Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Classi in gita: accorpamento degli alunni

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : 1, 2  Seguente
AutoreMessaggio
Benny77



Messaggi : 320
Data d'iscrizione : 19.10.10

MessaggioOggetto: Classi in gita: accorpamento degli alunni   Mer Mag 07, 2014 4:21 pm

Ciao a tutti

vi espongo una situazione che definirei assurda raccontatami da un amico:
3 classi in viaggio di istruzione; per ogni classe partecipano meno della metà degli alunni. I rimanenti a scuola vengono suddivisi in maniera tale da formare un'unica classe di ben 24 alunni!

E' lecito tutto ciò?
Tra l'altro il mio amico mi ha anche detto che ha dovuto firmare ben 3 registri ..... e mi ripeto: è lecito tutto ciò? Se dovesse succedere a me, come dovrei comportarmi e soprattutto cosa dovrei firmare?

Ho letto ed anche visto la puntata di Forum in cui il giudice sosteneva che accorpare le classi in assenza di docenti è un illecito detto interruzione di pubblico servizio, ma nel caso in esame, dato che le classi sono tutte delle quarte, si configurano gli stessi estremi di illecito?

Come vi comportereste voi di fronte una situazione simile?
Tornare in alto Andare in basso
giovanna onnis



Messaggi : 17792
Data d'iscrizione : 15.04.12

MessaggioOggetto: Re: Classi in gita: accorpamento degli alunni   Mer Mag 07, 2014 4:29 pm

Possibile che tutti gli insegnanti in orario nelle singole classi fossero impegnati nel viaggio d'istruzione come accompagnatori??
3 classi con meno di metà alunni per ogni classe significa un totale di 3 docenti accompagnatori, quindi mi chiedo tutti gli altri insegnanti che dovevano fare lezione nelle tre classi dove sono finiti? Perchè è stato necessario l'accorpamento dei tre gruppi?
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8338
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Classi in gita: accorpamento degli alunni   Mer Mag 07, 2014 4:37 pm

Citazione :
Ho letto ed anche visto la puntata di Forum in cui il giudice sosteneva che accorpare le classi in assenza di docenti è un illecito detto interruzione di pubblico servizio, ma nel caso in esame, dato che le classi sono tutte delle quarte, si configurano gli stessi estremi di illecito?


cosa c'entra il fatto che siano delle quarte? dici perchè sono maggiorenni?

Il pubblico servizio è rivolto a tutti non solo ai minorenni
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
Benny77



Messaggi : 320
Data d'iscrizione : 19.10.10

MessaggioOggetto: Re: Classi in gita: accorpamento degli alunni   Mer Mag 07, 2014 5:24 pm

Giovanna sinceramente non so quanto docenti erano impegnati come accompagnatori quanti erano assenti e quanti presenti! Sta di fatto che è andata così!

@Ire: no, non dico quello. Essendo tutte quarte e svolgendo lo stesso programma ho pensato che non si configurasse l'illecito, tutto qui! Se metti una terza in una quarta quelli di terza non faranno didattica in quanto gli argomenti che si trattano esulano dalle loro conoscenze. Se metti insieme delle quarte tale problema di fato non esiste ....

Ripeto ..... per me tale situazione è assurda.
Ma ribadisco: voi come vi sareste comportati? che avreste fatto?
Tornare in alto Andare in basso
giovanna onnis



Messaggi : 17792
Data d'iscrizione : 15.04.12

MessaggioOggetto: Re: Classi in gita: accorpamento degli alunni   Mer Mag 07, 2014 5:28 pm

Io avrei preteso di lavorare solo con la mia classe o parte di essa, senza ospiti aggiunti e avrei sicuramente chiesto la motivazione della richiesta di accorpamento.....non mi va bene, per come sono fatta, sapere che "è andata così" senza conoscerne il motivo
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8338
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Classi in gita: accorpamento degli alunni   Mer Mag 07, 2014 5:34 pm

Citazione :
@Ire: no, non dico quello. Essendo tutte quarte e svolgendo lo stesso programma ho pensato che non si configurasse l'illecito, tutto qui! Se metti una terza in una quarta quelli di terza non faranno didattica in quanto gli argomenti che si trattano esulano dalle loro conoscenze. Se metti insieme delle quarte tale problema di fato non esiste ....

una bella pensata.............. ma sul filo del rasoio :-)



Mi ritiro, non so rispondere
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
paniscus_2.0



Messaggi : 6186
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: Classi in gita: accorpamento degli alunni   Mer Mag 07, 2014 10:02 pm

Ma soprattutto: che razza di valenza didattica ha una gita di istruzione in cui più della metà degli alunni non ci va?

La gita non è "dovuta" a priori, e deve essere programmata con espliciti obiettivi formativi per l'intera classe, sia dal punto di vista didattico che sociale e relazionale: se non si riesce a trovare alcuna proposta che soddisfi tali obiettivi, la gita non si programma affatto, e la discussione finisce lì (poi la singola persona che non può venire, può sempre esserci... ma se si tratta di più della metà, vuol dire che c'è stato un fraintendimento generale a monte, sull'utilità e sull'opportunità di quel viaggio).

Se, nel caso specifico, più della metà degli studenti e famiglie hanno ritenuto che la gita non li interessasse o che non potessero permettersela... a mio avviso, hanno gravemente sbagliato i consigli di classe, a inserire nella programmazione un'attività condivisa da così pochi.
Tornare in alto Andare in basso
Online
giovanna onnis



Messaggi : 17792
Data d'iscrizione : 15.04.12

MessaggioOggetto: Re: Classi in gita: accorpamento degli alunni   Gio Mag 08, 2014 4:16 pm

paniscus_2.0 ha scritto:
Ma soprattutto: che razza di valenza didattica ha una gita di istruzione in cui più della metà degli alunni non ci va?

La gita non è "dovuta" a priori, e deve essere programmata con espliciti obiettivi formativi per l'intera classe, sia dal punto di vista didattico che sociale e relazionale: se non si riesce a trovare alcuna proposta che soddisfi tali obiettivi, la gita non si programma affatto, e la discussione finisce lì (poi la singola persona che non può venire, può sempre esserci... ma se si tratta di più della metà, vuol dire che c'è stato un fraintendimento generale a monte, sull'utilità e sull'opportunità di quel viaggio).

Se, nel caso specifico, più della metà degli studenti e famiglie hanno ritenuto che la gita non li interessasse o che non potessero permettersela... a mio avviso, hanno gravemente sbagliato i consigli di classe, a inserire nella programmazione un'attività condivisa da così pochi.
Condivido pienamente!!
Tornare in alto Andare in basso
Benny77



Messaggi : 320
Data d'iscrizione : 19.10.10

MessaggioOggetto: Re: Classi in gita: accorpamento degli alunni   Ven Mag 09, 2014 1:47 pm

Tornando in topic, la gita è un'attività didattica e come tale fa parte della programmazione. Nella scuola in questione sostengono che l'accorpamento delle classi è lecito in quanto l'attività didattica programmata per quei giorni è proprio la gita e se qualcuno non va, proprio per tale motivo, deve essere sistemato in altre classi.

IMHO: no comment!!! Ho detto al mio amico di denunciare il tutto ma lui non si vuole esporre .... neanche qui sul forum!

OT: Per come la vedo io la gita dovrebbe essere costo zero (nella scuola dove lavoro alcuni ragazzi non vanno perché i genitori non hanno i soldi per pagar loro il viaggio di istruzione .... e la cosa mi ha fatto davvero incaxxare) e tutti dovrebbero partecipare (escluse cause di forza maggiore che nulla devono aver a che fare col reddito della famiglia).

Ma la Scuola preferisce spendere soldi per i tanto amati progetti ....
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6186
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: Classi in gita: accorpamento degli alunni   Ven Mag 09, 2014 3:52 pm

Benny77 ha scritto:
Tornando in topic, la gita è un'attività didattica e come tale fa parte della programmazione. Nella scuola  in questione sostengono che l'accorpamento delle classi è lecito in quanto l'attività didattica programmata per quei giorni è proprio la gita e se qualcuno non va, proprio per tale motivo,  deve  essere sistemato in altre classi.

Se veramente l'interpretazione rigorosa fosse quella, allora l'unica conclusione logica sarebbe che chi non va in gita deve starsene a casa. La gita non è una vacanza, è la normale attività didattica programmata per la classe in quel giorno, solo che l'attività didattica si svolge in un luogo diverso dal solito. Quindi chi non vuole o non può andarci si prende la responsabilità di fare un'assenza e se ne sta a casa, non vedo perchè debba avere diritto all' "attività alternativa".

Tanto, che cosa rischia di penalizzante, per essere stato a casa? Assolutamente nulla, basta che i genitori gli firmino la giustificazione ed è a posto! Certo, se si tratta di furbacchioni che di assenze ne hanno già fatte più di 40 e che si rendono conto solo a maggio di essere sull'orlo del limite di legge, le cose cambiano, ma in tal caso avrebbero dovuto pensarci prima...

E comunque, ripeto, se uno non partecipa alla gita, in linea di massima i casi sono due:

- o ci sarebbe andato volentieri ma non poteva permettersela,
- oppure ha scelto di non andarci perché non gli interessava.

Se non c'è andato per motivi economici, si dovrebbe sapere che sono esplicitamente previsti dei contributi della scuola per venire in aiuto di queste situazioni. Ma se i motivi economici non si limitano a singoli casi sporadici, ma riguardano mezza classe, allora ripeto la mia obiezione: come cavolo è venuto in mente, al consiglio di classe, di programmare un'attività che è al di fuori della portata della maggior parte degli studenti, e di farlo senza consultare prima i rappresentanti di classe, per accertarsi che la cosa fosse in linea di massima fattibile?

Se invece mezza classe ha semplicemente scelto di non andarci perché non era interessata... allora, appunto, perché mai dovrebbero avere diritto a un'attività alternativa a scuola? Che se ne stiano a casa e giustifichino regolarmente l'assenza, come sempre!

L.


Ultima modifica di paniscus_2.0 il Ven Mag 09, 2014 4:17 pm, modificato 2 volte
Tornare in alto Andare in basso
Online
laylac



Messaggi : 718
Data d'iscrizione : 26.08.10

MessaggioOggetto: Re: Classi in gita: accorpamento degli alunni   Ven Mag 09, 2014 4:04 pm

nel regolamento della mia scuola sui viaggi d'istruzione, e sulle uscite didattiche, è scritto chiaramente che il viaggio si svolge solo partecipa l'insieme della classe ed in ogni caso NON meno dei 2\3 degli alunni. credo che il viaggio d'istruzione con meno della metà della classe non sia proprio accettabile. Mi sorge solo il dubbio che invece si tratti di un viaggio diverso, non di classe, ma per un progetto dell'intera scuola (tipo Comenius) per il quale non partono gli alunni "per classe" ma un gruppo misto di alunni. Quelli che restano, però, dovrebbero rimanere divisi con le rispettive classi, non accorpati. Il problema si porrebbe solo nelle ore di assenza dei docenti accompagnatori.
Colgo l'occasione per chiedere consigli per una questione simile. Ecco i fatti: scuola elementare. Campo-scuola di classe. Alcuni alunni hanno difficoltà a partecipare per problemi economici. La Preside, interpellata, risponde che se non hanno soldi non vanno e il campo scuola "non è un'attività didattica" quindi se uno non può partecipare non è un problema. Cosa si fa ? Come si denuncia una "bestialità" del genere ?
Tornare in alto Andare in basso
giovanna onnis



Messaggi : 17792
Data d'iscrizione : 15.04.12

MessaggioOggetto: Re: Classi in gita: accorpamento degli alunni   Ven Mag 09, 2014 4:11 pm

Benny77 ha scritto:

OT: Per come la vedo io la gita dovrebbe essere  costo zero (nella scuola dove lavoro alcuni ragazzi non vanno perché i genitori non hanno i soldi per pagar loro il viaggio di istruzione .... e la cosa mi ha fatto davvero incaxxare) e tutti dovrebbero partecipare (escluse cause di forza maggiore che nulla devono aver a che fare col reddito della famiglia).

Ma la Scuola preferisce spendere soldi per i tanto amati progetti ....
Per come la vedo anche io Benny...sono totalmente d'accordo con te!!
Tornare in alto Andare in basso
Benny77



Messaggi : 320
Data d'iscrizione : 19.10.10

MessaggioOggetto: Re: Classi in gita: accorpamento degli alunni   Sab Mag 10, 2014 7:56 am

laylac ha scritto:
nel regolamento della mia scuola sui viaggi d'istruzione, e sulle uscite didattiche, è scritto chiaramente che il viaggio si svolge solo partecipa l'insieme della classe ed in ogni caso NON meno dei 2\3 degli alunni. credo che il viaggio d'istruzione con meno della metà della classe non sia proprio accettabile. Mi sorge solo il dubbio che invece si tratti di un viaggio diverso, non di classe, ma per un progetto dell'intera scuola (tipo Comenius) per il quale non partono gli alunni "per classe" ma un gruppo misto di alunni. Quelli che restano, però, dovrebbero rimanere divisi con le rispettive classi, non accorpati. Il problema si porrebbe solo nelle ore di assenza dei docenti accompagnatori.
Colgo l'occasione per chiedere consigli per una questione simile. Ecco i fatti: scuola elementare. Campo-scuola di classe. Alcuni alunni hanno difficoltà a partecipare per problemi economici. La Preside, interpellata, risponde che se non hanno soldi non vanno e il campo scuola "non è un'attività didattica" quindi se uno non può partecipare non è un problema. Cosa si fa ? Come si denuncia una "bestialità" del genere ?

Il recente regolamento sui viaggi d'istruzione da piena autonomia organizzativa per gli stessi, rimuovendo qualsiasi vincolo e trasformando questi ultimi in suggerimenti. Via il vincolo della metà più uno via il vincolo di un accompagnatore ogni 15 alunni: sono le scuole (come nel tuo caso) a decidere il tutto tramite opportuni regolamenti.

Per il campo scuola: su wikipedia ho trovato questa definizione: Il camposcuola è un'esperienza di carattere ludico e ricreativo, la cui durata è in media tra i due giorni e le due settimane: solitamente rivolto a bambini....

Prettamente parlando di didattica mi pare che, definendo così le cose, siamo un po' lontani ma ti chiedo: è stato inserito nel POF? Nello stesso link si parla di un'associazione, e precisamente Campiscuola Organizzazione come coloro che organizzano tali eventi a livello nazionale. Per come stanno le cose secondo me il DS ha purtroppo ragione. La si configura come un'attività al di fuori della scuola.

E' chiaro che se invece è stato organizzato come un'attività di classe o meglio di istituto, inserita nel POF allora le cose sono totalmente diverse.
Tornare in alto Andare in basso
Benny77



Messaggi : 320
Data d'iscrizione : 19.10.10

MessaggioOggetto: Re: Classi in gita: accorpamento degli alunni   Sab Mag 10, 2014 8:11 am

paniscus_2.0 ha scritto:


Se veramente l'interpretazione rigorosa fosse quella, allora l'unica conclusione logica sarebbe che chi non va in gita deve starsene a casa. La gita non è una vacanza, è la normale attività didattica programmata per la classe in quel giorno, solo che l'attività didattica si svolge in un luogo diverso dal solito. Quindi chi non vuole o non può andarci si prende la responsabilità di fare un'assenza e se ne sta a casa, non vedo perchè debba avere diritto all' "attività alternativa".  

Perchè la scuola è un diritto, perchè si ha diritto all'istruzione e perchè non tutta la scuola partecipa, perchè non è attività didattica OBBLIGATORIA ma assolutamente facoltativa. Ti faccio subito un esempio: l'insegnamento della religione: sai che è facoltativo e chi non la fa non sta a casa ma svolge attività didattica alternativa (che poi in alcuni casi significa andare in altre classi .... ma no comment)

paniscus_2.0 ha scritto:

Tanto, che cosa rischia di penalizzante, per essere stato a casa? Assolutamente nulla, basta che i genitori gli firmino la giustificazione ed è a posto! Certo, se si tratta di furbacchioni che di assenze ne hanno già fatte più di 40 e che si rendono conto solo a maggio di essere sull'orlo del limite di legge, le cose cambiano, ma in tal caso avrebbero dovuto pensarci prima...

Infatti .... rischiano comunque di non essere ammessi; ma qui non si parla di soggettività o altro, ma di un diritto (all'istruzione) che così viene meno, si parla se vuoi anche di danno erariale e ti spiego: io che dovevo essere 4 ore in quella classe che è in gita per meno della metà cosa dovrei fare? starmene a casa anche io??

paniscus_2.0 ha scritto:
E comunque, ripeto, se uno non partecipa alla gita, in linea di massima i casi sono due:

- o ci sarebbe andato volentieri ma non poteva permettersela,
- oppure ha scelto di non andarci perché non gli interessava.

Se non c'è andato per motivi economici, si dovrebbe sapere che sono esplicitamente previsti dei contributi della scuola per venire in aiuto di queste situazioni. Ma se i motivi economici non si limitano a singoli casi sporadici, ma riguardano mezza classe, allora ripeto la mia obiezione: come cavolo è venuto in mente, al consiglio di classe, di programmare un'attività che è al di fuori della portata della maggior parte degli studenti, e di farlo senza consultare prima i rappresentanti di classe, per accertarsi che la cosa fosse in linea di massima fattibile?

Se invece mezza classe ha semplicemente scelto di non andarci perché non era interessata... allora, appunto, perché mai dovrebbero avere diritto a un'attività alternativa a scuola? Che se ne stiano a casa e giustifichino regolarmente l'assenza, come sempre!

L.

ed io ti ripeto che è la gita l'attività alternativa alla normale didattica e non il viceversa ;).

Se uno non può o semplicemente non vuole andare, per come la vedo io, ha tutto il diritto/dovere di andare a scuola e ricevere la dovuta istruzione quotidiana. Tra l'altro nasce quasi un paradosso  e mi viene da sorridere: ci si lamenta delle classi pollaio ma quando, come in questo caso, si potrebbe lavorare con pochi alunni per potenziare o recuperare o anche andare avanti con la programmazione per riprenderla successivamente, nascono di questi problemi...

Scusami se forse sono stato diretto ma il fatto è che ciò che hai scritto coincide con le lamentele fatte da alcuni colleghi che "rimproverano" i ragazzi per essere venuti a scuola proponendo loro di starsene a casa .....
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6186
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: Classi in gita: accorpamento degli alunni   Sab Mag 10, 2014 3:03 pm

Benny77 ha scritto:
Scusami se forse sono stato diretto ma il fatto è che ciò che hai scritto coincide con le lamentele fatte da alcuni colleghi che "rimproverano" i ragazzi per essere venuti a scuola proponendo loro di starsene a casa .....

Abbi pazienza, ma questa è un'insinuazione meschina e anche parecchio offensiva.

Io non ho detto che gli insegnanti dovrebbero proporre sottobanco agli alunni di non venire a scuola: ho detto che, secondo me, dovrebbe proprio essere previsto dal regolamento della scuola che non ci vengano, punto e basta, perché la gita non è un diversivo turistico, ma è attività didattica. Se invece la scuola non lo prevede, non ho minimamente sostenuto che i singoli insegnanti dovrebbero suggerire informalmente di stare a casa per avere meno rogne, questo te lo sei inventato tu, e non COINCIDE affatto con la mia posizione.

L'orario di lavoro degli insegnanti non c'entra assolutamente niente, io non ho MAI detto che l'insegnante dovrebbe starsene a casa pure lui quando ha la classe in gita: viene a scuola a farsi il suo orario normale, e potrà essere utilizzato per sostituzioni, di cui c'è sempre bisogno (ad esempio, per sostituire i colleghi che sono appunto andati in gita, nelle loro normali ore che avrebbero avuto in altre classi)

Oltretutto, non è che questa interpretazione me la sia inventata io, ma di fatto ho lavorato a lungo in scuole in cui era previsto che si facesse così, proprio per le ragioni espresse sopra (ossia, che la gita non è un diversivo turistico ma è attività DIDATTICA prevista per la classe, quindi se non si può o non si vuole seguire l'attività didattica prevista per quel giorno per la classe, si sta assenti e basta, come si farebbe in un qualsiasi altro giorno normale), e mi sono stupita quando in seguito sono capitata in scuole in cui non si faceva.

E decidiamoci, per l'amore del cielo: o la gita è un'attività didattica programmata esplicitamente per tutta la classe (e allora, chi non ci vuole andare sta a casa), oppure la gita è solo una vacanza, e quindi non si dovrebbe proprio fare, perché la scuola NON E' un'agenzia di viaggi o una cooperativa di animatori.
Tornare in alto Andare in basso
Online
paniscus_2.0



Messaggi : 6186
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: Classi in gita: accorpamento degli alunni   Sab Mag 10, 2014 3:18 pm

E aggiungo di nuovo... ma santa pazienza, che picchio c'entra il paragone con l'ora di religione?

Io per esempio sono contrarissima all'esistenza stessa dell'ora di religione, e non ho alcun problema a dire chiaramente che preferirei che fosse abolita... ma non per questo, finché non è abolita, vado a fare pressioni personali sugli studenti perché smettano di seguirla, o perché facciano forca alle singole lezioni!

A parte il fatto che non è vero che "chi non segue religione deve seguire la materia alternativa": può benissimo scegliere di non fare nessuna delle due e di starsene a casa (o anche di andare al bar, in quell'ora, basta che i genitori abbiano firmato l'autorizzazione all'uscita da scuola), o di fare studio individuale a scuola, da solo, senza nessun insegnante e senza nessuna attività strutturata.

Ma comunque, l'insegnamento della religione non è un'iniziativa supplementare che ogni scuola può prendere o non prendere per conto suo, ma è una materia curricolare prevista dalle leggi dello stato, che tutte le scuole sono obbligate a offirire, mentre la gita no. Per i singoli studenti l'iscrizione a quel corso è facoltativa, ma la scuola ha l'obbligo di attivarlo sempre e di inserirlo nell'attività didattica ordinaria, non in quella "eccezionale" che è a discrezione della scuola.

E comunque, l'insegnamento di religione è un'attività normalmente inserita nell'orario, che si svolge regolarmente per tutto l'anno, non è un progetto occasionale in più che si inserisce una tantum scombinando provvisoriamente gli orari normali. E già questo dovrebbe fare un'enorme differenza. Al corso di religione bisogna decidere formalmente se iscriversi o non iscriversi, ma una volta iscritti ci si deve andare, e se non ci si va viene contata formalmente come assenza... non è che ad ogni singola lezione si sceglie liberamente se entrare o no. Invece la gita, SE è programmata, è rivolta a tutta la classe, e non solo a un gruppo già formalizzato.


Tornare in alto Andare in basso
Online
Benny77



Messaggi : 320
Data d'iscrizione : 19.10.10

MessaggioOggetto: Re: Classi in gita: accorpamento degli alunni   Sab Mag 10, 2014 10:17 pm

OT on

paniscus_2.0 ha scritto:
Abbi pazienza, ma questa è un'insinuazione meschina e anche parecchio offensiva.
Io non ho detto ...

infatti parlavo di alcune colleghe non di te, mi dispiace che tu l'abbia presa in personale, non era mia intenzione.

paniscus_2.0 ha scritto:
A parte il fatto che non è vero che "chi non segue religione deve seguire la materia alternativa"

dici? mi sa che ti sbagli, leggi qui

Vedi dove sta l'esempio con la religione: tu sostieni che chi non vuole fare religione può addirittura stare a casa ... io invece che deve stare a scuola e quest'ultima garantire attività didattica alternativa alla religione cattolica.

paniscus_2.0 ha scritto:
E decidiamoci, per l'amore del cielo: o la gita è un'attività didattica programmata esplicitamente per tutta la classe (e allora, chi non ci vuole andare sta a casa) oppure la gita è solo una vacanza, e quindi non si dovrebbe proprio fare, perché la scuola NON E' un'agenzia di viaggi o una cooperativa di animatori.

La gita è sia l'una che l'altra solo che chi non può andare ha tutto il diritto di andare a scuola. Se poi si assenta è un conto, ma la scuola ed i docenti non devono in alcun modo fomentare l'assenza in caso di non adesione al viaggio d'istruzione almeno su questo ultimo punto siamo (fin dall'inizio) d'accordo!

Comunque molti post (tra cui i miei) sono solo degli OT.

OT off

Potreste attenervi al tema e postare le vostre esperienze i vostri dubbi le vostre certezze e se li avete i riferimenti normativi?

Ve ne sarei molto grato.
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6186
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: Classi in gita: accorpamento degli alunni   Sab Mag 10, 2014 11:02 pm

Benny77 ha scritto:

paniscus_2.0 ha scritto:
A parte il fatto che non è vero che "chi non segue religione deve seguire la materia alternativa"

dici? mi sa che ti sbagli, leggi qui

Vedi dove sta l'esempio con la religione: tu sostieni che chi non vuole fare religione può addirittura stare a casa ... io invece che deve stare a scuola e quest'ultima garantire attività didattica alternativa alla religione cattolica.

No, non credo affatto di sbagliarmi, visto che seguo assiduamente questa problematica da anni, e non solo come insegnante ma anche come genitore e come cittadina in generale. E' vero che la scuola è tenuta a offrire l'attività alternativa (e che dovrebbe offrirla anche se fosse richiesta da una persona sola, NON PUO' imbastire la scusa che "non la si può attivatre perché le richieste sono poche", o altre amenità del genere), ma è anche vero che gli studenti (o relative famiglie) possono legittimamente decidere di non fare né l'una né l'altra e di fare proprio un'ora di lezione in meno, senza alcuna penalizzazione sul giudizio complessivo di profitto, sui crediti, o nient'altro. E' ovvio che la cosa deve essere dichiarata al momento dell'iscrizione e deve valere per tutto l'anno, non è che uno volta per volta sceglie lì per lì se entrare in classe o no.

Ma credevo che fosse assolutamente risaputo che ENTRAMBE sono facoltative. Quando si iscrive un alunno a scuola, tra i vari moduli che si devono firmare, ce n'è uno che viene dato a tutti e che serve a dichiarare se si vuole seguire religione o no; a quelli che dicono di no, ne viene dato un altro in più, in cui si è tenuti a dichiarare cosa si ha intenzione di fare al posto di religione, e le opzioni, almeno alle superiori, sono quattro:
- attività alternativa,
- studio individuale assistito,
- studio individuale libero,
- uscita dalla scuola.

Ovviamente alle elementari lo "studio individuale libero" non c'è, e l'uscita dalla scuola è autorizzata solo il genitore viene a prendersi il figlio, ma alle superiori sono sicurissima che il modulo sia così, e che sia così da molti anni.

E altrettanto ovviamente, alle superiori la stragrande maggioranza dei non iscritti a religione sceglie l'uscita dalla scuola, che non vale solo per quando la lezione incriminata è all'ultima ora e si può semplicemente andare via un'ora prima, ma vale anche per un'ora qualsiasi a metà mattinata, in cui si può tranquillamente andare fuori e rientrare, purché la famiglia abbia firmato quella scelta.

Adesso con l'iscrizione elettronica la forma può essere un po' cambiata, ma la scelta è quella, ne sono sicurissima da anni.

Nella maggior parte delle scuole superiori l'attività alternativa non c'è proprio (e questo è scorretto, perché la scuola dovrebbe offrirla), ma anche se ci fosse non la sceglierebbe quasi nessuno, dato che ovviamente preferiscono uscire, o al massimo avvantaggiarsi con i compiti...

Tornare in alto Andare in basso
Online
clamar79



Messaggi : 466
Data d'iscrizione : 03.09.11

MessaggioOggetto: Re: Classi in gita: accorpamento degli alunni   Dom Mag 11, 2014 1:01 am

davvero non ce la faccio a NON essere d'accordo con paniscus...semplicemente cristallino! i miei complienti e ringraziamenti per molte cose che mi erano oscure e su cui ho riflettuto (e convenuto).
Tornare in alto Andare in basso
fradacla
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 16469
Data d'iscrizione : 24.08.10

MessaggioOggetto: Re: Classi in gita: accorpamento degli alunni   Dom Mag 11, 2014 8:30 am

Benny77 ha scritto:
Ciao a tutti

vi espongo una situazione che definirei assurda raccontatami da un amico:
3 classi in viaggio di istruzione; per ogni classe partecipano meno della metà degli alunni. I rimanenti a scuola vengono suddivisi in maniera tale da formare un'unica classe di ben 24 alunni!

E' lecito tutto ciò?
Tra l'altro il mio amico mi ha anche detto che ha dovuto firmare ben 3 registri ..... e mi ripeto: è lecito tutto ciò? Se dovesse succedere a me, come dovrei comportarmi e soprattutto cosa dovrei firmare?

Ho letto ed anche visto la puntata di Forum in cui il giudice sosteneva che accorpare le classi in assenza di docenti è un illecito detto interruzione di pubblico servizio, ma nel caso in esame, dato che le classi sono tutte delle quarte, si configurano gli stessi estremi di illecito?

Come vi comportereste voi di fronte una situazione simile?

Non entro nel merito del viaggio organizzato con una partecipazione ridotta, perché non mi sembra sia l'argomento della tua domanda.
Non vedo dove sia l'illecito nell'accorpamento.
Quando le classi sono in viaggio, solitamente il DS (o un suo delegato) predispone un adattamento orario per tutto il periodo.
I docenti che restano a scuola devono prestare le stesse ore che avrebbero normalmente; gli alunni che non partecipano al viaggio hanno diritto allo stesso numero di ore di lezione.
Fermi restando questi due principi, le frazioni di classe che restano a scuola vengono accorpate, rispettando finché è possibile il principio delle classi parallele. L'insegnante che fa lezione al gruppo ovviamente firma sui registri di tutte le classi che gli sono affidate, annotando che c'è adattamento orario e registrando assenze e argomenti svolti.
L'accorpamento del caso che citi ha creato una classe di 24 alunni, che non mi sembra un numero fuori legge.

PS Se i numeri sono quelli, mediamente c'erano 8 alunni non partecipanti per ciascuna classe. Se i partecipanti erano meno della metà, vuol dire che ciascuna classe originaria è sotto i 15? Situazione piuttosto anomala di questi tempi...
Tornare in alto Andare in basso
giovanna onnis



Messaggi : 17792
Data d'iscrizione : 15.04.12

MessaggioOggetto: Re: Classi in gita: accorpamento degli alunni   Dom Mag 11, 2014 11:31 am

paniscus_2.0 ha scritto:


Ma credevo che fosse assolutamente risaputo che ENTRAMBE sono facoltative. Quando si iscrive un alunno a scuola, tra i vari moduli che si devono firmare, ce n'è uno che viene dato a tutti e che serve a dichiarare se si vuole seguire religione o no; a quelli che dicono di no, ne viene dato un altro in più, in cui si è tenuti a dichiarare cosa si ha intenzione di fare al posto di religione, e le opzioni, almeno alle superiori, sono quattro:
- attività alternativa,
- studio individuale assistito,
- studio individuale libero,
- uscita dalla scuola.
Hai ragione Paniscus, ma il fattio che sia quasi una consuetudine in moltissime scuole superiori, non significa che sia regolare!
Conosco anche io i moduli di cui parli, dove le opzioni sono quelle indicate da te, ma mi sono sempre chiesta se fosse regiolare e la nota citata da Benny è molto esplicita in proposito!
Del resto se il curriculum obbligatorio di una scuola è di 32 ore settimanali, tutti gli studenti devono farne 32, non 31 e l'ora di Religione DEVE essere sostituita con altra attività, sono le scuole ad agire in modo irregolare!
Tornare in alto Andare in basso
giovanna onnis



Messaggi : 17792
Data d'iscrizione : 15.04.12

MessaggioOggetto: Re: Classi in gita: accorpamento degli alunni   Dom Mag 11, 2014 11:35 am

fradacla ha scritto:

Quando le classi sono in viaggio, solitamente il DS (o un suo delegato) predispone un adattamento orario per tutto il periodo.
I docenti che restano a scuola devono prestare le stesse ore che avrebbero normalmente; gli alunni che non partecipano al viaggio hanno diritto allo stesso numero di ore di lezione.
Fermi restando questi due principi, le frazioni di classe che restano a scuola vengono accorpate, rispettando finché è possibile il principio delle classi parallele. L'insegnante che fa lezione al gruppo ovviamente firma sui registri di tutte le classi che gli sono affidate, annotando che c'è adattamento orario e registrando assenze e argomenti svolti.
Le due frasi mi sembrano contradditorie Fradacla perchè l'accorpamento non tutela il diritto degli studenti ad avere lo stesso nmero di ore di LEZIONE!
Tornare in alto Andare in basso
Benny77



Messaggi : 320
Data d'iscrizione : 19.10.10

MessaggioOggetto: Re: Classi in gita: accorpamento degli alunni   Dom Mag 11, 2014 2:24 pm

giovanna onnis ha scritto:
... tutti gli studenti devono farne 32, non 31 e l'ora di Religione DEVE essere sostituita con altra attività, sono le scuole ad agire in modo irregolare!

è quello che volevo dire ma rileggendo mi sono espresso davvero male! Grazie Giovanna per averlo evidenziato.


fradalca ha scritto:
PS Se i numeri sono quelli, mediamente c'erano 8 alunni non partecipanti per ciascuna classe. Se i partecipanti erano meno della metà, vuol dire che ciascuna classe originaria è sotto i 15? Situazione piuttosto anomala di questi tempi...

sono 3 quinte rispettivamente composte da 16 - 15 - 17 alunni; 3 indirizzi diversi, il che equivale a dire che alcune delle materie che una quinta fa (esempio la quinta A) non fanno parte di quelle che ne svolge invece un'altra. Da qui l'interruzione di pubblico servizio. Tale interrogativo, ossia se davvero trattasi di interruzione di pubblico servizio, è dovuta alla sentenza del tribunale di Forum inserita anche tra le news della bacheca di OS.it

Ho scritto "ben 24" non per il fatto che reputi illegale tale numero (che poi in effetti lo è pure in quanto le aulette sono appena di 40 mq .... cmq); mi appare strano avere in un'auletta così piccola tutta quella gente mai avuta prima!

Ah, Ot su OT: i ragazzi si son trasportati i banchi da un'aula all'altra .....
Tornare in alto Andare in basso
giovanna onnis



Messaggi : 17792
Data d'iscrizione : 15.04.12

MessaggioOggetto: Re: Classi in gita: accorpamento degli alunni   Dom Mag 11, 2014 3:44 pm

Benny77 ha scritto:
giovanna onnis ha scritto:
... tutti gli studenti devono farne 32, non 31 e l'ora di Religione DEVE essere sostituita con altra attività, sono le scuole ad agire in modo irregolare!

è quello che volevo dire ma rileggendo mi sono espresso davvero male! Grazie Giovanna per averlo evidenziato.

:-)
Tornare in alto Andare in basso
giovanna onnis



Messaggi : 17792
Data d'iscrizione : 15.04.12

MessaggioOggetto: Re: Classi in gita: accorpamento degli alunni   Dom Mag 11, 2014 3:47 pm

Benny77 ha scritto:

fradalca ha scritto:
PS Se i numeri sono quelli, mediamente c'erano 8 alunni non partecipanti per ciascuna classe. Se i partecipanti erano meno della metà, vuol dire che ciascuna classe originaria è sotto i 15? Situazione piuttosto anomala di questi tempi...

sono 3 quinte rispettivamente composte da 16 - 15 - 17 alunni; 3 indirizzi diversi, il che equivale a dire che alcune delle materie che una quinta fa (esempio la quinta A) non fanno parte di quelle che ne svolge invece un'altra. Da qui l'interruzione di pubblico servizio. Tale interrogativo, ossia se davvero trattasi di interruzione di pubblico servizio, è dovuta alla sentenza del tribunale di Forum inserita anche tra le news della bacheca di OS.it

Ho scritto "ben 24" non per il fatto che reputi illegale tale numero (che poi in effetti lo è pure in quanto le aulette sono appena di 40 mq .... cmq); mi appare strano avere in un'auletta così piccola tutta quella gente mai avuta prima!

Ah, Ot su OT: i ragazzi si son trasportati i banchi da un'aula all'altra .....
Banchi, sedie e come ben sabbiamo un grande casino e confusione prima di sistemarsi nell'aula dove sono costretti a seguire anche materie che non fanno parte del loro indirizzo.....altro che tutela dei loro diritto ad avere lo stesso numero di ore di lezione!!!
Tornare in alto Andare in basso
 
Classi in gita: accorpamento degli alunni
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 2Andare alla pagina : 1, 2  Seguente
 Argomenti simili
-
» Presentazione dei Professori e degli alunni.
» Qual è il giusto atteggiamento da tenere con gli alunni?
» Richiesta abilitazione - Problematiche degli Onicotecnici
» Il Dio degli Eserciti...
» il simbolo degli atei

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: