Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 legge antifumo, esperienze.

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : 1, 2  Seguente
AutoreMessaggio
mark12



Messaggi : 137
Data d'iscrizione : 20.12.13

MessaggioOggetto: legge antifumo, esperienze.   Sab Apr 12, 2014 3:08 pm

Da me e' come se non ci fosse anzi è aumentato, parlo del no al fumo fuori dalla edificio ma dentro il perimetro.

Da voi?
Tornare in alto Andare in basso
precary80



Messaggi : 2011
Data d'iscrizione : 26.08.10

MessaggioOggetto: Re: legge antifumo, esperienze.   Sab Apr 12, 2014 4:08 pm

Da noi non sanzionano... Quindi si spostano se glielo dici ma nulla di più. Quasi ad ogni ora davanti a porta principale c'è gente che fuma (in orario lezioni). Contento il DS... Io le crociate contro i mulini a vento non le faccio
Tornare in alto Andare in basso
giobbe



Messaggi : 3586
Data d'iscrizione : 25.08.11

MessaggioOggetto: Re: legge antifumo, esperienze.   Sab Apr 12, 2014 4:12 pm

precary80 ha scritto:
Da noi non sanzionano... Quindi si spostano se glielo dici ma nulla di più. Quasi ad ogni ora davanti a porta principale c'è gente che fuma (in orario lezioni). Contento il DS... Io le crociate contro i mulini a vento non le faccio
Dipende dalla serietà della scuola. Io sono stato per anni responsabile al controllo e nessuno, dico nessuno, ha mai fumato dentro il perimetro della scuola. Quando qualche volta ci ha provato il vicepreside, l'ho accompagnato gentilmente fuori dalla scuola o gli ho fatto spegnere la sigaretta. Nessuno si è mai lamentato.
Tornare in alto Andare in basso
Paolo Santaniello



Messaggi : 1792
Data d'iscrizione : 15.09.13

MessaggioOggetto: Re: legge antifumo, esperienze.   Sab Apr 12, 2014 4:51 pm

La regola viene totalmente disattesa, con l'effetto diseducativo di mandare un messaggio del tipo "tutti lo fanno, lo faccio anch'io, siamo in Italia e la legge non vale".
Ovvero, è peggio che se il divieto non ci fosse.
Tornare in alto Andare in basso
Online
giobbe



Messaggi : 3586
Data d'iscrizione : 25.08.11

MessaggioOggetto: Re: legge antifumo, esperienze.   Sab Apr 12, 2014 4:59 pm

Paolo Santaniello ha scritto:
La regola viene totalmente disattesa, con l'effetto diseducativo di mandare un messaggio del tipo "tutti lo fanno, lo faccio anch'io, siamo in Italia e la legge non vale".
Ovvero, è peggio che se il divieto non ci fosse.
Quando leggo queste cose capisco perché oggi la scuola è "scesa" così in basso. I primi a non darle dignità sono proprio questi docenti con i loro comportamenti ALTAMENTE diseducativi.
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6202
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: legge antifumo, esperienze.   Sab Apr 12, 2014 5:19 pm

Concordo, dipende solo dalla serietà della scuola. Nella mia scuola qualcuno ha provato a bofonchiare (o a imboscarsi nelle rientranze delle pareti dei cortili) nelle primissime settimane, ma poi hanno preso atto che la musica è cambiata e che ci si deve adeguare. Per cui, non si fuma e basta. Esattamente come non si fuma in classe, non si fuma nel corridoio, e non si fuma nell'atrio, così non si fuma nemmeno in cortile. Basta prenderci l'abitudine, come si è presa l'abitudine a tante altre cose che in passato sembravano "strane", ma poi sono diventate normali.

Una decina d'anni fa, un sacco di gente ha sollevato proteste epocali strillando al liberticidio perché non si poteva più fumare nei ristoranti... ma adesso si sono adeguati tutti, e accettano che al ristorante non si fumi.

Una ventina d'anni fa, un sacco di gente ha sollevato proteste epocali strillando al liberticidio perché era stata introdotta la cintura di sicurezza obbligatoria in macchina, o il casco obbligatorio per le moto anche per i maggiorenni... ma adesso si sono adeguati tutti, e accettano che sia normale mettersi la cintura o il casco.

Una trentina d'anni fa, un sacco di gente ha sollevato proteste epocali strillando al liberticidio perché non si poteva più fumare dentro i cinema... ma adesso si sono adeguati tutti, e accettano che al cinema non si fumi.

Si abitueranno anche a questo, garantito.

Anzi, ci si abitueranno con facilità ancora maggiore, perché l'utenza della scuola è in continuo ricambio nel giro di pochissimi anni. Tempo quattro o cinque anni, TUTTI i ragazzi che sono stati abituati a fare le elementari e le medie sapendo che a scuola è vietato fumare a tutti, e non avendo mai visto nemmeno un adulto (insegnante o custode) fumare nel cortile della scuola, arriveranno alle superiori dando per scontato che è inimmaginabile fumare nel cortile della scuola, tanto quanto è inimmaginabile fumare in classe o fumare al cinema.

Non mi pare così difficile.

L.
Tornare in alto Andare in basso
Online
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: legge antifumo, esperienze.   Sab Apr 12, 2014 5:37 pm

giobbe ha scritto:
Quando leggo queste cose capisco perché oggi la scuola è "scesa" così in basso. I primi a non darle dignità sono proprio questi docenti con i loro comportamenti ALTAMENTE diseducativi.
Cosa c'è di diseducativo nelle parole di Paolo?
Sono un fumatore accanito. Sono stato incaricato di far rispettare la norma, con tanto di cartelli. Ho cercato di farlo in tutti i modi possibili e immaginabili, iniziando dal buon esempio. Fumo la sigaretta sulla strada prima di varcare il perimetro della scuola e la riaccendo quando sono fuori servizio appena varcato il perimetro, a prescindere da quante ore resterò senza fumare.
In compenso devo affrontare una battaglia quotidiana con ragazzi che cercano di sviare in tutti i modi, mi sbuffano in faccia quando li riprendo, fino ad arrivare all'arroganza e all'offesa.

Durante la ricreazione si imboscano dietro il muro ai lati della porta di uscita dal cortile, perché ho imposto che non si allontanino. So benissimo che lo fanno, infatti ogni tanto mi affaccio e li costringo tutti a rientrare prima della fine della ricreazione perché ne becco qualcuno fumare. Dopo qualche antipatica discussione dai toni violenti, ormai sono percepito come il despota autoritario che detta legge, il violento che impedisce di fruire dell'ora d'aria come nelle carceri.

E' educativo? No, non è educativo. Perché si continua a trasgredire comunque, portando a quella percezione, descritta da Paolo, dell'impunità della trasgressione. C'è solo un risultato positivo: io ho ridotto il numero di sigarette quotidianamente fumate. Gli studenti no, loro continuano a fumare quando riescono a sviare.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: legge antifumo, esperienze.   Sab Apr 12, 2014 5:52 pm

paniscus_2.0 ha scritto:
Non mi pare così difficile.
Lo è, invece. Dentro un locale è facile far rispettare un divieto, all'aperto no. A meno che non sguinzagli un cane da guardia per ogni bipede pensante. A meno che non imponi il divieto di uscita nel cortile. A meno che non istituisci il servizio di guardia all'ingresso. A meno di tante cose. Troppe cose.

Ti faccio un esempio banalissimo di come una consuetudine non può essere modificata da una norma rigida ma non applicabile: il limite di velocità di 90 km/h nelle strade esiste da decenni, eppure si continua a violarlo diffusamente.
Tornare in alto Andare in basso
giobbe



Messaggi : 3586
Data d'iscrizione : 25.08.11

MessaggioOggetto: Re: legge antifumo, esperienze.   Sab Apr 12, 2014 6:58 pm

gian ha scritto:
giobbe ha scritto:
Quando leggo queste cose capisco perché oggi la scuola è "scesa" così in basso. I primi a non darle dignità sono proprio questi docenti con i loro comportamenti ALTAMENTE diseducativi.
Cosa c'è di diseducativo nelle parole di Paolo?
Nelle parole di Paolo nulla: mica mi riferivo a Paolo.
Fuori dai locali scolastici far rispettare le regole è più difficile e comunque ci si trova all'aria aperta, quindi non sare così intrasigente.
Dentro la scuola non si fuma, costi quel che costi. Gli alunni dicono che sono un despota? Ebbene si, in questo caso sono fiero di essere un despota. Poi quando saranno adulti sicuramente mi apprezzeranno per questo, fatto salvo qualche imbecille cronico.
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6202
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: legge antifumo, esperienze.   Sab Apr 12, 2014 8:52 pm

Boh, ripeto, nella mia scuola la fase di trasgressione e di opposizione è durata poche settimane, mentre adesso vedo oggettivamente che la gente ha preso atto che la nuova norma è quella, e che negli spazi aperti non fuma più nessuno. E oltretutto non mi risulta nemmeno che ci siano stati episodi di sanzioni gravi, di multe o di provvedimenti disciplinari pesanti (in altre scuole che conosco sì, ma nella mia no). E francamente non mi sembra che la mia scuola sia famosa per essere una straordinaria accolita di idealisti coscienziosi, più ligi al dovere rispetto alla media generale...
Tornare in alto Andare in basso
Online
Paolo Santaniello



Messaggi : 1792
Data d'iscrizione : 15.09.13

MessaggioOggetto: Re: legge antifumo, esperienze.   Sab Apr 12, 2014 10:04 pm

Io trovo che il divieto di fumare all'aperto non abbia senso.
Mi interessa personalmente poco perchè non sono un fumatore, e sopporto di buon grado i fumatori perfino al chiuso... per cui non riesco a capire per quale motivo sotto il cielo in un ampio spazio fumare possa far male a qualcuno che non sia il fumatore.
Se è per l'esempio, per il valore educativo, allora facevo giustappunto notare che se è diseducativo vedere altrui fumare... ancor più lo è vedere una norma tanto rigida imposta per poi essere spernacchiata quotidianamente.
Tornare in alto Andare in basso
Online
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: legge antifumo, esperienze.   Sab Apr 12, 2014 10:36 pm

Paolo Santaniello ha scritto:
per cui non riesco a capire per quale motivo sotto il cielo in un ampio spazio fumare possa far male a qualcuno che non sia il fumatore

Fumo di sigaretta -> Emissione di CO2 -> Effetto serra -> Riscaldamento globale -> Cambiamenti climatici -> Broncopolmonite beccata da un non fumatore preso alla sprovvista da un improvviso acquazzone a inizio luglio durante una giornata soleggiata a 38 gradi all'ombra dei cipressi e dentro l'urne confortate di pianto
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6202
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: legge antifumo, esperienze.   Sab Apr 12, 2014 10:45 pm

Paolo Santaniello ha scritto:
Se è per l'esempio, per il valore educativo, allora facevo giustappunto notare che se è diseducativo vedere altrui fumare... ancor più lo è vedere una norma tanto rigida imposta per poi essere spernacchiata quotidianamente.

Insisto e ribadisco su questo punto: se la norma viene disattesa e spernacchiata quotidianamente, NON E' per un destino ineluttabile tracciato da una legge di natura e inevitabile ovunque, ma è a causa della scarsa attenzione e della scarsa determinazione delle singole scuole.

Altrimenti non si spiegherebbe come mai ci sono scuole in cui l'adeguamento generale al rispetto della nuova norma è riuscito, e scuole dove invece non è riuscito... fermo restando che fino a un anno fa il fumo negli spazi esterni era tollerato ovunque, e l'atteggiamento generale era lo stesso ovunque.

L.
Tornare in alto Andare in basso
Online
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: legge antifumo, esperienze.   Sab Apr 12, 2014 11:12 pm

paniscus_2.0 ha scritto:
Boh, ripeto, nella mia scuola la fase di trasgressione e di opposizione è durata poche settimane, mentre adesso vedo oggettivamente che la gente ha preso atto che la nuova norma è quella, e che negli spazi aperti non fuma più nessuno. E oltretutto non mi risulta nemmeno che ci siano stati episodi di sanzioni gravi, di multe o di provvedimenti disciplinari pesanti (in altre scuole che conosco sì, ma nella mia no). E francamente non mi sembra che la mia scuola sia famosa per essere una straordinaria accolita di idealisti coscienziosi, più ligi al dovere rispetto alla media generale...

Lisa, i contesti logistici e operativi possono fare enormi differenze, fino a falsare la percezione del senso di responsabilità. Entrano in gioco troppe variabili per poter fare una generalizzazione.
Ti faccio alcuni esempi da esperienze dirette.
1) nella mia vecchia scuola so che sono stati incaricati i due collaboratori scolastici in dotazione a quella scuola. Uno deve stare al piano superiore, l'altro deve stare al piano terra ma deve anche occuparsi di varie incombenze (telefono, assistenza alla direzione, ecc.). So anche che la scuola ha un'estensione enorme (100 ha) con un giardino mediterraneo a 5 metri dall'edificio principale (una vera e propria macchia più o meno fitta con arbusti a portamento cespuglioso alti 2-3 metri: neppure con il satellite puoi beccare due studenti che si fanno una canna o sperimentano interazioni biologiche fra individui di sesso opposto appartenenti alla stessa specie). Per impedire che sgarrino durante la ricreazione dovresti tenerli al guinzaglio (letteralmente) o vietare di uscire all'aperto. Trattandosi di un professionale per l'agricoltura, peraltro, escono all'aperto anche durante le esercitazioni in un raggio di 4-500 metri dalla vista degli incaricati, fra oliveti, frutteti, frangiventi e pinete. Ergo: valli a becca'...
2) nella mia attuale scuola sono incaricato io, ma sono anche incaricato di svolgere tutte le funzioni di delega del DS, trattandosi di una sede staccata. Durante le lezioni ho risolto il problema vietando l'uscita all'aperto di chiunque chiedesse di andare in bagno (priva di qualsiasi giustificazione). Potrei ridurre allo 0,01% la probabilità di infrangere il divieto di fumo vietando l'uscita in cortile anche durante la ricreazione, ma a parte il fatto che mi ritroverei 10-15 studenti che affumicherebbero il bagno durante la ricreazione, sinceramente non ci tengo a finire sui giornali per maltrattamenti nei confronti dei minori. Certo, potrei uscire in cortile a fare il cane da guardia, ma ho una dignità da difendere e soprattutto ho già le mie incombenze burocratiche da sbrigare durante la ricreazione per mettermi a fare il vigile peripatetico. Che ci vengano quegli imbecilli che si sono inventati sta bestialità a far rispettare la norma. Sono un insegnante con i suoi limiti di essere umano, non superman. A margine, aggiungo che non posso applicare nessuna sanzione amministrativa perché non ho mai avuto in dotazione la modulistica. Probabilmente se avessi potuto farlo una sola volta (colpirne uno per educarne...) la mia sarebbe una scuola modello. Mi limito, ogni tanto, ad affacciarmi fuori in cortile e ricordare ai pargoli che esisto: li faccio rientrare all'istante se becco uno solo che non ha fatto in tempo a spegnere la sigaretta.
3) nella sede centrale, con un migliaio di studenti, in compenso, ho da poco constatato che c'è lo sbragamento totale. A detta della preside gli studenti uscirebbero in un cortiletto interno sotto rigida sorveglianza dei docenti. In realtà, pochi giorni fa, ho visto gruppi dispersi vagare in tutti gli spazi esterni (piuttosto ampi) con decine e decine di sigarette fumanti e, a margine, un insegnante che tranquillamente esce dalla porta principale e si accende la sigaretta sugli scalini (a 200 metri dal cancello d'ingresso). E pensare che io, lo scorso autunno, mi sono permesso di fare una sfuriata ad una collega nella mia sede perché si era accesa la sigaretta nel pomeriggio nel porticato della scuola, in assenza di studenti e genitori, prima di iniziare i consigli di classe.

Detto questo, non metto in dubbio che nel tempo le "new entry" si adattano alla prassi, ma se la prassi è la sistematica trasgressione, campa cammello che il tabacco cresce ;-)
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: legge antifumo, esperienze.   Sab Apr 12, 2014 11:18 pm

paniscus_2.0 ha scritto:
Altrimenti non si spiegherebbe come mai ci sono scuole in cui l'adeguamento generale al rispetto della nuova norma è riuscito

Ma tu sei veramente sicura, al 100%, che l'adeguamento generale sia riuscito? Negli ospedali si continua a fumare all'interno, ovviamente non davanti a tutti, ma chiunque non abbia gli occhi foderati di prosciutto sa benissimo che si continua a fumare nei reparti. Tutti: degenti, infermieri, medici. Certo, non in corridoio o nell'atrio d'ingresso, ma gli spazi, aperti o chiusi che siano, non mancano di certo. Figuriamoci in un cortile di una scuola ;-)
Tornare in alto Andare in basso
mark12



Messaggi : 137
Data d'iscrizione : 20.12.13

MessaggioOggetto: Re: legge antifumo, esperienze.   Sab Apr 12, 2014 11:31 pm

In qualunque bagno si va ce sempre un misto di odori che varia dal tabacco al finocchio essiccato c'è tutto lo "spettro" di odori.
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6202
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: legge antifumo, esperienze.   Sab Apr 12, 2014 11:36 pm

Faccio presente che l'abitudine clandestina di imboscarsi a fumare nei bagni NON DIPENDE dall'ultima legge antifumo che risale a pochi mesi fa, ma c'è sempre stata anche 20, 30 o 50 anni fa, ed è sempre stata sanzionabile anche allora, se si veniva beccati. Per stroncarla basterebbe mettere nei bagni un sensore di fumo, che ormai costa non più di dieci euro...

L.
Tornare in alto Andare in basso
Online
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: legge antifumo, esperienze.   Sab Apr 12, 2014 11:53 pm

paniscus_2.0 ha scritto:
Faccio presente che l'abitudine clandestina di imboscarsi a fumare nei bagni NON DIPENDE dall'ultima legge antifumo che risale a pochi mesi fa, ma c'è sempre stata anche 20, 30 o 50 anni fa, ed è sempre stata sanzionabile anche allora, se si veniva beccati. Per stroncarla basterebbe mettere nei bagni un sensore di fumo, che ormai costa non più di dieci euro...

L.

Per anni e anni non sentivo mai di studenti che fumavano in bagno, uscivano all'aperto. Il massimo che poteva capitare era di beccare qualcuno che li facesse rientrare. Stranamente, quest'anno per ben tre volte la collaboratrice scolastica mi ha segnalato che qualcuno aveva fumato in bagno.
Tornare in alto Andare in basso
Paolo Santaniello



Messaggi : 1792
Data d'iscrizione : 15.09.13

MessaggioOggetto: Re: legge antifumo, esperienze.   Dom Apr 13, 2014 7:53 am

gian ha scritto:

Fumo di sigaretta -> Emissione di CO2 -> Effetto serra -> Riscaldamento globale -> Cambiamenti climatici -> Broncopolmonite beccata da un non fumatore preso alla sprovvista da un improvviso acquazzone a inizio luglio durante una giornata soleggiata a 38 gradi all'ombra dei cipressi e dentro l'urne confortate di pianto

Il fumo di tutte le sigarette del mondo contribuisce all'effetto serra in modo del tutto trascurabile se confrontato alle fabbriche e ai veicoli, per esempio. Non per questo è vietato andare in motorino.
Inoltre l'effetto dannoso del fumo all'aperto è IDENTICO nel cortile della scuola e in mezzo alla strada, quindi vietarlo solo nel cortile non cambia le cose...
Tornare in alto Andare in basso
Online
paniscus_2.0



Messaggi : 6202
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: legge antifumo, esperienze.   Dom Apr 13, 2014 8:15 am

Guarda, io non penso affatto che vietare il fumo nei cortili delle scuole abbia un impatto significativo sulla tutela dell'ambiente o amenità del genere. E non penso nemmeno che si tratti di un provvedimento RISOLUTIVO di problemi gravi.

Semplicemente, penso che sia comunque un provvedimento positivo (non certo risolutivo in generale, ma comunque positivo) per un solo motivo concreto: che a mio avviso contribuisce a spezzare un po', e quindi a rallentare, l'instaurarsi di automatismi e di dipendenze tra chi comunque già fumerebbe, tutto lì.

Ovviamente non parlo di adulti che sono già fumatori incalliti da decenni, parlo proprio dei ragazzini giovani, che magari quando sono fuori col gruppo di amici qualche boccata la tirano, ma che non sono ancora scivolati nell'automatismo di sentire il bisogno di accendersi la sigaretta ogni ora, in qualsiasi momento ci sia una pausa dagli impegni concreti.

Se questi cominciano a dare per scontato che finché si sta a scuola, per cinque o sei ore di seguito, non si fuma e basta, invece che di potersi accendere la sigaretta di due ore in due ore ad ogni intervallo... magari finiscono col fumare meno, o almeno con il ritardare il momento in cui si instaura l'automatismo, il che mi sembra una cosa soltanto positiva.

Ripeto, non dico che sia risolutiva, ma non vedo nemmeno perché denigrarla come un provvedimento inutile o dannoso.
Tornare in alto Andare in basso
Online
precary80



Messaggi : 2011
Data d'iscrizione : 26.08.10

MessaggioOggetto: Re: legge antifumo, esperienze.   Dom Apr 13, 2014 9:06 am

riguarda altri tipi di sostanze\fumo....cmq ho letto:

http://www.orizzontescuola.it/news/scuola-e-controlli-antidroga-prevenzione-o-repressione

e mi sento di dire che sono in totale disaccordo con ogni parola e concetto dell'articolo.
Fosse per me, i cani antidroga dovrebbero entrare periodicamente, spesso e in modo del tutto inaspettato nelle classi.
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6202
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: legge antifumo, esperienze.   Dom Apr 13, 2014 9:20 am

Io non sono affatto una fanatica dell'ordine poliziesco, ma non vedo cosa ci sia di strano e di diseducativo nel principio che ad occuparsi di eventuali reati debbano essere le forze dell'ordine e la magistratura piuttosto che la scuola.

Mi pare ragionevolissimo che ognuno si occupi del suo mestiere.

Portare droghe a scuola non è un semplice "segnale d'allarme di disagio giovanile" che ricade, almeno in parte, negli ambiti di intervento della scuola, e tantomeno è un "indice di fallimento dei percorsi educativi" di cui la scuola deve colpevolizzarsi come al solito, ma è un vero e proprio reato, quindi mi pare assolutamente corretto che se ne occupi (anche) la polizia...

L.
Tornare in alto Andare in basso
Online
Paolo Santaniello



Messaggi : 1792
Data d'iscrizione : 15.09.13

MessaggioOggetto: Re: legge antifumo, esperienze.   Dom Apr 13, 2014 9:22 am

Chi mette queste regole così rigide però non si preoccupa poi di come farle rispettare.
Aver messo il "divieto" non significa che poi automaticamente tutti lo rispettano.
Quel che succede è che nei cortili fumano. Fumano tutti: bidelli, prof, alunni. E se la scuola volesse impedirglielo, con i mezzi attualmente a disposizione, avrebbe grosse difficoltà. Serve del personale, l'errore madornale è stato quello di pensare che la sorveglianza potesse essere effettuata "gratis", incorporandola nella sorveglianza che normalmente già c'è a scuola. Invece per poter sorvegliare su una regola del genere, occorrono risorse in più che non ci sono.
Tornare in alto Andare in basso
Online
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: legge antifumo, esperienze.   Dom Apr 13, 2014 9:36 am

Paolo Santaniello ha scritto:
gian ha scritto:

Fumo di sigaretta -> Emissione di CO2 -> Effetto serra -> Riscaldamento globale -> Cambiamenti climatici -> Broncopolmonite beccata da un non fumatore preso alla sprovvista da un improvviso acquazzone a inizio luglio durante una giornata soleggiata a 38 gradi all'ombra dei cipressi e dentro l'urne confortate di pianto

Il fumo di tutte le sigarette del mondo contribuisce all'effetto serra in modo del tutto trascurabile se confrontato alle fabbriche e ai veicoli, per esempio. Non per questo è vietato andare in motorino.
Inoltre l'effetto dannoso del fumo all'aperto è IDENTICO nel cortile della scuola e in mezzo alla strada, quindi vietarlo solo nel cortile non cambia le cose...

Ma dai, non dirmi che mi hai preso sul serio!
Tornare in alto Andare in basso
giobbe



Messaggi : 3586
Data d'iscrizione : 25.08.11

MessaggioOggetto: Re: legge antifumo, esperienze.   Dom Apr 13, 2014 11:49 am

Mamma mia, quanti sproloqui e considerazioni personali. Eppure è una cosa così semplice.
Dove esiste il cartello di divieto di sosta NON si sosta, il che non significa che tutti quelli che sostano in divieto devono essere tutti beccati e multati, è praticamente impossibile, a meno che uno non possegga il dono dell'ubiquità.
A scuola non si fuma, questa è la regola. Ora se lo vedi gli fai spegnere la sigaretta e/o lo sanzioni, se non lo vedi, senti "la puzza" della sigaretta. Tutto qui.
Tornare in alto Andare in basso
 
legge antifumo, esperienze.
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 2Andare alla pagina : 1, 2  Seguente
 Argomenti simili
-
» La legge antifumo
» Nuovo disegno di legge e corsi per onicotecnici
» Corriere della Sera del 6/10/2010 - COLPO ALLA LEGGE 40
» La legge dell'attrazione...
» Vi segnalo questo interessante articolo sulla salute delle donne (aborto, legge 40 e chi più ne ha più ne metta)

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: