Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 progetti con esperti esterni nella scuola primaria in orario curricolare pagati dai genitori e chi non vuole aderire

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3  Seguente
AutoreMessaggio
filosofa82



Messaggi : 626
Data d'iscrizione : 29.09.09

MessaggioOggetto: progetti con esperti esterni nella scuola primaria in orario curricolare pagati dai genitori e chi non vuole aderire   Dom Mar 23, 2014 5:05 pm

Promemoria primo messaggio :

Salve a tutti vorrei un chiarimento con normativa postata se riuscite. Se vengono chiamati degli esperti esterni nella scuola primaria durante l'orario curricolare (per esempio italiano o matematica) e questi esperti esterni devono essere pagati dalle famiglie, che succede a quei bambini che non aderiscono? Una collega mi diceva che suo figlio non aderisce e viene emarginato perché le maestre sono impegnate a vigilare su chi aderisce al progetto.
Le domande sono:
possono essere fatti dei progetti con i soldi dei genitori in orario curricolare? Non c'è un aggravio economico visto che così viene pagata sia la maestra che l'esterno?
i bambini che non aderiscono cosa fanno se le maestre vigilano sugli altri?
Grazie mille
Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
Ire



Messaggi : 8316
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: progetti con esperti esterni nella scuola primaria in orario curricolare pagati dai genitori e chi non vuole aderire   Lun Mar 24, 2014 6:14 pm

Proprio per questo dico che se uno solo non è d'accordo a pagare non si fa nulla.

Mentre se i docenti individuano in un progetto esterno una allettante proposta di potenziamento formativo e come finanziamento ottengono che i genitori della classe si accollino il costo, direi che questo è il reperimento degli strumenti finanziari idonei a coprirlo.

Non nel caso in discussione di cui non ho ben chiari tutti i contorni ma capita che volendo fare una determinata attività si organizzino iniziative volte al reperimento di fondi.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
lucetta10



Messaggi : 5335
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: progetti con esperti esterni nella scuola primaria in orario curricolare pagati dai genitori e chi non vuole aderire   Lun Mar 24, 2014 6:21 pm

La scuola pubblica non dovrebbe chiedere soldi alle famiglie: siamo tutti d'accordo.

Ma rimane il fatto che enti e associazioni anche di un certo pregio come, mi viene in mente, il WWF, attivano e propongono alle scuole laboratori molto belli che richiedono però una quota di partecipazione per pagare gli esperti (che in genere sono a loro volta giovani precari e precarissimi che non possono permettersi gratuiti patrocini) e le attrezzature, e che in genere non sono proprio disponibili in orario extracurricolare.
Parliamo in genere di piccole cifre, che avrebbero ben diversa entità se le singole famiglie si attivassero per conto proprio, e che quindi, verosimilmente, pagherebbero attività che solo la scuola può rendere disponibile ai ragazzi, soprattutto quelli con famiglie con minori disponibilità culturali (non solo economiche)

Non nascondiamoci che molte famiglie fanno questioni infinite sulla richiesta di questi pochi soldi, mentre non ne fanno per sperperi vari e jeans griffati... ma si sa, da noi la cultura non si paga e non si vuole pagare...
Spesso poi tali progetti vengono realizzati al di fuori della scuola (posso fare l'esempio dell'Auditorium di Roma che organizza bellissimi percorsi musicali per ragazzi), ma sempre in orario curricolare. Lì le famiglie nemmeno si accorgono di pagare una cosa identica alla presenza di un esperto in classe...

In un mondo perfetto, non ci vedrei niente di male ad avvalersi del contributo di queste iniziative, che sono tra l'altro pensate esplicitamente per le scuole e la mettono in contatto con l'esterno. Sarebbe bello che la scuola potesse finanziarle, ma lo vedo molto difficile: l'autonomia ci permette solo di scegliere la corda con cui impiccarci. Nessuna scuola potrebbe permettersi un laboratorio a classe. Cosa succede allora? Che ci sono scuole in cui i contributi vengono chiesti perchè l'utenza se lo può permettere, altre in cui si fanno (spesso, fatemelo dire, strumentali) questioni di principio, altre in cui non si propone nemmeno perchè comunque non troverebbero seguito.

La possibile soluzione è quella di non fare niente nessuno, e ci sarebbe una certa giustizia sociale, ma si lascerebbe solo alla scuola privata la possibilità di avvalersi di certi strumenti (oltre a decretare il fallimento di organizzazioni serie che fanno un lavoro serio e pretendono, giustamente, di essere pagate)


Ultima modifica di lucetta10 il Lun Mar 24, 2014 6:33 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5335
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: progetti con esperti esterni nella scuola primaria in orario curricolare pagati dai genitori e chi non vuole aderire   Lun Mar 24, 2014 6:32 pm

Ire ha scritto:
Proprio per questo dico che se uno solo non è d'accordo a pagare non si fa nulla.

Mentre se i docenti individuano in un progetto esterno una allettante proposta di potenziamento formativo e come  finanziamento ottengono che i genitori della classe si accollino il costo, direi che questo è il reperimento  degli strumenti finanziari idonei a coprirlo.

Non nel  caso in discussione di cui non ho ben chiari tutti i contorni ma capita che volendo fare una determinata attività si organizzino iniziative volte al reperimento di fondi.


Mi pare non ti sia chiara la trafila che si deve seguire per organizzare e portare avanti un progetto:
All'inizio dell'anno scolastico (quando nemmeno si conoscono i finanziamenti di cui la scuola disporrà), un insegnante referente stila un progetto con ogni dettaglio, comprese le singole voci di spesa, la destinazione ecc...
Lo porta all'approvazione del Collegio Docenti.
Se approvato, il progetto entra nel POF dove la famiglia ne può prendere visione con ogni dettaglio.
Se si indica un esperto, evidentemente ci saranno stati accordi con lui, oppure con l'associazione che avrà riservato alla classe la sua limitata disponibilità.
A quest'altezza si può solo presupporre che le famiglie si accollino le spese e sulla base di questa supposizione, si propone il progetto. L'unico modo quindi è non proporre iniziative a pagamento
Quali sarebbero le "iniziative volte al reperimento dei fondi"? I mercatini e simili sono vietatissimi! La scuola dovrebbe, secondo l'autonomia, offrire un'ampliamento dell'offerta formativa senza chiedere soldi a nessuno


Ultima modifica di lucetta10 il Lun Mar 24, 2014 6:44 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
Paolo Santaniello



Messaggi : 1772
Data d'iscrizione : 15.09.13

MessaggioOggetto: Re: progetti con esperti esterni nella scuola primaria in orario curricolare pagati dai genitori e chi non vuole aderire   Lun Mar 24, 2014 6:43 pm

La scuola ha dei fondi con i quali può finanziare i progetti. Se non ce la fa non può chiedere ai genitori soldi nemmeno se vogliono.
L'attività curricolare deve essere sempre gratis e garantita a tutti, se no è finita la scuola pubblica.
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5335
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: progetti con esperti esterni nella scuola primaria in orario curricolare pagati dai genitori e chi non vuole aderire   Lun Mar 24, 2014 6:45 pm

Paolo Santaniello ha scritto:
La scuola ha dei fondi con i quali può finanziare i progetti. Se non ce la fa non può chiedere ai genitori soldi nemmeno se vogliono.
L'attività curricolare deve essere sempre gratis e garantita a tutti, se no è finita la scuola pubblica.


Non è proprio così, l'attività di cui si parla si svolge in orario curricolare, ma rientra nell'ampliamento dell'offerta formativa. Anche le uscite didattiche sono finanziate dalle famiglie e si svolgono durante l'orario, e non è illegittimo

La scuola pubblica è finita con l'autonomia
Tornare in alto Andare in basso
Paolo Santaniello



Messaggi : 1772
Data d'iscrizione : 15.09.13

MessaggioOggetto: Re: progetti con esperti esterni nella scuola primaria in orario curricolare pagati dai genitori e chi non vuole aderire   Lun Mar 24, 2014 7:04 pm

Eppure io ero convinto che in orario curricolare si svolgesse l'attività curricolare.
Se metti l'attività extra-curricolare in orario curricolare, vuol dire che hai tolto tot ore di qualcosa per mettere tot ore di qualcos'altro: non è "ampliamento" dell'offerta formativa, è "cambiamento" dell'offerta formativa. Stesso numero di ore, solo che invece di essere gratis è a pagamento!
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: progetti con esperti esterni nella scuola primaria in orario curricolare pagati dai genitori e chi non vuole aderire   Lun Mar 24, 2014 7:14 pm

lucetta10 ha scritto:
Ma rimane il fatto che enti e associazioni anche di un certo pregio come, mi viene in mente, il WWF, attivano e propongono alle scuole laboratori molto belli che richiedono però una quota di partecipazione per pagare gli esperti (che in genere sono a loro volta giovani precari e precarissimi che non possono permettersi gratuiti patrocini) e le attrezzature, e che in genere non sono proprio disponibili in orario extracurricolare.
Parliamo in genere di piccole cifre, che avrebbero ben diversa entità se le singole famiglie si attivassero per conto proprio, e che quindi, verosimilmente, pagherebbero attività che solo la scuola può rendere disponibile ai ragazzi, soprattutto quelli con famiglie con minori disponibilità culturali (non solo economiche)
Anche questo non si discute: la libera contribuzione delle famiglie è uno strumento utile se usato senza forzature. Del resto è quello che si fa quando si organizza la visita ad un museo o la partecipazione ad uno spettacolo teatrale o ad un viaggio d'istruzione. Queste iniziative trovano generalmente un consenso ampio fra gli studenti o le famiglie e, più che altro, ci si preoccupa di trovare gli escamotage per far fronte ad eventuali impedimenti (noti) per questioni economiche. Nella scuola superiore è più facile perché l'età permette di aderire o meno senza troppi traumi: si escludono progetti proibitivi e di natura esclusiva, tipo viaggio d'istruzione alle Maldive (esagero...), e di solito chi non è interessato a spendere "sceglie" di stare a casa. A meno che non ci sia un palese interesse e un'evidente impedimento economico, allora si cerca la soluzione di carattere inclusivo. Nella scuola primaria (e forse anche nella secondaria di I grado) la problematica è più delicata e va affrontata con un'analisi più approfondita del contesto, questo per evitare esclusioni di natura discriminativa che potrebbero avere effetti traumatici. In tal caso, se non si trovano gli escamotage, meglio non attivare niente che portare avanti una classe a due velocità.

Citazione :
Non nascondiamoci che molte famiglie fanno questioni infinite sulla richiesta di questi pochi soldi, mentre non ne fanno per sperperi vari e jeans griffati... ma si sa, da noi la cultura non si paga e non si vuole pagare...
Spesso poi tali progetti vengono realizzati al di fuori della scuola (posso fare l'esempio dell'Auditorium di Roma che organizza bellissimi percorsi musicali per ragazzi), ma sempre in orario curricolare. Lì le famiglie nemmeno si accorgono di pagare una cosa identica alla presenza di un esperto in classe...
Ciò non toglie che, anche se è una questione di lana caprina, non si può obbligare la famiglia a sborsare un euro. Al limite si può far notare al genitore "avaro" l'incoerenza del suo approccio educativo, ma se preferisce sborsare 10 euro per far cazzeggiare il figlio su facebook dal cellulare e negarglieli per assistere ad una tragedia di Shakespeare o ad un microseminario di educazione ambientale non possiamo farci niente. I figli sono il prodotto evolutivo/involutivo dei rispettivi genitori.

Citazione :
La possibile soluzione è quella di non fare niente nessuno, e ci sarebbe una certa giustizia sociale, ma si lascerebbe solo alla scuola privata la possibilità di avvalersi di certi strumenti (oltre a decretare il fallimento di organizzazioni serie che fanno un lavoro serio e pretendono, giustamente, di essere pagate)
Dubito che la scuola privata (almeno nella maggior parte dei casi) si preoccupi di offrire un valore aggiunto di questo genere. Può darsi che mi sbagli, ma queste problematiche si affrontano generalmente nella scuola pubblica, in cui c'è una maggiore percezione dell'importanza della cultura sensu lato e ci si adopera per un maggior coinvolgimento delle famiglie. Che io sappia, in moltissime scuole private ci si preoccupa solo della retta. Altrimenti mi sfugge l'utilità del criterio usato nel reclutamento (al ribasso) dei docenti.
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5335
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: progetti con esperti esterni nella scuola primaria in orario curricolare pagati dai genitori e chi non vuole aderire   Lun Mar 24, 2014 7:19 pm

Paolo Santaniello ha scritto:
Eppure io ero convinto che in orario curricolare si svolgesse l'attività curricolare.
Se metti l'attività extra-curricolare in orario curricolare, vuol dire che hai tolto tot ore di qualcosa per mettere tot ore di qualcos'altro: non è "ampliamento" dell'offerta formativa, è "cambiamento" dell'offerta formativa. Stesso numero di ore, solo che invece di essere gratis è a pagamento!


quindi se decidi di farla tu un'attività extracurricolare (un qualche laboratorio, far veder un film...) nel tuo orario sottrarresti qualcosa al curriculum?
Una dimostrazione naturalistica con le civette durante l'ora di scienze è perfettamente coerente, va da sé che non posso farmela da sola
Tornare in alto Andare in basso
filosofa82



Messaggi : 626
Data d'iscrizione : 29.09.09

MessaggioOggetto: Re: progetti con esperti esterni nella scuola primaria in orario curricolare pagati dai genitori e chi non vuole aderire   Lun Mar 24, 2014 7:22 pm

Il collegio dei docenti ha deciso. Ai genitori viene proposto il progetto da farsi in orario curricolare. Il problema resta per quei bambini che non aderiscono al progetto. Le madri di questi bambini sostengono che vengono isolati e che nemmeno le maestre curricolari si occupano di loro mentre gli altri compagni fanno ed.fisica con l'esperto.
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5335
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: progetti con esperti esterni nella scuola primaria in orario curricolare pagati dai genitori e chi non vuole aderire   Lun Mar 24, 2014 7:28 pm

gian ha scritto:
lucetta10 ha scritto:
Ma rimane il fatto che enti e associazioni anche di un certo pregio come, mi viene in mente, il WWF, attivano e propongono alle scuole laboratori molto belli che richiedono però una quota di partecipazione per pagare gli esperti (che in genere sono a loro volta giovani precari e precarissimi che non possono permettersi gratuiti patrocini) e le attrezzature, e che in genere non sono proprio disponibili in orario extracurricolare.
Parliamo in genere di piccole cifre, che avrebbero ben diversa entità se le singole famiglie si attivassero per conto proprio, e che quindi, verosimilmente, pagherebbero attività che solo la scuola può rendere disponibile ai ragazzi, soprattutto quelli con famiglie con minori disponibilità culturali (non solo economiche)
Anche questo non si discute: la libera contribuzione delle famiglie è uno strumento utile se usato senza forzature. Del resto è quello che si fa quando si organizza la visita ad un museo o la partecipazione ad uno spettacolo teatrale o ad un viaggio d'istruzione. Queste iniziative trovano generalmente un consenso ampio fra gli studenti o le famiglie e, più che altro, ci si preoccupa di trovare gli escamotage per far fronte ad eventuali impedimenti (noti) per questioni economiche. Nella scuola superiore è più facile perché l'età permette di aderire o meno senza troppi traumi: si escludono progetti proibitivi e di natura esclusiva, tipo viaggio d'istruzione alle Maldive (esagero...), e di solito chi non è interessato a spendere "sceglie" di stare a casa. A meno che non ci sia un palese interesse e un'evidente impedimento economico, allora si cerca la soluzione di carattere inclusivo. Nella scuola primaria (e forse anche nella secondaria di I grado) la problematica è più delicata e va affrontata con un'analisi più approfondita del contesto, questo per evitare esclusioni di natura discriminativa che potrebbero avere effetti traumatici. In tal caso, se non si trovano gli escamotage, meglio non attivare niente che portare avanti una classe a due velocità.

Citazione :
Non nascondiamoci che molte famiglie fanno questioni infinite sulla richiesta di questi pochi soldi, mentre non ne fanno per sperperi vari e jeans griffati... ma si sa, da noi la cultura non si paga e non si vuole pagare...
Spesso poi tali progetti vengono realizzati al di fuori della scuola (posso fare l'esempio dell'Auditorium di Roma che organizza bellissimi percorsi musicali per ragazzi), ma sempre in orario curricolare. Lì le famiglie nemmeno si accorgono di pagare una cosa identica alla presenza di un esperto in classe...
Ciò non toglie che, anche se è una questione di lana caprina, non si può obbligare la famiglia a sborsare un euro. Al limite si può far notare al genitore "avaro" l'incoerenza del suo approccio educativo, ma se preferisce sborsare 10 euro per far cazzeggiare il figlio su facebook dal cellulare e negarglieli per assistere ad una tragedia di Shakespeare o ad un microseminario di educazione ambientale non possiamo farci niente. I figli sono il prodotto evolutivo/involutivo dei rispettivi genitori.

Citazione :
La possibile soluzione è quella di non fare niente nessuno, e ci sarebbe una certa giustizia sociale, ma si lascerebbe solo alla scuola privata la possibilità di avvalersi di certi strumenti (oltre a decretare il fallimento di organizzazioni serie che fanno un lavoro serio e pretendono, giustamente, di essere pagate)
Dubito che la scuola privata (almeno nella maggior parte dei casi) si preoccupi di offrire un valore aggiunto di questo genere. Può darsi che mi sbagli, ma queste problematiche si affrontano generalmente nella scuola pubblica, in cui c'è una maggiore percezione dell'importanza della cultura sensu lato e ci si adopera per un maggior coinvolgimento delle famiglie. Che io sappia, in moltissime scuole private ci si preoccupa solo della retta. Altrimenti mi sfugge l'utilità del criterio usato nel reclutamento (al ribasso) dei docenti.



ma infatti non se ne esce perchè l'autonomia dà sulla carta una serie infinita di possibilità, e poi costringe alla questua i docenti, e le famiglie non sono nel loro momento migliore di promozione culturale...
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: progetti con esperti esterni nella scuola primaria in orario curricolare pagati dai genitori e chi non vuole aderire   Lun Mar 24, 2014 7:29 pm

lucetta10 ha scritto:
Paolo Santaniello ha scritto:
La scuola ha dei fondi con i quali può finanziare i progetti. Se non ce la fa non può chiedere ai genitori soldi nemmeno se vogliono.
L'attività curricolare deve essere sempre gratis e garantita a tutti, se no è finita la scuola pubblica.


Non è proprio così, l'attività di cui si parla si svolge in orario curricolare, ma rientra nell'ampliamento dell'offerta formativa. Anche le uscite didattiche sono finanziate dalle famiglie e si svolgono durante l'orario, e non è illegittimo

La scuola pubblica è finita con l'autonomia

Le uscite didattiche finanziate dalle famiglie devono sottostare comunque a criteri di inclusione. Se una scuola non li adotta sta comunque operando in un contesto di illegittimità borderline e, comunque, dietro il tacito avallo di chi non aderisce. Sarebbe interessante seguire gli sviluppi se una famiglia esclusa dalla possibilità economica di mandare il figlio ad un viaggio d'istruzione reclamasse per l'esclusione.

In definitiva, la scuola pubblica ha il dovere di promuovere o programmare attività e iniziative che siano comunque economicamente sostenibili. Nelle scuole in cui sono stato, quando gli studenti propongono un viaggio di istruzione nei consigli di classe ci preoccupiamo sempre di approvare le opzioni con riserva e subordinarle all'adesione generale. Altrimenti si resta tutti in classe.

Se poi ci sono scuole in cui si fanno figli e figliastri farò di tutto per evitare di entrarci o, a posteriori, per andarmene.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: progetti con esperti esterni nella scuola primaria in orario curricolare pagati dai genitori e chi non vuole aderire   Lun Mar 24, 2014 7:45 pm

filosofa82 ha scritto:
Il collegio dei docenti ha deciso. Ai genitori viene proposto il progetto da farsi in orario curricolare. Il problema resta per quei bambini che non aderiscono al progetto. Le madri di questi bambini sostengono che vengono isolati e che nemmeno le maestre curricolari si occupano di loro mentre gli altri compagni fanno ed.fisica con l'esperto.

Eh eh... i nodi vengono al pettine: il collegio dei docenti ha approvato un progetto in violazione della normativa generale senza prevedere gli strumenti compensativi. Come si comporterebbe il collegio dei docenti qualora quelle mamme avviassero un ricorso amministrativo?

Ipotizzo uno scenario: le mamme si coalizzano e reclamano presso la dirigenza scolastica minacciando un ricorso all'USR (prima ancora che alla magistratura amministrativa). Il DS, pur di non imbarcarsi in rogne dagli sviluppi incerti, sceglie la strada più comoda: un bell'ordine di servizio che impone a due o tre maestre che hanno il giorno libero di recarsi a scuola per fare da baby sitter ai bambini esclusi, prospettando alle mamme fesse e contente il quadretto dell'attività curricolare alternativa. Una di quelle maestre, che magari al CdD ha alzato distrattamente la mano mentre era immersa in un profondo dibattito sul futile e il dilettevole con la collega a fianco, verrà a scrivere su questo forum "Aiutoooooo!!1! il mio DS vuole farmi fare lezione nel mio giorno libero!!1! Può farlo????"

E l'Italia giocava alle carte e parlava di calcio nei bar...


Ultima modifica di gian il Lun Mar 24, 2014 7:46 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5335
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: progetti con esperti esterni nella scuola primaria in orario curricolare pagati dai genitori e chi non vuole aderire   Lun Mar 24, 2014 7:45 pm

gian ha scritto:
lucetta10 ha scritto:
Paolo Santaniello ha scritto:
La scuola ha dei fondi con i quali può finanziare i progetti. Se non ce la fa non può chiedere ai genitori soldi nemmeno se vogliono.
L'attività curricolare deve essere sempre gratis e garantita a tutti, se no è finita la scuola pubblica.


Non è proprio così, l'attività di cui si parla si svolge in orario curricolare, ma rientra nell'ampliamento dell'offerta formativa. Anche le uscite didattiche sono finanziate dalle famiglie e si svolgono durante l'orario, e non è illegittimo

La scuola pubblica è finita con l'autonomia

Le uscite didattiche finanziate dalle famiglie devono sottostare comunque a criteri di inclusione. Se una scuola non li adotta sta comunque operando in un contesto di illegittimità borderline e, comunque, dietro il tacito avallo di chi non aderisce. Sarebbe interessante seguire gli sviluppi se una famiglia esclusa dalla possibilità economica di mandare il figlio ad un viaggio d'istruzione reclamasse per l'esclusione.

In definitiva, la scuola pubblica ha il dovere di promuovere o programmare attività e iniziative che siano comunque economicamente sostenibili. Nelle scuole in cui sono stato, quando gli studenti propongono un viaggio di istruzione nei consigli di classe ci preoccupiamo sempre di approvare le opzioni con riserva e subordinarle all'adesione generale. Altrimenti si resta tutti in classe.

Se poi ci sono scuole in cui si fanno figli e figliastri farò di tutto per evitare di entrarci o, a posteriori, per andarmene.


Anche su questo siamo d'accordo, ma difficilmente chi organizza un progetto propone cifre astronomiche, e se lo fa difficilmente il collegio lo vota. In genere non si parla di grosse cifre per un laboratorio che si svolge nei locali della scuola, credo che il dissenso sia più di principio che non di cifra.
Bisognerebbe chiedere quanto costa questo esperto, ma dubito non sia una economicamente sostenibile, anche perchè chi manda proposte alla scuola dell'obbligo si rende conto che non può chiedere chissà cosa... Per le gite la questione si pone maggiormente, ma le famiglie sono più abituate e non pongono questioni come quella dell'orario curricolare, e c'è quasi sempre chi non partecipa...
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5335
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: progetti con esperti esterni nella scuola primaria in orario curricolare pagati dai genitori e chi non vuole aderire   Lun Mar 24, 2014 7:48 pm

filosofa82 ha scritto:
Il collegio dei docenti ha deciso. Ai genitori viene proposto il progetto da farsi in orario curricolare. Il problema resta per quei bambini che non aderiscono al progetto. Le madri di questi bambini sostengono che vengono isolati e che nemmeno le maestre curricolari si occupano di loro mentre gli altri compagni fanno ed.fisica con l'esperto.


Se il collegio ha approvato se ne deve occupare il referente del progetto.
Tra di noi: il progetto è valido? Credo di capire che si parli di psicomotricità nella scuola primaria...
In tal caso permettimi un suggerimento. Ormai con gli IC questi progetti possono essere svolti dagli insegnanti di scienze motorie della media, pagandoli con il FIS e senza aggravio per le famiglie


Ultima modifica di lucetta10 il Lun Mar 24, 2014 7:58 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: progetti con esperti esterni nella scuola primaria in orario curricolare pagati dai genitori e chi non vuole aderire   Lun Mar 24, 2014 7:48 pm

lucetta10 ha scritto:
Anche su questo siamo d'accordo, ma difficilmente chi organizza un progetto propone cifre astronomiche, e se lo fa difficilmente il collegio lo vota. In genere non si parla di grosse cifre per un laboratorio che si svolge nei locali della scuola, credo che il dissenso sia più di principio che non di cifra.  
Bisognerebbe chiedere quanto costa questo esperto, ma dubito non sia una economicamente sostenibile, anche perchè chi manda proposte alla scuola dell'obbligo si rende conto che non può chiedere chissà cosa... Per le gite la questione si pone maggiormente, ma le famiglie sono più abituate e non pongono questioni come quella dell'orario curricolare, e c'è quasi sempre chi non partecipa...
Si, verissimo. Tranne rare eccezioni, di solito si cerca di usare il buon senso
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8316
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: progetti con esperti esterni nella scuola primaria in orario curricolare pagati dai genitori e chi non vuole aderire   Lun Mar 24, 2014 8:40 pm

per il buon senso avevo chiesto i motivi del rifiuto di quelle due famiglie.

Il collegio ha approvato una spesa vincolando altri a pagare e questo proprio non esiste.

Il motivo del rifiuto di aderire potrebbe essere qui.

Una questione di principio che prescinde dall'importo.

Il buon senso che capisce la ragione può vedere di trovare una soluzione, fosse anche quella di dire: avete ragione, abbiamo sbagliato ad accettare ma si trattava di prenotare l'esperto in tempi brevi prima di riuscire a contattare tutti. Pensavamo che l'iniziativa fosse tanto valida che abbiamo ritenuto avreste accettato di esborsare quei 2-3-5- 10 euro per attivarla.

Ma lo sbaglio c'è stato.

il buon senso spesso risolve quello che la normativa fatica a definire e anche quando la normativa definisce spesso il buon senso e il civile confronto vanno in deroga.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: progetti con esperti esterni nella scuola primaria in orario curricolare pagati dai genitori e chi non vuole aderire   Lun Mar 24, 2014 10:21 pm

E' chiaro che qui stiamo a discutere di un contesto di cui non conosciamo i dettagli e che può avere svariati risvolti, sia nel merito che nel metodo, dove entrano in gioco percezioni più o meno soggettive, aspetti normativi di fondo, difficoltà operative più o meno marcate, aspetti procedurali e varie ed eventuali. A prescindere dal peso che ha ciascuno di questi elementi, ho l'impressione che più o meno la pensiamo tutti allo stesso modo :-D
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8316
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: progetti con esperti esterni nella scuola primaria in orario curricolare pagati dai genitori e chi non vuole aderire   Mar Mar 25, 2014 7:45 pm

gian ha scritto:
Dubito che la scuola privata (almeno nella maggior parte dei casi) si preoccupi di offrire un valore aggiunto di questo genere. Può darsi che mi sbagli, ma queste problematiche si affrontano generalmente nella scuola pubblica, in cui c'è una maggiore percezione dell'importanza della cultura sensu lato e ci si adopera per un maggior coinvolgimento delle famiglie. Che io sappia, in moltissime scuole private ci si preoccupa solo della retta. Altrimenti mi sfugge l'utilità del criterio usato nel reclutamento (al ribasso) dei docent

fino ad un mese fa, parlandoti della mia esperienza di genitore di una scuolaprivata ti avrei detto:
non corrisponde al vero che non c'è percezione ma corrisponde al vero che tutte le attivitàa pagamento si pagano , carucce, e si sta zitti.

Ora ho il piaceredi informarti che posso aggiungere una esperienza diversa: dove la percezione è stata tale per cui la necessità di un intervento è sembrata improcastinabile lascuola è intervenuta con i propri fondi.

Magari accumulati offrendo ai genitori ad inizio di anno il servizio di acquisto dei libri e chiedendo di devolvere alla scuola il 15%di sconto sul prezzo di copertina che ormai tutti praticano soprattutto su acquisti importanti.
r
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
lucetta10



Messaggi : 5335
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: progetti con esperti esterni nella scuola primaria in orario curricolare pagati dai genitori e chi non vuole aderire   Mar Mar 25, 2014 8:05 pm

E grazie: tra rette e fondi statali! I "propri fondi" sono quelli del contribuente, non certo gli introiti di un'oculata gestione imprenditoriale!
Che le scuole private non soffrano miseria lo sappiamo già, grazie, ma da questa parte non abbiamo nessun "piacere" a sapere che hanno anche un avanzo per attività extra quando da noi manca la carta per le fotocopie...
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8316
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: progetti con esperti esterni nella scuola primaria in orario curricolare pagati dai genitori e chi non vuole aderire   Mar Mar 25, 2014 8:45 pm

Che non ti faccia piacerelo immagino, non credo però che tu la notizia l'abbia avuta da me ora. Non farmene una colpa.



lucetta ha scritto:
E grazie: tra rette e fondi statali! I "propri fondi" sono quelli del contribuente, non certo gli introiti di un'oculata gestione imprenditoriale!

Hanno una oculatissima gestione imprenditoriale di quello che a torto o a ragione (e ne abbiamo già discusso altrove, inutile ripetere) ricevono da rette e Stato.

Estremamente oculata. Hanno cominciato molto prima del pubblico ad utilizzare il retro dei fogli per fare brogliacci, hanno cominciato moltro prima del pubblico a non buttare libri dell'anno precedente ma a tenerli a disposizione, ben ordinati e catalogati, per ricerche, lavori, collages.
Hanno cominciato molto prima del pubblico a stare attenti ai fornitori e ai prezzi praticati.

Hanno una oculatissima gestione imprenditoriale avendo i titolari dei servizi che davanti al problema e alla richiesta di spiegazioni non possono scaricare la responsabilità ad altri se la responsabilità è loro. E questo, cara mia, fa una differenza enorme nella gestione del budget

Di tutto il resto si può discutere. Di questo direi proprio di no.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
paniscus_2.0



Messaggi : 6128
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: progetti con esperti esterni nella scuola primaria in orario curricolare pagati dai genitori e chi non vuole aderire   Mar Mar 25, 2014 8:56 pm

Mi pare che siamo arrivati veramente alla provocazione buffonesca, del tutto prima di qualsiasi ritegno.

Ma si crede veramente che ce la beviamo??????



Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8316
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: progetti con esperti esterni nella scuola primaria in orario curricolare pagati dai genitori e chi non vuole aderire   Mar Mar 25, 2014 9:23 pm


paniscus 2.0 ha scritto:
Mi pare che siamo arrivati veramente alla provocazione buffonesca, del tutto prima di qualsiasi ritegno.

Ma si crede veramente che ce la beviamo??????

Non sapevo fossi tu la responsabile della inoculata gestione della cosa pubblica nel settore della scuola.

ti chiedo scusa Paniscus, se l'avessi saputo avrei usato un linguaggio più attento alla tua sensibilità.
Credevo fosse un problema di amministrazionee di politica , un problema risaputo e non imputabile ad un singolo docente.


Ultima modifica di Ire il Mar Mar 25, 2014 9:27 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
Ire



Messaggi : 8316
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: progetti con esperti esterni nella scuola primaria in orario curricolare pagati dai genitori e chi non vuole aderire   Mar Mar 25, 2014 9:26 pm

e pur non avendo voglia di cancellare il mio post, chiedo davvero scusa a tutti voi, mi faccio prendere dalla viperisia e rispondo a commenti che dovrei ignorare perchè assolutamente privi di utilità.

Mi dispiace, non ci faccio una bella figura.

E, soprattutto, per voi non è un bel leggere.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
lucetta10



Messaggi : 5335
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: progetti con esperti esterni nella scuola primaria in orario curricolare pagati dai genitori e chi non vuole aderire   Mar Mar 25, 2014 9:50 pm

Ire ha scritto:
Che non ti faccia piacerelo immagino, non credo però che  tu la notizia l'abbia avuta da me ora. Non farmene una colpa.



lucetta ha scritto:
E grazie: tra rette e fondi statali! I "propri fondi" sono quelli del contribuente, non certo gli introiti di un'oculata gestione imprenditoriale!

Hanno una oculatissima gestione imprenditoriale di quello che a torto o a ragione (e ne abbiamo già discusso altrove, inutile ripetere) ricevono da rette e Stato.

Estremamente oculata. Hanno cominciato molto prima del pubblico ad utilizzare il retro dei fogli per fare brogliacci, hanno cominciato moltro prima del pubblico a non buttare libri dell'anno precedente ma a tenerli a disposizione, ben ordinati e catalogati, per ricerche, lavori, collages.
Hanno cominciato molto prima del pubblico a stare attenti ai fornitori e ai prezzi praticati.

Hanno  una oculatissima gestione imprenditoriale avendo i titolari dei servizi  che davanti al problema e alla richiesta di spiegazioni non possono scaricare la responsabilità ad altri se la responsabilità è loro. E questo, cara mia, fa una differenza enorme nella gestione del budget

Di tutto il resto si può discutere. Di questo direi proprio di no.


L'imprenditore oculato è quello che imprende con il suo, senza piagnucolare per suggere dalla tetta avvizzita di mamma Stato! Lo sa anche una media massaia. Facessero poco i virtuosi con i nostri soldi e avessero almeno la decenza di tenere un profilo basso.
Non sono oculati, sono privilegiati (anche senza considerare la questione IMU), di un privilegio odioso e indecente, oltre che incostituzionale.
Per quanto mi riguarda i libri se li possono anche stampare virtuosamente con i rotoli della carta igienica o le cocolle dismesse delle suorine. Nel merito di quello che fanno (e di abomini delle scuole private sono piene le cronache giudiziarie) non mi interessa discutere, dal momento che non si può competere né discutere di didattica con chi chiede e ottiene soldi da tutti, famiglie, enti, tasse dei cittadini, mentre nella scuola pubblica si assiste alla virtuosa levata di scudi di chi fa questioni "di principio" per i 5 euro di un laboratorio!
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8316
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: progetti con esperti esterni nella scuola primaria in orario curricolare pagati dai genitori e chi non vuole aderire   Mar Mar 25, 2014 9:55 pm

non credo si assista alla levata di scudi per questioni di principio per i 5 euro.

Si assiste alla levata di scudi per questioni di principio quando l'esborso dei 5 euro a carico delle  famiglie è deciso arbitrariamente dalla scuola senza informare chi quei soldi li deve togliere dal portafoglio.

E anche qui c'è una sottile ma sostanziale differenza.

La scuola privata ti fa pagare, spesso  anche i laboratori e spesso senza fare sconti, ma prima di attivarli fa una riunione plenaria dove illustra il progetto e la sua utilità e definisce bene i costi
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
 
progetti con esperti esterni nella scuola primaria in orario curricolare pagati dai genitori e chi non vuole aderire
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 2 di 3Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3  Seguente
 Argomenti simili
-
» utilizzazione pratica musicale scuola primaria
» Religione nella scuola materna
» ESEMPI di power point scuola primaria
» Domande pervenute a Taranto SCUOLA PRIMARIA SOSTEGNO
» METODI PER INSEGNARE GEOGRAFIA NELLE SCUOLE MEDIE

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: