Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Dsa o eccesso di scrupolo?

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10  Seguente
AutoreMessaggio
piperitapatty85



Messaggi : 674
Data d'iscrizione : 18.12.12

MessaggioOggetto: Dsa o eccesso di scrupolo?   Lun Gen 27, 2014 6:47 pm

Promemoria primo messaggio :

Ciao a tutti,
vi scrivo per chiedervi un parere. Un alunno di scuola media nello scritto commette sistematicamente errori nell'utilizzo delle preposizioni articolate "dei, delle, ecc.", scrivendo ad esempio "dei uomini", "dei africani", "del Asia". Altri errori (quasi) sistematici riguardano gli accenti, che non mette quasi mai. Il ragazzo non ha problemi di inversione delle sillabe e legge in modo abbastanza spedito; gli errori, a suo dire, sono provocati dalla fretta. Mi sembra però strano che non ci sia volta che non sbagli queste benedette preposizioni, nonostante le innumerevoli correzioni. Voi che ne pensate? Sono paranoica? :-) Grazie!
Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
paniscus



Messaggi : 1607
Data d'iscrizione : 27.04.12

MessaggioOggetto: Re: Dsa o eccesso di scrupolo?   Mar Feb 04, 2014 10:07 pm

Ire ha scritto:
leggo poco, rileggerò.
Mi salta agli occhi una cosa:   mi puoi spiegare cosa c'entrano le strategie didattiche applicabili alla classe con il pdp?

C'entrano eccome, perché anche l'alunno col PDP è innanzi tutto inserito in una classe e deve seguire la programmazione generale della classe, su cui poi si innesta anche il PDP, che non serve a stilare ex novo un'intera programmazione completamente diversa, ma serve ad apportare qualche modifica su singoli dettagli alla programmazione generale della classe e alle strategie didattiche stabilite per la classe. Ma appunto, la modifica di qualche dettaglio, NON una programmazione a parte completamente estranea a quella della classe.

Se si pretende che il ragazzo segua una programmazione che non c'entra niente con quella degli altri, come se fosse un'entità estranea alla classe che procede esclusivamente su un binario tutto suo, lo si tolga dalla classe e gli si faccia istruzione familiare o lo si affidi a precettori privati. Oppure, al limite, si richieda un vero e proprio programma DIFFERENZIATO, e non un semplice PDP.
Tornare in alto Andare in basso
Stefania.n



Messaggi : 174
Data d'iscrizione : 21.08.12

MessaggioOggetto: Re: Dsa o eccesso di scrupolo?   Mar Feb 04, 2014 10:19 pm

Io credo che noi insegnanti siamo gli esperti di strategie didattiche, anche con i dsa ( o almeno dovremmo).
Ma i genitori conoscono meglio i loro figli, li vedono a casa e la realtà è che spesso li seguono per ore nei compiti pomeridiani.
Quando ho un dsa in classe io faccio tesoro della collaborazione della famiglia: io propongo, imposto il percorso didattico per l'alunno...ma solo se riesco a costruire una buona relazione con la famiglia conseguo risultati positivi, perché sono loro a completare il percorso a casa e perché mi possono dare dei feedback sulla positività o meno delle strategie proposte.
Soprattutto se sono alunni della scuola primaria...
Tornare in alto Andare in basso
Stefania.n



Messaggi : 174
Data d'iscrizione : 21.08.12

MessaggioOggetto: Re: Dsa o eccesso di scrupolo?   Mar Feb 04, 2014 10:32 pm

Aggiungo anche questa riflessione.
Le strategie didattiche che vanno bene per i dsa, di solito vanno bene a tutti i ragazzi in difficoltà: penso alle strategie di studio, alle tecniche di lettura e di comprensione del testo, ma anche alla matematica almeno per la scuola primaria.

Nella mia esperienza, quando ho avuto in classe un alunno dsa, ho cercato di rimodulare il mio stile di insegnamento in versione più "strategica" e questo ha sempre portato beneficio a tutta la classe.
Tornare in alto Andare in basso
farm80



Messaggi : 811
Data d'iscrizione : 28.07.12

MessaggioOggetto: Re: Dsa o eccesso di scrupolo?   Mar Feb 04, 2014 10:41 pm

Brava Stefania.n!
Tornare in alto Andare in basso
paniscus



Messaggi : 1607
Data d'iscrizione : 27.04.12

MessaggioOggetto: Re: Dsa o eccesso di scrupolo?   Mar Feb 04, 2014 10:45 pm

...e quindi, come cavolo si fa a dire che il PDP non c'entra niente con le strategie didattiche di classe?

C'entra eccome!

A meno che non si voglia sostenere che il ragazzo con dsa sia una sorta di elemento estraneo che in realtà non fa parte della classe e che c'è stato appiccicato sopra per puro caso...
Tornare in alto Andare in basso
carla75



Messaggi : 4282
Data d'iscrizione : 26.10.10

MessaggioOggetto: Re: Dsa o eccesso di scrupolo?   Mar Feb 04, 2014 10:46 pm

paniscus ha scritto:
Ire ha scritto:
paniscus ha scritto:
Ire ha scritto:
Potrei dire la stessa cosa:

ho constatato che non esiste.

Colleghi di materie scientifiche (o anche di filosofia), gliela devo PROPRIO fare io la lezioncina sul principio di falsificabilità, con tanto di mappe concettuali personalizzate, o ci pensa qualcun altro?  

L.


Sono un po' stupida e probabilmente la lezioncina me la devi fare con tanto di disegnino, perchè penso di non aver capito quello che intendi visto che quello che ho capito è che tu stia suggerendo che sto inventandomi tutto.

No, veramente non ho affatto inteso dire che tu "ti inventi tutto" mentendo consapevolmente. Semmai ho inteso dire che a mio avviso tu ti ostini a straparlare di cose che non sai (nel senso che ti mancano informazioni su dati di FATTO), e sulle quali, quindi, ti limiti a esporre opinioni personali in libertà, piegando le conclusioni alla tesi che piace a te o che vorresti dimostrare tu. Solo che le opinioni personali sono una cosa e i dati di fatto sono un'altra.

Quanto alla lezioncina sulla falsificabilità, l'idea di base è che è impossibile dimostrare logicamente che una cosa "non esiste" solo perchè non la si è ancora vista. Al massimo, se veramente la si è cercata con metodi e criteri opportuni e non la si è mai vista, si può affermare con ragionevole certezza che "è piuttosto improbabile che esista"... mentre, al contrario, per dimostare che esiste basta averla vista davvero anche una volta sola.

Per cui, se tu sostieni che *la tendenza a ricercare certificazioni tardive alle superiori perché il ragazzo rischia di essere bocciato* sia una cosa che non esiste, solo perchè nel tuo giro di conoscenze non ti è mai capitato di vederla, mentre io sostengo che esiste perché nel mio lavoro l'ho vista eccome, e nemmeno una volta sola, non vedo proprio che razza di simmetria e di reciprocità ci sia tra i nostri due discorsi.

Se io dico che gli ornitorinchi non esistono solo perchè io non ne ho mai visto uno dal vivo, c'è pieno di altre persone al mondo pronte a smentirmi perché li hanno effettivamente visti.

Mi sono spiegata meglio?

L.
mbe' Lisa cmq siamo in due. vogliamo indicare altri falsificatori potenziali?
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15801
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Dsa o eccesso di scrupolo?   Mar Feb 04, 2014 10:47 pm

Ire ha scritto:

Insomma, dimostrando di aver capito il problema la mamma avrebbe collaborato nel contenere il ragazzo. Così la vedo dura.

Perdonami se mi sono permessa, avido.

No, non ti perdono ........ perchè non hai nulla da farti perdonare; quello che hai scritto è sacrosanto.
La colpa è mia che non ho voluto dare una migliore descrizione degli eventi; ho un po' di remore a parlare di ragazzi in carne ed ossa su internet, ma un po' posso approfondire.
Il ragazzo aveva preso una biglia ad un altro, nel mezzo della lezione (esercitazione) era giunto fino alla cattedra trattenendola, inseguito dal proprietario.
Ad un tira e molla iniziale era seguita la mia intimazione a smetterla ed a restituire l'oggetto (gioco non furto); il ragazzo invece l'ha lanciata con forza (non con stizza) lontano; la biglia è finita su un monitor (vecchio come il cucco) scheggiandolo.
Da lì la situazione si è vestita di ufficialità, è rapidamente giunta dalla preside (non per mia iniziativa) la quale ha ravvisato (giustamente) gli estremi per intervenire duramente.
Il problema non era tanto il gioco inopportuno, nè il monitor (che il ragazzo si era offerto subito di rimpiazzare), il problema era (giustamente) il pericolo corso che qualche ragazzo potesse rimanere ferito (pensiamo ad un occhio).
Purtroppo il ragazzo è anche il campione di note in una classe campione di note; pluri sospeso e costantemente impegnato in bravate (di minore entità rispetto a questa).
Subisce il "fascino" di un altro ragazzo, vero delinquente in erba, ed i suoi atteggiaenti non sono figli della noia (possibilità che, credimi, conosco e comprendo benissimo) ma della volontà di apparire figo agli occhi di quel delinquente (è non uso questo termine con leggerezza, anche se non lo giustificherò).
Di questo la madre è stata pienamente informata.
Al fascino di quel ragazzo non cedono solo i dislessici, ma anche un nutrito gruppo di fancazzisti generici, perchè è inutile nasconderlo, come spiegava Yoda a Luke Skywalker ne "l'impero colpisce ancora", il lato oscuro della forza è il più seducente, e Luke non era dislessico.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15801
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Dsa o eccesso di scrupolo?   Mar Feb 04, 2014 10:51 pm

Stefania.n ha scritto:
Aggiungo anche questa riflessione.
Le strategie didattiche che vanno bene per i dsa, di solito vanno bene a tutti i ragazzi in difficoltà: penso alle strategie di studio, alle tecniche di lettura e di comprensione del testo, ma anche alla matematica almeno per la scuola primaria.

Nella mia esperienza, quando ho avuto in classe un alunno dsa, ho cercato di rimodulare il mio stile di insegnamento in versione più "strategica" e questo ha sempre portato beneficio a tutta la classe.
Lo faccio anch'io sistematicamente; tuttavia mi permetto di integrare l'ultima tua affermazione: questo ha sempre portato beneficio a tutta la classe ..... con la sola eccezione delle eccellenze.

Private degli stimoli a dare il meglio rapidamente si .... normalizzano.
Tornare in alto Andare in basso
Stefania.n



Messaggi : 174
Data d'iscrizione : 21.08.12

MessaggioOggetto: Re: Dsa o eccesso di scrupolo?   Mar Feb 04, 2014 10:58 pm

"con la sola eccezione delle eccellenze.
Private degli stimoli a dare il meglio rapidamente si .... normalizzano"

Non sono d'accordo: lavorare a livello strategico e metacognitivo è l'ideale anche per le eccellenze, anzi in questo danno il meglio di sé.

Certo che lavorare in questo modo, con tutto il gruppo classe, però in modo tale che ognuno possa sviluppare le sue potenzialità, non è facile.

D'altra parte il nostro lavoro non è per niente facile, a differenza di quanto si pensa.
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8318
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Dsa o eccesso di scrupolo?   Mer Feb 05, 2014 8:00 am

paniscus ha scritto:
..e quindi, come cavolo si fa a dire che il PDP non c'entra niente con le strategie didattiche di classe?

C'entra eccome!

A meno che non si voglia sostenere che il ragazzo con dsa sia una sorta di elemento estraneo che in realtà non fa parte della classe e che c'è stato appiccicato sopra per puro caso...


con l'inversione delle priorità: personalizzo la didattica sul dsa ed estendo mea sponte le strategie sulla classe perchè mi accorgo che sono modalità più valide rispetto a quelle tradizionali.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
Ire



Messaggi : 8318
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Dsa o eccesso di scrupolo?   Mer Feb 05, 2014 8:05 am

avidodinformazioni ha scritto:

La colpa è mia che non ho voluto dare una migliore descrizione degli eventi; ho un po' di remore a parlare di ragazzi in carne ed ossa su internet, ma un po' posso approfondire.

cut

.

In effetti detta così è diversa :-)
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
paniscus



Messaggi : 1607
Data d'iscrizione : 27.04.12

MessaggioOggetto: Re: Dsa o eccesso di scrupolo?   Mer Feb 05, 2014 8:13 am

Ire ha scritto:
con l'inversione delle priorità: personalizzo la didattica sul dsa ed estendo mea sponte le strategie sulla classe perchè mi accorgo che sono modalità più valide rispetto a quelle tradizionali.

E ovviamente questa non è un'opinione personale tua, ma è una verità assoluta che deve essere automaticamente condivisa da tutti, no?
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8318
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Dsa o eccesso di scrupolo?   Mer Feb 05, 2014 8:44 am

paniscus ha scritto:


cut

Per cui, se tu sostieni che *la tendenza a ricercare certificazioni tardive alle superiori perché il ragazzo rischia di essere bocciato* sia una cosa che non esiste, solo perchè nel tuo giro di conoscenze non ti è mai capitato di vederla, mentre io sostengo che esiste perché nel mio lavoro l'ho vista eccome, e nemmeno una volta sola, non vedo proprio che razza di simmetria e di reciprocità ci sia tra i nostri due discorsi.


cut


L.

La reciprocità tra i nostri due discorsi non c'è, hai ragione, perchè tu dai interpretazioni personali e non corrispondenti alle mie parole senza prima chiederti e chiedermi se hai capito bene.

Non ho detto che

Citazione :
*la tendenza a ricercare certificazioni tardive alle superiori perché il ragazzo rischia di essere bocciato* sia una cosa che non esiste

ho detto che


Ire ha scritto:
mi sembra un pochino tendenzioso dire che ci sono dislessici che vengono diagnosticati per paura delle bocciature solo quando sono alle superiori.


ed è una cosa assolutamente diversa


Tra l'altro tu hai visto, e ne sono certa, casi in cui si cerca la diagnosi per evitare la bocciatura -

1) potrebbe essere la spinta che apre gli occhi alla famiglia su problemi di un ragazzo che nessuno ha mai interpretato in modo diverso. Non tutte le famiglie hanno sensibilità o conoscenze tali da rendersi conto di questo.

2) potrebbe essere come dici tu, in qualche caso sì ma affermarlo così categoricamente come hai fatto sembrerebbe indicare che questa sia l'unica ragione della certificazione tardiva mentre non è così e ho portato le mie considerazioni al riguardo per le quali non ho trovato alcuna confutazione, per cui direi che siete abbastanza d'accordo.

La mia cerchia di conoscenze, paniscus, e l'esperienza che ho circa le motivazioni che inducono le famiglie a intraprendere il percorso diagnostico è ampia almeno quanto la tua-
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
Ire



Messaggi : 8318
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Dsa o eccesso di scrupolo?   Mer Feb 05, 2014 8:57 am

paniscus ha scritto:
Ire ha scritto:
con l'inversione delle priorità: personalizzo la didattica sul dsa ed estendo mea sponte le strategie sulla classe perchè mi accorgo che sono modalità più valide rispetto a quelle tradizionali.

E ovviamente questa non è un'opinione personale tua, ma è una verità assoluta che deve essere automaticamente condivisa da tutti, no?


No. essendo ultranoto che io non estendo didattica a nessuno perchè a nessuno insegno questa era solo la spiegazione a te del perchè eventualmente un insegnante può estendere alla classe la didattica individuata nel pdp.

La spiegazione a te che dicevi che allora dsa e didattica alla classe non sono separate.

Volendo possono non esserlo. Ma solo volendo.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
piperitapatty85



Messaggi : 674
Data d'iscrizione : 18.12.12

MessaggioOggetto: Re: Dsa o eccesso di scrupolo?   Mer Feb 05, 2014 5:19 pm

Atene ha scritto:
Premessa: non ho letto le varie pagine, non ne ho il tempo in questi giorni!
Mi collego al post iniziale: c'è un libro della erickson "recupero in ortografia", datato ma sempre utile secondo me, che potresti usare x verificare i tuoi dubbi.

Ti ringrazio!
Tornare in alto Andare in basso
giovanna onnis



Messaggi : 17791
Data d'iscrizione : 15.04.12

MessaggioOggetto: Re: Dsa o eccesso di scrupolo?   Mer Feb 05, 2014 5:31 pm

paniscus ha scritto:
Ire ha scritto:
mi sembra un pochino tendenzioso dire che ci sono dislessici che vengono diagnosticati per paura delle bocciature solo quando sono alle superiori.

Forse succederà in futuro.

Ire, prova per una volta a fidarti di chi nell'ambiente ci lavora: col cavolo che "forse succederà in futuro".

Succede GIA', di routine, da diversi anni.

Fattene una ragione.

E' vero, anzi verissimo Ire succede già come dice Paniscus e non abitiamo nella stessa regione!!!!
Tornare in alto Andare in basso
piperitapatty85



Messaggi : 674
Data d'iscrizione : 18.12.12

MessaggioOggetto: Re: Dsa o eccesso di scrupolo?   Mer Feb 05, 2014 8:20 pm

giovanna onnis ha scritto:
paniscus ha scritto:
Ire ha scritto:
mi sembra un pochino tendenzioso dire che ci sono dislessici che vengono diagnosticati per paura delle bocciature solo quando sono alle superiori.

Forse succederà in futuro.

Ire, prova per una volta a fidarti di chi nell'ambiente ci lavora: col cavolo che "forse succederà in futuro".

Succede GIA', di routine, da diversi anni.

Fattene una ragione.

E' vero, anzi verissimo Ire succede già come dice Paniscus e non abitiamo nella stessa regione!!!!

Quoto mille volte!
Tornare in alto Andare in basso
Atene



Messaggi : 2436
Data d'iscrizione : 30.12.11

MessaggioOggetto: Re: Dsa o eccesso di scrupolo?   Mer Feb 05, 2014 8:42 pm

piperitapatty85 ha scritto:
Atene ha scritto:
Premessa: non ho letto le varie pagine, non ne ho il tempo in questi giorni!
Mi collego al post iniziale: c'è un libro della erickson "recupero in ortografia", datato ma sempre utile secondo me, che potresti usare x verificare i tuoi dubbi.

Ti ringrazio!

Figurati!!
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8318
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Dsa o eccesso di scrupolo?   Gio Feb 06, 2014 8:26 am

Che succeda qualche volta ne sono consapevole e non l'ho mai negato.

Ma cosa può significare quel "non vorrei che fosse bocciato"?

Perchè non chiedersi se non significhi tutta quella serie di prese di coscienza, sofferenze, senso di inadeguatezza et at che possono anche derivare dal fatto che fino a quel momento nessuno ha mai parlato di dislessia in merito al loro figlio?

Pensiamo di essere solo noi i genitori responsabili che vogliono il bene del figlio anche dovesse costare qualche fatica mentre tutti gli altri vogliono solo che vada avanti senza rompere?

nella maggior parte dei casi il genitore vuole il bene del figlio, magari non sa come ottenerlo o cerca di ottenerlo nel modo "sbagliato".
Non dovreste essere voi, esperti di didattica e di apprendimenti, a spiegare alla famiglia che non sempre la promozione tout court è il bene del ragazzo. a spiegare che la diagnosi tardiva per fortuna è arrivata e che se significa bocciatura per un anno va bene ugualmente perchè vi da la possibilità di aiutare il ragazzo con le modalità che voi conoscete, modalità nuove adatte al dsa, a recuperare le lacune ed ottenere il successo formativo?

Le famiglie vi ascoltano.......se siete in grado di dimostrare che non le disprezzate e che anche il loro modo di rivolgersi a voi dicendo "è dsa va promosso" è quello che vi serve per prendere davvero in carico il problema e per semplificarlo per loro che si trovano ad affrontare una cosa cui non sono preparati (a differenza vostra che lo siete per formazione professionale)

Non mi esprimo sulle percentuali di quante volte questo accada rispetto a quante volte invece davanti ad una famiglia che presenta per qualche motivo una diagnosi tardiva il cdc decide che quella famiglia vuole solo la promozione e gliela dà.

Succede, Giovanna, succede quello che dici tu ma succede anche molto ciò che dico io.


Ultima modifica di Ire il Gio Feb 06, 2014 10:24 am, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
lucetta10



Messaggi : 5356
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: Dsa o eccesso di scrupolo?   Gio Feb 06, 2014 9:00 am

Stefania.n ha scritto:
"con la sola eccezione delle eccellenze.
Private degli stimoli a dare il meglio rapidamente si .... normalizzano"

Non sono d'accordo: lavorare a livello strategico e metacognitivo è l'ideale anche per le eccellenze, anzi in questo danno il meglio di sé.

Certo che lavorare in questo modo, con tutto il gruppo classe, però in modo tale che ognuno possa sviluppare le sue potenzialità, non è facile.

D'altra parte il nostro lavoro non è per niente facile, a differenza di quanto si pensa.


... e infatti i risultati parlano di eccellenze eccellenti nella scuola italiana!
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8318
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Dsa o eccesso di scrupolo?   Gio Feb 06, 2014 12:59 pm

lucetta10 ha scritto:
Stefania.n ha scritto:
"con la sola eccezione delle eccellenze.
Private degli stimoli a dare il meglio rapidamente si .... normalizzano"

Non sono d'accordo: lavorare a livello strategico e metacognitivo è l'ideale anche per le eccellenze, anzi in questo danno il meglio di sé.

Certo che lavorare in questo modo, con tutto il gruppo classe, però in modo tale che ognuno possa sviluppare le sue potenzialità, non è facile.

D'altra parte il nostro lavoro non è per niente facile, a differenza di quanto si pensa.


... e infatti i risultati parlano di eccellenze eccellenti nella scuola italiana!


hai proprio ragione, Lucetta, i risultati sono scoraggianti.

Probabilmente proprio perchè sono in pochi i docenti che lo fanno
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
paniscus



Messaggi : 1607
Data d'iscrizione : 27.04.12

MessaggioOggetto: Re: Dsa o eccesso di scrupolo?   Gio Feb 06, 2014 1:28 pm

Ire ha scritto:
Che succeda qualche volta ne sono consapevole e non l'ho mai negato.

Ma  cosa può significare quel "non vorrei che fosse bocciato"?

Perchè non chiedersi se non significhi tutta quella serie di prese di coscienza, sofferenze, senso di inadeguatezza et at che possono anche derivare dal fatto che fino a quel momento nessuno ha mai parlato di dislessia in merito al loro figlio?

Pensiamo di essere solo noi i genitori responsabili che vogliono il bene del figlio anche dovesse costare qualche fatica mentre tutti gli altri vogliono solo che vada avanti senza rompere?

Ire, fattene una ragione: la maggior parte della gente, NON SOLO "i genitori", e tantomeno "i genitori degli studenti", ma anche la maggior parte della gente in generale, anche quelli che non hanno figli, o che hanno figli che non hanno più niente a che fare con la scuola, ha come obiettivo primario quello di ottenere (per se stessi o per le persone a loro vicine) il risultato più vantaggioso con il minimo sforzo possibile, e di agguantare qualunque immaginabile scorciatoia per ottenerlo con ancora MENO sforzo di quello che si immaginava prima come "minimo possibile".

Non è un'invettiva moralistica o un giudizio presuntuoso, è proprio la constatazione di un dato di fatto.

Altrimenti non avremmo l'altissimo tasso che abbiamo di comportamenti illegali e/o disonesti (non parlo di delinquenza grave, ma di piccole illegalità diffuse da "furbetti", l'abitudine di glissare su ricevute e scontrini, il vizio della raccomandazione, i lavoretti al nero, lo scopiazzare agli esami e ai concorsi, i comportamenti stradali incivili, l'assenteismo sul lavoro con certificati medici compiacenti, e quant'altro).

Per cui, non mi stupisce affatto che, nel mucchio della numerosissima gente che ragiona così, ce ne siano anche un po' che casualmente sono anche genitori, e tra questi anche una piccola parte che sono anche genitori di veri, presunti o potenziali dislessici.

Solo che, ogni volta che qualcuno te lo fa notare, tu scatti come una molla a sbraitare che siamo prevenuti "contro la categoria dei genitori" per il solo fatto che siano genitori.

E invece il problema non è affatto quello... è che certi mezzucci e furberie sono ampiamente utilizzati da categorie assolutamente trasversali di persone, che peraltro sono molto numerose. E ognbi tanto capita che alcuni di questi abbiano anche figli, e si comportino in tal modo anche per le questioni che riguardano i figli, tutto lì.
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8318
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Dsa o eccesso di scrupolo?   Gio Feb 06, 2014 1:31 pm

ma è nato prima l'uovo o la gallina?
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
paniscus



Messaggi : 1607
Data d'iscrizione : 27.04.12

MessaggioOggetto: Re: Dsa o eccesso di scrupolo?   Gio Feb 06, 2014 2:25 pm

...eh, signora mia.
Tornare in alto Andare in basso
farm80



Messaggi : 811
Data d'iscrizione : 28.07.12

MessaggioOggetto: Re: Dsa o eccesso di scrupolo?   Gio Feb 06, 2014 3:05 pm

Ire ha scritto:
ma è nato prima l'uovo o la gallina?

Ah Ah...Grande!! :-D
Tornare in alto Andare in basso
 
Dsa o eccesso di scrupolo?
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 8 di 10Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10  Seguente
 Argomenti simili
-
» Eccesso di liquido amniotico
» Fattore VII della coagulazione
» Caduta capelli
» allattamento e tanti chili in eccesso

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: