Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Compiti in classe ingestibili

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : Precedente  1, 2
AutoreMessaggio
tagomago



Messaggi : 60
Data d'iscrizione : 03.08.11

MessaggioOggetto: Compiti in classe ingestibili   Gio Mar 27, 2014 3:20 pm

Promemoria primo messaggio :

Insegno informatica alle terze e quarte classi di un ITC indirizzo AFM. Tra in NUMEROSI problemi che sto riscontrando, vuoi per mia incapacità e inesperienza, vuoi per via di alunni assolutamente ingestibili, c'è anche quello dei compiti scritti. Assegno delle prove semistrutturate e il copiare, ahimè, è la regola. Il 90% dei ragazzi ovviamente non studia, non legge, non preparata nulla e quindi trovandosi un foglio davanti con delle domande di cui non ha idea spera solo di copiare. Il problema è che copiano quasi tutti, impossibile richiamarne qualcuno o ritirare qualche compito, perché ottengo delle reazioni a dir poco brutali con risposte del tipo "perché ce l'ha con me ? e allora gli altri ?" nel migliore dei casi. Boh, sinceramente non so cosa fare, dovrei sistematicamente annullare il compito a tutta la classe, ma sento che è una battaglia persa e forse inutile. Potrei passare dall'assegnare i compiti su carta a dei quiz al computer con domande selezionate a caso e timer, ma anche questo pone una serie di problemi tecnici e pratici. In laboratorio ho 12 PC e i ragazzi sono circa 30 per classe. Dovrei tenerne metà in classe (chi ci bada ?) e l'altra metà a fare il compito, perché tenerli tutti in laboratorio si crea un inferno. Senza dire che non ho ore consecutive e quindi dovrei far fare questi quiz a gruppi in giorni diversi, con ovvio vantaggio di chi fa dopo. Sono tentato dal mettere il 6 politico a tutti senza neanche correggerli, tale è il mio sconforto :-( A loro non importa nulla, tra poco non importa più neanche a me.
E' un altro discorso, ma anche spiegare è una roba inutile: io parlo e io mi sento (non sempre, data la confusione e il rumoreggiare).
Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
Laura70



Messaggi : 3232
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: Compiti in classe ingestibili   Dom Mar 30, 2014 12:47 pm

non so se lo avevo letto qui a proposito di NC. Con il registro elettronico sicuramente non lo puoi dare. Da noi 3 solo se consegnano in bianco. 4 se scrivono qualcosa anche tutto sbagliato. ma siamo alle medie ed è un altro mondo in molti aspetti.
Fortuna che qui il problema dell'uso dei cellulari in classe ancora non si pone.
Tornare in alto Andare in basso
Gariel



Messaggi : 971
Data d'iscrizione : 02.08.12

MessaggioOggetto: Re: Compiti in classe ingestibili   Dom Mar 30, 2014 12:55 pm

Ah sì?!, ma c'è qualche comunicazione ministeriale a proposito??
Chiedo anche ai moderatori.
Comunque noi non abbiamo limiti di voti al ribasso...il minimo è 1.
Funzionerebbe comunque.

Ma sei sicura che alle medie non usino il cel?
Tornare in alto Andare in basso
Laura70



Messaggi : 3232
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: Compiti in classe ingestibili   Dom Mar 30, 2014 1:01 pm

Gariel ha scritto:
Ah sì?!, ma c'è qualche comunicazione ministeriale a proposito??
Chiedo anche ai moderatori.
Comunque noi non abbiamo limiti di voti al ribasso...il minimo è 1.
Funzionerebbe comunque.

Ma sei sicura che alle medie non usino il cel?

finora tranne qualche raro caso sporadico prima di uscire, non l'ho mai notato. Non ho mai notato nessun atteggiamento sospetto, alle superiori lo notavo eccome.
Cmq l'anno scorso mi era stato detto (e così avevo fatto una volta) che in caso di utilizzo in classe si deve ritirare, mettere sulla cattedra e riconsegnarlo alla fine delle lezioni. Secondo me non è abbastanza. In altre scuole medie si ritira e lo devono venire a prendere i genitori
Tornare in alto Andare in basso
gugu



Messaggi : 25642
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: Compiti in classe ingestibili   Dom Mar 30, 2014 1:02 pm

Laura70 ha scritto:
non so se lo avevo letto qui a proposito di NC. Con il registro elettronico sicuramente non lo puoi dare. Da noi 3 solo se consegnano in bianco. 4 se scrivono qualcosa anche tutto sbagliato. ma siamo alle medie ed è un altro mondo in molti aspetti.
Fortuna che qui il problema dell'uso dei cellulari in classe ancora non si pone.


Nel nostro esiste sia la dicitura NC che A.
Tornare in alto Andare in basso
Laura70



Messaggi : 3232
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: Compiti in classe ingestibili   Dom Mar 30, 2014 1:06 pm

nel nostro no. A che significa?

che registro avete?
da noi non si possono neppure inserire i "+". Dunque me li devo segnare sul mio cartaceo che mi sono creata io e dove segno tutto
Tornare in alto Andare in basso
balanzoneXXI



Messaggi : 669
Data d'iscrizione : 21.09.13

MessaggioOggetto: Re: Compiti in classe ingestibili   Dom Mar 30, 2014 2:03 pm

Da questi interventi si evince una volta di più che è tutta una farsa.
E' proprio da questo dato che bisogna partire per adottare una linea di condotta che preservi l'insegnante dalla "bollitura" , altrimenti detta burn out.
Se si capita in un'accolita di nullafacenti semianalfabeti , oltre che maleducati, se ne prende atto, evitando di farsi il sangue marcio .
Cioè, a seconda del nostro carattere e delle circostanze, possiamo decidere se adottare la linea dura o il "lassez faire"(non sempre così comodo come qualcuno potrebbe pensare), ma sempre ricordando che , al di là dei nostri difetti e limiti, il problema non siamo noi.Il "superprof"" che da solo, con il tanto favoleggiato carisma, redime un branco di bruti, è più che altro una figura della fiscion cinematografica / televisiva.
Ovviamente queste considerazioni non dovrebbero diventare un alibi. Dico solo che va respinto il modello dell' "insegnante missionario", figura ascetica e infaticabile, davvero odorosa di santità, a cui noi tutti dovremmo ispirarci. Il "missionario", a dir la verità più quello "ideale" che quello "storico", campa d'aria e porge sempre cristianamente l'altra guancia.Possibilmente crepa anche presto, così lascia il posto ad altri "missionari" anelanti le stesse beatitudini :-).
Tornare in alto Andare in basso
Paolo Santaniello



Messaggi : 1791
Data d'iscrizione : 15.09.13

MessaggioOggetto: Re: Compiti in classe ingestibili   Dom Mar 30, 2014 2:07 pm

e ha ragione Balanzone
pure a me hanno spesso propinato l'archetipo dell "insegnante missionario" a cui ho del resto sempre fervidamente opposto il mio profilo di "lavoratore", rivendicandone la dignità.
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5368
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: Compiti in classe ingestibili   Lun Mar 31, 2014 12:19 am

in grande spolvero pare ci sia ultimamente anche quella dell' "appassionato", non tipo filatelico ma tipo "volli volli fortissimamente volli"...
Tornare in alto Andare in basso
Mrs.Hudson



Messaggi : 85
Data d'iscrizione : 18.02.14

MessaggioOggetto: Re: Compiti in classe ingestibili   Lun Mar 31, 2014 4:15 pm

quarantamilakmalprof ha scritto:
Ormai forse è tardi per sistemare le questioni di disciplina, ma dovrebbero capire in ogni modo che lo scritto si fa in silenzio. Se uno parla, nessuno ti vieta ad esempio di scrivere con tutta calma,  a margine della domanda, che stava parlando. E valutare con voto minimo quella domanda quando correggerai.
Nessuno ti vieta, quando consegni il compito corretto, di interrogare sugli stessi argomenti del compito. Due domandine e un voto orale. Se ha preso 7 solo perché ha copiato, in orale prenderà 2. La media è vicina al 4...
Nessuno ti vieta di fare quattro o otto compiti diversi se le domande sono di teoria, o di modificare i dati numerici di ogni compito se sono esercizi, o l'obbiettivo del programma di informatica da realizzare

Quarantamila km al prof. Un anno da precario nella scuola
(e-book gratuito e liberamente scaricabile su google play books
https://play.google.com/store/books/details?id=Sv0lAgAAQBAJ )

Ottimi consigli......grazie!
Tornare in alto Andare in basso
Danitristesse



Messaggi : 212
Data d'iscrizione : 18.06.12

MessaggioOggetto: Re: Compiti in classe ingestibili   Sab Apr 12, 2014 12:16 pm

In una classe, un collega ha fatto così:
- ha consegnato il testo scritto a pc con il nome dell'alunno e le righe
- in alternativa, ha firmato i fogli bianchi prima della verifica
- ha interrogato alla consegna

Io non ho quasi mai questi problemi perché insegno lingue, in alcune verifiche teoriche tipo di ristorazione, se trovo pezzi uguali con errori uguali lo segnalo. Basta un attimo, tanto sono spesso così stupidi da copiare anche gli errori, o da non cambiare nemmeno una parola. Una volta mi trovai due compiti con lo stesso nome e andai dal DS.

Inoltre, tenete sempre molto ben presente il POF, nessuno vieta le verifiche a sorpresa, sono come le interrogazioni (se non avete, ovviamente, DSA)
Tornare in alto Andare in basso
mark12



Messaggi : 137
Data d'iscrizione : 20.12.13

MessaggioOggetto: Re: Compiti in classe ingestibili   Sab Apr 12, 2014 3:14 pm

Alle medie non usano il cellulare? Bella battuta
Tornare in alto Andare in basso
hpo



Messaggi : 126
Data d'iscrizione : 09.07.12

MessaggioOggetto: Re: Compiti in classe ingestibili   Mar Ott 27, 2015 10:02 pm

Io da quest'anno ho cominciato a preparare compiti tutti diversi con l'ausilio di un pacchetto LaTeX. Per poterlo utilizzare dovete prima di tutti essere in grado di creare documenti in pdf con il linguaggio di programmazione di cui su, se sapete già di cosa sto parlando allora il pacchetto da usare è esami.sty di Vassallo-Messineo, potete creare esercizi con parametri random che verranno selezionati poi a sorte in fase di compilazione (cioè ad esempio problemi che dipendono da parametri a,b,c,d etc che a loro volta sono numeri interi scelti a caso da insiemi predefiniti da voi), se ci sono domande a risposta multipla la "lettera" della risposta corretta viene randomizzata allo stesso modo, anche l'ordine degli esercizi può essere permutato a caso, infine per non impazzire in fase di correzione aggiungendo un semplice comando potete creare anche un file con tutte le soluzioni versione per versione.

Ci vuole parecchio tempo per predisporre i singoli esercizi in maniera adeguata e anche per scrivere le soluzioni in funzione dei parametri (se volete aggiungerle, ma non è obbligatorio), però alla fine il risultato è questo: ad esempio avete tre classi prime, allora potete utilizzare gli stessi esercizi per creare 20, 40, 100, quanti ne volete compiti tutti diversi a seconda delle esigenze, la tipologia di quesiti sarà uguale compito per compito, ma i dati dei problemi, le risposte corrette, l'ordine degli esercizi saranno tutti diversi. Il tutto con un semplice click (ma ripeto dopo le varie ore ed ore per creare quegli esercizi... però a lungo andare il risparmio di tempo è notevole).

Per chi invece non sapesse neanche cosa è LaTeX vi consiglio la guida "L’arte di scrivere con LaTeX" di Lorenzo Pantieri, la trovate facilmente con una ricerca su google.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15849
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Compiti in classe ingestibili   Mar Ott 27, 2015 10:11 pm

hpo ha scritto:
Io da quest'anno ho cominciato a preparare compiti tutti diversi con l'ausilio di un pacchetto LaTeX. Per poterlo utilizzare dovete prima di tutti essere in grado di creare documenti in pdf con il linguaggio di programmazione di cui su, se sapete già di cosa sto parlando allora il pacchetto da usare è esami.sty di Vassallo-Messineo, potete creare esercizi con parametri random che verranno selezionati poi a sorte in fase di compilazione (cioè ad esempio problemi che dipendono da parametri a,b,c,d etc che a loro volta sono numeri interi scelti a caso da insiemi predefiniti da voi), se ci sono domande a risposta multipla la "lettera" della risposta corretta viene randomizzata allo stesso modo, anche l'ordine degli esercizi può essere permutato a caso, infine per non impazzire in fase di correzione aggiungendo un semplice comando potete creare anche un file con tutte le soluzioni versione per versione.

Ci vuole parecchio tempo per predisporre i singoli esercizi in maniera adeguata e anche per scrivere le soluzioni in funzione dei parametri (se volete aggiungerle, ma non è obbligatorio), però alla fine il risultato è questo: ad esempio avete tre classi prime, allora potete utilizzare gli stessi esercizi per creare 20, 40, 100, quanti ne volete compiti tutti diversi a seconda delle esigenze, la tipologia di quesiti sarà uguale compito per compito, ma i dati dei problemi, le risposte corrette, l'ordine degli esercizi saranno tutti diversi. Il tutto con un semplice click (ma ripeto dopo le varie ore ed ore per creare quegli esercizi... però a lungo andare il risparmio di tempo è notevole).

Per chi invece non sapesse neanche cosa è LaTeX vi consiglio la guida "L’arte di scrivere con LaTeX" di Lorenzo Pantieri, la trovate facilmente con una ricerca su google.
Correggimi se sbaglio.

Produci 100 compiti diversi, loro tentano di fare un esercizio, ne trovano la soluzione e vanno a crocettare la casella giusta; se sbagliano tu individui la casella mal crocettata mediante confronto con uno dei tuoi 100 fogli di correzione ed a quel punto decidi se non assegnargli il punto (o i punti) o se andare a correggere in profondità il suo elaborato, cercando l'errore e valutando se assegnargli metà punteggio, di più o di meno a seconda della gravità dell'errore commesso.

Con 100 compiti dovrai fare correzioni in profondità lunghe e diverse da compito a compito; non esisteranno errori ricorrenti perchè non esistono quesiti ricorrenti, quindi la correzione in profondità richiederà molto tempo.

Sbaglio ?
Tornare in alto Andare in basso
hpo



Messaggi : 126
Data d'iscrizione : 09.07.12

MessaggioOggetto: Re: Compiti in classe ingestibili   Mer Ott 28, 2015 11:01 pm

avidodinformazioni ha scritto:

Correggimi se sbaglio.

Produci 100 compiti diversi, loro tentano di fare un esercizio, ne trovano la soluzione e vanno a crocettare la casella giusta; se sbagliano tu individui la casella mal crocettata mediante confronto con uno dei tuoi 100 fogli di correzione ed a quel punto decidi se non assegnargli il punto (o i punti) o se andare a correggere in profondità il suo elaborato, cercando l'errore e valutando se assegnargli metà punteggio, di più o di meno a seconda della gravità dell'errore commesso.

Con 100 compiti dovrai fare correzioni in profondità lunghe e diverse da compito a compito; non esisteranno errori ricorrenti perchè non esistono quesiti ricorrenti, quindi la correzione in profondità richiederà molto tempo.

Sbaglio ?

Sì non è proprio così, gli elaborati li correggo tutti dall'inizio alla fine. Anche se il risultato finale di un esercizio svolto dovesse essere diverso da quello corretto presente nel foglio soluzioni magari l'alunno ha fatto tutto giusto sbagliando solo il passaggio finale, quindi non vedo perché non dovrei dargli il punteggio che gli spetta. Nel caso ci siano esercizi a risposta multipla il caso è diverso, lì se è sbagliato sono 0 punti.

Giusto per fare un esempio: supponiamo ci siano 20 ragazzi in una classe e che scelga di mettere 12 esercizi nel compito, allora creo 20 compiti diversi con gli stessi 12 esercizi che però compaiono in ordine sparso e in ogni compito gli esercizi avranno dati diversi, non solo, magari di ogni esercizio, oltre alla randomizzazione dei dati, creo anche decine di varianti già solo nella forma (ad esempio l'ordine delle operazioni e i segni in un'espressione). Solo che invece di fare tutto io a mano questa parte meccanica di rimescolamento e randomizzazione viene fatta direttamente in fase di compilazione dai comandi del pacchetto LaTeX in questione.

Allego un paio di immagini per farti capire meglio:





Per creare questo solo esercizio ho creato 7 file .tex, 6 per ogni singola funzione (dalle 100 alle 400 righe di codice per ognuno), un settimo molto breve contenente il testo dell'esercizio (che qui ho tagliato, comunque si richiede di trovare il dominio) e che richiama in automatico in maniera randomizzata i sei tipi di funzione. Questi sono due esempi di output per questo esercizio, adesso che ho scritto quelle righe di codice posso compilarle quando mi pare e creare quante versioni ne voglio, saranno sempre tutte diverse. E questo era solo un esercizio del compito.. Per le soluzioni il lavoro è un po' delicato perché bisogna andare avanti di comandi \ifthenelse, il risultato finale può dipendere da alcune disuguaglianze tra i vari parametri...
Tornare in alto Andare in basso
hpo



Messaggi : 126
Data d'iscrizione : 09.07.12

MessaggioOggetto: Re: Compiti in classe ingestibili   Mer Ott 28, 2015 11:10 pm

Avevo usato 100 come numero giusto come esempio, cioé se capita che ti assegnano 4 prime e hai in totale 100 alunni non c'è bisogno di fare 4 volte lo stesso lavoro, quegli esercizi che hai preparato e scelto li ricompili per ogni singola classe e in automatico avrai 100 compiti diversi, 25 per classe.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15849
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Compiti in classe ingestibili   Gio Ott 29, 2015 1:44 am

Non so ..... tutta sta fatica per non farli copiare ........ poi li promuoviamo con voto di consiglio ........ forse in una scuola seria.
Tornare in alto Andare in basso
mac67



Messaggi : 4699
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioOggetto: Re: Compiti in classe ingestibili   Gio Ott 29, 2015 8:54 am

@ hpo: grazie per la segnalazione del package. Io avevo aggirato il problema preparando file multipli, usando il package exam e pseudo-randomizzando a mano. Ora vedo se questo package mi conviene.
Tornare in alto Andare in basso
hpo



Messaggi : 126
Data d'iscrizione : 09.07.12

MessaggioOggetto: Re: Compiti in classe ingestibili   Gio Ott 29, 2015 3:54 pm

mac67 ha scritto:
@ hpo: grazie per la segnalazione del package. Io avevo aggirato il problema preparando file multipli, usando il package exam e pseudo-randomizzando a mano. Ora vedo se questo package mi conviene.

Di nulla, il pacchetto exam lo usavo l'anno scorso e mi trovavo molto bene, infatti ero titubante se passare o no, ma alla fine tutto ciò che avevo approntato con quel pacchetto sono riuscito a ricostruirlo all'interno nel nuovo, con in più tutta la potenza della randomizzazione e dei comandi per lavorare con i parametri (vedi \FPsv{} nella documentazione), però per rientrare al pieno dell'operatività mi ci sono voluti un paio di mesi (non che sia stata la mia unica attività ovviamente).

Più che altro ti consiglio di non pretendere di poter creare uno scritto da zero in pochi giorni se non l'hai mai usato, almeno se vuoi accompagnare il tutto dal foglio soluzioni. Al momento ti consiglio di continuare ad usare exam ma di cominciare a creare singoli esercizi col nuovo pacchetto, quando avrai capito il meccanismo potrai anche approntare uno scritto intero. Poi una volta capiti i comandi e sistemate le eventuali difficoltà iniziali di compilazione tra warning ed errori vari il resto verrà tutto in discesa, come sempre in LaTeX.

Alcuni avvisi: i comandi \testa e \istruzioni evitali perché l'intestazione di default è molto brutta, semplicemente sostituisci il tutto con l'intestazione standard che hai sempre usato. Poi nella documentazione non è segnalato, ma se dichiari una variabile e la chiami "e" devi stare molto attento: se all'interno dell'ambiente \FPsv (che permette di fare i conti con le variabili) scrivi "e" LaTeX lo interpreterà come se fosse il numero di nepero approssimato all'unità, cioè 3, devi invece usare \e. Sapere questo in anticipo mi avrebbe fatto risparmiare un po' di tempo iniziale perché alcune risposte dipendenti da più parametri venivano errate e non capivo perché, da quel momento in poi per sicurezza ho cominciato a scrivere tutte le variabili nella forma \a, \b, \c, \d etc.

E ovviamente fidati che il tempo perso si recupera alla grande a lungo andare, il prossimo anno i compiti non li preparo da zero, almeno metà esercizi li utilizzo di nuovo e altri li sostituisco con dei nuovi. Quest'anno con tre prime il lavoro che faccio per una classe ce l'ho gratis in tutte le altre. Inoltre già al primo scritto chi non ha studiato non ha avuto alcun scampo e alcuna scusa di fronte ai risultati ottenuti, che era ciò che mi premeva di più, non permettere le solite furbate a discapito di chi invece ha fatto il proprio dovere.

Per quanto riguarda la "scuola seria" non mi sono mai fatto influenzare da tutto ciò che può non dipendere dalla mia singola volontà, io cerco di dare il meglio di me e di dare il meglio agli alunni, la scuola seria non sempre si trova, ma si può almeno provare a crearla.
Tornare in alto Andare in basso
 
Compiti in classe ingestibili
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 2 di 2Andare alla pagina : Precedente  1, 2
 Argomenti simili
-
» Compiti di un moderatore
» Embrioni classe b
» Su facebook foto scattate in classe
» Elezione rappresentante di classe
» Statuto del Gran Ciambellano e del Ciambellano Anziano

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: