Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Docente orario normale e sostegno

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : Precedente  1, 2
AutoreMessaggio
allil80



Messaggi : 146
Data d'iscrizione : 11.09.10

MessaggioOggetto: Docente orario normale e sostegno   Gio Apr 07, 2011 12:19 pm

Promemoria primo messaggio :

Come ogni venerdì entro in una classe 5 e, controllati assenti e presenti, inizio a fare lezione di elettronica. Dopo una ventina di minuti bussa un collaboratore scolastico che mi chiede (con predisposizione verso l'obbligatorietà di ciò che mi stava chiedendo di fare) di andare a recuperare un ragazzo di questa classe e farlo rientrare in classe.
Effettivamente, come succede quasi sempre nelle ore di questa classe 5, il ragazzo con bisogni speciali non c'era; non avevo modo di sapere se l'insegnante di sostegno fosse presente poiché quesi sempre si porta il ragazzo in aula docenti per farlo lavorare con il computer o farlo scrivere (copia con una penna le pagine di un libro sul suo quaderno) e non rimane in classe (non ha le abilità per poter seguire nessuna delle materie previste per tale indirizzo di studi).
Mentre mi appresto a uscire dall'auletta per andare a recuperare il ragazzo, con il sorrisino intavolo una conversazione con la bidella dicendo che non spetta a me comunicare con il ragazzo non avendo le competenza per poterlo fare; esempio, «Ci vado ma non so se il ragazzo deciderà di seguirmi in classe».
Non ho l'abilitazione al sostegno.
Di tutto puinto la risposta, a mio dire minacciosa: «Se non lo fa vado dal Preside!». «A fare cosa? Lo sa che non ho le capacità certificate per gestire questo tipo di ragazzi?». «Guardi che ci vado lo stesso...», ma non recepiva più niente la bidella, una sequenza di frasi sulla stessa rima.
Una volta in classe, il ragazzo con bisogni speciali tenta di scagliarsi con un paio di studenti "a orario normale", contatto sventato per puro caso.
A questo punto voglio ricordare che nessuno, Preside in primis, mi ha messo al corrente della situazione all'inizio dell'anno scolastico, mentre credo che mi spetti conoscere la situazione dei ragazzi delle classi in cui vado a fare lezione e accedere ai documenti in questione che li riguardano. La situazione l'ho capita per esperienza, ma che credo tale esperienza non ha nulla a che fare con l'abilitazione al sostegno. La stessa situazione pari pari in un'altra scuola l'anno scorso ove il ragazzo era con abilità migliori di questo: nessuno me ne aveva parlato e quel ragazzo continuava a dare fastidio in classe, a uscire e rientrare, e via di questo passso.
Eppure il nome del ragazzo è sul mio giornale del professore. Ma non posso valutarlo: tutti i voti vengono portati, per default, a sei. Ma devo prendere l'assenza sul registro: ma se è assenza quando lo studente è fuori classe, se metto assenza quando questo ragazzo con bisogni speciali è con la sua insegnante di sostegno scrivo correttamente assente sul registro, visto che non ne rispondo io. Quale senso avere un nome nel giornale del professore se non spetta a me gestirlo?

L'insegnante di sostegno ha solo 9 ore con questo ragazzo. Che cosa succede nelle rimanenti ore? Chi ne risponde? L'insegnante a orario normale senza le competenze richieste? E se sbaglia a interagire con il ragazzo con bisogni specialissimi? Perché è ammesso all'interno dell'sitituto se nessuno ha le competenze per interagire con questo ragazzo a bisgoni specialissimi? O questi ragazzi vengono seguiti per tutte le ore settimanali oppure lo si dica chiaramente...

Se il ragazzo dovesse reagire improvvisamente contro chicchessia in assenza dell'insegnante di sostegno chi ne risponde? Il DS? O il docente a cui il DS ha delegato l'incombenza, pur sapendo che il docente non ha l'abilitazione richiesta, per azione di padre-padrone e non per legislazione vigente in materia?
Mi spetta anche a me l'abilitazione al sostegno "honoris causa"?

Vorrei chiedere quali prerogative vengono date al Dirigente Scolastico per legge su questo particolare caso. O se, in effetti, stiamo diventando "baby sitter"?
Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
allil80



Messaggi : 146
Data d'iscrizione : 11.09.10

MessaggioOggetto: Re: Docente orario normale e sostegno   Mer Apr 13, 2011 6:03 pm

kiah ha scritto:
alil, da docente di sostegno, francamente, e senza voglia di offendere, sembra che tu cada proprio dalle nuvole.
sono 30 anni che in italia si fa integrazione in classe, e se non si fa come dio comanda è proprio perchè ci sono docenti che la pensano come te, e che non sanno, non vogliono adeguare la loro programazione ai bisogni di tutti.
a tuo avviso il ragazzo avrebbe bisono di una copertura maggiore di sostegno... e perf ortuna che non gliel'hanno concessa, perchè questo povero cristo sarebbe stato fuori dalla classe ancora di più, isolandosi ancora maggiormente.
l'alunno certificato è tuo, e dei tuoi colleghi curricolari. il come e il quando integrare sta a voi consiglio di classe deciderlo, valutando le strategie opportune.
Ma possibile che in 7 mesi di scuola questo ragazzo nn sia rimasto dentro nelle tue ore nemmeno una volta?? la cosa è da denuncia. se vi arriva un'ispettore site nel torto più totale, tanto per citare un po' di normativa.
in 7 mesi di scuola non hai mai trovato no dico 10 ore, ma nemmeno una per fare un minimo di attività di qualunque tipo che potesse gratificare il ragazzo facendolo stare in classe?
poi ti stupisci se questo ha avuto degli scatti di aggressività...
alla socialità ci si abitua, ma se il ragazzo vive 9 ore su 32 separato, e le ore rimanenti viene visto come separato pur restando in classe, come si può pretendere che poi sappia raportarsi con gli altri?

Eccone un'altra: "da 30 anni si fa integrazione in classe" lo si sa dentro la scuola. Io non lavoro da 30 anni nella scuola e da fuori non traspare, tutto sembra bello e pulito e roseo.

la cosa è da denuncia. se vi arriva un'ispettore site nel torto più totale, tanto per citare un po' di normativa. bene! Comincia a citare un pò di normativa invece di rimanere sul vago; lo so anch'io che c'è normativa ma non essendo onnisciente faccio fatica a trovare la parte utile e mi rivolgo ad altri lavoratori della scuola che dimostrano di saperee soprattutto di far comprendere (che mi pare sia una qualità richiesta ai docenti)....

Il ragazzo copia qualcosa ma dopo 3 secondi non è in grado di ricordare. Non ho le parole adatte, ma non si può essere onniscienti; posso dire che sia un automa? A chi si denuncia, il prof. o chi ha permesso e deciso di iscriverlo? Forse sarebbe meglio chiamare un pò più spesso gli ispettori dal MIUR.
Tornare in alto Andare in basso
allil80



Messaggi : 146
Data d'iscrizione : 11.09.10

MessaggioOggetto: Re: Docente orario normale e sostegno   Mer Apr 13, 2011 6:09 pm

Cinderella ha scritto:

Per quanto riguarda i problemi "tipografici" ;-) di eragon che scrive maiuscolo... :-D
Per inframezzare le tue opinioni con quelle della persona che stai quotando basta semplicemente aprire e chiudere il tag "quote"... E' quello che faccio io...
Come puoi notare quando quoti, ti compare all'inizio un codice tra parentesi quadrate... quote="Tizio" e alla fine, sempre tra parentesi quadrate un /quote...

Il primo è il codice che indica l'inizio del testo inserito dall'altra persona, il secondo è quello che termina la citazione!
E' facile, basta prenderci la mano...

Ciao da Cindy

Bella lezione di base di alfabetizzazione informatica. Non basta una tastiera per operare su un computer, nè una penna per dire di saper scrivere.

Grazie per i riferimenti.

Nota. Ora che sto facendo un pò di domande in giro nella scuola, qualcuno si è allarmato o sta almeno diventando un pò più pensieroso sulla situazione del Pierino che ho in classe
Tornare in alto Andare in basso
Cinderella



Messaggi : 429
Data d'iscrizione : 27.10.09

MessaggioOggetto: Re: Docente orario normale e sostegno   Gio Apr 14, 2011 10:36 pm

allil80 ha scritto:

Eccone un'altra: "da 30 anni si fa integrazione in classe" lo si sa dentro la scuola. Io non lavoro da 30 anni nella scuola e da fuori non traspare, tutto sembra bello e pulito e roseo.

Fammi capire... Cosa intendi per "pulito e roseo"? intendi una scuola dove tutti i ragazzi sono sani, intelligenti e non hanno nessun problema? Pensi che per "pulito e roseo" si intenda che i ragazzi problematici debbano migrare altrove? Questa sarebbe una cosa molto triste...
I ragazzi H non devono essere considerati come una "seccatura" ma come una "risorsa"... Sono una risorsa per la classe... Stimolano ad osservare l'altro, e a cercare di capirlo, stimolano a pensare che "non tutti sono belli sani e intelligenti" ma esiste anche un'altra realtà... La realtà che potranno incontrare al di fuori della scuola... La realtà con la quale purtroppo potremmo scontrarci noi stessi...
Ognuno di noi infatti può avere un figlio o un parente in situazione di handicap... o che da bello sano e intelligente diventa purtroppo H... E anche noi potremmo purtroppo diventarlo...
E sarebbe davvero molto triste essere considerati dagli altri come una "seccatura" invece che come "persone"... Non ci avevate mai pensato?

allil80 ha scritto:


Il ragazzo copia qualcosa ma dopo 3 secondi non è in grado di ricordare. Non ho le parole adatte, ma non si può essere onniscienti; posso dire che sia un automa? A chi si denuncia, il prof. o chi ha permesso e deciso di iscriverlo? Forse sarebbe meglio chiamare un pò più spesso gli ispettori dal MIUR.

Perché tu forse vedi solo quello che non sa fare e non vedi quello che invece riesce a fare... Conosco dei ragazzi che venivano giudicati dei "vegetali" ma che invece erano tutt'altro... Tieni inoltre presente che i ragazzi H spesso sono rinunciatari... timidi, temono il confronto con i coetanei... e quindi molti di loro sembrano più indietro di quanto in effetti sono...
Tornare in alto Andare in basso
Cinderella



Messaggi : 429
Data d'iscrizione : 27.10.09

MessaggioOggetto: Re: Docente orario normale e sostegno   Gio Apr 14, 2011 10:40 pm

Vi chiedo di riflettere su queste parole...
Le avevo citate anche in un altro topic... da qualche parte (nn ricordo dove)

La Metafora del Tornitore
…al tornitore non si permette di consegnare i pezzi che non son riusciti. Altrimenti non farebbe nulla per farli riuscire tutti.
Voi invece sapete di poter scartare i pezzi a vostro piacimento. Perciò vi contentate di controllare quello che riesce da sé per cause estranee alla scuola.
…Se ognuno di voi sapesse che ha da portare innanzi a ogni costo tutti i ragazzi e in tutte le materie, aguzzerebbe l’ingegno per farli funzionare …
(Don Milani)
Tornare in alto Andare in basso
Cinderella



Messaggi : 429
Data d'iscrizione : 27.10.09

MessaggioOggetto: Re: Docente orario normale e sostegno   Gio Apr 14, 2011 10:59 pm

allil80 ha scritto:

Nota. Ora che sto facendo un pò di domande in giro nella scuola, qualcuno si è allarmato o sta almeno diventando un pò più pensieroso sulla situazione del Pierino che ho in classe

Vuoi dire che qualcuno sta "aguzzando l’ingegno per far funzionare TUTTI i pezzi?" (vedi sopra)... Se è così BENE!!! WOW! :-D

allil80 ha scritto:

A chi si denuncia, il prof. o chi ha permesso e deciso di iscriverlo? Forse sarebbe meglio chiamare un pò più spesso gli ispettori dal MIUR.

Che cosa vuol dire "permesso di iscriversi"? Ma questo è un diritto constituzionale (si veda la famosa sentenza da cui è scaturita la legge 104)... ci mancherebbe altro che a qualcuno venisse negato il diritto di iscriversi... Sarebbe un tantino discriminatorio...

Ciao!
Cindy
Tornare in alto Andare in basso
sunisina



Messaggi : 37
Data d'iscrizione : 28.11.10

MessaggioOggetto: Re: Docente orario normale e sostegno   Mer Apr 20, 2011 9:45 pm

allil80 ha scritto:
Come ogni venerdì entro in una classe 5 e, controllati assenti e presenti, inizio a fare lezione di elettronica. Dopo una ventina di minuti bussa un collaboratore scolastico che mi chiede (con predisposizione verso l'obbligatorietà di ciò che mi stava chiedendo di fare) di andare a recuperare un ragazzo di questa classe e farlo rientrare in classe.
Effettivamente, come succede quasi sempre nelle ore di questa classe 5, il ragazzo con bisogni speciali non c'era; non avevo modo di sapere se l'insegnante di sostegno fosse presente poiché quesi sempre si porta il ragazzo in aula docenti per farlo lavorare con il computer o farlo scrivere (copia con una penna le pagine di un libro sul suo quaderno) e non rimane in classe (non ha le abilità per poter seguire nessuna delle materie previste per tale indirizzo di studi).
Mentre mi appresto a uscire dall'auletta per andare a recuperare il ragazzo, con il sorrisino intavolo una conversazione con la bidella dicendo che non spetta a me comunicare con il ragazzo non avendo le competenza per poterlo fare; esempio, «Ci vado ma non so se il ragazzo deciderà di seguirmi in classe».
Non ho l'abilitazione al sostegno.
Di tutto puinto la risposta, a mio dire minacciosa: «Se non lo fa vado dal Preside!». «A fare cosa? Lo sa che non ho le capacità certificate per gestire questo tipo di ragazzi?». «Guardi che ci vado lo stesso...», ma non recepiva più niente la bidella, una sequenza di frasi sulla stessa rima.
Una volta in classe, il ragazzo con bisogni speciali tenta di scagliarsi con un paio di studenti "a orario normale", contatto sventato per puro caso.
A questo punto voglio ricordare che nessuno, Preside in primis, mi ha messo al corrente della situazione all'inizio dell'anno scolastico, mentre credo che mi spetti conoscere la situazione dei ragazzi delle classi in cui vado a fare lezione e accedere ai documenti in questione che li riguardano. La situazione l'ho capita per esperienza, ma che credo tale esperienza non ha nulla a che fare con l'abilitazione al sostegno. La stessa situazione pari pari in un'altra scuola l'anno scorso ove il ragazzo era con abilità migliori di questo: nessuno me ne aveva parlato e quel ragazzo continuava a dare fastidio in classe, a uscire e rientrare, e via di questo passso.
Eppure il nome del ragazzo è sul mio giornale del professore. Ma non posso valutarlo: tutti i voti vengono portati, per default, a sei. Ma devo prendere l'assenza sul registro: ma se è assenza quando lo studente è fuori classe, se metto assenza quando questo ragazzo con bisogni speciali è con la sua insegnante di sostegno scrivo correttamente assente sul registro, visto che non ne rispondo io. Quale senso avere un nome nel giornale del professore se non spetta a me gestirlo?

L'insegnante di sostegno ha solo 9 ore con questo ragazzo. Che cosa succede nelle rimanenti ore? Chi ne risponde? L'insegnante a orario normale senza le competenze richieste? E se sbaglia a interagire con il ragazzo con bisogni specialissimi? Perché è ammesso all'interno dell'sitituto se nessuno ha le competenze per interagire con questo ragazzo a bisgoni specialissimi? O questi ragazzi vengono seguiti per tutte le ore settimanali oppure lo si dica chiaramente...

Se il ragazzo dovesse reagire improvvisamente contro chicchessia in assenza dell'insegnante di sostegno chi ne risponde? Il DS? O il docente a cui il DS ha delegato l'incombenza, pur sapendo che il docente non ha l'abilitazione richiesta, per azione di padre-padrone e non per legislazione vigente in materia?
Mi spetta anche a me l'abilitazione al sostegno "honoris causa"?

Vorrei chiedere quali prerogative vengono date al Dirigente Scolastico per legge su questo particolare caso. O se, in effetti, stiamo diventando "baby sitter"?
Caro collega in effetti forse lavori nella scuola da poco tempo e ti manca l'eperienza necessaria, cmq per risolvere i tuoi dubbi parla, chiedi, informati il più possibile con il docente di sostegno della tua classe, o anche con il coordinatore del sostegno della tua scuola, e vedrai che nessuno si farà pregare per risponderti!!!
Tornare in alto Andare in basso
 
Docente orario normale e sostegno
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 2 di 2Andare alla pagina : Precedente  1, 2
 Argomenti simili
-
» numero massimo di ore di lezione al giorno
» immessi in ruolo sostegno fase c
» Esperimento semipermanente con smalto normale
» Cariotipo normale, perchè non serve fare gli approfondimenti per la poliabortività?
» Semipermanente e smalto colore normale!Si può?

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Sostegno-
Andare verso: