Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Mezzi voti e scrutini

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : 1, 2, 3  Seguente
AutoreMessaggio
Tabeta



Messaggi : 1320
Data d'iscrizione : 10.10.10
Età : 47

MessaggioOggetto: Mezzi voti e scrutini   Dom Gen 12, 2014 9:41 am

Tempo di scrutini e... soliti dubbi. Le mie medie sono arrotondate, come sempre, tenendo in considerazione andamento, impegno, partecipazione, sforzo. Ora mi ritrovo in questa strana situazione in una quarta di 29 persone. Erano previste un minimo di 2 verifiche scritte e 1 orale per il primo periodo. Fino allo scorso anno, per le 4, avevamo un unico voto finale. Quest'anno io e le colleghe scopriamo ora che per un motivo che non ci è ancora chiaro, quest'anno dobbiamo mettere due voti. Ovviamente dare un voto all'orale con una sola valutazione mi pare abbastanza difficile. Tengo conto degli interventi dal posto, è vero, ma in qualche caso gli studenti sono stati così poco partecipativi che... Comunque, sarebbe mia intenzione arrotondare tutti i mezzi voti verso l'alto. Sono 8. In 6 casi lo farei perchè, appunto, gli interventi dal posto me lo suggeriscono. Nei rimanenti due casi per non creare eccessive sperequazioni.
Il mio timore è che in questa classe nuova, un eccessivo numero di arrotondamenti dal mezzo voto in su, lasci intendere che sono di manica larga (non credo di esserlo stata, per questo vorrei alzare) e li inviti a impegnarsi meno.
Voi come vi regolate con i mezzi voti?
Tornare in alto Andare in basso
giovanna onnis



Messaggi : 17792
Data d'iscrizione : 15.04.12

MessaggioOggetto: Re: Mezzi voti e scrutini   Dom Gen 12, 2014 11:21 am

Dipende!!! Posso arrotondare per eccesso o per difetto a seconda di una serie di elementi: puntualità nelle consegne e nell'esecuzione dei compiti, partecipazione al dialogo educativo, interesse e impegno dimostrati.......
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Mezzi voti e scrutini   Dom Gen 12, 2014 12:00 pm

Concordo con quanto detto da Giovanna.
Aggiungo un ulteriore criterio: l'arrotondamento per difetto al primo quadrimestre può essere utile, in via cautelativa, qualora si volesse dare un aiuto per il secondo quadrimestre. I pro:
1) studente e famiglia hanno la percezione che c'è da migliorare, mentre un arrotondamento per eccesso potrebbe generare un senso di appagamento;
2) l'insegnante ha la percezione, con un arrotondamento d'aiuto a fine anno, di non aver "regalato" nulla
3) il mezzo voto temporaneamente sottratto si può considerare a tutti gli effetti un credito spendibile per il 2° quadrimestre;
4) premesso che sono comunque contrario alle medie matematiche, un aiuto a fine anno, dato in funzione di una serie crescente di voti, è sempre ha sicuramente una fondatezza migliore rispetto ad una serie decrescente.
Tornare in alto Andare in basso
Dec
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 47857
Data d'iscrizione : 23.08.10

MessaggioOggetto: Re: Mezzi voti e scrutini   Dom Gen 12, 2014 12:31 pm

Io ormai li alzo in automatico, tanto nonostante tutto sono sempre quello che dà più insufficienze e almeno su questo non avranno da lamentarsi.
Ti rispondo sui quattro punti:
1) Dipende da come ci si è regolati nelle valutazioni dei compiti e delle interrogazioni: la percezione dovrebbe essere chiara già prima che arrivi la pagella.
2) Su questo non sono per nulla d'accordo. Le valutazioni non devono tener conto delle mie percezioni soggettive, ma di considerazioni razionali.
3) Eccesso di formalismo, visto che tu stesso dici che non ti basi solo sulla media matematica.
4) Sì, anche se ormai per molti studenti è diventata un'abitudine non studiare per tre mesi (o per sette) e poi "recuperare" con un'interrogazione a fine quadrimestre o a fine anno, così la serie è crecente. Anche se poi anch'io finisco per fare queste considerazioni, dovremmo pensare di premiare chi si è impegnato costantemente e magari era un po' stanco alla fine, piuttosto di chi ha fatto il furbo.
Aggiungo una mia considerazione: le insufficienze del primo quadrimestre ci costringono ad improbabili corsi di recupero e a perdere un sacco di tempo con le prove di verifica, sottraendolo all'attività propria del secondo quadrimestre; meglio se non sono troppe (il che non significa che io non ne dia, sia ben chiaro, anzi).
Tornare in alto Andare in basso
Online
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Mezzi voti e scrutini   Dom Gen 12, 2014 2:01 pm

Dec ha scritto:
dovremmo pensare di premiare chi si è impegnato costantemente e magari era un po' stanco alla fine, piuttosto di chi ha fatto il furbo.
Inopinabile, la continuità è un valore che premio sempre e comunque andando oltre la media matematica, anche e soprattutto per fare dei distinguo formali tra chi si è fatto realmente il mazzo nel corso dell'anno e chi beneficia del classico calcio nel sedere per voto di consiglio. Per continuità considero anche il caso di chi inciampa occasionalmente in una verifica ma si preoccupa di rimediare al più presto senza aspettare la fine dell'anno.

Non rispondo alle tue repliche perché ne condivido in pieno i contenuti (in parte mi sono espresso superficialmente) e ti ringrazio per le puntualizzazioni.
Tornare in alto Andare in basso
forza
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 5295
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: Mezzi voti e scrutini   Dom Gen 12, 2014 4:58 pm

di solito gioco al ribasso nel primo quadriemestre e al rialzo nel secondo.....
Tornare in alto Andare in basso
giovanna onnis



Messaggi : 17792
Data d'iscrizione : 15.04.12

MessaggioOggetto: Re: Mezzi voti e scrutini   Dom Gen 12, 2014 5:10 pm

Io insisto dicendo: "Dipende!!!
Non metterei tutti gli studenti nello stesso "calderone" solo perchè sono al 1° quadrimestre e "gioco al ribasso"....non mi sembra giusto nei confronti degli stessi studenti e il messaggio che gli studenti riceverebbero con la valutazione quadrimestrale sarebbe "ambigua" e per niente utile ai fini di un loro miglioramento nell'applicazine e nell'impegno.
A parer mio a scuola non si può fare "di tutta l'erba un fascio" e, nella valutazione è indispensabile differenziare anche se si tratta di mezzi punti...il "gioco al ribasso" o "al rialzo" uguale per tutti non mi piace e non mi trova d'accordo!
Tornare in alto Andare in basso
Paolo Santaniello



Messaggi : 1789
Data d'iscrizione : 15.09.13

MessaggioOggetto: Re: Mezzi voti e scrutini   Dom Gen 12, 2014 5:16 pm

Da matematico ti rispondo che "le medie" non devono essere la media aritmetica... anzi direi che non c'è locuzione più sbagliata del "fare le medie".
Il voto unico di fine quadrimestre deve tener conto di tutti gli elementi di valutazione possibili, non solo i voti di prove scritte e orali (che già sono soggetti a interpretazioni personali) ma anche l'andamento generale dell'alunno. Tenendo conto di tutto non penso sia difficile farsi un'idea su dove debbano spostarsi quei "mezzi punti" che ti lasciano il dubbio
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5367
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: Mezzi voti e scrutini   Dom Gen 12, 2014 5:40 pm

Io tengo anche molto conto dell'andamento delle prove. Chi parte da 3 e arriva a 6 non è come chi parte da 6 e arriva a 3. Impegno e rendimento sono diversi, la valutazione deve essere diversa
Tornare in alto Andare in basso
gugu



Messaggi : 25640
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: Mezzi voti e scrutini   Dom Gen 12, 2014 5:51 pm

lucetta10 ha scritto:
Io tengo anche molto conto dell'andamento delle prove. Chi parte da 3 e arriva a 6 non è come chi parte da 6 e arriva a 3. Impegno e rendimento sono diversi, la valutazione deve essere diversa


Ho appunto un caso del genere 4,5,5.5, 6, 7. Penso di mettere 6. Ovviamente ricordando al pargolo che se ora mi fa il percorso al rovescio avrà l'insufficienza a fine anno.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Mezzi voti e scrutini   Dom Gen 12, 2014 6:05 pm

gugu ha scritto:
lucetta10 ha scritto:
Io tengo anche molto conto dell'andamento delle prove. Chi parte da 3 e arriva a 6 non è come chi parte da 6 e arriva a 3. Impegno e rendimento sono diversi, la valutazione deve essere diversa


Ho appunto un caso del genere 4,5,5.5, 6, 7. Penso di mettere 6. Ovviamente ricordando al pargolo che se ora mi fa il percorso al rovescio avrà l'insufficienza a fine anno.

Direi che in questo caso, se gli elementi di valutazione generici sono positivi il sei ci sta in pieno, facendo tuttavia notare al ragazzo che ti attendi qualcosa in più per i prossimi mesi.
Tornare in alto Andare in basso
giovanna onnis



Messaggi : 17792
Data d'iscrizione : 15.04.12

MessaggioOggetto: Re: Mezzi voti e scrutini   Dom Gen 12, 2014 6:13 pm

gugu ha scritto:
lucetta10 ha scritto:
Io tengo anche molto conto dell'andamento delle prove. Chi parte da 3 e arriva a 6 non è come chi parte da 6 e arriva a 3. Impegno e rendimento sono diversi, la valutazione deve essere diversa


Ho appunto un caso del genere 4,5,5.5, 6, 7. Penso di mettere 6. Ovviamente ricordando al pargolo che se ora mi fa il percorso al rovescio avrà l'insufficienza a fine anno.
Condivido!
Tornare in alto Andare in basso
Tabeta



Messaggi : 1320
Data d'iscrizione : 10.10.10
Età : 47

MessaggioOggetto: Re: Mezzi voti e scrutini   Dom Gen 12, 2014 6:34 pm

Grazie di tutti i vostri commenti. In effetti, dopo aver passato un pomeriggio di riflessione, sono giunta alla conclusione che, come da mia prima valutazione, alcuni di quei mezzi voti andranno in su, altri in giù. Diciamo che avevo per un po' preso in considerazione l'arrotondamento in eccesso perchè ho tanti insufficienti almeno in uno dei due voti, scritto e orale (11 su 29). E perchè ho un voto solo e quindi mi sento un po' fuori posto, anche se non so come avrei potuto fare diversamente. Le ore di lezione sono state 32, gli studenti sono 29. Sono però state interrogazioni lunghe e approfondite.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15837
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Mezzi voti e scrutini   Dom Gen 12, 2014 7:22 pm

A me piacciono le regole chiare ed imparziali:
6.5000001 diventa 7
6.4999999 diventa 6
6.5 frutto di 6 e 7 diventa 7 perchè c'è il trend al rialzo
6.5 frutto di 7 e 6 diventa 6 perchè c'è il trend al ribasso

Se devo fare una porcata (99.99 % delle volte al rialzo) la faccio nei voti delle singole prove; quando il voto finisce sul registro esiste solo più la fredda ed asettica media.
Tornare in alto Andare in basso
Online
Tabeta



Messaggi : 1320
Data d'iscrizione : 10.10.10
Età : 47

MessaggioOggetto: Re: Mezzi voti e scrutini   Dom Gen 12, 2014 8:29 pm

Non è una porcata, dovendo arrotondare per forza, valutare andamento, impegno e interventi in corso d'anno (testing diffuso). Se dovessimo ragionare così strettamente sui numeri, dovresti spiegarmi come fa uno che ha preso 5.5, 5.5, 5.5, 5.5 ad avere un 6, se non ha mai raggiunto la sufficienza. Se la valutazione è una faccenda solo numerica si pone anche questo problema...
Tornare in alto Andare in basso
paniscus



Messaggi : 1607
Data d'iscrizione : 27.04.12

MessaggioOggetto: Re: Mezzi voti e scrutini   Dom Gen 12, 2014 8:32 pm

Ma soprattutto: evitiamo di sentirci a disagio per qualsiasi scelta facciamo, e di sentirci sempre in dovere di giustificarci. La normativa dice chiaramente che il docente ha diritto di fare le scelte che meglio crede sulla valutazione, purché rispetti i criteri generali approvati a a livello di istituto; e dice anche che nessuno è obbligato a rispettare categoricamente la media aritmetica ma che alla valutaizone concorrono anche una serie di altri fattori, a giudizio professionale del docente.

Certo che i criteri personali utilizzati dal docente per arrotondare una media che non è intera devono essere coerenti e uguali per tutti gli allievi, ma non vuol dire che, partendo dalla stessa media, il risultato finale debba essere lo stesso per tutti! Per cui, se due studenti avevano "aritmeticamente" entrambi 5 e mezzo, si può benissimo scegliere di dare 5 a uno e 6 all'altro, tenendo conto anche di tutta una serie di altri dettagli che possono essere molto diversi per i due casi (la partecipazione, l'impegno, la puntualità nel consegnare i lavori, l'ordine e la cura del materiale, gli interventi informali in classe), che in caso di necessità si possono anche spiegare con trasparenza a chi viene a chiederli!

Oltretutto, anche in caso di contestazioni, NON ESISTE che l'alunno o il genitore possano fare contestazioni su base comparativa! Ossia, se uno chiede "perché avevo cinque virgola sette e mi ha dato cinque?" gli si spiega tranquillamente... ma se uno chiede "perché io e GianPippo avevamo entrambi cinque virgola sette, ma io ho avuto cinque e lui ha avuto sei?" gli si dice che la valutazione altrui non lo riguarda e lo si invita cortesemente a farsi i fatti suoi!

E basta con questa ansia del "come faccio a giustificarmi se vengono a chiedere spiegazioni"!

Lisa
Tornare in alto Andare in basso
paniscus



Messaggi : 1607
Data d'iscrizione : 27.04.12

MessaggioOggetto: Re: Mezzi voti e scrutini   Dom Gen 12, 2014 8:35 pm

Tabeta ha scritto:
Non è una porcata, dovendo arrotondare per forza, valutare andamento, impegno e interventi in corso d'anno (testing diffuso). Se dovessimo ragionare così strettamente sui numeri, dovresti spiegarmi come fa uno che ha preso 5.5, 5.5, 5.5, 5.5 ad avere un 6, se non ha mai raggiunto la sufficienza. Se la valutazione è una faccenda solo numerica si pone anche questo problema...

Ma infatti personalmente quello è uno dei miei criteri più frequenti. Se uno ha cinque e mezzo perché è partito dal 5 (o magari anche dal 4) ed è arrivato a prendere delle sufficienze piene, gli si dà 6, ma se uno ha cinque e mezzo perché ha sempre preso solo cinque e mezzo e non si è mai mosso di lì, si becca 5 di sicuro!
Tornare in alto Andare in basso
Tabeta



Messaggi : 1320
Data d'iscrizione : 10.10.10
Età : 47

MessaggioOggetto: Re: Mezzi voti e scrutini   Dom Gen 12, 2014 8:40 pm

Grazie, Paniscus. Hai ragione.


Ultima modifica di Tabeta il Lun Gen 13, 2014 12:26 am, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15837
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Mezzi voti e scrutini   Dom Gen 12, 2014 10:32 pm

Per porcate intendevo valutazioni che non si basano solo sulla prestazione dello studente.
All'IPSIA capita spesso di dover valutare i ragazzi con troppa generosità, per mille ragioni; spesso un ragazzo con tutti 3 si trova 6 in pagella.
Io preferisco "anticipare le forzature", ignorare un voto scritto sul registro secondo me è più pericoloso che ignorare un errore su un compito o una risposta sbagliata in un'interrogazione.
Tornare in alto Andare in basso
Online
Tabeta



Messaggi : 1320
Data d'iscrizione : 10.10.10
Età : 47

MessaggioOggetto: Re: Mezzi voti e scrutini   Lun Gen 13, 2014 12:27 am

Beh, io di porcate non ne faccio...
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Mezzi voti e scrutini   Lun Gen 13, 2014 9:17 am

@ avidodinformazioni. Mi sembra che in diversi (io, Dec, Paolo Santaniello, ecc.) abbiano ribadito che la cosiddetta "media matematica" sia un concetto decisamente restrittivo. Ciascuno di noi prende in esame diversi elementi di valutazione, quelli che concorrono nel complesso a definire il voto finale.

Tu parli di porcate ma la mia percezione è che tu intenda per "porcate" tutte le integrazioni al voto non scaturite dalle verifiche "formali". Se baglio correggimi. Ebbene, volevo ribadire che le verifiche non si esauriscono nella classica interrogazione orale o nel classico compito in classe, ma si estendono ad un qualsiasi momento di una qualsiasi lezione. Quando si integra il voto si considerano sommativamente questi elementi di giudizio che sono comunque un atto dovuto. Certo, se uno ci tiene alla formalità, in teoria potrebbe e dovrebbe assegnare un voto quotidiano a ciascun allievo, verbalizzando adeguatamente nel registro le motivazioni di quel voto. Non lo facciamo per praticità, sia perché finiremmo giornalmente per dedicare più tempo alla verbalizzazione burocratica che all'insegnamento, sia perché per una cosa del genere occorrerebbero registri di 300 pagine. D'altra parte, se è vero che dopo un mese di approccio non conosco i miei studenti (a iniziare dal test d'ingresso, decisamente insufficiente), dopo alcuni mesi ne conosco tutte le caratteristiche e sono in grado di esprimere comunque un giudizio che va ben oltre le 5-6 valutazioni formali che metto nel registro ad ogni quadrimestre.

Detto questo, ritornando sul concetto di "porcata", non dimentichiamoci che il nostro voto finale non è un giudizio insindacabile, ma è un contributo fondamentale, di carattere informativo destinato al consiglio di classe, l'unico che collegialmente formula il giudizio finale su ciascuna delle nostre materie.

E affinché la proposta di voto sia funzionale è indispensabile formularla in modo corretto, senza dare e senza togliere, in modo che il CdC abbia la percezione della reale situazione. A me non piacciono quelle antipatiche discussioni, sul portare un cinque a sei per voto di consiglio, quando poi il collega si oppone con la spada tratta tirando in ballo storie del tipo "ma il mio cinque in realtà è quattro perché bla bla bla". Cavolo, portalo con quattro se questo è il voto reale. Nessuno ti vieta di elevarlo a 5 o a 6 alla luce di un esame di un contesto globale che scaturisce nello scrutinio.

Lo scrutinio non è un atto punitivo deve essere giusto, coerente e garantista. Garantista non nel senso che si debbano commettere porcate, bensì nel senso che non deve essere ommesso o trascurato qualsiasi elemento che possa giustificare una valutazione positiva. E questi elementi non si riducono alla mera formale "media".

Spero di essere stato chiaro.
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5367
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: Mezzi voti e scrutini   Lun Gen 13, 2014 12:55 pm

gian ha scritto:
@ avidodinformazioni. Mi sembra che in diversi (io, Dec, Paolo Santaniello, ecc.) abbiano ribadito che la cosiddetta "media matematica" sia un concetto decisamente restrittivo. Ciascuno di noi prende in esame diversi elementi di valutazione, quelli che concorrono nel complesso a definire il voto finale.

Tu parli di porcate ma la mia percezione è che tu intenda per "porcate" tutte le integrazioni al voto non scaturite dalle verifiche "formali". Se baglio correggimi. Ebbene, volevo ribadire che le verifiche non si esauriscono nella classica interrogazione orale o nel classico compito in classe, ma si estendono ad un qualsiasi momento di una qualsiasi lezione. Quando si integra il voto si considerano sommativamente questi elementi di giudizio che sono comunque un atto dovuto. Certo, se uno ci tiene alla formalità, in teoria potrebbe e dovrebbe assegnare un voto quotidiano a ciascun allievo, verbalizzando adeguatamente nel registro le motivazioni di quel voto. Non lo facciamo per praticità, sia perché finiremmo giornalmente per dedicare più tempo alla verbalizzazione burocratica che all'insegnamento, sia perché per una cosa del genere occorrerebbero registri di 300 pagine. D'altra parte, se è vero che dopo un mese di approccio non conosco i miei studenti (a iniziare dal test d'ingresso, decisamente insufficiente), dopo alcuni mesi ne conosco tutte le caratteristiche e sono in grado di esprimere comunque un giudizio che va ben oltre le 5-6 valutazioni formali che metto nel registro ad ogni quadrimestre.

Detto questo, ritornando sul concetto di "porcata", non dimentichiamoci che il nostro voto finale non è un giudizio insindacabile, ma è un contributo fondamentale, di carattere informativo destinato al consiglio di classe, l'unico che collegialmente formula il giudizio finale su ciascuna delle nostre materie.

E affinché la proposta di voto sia funzionale è indispensabile formularla in modo corretto, senza dare e senza togliere, in modo che il CdC abbia la percezione della reale situazione. A me non piacciono quelle antipatiche discussioni, sul portare un cinque a sei per voto di consiglio, quando poi il collega si oppone con la spada tratta tirando in ballo storie del tipo "ma il mio cinque in realtà è quattro perché bla bla bla". Cavolo, portalo con quattro se questo è il voto reale. Nessuno ti vieta di elevarlo a 5 o a 6 alla luce di un esame di un contesto globale che scaturisce nello scrutinio.

Lo scrutinio non è un atto punitivo deve essere giusto, coerente e garantista. Garantista non nel senso che si debbano commettere porcate, bensì nel senso che non deve essere ommesso o trascurato qualsiasi elemento che possa giustificare una valutazione positiva. E questi elementi non si riducono alla mera formale "media".

Spero di essere stato chiaro.


aggiungo solo che tutto questo è già anticipato nelle programmazioni individuali, dove si parla di valutazione e non si accenna mai invece alla media aritmetica. Non è una sorpresa e non è improvvisato per fare la quadra
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15837
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Mezzi voti e scrutini   Lun Gen 13, 2014 2:34 pm

Io purtroppo mi riferivo ad altro, forse voi non insegnate negli IPSIA, dove lo studio e l'impegno sono un tabù.
I ministri stessi dicono che la scuola deve anche tenere i ragazzi lontano dalla strada, anche mettendo i "contenuti" in secondo piano; ovviamente gli IPSIA e non i licei classici sono i primi ad essere chiamati in causa.
Il risultato è che i prof quando interrogano o fanno verifiche, inevitabilmente devono porre domande sui contenuti ed altrettanto invitabilmente, riceveranno risposte insoddisfacenti (per usare un eufemismo).
A quel punto rimangono 3 opzioni:
segare il 90% della classe (in cdc intendo),
promuovere quasi tutti facendo delle forzature in consiglio,
essere larghi di manica (e di molto) durante l'anno.

La maggior parte dei colleghi preferisce la seconda strada, a me da fastidio arrivare con una sfilza di 4 e proporre un 6, peggio proporre un 4 e vedermelo passare a 6; quindi evito di arrivare con una sfilza di 4.
E' una cosa che non mi piace fare, ma le cui alternative mi sembrano peggiori.
Tornare in alto Andare in basso
Online
Paolo Santaniello



Messaggi : 1789
Data d'iscrizione : 15.09.13

MessaggioOggetto: Re: Mezzi voti e scrutini   Lun Gen 13, 2014 2:56 pm

Se vuoi promuovere un ragazzo che non studia (e per qualsiasi motivo tu lo voglia fare) non gli metti tanti tre per poi far uscire il magico 6 in pagella.
Gli cominci a mettere 6 già durante il quadrimestre!


In caso ci sia un prof che, individualmente mette i 3 e poi il consiglio di classe vuole comunque far apparire magicamente i 6 la questione è semplicissima: si mette a verbale che la proposta di voto è 3 e che il consiglio di classe scarta questa proposta e mette il 6 a maggioranza.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Mezzi voti e scrutini   Lun Gen 13, 2014 8:41 pm

avidodinformazioni ha scritto:
Io purtroppo mi riferivo ad altro, forse voi non insegnate negli IPSIA, dove lo studio e l'impegno sono un tabù.
I ministri stessi dicono che la scuola deve anche tenere i ragazzi lontano dalla strada, anche mettendo i "contenuti" in secondo piano; ovviamente gli IPSIA e non i licei classici sono i primi ad essere chiamati in causa.
Il risultato è che i prof quando interrogano o fanno verifiche, inevitabilmente devono porre domande sui contenuti ed altrettanto invitabilmente, riceveranno risposte insoddisfacenti (per usare un eufemismo).
La mia carriera si è sempre svolta fino a pochi anni fa in un istituto professionale per l'agricoltura, non credo ci siano profonde differenze, a parte il fatto che (da quello che ho sentito) gli "agrari" sono mediamente più tranquilli di quelli degli "industriali" per quanto concerne disciplina e senso di responsabilità.
Conosco perfettamente la situazione, ci sono casi drammatici, ai limiti del semianalfabetismo. Tuttavia quando si opera in condizioni drammatiche, l'obiettivo didattico-educativo, a prescindere dalla fuffa scritta nei POF, va sempre calibrato su quelle che sono le condizioni di ingresso.

D'altra parte che fai, eviti di fare lezione o fare le verifiche perché è inutile? Si opera cercando di ottenere il massimo utile a prescindere dal contesto operativo. Qualsiasi risultato positivo va comunque preso nel suo contesto e valutato con onestà intellettuale. Ho avuto studenti che erano una frana ma avevano anche buona volontà e con un po' di aiuto sono riusciti completare il ciclo di studi. Alcuni di questi hanno anche proseguito all'università e conseguito la laurea. Certo, non si tratta di casi di "cervelli" destinati alla ricerca scientifica, ma con il tempo possono farsi strada nella vita. Perché negargli questa possibilità alla luce di un due sistematico in una materia specifica? Certo che se i due abbondano nel quadro dei voti, ottenere l'aiuto diventa un po' difficile.

In ogni modo la valutazione nelle scuole di serie B (chiamiamole così) deve procedere facendo largo ricorso al buon senso e uscendo un po' dagli schemi ufficiali. Altrimenti, come dici, bisogna fare tabula rasa di intere classi. In passato esistevano gli esami di riparazione utilissimi nei professionali perché erano lo strumento con cui si potevano recuperare alcune gravi lacune nel primo biennio. Con l'istituzione del "debito formativo" si è data un'enorme mazzata al sistema scuola, soprattutto in quei contesti in cui le realtà difficili rischiano di portare alla chiusura di plessi e istituti. Con la sospensione del giudizio non mi sembra che le cose siano sensibilmente migliorate.

A quel punto rimangono 3 opzioni:
Citazione :
segare il 90% della classe (in cdc intendo),
Talvolta viene fatto, ma in genere si finisce sui giornali. Purtroppo si è affermato l'assioma che una bocciatura di massa deriva da un demerito degli insegnanti e non degli studenti. A prescindere dal contesto operativo. Se poi si elaborano statistiche che aggregano i dati mettendo alla stessa stregua l'istituto professionale di un'area svantaggiata in provincia e il liceo storico di una città si arriva all'apoteosi dell'idiozia.

Citazione :
promuovere quasi tutti facendo delle forzature in consiglio,
Anche questo è sbagliato perché nel medio periodo tende a far peggiorare la qualità del percorso formativo di quella scuola. Purtroppo ci sono sia presidi sia docenti che operano solo con una logica implicitamente clientelare. Tuttavia l'errore di fondo che spesso si commette è quello di fare, in sede di scrutinio, una valutazione comparativa (se abbiamo passato Tizio allora bisogna passare anche Caio) che prescinde dall'analisi dei contesti individuali. Grazie anche ad un'interpretazione rigida della "soglia minima" deliberata dal collegio dei docenti.

Citazione :
essere larghi di manica (e di molto) durante l'anno.
Sbagliatissimo perché offre, in sede di scrutinio, una percezione completamente errata. Peraltro si finisce per creare guerre intestine all'interno del consiglio di classe, con degenerazioni dagli esiti imprevedibili. E' molto più corretto portare tutti con i voti reali e valutare caso per caso con coscienza, serenità e onestà intellettuale. Di fatto si commettono meno "ingiustizie". Se un ragazzo è da quattro lo porto con quattro. In sede di scrutinio valuto se è il caso di aiutarlo direttamente io, sulla base degli elementi positivi di giudizio, o se affidarmi al voto di consiglio. In ogni modo preferisco tenere i ragazzi sui carboni accesi nel corso dell'anno per evitare che si rilassino sulla base di un risultato acquisito falsato da un giudizio sul divenire.

Citazione :
La maggior parte dei colleghi preferisce la seconda strada, a me da fastidio arrivare con una sfilza di 4 e proporre un 6, peggio proporre un 4 e vedermelo passare a 6; quindi evito di arrivare con una sfilza di 4.
E' una cosa che non mi piace fare, ma le cui alternative mi sembrano peggiori.
La penso in modo diametralmente opposto :-)
Tornare in alto Andare in basso
 
Mezzi voti e scrutini
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 3Andare alla pagina : 1, 2, 3  Seguente
 Argomenti simili
-
» ASSENZA TITOLARE E SCRUTINI FINALI
» Scrutini e frequenza PAS
» scrutini differiti
» Scrutini di materia alternativa non pagati? possibile??
» scrutini e permesso non retribuito... possono negarlo?!!

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: