Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 alunno difficile...

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : 1, 2  Seguente
AutoreMessaggio
lollo1987



Messaggi : 4
Data d'iscrizione : 23.01.14

MessaggioOggetto: alunno difficile...   Gio Feb 06, 2014 7:43 pm

Ciao a tutti, ho un problema con un mio alunno di prima media... disturba continuamente, non segue, mette in atto continue provocazioni.... Come interessarlo, farlo partecipare?? Mi consigliate qualche libro? Grazie mille.
Tornare in alto Andare in basso
giovanna onnis



Messaggi : 17791
Data d'iscrizione : 15.04.12

MessaggioOggetto: Re: alunno difficile...   Ven Feb 07, 2014 4:08 pm

Quale materia insegni?
Tornare in alto Andare in basso
grazialr



Messaggi : 236
Data d'iscrizione : 10.12.11

MessaggioOggetto: Re: alunno difficile...   Sab Feb 08, 2014 3:52 pm

insegno matematica in una I media, ragazzo ripetente, tutti prendono il materiale, lui no. correggiamo gli esercizi lui non ha fatti o non ha il materiale, ho cercato di interessarlo in vari modi, lodando quando risponde o va alla lavagna, sono stata dura, gli ho ricordato che è ancora in prima, ho chiamato il padre, dopo 2 telefonate il padre è arrivato a scuola ma non è successo nulla.la classe a volte lo ignora altre volte no. adesso si alza e si muove per la classe se lo richiamo per mandarlo a posto, mi risponde no, e continua. andiamo spesso in laboratorio di scienze, ma anche lì è disinteressato, mi dice che non ha voglia. devo dire che sto iniziando a preoccuparmi perchè non riesco a capire come prenderlo, senza perderlo. Ultima di stamattina, ho dato da fare una verifica di recupero, dopo 10 minuti ha consegnato, ovviamente in bianco e non ha risposto neanche alla domanda chiusa. si comporta così anche con altre materie.
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8320
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: alunno difficile...   Sab Feb 08, 2014 4:40 pm

lo sportello psicologico non esiste, immagino.

difficile per te fare qualcosa da sola
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
giovanna onnis



Messaggi : 17791
Data d'iscrizione : 15.04.12

MessaggioOggetto: Re: alunno difficile...   Sab Feb 08, 2014 6:29 pm

Prova a incuriosirlo con attività ludiche legate alla matematica, esistono tante schede che spesso sono allegate ai libri di testo!
Tornare in alto Andare in basso
grazialr



Messaggi : 236
Data d'iscrizione : 10.12.11

MessaggioOggetto: Re: alunno difficile...   Sab Feb 08, 2014 6:42 pm

già fatto, mi segue la prima volta, la prima scheda poi il nulla, abbiamo fatto anche dei cartelloni in gruppi di 3 lo stesso atteggiamento, si alza e mi dice non ha voglia, un giorno mi sono spazientita, gli ho detto che forse era meglio che rimanesse a casa e lui candidamente mi ha risposto che lui voleva rimanerci ma i suoi lo hanno costretto a venire a scuola. ha 12 anni.


Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: alunno difficile...   Sab Feb 08, 2014 7:09 pm

grazialr ha scritto:
già fatto, mi segue la prima volta, la prima scheda poi il nulla, abbiamo fatto anche  dei cartelloni in gruppi di 3 lo stesso atteggiamento, si alza e mi dice non ha voglia, un giorno mi sono spazientita, gli ho detto che forse era meglio che rimanesse a casa e lui candidamente mi ha risposto che lui voleva rimanerci ma i suoi lo hanno costretto a venire a scuola. ha 12 anni.  
In teoria rientra fra i quei casi da gestire secondo le direttive ministeriali sulla BEStialità. In altri termini, non importa come, ma tu, per definizione, sai fare miracoli e risolvere la situazione.

Scherzi a parte, non puoi dirgli di stare a casa, è in pieno obbligo formativo. Se non hai vie d'uscita l'unica cosa che ti resta da fare è valutarlo negativamente.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15803
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: alunno difficile...   Sab Feb 08, 2014 7:46 pm

gian ha scritto:
In teoria rientra fra i quei casi da gestire secondo le direttive ministeriali sulla BEStialità.
Solitamente sono molto critico verso i ragazzi nulla facenti, ma questa volta la faccenda sembra rivestire connotati diversi; non la chiuderei in maniera così semplicistica (anche se riconosco che spesso affermazioni come la tua ce le tirano proprio dalla bocca).
A me sembra che questo ragazzo sia arrabbiato con il mondo e che cerchi il modo per mostrarlo; non mi sembra un semplice caso di fancazzismo.
Forse i problemi sono proprio in famiglia.

Grazialr: non so cosa consigliarti operativamente, ma certo mi sembra che un approfondimento con personale esperto sia opportuno.
Tornare in alto Andare in basso
Online
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: alunno difficile...   Sab Feb 08, 2014 8:06 pm

Chiedo scusa per la battuta, scaturita dal fatto che si tratta di un caso difficile se non impossibile da gestire con strumenti strettamente didattici.

In generale situazioni che presuppongono l'esistenza di disagi famigliari o sociali richiedono più approcci:
1) ci sono contatti con la famiglia? già dai contatti si possono intravvedere possibili cause
2) in caso di un mancato riscontro da parte della famiglia ad una convocazione (anche informale) si può cercare di ottenere informazioni dai servizi sociali del comune

Spesso le ASL possono fornire un supporto tecnico attraverso un psicologo. A volte ci sono progetti specifici attivati dalle amministrazioni provinciali che promuovono proprio la collaborazione fra scuole e servizi territoriali. Se nella tua scuola c'è un referente per l'educazione alla salute puoi chiedere il suo aiuto in quando in genere si tratta di colleghi che hanno esperienza in merito agli sportelli a cui bussare.

Infine va considerato anche il caso di un coinvolgimento del consiglio di classe: trattandosi di un ripetente è evidente che il problema non riguarda solo la tua disciplina, ma probabilmente tutte o quasi. Possibile che non l'abbiate ancora affrontato in sede di consiglio?
Tornare in alto Andare in basso
grazialr



Messaggi : 236
Data d'iscrizione : 10.12.11

MessaggioOggetto: Re: alunno difficile...   Dom Feb 09, 2014 9:25 am

mancano i fondi, quindi lo spazio ascolto non è partito, il cdc è consapevole e coinvolto, lo abbiamo segnalato per il recupero pomeridiano e anche lì non vi dico.
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8320
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: alunno difficile...   Dom Feb 09, 2014 9:31 am

E' sicuramente poco, ma, ripeto, da sola puoi quasi nulla.

Consiglio a te e alla famiglia, e magari al cdc, la lettura del libro "studiare bene senza averne voglia"
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
giovanna onnis



Messaggi : 17791
Data d'iscrizione : 15.04.12

MessaggioOggetto: Re: alunno difficile...   Dom Feb 09, 2014 12:45 pm

grazialr ha scritto:
già fatto, mi segue la prima volta, la prima scheda poi il nulla, abbiamo fatto anche  dei cartelloni in gruppi di 3 lo stesso atteggiamento, si alza e mi dice non ha voglia, un giorno mi sono spazientita, gli ho detto che forse era meglio che rimanesse a casa e lui candidamente mi ha risposto che lui voleva rimanerci ma i suoi lo hanno costretto a venire a scuola. ha 12 anni.  
Come già ti ha detto Gian, non puoi dire allo studente di starsene a casa, ha 12 anni ed è in pieno obbligo scolastico! Capisco benissimo l'esasperazione che provi, le difficoltà legate proprio all'atteggiamento dello studente, è capitato anche a me e proprio per questo comprendo la tua situazione, ma non condivido quanto detto da Gian circa il coinvolgimento dei servizi sociali, non sono per niente d'accordo!
Hai provato a dargli incarichi di "responsabilità" che lo fanno sentire "importante" di fronte ai compagni e lo possono aiutare ad avere un briciolo di autostima? Io con il mio alunno "difficile" avevo finto un problema alla mano e lo avevo nominato il mio braccio destro per scrivere alla lavagna ciò che io gli dettavo e che i compagni dovevano riportare nel quaderno, Il ragazzino è stato titubante all'inizio, ma poi ci "ha preso gusto" e quando magicamente, dopo due lezioni, la mia mano è guarita, ha chiesto di sedersi nel banco vicino alla cattedra "così se avevo bisogno lui era vicino" e ha incominciato a scrivere nel suo quaderno, chiedendo anche spiegazioni quando non capiva
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15803
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: alunno difficile...   Dom Feb 09, 2014 2:48 pm

Ire ha scritto:
E' sicuramente poco, ma, ripeto, da sola puoi quasi nulla.

Consiglio a te e alla famiglia, e magari al cdc, la lettura del libro "studiare bene senza averne voglia"
Il titolo è accattivante .... fin troppo .... se volessi scrivere un trattato di fuffologia potrei scegliere un titolo così.

Io ho provato a leggere quelle poche pagine che l'editore ha messo su internet, ma fanno riferimento alla presentazione del problema, problema che conosco benissimo.
Non ci sono pagine che facciano esempi di soluzione, quindi non posso capire se è veramente un buon libro che presenta qualcosa di utile e se è solo un mangiasoldi fuffologico.

Aiuterebbe molto se tu che l'hai letto ci facessi un sunto, concentrandoti magari sulla parte applicativa, la parte per l'appunto delle soluzioni.

Grazie a nome di tutti.
Tornare in alto Andare in basso
Online
Ire



Messaggi : 8320
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: alunno difficile...   Dom Feb 09, 2014 8:22 pm

Il titolo non è per niente accattivante dal mio punto di vista e ho impiegato ben tre anni prima di convincermi a leggerlo.

Me ne avevano parlato ma..........

Poi per completare la mia esplorazione della psicologia costruttivista mi sono costretta a prenderlo sul serio, e l'ho trovato interessante.

La domanda che mi fai tu è una domanda che non può avere risposta.

Il libro presenta casi e soluzioni, osservazioni e spunti di riflessione. Nessun caso sarà mai uguale a quello presentato qui e nessuna soluzione presentata sul libro sarà precisamente spalmabile sul caso in esame.

La lettura dei casi e delle soluzioni può dare spunti.

Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
avidodinformazioni



Messaggi : 15803
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: alunno difficile...   Dom Feb 09, 2014 8:56 pm

Si, ma leggere o vedere riassunto uno dei casi presenti nel libro aiuta a capire se l'autore mira a risolvere i problemi o se mira ad incassare il prezzo di vendita.
Come avrai capito sono scettico.
Ci sono libri dal titolo tipo "come diventare ricchi col superenalotto"; ti assicuro che mi interesserebbero ancora di più del libro in oggetto, ma non li compro, perchè temo di trovarvi scritto "vendendo libri come questo a gente come te".
Ti ripeto, le pagine pubblicate su internet parlano di problemi, se le potevano risparmiare, una o due soluzioni interessanti, anche applicate a casi molto specifici, se le giudicassi serie potrebbero invece convincermi.
Tornare in alto Andare in basso
Online
Ire



Messaggi : 8320
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: alunno difficile...   Dom Feb 09, 2014 9:13 pm

Cerco di trovare il libro (che ha fatto con me un trasloco) e ti racconto qualcosa. Probabilmente ci riuscirò solo mercoledì, ma prendilo come un impegno da parte mia.

Dopo la lettura di quello che ti dirò non sarai scettico: di più
è generalmente la reazione che suscita l'approccio suggerito dal libro.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
avidodinformazioni



Messaggi : 15803
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: alunno difficile...   Dom Feb 09, 2014 9:26 pm

Perchè pubblicizzarlo allora ? Se uno legge una cosa, non la considera seria e la ignora, per me ha perso tempo e soldi.
3 libri ho letto solo a metà, uno pensavo che fosse serio, oggi mi risparmierei i soldi; parlava di analisi tecnica.
Tornare in alto Andare in basso
Online
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: alunno difficile...   Dom Feb 09, 2014 9:41 pm

giovanna onnis ha scritto:
ma non condivido quanto detto da Gian circa il coinvolgimento dei servizi sociali, non sono per niente d'accordo!

Per coinvolgimento dei servizi sociali non mi riferisco ad una delega nei loro confronti per attivare una strategia d'intervento: i servizi sociali possono talvolta risultare utili in sede di monitoraggio per approfondire la conoscenza sulle condizioni sociali e famigliari di un alunno in quei casi in cui risulta difficile mantenere un contatto con la famiglia.
Tornare in alto Andare in basso
farm80



Messaggi : 811
Data d'iscrizione : 28.07.12

MessaggioOggetto: Re: alunno difficile...   Lun Feb 10, 2014 12:40 pm

grazialr ha scritto:
insegno matematica in una I media, ragazzo ripetente, tutti prendono il materiale, lui no. correggiamo gli esercizi lui non ha fatti o non ha il materiale, ho cercato di interessarlo in vari modi, lodando quando risponde o va alla lavagna, sono stata dura, gli ho ricordato che è ancora in prima, ho chiamato il padre, dopo 2 telefonate il padre è arrivato a scuola ma non è successo nulla.la classe a volte lo ignora altre volte no.  adesso si alza e si muove per la classe  se lo richiamo per mandarlo a posto, mi risponde no, e continua. andiamo spesso in laboratorio di scienze, ma anche lì è disinteressato, mi dice che non ha voglia. devo dire che sto iniziando a preoccuparmi perchè non riesco a capire come prenderlo, senza perderlo. Ultima di stamattina, ho dato da fare una verifica di recupero, dopo 10 minuti ha consegnato, ovviamente in bianco e non ha risposto neanche alla domanda chiusa. si comporta così anche con altre materie.

Io ho trovato utile ed interessante questo libro "C.M. Charles, Gestire la classe. Teorie della disciplina di classe e applicazioni pratiche, ed. LAS ROMA, 2002". Il problema è che questo tipo di alunni ha la percezione di non farcela; non risponde alla maggioranza delle punizioni proposte dalla scuola (note, rimproveri, punizioni...) ed ha un basso concetto di sé in relazione alla scuola. Hanno scoperto di non poter essere molto bravi ad apprendere ma che possono essere molto bravi a essere sgradevoli. Comportandosi in modo sgradevole possono soddisfare il loro bisogno di attenzione. Tu hai scritto di "essere stata dura",ma, in realtà, questo atteggiamento non ha funzionato perché è stata percepita come un’ulteriore umiliazione. Per cominciare a costruire di nuovo la motivazione ad apprendere, sicuramente, è fondamentale la collaborazione con la famiglia, quindi, sarebbe molto importante che tutti i docenti di classe parlassero con entrambi i genitori per cercare di capire le problematiche connesse, ma anche i suoi interessi. Da parte tua potresti pensare di coinvolgerlo attivamente in una discussione collettiva per capire ciò che a lui piace o lo interessa...e, per quanto possibile, cerca di sottolineare con dei piccoli "premi" o degli incoraggiamenti verbali, i suoi sforzi positivi, anche se piccoli. Se al ragazzo piace il computer o le tecnologie in genere puoi pensare di usare specifici software didattici con la LIM (anche videogiochi..a questo proposito c'è il sito della Handitecno, i software sono per dsa, ma possono essere fruiti da tutti) oppure, se non fosse possibile, potresti presentare le tue lezioni in un'aula informatica oppure, se al tuo ragazzo piacesse la musica o la pittura, trovare in classe, insieme ai ragazzi, le analogie tra la struttura musicale e quella matematica (con un lavoro interdisciplinare tra musica e matematica)...tante idee che sicuramente non ti mancheranno! In bocca al lupo!





Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8320
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: alunno difficile...   Lun Feb 10, 2014 5:13 pm

avidodinformazioni ha scritto:
Perchè pubblicizzarlo allora ? Se uno legge una cosa, non la considera seria e la ignora, per me ha perso tempo e soldi.
3 libri ho letto solo a metà, uno pensavo che fosse serio, oggi mi risparmierei i soldi; parlava di analisi tecnica.


Sai come ho detto per me la lettura di questo libro è arrivata alla fine di un lungo percorso durante il quale mi sono accostata, e pienamente ritrovata, nell'approccio educativo suggerito dalla psicologia costruttivista.

Per me è stato come leggere qualcosa che potevo aver scritto io (non l'ho scritto io, non ne sarei mai stata capace) è stato come trovare finalmente "casa" dopo tante ricerche, quindi è stato facile capirlo ed apprezzarlo.
Ho sempre impostato il mio rapporto con i ragazzi in quel modo pur senza sapere che qualcuno ci pensava, ci studiava e ci scriveva sopra.

Per altri la lettura è destabilizzante, l'approccio è: genitori si cambia.

l'approccio è: ti capisco se non vuoi studiare e sono dalla tua parte, evidentemente c'è qualcosa che in questo momento ti sembra più importante è giusto che tu ti assuma la responsabilità di scegliere per la tua vita le priorità che senti impellenti.

So già cosa mi arriverà addosso dopo queste parole, per questo preferivo solo suggerire la lettura e magari discuterne dopo.

In linea di massima un ragazzino ribelle che si sente accettato smette di ribellarsi e rivaluta le priorità-

ancora, come in altri post, questi sono soldoni veloci.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
avidodinformazioni



Messaggi : 15803
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: alunno difficile...   Lun Feb 10, 2014 9:46 pm

Ire ha scritto:
l'approccio è: ti capisco se non vuoi studiare e sono dalla tua parte, evidentemente c'è qualcosa che in questo momento ti sembra più importante è giusto che tu ti assuma la responsabilità di scegliere per la tua vita le priorità che senti impellenti.
Io sono eccezionalmente bravo ad arrendermi (sopratutto quando non mi viene chiesto di pagare i danni di guerra); non ho alcun bisogno di leggere libri per farlo.

Ire ha scritto:
In linea di massima un ragazzino ribelle che si sente accettato smette di ribellarsi e rivaluta le priorità.
Il fatto che cazzeggiare sia più divertente che studiare e che dopo la resa continuerebbe ad esserlo, immagino non influirebbe in alcun modo sulla decisione di rivalutare o meno le priorità.

Vedi Ire, io non ho mai mangiato la cioccolata per bisogno di affetto, l'ho sempre mangiata perchè è un sacco buona.
Forse è per questo che penso che i ragazzini non studiano non per ribellione, ma perchè PES e youporn sono più divertenti.
Tornare in alto Andare in basso
Online
Ire



Messaggi : 8320
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: alunno difficile...   Lun Feb 10, 2014 10:20 pm

Ti sbagli, a parer mio, ma capisco che rendersene conto non è immediato.

Onestamente è un discorso che non so portare avanti se non con piccoli esempi o punti di vista molto personali e non sarei in grado di sostenere richieste di spiegazioni più o meno aggressive che sicuramente mi verrebbero presentate se provassi a dirti qualcosa di più. Lo so, lo so per me perchè è così che io vedo i ragazzi e il mondo dal loro punto di vista, forse perchè io già ero una ribelle ai miei tempi e capisco perfettamente loro.

Ero una ribelle tosta e determinata dall'apparenza dimessa, timida e scostante.

Non stanno facilmente insieme queste caratteristiche, no? eppure.........

E' per questo che capisco la ribellione di cui parla il libro, di cui parla il Dr. Masoni che è l'autore, ed è per questo che spesso azzecco l'approccio coi ragazzi, anche i più difficili.

Purtroppo non ho sufficiente conoscenza per raccontarlo a voi ma mi piacerebbe davvero che alcuni che sono qui leggessero: credo che qualche spunto lo troverebbero

Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
farm80



Messaggi : 811
Data d'iscrizione : 28.07.12

MessaggioOggetto: Re: alunno difficile...   Mar Feb 11, 2014 9:32 am

avidodinformazioni ha scritto:
Ire ha scritto:
E' sicuramente poco, ma, ripeto, da sola puoi quasi nulla.

Consiglio a te e alla famiglia, e magari al cdc, la lettura del libro "studiare bene senza averne voglia"
Il titolo è accattivante .... fin troppo .... se volessi scrivere un trattato di fuffologia potrei scegliere un titolo così.

Io ho provato a leggere quelle poche pagine che l'editore ha messo su internet, ma fanno riferimento alla presentazione del problema, problema che conosco benissimo.
Non ci sono pagine che facciano esempi di soluzione, quindi non posso capire se è veramente un buon libro che presenta qualcosa di utile e se è solo un mangiasoldi fuffologico.

Aiuterebbe molto se tu che l'hai letto ci facessi un sunto, concentrandoti magari sulla parte applicativa, la parte per l'appunto delle soluzioni.

Grazie a nome di tutti.

Inutile dire che il libro consigliato da Ire mi ha intrigato moltissimo.. (non c'era dubbio!!). Ho trovato questo documento elaborato dall' USR del Veneto e a pag. 49 c'è un articolo scritto proprio dal Dott. Masoni "L'ascolto nella scuola moderna". Tutto il pdf, comunque, mi è sembrato molto utile. Avido, prova a leggere qualcosa, magari ti aiuterà a decidere sull'acquisto...

http://www.istruzioneveneto.it/wpusr/wp-content/uploads/2012/01/Mini_Ascolto.pdf
Tornare in alto Andare in basso
jazzist



Messaggi : 342
Data d'iscrizione : 25.08.11

MessaggioOggetto: Re: alunno difficile...   Mar Feb 11, 2014 10:37 am

http://www.giuntiscuola.it/catalogo/psicopedagogia/guide-psicopedagogiche/come-fare-per-gestire-la-classe-nella-pratica-didattica/
http://www.ilcrocevia.it/1/upload/come_gestire_le_situazioni_critiche.pdf
http://guamodi.blogspot.it/2011/11/come-gestire-le-classi-anche-le-piu.html
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8320
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: alunno difficile...   Mar Feb 11, 2014 6:47 pm

Citazione :
Avido, prova a leggere qualcosa, magari ti aiuterà a decidere sull'acquisto...


si trova anche in biblioteca
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
 
alunno difficile...
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 2Andare alla pagina : 1, 2  Seguente
 Argomenti simili
-
» Una decisione davvero difficile.....
» transfert difficile
» Alunno copia versione, ma me ne accorgo solo al momento della correzione
» Perchè è sempre tutto così difficile?
» Alunno introverso

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: