Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Social network e scuola

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : 1, 2, 3, 4  Seguente
AutoreMessaggio
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Social network e scuola   Mar Feb 25, 2014 11:34 am

Buongiorno a tutti!
vorrei un vostro parere su una questione emersa a scuola: gli insulti sui social network tra compagni di scuola.
Secondo voi la scuola fino a che punto può e deve intervenire?vista anche questa situazione:
http://mattinopadova.gelocal.it/cronaca/2014/02/11/news/cittadella-la-ragazza-di-14-anni-spinta-a-uccidersi-dagli-insulti-su-ask-fm-1.8646502
e http://roma.corriere.it/roma/notizie/cronaca/14_febbraio_11/inerti-insulti-ad-andrea-studente-suicida-indagati-prof-a0f8e96e-92eb-11e3-aaf6-4579e45c2a0a.shtml

ma i genitori?non riescono a controllare i social network dei figli?

grazie!
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5368
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: Social network e scuola   Mar Feb 25, 2014 11:50 am

E' evidente che tutto questo ricade sotto la responsabilità della famiglia, anche se è molto comodo scaricarla sulla scuola.
Spesso questi episodi riguardano ragazzini che non avrebbero nemmeno l'età per iscriversi a FB
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Social network e scuola   Mar Feb 25, 2014 12:04 pm

lucetta10 ha scritto:
E' evidente che tutto questo ricade sotto la responsabilità della famiglia, anche se è molto comodo scaricarla sulla scuola.
Spesso questi episodi riguardano ragazzini che non avrebbero nemmeno l'età per iscriversi a FB

e spesso la famiglia demanda alla scuola la gestione del problema!
ma la scuola cosa può fare?che responsabilità ha?
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5368
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: Social network e scuola   Mar Feb 25, 2014 12:17 pm

Paolina_30 ha scritto:
lucetta10 ha scritto:
E' evidente che tutto questo ricade sotto la responsabilità della famiglia, anche se è molto comodo scaricarla sulla scuola.
Spesso questi episodi riguardano ragazzini che non avrebbero nemmeno l'età per iscriversi a FB

e spesso la famiglia demanda alla scuola la gestione del problema!
ma la scuola cosa può fare?che responsabilità ha?


La sensibilizzazione sul tema a scuola non manca, quindi, per come la vedo io, la scuola può, e a brutto muso, cominciare a respingere e con forza questi tentativi di scarica barile, chiarirlo ai genitori e magari, se proprio si chiede un intervento, segnalare le situazioni ai servizi sociali. Chiedono un intervento? Bene, denunciamo la situazione di ragazzini abbandonati di fronte al computer senza alcun controllo!
Non si può imputare alla scuola quanto avviene nelle case degli alunni!
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8347
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Social network e scuola   Mar Feb 25, 2014 12:31 pm

un adulto che viene a conoscenza di un reato e non lo denuncia è connivente.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Social network e scuola   Mar Feb 25, 2014 12:37 pm

Ire ha scritto:
un adulto che viene a conoscenza di un reato e non lo denuncia è connivente.
ma se il "reato" è commesso tramite cellulari propri degli alunni?come faccio io insegnate a vedere le "prove"?posso solo venire a sapere della cosa quando il fatto è già successo!posso al massimo venire a sapere della situazione e muovermi poi...
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5368
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: Social network e scuola   Mar Feb 25, 2014 12:43 pm

Ire ha scritto:
un adulto che viene a conoscenza di un reato e non lo denuncia è connivente.


appunto: denunciamo!
Tornare in alto Andare in basso
Paolo Santaniello



Messaggi : 1792
Data d'iscrizione : 15.09.13

MessaggioOggetto: Re: Social network e scuola   Mar Feb 25, 2014 12:46 pm

La scuola deve semplicemente sorvegliare che gli alunni non usino il cellulare in classe. Ciò che essi fanno al di fuori della sorveglianza scolastica ricade, come tutto, sotto la responsabilità dei genitori!
Tornare in alto Andare in basso
Online
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Social network e scuola   Mar Feb 25, 2014 1:12 pm

Paolo Santaniello ha scritto:
La scuola deve semplicemente sorvegliare che gli alunni non usino il cellulare in classe. Ciò che essi fanno al di fuori della sorveglianza scolastica ricade, come tutto, sotto la responsabilità dei genitori!
ok…vero…
ma gli insulti saranno anche verbali e a scuola?tra compagni immagino di si!e qui ricade nella competenza scolastica!
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8347
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Social network e scuola   Mar Feb 25, 2014 1:14 pm

quello che fanno se sono minorenni viene sicuramente a cadere sotto la responsabilità dei genitori. però il docente che ne venga a conoscenza e non denunci è ugualmente responsabile proprio dal punto di vista penale.

Si ha purtroppo, sui social networks, la tendenza a dimenticare che la diffamazione è reato penale (594 -595 cp)

I cellulari sono dei ragazzi ma se il reato è commesso a scuola, può configurarsi la responsabilità diretta. Non so se ci sia già qualche sentenza in merito. Fino a poco fa non ce ne erano.

Comunque hai ragione Paolina, puoi solo muoverti poi.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
lucetta10



Messaggi : 5368
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: Social network e scuola   Mar Feb 25, 2014 2:06 pm

Paolina_30 ha scritto:
Paolo Santaniello ha scritto:
La scuola deve semplicemente sorvegliare che gli alunni non usino il cellulare in classe. Ciò che essi fanno al di fuori della sorveglianza scolastica ricade, come tutto, sotto la responsabilità dei genitori!
ok…vero…
ma gli insulti saranno anche verbali e a scuola?tra compagni immagino di si!e qui ricade nella competenza scolastica!


Ma il cellulare è stato usato a scuola?
Se due ragazzi si insultano verbalmente in classe l'insegnante interviene, come sempre.
Se questo ha una cosa su FB a casa la cosa è ben diversa
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6202
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: Social network e scuola   Mar Feb 25, 2014 3:44 pm

Ire ha scritto:
I cellulari sono dei ragazzi ma se  il reato  è commesso a scuola,  può configurarsi la responsabilità diretta.

E allora, consequenzialmente, che CI DIANO legalmente, senza nessuna ambiguità, la possibilità di sequestrare i cellulari, e di far rispettare CONCRETAMENTE il divieto di usarli a scuola.

Altrimenti è solo ed esclusivamente una presa in giro.

Perché qua siamo all'assurdo che se un insegnante NON HA impedito all'alunno di usare il cellulare, è attaccabile, mentre se GLIEL'HA impedito è attaccabile lo stesso...

Tornare in alto Andare in basso
Online
avidodinformazioni



Messaggi : 15858
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Social network e scuola   Mar Feb 25, 2014 3:45 pm

Ire ha scritto:
un adulto che viene a conoscenza di un reato e non lo denuncia è connivente.
Mi citi la norma ?
L'ho sentito da più parti ma nessuno me lo ha mai dimostrato.
Non parlo di fantomatici doveri morali; parlo di obblighi di legge; ci sono ? Dimmi la legge.

Io non giro sui profili facebook dei miei alunni, se vengo a sapere di reati penali è perchè qualcuno me lo comunica; questo qualcuno può benissimo andar lui a denunciare il fatto.

Il compito della scuola è solo quello di impedire l'uso dei cellulari a scuola ed una generica ed inutile paternale sul senso civico, il rispetto delle leggi, il rispetto degli altri e tutte le altre cazzate che hanno una gran presa sui ragazzi onesti (presa inutile quindi) e scivolano via su quelli disonesti.
Tornare in alto Andare in basso
Online
avidodinformazioni



Messaggi : 15858
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Social network e scuola   Mar Feb 25, 2014 3:58 pm

http://it.wikipedia.org/wiki/Denuncia

"Obbligo di denuncia
L'obbligo giuridico di denunciare un reato vige per i pubblici ufficiali e gli incaricati di pubblico servizio' (art 357-358 cp.) nell'esercizio delle loro funzioni o per i reati di cui vengono a conoscenza in ragione dell'esercizio che essi svolgono. In caso di violazione oltre all'applicazione della fattispecie incriminatrice prevista per i cittadini sarà applicata anche una pena accessoria.

L'omissione della denuncia di quanto previsto dalla legge configura un reato a carico del pubblico ufficiale. Essa è disciplinata dagli art 361-362 del codice penale italiano. In tali articoli si specifica che sarà applicata la sanzione in caso di omissione o ritardo della denuncia.

Inoltre, l'obbligo di denuncia vige anche nei confronti del cittadino in tre ipotesi:

ai sensi dell'art. 364 del codice penale "il cittadino che avendo avuto notizia di un delitto contro la personalità dello Stato, per il quale la legge stabilisce l'ergastolo, non ne fa immediatamente denuncia all'Autorità indicata nell'art. 361 [...]"
chi venga a conoscenza di fatti e circostanze riguardanti il sequestro di persona a scopo di estorsione, anche solo tentato, ai sensi dell'art 630 del Codice Penale e dell'art. 3 del decreto-legge n. 8 del 15 gennaio 1991
chi detenga, oppure venga a conoscenza, di detenzione di armi o di esplosivi da parte di persone che non possiedono l'autorizzazione della questura del luogo in cui le armi sono tenute, tranne che per le armi di cui al decreto del Ministero dell'interno n. 362 del 9 agosto 2001"

Quindi il docente deve denunciare quanto d'illecito avvenga in relazione alla vita scolastica.

La vita privata, anche quando riportata in classe durante una discussione, rimane vita privata.

Ovviamente oltre al dovere esistono il potere ed il volere, ma sono cose diverse.
Tornare in alto Andare in basso
Online
avidodinformazioni



Messaggi : 15858
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Social network e scuola   Mar Feb 25, 2014 4:04 pm

Se Pino mi dice "Giovanna ha diffamato Giulia su facebook" cosa dovrei denunciare ?
Pino che mi ha detto che ... oppure Giovanna che ha fatto .... ?
E se poi Giovanna non lo ha fatto ? Che figura ci faccio ? Non divento io stesso diffamatore ?
Devo prima indagare ? E' compito del docente fare l'investigatore ?
Tornare in alto Andare in basso
Online
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Social network e scuola   Mar Feb 25, 2014 4:05 pm

Scusate, ma ho l'impressione che sia stato travisato il senso dell'iscrizione dei prof sul registro degli indagati. Dall'articolo non mi sembra che si accusino i prof o il DS per le vessazioni su facebook, bensì per le vessazioni che si sarebbero verificate a scuola.

In parole povere, come insegnante non ho alcun controllo sui cazzeggi fra studenti su faccialibro, ma ho piena responsabilità sia sui cazzeggi che si verificano a scuola.

L'omessa vigilanza riguarda ovviamente quello che succede *a scuola*.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Social network e scuola   Mar Feb 25, 2014 4:16 pm

avidodinformazioni ha scritto:
Se Pino mi dice "Giovanna ha diffamato Giulia su facebook" cosa dovrei denunciare ?
Pino che mi ha detto che ... oppure Giovanna che ha fatto .... ?
E se poi Giovanna non lo ha fatto ? Che figura ci faccio ? Non divento io stesso diffamatore ?
Devo prima indagare ? E' compito del docente fare l'investigatore ?

E' compito del docente gettare acqua sul fuoco dei conflitti nati all'interno della scuola, anche quando tali conflitti nascono fuori dalla scuola. Se il docente è a conoscenza di fatti certi avvenuti fuori dalla scuola credo che moralmente sia comunque chiamato a compiere quanto è in suo potere per rimuovere o contribuire a rimuovere le criticità.

Se sono a conoscenza di fatti che riguardano la sfera privata ma sono determinanti sul successo sociale di uno studente, per lo meno dovrei pormi il problema cercando contatti con chi di competenza. Per questo motivo, in passato mi sono preoccupato di contattare i servizi sociali di un comune per approfondire questioni riguardanti la sfera privata di uno studente. Non dimentichiamoci che spesso i problemi a scuola di uno studente sono un riflesso di una situazione di disagio sociale e/o familiare. Dal momento in cui un docente è chiamato a risolvere anche questo genere di problemi, ritengo opportuno che si muova a 360°. a prescindere dal suo spazio di manovra.

Ergo: se non faccio niente è omessa vigilanza, se cerco di fare qualcosa e mi scontro con un muro ho comunque assolto ai miei doveri morali.
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6202
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: Social network e scuola   Mar Feb 25, 2014 4:24 pm

gian ha scritto:
come insegnante non ho alcun controllo sui cazzeggi fra studenti su faccialibro,

Libro dei Ceffi.

Si dice Libro dei Ceffi.

Citazione :
ma ho piena responsabilità sia sui cazzeggi che si verificano a scuola.
L'omessa vigilanza riguarda ovviamente quello che succede *a scuola*.

Ma qua si stava insinuando che se l'insulto o la molestia telematici, apparsi solo tramite facebook, sono stati commessi direttamente da scuola, ossia da parte di qualcuno che si è collegato a facebook da scuola, utilizzando il proprio telefonino a scuola nonostante esistesse un divieto, e inviando in rete i messaggi o le foto incriminate mentre fisicamente si trovava a scuola... allora il reato sarebbe stato fisicamente commesso a scuola, e gli insegnanti potrebbero essere accusati di mancata sorveglianza per non aver impedito allo studente di commettere il reato da scuola.

E io, appunto, mi chiedo come sia possibile una deduzione del genere, se contemporaneamente non è previsto alcuno strumento disciplinare a disposizione dell'insegnante per IMPEDIRE agli studenti di usare il cellulare in classe.

L.

Tornare in alto Andare in basso
Online
Ire



Messaggi : 8347
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Social network e scuola   Mar Feb 25, 2014 4:25 pm

@avido

http://www.diritto.it/materiali/penale/grimaldi1.html

è necessario stomaco di ferro per leggere questa roba e anche mille caffè, ma avendo la pazienza di arrivare in fondo si trova quello che cerchi.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Social network e scuola   Mar Feb 25, 2014 5:12 pm

ho aperto la discussione e quindi credo sia lecito un chiarimento. L'insulto generico di cui parlavo non è su facebook ma tramite altri social network e i messaggini dei vari sistemi (viber whastapp ask.fm). Non è stato formalmente fatto con il cellulare a scuola. Ma i bulli e la vittima sono nella stessa classe e secondo voi, di ragazzini in gruppo, si fermano solo a una tastiera?di persona non dicono niente?nah….solo che la la prova rimane sui messaggini perché, come sappiamo, in queste cose sono molto svegli e veloci a nascondersi e proteggersi a vicenda. quindi anche a scuola qualcosa succede. e la scuola può controllare questa ultima parte, non tutto il resto…ma, al solito, un genitore preoccupato cosa fa?chiama la scuola...
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5368
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: Social network e scuola   Mar Feb 25, 2014 5:22 pm

paniscus_2.0 ha scritto:
Ire ha scritto:
I cellulari sono dei ragazzi ma se  il reato  è commesso a scuola,  può configurarsi la responsabilità diretta.

E allora, consequenzialmente, che CI DIANO legalmente, senza nessuna ambiguità, la possibilità di sequestrare i cellulari, e di far rispettare CONCRETAMENTE il divieto di usarli a scuola.

Altrimenti è solo ed esclusivamente una presa in giro.

Perché qua siamo all'assurdo che se un insegnante NON HA impedito all'alunno di usare il cellulare, è attaccabile, mentre se GLIEL'HA impedito è attaccabile lo stesso...



a impedire a un alunno di usare il cellulare in classe dovrebbe bastare il divieto previsto e sottoscritto dalla famiglia. Se il divieto viene infranto non si configura proprio niente, fatta salva l'impossibilità dell'insegnante di perquisire e sequestrare, quella della responsabilità diretta è solo una interpretazione.
Rimane, ovviamente, l'obbligo di sorveglianza, ma, dimostrato che il controllo c'è stato, nessuno pretende che qualcosa non possa sfuggire


Ultima modifica di lucetta10 il Mar Feb 25, 2014 5:32 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5368
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: Social network e scuola   Mar Feb 25, 2014 5:30 pm

Paolina_30 ha scritto:
ho aperto la discussione e quindi credo sia lecito un chiarimento. L'insulto generico di cui parlavo non è su facebook ma tramite altri social network e i messaggini dei vari sistemi (viber whastapp ask.fm). Non è stato formalmente fatto con il cellulare a scuola. Ma i bulli e la vittima sono nella stessa classe e secondo voi, di ragazzini in gruppo, si fermano solo a una tastiera?di persona non dicono niente?nah….solo che la la prova rimane sui messaggini perché, come sappiamo, in queste cose sono molto svegli e veloci a nascondersi e proteggersi a vicenda. quindi anche a scuola qualcosa succede. e la scuola può controllare questa ultima parte, non tutto il resto…ma, al solito, un genitore preoccupato cosa fa?chiama la scuola...


E quindi se fossero della stessa parrocchia il responsabile sarebbe il parroco?  
Allertati avrete sicuramente attivato un controllo sul comportamento dei ragazzi in questione, gli getterete un occhio in più, saprete come agire in caso di episodi di bullismo.
Sui messaggini deve agire il genitore, non certo andando a scuola ma dalla famiglia dei simpatici autori a farli prendere a calci nel culo da mamma e papà. Non capisco invece il passaggio di andare come prima cosa a scuola, come a dire che qualunque reato commesso da uno studente regolarmente iscritto sia imputabile alla scuola presso cui è iscritto
Tornare in alto Andare in basso
Paolo Santaniello



Messaggi : 1792
Data d'iscrizione : 15.09.13

MessaggioOggetto: Re: Social network e scuola   Mar Feb 25, 2014 5:35 pm

Ma se la cosa non è avvenuta a scuola, il genitore chiama la scuola per cosa?
Tornare in alto Andare in basso
Online
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Social network e scuola   Mar Feb 25, 2014 5:49 pm

penso chiami la scuola perché il figlio e i bulli frequentano questo ambiente e che, come dicevo prima, parte della vessazione continui anche qui. e qui ok, la scuola vedrà come intervenire…
ma anche io avrei individuato prima i bulli e contattato i genitori!
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15858
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Social network e scuola   Mar Feb 25, 2014 5:59 pm

gian ha scritto:
E' compito del docente gettare acqua sul fuoco dei conflitti nati all'interno della scuola, anche quando tali conflitti nascono fuori dalla scuola. Se il docente è a conoscenza di fatti certi avvenuti fuori dalla scuola credo che moralmente sia comunque chiamato a compiere quanto è in suo potere per rimuovere o contribuire a rimuovere le criticità..

Concordo pienamente con te, il docente che non assolve a questo dovere morale merita di vincere il titolo "docente di merda dell'anno".

L'obbligo di legge è un'altra cosa.
Tornare in alto Andare in basso
Online
 
Social network e scuola
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 4Andare alla pagina : 1, 2, 3, 4  Seguente
 Argomenti simili
-
» In nome di Dio, nasce il primo Social Network cattolico
» Facebook & Social Network: gruppi e iniziative utili
» I miei pensieri da social network...
» Religione nella scuola materna
» lettera scuola materna

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: