Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 uso consapevole della rete e dei social networks

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
Ire



Messaggi : 8323
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: uso consapevole della rete e dei social networks   Gio Mar 06, 2014 7:37 am

spin off del topic Giorgio Israel

avidodinformazioni ha scritto:
Ok, dopo l'imbeccata con santo Google tutto diventa più facile.

Non credo sia applicabile, e penso sia meglio così, in fin dei conti il bello di internet è che c'è tanta libertà di espressione e bisogna accettare la libertà di trovarsi reciprocamente antipatici.

Non è applicabile perché la diffamazione è tale quando una persona è conosciuta e perde reputazione; persona, non nickname.
Tu per noi sei ire; chi è ire ? Per quel che ne sappiamo noi potrebbe essere anche Paniscus che si diverte a giocare con noi impersonando due parti agli antipodi, oppure potrebbe essere il ministro della distruzione che ci tiene sotto controllo.
Difficile ipotizzare una vera diffamazione.


Mi sembra utile riprendere questo significativo intervento di avido per chiarire come stiano le cose.

Non è come dici, sai. Norme sulla navigazione in internet e la cyberdiffamazione non ce ne sono ancora, e non sono nemmeno necessarie, si applicano, e con le aggravanti della maggiore diffusione, quelle applicabili al mondo reale.

Ti parlo con cognizione di causa, avido. L'associazione di cui faccio parte incontra i ragazzi nelle scuole anche per parlare di questo.
Uno dei rischi e delle insidie dell'internet è che quando apri questa finestra tu ti colleghi al mondo e non te ne accorgi.
Non te ne accorgi nel senso che davanti agli occhi hai uno schermo ed è davvero difficile rendersi conto che dietro non ci sono cavi ma persone, strade, piazze, circoli.

E' difficile per me che sono abituata a pensarci, che sono formata a pensarci, figurarsi per una persona che usa questo mezzo con consapevolezza, sì, perchè adulta e civile, ma che ancora vede separato il mondo virtuale da quello reale. Che separato non è.
Ma è normale, nella mia esperienza so che almeno l'80% delle persone che navigano la pensano così.

Non è più così.

Per darti una idea più precisa della cosa ti parlo di me.
Qui sono Ire, ma ci sono almeno un centinaio di persone che mi conoscono di persona, come Ire e come nomeecognome. Persone proprio con le quali ho bevuto almeno un caffè. Poi ci sono diverse persone, anche qui, che mi conoscono nomeecognome e indirizzo e attività.
E non si può più dire che io sia solo Ire, per quanto riguarda la diffamazione.

Ti ricordi che ci fu un topic sui compiti delle vacanze nel quale fu postato il video di uno studente che aveva fatto una ricerca sulla normativa a sostegno del divieto di assegnarli?

Era nato da una insegnante che aveva raccontato che un alunno con dsa le aveva inviato tutto quel papier di roba.
Ne erano nate discussioni su discussioni, si era iscritto quello studente ad insultarvi un po' e io ero intervenuta con una frase del tipo ".......... se poi non riesci a trovare un accordo con la famiglia di quel dsa, non dargli i compiti, fai come vogliono loro, sarà la vita a penalizzarlo......"

E' una cosa che dico spesso.

Bene, quel post fu ripreso in diversi siti, lo trovai sul mio profilo personale di facebook, con il quale sono iscritta in diversi gruppi di discussione sulla dislessia. Con nome, cognome e riferimenti personali.

Fu ripreso naturalmente con il nick, fu postato anche sul blog di quel tipo e io e lui discutemmo parecchio sulla faccenda.

Fu ripreso in quei gruppi di discussione e non ti dico cosa ne uscì.... intanto ero stata scambiata per una insegnante e da genitori mi insultarono con robe da chiodi (insultarono IRE) che era una vergogna, che dovevo andare a zappare la terra, che gli insegnanti non capiscono la sofferenza ............ tutte quelle trite e ritrite accuse dei genitori stanchi della scuola.

All'inizio cercai di ipotizzare che Ire voleva forse dire altro, che il suo post era comunque stato decontestualizzato ec ecc ecc.
Quando poi ritenni fosse il momento, arrivai con il carico dicendo che Ire ero io.

Panico, scuse, ah ma allora............ e alla fine, vista la stima che hanno di me, visto che sanno la mia posizione sulla dislessia, riuscimmo a trovare il compromesso e l'accordo pure sui compiti.

Ora, quelle migliaia di persone (tante sono in quei gruppi) sanno che Ire di OS è nome e cognome. Seguono il forum e seguono me

Capisci bene che se mi si accusa di essermi rivolta in un certo modo a qualcuno, piuttosto che di farmi pagare per la mia opera di volontaria, piuttosto che di essere una troll si crea un certo scompiglio e si può arrecare un certo danno alla mia immagine che è quella di persona seria, onesta e anche competente in alcuni ambiti.

Visto che ci tengo molto alla serietà ed onestà di tutti, che sia messa in dubbio la mia non mi va.

Ti ho raccontato perchè non è come dici tu riguardo al mio richiamo degli articoli del cp sulla diffamazione. Quello che vale per me vale per tutti quelli che sono in rete potenzialmente. Noi magari non sappiamo chi siano, ma sono sicuramente persone e possono essere persone che qualcuno conosce e segue.

Dobbiamo sempre chiederci se diremmo di persona quello che scriviamo perchè gli insulti e le diffamazioni scritte su uno schermo nel nostro studio partono di lì e arrivano al mondo. E dal mondo sono trattate anche dal punto di vista giudiziario.

La rete è piena di insidie, quella di cui sopra è una delle più subdole.
Facciamo attenzione.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
 
uso consapevole della rete e dei social networks
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Prossima mossa Censura della rete?
» Corriere della Sera del 6/10/2010 - COLPO ALLA LEGGE 40
» 8 maggio .... festa della mamma e non solo ...
» La settimana della passione (parlamentare)
» Armonia della Perfezione

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: