Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 BES - caso esemplare

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4  Seguente
AutoreMessaggio
metallogentile



Messaggi : 37
Data d'iscrizione : 16.10.13

MessaggioOggetto: BES - caso esemplare   Lun Mag 12, 2014 7:12 pm

Promemoria primo messaggio :

Ciao a tutti,

qualcuno può togliermi un dubbio? Uno studente che si rompe una gamba, o uno che fa un incidente, oppure uno che si prende un'infezione e quindi passa un periodo in cui è debilitato e fatica a studiare è da considerarsi (o può essere considerato) un caso di BES? E se in seguito alla malattia (anche se magari è in fase di guarigione) sviluppa ansia e fatica a studiare?

Alcuni colleghi sostengono che si potrebbe considerarlo BES, ma a me pare che la normativa consideri BES solo i DSA, i disturbi evolutivi specifici e gli svantaggi socioeconomici, linguistici e culturali.
Casi di malattie fisiche/psichiche temporanee come quelle che vi ho citato non mi sembrano rientrare tra questi..

Voi cosa ne pensate? Vi sono mai capitati casi del genere?
E in tali casi non basterebbe che il consiglio di classe deliberi una personalizzazione temporanea nella mole di lavoro e nelle valutazioni da dare allo studente (senza parlare di BES o PDP)?

A presto,


MG
Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
Birba77



Messaggi : 198
Data d'iscrizione : 13.02.14

MessaggioOggetto: Re: BES - caso esemplare   Gio Mag 15, 2014 7:35 pm

Il legittimo dubbio sorge anche quando ti arrivano queste diagnosi di dsa a ragazzini che dsa non ne hanno per niente. Io mi chiedo perché le Asl le rilascino così a cuor leggero, disorientandoci ancor di più. Noi magari ci attiviamo con certi strumenti che poi si rivelano di nessuna utilità. Ho sottratto tempo all'elaborazione di strategie utili non solo all'alunno in questione ma anche a tutti gli altri Mattia, Giulio, Paolo, Rosalba, stefania, Elisa, Ada ecc ecc. per non parlare di sukbir, che con le briciole che rimangono, sta facendo passi da gigante: niente carte, niente diagnosi (sballate; non dici che non ci sia una difficoltà, ma nel caso che ho io nn è sicuramente dsa), solo un evidente bisogno linguistico che il ragazzo sta recuperando. In certi momentimi viene di gettare la spugna con il ragazzino dsa, e spendere le mie energie con chi riconosce un problema e vuole risolverlo con me, non contro di me
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8340
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: BES - caso esemplare   Gio Mag 15, 2014 7:44 pm


ci sta quello che dite.

anche, se, purtroppo, Giovanna, vale il discorso che hai fatto in vece mia.

Se non altro tu mi leggi :-)

Personalmente potete pensare quello che volete, professionalmente non ne avete facoltà. Avete obblighi cui sottostare.

Purtroppo mi rendo conto della fatica che dovete fare se volete un minimo lavorare secondo richiesta , per questo dicevo, dico e dirò: parlate chiaro con le famiglie e fatevi aiutare
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
mac67



Messaggi : 4699
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioOggetto: Re: BES - caso esemplare   Gio Mag 15, 2014 9:17 pm

giovanna onnis ha scritto:
Ire ha scritto:

Giovanna, la famiglia non necessariamente è in grado di capire o non necessariamente sa che difficoltà scolastiche, risultati non corrispondenti all'impegno, rifiuti di affrontare compiti, disorganizzazione, lentezza........... sono segnali che vanno interpretati perchè possono essere sintomi.

La famiglia può non avere termini di paragone per rendersi conto che le performances del figlio non sono adeguate all'età e alla scolarità, la famiglia può pensare che sia così e basta quindi può trascurare anche di segnalare alla scuola.

Appunto era proprio questa la risposta che mi aspettavo da te e per questo motivi mi ero astenuta dal farti la domanda Ire!
E' mai possibile che trovi sempre una giustificazione per la famiglia, anche se in questo caso si tratta di famiglia che esibisce a scuola certificazione nel mese di maggio? Anche se non aveva gli strumenti per capire, si è comunque mossa per ottenere la certificazione e sicuramente non si è mossa 10 giorni fa, quindi la mia domanda è " Perchè non ha comunicato agli insegnanti il percorso che stava seguendo il figlio?" Questa informazione sarebbe stata sicuramente utile ai docenti, ma soprattutto al figlio! Perchè non lo ha fatto?? Quanto mi piacerebbe avere una tua risposta a questa precisa domanda!!

Giovanna, ma ancora non hai capito che noi docenti abbiamo solo obblighi e non dobbiamo porci domande? Perché ti ostini a non sopportare chi vuole farci fessi? Non è compito tuo, diamine! Perché rivendicare una professionalità? Siamo dei passacarte. I signori desiderano? Ai loro ordini!

E poi, perché ostinarsi a volere smascherare i falsi "disturbati"? Vuoi forse farci credere che i falsi DSA tolgono tempo e attenzione ai veri DSA?
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8340
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: BES - caso esemplare   Gio Mag 15, 2014 9:36 pm

giovanna ha scritto:
E' mai possibile che trovi sempre una giustificazione per la famiglia, anche se in questo caso si tratta di famiglia che esibisce a scuola certificazione nel mese di maggio? Anche se non aveva gli strumenti per capire, si è comunque mossa per ottenere la certificazione e sicuramente non si è mossa 10 giorni fa, quindi la mia domanda è " Perchè non ha comunicato agli insegnanti il percorso che stava seguendo il figlio?

è un discorso che non ci porta da nessuna parte giovanna.

ti potrei rispondere che non lo ha comunicato perchè voleva essere sicura?
ti potrei rispondere che non lo ha comunicato perchè non aveva fiducia nella scuola e perchè il rapporto era compromesso?
ti potrei rispondere che non lo ha comunicato perchè voleva arrivare e fregare tutti imponendo una promozione indebita per il figlio?

Non lo so se lo ha comunicato o meno. Quello che so è che le famiglie che si muovono in questo settore sono famiglie che si muovono, quando lo fanno da sole, per sentito dire, perchè a quel tale è successo questo e dicevano che non si impegnava e invece era dsa, si muovono da autodidatte informandosi prevalentemente sul web e qualche volta incappando dove non devono.

quello che so ancora è che la scuola non deve agire per sentito dire, la scuola deve sapere e deve saper indirizzare.

Tutto il resto sono risentimenti nati da una situazione pesante che minano la reciproca fiducia e fanno danni anche grossi. Se così non fosse direi che tutto il resto è bla bla.

per concludere, non per forza si è mossa molto prima di maggio.
esperienza mia personale di tre giorni fa.
Ho sbagliato a calcolare i tempi della rivalutazione che sarebbe stata necessaria a mio figlio per l'iscrizione all'uni: me ne sono resa conto il 26 aprile e sono per forza dovuta ricorrere al privato. Il 13 maggio ho avuto la mia rivalutazione eseguita con tutti i canoni, e ora in attesa di validazione asl ma ugualmente utilizzabile per l'iscrizione.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
paniscus_2.0



Messaggi : 6190
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: BES - caso esemplare   Gio Mag 15, 2014 9:56 pm

Ire ha scritto:
Personalmente potete pensare quello che volete, professionalmente non ne avete facoltà. Avete obblighi cui sottostare.

A giudicare da quanto ti fa gongolare dalla soddisfazione questo punto, e da quanto tu ti compiaccia di ribadirlo in continuazione... mi chiedo sinceramente per quale motivo tu continui a darci il contentino infarcendo i tuoi discorsi di espressioni cortesi come "purtroppo capisco le vostre ragioni" o simili.
Tornare in alto Andare in basso
mac67



Messaggi : 4699
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioOggetto: Re: BES - caso esemplare   Gio Mag 15, 2014 10:05 pm

Ire ha scritto:


Personalmente potete pensare quello che volete, professionalmente non ne avete facoltà. Avete obblighi cui sottostare.

Quanto disprezzo in una frase.
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8340
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: BES - caso esemplare   Ven Mag 16, 2014 8:32 am

Si è vero.
So che visto che te ne sei reso conto, Mac, d'ora in avanti cercherai di essere più obbiettivo e non di non farti trasportare dal gruppo.

Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
angie



Messaggi : 2469
Data d'iscrizione : 01.10.09

MessaggioOggetto: Re: BES - caso esemplare   Ven Mag 16, 2014 8:51 am

Mi fate la differenza tra Bes e Dsa?Ho dei dubbi riguarfo ad un alunno
Tornare in alto Andare in basso
Atene



Messaggi : 2436
Data d'iscrizione : 30.12.11

MessaggioOggetto: Re: BES - caso esemplare   Ven Mag 16, 2014 9:18 am

Nel caso del mio alunno, la certificazione arrivata ad aprile è una manna: visite iniziate alla fine della v elementare e durate un anno.... Per 3-4 incontri, mica 100! Tempi dell'ASL... :-(

Certo che i dubbi ce li siamo posti, individualmente e come cdc, ma... Ora sappiamo di cosa si tratta... Non sono un neuropsichiatra, credo sia legittimo ed inevitabile avere dubbi in certe situazioni, ma non sarei in grado di risolverli...
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8340
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: BES - caso esemplare   Ven Mag 16, 2014 1:58 pm

angie ha scritto:
Mi fate la differenza tra Bes e Dsa?Ho dei dubbi riguarfo ad un alunno

parlaci di questo alunno.

Quello che chiedi è impossibile, proviamo a partire dalla fine.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
giovanna onnis



Messaggi : 17792
Data d'iscrizione : 15.04.12

MessaggioOggetto: Re: BES - caso esemplare   Ven Mag 16, 2014 5:15 pm

Ire ha scritto:
Si è vero.
So che visto che te ne sei reso conto, Mac, d'ora in avanti cercherai di essere più obbiettivo e non di non farti trasportare  dal gruppo.

Mi intrometto un attimo Ire, poi se vorrà sarà Mac a risponderti, ma mi picerebbe, per una volta che tu non ti ergessi sempre giudice di tutti a prescindere. Ti dico questo con molta pacatezza, ma mi pare ingiusto e ingiustificato il tuo intervento nei confronti di Mac che, ovviamente, non conosco personalmente, ma dai diversi post scambiati nel forum, forse è uno dei colleghi che ha dimostrato sempre obiettività ed è stato sempre rispettoso nei confronti di tutti coloro con cui si è confrontato anche se in posizioni contrastanti e non mi pare che abbia mai fatto la "bandierina" andando nella direzione del vento e, come dici tu, facendosi "trasportare dal gruppo".
Spesso non ti rendi conto (non voglio pensare che lo fai sapendo di farlo), ma sei molto offensiva.......io se mi dicessero una cosa del genere mi inc....rei non poco!
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6190
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: BES - caso esemplare   Ven Mag 16, 2014 5:27 pm

giovanna onnis ha scritto:
Spesso non ti rendi conto (non voglio pensare che lo fai sapendo di farlo), ma sei molto offensiva

E perché pensi di no? Mi pare evidente che lo sappia benissimo e che lo faccia apposta... anzi lo ha ammesso chiaramente più volte, di venire qui apposta per provocare, e di compiacersi molto di questo ruolo.

Mi sembra che tutta questa gentilezza e questo "beneficio del dubbio" che alcuni di noi le concedono ancora, siano ormai del tutto fuori luogo, dopo ANNI di tentativi.
Tornare in alto Andare in basso
mac67



Messaggi : 4699
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioOggetto: Re: BES - caso esemplare   Ven Mag 16, 2014 5:30 pm

Ire ha scritto:
Si è vero.
So che visto che te ne sei reso conto, Mac, d'ora in avanti cercherai di essere più obbiettivo e non di non farti trasportare  dal gruppo.


Mi sa che non hai compreso il mio post, che citava solo (e quindi si riferiva solo a) la tua frase.

Per il resto, ho le mie posizioni, e ho già scritto più volte che sembri avere un problema irrisolto con la categoria docenti, che, nonostante gli apprezzamenti ufficiali, appare comparire qua e là nell'uso di termini e in certe posizioni di sufficienza.
Tornare in alto Andare in basso
giovanna onnis



Messaggi : 17792
Data d'iscrizione : 15.04.12

MessaggioOggetto: Re: BES - caso esemplare   Ven Mag 16, 2014 5:31 pm

Ire ha scritto:
giovanna ha scritto:
E' mai possibile che trovi sempre una giustificazione per la famiglia, anche se in questo caso si tratta di famiglia che esibisce a scuola certificazione nel mese di maggio? Anche se non aveva gli strumenti per capire, si è comunque mossa per ottenere la certificazione e sicuramente non si è mossa 10 giorni fa, quindi la mia domanda è " Perchè non ha comunicato agli insegnanti il percorso che stava seguendo il figlio?

1 - è un discorso che non ci porta da nessuna parte giovanna.

ti potrei rispondere che non lo ha comunicato perchè voleva essere sicura?
ti potrei rispondere che non lo ha comunicato perchè non aveva fiducia nella scuola e perchè il rapporto era compromesso?
ti potrei rispondere che non lo  ha comunicato perchè voleva arrivare e  fregare tutti imponendo una promozione indebita per il figlio?

2 - Non lo so se lo ha comunicato o  meno.
Quello che so è che le famiglie che si muovono in questo settore sono famiglie che si muovono, quando lo fanno da sole, per sentito dire, perchè a quel tale è successo questo e dicevano che non si impegnava e invece era dsa, si muovono da autodidatte informandosi prevalentemente sul web e qualche volta incappando dove non devono.

3 - quello che so ancora è che la scuola non deve  agire per sentito dire, la scuola deve sapere e deve saper indirizzare.

4 - per concludere, non per forza  si è mossa molto prima di maggio.
esperienza mia personale di tre giorni fa.
Ho sbagliato a calcolare i tempi della rivalutazione che sarebbe stata necessaria a mio figlio per l'iscrizione all'uni: me ne sono  resa conto il 26 aprile e sono per forza dovuta ricorrere al privato. Il 13 maggio ho avuto la mia rivalutazione eseguita con tutti i canoni, e ora in attesa di validazione asl ma ugualmente utilizzabile per l'iscrizione.
1 - Perchè non ci porta da nessuna parte??
Le risposte potrebbero essere tante, ma quella più plausibile è una sola, ma tu non lo ammetterai mai!!!

2 - Cosa vuol dire che non lo sai se Dragonfly lo ha detto chiaramente che il ceritficato presentato a maggio è stato una sorpresa per gli insegnanti, quindi è un dato di fatto che la famiglia non ha comunicato niente prima e il mio "Perchè" era legato proprio a questo! Perchè sei sempre dubbiosa, anche se Dragonfly è stata chiarissima?

3 - Infatti, Ire, la scuola non deve agire per "sentito dire", ma spesso sei tu a sostenere il contrario, dicendoci che dobbiamo prendere per buoni certificati non a norma

4 - La tua esperienza, però, è diversa in quanto tuo figlio ha da tempo certificazione di DSA, mentre l'alunno di Dragonfly ha effettuato ora tutto il percorso diagnostico per l'accertamento e certificaziione di DSA, cosa che, tu sai meglio di me, richiede molto tempo, non una settimana o 10 giorni!
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8340
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: BES - caso esemplare   Ven Mag 16, 2014 5:38 pm

giovanna ha scritto:
Spesso non ti rendi conto (non voglio pensare che lo fai sapendo di farlo), ma sei molto offensiva.......io se mi dicessero una cosa del genere mi inc....rei non poco!

Cosa vuoi che ti dica, Giovanna, magari ti chiedo di provare a leggere quello che è stato scritto a me.
Anche io mi inca@@o non poco davanti a certi interventi.

Parlando con te avevo espresso un dato di fatto.

E' stato preso come una mia precisa volontà di disprezzare la "categoria degli insegnanti"

E mi sono girate le scatole perchè mi si da della demente facendo così:

non conosco nessuna "categoria", io conosco solo la prof tale, il prof talaltro la prof tizia e il prof caio
se disprezzo qualcuno disprezzo un nomecognome per un qualche motivo ben preciso, non una categoria. Sarei scema.


"quanto disprezzo in una frase"

ma dove?

ma per favore!
se scotta non aver facoltà di legge di non essere inseriti nel gruppo di esperti che ha voce in capitolo nella certificazione che ci si attivi, questa volta sì a livello di categoria, per far valere la propria posizione e far modificare le disposizioni.

Io non c'entro nulla.

quindi ho risposto, questa volta sì, volontariamente restituendo un po' di quello che mi era stato lanciato.


Comunque ti ringrazio, il tuo intervento è stato davvero delicato
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
Ire



Messaggi : 8340
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: BES - caso esemplare   Ven Mag 16, 2014 5:47 pm

giovanna ha scritto:
3 - Infatti, Ire, la scuola non deve agire per "sentito dire", ma spesso sei tu a sostenere il contrario, dicendoci che dobbiamo prendere per buoni certificati non a norma

4 - La tua esperienza, però, è diversa in quanto tuo figlio ha da tempo certificazione di DSA, mentre l'alunno di Dragonfly ha effettuato ora tutto il percorso diagnostico per l'accertamento e certificaziione di DSA, cosa che, tu sai meglio di me, richiede molto tempo,


torno tra un po' e rispondo anche al resto ma queste te le rimando subito:

3) Ma quando, ma dove, ho mai detto che dovete prendere per buoni anche certificati non a norma?

continuo a dire che mi sembra di sognare.


4) sono tre incontri, quattro quelli che si fanno per una valutazione ex novo Giovanna. Non la riesci a fare in dieci giorni, ma in un mese sì.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
Ire



Messaggi : 8340
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: BES - caso esemplare   Ven Mag 16, 2014 9:41 pm

giovanna ha scritto:
1 - Perchè non ci porta da nessuna parte??
Le risposte potrebbero essere tante, ma quella più plausibile è una sola, ma tu non lo ammetterai mai!!!

Penso di non capire di cosa tu stia parlando visto che la terza ipotesi tra quelle che ho elaborato io dice proprio quello che vorresti sentirmi dire tu.
e' anche quella una delle possibilità.

Per questo dico che non ci porta a nulla il discorso. O viene qui la famiglia a dircelo o noi possiamo pensare quello che vogliamo io una, tu due, e magari quella giusta è la tre.

Citazione :
2 - Cosa vuol dire che non lo sai se Dragonfly lo ha detto chiaramente che il ceritficato presentato a maggio è stato una sorpresa per gli insegnanti, quindi è un dato di fatto che la famiglia non ha comunicato niente prima e il mio "Perchè" era legato proprio a questo! Perchè sei sempre dubbiosa, anche se Dragonfly è stata chiarissima?

ci credi che non ho trovato il punto in cui Dragonfly è chiarissima su questo aspetto? Me lo indichi per favore, avrei un quadro più completo e mi farei una idea più precisa se lo trovassi

Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
Stefania.n



Messaggi : 174
Data d'iscrizione : 21.08.12

MessaggioOggetto: Re: BES - caso esemplare   Ven Mag 16, 2014 10:54 pm

angie ha scritto:
Mi fate la differenza tra Bes e Dsa?Ho dei dubbi riguarfo ad un alunno

Per la normativa i BES sono tutti gli alunni con bisogni educativi speciali, quindi compresi anche dsa e H.
Di solito quando ne parliamo tra insegnanti intendiamo BES quelli che hanno bisogno di un intervento personalizzato per svariati motivi (disagio psico-socio-culturale di varia natura) e non sono dsa e H (per i quali ci sono leggi ad hoc e quindi non c'è dubbio sul da farsi).

Per tutti i BES che non siano dsa o H il CdC deve valutare l'opportunità di adottare un piano didattico personalizzato per il bene dell'alunno. Il pdp ha validità per l'a.s. in corso e deve salvaguardare il raggiungimento degli obiettivi minimi. Gli strumenti compensativi e le misure dispensative che inserisci nel pdp possono essere le più sviariate, non necessariamente quelle previste per i dsa.

Sono stata un po' sommaria, spero di esserti stata utile. Ti metto il link ad un interessantissimo articolo che per me è stato illuminante (ma tieni presente che non tutti la pensano come Fogarolo, autore dell'articolo).

http://www.superando.it/2013/10/23/i-bes-non-si-certificano/
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8340
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: BES - caso esemplare   Sab Mag 17, 2014 7:53 am

Ottima sintesi, Stefania, questa però nn è la differenza tra BES e DSA, questa è la differenza tra cosa si deve fare per un bes e cosa per un dsa.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
Stefania.n



Messaggi : 174
Data d'iscrizione : 21.08.12

MessaggioOggetto: Re: BES - caso esemplare   Sab Mag 17, 2014 9:35 am

Infatti il Bes non lo puoi definire: il CdC può rilevare in un alunno la necessita' di stendere un piano personalizzato, valutati i pro e contro ritenere che sono maggiori gli elementi positivi e in questo senso quell'alunno è un Bes. Le strategie e le facilitazioni che il CdC mette in atto possono essere le più svariate: sta alla competenza e alla libertà degli insegnanti sceglierle.
cmq deve essere chiaro che non scegli prima chi è Bes e chi no, ma a chi può essere utile un pdp.
P.S. Continuo ad usare impropriamente la sigla Bes escludendo dsa e H, anche se non sarebbe corretto, ma credo che ci capiamo.
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8340
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: BES - caso esemplare   Sab Mag 17, 2014 10:21 am

Assolutamente d'accordo con te :-)


E' per questo motivo che avevo detto ad Angie che una risposta alla sua domanda può venire (forse) solo se capiamo qual'è il dubbio e quali sono i problemi di quel ragazzo cui sta pensando.

In quanto ai bes, direi che ci capiamo.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
russele



Messaggi : 495
Data d'iscrizione : 06.03.12

MessaggioOggetto: Re: BES - caso esemplare   Sab Mag 17, 2014 3:45 pm

Ecco qui ciò che pensavo e che alla fine si sta per realizzare.
Il battibecco (costruttivo, percarità) tra Ire e docenti, sarà ciò a cui assisteremo nel giro di poco tempo, sempre che non sia già accaduto.
Lo stato ha normato, ha tagliato i fondi ed, oplà, eccoci qui a discutere su chi deve fare che cosa e su chi è resposabile di che. La risposta è ovvia, direi quasi retorica.
Puoi cercare di chiarire quanto vuoi Ire, ma alla fine ti dico che di famiglie come te, ce ne è una su mille. Non esagero. Ma tu lo sai quante di loro non viene mai ai colloqui? E non ha mai ritirato una pagella? E non si è mai presentato alle convocazioni? Ha addirittura respinto le raccomandate inviate dalla scuola? Con chi parlo io docente? A chi comunico le problematiche del ragazzino?
E questo riguarda tutti gli alunni. Pensa poi quando c'è un problema!!!
Ti dico questa. Ho un ragazzino su carrozzina che viene a scuola con il pulmino del comune. Questo, ogni santo giorno, arriva alle 10. Morale, ogni giorno il ragazzo perde due ore. E' un alunno con BES e questo ritardo non ha fatto altro che peggiorare la situazione di quelle materie in cui ci sono meno ore e sono ad inizio giornata. Avvertito il municipio: o così o pomì, ci sono tanti ragazzi nel giro del bus e Roma è trafficata, Avvertita la famiglia:" beh cambiate orario e mettete sempre italiano e matematica le prime due ore". Ecco, tutti se ne sono lavati le mani e la scuola cerca di aggiustare le mancanze affiancandolo, per quel che si può, a docenti che hanno un pò di cuore (perchè di volontariato si parla).
Chi viene dal Lazio sa la fantastica news di aprile. La Regione Lazio ha emanato una circolare tale per cui già dall' A.S. 2015/2016 toglierà il sostegno a una marea di ragazzi e rimarranno coperti solo gli handicap mentali e psicoficici gravi. Il GLI di ieri ha già evidenziato che nel nostro istituto rimarranno "solo" 6 bambini che avranno diritto al sostegno. Per il prossimo A.S., grazie ai tagli, ci sarà un organico con rapporto uno ogni 3 alunni e mezzo.
L'INPS diventerà l'unico ente a cui spetterà dare l'OK sulla decisione presa dalla ASl di residenza (solo lei) di assegnare il sostegno. Quindi se l'ASl di residenza è in altra regione andremo a fare i GLHO a Canicattì o Bolzano!!!
Ecco qui. Un bel calderone di alunni ex H, DSA, BES tutti sulle spalle del docente. Famiglia assente.
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8340
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: BES - caso esemplare   Sab Mag 17, 2014 4:43 pm

Cosa ti devo dire, Russele?
Lo so.

Quello che faccio io per i miei figli bes non è niente di più di quanto si deve fare.
Frequento un ambiente dove ne incontro molte di famiglie, spesso molto arrabbiate con la scuola, spesso che dicono: "ma che, lo devo fare io?, sono loro gli insegnanti loro devono insegnare mio figlio è così me lo devono prendere accudire e ringraziarmi anche perchè mio figlio è una ricchezza se lo sanno pendere è un einstein..........." non scherzo, ne sento di discorsi del genere!

Scavando un po' a fondo in queste affermazioni si trova incapacità educativa profonda (non mancanza di volontà, proprio incapacità) si trova stanchezza, si trova ignoranza vestita di arroganza, si trova disorientamento.
Piano piano a qualcuno si riesce a spiegare che non sta così la faccenda, che come minimo la responsabilità della ricerca del successo formativo è condivisa e condivisione significa partecipazione attiva al processo. Significa mettersi in gioco, tutti.

Con qualcuno le cose migliorano, qualcuno comincia a muoversi ad informarsi e a formarsi, ad approcciare le situazioni scolastiche problematiche in modo costruttivo. qualcosa si fa.
Ma è dura, durissima.

Le associazioni dei genitori stanno in bilico e spesso non sanno come muoversi perchè si trovano nella posizione di conoscere bene i problemi delle due parti e di sapere che senza collaborazione non si fa nulla, sono troppe le criticità, alcune delle quali sono state elencate da te.

Poi ci sono i cretini, da entrambe le parti. Quando nello stesso caso si incontrano cretini genitori e cretini docenti.......... alleluja povero ragazzo.

Quando si incontrano cretini genitori e docenti che fanno quello che possono il ragazzo qualche speranza ce l'ha

quando si incontrano cretini docenti e genitori che fanno quello che possono il ragazzo ha diverse speranze.


E dall'alto gongolano (voglio pensare io) ma qualche volta viene anche il dubbio che dall'alto siano completamente ignari persi nei loro sogni di gloria.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
giovanna onnis



Messaggi : 17792
Data d'iscrizione : 15.04.12

MessaggioOggetto: Re: BES - caso esemplare   Sab Mag 17, 2014 5:16 pm

Ire ha scritto:


Poi  ci sono i cretini, da entrambe le parti. Quando nello stesso caso si incontrano cretini genitori e cretini docenti.......... alleluja povero ragazzo.

Quando si incontrano  cretini  genitori e docenti che fanno quello che possono il ragazzo qualche speranza ce l'ha

quando  si incontrano cretini docenti e genitori che fanno quello che possono il ragazzo ha diverse speranze.

Quindi il ragazzo ha più speranze se sono cretini i genitori o se sono cretini i docenti??
...mi sembra che propendi per un maggior vantaggio o speranza per il ragazzo se ad essere cretini sono i docenti!!! Perchè??
(qualche= alcuni; non molti)
(diverse= numerose ; parecchie; svariate)
Tornare in alto Andare in basso
russele



Messaggi : 495
Data d'iscrizione : 06.03.12

MessaggioOggetto: Re: BES - caso esemplare   Sab Mag 17, 2014 5:36 pm

:-)) E qui è cercare il pelo nell'uovo.... perchè si potrebbe leggere speranze dalle caratteristiche diverse dal caso sopra.
Comunque hai ragione ed è così perchè se è il docente ad essere cretino, tu genitore gli puoi fare ricorso e magari vincerlo, se è il genitore ad esserlo tu docente devi tenertelo!!!
Tornare in alto Andare in basso
 
BES - caso esemplare
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 3 di 4Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4  Seguente
 Argomenti simili
-
» Il caso Cesare Battisti
» Il caso e la necessità - Jacques Monod
» Il caso non esiste.
» Charles Darwin: l'evoluzione è davvero frutto del caso?
» Caso Englaro: è scomunica!

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: