislazione scolastica, progettazione didattica, tutte cose irrinunciabili nella scuola di oggi e che ti assicuro, con la laurea in lettere non avevo mai affrontato, e non credo sia stato diverso per chi ha una laurea in biologia, matematica o architettura.
Conosco bene l'atteggiamento di sufficienza che molti hanno nella scuola nei confronti di chi ha frequentato la SSIS, e capisco la tentazione umanissima di svalutate un lunghissimo percorso biennale bollandolo come inutile, tanto per non rimanere indietro (frequentissima è la contestazione di chi non è riuscito a entrare alla SSIS per un lustro - tanto un PAS non si nega a nessuno! - e strombazza che "è un magna magna").
Ma tanto per chiarire, e non de relato ma per esperienza personale. Mai mi sono stati proposti "sistemi" per tenere la classe. Strategie sì: alcune inutili e addirittura risibili, altre, in certi contesti, francamente interessanti (ho applicato alcune strategie gruppali che ho imparato con un discreto successo), sta all'intelligenza di ognuno adoperarli e calibrarli, conoscerli non fa certo male, aiuta almeno a criticarli con cognizione di causa. I tuoi colleghi avranno pure elaborato le loro strategie dimentichi degli inutili anni tra i banchi ssis, ma questa estemporaneità non mi convince, la trovo provvisoria e improvvisata e mi permetto sommessamente di dubitarne.
Grazie alla SSIS, almeno non vado in giro, come fanno molti colleghi, a questuare una programmazione (sempre quella mi raccomando!) o a vergarne i timidi caratteri scopiazzati e privi di significato su patetici foglietti di tristezza!  
Con i sentito dire non si va molto avanti, e, come dici giustamente tu, nemmeno denigrando la professionalità altrui o i percorsi differenziati che ci sono nella scuola: divide et impera!
Almeno però siamo passati dalla svalutazione dei precari non abilitati a quella dei sissini: stiamo risalendo la catena alimentare! Fedup, torna, ora siamo nella stessa squadra!
Tornare in alto Andare in basso
samuelescuola



Messaggi : 505
Data d'iscrizione : 06.09.12

MessaggioOggetto: Re: secondo voi questa mia collega fa bene a comportarsi così?   Mar Nov 12, 2013 12:51 pm

Guarda conosco docenti, colleghi di lavoro, che non sanno la loro materia, (e si sono laureati con un calcio nel .... o con raccomandazioni) che sono anche abilitati SISS ma rimangono degli ignoranti...e questo lo posso dire per esperienza personale.
Quando un docente di inglese o di lettere, abilitato SISS fa errori di grammatica durante le lezioni o addirittura in sede di esame di licenza media...beh...le domande vengono spontanee:
1) come ha fatto a laurearsi?
2) come ha potuto entrare alla SISS
3) come ha fatto a prendere l'abilitazione???
4) che diamine ha insegnato ai ragazzi se non sa quasi niente e a quanto pare durante questi anni nonha fatto nulla per migliorare?

Inoltre questi stessi docenti hanno problemi di gestione delle classi anche peggiori della mia collega giovane...infatti durante un consiglio in una delle mie classi dove ci sono ben due di questi colleghi abilitati è successo un putiferio perchè la loro incompetenza ha dato origine a lamentele in classi che invece sono tranquille e lavorano in genere bene (io quest'anno sono stato fortunato almeno su una classe)...non ho idea di quale sia l'opinione di questi colleghi sulle SISS ma di certo a loro non ha dato nulla così come la stessa laurea credo dal momento che conosco loro compagni di università e so di numeri allucinanti

Tornare in alto Andare in basso
paniscus



Messaggi : 1607
Data d'iscrizione : 27.04.12

MessaggioOggetto: Re: secondo voi questa mia collega fa bene a comportarsi così?   Mar Nov 12, 2013 2:47 pm

Da odiosa privilegiata che non ha avuto bisogno di fare la ssis e che ha avuto la sfacciataggine di entrare in ruolo (secondo alcuni di voi, evidentemente immeritato) direttamente con un concorso ordinario dei vecchi tempi, mi permetto di specificare una distinzione: c'è stata una differenza abissale tra il livello di preparazione, di motivazione e consapevolezza degli abilitati SSIS dei primissimi cicli, e di quelli arrivati dopo.

Perché quelli arrivati dopo, quando (almeno per un certo numero di anni) si era consapevoli che l'unico modo per abilitarsi fosse quello... erano in maggioranza giovani, laureati da poco, che non avevano ancora cominciato a lavorare, non erano minimamente entrati nel tunnel delle supplenze, dei punteggi e delle graduatorie, e che però avevano scelto in partenza di voler fare proprio quel mestiere e non un altro, essendo consapevoli di intraprendere quel percorso come un impegno gravoso ma indispensabile, da completare prima ancora di iniziare ad avvicinarsi alla "ricerca di un lavoro".

Ma quelli che si abilitarono con i primissimi cicli della SSIS, non erano affatto di questa categoria.

Tranne sporadiche eccezioni personali, i primi cicli della SSIS (che "guarda caso" partirono quasi in contemporanea con il concorso ordinario del 1999, anzi subito dopo) ebbero come principale e quasi unica funzione quella di raccogliere tutti i "precari storici" (ossia, anche gente che aveva già 40 anni all'epoca, con famiglia, figli e storie personali varie) che non erano mai riusciti ad abilitarsi nemmeno con le sanatorie riservate, e che erano stati recentemente bocciati anche alle prove dell'ultimo ordinario.

Ossia, tutta una folla di disperati di mezza età, che stavano già lavorando nella scuola da anni, che anagraficamente avevano avuto la possibilità di partecipare ad almeno 3 concorsi ordinari, o forse anche 4, ma non ne avevano mai superato nessuno (non intendo nel senso stretto di vincere il ruolo, eh, ma ma nemmeno di aver preso la sufficienza alle prove per garantirsi un'abilitazione)... e ai quali tuttavia era stato già permesso di continuare a insegnare per 10 o 15 anni senza mai essersi abilitati.

I primi cicli della SSIS diventarono, di fatto, un surrogato dei corsi-sanatoria riservati, a livello di emergenza umanitaria, in cui si chiudeva un occhio sulla frequenza (perché gli allievi dovevano lavorare per vivere), si chiudeva un occhio sugli orari (perché tenevano famiglia), e soprattutto si chiudeva un occhio anche sulla preparazione regalando il titolo a tutti (perché poveretti era l'ultima opportunità che avevano). E oltretutto andava benissimo così anche ai docenti della SSIS, perché, in mancanza totale di ricerca pregressa sull'argomento, i primi corsi erano completamente improvvisati e riempiti di chiacchiere a caso (oppure, nel migliore dei casi, semplici doppioni di corsi universitari che questa gente aveva già fatto), e nessuno aveva interesse a renderli troppo specialistici o troppo selettivi.

Poi le cose sono cambiate, è vero, ma all'inizio era così, non raccontiamoci leggende...

Per cui:

- nel 2001 o nel 2002, tra un neoassunto dalla graduatoria di merito dell'ordinario e uno della graduatoria (che non ricordo bene come si chiamasse allora) dei qualificati SSIS, era sicuramente migliore il primo, perché si era appena piazzato ai primissimi posti di un concorso fortemente selettivo, mentre l'altro era uno che era stato costretto a ricorrere alla ssis come ultima spiaggia dopo aver fallito tutte le altre strade possibili (però ormai faceva supplenze da anni, e se avesse dovuto smettere non avrebbe saputo che altro fare);

- invece, 10 anni dopo, sarebbe stato esattamente il contrario, perché quello arrivato dalla GM aveva come unico titolo di "merito" l'essersi piazzato tra gli ultimi in un concorso di 10 anni prima, mentre quello arrivato dalla GE aveva deliberatamente scelto la ssis come normale percorso di formazione indispensabile, prima ancora di cominciare a fare supplenze...

L.
Tornare in alto Andare in basso
Gariel



Messaggi : 971
Data d'iscrizione : 02.08.12

MessaggioOggetto: Re: secondo voi questa mia collega fa bene a comportarsi così?   Mar Nov 12, 2013 6:56 pm

Ma, scusate, non si parlava d'altro??? Siamo i soliti insegnanti...persi nelle nostre continue lotte e disquisizioni...
MA...tornando all'argomento principale:
Vorrei contribuire al dibattito, molto più pacatamente di altri dicendo due cose:
1) Penso che l'intervento della collega più anziana (fatto gridando?! E con tutta l'anzianità di servizio che ha non ha ancora capito quello che io ho capito al mio secondo giorno di servizio: gridare non serve a niente!) non debba essere accettato! Né tantomeno difeso! Concordo nel ritenere che tale intervento non faccia altro che far diminuire la già scarsa autorevolezza della giovane professoressa agli occhi della classe.
2) Le condizioni della scuola italiana sono drammatiche!!!!Ma sono la REALTA'!!!! Quindi anche se in un mondo di sogno e in un mondo immaginato e come lo vorrebbe ogni professore il prof entra in classe e fa lezione a una classe attenta in una scuola da sogno, in realtà e nel nostro brutto mondo le cose vanno diversamente. E' innegabile che OGGI, nelle condizioni fattuali in cui ci troviamo, per essere non un bravo professore, ma un buon professore bisogna NON SOLO conoscere la materia (condizione indispensabile!! E primaria!!), ma anche essere autorevoli! NON AUTORITARI!

Poi se questa sia una qualità innata o che si acquisisce col tempo, la mia modestissima e personalissima opinione è che chi la possiede innata è fortunato. Altrimenti è molto difficile farla attecchire, ma si può rimediare con una certa severità.
Tornare in alto Andare in basso
ili1973



Messaggi : 506
Data d'iscrizione : 03.01.13

MessaggioOggetto: Re: secondo voi questa mia collega fa bene a comportarsi così?   Mer Nov 13, 2013 10:42 am

io metto subito in chiaro che durante la lezione ci sarà sempre un momento per scherzare................
ma quando è il momento di fare lezione nn transigo
e funziona sempre.....
Tornare in alto Andare in basso
Gariel



Messaggi : 971
Data d'iscrizione : 02.08.12

MessaggioOggetto: Re: secondo voi questa mia collega fa bene a comportarsi così?   Mer Nov 13, 2013 8:27 pm

Certo ili! Ovviamente hai una certa autorevolezza!
Diversamente i tuoi studenti non ti starebbero a sentire e continuerebbero a scherzare, tra loro!
Siamo perfettamente d'accordo anche sul metodo di gestione dell'ora.
Tornare in alto Andare in basso
ili1973



Messaggi : 506
Data d'iscrizione : 03.01.13

MessaggioOggetto: Re: secondo voi questa mia collega fa bene a comportarsi così?   Mer Nov 13, 2013 8:40 pm

eh si....
il vecchio metodo bastone e carota nn mente mai!!!
nn devono mai prendere in sopravvento
ma imparare a rispettare i docenti
tutto sommato stiamo formando la prox classe dirigente!!!
Tornare in alto Andare in basso
samuelescuola



Messaggi : 505
Data d'iscrizione : 06.09.12

MessaggioOggetto: Re: secondo voi questa mia collega fa bene a comportarsi così?   Mer Nov 20, 2013 2:05 am

ili1973 ha scritto:
io metto subito in chiaro che durante la lezione ci sarà sempre un momento per scherzare................
ma quando è il momento di fare lezione nn transigo
e funziona sempre.....
Mah...non sembra funzionare con la collega
Tornare in alto Andare in basso
 
secondo voi questa mia collega fa bene a comportarsi così?
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 4 di 4Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4
 Argomenti simili
-
» contrazioni al secondo mese e beta vanno bene
» come si realizza questa forma
» Il mio secondo tentativo è davvero alle porte...
» cioao ragazze...per questa sera vado....ci vediamo domani
» questa proprio non ci voleva!!

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: