Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 progetto UNAR: educare alla diversità

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : 1, 2, 3, 4  Seguente
AutoreMessaggio
Paolo Santaniello



Messaggi : 1789
Data d'iscrizione : 15.09.13

MessaggioOggetto: progetto UNAR: educare alla diversità   Dom Mar 30, 2014 1:45 pm

Dopo le polemiche suscitate dall'invettiva di vescovi e clericali contro gli opuscoli dell' UNAR : "educare alla diversità a scuola" (che trattano del tema dell'omosessualità e del bullismo omofobico), pare che questo progetto non approderà più nelle scuole attraverso i canali ufficiali.
So che gli opuscoli sono però disponibili sulla rete, e sono riuscito a trovare quello che riguarda le scuole superiori: mi sembra molto ben fatto e quindi lo proporrò alla mia scuola come materiale didattico o se possibile anche per qualche progetto, perchè ritengo che sia un tema molto importante rimasto troppo a lungo nascosto a causa di tabù e pregiudizi. Il fatto che il ministero abbia bloccato l'iniziativa non impedisce al collegio dei docenti di valutare e utilizzare  comunque il materiale per portare avanti il progetto in autonomia.

Sapreste indicarmi, se li conoscete, dei link ai quali è possibile scaricare tutti e tre gli opuscoli? Vorrei darne la massima diffusione

http://www.ilfattoquotidiano.it/2014/03/26/distruggono-la-famiglia-tradizionale-bagnasco-contro-leducazione-alla-diversita-nelle-scuole/927200/
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8333
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: progetto UNAR: educare alla diversità   Dom Mar 30, 2014 2:43 pm

potresti provare a chiedere qui https://www.facebook.com/pages/Amici-dellUfficio-Nazionale-Antidiscriminazioni-Razziali-UNAR-PCN/190687757728615

facciamo no comment sulle considerazioni di Bagnasco
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
Stefania.n



Messaggi : 174
Data d'iscrizione : 21.08.12

MessaggioOggetto: Re: progetto UNAR: educare alla diversità   Dom Mar 30, 2014 5:17 pm

A questo link trovi l'opuscolo per la scuola primaria

http://banner.orizzontescuola.it/File%20completo%20Scuola%20Primaria.pdf

Anche a me non è sembrato male, tranne a pag. 6 dove si dà questa indicazione:

Nell’elaborazione di compiti, inventare situazioni che
facciano riferimento a una varietà di strutture familiari ed
espressioni di genere. Per esempio: “Rosa e i suoi papà
hanno comprato tre lattine di tè freddo al bar...


A me è sembrato un po' forzato. Credo che alla scuola primaria sia importante che quando c'è l'occasione, e capita, come insegnanti non abbiamo remore ad affrontare l'argomento con molta naturalezza e facendo capire ai bambini che le realtà sono molteplici e tutte rispettabili, senza bisogno di dare quel testo del problema.
Mi capita che quando emerge il tema dell'omosessualità ci siano risatine di sottofondo, allusioni (soprattutto con i più grandi)... Io fermo l'attività e ne parliamo, con serietà, non con il testo di un problema.
Tornare in alto Andare in basso
Paolo Santaniello



Messaggi : 1789
Data d'iscrizione : 15.09.13

MessaggioOggetto: Re: progetto UNAR: educare alla diversità   Dom Mar 30, 2014 9:15 pm

Grazie mille per il link
proprio un minuto fa stavo leggendo, in tal proposito, l'ultima notizia sull'argomento:

http://tv.ilfattoquotidiano.it/2014/03/29/cremona-lassociazione-italiana-genitori-diffonde-nelle-scuole-opuscoli-anti-gay/272174/
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8333
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: progetto UNAR: educare alla diversità   Lun Mar 31, 2014 2:32 pm

Stefania n. ha scritto:
Nell’elaborazione di compiti, inventare situazioni che
facciano riferimento a una varietà di strutture familiari ed
espressioni di genere. Per esempio: “Rosa e i suoi papà
hanno comprato tre lattine di tè freddo al bar...

Concordo: eccessivo

Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
Paolo Santaniello



Messaggi : 1789
Data d'iscrizione : 15.09.13

MessaggioOggetto: Re: progetto UNAR: educare alla diversità   Sab Apr 05, 2014 1:44 pm

Ire ha scritto:
Stefania n. ha scritto:
Nell’elaborazione di compiti, inventare situazioni che
facciano riferimento a una varietà di strutture familiari ed
espressioni di genere. Per esempio: “Rosa e i suoi papà
hanno comprato tre lattine di tè freddo al bar...

Concordo: eccessivo


A quanto pare il tabù della omogenitorialità è ancora troppo forte perchè si possa, in ambito scolastico, anche solo accennarvi!
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8333
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: progetto UNAR: educare alla diversità   Sab Apr 05, 2014 5:36 pm

No, non è così.

Perchè però dobbiamo costringere i bambini con due genitori etero ad adattarsi al fatto che Rosa abbia due papà? Loro hanno papà e mamma, perchè si deve prendere in considerazione solo Rosa?


La soluzione?

Rosa e i suoi genitori hanno comprato tre lattine.


Si rischia, come sempre, di superare il limite dove ci si dovrebbe fermare
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
giovanna onnis



Messaggi : 17792
Data d'iscrizione : 15.04.12

MessaggioOggetto: Re: progetto UNAR: educare alla diversità   Sab Apr 05, 2014 5:42 pm

Ire ha scritto:
No, non è così.

Perchè però dobbiamo costringere i bambini con due genitori etero ad adattarsi al fatto che Rosa abbia due papà?  Loro hanno papà e mamma, perchè si deve prendere in considerazione solo Rosa?


La soluzione?

Rosa e i suoi genitori hanno comprato tre lattine.


Si rischia, come sempre, di superare il limite dove ci si dovrebbe fermare
Concordo
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15837
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: progetto UNAR: educare alla diversità   Sab Apr 05, 2014 5:47 pm

Paolo Santaniello ha scritto:
Ire ha scritto:
Stefania n. ha scritto:
Nell’elaborazione di compiti, inventare situazioni che
facciano riferimento a una varietà di strutture familiari ed
espressioni di genere. Per esempio: “Rosa e i suoi papà
hanno comprato tre lattine di tè freddo al bar...

Concordo: eccessivo


A quanto pare il tabù della omogenitorialità è ancora troppo forte perchè si possa, in ambito scolastico, anche solo accennarvi!
Un titolo simile se venisse dato con il preciso scopo di avviare una discussione sull'argomento "famiglie atipiche", ben sapendo che non si farà matematica, ci può anche stare.
Se invece si volesse inseguire lo stupidissimo ideale (a mio avviso) di utilizzare i contenuti disciplinari (matematica in questo caso) per attuare interventi educativi, come la legge prevede, allora la cosa non farebbe per me.
Tuttavia il mio carattere m'impone di andare dritto al sodo e di perseguire gli obiettivi che mi pongo senza troppi giri di parole e senza "mezzucci" come quello proposto, quindi non proporrei esercizi di quel tipo; direi semplicemente: "ragazzi, oggi parliamo di qualcosa di più interessante di quella matematicaccia che facciamo solitamente ....".
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15837
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: progetto UNAR: educare alla diversità   Sab Apr 05, 2014 5:50 pm

Ire ha scritto:
No, non è così.

Perchè però dobbiamo costringere i bambini con due genitori etero ad adattarsi al fatto che Rosa abbia due papà?  Loro hanno papà e mamma, perchè si deve prendere in considerazione solo Rosa?


La soluzione?

Rosa e i suoi genitori hanno comprato tre lattine.


Si rischia, come sempre, di superare il limite dove ci si dovrebbe fermare
L'obiettivo che si pongono è proprio quello di evidenziare che esistono bambini con due papà (a dire il vero in Italia penso che ci siano solo quelli con due mamme).
Con il tuo metodo esci dal seminato e rientri in una lezione standard, disciplinare e non educativa.
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8333
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: progetto UNAR: educare alla diversità   Sab Apr 05, 2014 6:10 pm

D'accordo, ma ribadisco il concetto:

ci sono bambini che hanno mamma e papà
bambini che hanno due mamme
e bambini che hanno due papà

A meno che non si abbia l'attenzione di richiamare tutte le possibilità, sempre, quindi: un problemino che dice:
rosa e le sue due mamme
un altro che dice
rosa e i suoi papà
e ad un altro ancora che dice

rosa, mamma e papà

la cosa non mi piace.

Non è con il problema di matematica che apro la discussione.
Preferisco la genericità di rosa e i suoi genitori
che possono essere dei più svariati generi.

un po' come "uomo" inteso come essere umano

quando è usato in quel senso "uomo" significa, donna, uomo, bimbo, bimba, trans, omosessuale...........


Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
paniscus_2.0



Messaggi : 6181
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: progetto UNAR: educare alla diversità   Dom Apr 06, 2014 12:33 am

Comunque quegli opuscoli erano rivolti agli insegnanti, e NON ERANO destinati ad essere messi in mano direttamente ai ragazzi.
Tornare in alto Andare in basso
balanzoneXXI



Messaggi : 663
Data d'iscrizione : 21.09.13

MessaggioOggetto: Re: progetto UNAR: educare alla diversità   Dom Apr 06, 2014 3:10 am

C' è "che la donna ci ha l'istinto materno e voi maschietti non potete capirlo", c'è il disegno intelligente , c'è "che il bimbo deve avere un papà e una mamma", c'è "che il sesso è triste senza amore", c'è che" l'aborto è un dramma terribile per ogni donna", c'è tutta una costellazione di enunciazioni fasulle che ci sorbiamo da quando siamo lattonzoli e nella cui diffusione l'agenzia vaticana si è sempre prodigata con ammirevole energia.
Ora dite che i preti hanno bloccato l'adozione di opuscoli sulla diversità.Non mi sorprende, dato che da almeno 20 anni in Italia non si muove foglia che Vaticano non voglia.
Devo anche dire che tendo ad essere scettico sull'efficacia di queste iniziative.Attualmente la credibiltà della Scuola, tanto più quando cerca di trasmettere ai discenti valori "etici" come il rispetto alla diversità, è assai bassa.
I nostri ragazzi annusano, restandone spesso intossicati, l'aria che tira nel nostro paese : un'aria mefitica fatta di prevaricazione , razzismo, frustrazione, meschinità, soprattutto.
Per il bulletto medio quelli sull'accettazione delle diversità sono discorsi da sfigati, degni di femminucce che non hanno le palle per tormentare i compagni inermi .
Invece di tanta aria fritta lo si espella per 15 giorni: non cambierà idea , ma smetterà di inquinare l'ambiente scolastico e capirà che " la legge del più forte" si può ritorcere contro di lui. E lo si continui a sospendere finché non si regola di conseguenza.
Ovvio che non potrebbe mai succedere.A parte il fatto che la scienza pedagica moderna lo vieta, una regolare produzione di "vittime", "carnefici" e manutengoli sembra essere necessaria ad una società ben equilibrata.
Con i fiumi di parole si possono vincere i festival, non eliminare certe storture
Una legge che consentisse il matrimonio tra gente dello stesso sesso varrebbe 1000 volte più di qualsiasi "campagna" ministeriale di educazione alla diversità.
Non crediate, anche in Francia o in Spagna(per inciso nazioni cattoliche) il genitore medio preferirebbe avere il figlio ladro piuttosto che frocio, ma in quei paesi leggi più civili si contrappongono ai pregiudizi del volgo profano.
Colà Lo studente omosessuale che va a scuola pensa : " I miei compagni mi tormentano e mi emarginano; il babbo mi guarda schifato;la mamma piange sempre ,come quella di Pierpaolo, ma se la legge mi permette di sposare uno del mio stesso sesso e di adottare un figlio, forse vuol dire che il problema non sono io, ma loro...."

Noi invece si discute sullo stratagemma napoleonico a causa del quale la maestra, presumibilmente, dovrà perdere mezza lezione per spiegare ai pargoli perché il Pierino del problema di aritmetica ci ha tre babbi invece di uno.

Mi sembrano espedienti artificiosi e un po' troppo ingenui per i nostri scafatissimi pargoli.




Tornare in alto Andare in basso
Paolo Santaniello



Messaggi : 1789
Data d'iscrizione : 15.09.13

MessaggioOggetto: Re: progetto UNAR: educare alla diversità   Dom Apr 06, 2014 11:05 am

Lo scopo degli opuscoli era quello di portare avanti, esplicitamente, un progetto di educazione alla diversità; NON nelle materie curricolari, ma possibilmente anche come attività aggiuntiva.
Perchè? Perchè non è affatto inutile far capire ai ragazzi che la scuola è sempre dalla parte del più debole, e far percepire che è un baluardo contro pregiudizi e ignoranza. Anzi, questa è proprio la funzione fondamentale della scuola.
Quindi se nemmeno la scuola accetta di combattere il pregiudizio omosessuale , vuol dire che non sta svolgendo bene la sua funzione specifica perchè accetta e tollera una forma di ignoranza fra le più ignobili. Ecco perchè penso che si debba fare uno sforzo per portare COMUNQUE questi contenuti all'attenzione dei docenti; ecco perchè penso che chi vuole fare scuola sul serio, a prescindere dalla matematica, dall'italiano e da tutti gli altri importantissimi contenuti, debba lottare anche in maniera esplicita contro i pregiudizi di qualsiasi genere e sopratutto contro quelli che sono difesi da poteri "forti" (per non dire "istituzionali") come quelli che hanno bloccato l'iniziativa dell'UNAR.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15837
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: progetto UNAR: educare alla diversità   Dom Apr 06, 2014 11:54 am

Paolo Santaniello ha scritto:
Lo scopo degli opuscoli era quello di portare avanti, esplicitamente, un progetto di educazione alla diversità; NON nelle materie curricolari, ma possibilmente anche come attività aggiuntiva.
Perchè? Perchè non è affatto inutile far capire ai ragazzi che la scuola è sempre dalla parte del più debole, e far percepire che è un baluardo contro pregiudizi e ignoranza. Anzi, questa è proprio la funzione fondamentale della scuola.
Quindi se nemmeno la scuola accetta di combattere il pregiudizio omosessuale , vuol dire che non sta svolgendo bene la sua funzione specifica perchè accetta e tollera una forma di ignoranza fra le più ignobili. Ecco perchè penso che si debba fare uno sforzo per portare COMUNQUE questi contenuti all'attenzione dei docenti; ecco perchè penso che chi vuole fare scuola sul serio, a prescindere dalla matematica, dall'italiano e da tutti gli altri importantissimi contenuti, debba lottare anche in maniera esplicita contro i pregiudizi di qualsiasi genere e sopratutto contro quelli che sono difesi da poteri "forti" (per non dire "istituzionali") come quelli che hanno bloccato l'iniziativa dell'UNAR.
Si, vero; per questo io che insegno informatica nelle prime ed elettronica nelle classi terminali, aspetto che qualche ragazzo se ne esca con un immancabile "finocchio di merda" rivolto ad un compagno di classe, per sospendere la lezione curricolare (o disciplinare che dir si voglia) ed iniziarne una educativa, solitamente con un "se io fossi un finocchio ora cosa ti dovrei fare ?".

Mi rifiuto invece di modificare le mie lezioni su Word o Excel in forma "omofriendly".
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8333
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: progetto UNAR: educare alla diversità   Dom Apr 06, 2014 1:03 pm

avido ha scritto:
Mi rifiuto invece di modificare le mie lezioni su Word o Excel in forma "omofriendly".

e spero non cambierai idea :-)

La diversitàindividuale, qualsiasi essa sia, se è rispettosa dei diritti degli altri, se non fa male a nessuno, è cosa normale. e da cosa normale va trattata.

se l'offesa verso un compagno è: sei sfigato perchè hai due papà - si interverrrà esattamente come si interviene se l'offesa è sei sfigato perchè hai una mamma e un papà brutti, o perchè sei ciccio
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
balanzoneXXI



Messaggi : 663
Data d'iscrizione : 21.09.13

MessaggioOggetto: Re: progetto UNAR: educare alla diversità   Dom Apr 06, 2014 1:38 pm

"Perché ? Perchè non è affatto inutile far capire ai ragazzi che la scuola è sempre dalla parte del più debole, e far percepire che è un baluardo contro pregiudizi e ignoranza. Anzi, questa è proprio la funzione fondamentale della scuola."
Se la Scuola è dalla parte del più debole deve agire invece di parlare.
A due cose le persone sono particolarmente affezionate : alla propria squadra di calcio (se calciofile) e ai propri pregiudizi.
La mia esperienza , non solo di insegnante, mi dice che contro i pregiudizi inveterati la ragione non serve. Servono la forza, se disponibile, e l'esempio.
Forse, in teoria, si potrebbe fare qualcosa prima che questi pregiudizi si inveterino, ma la scuola italiana è un rudere assediato da zombi e sciacalli. Le maestre hanno già abbastanza problemi senza dover affrontare masnade inferocite di mamme mannare che le accusano di fuorviare i loro pargoli.
Tornare in alto Andare in basso
balanzoneXXI



Messaggi : 663
Data d'iscrizione : 21.09.13

MessaggioOggetto: Re: progetto UNAR: educare alla diversità   Dom Apr 06, 2014 1:42 pm

Ire ha scritto:
avido ha scritto:
Mi rifiuto invece di modificare le mie lezioni su Word o Excel in forma "omofriendly".

e spero non cambierai idea :-)

La diversitàindividuale, qualsiasi essa sia, se è rispettosa dei diritti degli altri, se non fa male a nessuno, è cosa normale. e da cosa normale va trattata.

se l'offesa verso un compagno è: sei sfigato perchè hai due papà - si interverrrà esattamente come si interviene se l'offesa è sei sfigato perchè hai una mamma e un papà brutti, o perchè sei ciccio

Non ciurlare nel manico, sai benissimo che non è la stessa cosa.
Tornare in alto Andare in basso
Paolo Santaniello



Messaggi : 1789
Data d'iscrizione : 15.09.13

MessaggioOggetto: Re: progetto UNAR: educare alla diversità   Dom Apr 06, 2014 1:45 pm

Nessuno vuole imporre di convertire le lezioni curriculari in modalità "omofriendly"... sarebbe ridicolo e comunque contrario alla libertà d'insegnamento. Anzi c'è da dire che raramente la sessualità entra nel discorso delle materie curricolari in qualsiasi modo.

Il progetto di educazione alla diversità poteva però arrivare nelle scuole italiane appunto come progetto extra curriculare; o come corso di formazione per i docenti. Secondo me la scuola è esattamente il punto di partenza ideale per questo genere di educazione perchè, se i pregiudizi sono radicati ed inamovibili negli adulti, così non è per i ragazzi... ai quali si può dare tutti gli strumenti per SCEGLIERE le proprie idee invece di "ereditare" quelle dei genitori o di assimilare passivamente ciò che vedono nella realtà più comune intorno a loro.
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8333
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: progetto UNAR: educare alla diversità   Dom Apr 06, 2014 1:50 pm

balanzoneXXI ha scritto:
Ire ha scritto:
avido ha scritto:
Mi rifiuto invece di modificare le mie lezioni su Word o Excel in forma "omofriendly".

e spero non cambierai idea :-)

La diversitàindividuale, qualsiasi essa sia, se è rispettosa dei diritti degli altri, se non fa male a nessuno, è cosa normale. e da cosa normale va trattata.

se l'offesa verso un compagno è: sei sfigato perchè hai due papà - si interverrrà esattamente come si interviene se l'offesa è sei sfigato perchè hai una mamma e un papà brutti, o perchè sei ciccio

Non ciurlare nel manico, sai benissimo che non è la stessa cosa.

Non sarà la stessa cosa per te.
Per me non fa nessuna differenza di chi sia figlio chi.
A me l'unica cosa che interessa è che il figlio di......... sia una persona corretta e onesta, per il resto non mi importa.

E' normale diversità e non va trattata da diversità da integrare.
E' normale diversità da considerare integrata.

E un ragazzo che dice all'altro brutto finocchio conferisce alla propria offesa lo stesso valore di un'altra.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
avidodinformazioni



Messaggi : 15837
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: progetto UNAR: educare alla diversità   Dom Apr 06, 2014 2:09 pm

Ire ha scritto:
E un ragazzo che dice all'altro brutto finocchio conferisce alla propria offesa lo stesso valore di un'altra.
Non so se sia veramente così.
Quando si vuole insultare un uomo il bestseller è "cornuto" anche se è celibe, per una donna invece è "puttana" anche se è una suora (puttana Eva lo avrete sentito mille volte e se c'è mai stata una non puttana è sicuramente stata Eva visto che non c'erano altri uomini oltre Adamo).
Questo sembrerebbe darti ragione.
L'espressione "brutto finocchio" però è diversa, fa riferimento ad un modo di essere e non ad un comportamento; quando riprendo i miei alunni questi iniziano sempre col difendere il loro punto di vista, asserendo che veramente provano disprezzo verso gli omosessuali; non farebbero così se li riprendessi per un insulto tipo "cornuto", in quel caso direbbero che era un modo di dire.
Spesso rimangono della loro idea anche a discussione conclusa.
Tornare in alto Andare in basso
Paolo Santaniello



Messaggi : 1789
Data d'iscrizione : 15.09.13

MessaggioOggetto: Re: progetto UNAR: educare alla diversità   Dom Apr 06, 2014 2:22 pm

Il manuale dell' UNAR comunque è sempre rivolto ai docenti... diciamo come forma di "aggiornamento" per esempio per ricordare loro che, di fronte ad un alunno omosessuale, non ha senso insegnargli che la sua "malattia" può venir "curata", ma piuttosto che è un modo di essere con cui è possibile vivere serenamente come in ogni altro.
Il punto dolente, secondo me, è proprio che ci sono tanti docenti ancora con idee un po' medievali o bigotte, che andrebbero proprio materialmente aggiornati su certi argomenti che sono ancora coperti da tabù del secolo scorso
Tornare in alto Andare in basso
balanzoneXXI



Messaggi : 663
Data d'iscrizione : 21.09.13

MessaggioOggetto: Re: progetto UNAR: educare alla diversità   Dom Apr 06, 2014 2:23 pm

"E un ragazzo che dice all'altro brutto finocchio conferisce alla propria offesa lo stesso valore di un'altra"

Ma davvero?

Quindi dire al compagno down "brutto mongolo di merda" è la stessa cosa che apostrofarlo con un "brutto milanista di merda"?

Questa mi riesce nuova , ma io non sono aggiornato come te sulle questioni psicopedagogiche.
Tornare in alto Andare in basso
balanzoneXXI



Messaggi : 663
Data d'iscrizione : 21.09.13

MessaggioOggetto: Re: progetto UNAR: educare alla diversità   Dom Apr 06, 2014 2:31 pm

Paolo Santaniello ha scritto:
Il manuale dell' UNAR comunque è sempre rivolto ai docenti... diciamo come forma di "aggiornamento" per esempio per ricordare loro che, di fronte ad un alunno omosessuale, non ha senso insegnargli che la sua "malattia" può venir "curata", ma piuttosto che è un modo di essere con cui è possibile vivere serenamente come in ogni altro.
Il punto dolente, secondo me, è proprio che ci sono tanti docenti ancora con idee un po' medievali o bigotte, che andrebbero proprio materialmente aggiornati su certi argomenti che sono ancora coperti da tabù del secolo scorso


Questo è davvero un altro punto dolente.

E tu credi che un cattolico praticante possa essere "aggiornato" con qualche opuscolo?






Tornare in alto Andare in basso
Paolo Santaniello



Messaggi : 1789
Data d'iscrizione : 15.09.13

MessaggioOggetto: Re: progetto UNAR: educare alla diversità   Dom Apr 06, 2014 3:29 pm

E tu credi che un cattolico possa essere un buon insegnante con la concezione dell'omosessualità che si trova in Levitico, Esodo e Genesi?

L'opuscolo almeno metterebbe nelle mani dei docenti "laici" (che, credenti o non credenti che siano, sono comunque la maggioranza) uno strumento in più per far arrivare agli allievi, che ricordiamolo sono allievi del ventunesimo secolo, delle cose ormai ampiamente acquisite che fanno parte della cultura moderna e della didattica mondiale... piuttosto che, appunto, tabù risalenti all'età del ferro...
Tornare in alto Andare in basso
 
progetto UNAR: educare alla diversità
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 4Andare alla pagina : 1, 2, 3, 4  Seguente
 Argomenti simili
-
» LA TEORIA DELL'EVOLUZIONE
» e continuerò per sempre a dire grazie alla vita
» oggi eco alla 10 + 0...meraviglia!!!!!
» Progetto cortometraggio
» alla fine arriva mamma?

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: