Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 HELP: consiglio su ricorso avverso provvedimento disciplinare

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3  Seguente
AutoreMessaggio
astronotus



Messaggi : 149
Data d'iscrizione : 18.08.12

MessaggioOggetto: HELP: consiglio su ricorso avverso provvedimento disciplinare   Dom Dic 01, 2013 2:26 pm

Promemoria primo messaggio :

Salve
Perdonatemi,anche se questo non è un forum sindacale, chiedo lo stesso cortesemente consigli relativamente a RICORSO avverso SANZIONE DISCIPLINARE.
Nella scuola( scuola sup di sec grado) nella quale presto servizio, come sede assegnata a seguito di superamento di anno di prova, ho ricevuto contestazioni di addebito da parte del dirigente ( comportamento irrispettoso nei confronti del dirigente, della cordinatrice e dei genitori- danneggiamento dell’immagine dell’istituzione scolastica difronte all’utenza). Ritengo essere vittima di una ingiustizia in quanto, quella che doveva essere un incontro con finalità di conciliazione( era presente la famiglia di uno studente che mi ha dato del bastardo in classe), si è trasformato grazie all’arroganza dei genitori, a mio avviso resa possibile dall’inerzia del ds, si è trasformato dicevo, in un processo a mio carico, per cui mi sono alzato e me ne sono andato. Voglio ricorrere anche se non mi faccio illusioni sugli esiti, anche soltanto perché sono convinto che questo sistema non vada affatto. Sono iscritto alla CISL, per cui chiaramente mi rivolgerò a loro, una volta che, certamente, mi verrà irrogata la sanzione; mi piacerebbe comunque lo stesso riceve qualche consiglio in proposito, tante volte questo FORUM mi è stato di valido aiuto spero lo possa essere anche in questa spiacevole circostanza.
Grazie a tutti
Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
balanzoneXXI



Messaggi : 663
Data d'iscrizione : 21.09.13

MessaggioOggetto: Re: HELP: consiglio su ricorso avverso provvedimento disciplinare   Ven Dic 06, 2013 1:18 am

astronotus ha scritto:
insomma forse
forse farei meglio ad andare in terapia da un cognitivista, per risolvere i miei conflitti irrisolti?
si beh probabilmente potrebbe essermi di aiuto, per diventare un insegnante migliore, ma intanto io che faccio, il preside mi ha inoltrato la contestazione di addebito, contestandomi di avere danneggiato gravemente l'immagine della scuola davanti all'utenza, cosa gli racconto allo psicologo questo?
c'ho bisogno di un avvocato, io mica dello psicologo, porca miseria!


Se non vuoi andare a Canossa  vai da un avvocato, anche solo  per avere un parere e farti scrivere la lettera da mandare al dirigente.

Certo, son soldi perché, si sa, gli azzeccagarbugli sono come  un juke box, sempre golosi di monetine anzi di banconotone (  però nemmeno gli strizzacervelli scherzano),  ma se io fossi al posto tuo  un parere legale lo ascolterei.

Se  non vuoi o non puoi consultare un avvocato  , rivolgiti ad un sindacalista, nonostante il tuo scetticismo, che io condivido, sui sindacati (le mie riserve sono forti, più che altro, sui confederali e sugli autonomi).

Secondo me  dovresti evitare di difenderti da solo  : non avrebbe senso farlo con chi è nello stesso tempo giudice e accusatore.

Solo la prospettiva di una vertenza sindacale o ,peggio ancora, legale  potrebbe indurre il tuo dirigente a desistere (capitolazione a parte).


"....contestandomi di avere danneggiato gravemente l'immagine della scuola davanti all'utenza...."

Addirittura gravemente...... :-)

In un paese normale  si sarebbe detto che l'immagine della scuola era stata  danneggiata dalla decisione del C.d.C di non sanzionare l'alunno che ti aveva insultato.

Io un figlio  in una scuola dove si può insultare l'insegnante e passarla liscia non ce lo manderei.


L'immagine... :-(


Il tuo dirigente deve essersi formato, come tanti altri burocrati, nel clima della "Milano da bere", anzi "da sucare" , ai tempi  in cui l'onesto vocabolo "immagine" cominciò ad assumere connotazioni cialtronesche.

Se non c'è altro, qualsiasi magistrato ragionevole ti darà ragione, a meno che non sia sposato con un'adepta della scienza pedagogica moderna, cosi magistralmente divulgata da Ire.

E come potrebbe tornare a casa qualora si pronunciasse in tuo favore, con la moglie in agguato e armata di matterellum?  Pure di cacciarlo dal talamo coniugale sarebbe capace.:-)

Non so se hai presente l'intercessione della moglie di Pilato.
Tornare in alto Andare in basso
balanzoneXXI



Messaggi : 663
Data d'iscrizione : 21.09.13

MessaggioOggetto: Re: HELP: consiglio su ricorso avverso provvedimento disciplinare   Ven Dic 06, 2013 1:52 am

"Chi ti dice che l'appellare come bastardo un interlocutore non sia normale nel gergo famigliare di quel ragazzo? "



Questa è troppo ganza.

L'ultrà orobico che dà alla parola bastardo un significato di affettuoso rimbrotto, equivalente al nostro "birichino".


Dato che siamo in tema di boutade da arrampicaspecchi o avvocati delle cause perse che dir si vogliano, prima di andare a nanna ne suggerisco una anch'io.


Il giovane Atalantino, tra una fanzina e l'altra, legge anche riviste di divulgazione scientifica grazie alle quali
ha scoperto che le mescolanze di sangue son considerate da ogni scienziato degno di questo nome un fatto positivo sia dal punto di vista biologico che culturale.. E anche se prendiamo in esame il caso più pedestre dell'adulterio o comunque del concepimento al di fuori del sacro vinculo del matrimonio, è da ritenersi che la femmina si conceda istintivamente all'inseminatore più adatto.

Concludendo, signori della corte, quando ha apostrofato il prof in quel modo forse voleva fargli un complimento .


Meno male che Ire c'è. :-)
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8322
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: HELP: consiglio su ricorso avverso provvedimento disciplinare   Ven Dic 06, 2013 7:55 am

Tu Balanzone ti diverti un sacco a produrre testi letterari. Devo ammettere che in effetti ciò che scrivi è assolutamente piacevole da leggere se non fosse che ti sbrodoli addosso le tue convinzioni senza nemmeno provare (o apparentemente senza provare) a capire le convinzioni altrui.

Comunque mi diverto sempre una cifra a leggerti.

Quando dico che può benissimo essere che il gergo famigliare di un ragazzo comprenda il rivolgersi all'altro appellandolo come bastardo, non dico che ciò sia giusto. Rispondevo a Giovanna Onnis che mi diceva che non è importante far notare la maleducazione perchè chi è maleducato già lo sa.
Non è così, non sempre è così, anzi, quasi mai. Chi si comporta da maleducato è vissuto in ambiente maleducato e certo questo non gli è stato detto. Il maleducato pensa sia giusto quello che fa perchè è l'unico modo che conosce. Fargli notare che non è vero non è mai male.


Ti quoto in pieno quando quando sostieni che meno male che ci sono:  Se non ci fossi bisognerebbe inventarmi non foss'altro per permetterti di prendere per i fondelli qualcuno senza incorrere in querele
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
Ale78



Messaggi : 566
Data d'iscrizione : 02.11.10

MessaggioOggetto: Re: HELP: consiglio su ricorso avverso provvedimento disciplinare   Ven Dic 06, 2013 2:46 pm

Comunque io credo che il rispetto l'insegnante debba guadagnarselo, non è solo l'età o il fatto di sedersi in cattedra a garantirlo, esistono adulti e perfino docenti, sia pur in stretta minoranza, che si comportano in maniera tale da non meritare stima. Purtroppo è così in tutte le cose anche al di là dell'insegnamento, ad esempio un allenatore di calcio deve guadagnarsi la stima di coloro che allena dimostrando competenza, capacità di incoraggiare la squadra e di aiutarla nei momenti difficili.
Deve esistere insomma qualcosa che renda autorevole l'autorità, non è il fatto di rivestire un ruolo formale che ti rende di per sé degno di considerazione. Secondo voi il mio è un modo di pensare sbagliato?
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5364
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: HELP: consiglio su ricorso avverso provvedimento disciplinare   Ven Dic 06, 2013 3:44 pm

Ale78 ha scritto:
Comunque io credo che il rispetto l'insegnante debba guadagnarselo, non è solo l'età o il fatto di sedersi in cattedra a garantirlo, esistono adulti e perfino docenti, sia pur in stretta minoranza, che si comportano in maniera tale da non meritare stima. Purtroppo è così in tutte le cose anche al di là dell'insegnamento, ad esempio un allenatore di calcio deve guadagnarsi la stima di coloro che allena dimostrando competenza, capacità di incoraggiare la squadra e di aiutarla nei momenti difficili.
Deve esistere insomma qualcosa che renda autorevole l'autorità, non è il fatto di rivestire un ruolo formale che ti rende di per sé degno di considerazione. Secondo voi il mio è un modo di pensare sbagliato?
La stima dovrà pur guadagnarsela e non tutti gli insegnanti hanno lo stesso valore (alcuni non ne hanno proprio), ma come un insegnante non dà dello "stronzetto" allo studente "stronzetto", così lo studente non deve dare del "bastardo"a quello che ritiene un "bastardo". O no? L'allenatore dimostrerà pure competenza col tempo. Ma se all'inizio, i giocatori non eseguono quello che chiede di fare, non riconoscono la sua autorità a impartire ordini e disporre non so cosa si disponga nel calcio, non avrà possibilità di mostrare nulla. L'autorità è tale in nome di un ruolo sociale riconosciuto e condiviso, non di doti personali: obbediamo al vigile che ci ferma per multarci senza sputargli in faccia senza che questo abbia bisogno di farci vedere quanto è probo, ma perchè il suo ruolo impone un atteggiamento di "deferenza" nei suoi confronti, chi crede obbedisce alle penitenze del prete perchè gli riconosce l'autorità per imporgli le preghiere, solo per la sciarpa in confessionale. Il ruolo formale è tale solo se investito di considerazione, altrimenti cosa lo determinerebbe?
Tornare in alto Andare in basso
paniscus



Messaggi : 1607
Data d'iscrizione : 27.04.12

MessaggioOggetto: Re: HELP: consiglio su ricorso avverso provvedimento disciplinare   Ven Dic 06, 2013 3:59 pm

Ire, spero che tu (coerentemente con la tesi che stai strenuamente professando), non ti arrabbi e non ti offenda se ti dico che ti stai dimostrando semplicemente patetica.

SI sta parlando di scuola superiore, q*zzarola.

NON dell'asilo, né dei primi anni delle elementari.

Si sta parlando di ragazzi che a scuola ci vanno già da 10 anni, e che ne hanno cambiate parecchie.

Se anche fosse vero che questo povero piccolo ragazzo fragilissimo che fa taaaantaaaaaaa tenerezza viene da una famiglia talmente cafona e primitiva da non avergli mai dato NESSUNA educazione alla vita sociale... sarebbe verosimile che in tutti questi anni non abbia mai incontrato nessun altro che gli abbia fatto balenare in testa questa idea? E' credibile che abbia potuto arrivare alle superiori senza sapere che a scuola ci sono delle regole (che possono anche essere diverse da quelle di casa sua), e senza che nessuno gli abbia mai spiegato che gli insulti in classe non sono accettabili?

A me sembrano balle, se proprio devo parlare senza peli sulla lingua.

L.
Tornare in alto Andare in basso
astronotus



Messaggi : 149
Data d'iscrizione : 18.08.12

MessaggioOggetto: Re: HELP: consiglio su ricorso avverso provvedimento disciplinare   Ven Dic 06, 2013 4:20 pm

Ire ha scritto:
eh, su questo c'hai ragione, purtroppo.  

Cosa significa la contestazione di addebito.  In sostanza ti ha detto che hai danneggiato l'immagine della scuola davanti all'utenza e come conclude?
In cosa si concretizza?
Penalizzazioni sullo stipendio?
Note negative su di te?
penso che mi sospenderà dall'insegnamento per una decina di giorni
Tornare in alto Andare in basso
Ale78



Messaggi : 566
Data d'iscrizione : 02.11.10

MessaggioOggetto: Re: HELP: consiglio su ricorso avverso provvedimento disciplinare   Ven Dic 06, 2013 4:25 pm

Mi sembra sproporzionato!! In fondo che cosa hai fatto? Te ne sei andato e con questo? Sarebbe stato peggio restare e trascendere successivamente visto l'andazzo che prendeva l'incontro. Secondo me l'incontro è stato organizzato proprio come un tranello per studiare il tuo comportamento ed eventualmente sanzionarti: io credo al contrario che saresti stato sanzionabile se non avessi riferito al DS il comportamento scorretto dell'alunno, in quel caso sì che avresti davvero danneggiato l'immagine della scuola facendo finta di nulla!
Danneggiare gravemente l'immagine della scuola significa tollerare situazioni gravi, oppure parlar male della propria scuola davanti a terzi, fare pubblicità negativa per tornaconto personale, non certo quello che tu hai fatto.
Tornare in alto Andare in basso
giovanna onnis



Messaggi : 17792
Data d'iscrizione : 15.04.12

MessaggioOggetto: Re: HELP: consiglio su ricorso avverso provvedimento disciplinare   Ven Dic 06, 2013 5:04 pm

astronotus ha scritto:
Ire ha scritto:
eh, su questo c'hai ragione, purtroppo.  

Cosa significa la contestazione di addebito.  In sostanza ti ha detto che hai danneggiato l'immagine della scuola davanti all'utenza e come conclude?
In cosa si concretizza?
Penalizzazioni sullo stipendio?
Note negative su di te?
penso che mi sospenderà dall'insegnamento per una decina di giorni
A questo punto non capisco Astronotus, mi è sfuggito qualcosa o non ci hai raccontato tutto!! Il Ds ti sospenderebbe dall'insegnamento per una decina di giorni perchè ti sei allontanato da Cdc senza la sua autorizzazione (stavi male, chi può dire il contrario???) o perchè non hai compreso a fondo lo studente che in fin dei conti "ti ha solo detto bastardo"???
Tornare in alto Andare in basso
giovanna onnis



Messaggi : 17792
Data d'iscrizione : 15.04.12

MessaggioOggetto: Re: HELP: consiglio su ricorso avverso provvedimento disciplinare   Ven Dic 06, 2013 5:23 pm

Ire ha scritto:

La tenerezza che provo per questi ragazzi, Giovanna, è la consapevolezza che sono in preda a ormoni, emozioni, situazioni difficili, voglia di emergere, voglia di prendersela con il mondo, innamoramenti, un turbine di sollecitazioni che noi ricordiamo a malapena.

La tenerezza che provo è proprio verso la vita che sboccia. Mi piace vedere come sboccia, quali soluzioni sceglie e se mi può far arrabbiare una soluzione sbagliata sono sempre consapevole di quanto sopra.
Anche io ho questa consapevolezza, Ire, e come me tutti i docenti che lavorano tutti i santi giorni con questi ragazzi turbolenti, problematici, incasinati e in piena tempesta ormonale, ma non per questo dobbiamo venir meno al nostro ruolo e alla nostra professionalità, facendoci sopraffare da questa tenerezza e da questa consapevolezza. Siamo insegnanti, Ire, e come tali abbiamo il sacrosanto dovere di portare avanti la nostra attività didattica, nel totale rispetto delle regole, dando i giusti segnali, i giusti messaggi educativi, dimostrando ai ragazzi coerenza, comprensione e, quando ci vuole, la giusta e doverosa severità.
Ire ha scritto:

Sul fatto che sappiano che sono maleducati, si e no.
Se lo fanno e nessuno glielo fa notare, possono anche pensare che tutto sommato sia anche quello un comportamento accettabile................
Parlare, sempre. Non sempre ciò che per noi è ovvio lo è anche per gli altri. Chi ti dice che l'appellare come bastardo un interlocutore non sia normale nel gergo famigliare di quel ragazzo? Non sarebbe certo la prima volta che succede, purtroppo.
Mi sembra assurdo ciò che dici, cara Ire!! Sarebbe plausibile solo se il ragazzo non avesse mai avuto contatti con il mondo esterno e avesse vissuto in una caverna blindata a contatto con i soli genitori cavernicoli...dimentichi che qui si parla di studente di scuola superiore che, chiaramente è ben consapevole che non può permettersi di rivolgersi ad un insegnante definendolo "bastardo"...è consapevole, ma se ne strafrega e lo fa ugualmente.....questo non mi fa provare "tenerezza" e non dovrebbe farla provare a nessuno!!
Tornare in alto Andare in basso
balanzoneXXI



Messaggi : 663
Data d'iscrizione : 21.09.13

MessaggioOggetto: Re: HELP: consiglio su ricorso avverso provvedimento disciplinare   Ven Dic 06, 2013 6:20 pm

Ale78 ha scritto:
Comunque io credo che il rispetto l'insegnante debba guadagnarselo, non è solo l'età o il fatto di sedersi in cattedra a garantirlo, esistono adulti e perfino docenti, sia pur in stretta minoranza, che si comportano in maniera tale da non meritare stima. Purtroppo è così in tutte le cose anche al di là dell'insegnamento, ad esempio un allenatore di calcio deve guadagnarsi la stima di coloro che allena dimostrando competenza, capacità di incoraggiare la squadra e di aiutarla nei momenti difficili.
Deve esistere insomma qualcosa che renda autorevole l'autorità, non è il fatto di rivestire un ruolo formale che ti rende di per sé degno di considerazione. Secondo voi il mio è un modo di pensare sbagliato?
Si sta parlando di rispetto dei ruoli, non di come gli alunni ci vedono.

Indipendentemente da ciò che tu pensi dell'insegnante, non ti è consentito né di insultarlo  né di intralciare il suo lavoro. Se lo fai , "fora di bal". Così dovrebbe funzionare.

Nemmeno io stimavo tutti i miei insegnanti, ma non per questo facevo casino  o non studiavo la  materia. di quelli che apprezzavo meno ( a proposito di stima: pur sapendo che i  miei prof  non guadagnavano molto non li ho mai considerati degli sfigati e nemmeno i miei compagni, se mi ricordo bene. Tale era ai miei tempi il rispetto per l'istruzione e la cultura. Veh, quale mutazione socioantropologica si è verificata negli ultimi 6-7 lustri! :-().


L'aggettivo " autorevole"  fa ormai parte di quel linguaggio elusivo, vaporoso , tipico di chi  ha spacciato per molti anni  nebbiosa fuffa, trasformando la scuola italica nel "porto  delle nebbie" dove noi tristemente brancoliamo.

Naturalmente dobbiamo cercare di mostrarci preparati , chiari nelle spiegazioni ed equi nelle valutazioni, ricordando soprattutto che i ragazzi , spesso ignorantissimi, percepiscono comunque le nostre insicurezze e il nostro disagio.

Ma ciò è scontato,  sebbene, ahimè, alcuni insegnanti tendano a dimenticarlo.E' proprio necessario ribadirlo sempre? Io penso che almeno su questo punto siamo tutti d'accordo.

E poi noi lo sappiamo cosa passa  davvero per quelle testine incuffiettate?

Il grecista con la vocina fessa  e il look  da sfigato che neanche il professore Aristogitone sarà messo molto male nella classifica di gradimento  tenuta dai suoi alunni.

Lui  o il volenteroso ed emotivo supplente spedito in un a classe "pollaio" (ma piena di polli incrociati con avvoltoi) ,pur cercando scrupolosamente di trasmettere ciò che sanno,agli occhi di molti  alunni resteranno pur sempre dei poveri stronzi che si sbattono inutilmente per quattro soldi.


Ultima modifica di balanzoneXXI il Sab Dic 07, 2013 2:11 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
mac67



Messaggi : 4698
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioOggetto: Re: HELP: consiglio su ricorso avverso provvedimento disciplinare   Ven Dic 06, 2013 7:20 pm

Il rispetto si deve a ogni essere umano. La stima no, quella va guadagnata. Sorprende dovere ricordare la differenza.

Astronotus: rivolgiti a un sindacato, ti aiuteranno a rispondere correttamente alla contestazione di addebito. Anche se il dirigente proporrà la sospensione dall'insegnamento (con eventuale sospensione dello stipendio), chi dovrà decidere sulla questione riceverà tutta la documentazione, quindi anche la tua nota di difesa.
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8322
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: HELP: consiglio su ricorso avverso provvedimento disciplinare   Ven Dic 06, 2013 8:20 pm

giovanna onnis ha scritto:
Mi sembra assurdo ciò che dici, cara Ire!! Sarebbe plausibile solo se il ragazzo non avesse mai avuto contatti con il mondo esterno e avesse vissuto in una caverna blindata a contatto con i soli genitori cavernicoli...dimentichi che qui si parla di studente di scuola superiore che, chiaramente è ben consapevole che non può permettersi di rivolgersi ad un insegnante definendolo "bastardo"...è consapevole, ma se ne strafrega e lo fa ugualmente.....questo non mi fa provare "tenerezza" e non dovrebbe farla provare a nessuno!
!


Ah, Giovanna, se solo tu avessi fb, quante te ne potrei raccontare in separata sede!

se non ti è mai capitato di conoscere queste realtà, meglio per te, decisamente meglio per te :-)
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
mac67



Messaggi : 4698
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioOggetto: Re: HELP: consiglio su ricorso avverso provvedimento disciplinare   Ven Dic 06, 2013 8:46 pm

Insomma, siccome i ragazzi maleducati sono tanti, abituiamoci e sorridiamo. Come sono teneri!

Ire, per cortesia. OK?
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8322
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: HELP: consiglio su ricorso avverso provvedimento disciplinare   Ven Dic 06, 2013 9:11 pm

Non mi offendo Paniscus, figurati.
Me ne sono state dette ben di peggio :-)

Cosa volete che vi dica, probabilemte sono vissuta in un ambiente diverso dal vostro e ho conosciuto situazioni che voi non avete mai avvicinato.
O forse ........... non lo so cosa.

Io la vedo così, mi comporto così sempre, vivo a contatto con mille realtà e fino ad ora alla luce del poi le ho sapute capire.
Ognuno ha le proprie esprienze da cui trarre informazioni sul mondo e quelle che vi ho raccontato sono le mie.

Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
Ire



Messaggi : 8322
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: HELP: consiglio su ricorso avverso provvedimento disciplinare   Ven Dic 06, 2013 9:18 pm

Mac, ma per cortesia tu!! :-)

Va bene, non sono particolarmente acculturata, faccio errori di congiuntivi ma non sono poi molto peggio di altri che scrivono qui!! Almeno mi sembra.

Forse faccio post troppo lunghi? Capita sì, ma non sono la sola.

Tante volte ho il dubbio che non leggiate quello che scrivo!





Ire ha scritto:
Un ragazzo che mi da della bastarda? non si azzardi a farlo, viene colpito da ogni possibile reazione negativa io sia in grado di mettere in atto.
Come posso scrivere in modo diverso che se un ragazzotto mi da della bastarda trovo senz'altro il modo di fargli passare la voglia?


Ma non mi offendo e non mi arrabbio. E' solo un ragazzo che ha sbagliato.
E non è tenero ma mi fa tenerezza
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
serpina



Messaggi : 504
Data d'iscrizione : 21.02.13

MessaggioOggetto: Re: HELP: consiglio su ricorso avverso provvedimento disciplinare   Sab Dic 07, 2013 2:28 pm

Ire ha scritto:
Cosa volete che vi dica, probabilemte sono vissuta in un ambiente diverso dal vostro e ho conosciuto situazioni che voi non avete mai avvicinato.
Io la vedo così, mi comporto così sempre, vivo a contatto con mille realtà e fino ad ora alla luce del poi le ho sapute capire.
scusate se mi intrometto ma a questo punto sono divorata dalla curiosità: ire, ma qual è mai questo ambiente in cui sei vissuta?! e quali le situazioni che noi, tutti quanti siamo, nella scuola da decine di anni, non abbiamo mai avvicinato?!?
ci sarebbe molto utile saperlo visto che questo back ground ti permette di vivere a contatto con mille realtà e di capirle tutte, cosa che noi, evidentemente, non riusciamo a fare.
Tornare in alto Andare in basso
Online
paniscus



Messaggi : 1607
Data d'iscrizione : 27.04.12

MessaggioOggetto: Re: HELP: consiglio su ricorso avverso provvedimento disciplinare   Sab Dic 07, 2013 3:59 pm

Ma sono anni che la nosta Ire, con la massima levità e la massima aria innocente, gioca al gioco delle tre carte sull'argomento delle sue qualifiche e della sua formazione.

A quanto abbiamo capito, sembra essere effettivamente laureata in psicologia e qualificata come psicologa, su questo non mi permetto di avanzare dubbi.

Il problema non sono i suoi titoli di studio (che saranno sicuramente autentici e che, ripeto, io non mi sogno di contestare), ma la modalità con cui si presenta qui, che cambia a seconda di come cambia il vento.

- quando le fa comodo, dichiara di essere una psicologa esperta in problemi di DSA e con lunga ed estesa esperienza professionale sull'argomento;

- quando le fa comodo al contrario, si schermisce dichiarando di non avere nessuna esperienza tecnica sull'argomento, ma di parlare ad esclusivo titolo personale, come una semplice mamma casalinga ingenua, taaaantoooooo ingenua, tanto innocente e tanto naif, che non sa niente di scuola, non sa niente di insegnamento, non ha niente a che fare con le attività educative professionali, e che per puro caso si è trovata ad affrontare il problema improvvisandolo a braccio in privato, solo per aiutare i suoi figli, o gli amici dei suoi figli, o i figli dei suoi amici.

Insomma, PRIMA ci si decide su come ci si vuole porre e qualificare, e si mettono le carte in tavola coerentemente... e POI ci si mette a discutere sulle proprie posizioni esplicite.

L.
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5364
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: HELP: consiglio su ricorso avverso provvedimento disciplinare   Sab Dic 07, 2013 5:10 pm

... quanto odio le frasette zuccherate da fotoromanzo anni '70 tipo "è un ragazzo sbagliato" "mi fa tenerezza"! Ma che significa? Che fastidio: un po' di professionalità per favore, al di là della qualifica, non siamo donnette dal parrucchiere e i ragazzi non sono peluches di Natale!
Tornare in alto Andare in basso
paniscus



Messaggi : 1607
Data d'iscrizione : 27.04.12

MessaggioOggetto: Re: HELP: consiglio su ricorso avverso provvedimento disciplinare   Sab Dic 07, 2013 5:19 pm

Ma ANCHE se fossimo donnette dal parrucchiere, sarebbe pure un normale modo di essere, perfettamente legittimo, e non sarebbe quello ad essere inaccettabile.

Quello che è inaccettabile è ondeggiare liberamente da un'identità all'altra, e presentarsi di volta in volta come "donnetta qualsiasi che fa un discorso di buon senso pratico per farsi capire nella sala d'attesa del parrucchiere" oppure come "professionista specializzata che dà lezioni spocchiose col ditino teso, accusando tutti gli interlocutori di non essere abbastanza aggiornati secondo le ultimissime acquisizioni della psicopedagogia moderna".

Il problema è solo quello.

L.
Tornare in alto Andare in basso
giovanna onnis



Messaggi : 17792
Data d'iscrizione : 15.04.12

MessaggioOggetto: Re: HELP: consiglio su ricorso avverso provvedimento disciplinare   Sab Dic 07, 2013 5:25 pm

Ire ha scritto:
Mac, ma per cortesia tu!!  :-)

Va  bene, non sono particolarmente acculturata, faccio errori di congiuntivi  ma non sono poi molto peggio di altri che scrivono qui!! Almeno mi sembra.

Forse faccio post troppo lunghi?  Capita sì, ma non sono la sola.

Tante volte ho il dubbio che non leggiate quello che scrivo!





Ire ha scritto:
Un ragazzo che mi da della bastarda? non si azzardi a farlo, viene colpito da ogni possibile reazione negativa io sia in grado di mettere in atto.
Come posso scrivere in modo diverso che se un ragazzotto mi da della bastarda trovo senz'altro il modo di fargli passare la voglia?


Ma non mi offendo e non mi arrabbio. E' solo un ragazzo che ha sbagliato.
E non è tenero   ma mi fa tenerezza
Colpisci il ragazzo con ogni possibile reazione negativa che tu sei in grado di mettere in atto e CONTEMPORANEAMENTE lo stesso ragazzo ti fa tenerezza????? Non ti sembra Ire che le due cose siano in contrasto fra loro?
Tornare in alto Andare in basso
Ale78



Messaggi : 566
Data d'iscrizione : 02.11.10

MessaggioOggetto: Re: HELP: consiglio su ricorso avverso provvedimento disciplinare   Sab Dic 07, 2013 6:12 pm

Comunque sul forum dovrebbero intervenire solo i docenti, non mamme, psicologi e quant'altro, inoltre un limite gravissimo della comunicazione informatica è che non si può controllare l'identità di chi scrive, quindi anche chi non c'entra niente con il mondo dell'educazione potrebbe intervenire, magari a scopi pure provocatori.
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8322
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: HELP: consiglio su ricorso avverso provvedimento disciplinare   Sab Dic 07, 2013 6:17 pm

No, giovanna, non mi sembra!!

Ti è mai capitato coi figli di essere costretta a fare la voce grossa perchè il tuo ruolo di genitore te lo impone ma di ricordarti benissimo che la stessa sciocchezza l'avevi fatta anche tu?


@Ale, hai proprio ragione, non sapendo l'indentità potrebbe intervenire chiunque. Fossi in te non parteciperei più! :-)
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
lucetta10



Messaggi : 5364
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: HELP: consiglio su ricorso avverso provvedimento disciplinare   Sab Dic 07, 2013 6:24 pm

Ire ha scritto:
No, giovanna, non mi sembra!!  

Ti è mai capitato coi figli di essere costretta a fare la voce grossa perchè il tuo ruolo di genitore te lo impone ma di ricordarti benissimo che la stessa sciocchezza l'avevi fatta anche tu?


@Ale, hai proprio ragione, non sapendo l'indentità potrebbe intervenire chiunque. Fossi in te non parteciperei più!  :-)

Ma per favore!!! I figli li partorisci e li educhi secondo i tuoi principi, che paragoni fai!
Dovremmo quindi giustificare i ragazzi perchè fanno le ragazzate di cui siamo memori? Meglio che l'insegnante dimentichi di essere stato studente a questo punto!
Tornare in alto Andare in basso
giovanna onnis



Messaggi : 17792
Data d'iscrizione : 15.04.12

MessaggioOggetto: Re: HELP: consiglio su ricorso avverso provvedimento disciplinare   Sab Dic 07, 2013 6:27 pm

Ale78 ha scritto:
Comunque sul forum dovrebbero intervenire solo i docenti, non mamme, psicologi e quant'altro, inoltre un limite gravissimo della comunicazione informatica è che non si può controllare l'identità di chi scrive, quindi anche chi non c'entra niente con il mondo dell'educazione potrebbe intervenire, magari a scopi pure provocatori.
Spendo volentieri due parole in difesa di Ire che chiaramente non conosco personalmente, ma nel corso dei numerosi post scambiati con lei in diversi topic di questo Forum, nei quali siamo state sia in disaccordo che in sintonia, ho avuto modo di aprezzare il confronto con lei sempre garbato!! Ci tengo a sottolineare che, a parer mio, sbagliate se reputate Ire una provocatrice, espone con convinzione il suo pensiero che non sempre è condiviso da noi docenti, ma anche fra noi spesso non c'è totale armonia e condivisione e non per questo veniamo considerati dei provocatori!!
Tornare in alto Andare in basso
 
HELP: consiglio su ricorso avverso provvedimento disciplinare
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 2 di 3Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3  Seguente
 Argomenti simili
-
» Ricorso al consiglio d'istituto
» consiglio su regalino
» consiglio per la mia tesora luna!..
» consiglio su kit di ricostruzione da acquistare
» consiglio gel base

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: