Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Situazione di emergenza sanitaria: consigli

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : 1, 2  Seguente
AutoreMessaggio
ekiv



Messaggi : 412
Data d'iscrizione : 03.03.12

MessaggioOggetto: Situazione di emergenza sanitaria: consigli   Lun Mag 05, 2014 3:28 pm

Buongiorno,
non so se sia il forum giusto. Comunque oggi mi sono trovata in una situazione difficile e vorrei capire se mi sono comportata nel modo giusto e cosa fare se mi ritrovassi in questa situazione.
Stavo facendo lezione in una classe (superiori) e un ragazzo mi chiede di uscire perché dice di non stare bene. Mi dice che ha un senso come di pressione sul petto e non riesce a "prendere tutto il respiro". Sintomi "leggeri" dice lui. Gli chiedo se gli succede ogni tanto. Mi dice che era asmatico, ora non più e che non ha con sé il Ventolin.
Premetto che sono supplente da pochi giorni in questa scuola.
Lo faccio accompagnare da un compagno dai bidelli, a loro dice che non è il caso di chiamare a casa. Sta con loro un po', poi torna dicendo di stare meglio.
All'intervallo lo faccio scendere con me (di solito una parte della classe sta in classe) perché non voglio che stia senza sorveglianza. Lo lascio con la bidella mentre riferisco la situazione alla dirigente. La dirigente fa chiamare la madre, che è medico. La madre parla al telefono con il ragazzo e gli dice di restare a scuola, ché verranno a prenderlo al termine delle lezioni. Nella ora seguente sono sempre io su quella classe. Prima di andare via chiedo al ragazzo come va e lui dice che quella spiacevole sensazione va e viene.
In corridoio fermo la collega dell'ora successiva e le dico della situazione. Prima di andare a casa (era finito il mio orario) ripasso dalla preside, le dico che vado e le dico che il ragazzo dice che questa sensazione va e viene.
Lei mi dice che non avrei dovuto mandarlo dai bidelli perché "non abbiamo tanti bidelli".

Mi sono anche chiesta se non avrei dovuto chiamare l'ambulanza. Sono sintomi da non sottovalutare. Del resto il ragazzo non era "grave" in quel momento, ma io che non sono medico, come posso valutarlo?
E poi se il ragazzo mi chede di uscire per "prendere aria" come posso dirgli di no? Del resto mica posso lasciarlo da solo, e neppure da solo con un compagno. Volevo ci fosse un adulto della scuola...
Insomma, cosa avrei dovuto fare? Voi cosa avreste fatto?
Ci sono situazioni in cui è evidente che si tratta di una emergenza, altre più sfumate, come questa, in cui ho pensato che la cosa migliore fosse non lasciare il ragazzo solo e monitorare la situazione. Ma se la sua situazione fosse precipitata? Non ci voglio neanche pensare.
Infine, quali sono gli obblighi e le responsabilità di legge?
Tornare in alto Andare in basso
Valerie



Messaggi : 4608
Data d'iscrizione : 11.09.10

MessaggioOggetto: Re: Situazione di emergenza sanitaria: consigli   Lun Mag 05, 2014 3:37 pm

Avrei fatto la stessa cosa.
Tornare in alto Andare in basso
barbie



Messaggi : 430
Data d'iscrizione : 15.10.10
Età : 47
Località : Roma

MessaggioOggetto: Re: Situazione di emergenza sanitaria: consigli   Lun Mag 05, 2014 3:45 pm

Hai fatto bene, se fosse successo qualcosa, avresti passato dei guai se non ti fossi comportata così. Un consiglio: verbalizza sul registro di classe tutto quello che hai fatto, è una maniera per cautelarti. In caso la situazione fosse peggiorata, la preside ti avrebbe sicuramente rimproverato di non aver lasciato il ragazzo con degli adulti... No fare caso a quello che dicono i D.S. a volte non pensano...
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15814
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Situazione di emergenza sanitaria: consigli   Lun Mag 05, 2014 3:55 pm

E comunque da come lo descrivi mi sa che il ragazzo è "solo" stressato; la tensione nervosa se somatizza fa proprio quegli scherzi lì.
Ho scritto stressato ma forse l'espressione "esaurimento nervoso" non ci sarebbe stata male.
Tornare in alto Andare in basso
ekiv



Messaggi : 412
Data d'iscrizione : 03.03.12

MessaggioOggetto: Re: Situazione di emergenza sanitaria: consigli   Lun Mag 05, 2014 3:58 pm

La mia preoccupazione era addirittura di aver fatto troppo poco.
Tornare in alto Andare in basso
ekiv



Messaggi : 412
Data d'iscrizione : 03.03.12

MessaggioOggetto: Re: Situazione di emergenza sanitaria: consigli   Lun Mag 05, 2014 4:00 pm

Sì, avido, ho pensato anche io a sintomi ansiosi, ma prima è importante escludere cause fisiche. Soprattutto perché mi aveva detto di aver sofferto d'asma in passato.
Tornare in alto Andare in basso
Maryangel



Messaggi : 2902
Data d'iscrizione : 16.02.13

MessaggioOggetto: Re: Situazione di emergenza sanitaria: consigli   Lun Mag 05, 2014 4:11 pm

ekiv ha scritto:
La mia preoccupazione era addirittura di aver fatto troppo poco.
Secondo me hai agito benissimo. Hai fatto bene anche ad avvisare i genitori, che si assumono la responsabilità del figlio. Se poi  la situazione  peggiora, si chiama l'ambulanza.
Una volta mi è successo che un bambino è caduto sbattendo la testa. Ho medicato personalmente il bambino, perché il collaboratore mi ha detto che "non aveva le competenze per farlo". Ho chiamato immediatamente la madre che è venuta a scuola e ha deciso di potare il figlio al pronto soccorso. Per fortuna il bambino non ha riportato danni gravi, ma, avendo avuto un trauma cranico, è stato tenuto sotto controllo per 48 ore. Mai sottovalutare i malesseri.
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8323
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Situazione di emergenza sanitaria: consigli   Lun Mag 05, 2014 4:38 pm

Hai fatto benissimo
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
ekiv



Messaggi : 412
Data d'iscrizione : 03.03.12

MessaggioOggetto: Re: Situazione di emergenza sanitaria: consigli   Lun Mag 05, 2014 6:03 pm

Grazie a tutti! Mi avete molto rassicurato!
Tornare in alto Andare in basso
Maryangel



Messaggi : 2902
Data d'iscrizione : 16.02.13

MessaggioOggetto: Re: Situazione di emergenza sanitaria: consigli   Lun Mag 05, 2014 8:17 pm

ekiv ha scritto:
Grazie a tutti! Mi avete molto rassicurato!
; )
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6161
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: Situazione di emergenza sanitaria: consigli   Lun Mag 05, 2014 9:00 pm

Se la storia raccontata dal ragazzo è esatta, ossia che ha sofferto effettivamente di asma conclamata per molti anni, ma adesso era da qualche anno che non aveva avuto più nessun attacco, non escluderei che da parte sua ci fosse di mezzo anche una (comprensibilissima) negazione e minimizzazione dell'accaduto...

...perché l'aver vissuto tutta l'infanzia con un disagio grave, l'essersi abituati a pensare di esserne ormai fuori, e poi invece sbattere il muso su una ricaduta completamente inattesa, è una mazzata psicologica considerevole.

Da cui, ad esempio, la speranza che il malessere passasse subito e il tentativo disperato di "non far accorgere nessuno" del fatto di essersi sentito male... che probabilmente aveva lo scopo, inespresso, di evitare che la scuola chiamasse casa, e di poterlo quindi nascondere ai genitori, per paura di ricadere nella situazione ansiogena a cui era abituato da piccolo.

Non ci trovo nulla di strano, francamente...
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8323
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Situazione di emergenza sanitaria: consigli   Lun Mag 05, 2014 9:52 pm

Se non avesse voluto farlo sapere a nessuno avrebbe cercato di non uscire dalla classe o di uscire dicendo che aveva mal di pancia.

In ogni caso un docente non può assumersi la responsabilità di non riferire ad un genitore un episodio lamentato di oppressione al petto e difficoltà di respiro.

il genitore valuterà poi cosa sia opportuno fare, così come in effetti è successo.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
giovanna onnis



Messaggi : 17792
Data d'iscrizione : 15.04.12

MessaggioOggetto: Re: Situazione di emergenza sanitaria: consigli   Mar Mag 06, 2014 6:56 pm

Ire ha scritto:
Se non avesse voluto farlo sapere a nessuno avrebbe cercato di non uscire dalla classe o di uscire dicendo che aveva mal di pancia.

In ogni caso un docente non può assumersi la responsabilità di non riferire ad un genitore un episodio lamentato di oppressione al petto e difficoltà di respiro.

il genitore valuterà poi cosa sia opportuno fare, così come in effetti è successo.
Insomma!!! Nel caso in questione mi è sembrata una "valutazione" frettolosa e, a parer mio, anche un po leggera e menefreghista!
Infatti Ekiv racconta che " La madre parla al telefono con il ragazzo e gli dice di restare a scuola, ché verranno a prenderlo al termine delle lezioni." e questo senza neanche guardarlo negli occhi, va bè che è medico, ma fare una visita attraverso il telefono mi sembra davvero troppo!!
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8323
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Situazione di emergenza sanitaria: consigli   Mar Mag 06, 2014 7:06 pm

Beh,Giovanna, se fosse la situazione che ha descritto Paniscus, di pregressi piccoli attacchi di panico come sembra essere stato questo, la mamma sarebbe in grado di valutare anche solo parlandone.
.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
giovanna onnis



Messaggi : 17792
Data d'iscrizione : 15.04.12

MessaggioOggetto: Re: Situazione di emergenza sanitaria: consigli   Mar Mag 06, 2014 7:16 pm

Sarà Ire, ma non mi convince molto e continuo ad avere l'impressione che ho descritto cioè "troppa leggerezza e menefreghismo"!!
Tornare in alto Andare in basso
ekiv



Messaggi : 412
Data d'iscrizione : 03.03.12

MessaggioOggetto: Re: Situazione di emergenza sanitaria: consigli   Mar Mag 06, 2014 7:52 pm

Tu Giovanna avresti chiamato l'ambulanza?
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8323
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Situazione di emergenza sanitaria: consigli   Mar Mag 06, 2014 8:34 pm

mi sembra che giovanna sia un po' perplessa circa il comportamento della mamma di quel ragazzo.

A proposito, il giorno dopo il ragazzo era a scuola e stava bene?
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
ekiv



Messaggi : 412
Data d'iscrizione : 03.03.12

MessaggioOggetto: Re: Situazione di emergenza sanitaria: consigli   Mar Mag 06, 2014 8:59 pm

Sì, l'ho visto oggi e sta bene. :-)

Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8323
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Situazione di emergenza sanitaria: consigli   Mar Mag 06, 2014 9:09 pm

ciò ti conferma di aver agito bene :-)

@giovanna, un altro pezzettino della mia vita:

otto anni fa passai mesi terribili sempre dentro e fuori dall'ospedale per una malformazione cardiaca in situazione critica per la cui diagnosi occorse quasi un anno.
Dopo l'intervento, risolutivo del problema, subentrarono attacchi di panico dovuti allo stress (così mi dissero) che dal punto di vista delle mie sensazioni erano in tutto e per tutto uguali agli attacchi di cuore precedenti.

Una, due, tre volte di corsa al pronto soccorso con ricoveri ed esami poi.... beh decisi che era il caso di finirla, qualche attacco l'ho avuto ancora ma mi interrogavo, provavo a mettermi tranquilla, mi dicevo che il cuore adesso non aveva proprio nulla e piano piano passava.

per questa mia esperienza mi sento di dirti che quella mamma non è stata superficiale: probabilmente conosce la situazione, ha parlato con il figlio e ha deciso
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
paniscus_2.0



Messaggi : 6161
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: Situazione di emergenza sanitaria: consigli   Mar Mag 06, 2014 9:50 pm

Io comunque non parlavo affatto di "attacchi di panico": parlavo di effettivi attacchi di asma, in un ragazzo che li ha sempre avuti per anni, e i cui genitori sono abituati a vederli, a gestirli, e a riconoscere al volo quelli seri da quelli lievi, anche senza vederli di persona, ma semplicemente da una descrizione altrui, o dall'aver sentito la voce del figlio stesso al telefono.

Per cui, a livello psicologico, capisco perfettamente SIA il ragazzo che avrebbe preferito non far sapere ai genitori di essersi sentito male (sia perché lo riconosce da solo come un tipo di attacco lieve che passa subito, avendone avuti tanti molto simili, sia perché ha paura di innescare nuovamente una dinamica di iperprotezione e di sorveglianza da cui sperava di essersi liberato)... SIA i genitori che non si angosciano più di tanto (perché effettivamente hanno familiarità con quel tipo di crisi e sanno anche loro che in quel caso non è una cosa grave).

Poi, per carità, l'insegnante che non sapeva NULLA della situazione pregressa ha fatto bene a chiamare la famiglia, ma ha fatto anche bene a fidarsi della famiglia (e del ragazzo stesso) e a chiuderla lì...

L.
Tornare in alto Andare in basso
giovanna onnis



Messaggi : 17792
Data d'iscrizione : 15.04.12

MessaggioOggetto: Re: Situazione di emergenza sanitaria: consigli   Mer Mag 07, 2014 3:24 pm

paniscus_2.0 ha scritto:


Poi, per carità, l'insegnante che non sapeva NULLA della situazione pregressa ha fatto bene a chiamare la famiglia, ma ha fatto anche bene a fidarsi della famiglia (e del ragazzo stesso) e a chiuderla lì...

L.
Puo essere che tu abbia ragione Paniscus, ma io non mi sarei fidata telefonicamente della famiglia e avrei preteso la loro presenza a scuola
Tornare in alto Andare in basso
ekiv



Messaggi : 412
Data d'iscrizione : 03.03.12

MessaggioOggetto: Re: Situazione di emergenza sanitaria: consigli   Mer Mag 07, 2014 3:30 pm

Nessuno dei due genitori poteva venire a scuola in quel momento (per motivi validi).
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8323
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Situazione di emergenza sanitaria: consigli   Mer Mag 07, 2014 3:38 pm

credo che una mamma medico anche se impedita a correre dal figlio per delicate questioni di lavoro se avesse sentito, parlando con il figlio, un rantolo preoccupante o avesse colto un sintomo particolare sarebbe stata in grado di organizzare il recupero del ragazzo magari mandando a scuola una ambulanza.

Il fatto che non si sia preoccupata, e soprattutto la presenza di ieri del ragazzo a scuola in buona salute conferma quanto detto.

Capisco che tu, giovanna, come docente, non ti saresti sentita sicura ma credo che avresti peggiorato la situazione di stress del ragazzo insistendo oltre. Una volta segnato sul registro che il ragazzo ha segnalato quei sintomi e che i genitori, subito interpellati, hanno deciso per il proseguimento normale della giornata, tu formalmente saresti stata comunque priva di responsabilità-
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
giovanna onnis



Messaggi : 17792
Data d'iscrizione : 15.04.12

MessaggioOggetto: Re: Situazione di emergenza sanitaria: consigli   Mer Mag 07, 2014 3:54 pm

Sarei esente da responsabilità semplicemente perchè una mamma medico dice telefonicamente al figlio di stare a scuola anche se non si sente molto bene??
Non credo Ire e per tutelare me, ma soprattutto il ragazzo che lamenta difficoltà respiratorie e una sorta di oppressione al petto, avrei sicuramente chiamato l'ambulanza.
Non sono medico e non mi assumo responsabilità che non mi competono e soprattutto non voglio che gli studenti possano rischiare conseguenze ben più gravi per un malessere considerato leggero e passeggero e quindi trascurato. Se ne sono sentite tante ultimamente, direi troppe e non mi piace dover ragionare col "senno di poi"!!
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8323
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Situazione di emergenza sanitaria: consigli   Mer Mag 07, 2014 4:10 pm

sarebbe tuo diritto, Giovanna.

Ritengo però che una situazione vada vista per decidere cosa fare, quindi può essere più che giusto quello che dici tu in una altra situazione. Ekiv e la mamma hanno valutato e deciso, e il tempo ha dimostrato che hanno valutato e visto bene.

Ritorno un attimo al mio problema sanitario che ti ho raccontato sopra:
nei momenti in cui decidevo che non era il caso di andare al ps valutavo sempre benissimo la situazione, ripercorrendo passo passo la storia e quello che gli accertamenti mi dicevano.
Non c'era nulla che non andasse.
Se solo avessi avuto il minimo dubbio, vista la gravità dei sintomi, ci sarei corsa eccome al ps, a costo di subire per l'ennesima volta ore e ore di patimenti.

La stessa cosa, sono certa, per questa mamma, (lo sai che per una mamma parlare di se stessa o del figlio è la stessa cosa, e che anzi con il figlio usa mille attenzioni in più) la mamma ha parlato e ha potuto valutare.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
 
Situazione di emergenza sanitaria: consigli
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 2Andare alla pagina : 1, 2  Seguente
 Argomenti simili
-
» Consigli TV satellitare
» vediamo di fare il punto della situazione
» consigli sul cellulare
» Vorrei comprare un kit ricostruzione! Consigli?
» Cercasi consigli per iniziare a usare lo smalto semipermanente!

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: