Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 ancora sul viaggio d'istruzione e responsabilità

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3
AutoreMessaggio
maggio61



Messaggi : 552
Data d'iscrizione : 07.06.11

MessaggioOggetto: ancora sul viaggio d'istruzione e responsabilità   Mer Apr 02, 2014 9:45 pm

Promemoria primo messaggio :

Scuola secondaria di primo grado. Copio dal verbale del C.I :
"La scuola deve garantire la tutela dell'incolumità dei partecipanti. Per queste attività il docente responsabile dichiarerà al Dirigente il rispetto e la conformità del viaggio ( mezzi di trasporto, sistemazione alberghiera, documentazione varia ecc.) alle normative vigenti e a quanto deliberato dagli organi collegiali d'Istituto.
Il docente responsabile in particolare deve: 1) accertarsi che gli automezzi utilizzati siano in regola ed in possesso di tutti i requisiti di sicurezza previsti, compresa la presenza di due autisti nel caso in cui l'automezzo stesso sia in movimento per molte ore al giorno; 2) ricordare che l'autista deve effettuare un riposo di almeno 45 minuti ogni 4 h e 30? di servizio; 3) verificare che tutti i partecipanti siano in possesso di una polizza assicurativa contro gli infortuni; 4) che la struttura ricettiva sia in regola con la normativa vigente e idonea a garantire la dovuta sorveglianza."
Ma veramente, come docente accompagnatore, sono obbligata a verificare tutti questi controlli ? Con quale competenza mi permetto di giudicare se l'automezzo è idoneo o se la struttura ricettiva è a norma ? Ma se ci rivolgiamo ad un'agenzia che si occupa di prenotare sia il mezzo che la struttura alberghiera, la responsabilità di verificare che sia tutto a posto non è la sua?
Come sempre, ringrazio anticipatamente chi mi deluciderà in proposito
Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
balanzoneXXI



Messaggi : 663
Data d'iscrizione : 21.09.13

MessaggioOggetto: Re: ancora sul viaggio d'istruzione e responsabilità   Dom Apr 06, 2014 1:04 am

Gariel ha scritto:
@Balanzone: e chi ha detto che i colleghi che non accompagnano sono poco professionali? No no. Anzi. Mi metti in bocca...e in testa...parole e pensieri non miei.
"Integrante" nel mio precedente post è usato in senso etimologico e integrante in italiano vuol dire "che integra", non che è obbligatoria....fino a prova contraria...
Se uno si sente di assumersi il rischio, perché il rischio c'è sempre e comunque (e chi se lo nasconde! Ma anche in classe, come dico sotto) lo faccia, altrimenti no. Guarda che lo penso veramente. Tanti colleghi non vengono in gita per problemi familiari, madri e padri malati ecc. Dovrei essere un pazzo sconsiderato per fargliene una colpa!!
@Fucsia: hai straragione!!!! Si fa quel che si può, ben coscienti che l'inevitabile è dietro l'angolo: l'anno scorso in gita a Firenze: abbiamo trovato ragazzi che fumavano sigarette in camera: chiamati i genitori e con liberatoria alla mano (che prevede che in tal caso i genitori siano obbligati a venire a prendersi i ragazzi)! Sono arrivati di corsa. D'altronde anche in classe: se un ragazzo decide all'improvviso di buttarsi dalla finestra...chi lo può fermare??? Certo tu dici: in gita c'è spirito di libertà e trasgressione...sono più liberi. Hai ragione! Infatti l'episodio di Barcellona mi ha fatto riflettere e riconsiderare un po' le mie posizioni.




Adesso ci mettiamo a sottilizzare ?
"Parte integrante" è  appunto quella parte dell'offerta formativa senza la quale quest'ultima sarebbe incompleta ,se dipendesse da tutti codesti cialtroni di  prof,  gente  poco collaborativa, venale , fifona  ,che defrauda i virgulti della possibilità di ammirare i Capolavori del passato (per questo la Scuola è una gran cosa, cantava  Ivan Graziani).

Che non sia (ancora) obbligatorio accompagnare gli alunni nei viaggi "distruzione" lo sappiamo tutti, ma "integrante" non significa "facoltativo".
Comunque, dato che siamo in vena di disquisizioni semantiche , secondo il dizionario on line di "Repubblica" (Zanichelli)  essere parte integrante di qualcosa  significa  "esserne elemento costitutivo e indispensabile".

  Non ti metto  in bocca e in testa niente :nei discorsi esiste l'implicito , il non detto. Potrai dire che presumo male, ma questa è l'impressione che mi sono fatta.

Se un insegnante  mi dicesse ( non che sia tenuto a farlo, per carità) che lo fa per sfuggire qualche giorno  alla sua infelicità domestica oppure perché  è così povero da non potersi permettere di  viaggiare per conto suo, potrei capirlo.
Invece  no, lo fanno tutti per il bene dei  ragazzi. Mi sa che dovremmo ribattezzare il nostro paese Samaria. :-)

"Tanti colleghi non vengono in gita per problemi familiari, madri e padri malati ecc. Dovrei essere un pazzo sconsiderato per fargliene una colpa!! "

Invece  a quelli che non vengono in gita perché  hanno paura di mettersi nei guai  o perché ritengono indecoroso svolgere la mansione "integrativa" di badanti senza essere pagati oppure perché semplicemente hanno di meglio da fare, a tutti questi colleghi ,dico,  gliene fai forse una colpa?
Magari continuo a presumere male...


Ultima modifica di balanzoneXXI il Dom Apr 06, 2014 3:16 am, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
Online
avidodinformazioni



Messaggi : 15813
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: ancora sul viaggio d'istruzione e responsabilità   Dom Apr 06, 2014 1:28 am

paniscus_2.0 ha scritto:
avidodinformazioni ha scritto:
Gariel ha scritto:
...Né io mi gustifico perché li porto....
E ci mancherebbe, al contrario, un grazie sentito a chi ha ancora il coraggio/sventatezza di portarli: mio figlio è appena tornato dalla "gita" a Monaco ed è rimasto entusiasta; si è divertito ed ha visitato posti bellissimi.
C'è da dire che delle tre prime straripanti di 4 anni fa sono rimaste due quarte al limite del sostenibile (in termini di organici scolastici); quindi i professori erano relativamente tranquilli che i ragazzi non avrebbero fatto i pirla; ma grazie comunque.

Se un giorno dovessi approdare anch'io al liceo e se avrò una classe "degna" ci penserò; per il momento .... se lo sognano.

Per curiosità, tuo figlio fa il corso di scienze applicate avendo cominciato al primo anno in assoluto di esistenza di tale indirizzo?

Perché anche nella mia scuola c'è una quarta che era partita in 28 e adesso sono rimasti in 7 e sono stati accorpati a un altro gruppo.

E' ovvio che quei sette reduci sono umanamente deliziosi e scolasticamente validissimi, compresa qualche punta di eccellenza che adoro alla follia e che sarei disposta a difendere col sangue...

...ma appunto, tra bocciati e autoeliminati sono rimasti in SETTE, e mi chiedo come abbiano fatto quei sette a sopravvivere nella classe che hanno avuto negli anni precedenti : - )

Forse quelli ce li porterei perfino io, in gita... ma per ora l'istinto di autoconservazione prevale!

L.
Si, primo anno di esistenza; posso immaginare le ragioni dello sterminio.
Alle scienze applicate si sono iscritti quelli che ritenevano che senza latino sarebbe stata una passeggiata e quelli che ritenevano che studiare informatica e più scienze fosse più utile che studiare latino.
Ovviamente la facilità di un percorso è strettamente legata a quanto è impostato seriamente; mio figlio è andato in un liceo e non nella sezione liceale di un tecnico, forse per questo ha trovato un corpo docente che ha impostato il percorso alla serietà .... ed ha fatto strage del primo gruppo.
So per certo che in un' altra scuola, un tecnico con sezione liceo s.a. la vita è risultata molto più facile.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15813
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: ancora sul viaggio d'istruzione e responsabilità   Dom Apr 06, 2014 1:38 am

Integrante ha come contrario disintegrante, ed il significato è solo di consentire o impedire l'integrità, magari attraverso il completamento.

Integrare non è il contrario di disintegrare, integrare significa aggiungere, rendere "più completo" qualcosa che comunque lo era già ad un livello accettabile, disintegrare significa scomporre.

Non so perchè parole con la stessa etimologia ed apparentemente così strettamente legate finiscano col fare il giochetto che ho detto, ma (a quanto mi pare) è così.
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6161
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: ancora sul viaggio d'istruzione e responsabilità   Dom Apr 06, 2014 9:33 am

avidodinformazioni ha scritto:
Alle scienze applicate si sono iscritti quelli che ritenevano che senza latino sarebbe stata una passeggiata e quelli che ritenevano che studiare informatica e più scienze fosse più utile che studiare latino.

Oltretutto ai primissimi anni vi confluivano in massa anche tutti quelli bocciati al primo anno del corso ordinario, che si riiscrivevano ma pensavano bene di cambiare sezione, appunto perché pensavano che quella senza latino fosse più facile. Adesso il fenomeno è un po' in calo, ma tre o quattro anni fa le prime delle scienze applicate erano anche strapiene di ragazzi già ripetenti...
Tornare in alto Andare in basso
Online
Gariel



Messaggi : 971
Data d'iscrizione : 02.08.12

MessaggioOggetto: Re: ancora sul viaggio d'istruzione e responsabilità   Dom Apr 06, 2014 10:57 am

Sì Balanzone continui a presumere male, anzi malissimo.

Ma poi perché tutto questo astio...? Non abbiamo tutti la stessa testa.
E comunque hai un bel dire che tu non mi hai messo in bocca parole non mie. Lo hai fatto eccome. Continuando a voler vedere un non detto che proprio perché tale non penso...altrimenti lo avrei scritto senza problemi...e andando a tirare in ballo cose a cui non avevo neanche pensato quando scrivevo. Sono molto lontano da tutta questa tua malizia.

E comunque integrante = che integra!! Participio presente! Diversamente avrei utilizzato "costituente" o "sostanziale". La differenza mi pare lapalissiana.


Ultima modifica di Gariel il Dom Apr 06, 2014 11:05 am, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
Gariel



Messaggi : 971
Data d'iscrizione : 02.08.12

MessaggioOggetto: Re: ancora sul viaggio d'istruzione e responsabilità   Dom Apr 06, 2014 10:59 am

Ovviamente avido ha compreso...bastava non presumere niente e limitarsi a leggere...
Tornare in alto Andare in basso
 
ancora sul viaggio d'istruzione e responsabilità
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 3 di 3Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3
 Argomenti simili
-
» Diario di viaggio, il mio sentiero verso il sogno
» viaggio lunghissimo in auto
» VIAGGIO RIGENERANTE
» il viaggio...
» Viaggio in Giappone

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: