Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 responsabilità docenti uscita scuola media

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4
AutoreMessaggio
enrico.cardillo



Messaggi : 41
Data d'iscrizione : 11.03.14

MessaggioOggetto: responsabilità docenti uscita scuola media   Mer Mar 12, 2014 3:34 pm

Promemoria primo messaggio :

Buongiorno.
Ieri è venuto un avvocato a scuola, e ha detto che anche alla scuola media, secondo la giurisdizione, almeno fino ai 12 anni si dovrebbero consegnare i ragazzi, in uscita, solo ai genitori o a dei delegati, e che ogni liberatoria prodotta dalla scuola non ha nessuna utilità, anzi potrebbe costituire danno, perché indicherebbe che la scuola sapeva dei rischi.

Ora, nella mia scuola media, ma anche in tante altre da come ho sentito sempre dire, i ragazzi vengono sempre lasciati andare dopo la campanella.
In effetti, su internet, qualcosa ho trovato. Ma è possibile che sia così?
Come si fa ad organizzare una cosa del genere?
Non è del dirigente, nel caso, la responsabilità?

Boh!

Voi che ne sapete\pensate?
Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
paniscus_2.0



Messaggi : 6144
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: responsabilità docenti uscita scuola media   Dom Mar 16, 2014 11:00 pm

gian ha scritto:

Citazione :
6) può un genitore rispettare FORMALMENTE l'autonomia del figlio maggiorenne ma SOSTANZIALMENTE boicottarla ed impedirla, ponendo limiti leciti ai propri comportamenti "prodigali"  (esempio "se fai i cazzi che vuoi non ti do una lira e voglio vedere come fai")
Certo che sì, voglio vedere il pargolo intraprendere un'azione legale contro il genitore perché gli nega la paghetta. E' successo, ma non credo che sia alla portata di cani & porci.

Le poche volte in cui è successo (ed è clamorosamente finito sui media), è sempre invariabilmente venuto fuori che non si trattava affatto di un'azione legale intentata direttamente su iniziativa del figlio contro il genitore, bensì di qualche squallido episodio di marito e moglie separati che manovrano il figlio maggiorenne per farsi la guerra tra di loro e per provare a spillare all'altro più soldi possibile, anche per interposta persona...
Tornare in alto Andare in basso
mac67



Messaggi : 4694
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioOggetto: Re: responsabilità docenti uscita scuola media   Dom Mar 16, 2014 11:06 pm

Mi chiedo sempre come abbiamo potuto sopravvivere io e i miei compagni che fin dalla prima elementare andavamo a scuola da soli e tornavamo a casa da scuola da soli.
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6144
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: responsabilità docenti uscita scuola media   Dom Mar 16, 2014 11:47 pm

mac67 ha scritto:
Mi chiedo sempre come abbiamo potuto sopravvivere  io e i miei compagni che fin dalla prima elementare andavamo a scuola da soli e tornavamo a casa da scuola da soli.

Questo discorso mi è capitato infinite volte su altri forum ad altissima percentuale di genitori.

Normalmente le anime belle ti rispondono che "30 o 40 anni fa non c'erano mica tutte queste cose così brutte che si sentono in giro adesso".

Il che probabilmente ha qualcosa di vero su un UNICO punto, ossia sull'aumento del traffico stradale, quello sì... ma normalmente la gente non si preoccupa di questo, bensì è realmente convinta che 30 anni fa non ci fossero i malintenzionati, non ci fossero gli squilibrati, non ci fossero i tossici e non ci fossero nemmeno i rompicoglioni generici.

E perché sono convinti di questo?

Perché l'alternativa sarebbe quella di sostenere:

a) che i nostri genitori ci buttavano allo sbaraglio non preoccupandosi della nostra incolumità (ossia: "la mia mamma non mi voleva bene quanto io oggi voglio bene a mio figlio");

b) oppure, che le nostre madri, a quei tempi, potevano permetterselo perché noi eravamo tanto più bravi, responsabili e giudiziosi di quanto siano i nostri figli oggi (ossia: "io sono sempre stata consapevolissima e capace mentre mio figlio è tonto").

Siccome nessuno accetta di formulare coscientemente nessuno dei due pensieri, allora si salvano capra e cavoli convincendosi che avessero ragione tutti, sia le mamme di ieri a mandare in giro i figli da soli, sia quelle di oggi a non mandarceli : - )

Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: responsabilità docenti uscita scuola media   Dom Mar 16, 2014 11:58 pm

mac67 ha scritto:
Mi chiedo sempre come abbiamo potuto sopravvivere  io e i miei compagni che fin dalla prima elementare andavamo a scuola da soli e tornavamo a casa da scuola da soli.
Nonostante le botte da orbi che ho preso dai miei compagni all'uscita di scuola sono sopravvissuto e mi sono fatto un po' di ossa. Dubito invece che sarei sopravvissuto se per risparmiare qualche botta avessi fatto venire mio padre a prendermi: mi avrebbero fatto fuori alla prima occasione (a parte il fatto che mio padre mi avrebbe mandato a quel paese).

Scherzi a parte, chi (peraltro occasionalmente) veniva accompagnato o prelevato dai genitori era condannato al pubblico lubidrio. Alle medie una frase che scatenava il putiferio in classe era "Oh! c'è tua mamma fuori!" e giù un BUAAAHHHAAAA collettivo.... :-D
Tornare in alto Andare in basso
mark12



Messaggi : 137
Data d'iscrizione : 20.12.13

MessaggioOggetto: Re: responsabilità docenti uscita scuola media   Lun Mar 17, 2014 7:02 am

mio nonno nei anni 40 a 6 anni faceva 10 km alle 6 di mattina e 10 km di pomeriggio tra boschi e stradine per andare alle elementari e tornare a casa


E non l ha ucciso nessuno
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8318
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: responsabilità docenti uscita scuola media   Lun Mar 17, 2014 12:01 pm

paniscus_2.0 ha scritto:
mac67 ha scritto:
Mi chiedo sempre come abbiamo potuto sopravvivere  io e i miei compagni che fin dalla prima elementare andavamo a scuola da soli e tornavamo a casa da scuola da soli.

Questo discorso mi è capitato infinite volte su altri forum ad altissima percentuale di genitori.

Normalmente le anime belle ti rispondono che "30 o 40 anni fa non c'erano mica tutte queste cose così brutte che si sentono in giro adesso".

Il che probabilmente ha qualcosa di vero su un UNICO punto, ossia sull'aumento del traffico stradale, quello sì... ma normalmente la gente non si preoccupa di questo, bensì è realmente convinta che 30 anni fa non ci fossero i malintenzionati, non ci fossero gli squilibrati, non ci fossero i tossici e non ci fossero nemmeno i rompicoglioni generici.


rispetto a trent'anni fa ci sono almeno un paio di differenze  oltre all'innegabile maggior traffico:
la gente è stressata, ci vuole nulla a far scoppiare un macello.
tossici e squilibrati c'erano, molti meno visto che i manicomi erano ancora aperti e qualcuno veniva ospitato lì invece di essere abbandonato a se stesso come succede ora, in ogni caso...... c'erano anche un tempo ma davanti ad un episodio strano le persone che passavano intervenivano, ora girano gli occhi, fingono di non vedere.

Un bullo che un tempo era cresciuto nella nostra stessa cultura, tutto sommato respirando i nostri stessi valori, al massimo ti massacrava di botte, ma al massimo proprio.

Oggi si incontrano bulli cresciuti anche altrove, dove il rispetto per gli altri e per la vita in genere non ha l'importanza che vi attribuiamo noi, ci sono persone cresciute in posti violenti e che come equipaggiamento minimo se ne vanno in giro con coltelli.

Insomma, il maggior traffico mi sembra proprio ininfluente nella decisione di accompagnare i figli.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
lucetta10



Messaggi : 5357
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: responsabilità docenti uscita scuola media   Lun Mar 17, 2014 2:19 pm

Ma quando mai! Io ero bambina negli "schifosi" anni '80, i vostri 30 anni fa, e ne ho un ricordo vivido... forse voi no!
In pieno boom dell'eroina e piena epidemia di AIDS, i tossici giravano come gli zombie, i furti e gli scippi erano all'ordine del giorno, le prostitute erano dovunque, i turisti venivano in Italia con la corazza e, per carità, senza autoradio. E non vivevo certo nel Bronx.
Figli di operai o di primari, andavamo a scuola da soli e senza cellulari, imparando a gestirci, esperienza negata ai ragazzi di oggi cui si insegna solo a "dirlo a mamma".

Che l'allarme siano oggi i "bulli cresciuti altrove" è bassissima propaganda razzista.
Faccio presente che i dati dicono che gli stranieri sono le maggiori vittime di reato in Italia, non i maggiori criminali.
Che poi affollino le prigioni è dovuto al fatto che ci siamo fatti le leggi in modo che ci vadano solo loro e non i nostri simpatici "bulli" nostrani, notoriamente cresciuti a rispetto per gli altri, dote peculiare dell'homo italicus dagli albori della sua conquista
http://temi.repubblica.it/micromega-online/immigrati-e-criminalita-cosa-dicono-i-numeri/
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8318
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: responsabilità docenti uscita scuola media   Lun Mar 17, 2014 2:26 pm

in effetti è un po' detta male. Anche qualche nostro brutto ceffo oggi porta il coltello.

Ma è detta male anche così.
Una frase riuscita male (a meno di non perderci ore a spiegarla) per dire che comunque la violenza è aumentata di parecchio.

Mi scuso in ogni caso.
Proprio una frase riuscita male.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
paniscus_2.0



Messaggi : 6144
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: responsabilità docenti uscita scuola media   Lun Mar 17, 2014 3:10 pm

Quello che si stava cercando di dire è che TUTTE le statistiche recenti dimostrano che il livello di violenza nella società, negli ultimi 50 anni è continuativamente diminuito, e non aumentato.

Questo è solo il primo dei riferimenti che ho trovato, poi vedo di tirarne fuori altri:

http://www.gandalf.it/onde/violenza.htm

Sono diminuiti sia i reati gravi, come gli omicidi, i tentati omicidi, le rapine e le aggressioni volontarie, sia le violenze coniugali e domestiche... sia gli episodi di violenza privata spicciola, come le risse e le sassaiole tra ragazzini, che (come qualche interlocutore ci ha ricordato poco sopra) all'epoca non venivano nemmeno considerati un vero problema, ma si pensava che fossero normali.

(e sia chiaro, NON DICO che fosse un bene, dico solo che c'erano tutti i giorni, e che adesso sono diminuite alla grande... invece dai discorsi che sento fare qua, sembra che il bullismo infantile e adolescenziale sia un'invenzione recentissima che prima non c'era!)  

Semmai ci sono alcune specifiche categorie di abusi, come le violenze sessuali o quelle domestiche, che ci sembra che siano aumentati semplicemente perché oggi vengono denunciati molto di più, ma in realtà sono diminuiti nella pratica. Ma si pensa davvero che 50 anni fa i mariti che picchiavano le mogli fossero DI MENO di adesso? O le molestie sessuali alle donne sul posto di lavoro? O che fosse meno diffusa di adesso la presenza di intere fasce di popolazione che vivevano sistematicamente di espedienti, di illegalità e di improvvisazione????  Ma non scherziamo!

Eppure la maggior parte delle persone è convinta del contrario.

Mai capito il perché...


Ultima modifica di paniscus_2.0 il Lun Mar 17, 2014 3:36 pm, modificato 3 volte
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5357
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: responsabilità docenti uscita scuola media   Lun Mar 17, 2014 3:27 pm

paniscus_2.0 ha scritto:

Mai capito il perché...


sono certa che qualche idea te la sei fatta... comunque ne propongo qualcuna:

1. Per giustificare le acute acquisizioni di una pedagogia iperprotettiva, fondata sul controllo, la tutela e quindi la deresponsabiizzazione
2. Per creare allarme sociale (ingiustificato) su reati ma anche comportamenti che vengano dall'ESTERNO e abbiano a che fare con l'ordine pubblico e marginalizzare l'impatto dei reati da "colletti bianchi"
3. Per non colpevolizzare le famiglie, sempre più concentrate sul controllo e sempre meno sull'educazione, il rispetto altrui (sostituito dalla diffidenza e dal disprezzo nei confronti dell'altro, in genere percepito come minaccioso o noioso intralcio) e sull'autonomia, obiettivi non più prioritari
4. Perchè i numeri non contano niente rispetto alla percezione dei fenomeni quando la società è composta, come la nostra, in larga parte da trogloditi
5. Per reprimere ogni minimo senso di comunità e puntare invece su un più congeniale individualismo timoroso, diffidente e scorretto
6... per vendere più cellulari spacciandoli come dei salvavita...
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: responsabilità docenti uscita scuola media   Lun Mar 17, 2014 3:41 pm

paniscus_2.0 ha scritto:
b) oppure, che le nostre madri, a quei tempi, potevano permetterselo perché noi eravamo tanto più bravi, responsabili e giudiziosi di quanto siano i nostri figli oggi (ossia: "io sono sempre stata consapevolissima e capace mentre mio figlio è tonto").  
Non è che le nostre madri potessero permetterselo perché noi eravamo tanto più bravi in partenza. Direi che il fatto di essere stati più responsabili era appunto la conseguenza di un approccio generale assai più easy-going con i bambini di una volta. Le nostre madri, semplicemente, non ne facevano un big deal. La consuetudine e l'opinione prevalenti consentivano ai bambini una maggiore libertà (unita a una maggiore responsabilità - le due andavano di pari passo).

Poi, qualcosa è cambiato.

Non ho mai capito esattamente quando accadesse né quali fossero le dinamiche che accompagnavano questo cambiamento, però si è avuto un passaggio verso una maggiore infantilizzazione dei ragazzi. E non è affatto un fenomeno circoscritto a qualche dinamica specifica della società italiana (ve lo confermo da una cresciuta all'estero, che si è poi trovata all'estero anche da adulta), anzi sembra essere un trend mondiale, o per lo meno occidentale.

Questo cambiamento si deve a una generazione di persone che, dopo NON essere cresciute sotto una campana di vetro, hanno deciso, en masse, per qualche ragionamento bizzarro che ancor mi sfugge, di far crescere i propri figli così - cambiando le consuetudini prevalenti - per poi meravigliarsi di quanto meno capaci e meno responsabili siano questi ragazzi.

Per chi conoscesse l'inglese, consiglio la lettura di una checklist proposta ai genitori nel 1979 per verificare se i loro bambini erano sufficientemente maturi per poter frequentare la prima elementare. Si vedano, per esempio, le domande n. 6 (E' in grado di pedalare una piccola bici senza rotelle?), n. 8 (E' in grado di muoversi autonomamente per il suo quartiere per raggiungere un negozio, la scuola, il parco giochi, la casa di un amico?), n. 9 (Può rimanere separato da Lei per tutta una giornata senza essere turbato?).

Ma quand'è che siamo diventati tutti matti, facendoci tante paranoie in un mondo statisticamente più sicuro da quello di ieri?
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5357
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: responsabilità docenti uscita scuola media   Lun Mar 17, 2014 4:02 pm

https://www.youtube.com/watch?v=tuTH1lbUoF0
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6144
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: responsabilità docenti uscita scuola media   Lun Mar 17, 2014 4:13 pm

Il particolare secondo cui adesso ci sarebbe meno sicurezza "perché prima eravamo cresciuti tutti nella stessa cultura, mentre adesso sono arrivate persone cresciute in culture diverse dove non si dà al rispetto della persona tanta importanza quanta gliene diamo noi", non si può proprio sentire, eh.

Forse è vero per chi ha sempre passato tutta la propria vita in un paesello provinciale (o in un piccolo quartiere borghese di una città tranquilla) senza mai mettere il naso fuori... ma di sicuro chi ha vissuto in realtà urbane un po' più variegate se lo ricorda bene, quanto venissero considerati "appartenenti alla stessa cultura", fino a 20 anni fa, quelli che semplicemente arrivavano da un'altra provincia, e che razza di pregiudizi e di diffidenza c'erano per chi aveva un accento italiano diverso da quello della propria città!

L.
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6144
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: responsabilità docenti uscita scuola media   Lun Mar 17, 2014 4:35 pm

Chocolate ha scritto:
Non ho mai capito esattamente quando accadesse né quali fossero le dinamiche che accompagnavano questo cambiamento, però si è avuto un passaggio verso una maggiore infantilizzazione dei ragazzi.

Però questa maggiore infantilizzazione si sovrappone, paradossalmente, a un enorme aumento della loro libertà personale in termini materiali ed economici. Non so se è una questione di cesura radicale tra il prima e il dopo il compimento di una certa età (mentre prima le acquisizioni erano molto più graduali), o se è proprio un atteggiamento realmente contraddittorio e schizofrenico a tutte le età, però mi sembra che gli adolescenti di oggi abbiano MOLTA più libertà personale di quanta ne avessimo noi alla loro età, in termini di uscite, di orari, di rapporti sociali e frequentazioni, di disponibilità di soldi e possibilità di farsi le spese autonome. Ma ai tempi nostri era normale che alle medie si uscisse di sera, tutti i fine settimana o quasi? Al massimo poteva succedere una volta o due all'anno, e sempre fatta cascare dal cielo come una concessione eccezionale! O che a 16 o 17 anni, ma comunque da minorenni, si facessero le 4 di notte in discoteca tornando a casa da soli in motorino, o che si andasse a fare viaggi e vacanze da soli con il gruppo di amici e senza accompagnatori adulti? Francamente, a me non risulta! Eppure, gli stessi genitori che trovano naturale consentire al figlio minorenne di fare le 4 di notte senza nessun controllo, poi sono pronti a minacciare l'insegnante di denuncia perché ha lasciato la classe incustodita per 5 minuti, o a fare ricorso contro un voto perché "la scuola non aveva fatto abbastanza per avvertirli prima" che il ragazzo rischiava l'insufficienza!

Possibile che l'autonomia dei ragazzi deve essere amplificata, esaltata e considerata sacra SOLO quando questi sono visti in vesti di consumatori?

L.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15801
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: responsabilità docenti uscita scuola media   Lun Mar 17, 2014 5:43 pm

Chocolate ha scritto:

Poi, qualcosa è cambiato.

Non ho mai capito esattamente quando accadesse né quali fossero le dinamiche
Ho una teoria a riguardo, comprende anche l'iperprotettivismo contro i presunti abusi della scuola:
Coloro che sono nati nel dopoguerra e diventati genitori negli anni 60-70 erano consapevoli di avere limitate capacità economiche e non provavano neanche ad offrire "tutto" ai propri figli; questi se volevano qualcosa dovevano spesso guadagnarselo; in oltre i genitori non avevano frequentato la scuola di massa e ritenevano che questa fosse una conquista sociale; un figlio che non approfittasse di quella opportunità era un figlio colpevole di scarso impegno e come tale mazzolato ben bene.

Negli anni 80 si stava già troppo bene, troppi erano i genitori che volevano il massimo per i propri figli, senza che questi si guadagnassero nulla, col risultato di tirare su troppo spesso dei bamboccioni senza spina dorsale. A peggiorare il fenomeno negli 80-90 molti genitori erano degli ex cattivi studenti della scuola di massa e sentendo il proprio figlio pronunciare frasi tipo "il prof ce l'ha con me" anzichè reagire con un manrovescio rispondevano "si si, ricordo che anche il mio ....".
Oggi i ragazzi sono quello che sono, ne paga le conseguenze la nazione, noi, i ragazzi, ma anche i genitori; questi ultimi se lo meritano.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15801
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: responsabilità docenti uscita scuola media   Lun Mar 17, 2014 5:48 pm

Comunque nel 1975 (trattabile) una mia compagna delle elementari tornando a casa da sola incontrò un esibizionista che "aprì l'impermeabile".
Anche allora si potevano fare brutti incontri.
Tornare in alto Andare in basso
 
responsabilità docenti uscita scuola media
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 4 di 4Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4
 Argomenti simili
-
» Vigilanza alunni uscita scuole medie
» programma italiano scuola media
» METODI PER INSEGNARE GEOGRAFIA NELLE SCUOLE MEDIE
» Disponibilità dopo trasferimenti - Scuola Media - TORINO
» Esami di terza media e obbligo di assistenza alle prove scritte (alunno h non ammesso)

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: