Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Bes, si prova a capire

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5
AutoreMessaggio
Ire



Messaggi : 8316
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Bes, si prova a capire   Mer Apr 30, 2014 8:31 am

Promemoria primo messaggio :

vi indico questo documento.

Mi sembra piuttosto ben fatto.


Ultima modifica di Ire il Mer Apr 30, 2014 10:13 am, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum

AutoreMessaggio
serpina



Messaggi : 501
Data d'iscrizione : 21.02.13

MessaggioOggetto: Re: Bes, si prova a capire   Gio Mag 15, 2014 3:10 pm

Ire ha scritto:
Poi non tiriamo fuori il discorso del fatto che è molto difficile per un docente solo con una classe di tanti alunni occuparsi anche di questo perchè è un fatto appurato, almeno qui su questo forum

ma come non tiriamo fuori il discorso? se il punto è proprio questo!
se l'insegnante è solo di fronte a una classe con esigenze molto diversificate è IMPOSSIBILE che possa davvero differenziare la didattica: potrà differenziare le prove, le consegne, le modalità di verifica ma questo non significa differenziare la didattica.
parlare di didattica differenziata è un imbroglio che le famiglie per prime dovrebbero rifiutare.
la cosa è talmente ovvia che perfino esperti e pedagogisti lo ammettono, invitandoci quindi ad una didattica unica per tutti ma diversa dall'attuale -senza ulteriori precisazioni-, prospettiva secondo me altrettanto truffaldina della precedente.
un problema specifico ha bisogno di una didattica individualizzata (o di gruppo) che è inattuabile senza le necessarie risorse umane (insegnante di sostegno o aggiuntivo).
i tentativi euristici che facciamo non sono didattica differenziata: sono tentativi fatti alla disperata, spesso per provare a gestire situazioni ingestibili (penso ai disturbi del comportamento, ad esempio), e come tali possono non solo essere vani ma addirittura controproducenti in quanto inutili per lo/gli studenti con un problema ma inutili anche per gli altri studenti, quelli per i quali la didattica tradizionale funzionerebbe.
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8316
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Bes, si prova a capire   Gio Mag 15, 2014 3:15 pm

dicevo di non tirare fuori il discorso perchè è inutile discuterlo

E' cos', non si discute.
L'insegnante da solo non ce la può fare.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
serpina



Messaggi : 501
Data d'iscrizione : 21.02.13

MessaggioOggetto: Re: Bes, si prova a capire   Gio Mag 15, 2014 3:20 pm

sì, personalmente penso sia così e penso sia onesto dirlo e ripeterlo, soprattutto alle famiglie. la didattica differenziata in realtà non esiste e può fare danni secondo me molto più gravi di quella tradizionale.
non mi sembra proficuo né onesto (e lo dico dopo averci provato) procedere per tentativi al grido di "qualcosa bisogna pur fare". il qualcosa che serve non è questo, che è solo una pezza peggiore del buco.
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8316
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Bes, si prova a capire   Gio Mag 15, 2014 3:24 pm

Però sono due discorsi diversi.

Un docente curricolare non può occuparsi di pensare ad inventarsi qualcosa per ogni alunno con bes lato.

Ha bisogno che su quell'alunno ci sia anche il sostegno per dividersi i compiti.

Ma come la vedi tu la didattica differenziata non esiste per te e non esiste per il sostegno.
Anche il sostegno in qualche modo si inventa qualcosa per il suo alunno.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
paniscus_2.0



Messaggi : 6131
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: Bes, si prova a capire   Gio Mag 15, 2014 3:55 pm

Ire ha scritto:

ti ricordi la frase sul calabrone attribuita ad Einstein?

""La struttura alare del calabrone, in relazione al suo peso, non è adatta al volo, ma lui non lo sa e vola lo stesso"

A cura del Servizio Aggiornamento Luoghi Comuni Scientifici, faccio presente che la dinamica del volo del calabrone (che poi è un BOMBO, non un "calabrone", sono due insetti diversi) è stata perfettamente chiarita da diversi anni, con tanto di saggi scientifici pubblicati, e risulta perfettamente coerente con le normali leggi del moto che spiegano tutto il resto.

Oltretutto, non è MAI stato vero che "la scienza ufficiale sostenesse" che il bombo non può volare; al massimo qualche scienziato avrà detto che "ancora non si sa come faccia a volare", e che "si sta cercando di capire come faccia".

Ma mi dispiace deludere i newager romantici, però questa situazione risale a diversi decenni fa, e adesso lo si sa eccome, come faccia tale insetto a volare.

Per cui, i sostenitori romantici del vezzoso motto secondo cui "la scienza ufficiale dice che il bombo non potrebbe volare, ma lui non lo sa e vola lo stesso", sono cortesemente pregati di cambiare esempio.

E soprattutto, di piantarla di attribuire la frase a Einstein, che non c'è MAI entrato proprio niente.

Lisa
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8316
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Bes, si prova a capire   Gio Mag 15, 2014 7:03 pm

interessante il tuo post paniscus 2.0.
Soprattutto per il fatto che da questo si evince che tu l'abbia conosciuto personalmente Einstein e che sappia di sicuro cosa abbia o non abbia detto nel corso della sua vita.

Ti invidio tanto.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
paniscus_2.0



Messaggi : 6131
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: Bes, si prova a capire   Gio Mag 15, 2014 9:37 pm

Chissà perché, quando si fa con la massima leggerezza un'affermazione non provata, e qualche scettico lo fa notare, deve spettare sempre allo scettico di "dimostrare che non è vera", e MAI invece che qualcuno dei sostenitori in positivo si sia dato da fare per dimostrare che è vera.

Eppure, se è VERA, dovrebbe essere facilissimo dimostrarlo, basterebbe tirare fuori una buona volta la citazione giusta, con referenze bibliografiche e data. Non lo fa mai nessuno, però i presuntuosi e i disonesti siamo noi che non ci crediamo...
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6131
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: Bes, si prova a capire   Gio Mag 15, 2014 10:46 pm

Ah, dimenticavo: questo è uno degli articoli scientifici più esaurienti che smontano il mito...

"The Flight of the Bumblebee and Related Myths of Entomological Engineering" (Am. Sci., Vol. 77, pp. 164-8; 1989)

Fra l'altro, a cercare in rete, non si trova da nessuna parte, nemmeno su fonti chiaramente favorevoli all'autenticità della leggenda, il riferimento che la attribuirebbe a Einstein. Viene attribuita a più personaggi diversi, ma a Einstein proprio no.

Per cui, si tratta di un riferimento puramente inventato (come se io mi alzassi la mattina e sostenessi, che so, che "Darwin ha detto che ci sono gli omini verdi su Marte") però come al solito sono io quella presuntuosa e scorretta che lo fa notare...
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8316
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Bes, si prova a capire   Ven Mag 16, 2014 8:29 am

E' estremamente interessante questa ricerca.
Va bene, sui bes ho imparato che mai einstein si è interessato ai bombi.

Grazie paniscus
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
disorientata71



Messaggi : 253
Data d'iscrizione : 14.01.14

MessaggioOggetto: Re: Bes, si prova a capire   Sab Mag 17, 2014 10:21 am

Io avrei una domanda-provocazione che pongo senza livore alcuno, alla quale mi piacerebbe che anche voi deste una risposta con serenità, prendendo spunto dalla vostra esperienza.
E' possibile, normativamente e umanamente parlando, prevedere che dopo un percorso scolastico nel quale si sono messe in pratica strategie personalizzate individualizzate, un alunno BES non raggiunga gli obiettivi che erano stati prefissati?
Mi spiego. E spiego anche i due avverbi che ho usato, ossia normativamente e umanamente.
Io credo, ma forse qua sbaglio, che siamo tutti diversi e abbiamo attitudini diverse. Anche i nostri alunni, BES o no, sono tutti diversi. C'è chi ha una spiccata attitudine per le materie umanistiche ma zoppica notevolmente in matematica, o chi, viceversa, brilla in matematica e fisica ma quando si tratta di scrivere un testo proprio non riesce ad arrivare ad un risultato sufficiente. E c'è anche chi non si applica, non studia, ha altro per la testa, per mille motivi e raggiunge risultati negativi. Spesso lo si comunica ai genitori, se ne parla durante l'anno e sono gli stessi genitori che prendono atto in modo abbastanza realistico della situazione. Si cerca così di lavorare insieme, quando si riesce, ma talvolta succede che non basti. E così arrivano i debiti e , nella peggiore delle ipotesi , la bocciatura. Specifico che parlo di scuola superiore. Cioè, è POSSIBILE affermare che l'alunno in questione NON ha conseguito risultati positivi.
Invece ho l'impressione che quando parliamo di alunni BES non sia più possibile, sempre dopo avere messo in pratica varie strategie, tutele, ecc...,affermare che certi risultati non sono stati raggiunti. Mi sembra che a un certo punto sia vietato ammettere che, ad esempio per una immaturità personale che porta a trascurare gli impegni scolastici, un certo alunno NON abbia raggiunto risultati positivi in una disciplina. E' come se per noi fosse proibito esprimere questo tipo di valutazione che invece ci è concesso esprimere per tutti gli altri alunni. E'come se un alunno BES non possa avere attitudini e inclinazioni...
Com'è la vostra esperienza?
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8316
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Bes, si prova a capire   Sab Mag 17, 2014 11:07 am

E' assolutamente possibile che non si riesca a raggiungere l'obbiettivo anche con l'applicazione di tutto il necessario.
Ci sono sì ragazzi immaturi che faticano e non raggiungono.

Il discorso delle inclinazioni personali non funziona tanto invece imho.
Nel senso che anche i bes hanno inclinazioni personali, e ci macherebbe, però, come tutti, devono almeno raggiungere la sufficienza anche nelle materie che non sono nelle loro corde.

Per il fatto che questa cosa si possa dire o no ritengo dipenda molto dal rapporto di fiducia che si instaura con la famiglia: generalmente una famiglia che vede la puntuale applicazione delle misure concordate, che vede empatia verso i propri problemi e verso quelli del ragazzo, non ha difficoltà ad accettare che il cdc ritenga che un anno in più sia necessario. La famiglia lo capisce e lo capisce anche il ragazzo.
Se invece tutto l'anno è stato un tira e molla di comportamenti al limite della contravvenzione alla norma, al limite dell'incomprensione o della manifesta dichiarazione di incredulità al problema, la famiglia sarà portata ad affondare con ricorsi normativa alla mano.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
giovanna onnis



Messaggi : 17785
Data d'iscrizione : 15.04.12

MessaggioOggetto: Re: Bes, si prova a capire   Sab Mag 17, 2014 5:47 pm

Ire ha scritto:

Se invece tutto l'anno è stato un tira e molla di comportamenti al limite della contravvenzione alla norma, al limite dell'incomprensione o della manifesta dichiarazione di incredulità al problema, la famiglia sarà portata ad affondare con ricorsi normativa alla mano.
E questo anche se il figliolo non ha raggiunto gli obiettivi minimi e quindi i pre-requisiti indispensabili per frequentare la classe successiva? Fa ricorso per ottenere la promozione, mandando allo sbaraglio il figlio che SICURAMENTE non sarà in grado di seguire in modo proficuo l'anno seguente?

Sinceramente sono arcistufa di sentire parlare di ricorsi, di utilizzare lo spauracchio dei ricorsi come una sorta di mannaia sopra la testa dei docenti per farli intimorire, per intimidirli e non farli lavorare serenamente. Dico questo perche molti colleghi, purtroppo cadono nella rete e vengono intrappolati nelle sue maglie che stanno diventando sempre puiù strette. Io non faccio parte di questo gruppo, ma mi sono letteralmente rotta le scatole di dover sentire, da parte delle famiglie, la minaccia di eventuali ricorsi....che lo facciano se hanno tanto tempo da perdere, noi insegnanti non abbiamo niente da temere. BASTA!!!
Tornare in alto Andare in basso
carla75



Messaggi : 4282
Data d'iscrizione : 26.10.10

MessaggioOggetto: Re: Bes, si prova a capire   Sab Mag 17, 2014 7:15 pm

I ricorsi bisogna vincerli. Quando la scuola decide di bocciare ed ha la documentazione a posto, ha rispettato pdp, ha informato la famiglia può ricevere tutti i ricorsi che vuole. Un bes può essere bocciato, non bisogna temere le famiglie perché i professionisti e i valutatori siamo noi. Come può essere bocciato un ragazzo con sostegno. In merito ci sono interessantissimi articoli dell'avv. Nocera che in materia non è certo uno sprovveduto!
Tornare in alto Andare in basso
disorientata71



Messaggi : 253
Data d'iscrizione : 14.01.14

MessaggioOggetto: Re: Bes, si prova a capire   Dom Mag 18, 2014 1:55 am

Carla potresti linkare qualche sito a questo proposito? Mi interesserebbe molto informarmi su questo versante..
Tornare in alto Andare in basso
carla75



Messaggi : 4282
Data d'iscrizione : 26.10.10

MessaggioOggetto: Re: Bes, si prova a capire   Dom Mag 18, 2014 10:46 am

Ora sono fuori citta e nin ho molto tempo. Quando torno ti posto un interessante articolo di Nocera che commenta una sentenza che convalida la bocciatura di un ragazzo dsa.
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8316
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Bes, si prova a capire   Dom Mag 18, 2014 12:45 pm

ire ha scritto:
Se invece tutto l'anno è stato un tira e molla di comportamenti al limite della contravvenzione alla norma, al limite dell'incomprensione o della manifesta dichiarazione di incredulità al problema, la famiglia sarà portata ad affondare con ricorsi normativa alla mano.

Le famiglie ora sono portate a dire che ricorreranno. Molte lo minacciano solo, qualcuna lo fa.
Molti sono i ricorsi persi, tempo e soldi persi.
quando la scuola ha fatto tutto ciò che doveva e può dimostrarlo. La famiglia può ricorrere anche in Cielo, il ragazzo non è pronto per l'anno successivo nonostante abbia avuto ampia attenzione, didattica personalizzata e verifiche con valutazioni adeguate.

Quando cominciamo ad andare in quello che ho richiamato sopra il discorso è diverso.

Giovanna, hai ragione ad arrabbiarti con queste storie dei ricorsi, e hai anche ragione a dire che non ti assoggetti. E' giusto, non dovete farvi ricattare. Ma attenti a non essere ricattabili.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
carla75



Messaggi : 4282
Data d'iscrizione : 26.10.10

MessaggioOggetto: Re: Bes, si prova a capire   Dom Mag 18, 2014 10:26 pm

disorientata71 ha scritto:
Carla potresti linkare qualche sito a questo proposito? Mi interesserebbe molto informarmi su questo versante..


http://aipd.it/aipd_scuola/non-bisogna-sfruttare-impropriamente-le-norme-di-tutela-degli-alunni-con-dsa-tar-umbria-32911/


questa e' la sentenza: da leggere! http://www.dirittoscolastico.it/wordpress/wp-content/uploads/Tar-Umbria-Sentenza-n.-401-2012.pdf
Tornare in alto Andare in basso
serpina



Messaggi : 501
Data d'iscrizione : 21.02.13

MessaggioOggetto: Re: Bes, si prova a capire   Ven Mag 23, 2014 3:25 pm

Ire ha scritto:
Però sono due discorsi diversi.

Un docente curricolare non può occuparsi di pensare ad inventarsi qualcosa per ogni alunno con bes lato.

Ha bisogno che su quell'alunno ci sia anche il sostegno per dividersi i compiti.

Ma come la vedi tu la didattica differenziata non esiste per te e non esiste per il sostegno.
Anche il sostegno in qualche modo si inventa qualcosa per il suo alunno.

perché mai?
il sostegno "si inventa qualcosa" perché lavora in un rapporto uno a uno ed adotta strategie didattiche in relazione all'unico studente che ha davanti: se rinuncia alla didattica "tradizionale" è perchè quella non funziona.
il docente curricolare invece dovrebbe rinunciare ad una didattica tradizionale che funziona (almeno per una percentuale di studenti) per abbracciarne una che non si sa cosa sia né se funzionerà, e che teoricamente dovrebbe, non si sa bene come, andare bene per tutti.
Tornare in alto Andare in basso
carla75



Messaggi : 4282
Data d'iscrizione : 26.10.10

MessaggioOggetto: Re: Bes, si prova a capire   Ven Mag 23, 2014 3:46 pm

serpina ha scritto:
Ire ha scritto:
Però sono due discorsi diversi.

Un docente curricolare non può occuparsi di pensare ad inventarsi qualcosa per ogni alunno con bes lato.

Ha bisogno che su quell'alunno ci sia anche il sostegno per dividersi i compiti.

Ma come la vedi tu la didattica differenziata non esiste per te e non esiste per il sostegno.
Anche il sostegno in qualche modo si inventa qualcosa per il suo alunno.

perché mai?
il sostegno "si inventa qualcosa" perché lavora in un rapporto uno a uno ed adotta strategie didattiche in relazione all'unico studente che ha davanti: se rinuncia alla didattica "tradizionale" è perchè quella non funziona.
il docente curricolare invece dovrebbe rinunciare ad una didattica tradizionale che funziona (almeno per una percentuale di studenti) per abbracciarne una che non si sa cosa sia né se funzionerà, e che teoricamente dovrebbe, non si sa bene come, andare bene per tutti.
per la cronaca faccio sos da 10 anni e non ho mai inventato metodologie didattiche. utilizzo semmai quelle esistenti in base al ragazzo che ho di fronte.
Serpina, il tuo ragionamento non fa una piega.
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8316
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Bes, si prova a capire   Ven Mag 23, 2014 4:07 pm

ragazze, d'accordo, ormai sotto il sole non c'è nulla di nuovo. Vogliamo parlare di innovazione?
In campo brevettuale dicesi innovazione l'utilizzo originale di cose già esistenti.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
Ire



Messaggi : 8316
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Bes, si prova a capire   Ven Mag 23, 2014 4:09 pm

Citazione :
il docente curricolare invece dovrebbe rinunciare ad una didattica tradizionale che funziona (almeno per una percentuale di studenti) per abbracciarne una che non si sa cosa sia né se funzionerà, e che teoricamente dovrebbe, non si sa bene come, andare bene per tutti.

beh, a parere mio già il tuo discorso tra parentesi propende per la prova dell'alternativo.

Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
carla75



Messaggi : 4282
Data d'iscrizione : 26.10.10

MessaggioOggetto: Re: Bes, si prova a capire   Ven Mag 23, 2014 4:20 pm

Ire ha scritto:
ragazze, d'accordo, ormai sotto il sole non c'è nulla di nuovo. Vogliamo parlare di innovazione?
In campo brevettuale dicesi innovazione l'utilizzo originale di cose già esistenti.
ma io lo faccio! siccome i miei alunni hanno bisogno di metodologie diverse io le applico per loro. Il sostegno serve proprio a questo!
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8316
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Bes, si prova a capire   Ven Mag 23, 2014 4:54 pm

lo immagino, Carla.

Avevo detto proprio quello ma voi avete voluto i puntini sulle i! :-)
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
 
Bes, si prova a capire
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 5 di 5Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5
 Argomenti simili
-
» Non ci spero ma voglio capire
» ciao a tutti aiuto a capire uno spermiogramma
» Prova dell'esistenza di dio
» Prova dell' esistenza di Dio
» L'onere della prova

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: