Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 quando il genitore fa ricorso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3  Seguente
AutoreMessaggio
cricri81



Messaggi : 248
Data d'iscrizione : 08.10.11

MessaggioOggetto: quando il genitore fa ricorso   Sab Mag 24, 2014 1:59 pm

Promemoria primo messaggio :

La mamma di un ragazzo problematico ha detto che farà ricorso per i voti che daremo al figlio. Ha molto il sapore di una provocazione, perché la signora non sa che voti daremo dal momento che neanchenoi lo sappiamo perché abbiamo verifiche in corso. Se dovesse veramente fare ricorso, contro chi sarebbe questo ricorso? Contro la scuola o i singoli docenti? Il docente dovrà procurarsi un legale o provvederà la scuola. Data la situazione molto delicata cerchiamo di avere tutte le carte a posto registrando in modo puntiglioso tutto per fare in modo che dal punto di vista della forma sia tutto perfetto
Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
M19



Messaggi : 1
Data d'iscrizione : 25.05.14

MessaggioOggetto: Re: quando il genitore fa ricorso   Dom Mag 25, 2014 6:21 pm

credo che questi comportamenti intimidatori delle famiglie mostrino l'idea di una scuola in cui il docente non gode più di autorevolezza e di rispetto, ma venga ormai da decenni denigrato e "gestito" a proprio piacimento!
Un solo consiglio preventivo: registrate qualsiasi prova di verifica (che comunque rimane agli atti) e qualsiasi osservazione sistematica nei vostri registri o segnalazioni scritte al Dirigente Scolastico...e poi la valutazione è fatta sulla base dei risultati concreti (voti), dei progressi o regressi dell'alunno e degli indicatori di valutazione per le singole discipline, quindi se avete documentazione chiara non potrà succedervi nulla (anche in caso di ricorso della famiglia).
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8337
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: quando il genitore fa ricorso   Dom Mag 25, 2014 6:44 pm

giobbe ha scritto:
E meno male che ho messo "divertito" tra le virgole. Ma ognuno intende le cose a modo proprio ;-)

e meno male che io c'ho messo l'emoticon ridanciana, ci ho messo!!! :-DDDDDD


Scherzavo, giobbe!!

maremma come sei stato pesante!
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
giobbe



Messaggi : 3575
Data d'iscrizione : 25.08.11

MessaggioOggetto: Re: quando il genitore fa ricorso   Dom Mag 25, 2014 7:52 pm

Ire ha scritto:
giobbe ha scritto:
E meno male che ho messo "divertito" tra le virgole. Ma ognuno intende le cose a modo proprio ;-)

e meno male che io c'ho messo l'emoticon ridanciana, ci ho messo!!! :-DDDDDD


Scherzavo, giobbe!!

maremma come sei stato pesante!
Un pò di pesantezza, ogni tanto, non guasta.
Quel maremma mi fa pensare che sei toscana. Se lo sei fammelo sapere perché ti dirò anche come si comportano certi insegnanti toscani.......
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8337
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: quando il genitore fa ricorso   Dom Mag 25, 2014 8:28 pm

sono stata toscana per trent'anni.

Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
Lenar



Messaggi : 1177
Data d'iscrizione : 15.07.12

MessaggioOggetto: Re: quando il genitore fa ricorso   Dom Mag 25, 2014 11:06 pm

cricri81 ha scritto:
La mamma di un ragazzo problematico ha detto che farà ricorso per i voti che daremo al figlio. Ha molto il sapore di una provocazione,  perché la signora non sa che voti daremo dal momento che neanchenoi lo sappiamo perché abbiamo verifiche in corso.  Se dovesse veramente fare ricorso,  contro chi sarebbe questo ricorso? Contro la scuola o i singoli docenti?  Il docente dovrà procurarsi un legale o provvederà la scuola. Data la situazione molto delicata cerchiamo di avere tutte le carte a posto registrando in modo puntiglioso tutto per fare in modo che dal punto di vista della forma sia tutto perfetto

Non vorrei sbagliarmi ma credo che non sia possibile fare ricorso contro i singoli voti assegnati. Il ricorso è "procedibile" solo il caso di bocciatura. Se il pargolo viene promosso non si può fare ricorso perché gli sono stati affibbiati dei voti troppo bassi... Io cmq, fossi in voi, curerei al massimo "le carte" in sede di scrutinio. Infatti, in caso di ricorso, sono proprio solo i verbali degli scrutini che vengono impugnati. Inutile invece, IMHO, affannarsi a fare verifiche scritte complessive di fine anno... Non verrebbero comunque prese in esame dal TAR che, per legge, può deliberare solo sugli aspetti formali del procedimento amministrativo dello scrutinio, non sulle singole valutazioni dei singoli docenti (la libertà di insegnamento e, conseguentemente, la libertà di appioppare i voti che si ritengono maggiormente coerenti, è costituzionalmente garantita).


Lenar
Tornare in alto Andare in basso
settembrina



Messaggi : 491
Data d'iscrizione : 04.10.09

MessaggioOggetto: Re: quando il genitore fa ricorso   Mar Mag 27, 2014 5:12 pm

Lenar ha scritto:
cricri81 ha scritto:
La mamma di un ragazzo problematico ha detto che farà ricorso per i voti che daremo al figlio. Ha molto il sapore di una provocazione,  perché la signora non sa che voti daremo dal momento che neanchenoi lo sappiamo perché abbiamo verifiche in corso.  Se dovesse veramente fare ricorso,  contro chi sarebbe questo ricorso? Contro la scuola o i singoli docenti?  Il docente dovrà procurarsi un legale o provvederà la scuola. Data la situazione molto delicata cerchiamo di avere tutte le carte a posto registrando in modo puntiglioso tutto per fare in modo che dal punto di vista della forma sia tutto perfetto

Non vorrei sbagliarmi ma credo che non sia possibile fare ricorso contro i singoli voti assegnati. Il ricorso è "procedibile" solo il caso di bocciatura. Se il pargolo viene promosso non si può fare ricorso perché gli sono stati affibbiati dei voti troppo bassi... Io cmq, fossi in voi, curerei al massimo "le carte" in sede di scrutinio. Infatti, in caso di ricorso, sono proprio solo i verbali degli scrutini che vengono impugnati. Inutile invece, IMHO, affannarsi a fare verifiche scritte complessive di fine anno... Non verrebbero comunque prese in esame dal TAR che, per legge, può deliberare solo sugli aspetti formali del procedimento amministrativo dello scrutinio, non sulle singole valutazioni dei singoli docenti (la libertà di insegnamento e, conseguentemente, la libertà di appioppare i voti che si ritengono maggiormente coerenti, è costituzionalmente garantita).

Grazie per questa precisazione, quindi solo i verbali del consiglio di classe sono oggetto di contestazione? Io pensavo anche le verifiche ed i registri personali da cui si deducono i voto degli scritti, degli orali e le note o annotazioni...


Lenar
Tornare in alto Andare in basso
settembrina



Messaggi : 491
Data d'iscrizione : 04.10.09

MessaggioOggetto: Re: quando il genitore fa ricorso   Mar Mag 27, 2014 5:13 pm

Grazie per questa precisazione, quindi solo i verbali del consiglio di classe sono oggetto di contestazione? Io pensavo anche le verifiche ed i registri personali da cui si deducono i voto degli scritti, degli orali e le note o annotazioni...

Scusatemi, avevo scritto all'interno del post di Lenar...
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8337
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: quando il genitore fa ricorso   Mar Mag 27, 2014 5:28 pm

Citazione :
Non vorrei sbagliarmi ma credo che non sia possibile fare ricorso contro i singoli voti assegnati. Il ricorso è "procedibile" solo il caso di bocciatura. Se il pargolo viene promosso non si può fare ricorso perché gli sono stati affibbiati dei voti troppo bassi..
.

Dipende dalla motivazione dei voti bassi. Se non corrispondono alle griglie dichiarate (perdonatemi la grossolanità del termine) o sono assegnati su verifiche per le quali non siano state rispettate le previsioni di pdp si può anche fare ricorso per i singoli voti.

Si può fare ricorso nei confronti di tutto ciò che sostanzialmente o formalmente viola la norma.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
paniscus_2.0



Messaggi : 6182
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: quando il genitore fa ricorso   Mar Mag 27, 2014 5:30 pm

Scusate, forse non sono aggiornata e non so se sia cambiato qualcosa nella normativa recente, ma a me non risulta che sia vero che "si possa fare ricorso SOLO contro la bocciatura". Almeno, io sono al corrente di casi certi (risalenti a qualche anno fa, quindi appunto non so se la normativa sia cambiata, ma non credo) in cui qualche famiglia ha fatto ricorso solo per i voti, nonostante il figlio fosse stato comunque promosso.

Siccome per legge NON è previsto che si possa fare ricorso "contro il verdetto finale", ma è previsto che si possa fare ricorso contro qualsiasi presunta irregolarità di forma, allora non ci trovo niente di strano nell'eventualità che si possa anche fare ricorso per i voti, anche se uno è già promosso.

Che cosa penso personalmente di una famiglia che si attacca a una cosa del genere, è inutile che lo dica, ma di per sé il ricorso è legittimo.

Poi, non è scontato che sarà accolto... ma chi (sapendo bene che con ogni probabilità lo perderà) ha voglia di spendere un botto di soldi in avvocati e di sprecare tempo prezioso che potrebbe essere impiegato molto meglio dedicandosi alla propria vita privata e alla serenità della propria famiglia, certo che può provare a farlo lo stesso!

L.
Tornare in alto Andare in basso
giobbe



Messaggi : 3575
Data d'iscrizione : 25.08.11

MessaggioOggetto: Re: quando il genitore fa ricorso   Mar Mag 27, 2014 6:53 pm

settembrina ha scritto:
Grazie per questa precisazione, quindi solo i verbali del consiglio di classe sono oggetto di contestazione? Io pensavo anche le verifiche ed i registri personali da cui si deducono i voto degli scritti, degli orali e le note o annotazioni...

Scusatemi, avevo scritto all'interno del post di Lenar...
Paniscus ha ragione.
Quello che non riesco a capire è la tua paura di essere oggetto di un eventuale controllo a seguito di ricorso.
Il ricorso può essere fatto contro un comportamento collettivo come contro un comportamento individuale.
Innanzitutto ci devi chiarire una cosa fondamentale: la madre mette in discussione i voti in generale o i tuoi voti?
Perché, come sai, il voto finale è frutto di un percorso monitorato continuamente in itinere. Se un alunno ha preso sempre 7 e 8 in tutte le prove documentate e alla fine gli metti 6......
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8337
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: quando il genitore fa ricorso   Mar Mag 27, 2014 6:58 pm

al tar non ci si rivolge per far ricorso contro comportamenti, per quello c'è il tribunale ordinario, al tar si fa ricorso contro gli atti della pa.

Il resto che hai detto, giobbe, è condivisibile


Scusami, sai, ma volevo restituirti la pesantezza con cui mi hai trattata l'altro giorno ;-)
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
giobbe



Messaggi : 3575
Data d'iscrizione : 25.08.11

MessaggioOggetto: Re: quando il genitore fa ricorso   Mar Mag 27, 2014 7:53 pm

Ire ha scritto:
al tar non ci si rivolge per far ricorso contro comportamenti, per quello  c'è il tribunale ordinario, al tar si fa ricorso contro gli atti della pa.
Non vedo il motivo della specifica, è fin troppo chiaro che si parla di comportamento "professionale".
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8337
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: quando il genitore fa ricorso   Mar Mag 27, 2014 8:09 pm

non si ricorre contro un comportamento professionale ma contro gli atti provenienti dalla pubblica amministrazione.

Un voto è un atto, non un comportamento professionale.
una valutazione è un atto non un comportamento professionale

Una spiegazione data, ripetuta e ribadita è un comportamento professionale,
una negata ripetizione di una spiegazione è un comportamento professionale.

Contro questi non si ricorre al tar
(non si ricorre)
nel caso si ricorre al tribunale ordinario
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
paniscus_2.0



Messaggi : 6182
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: quando il genitore fa ricorso   Mar Mag 27, 2014 9:26 pm

E comunque, casomai non fosse ancora sufficientemente chiaro, il ricorso può essere rivolto solo contro le eventuali illegittimità formali dell'atto stesso, NON contro i suoi contenuti nel merito. Non si può fare ricorso perché "mi hanno dato 5 ma pensavo di meritare 6", si può fare ricorso solo dimostrando che l'atto formale con cui è stato attribuito quel voto era tecnicamente sbagliato, e quindi va ripetuto in maniera regolare.

Non a caso, il TAR, quando accoglie un ricorso, non fa altro che imporre alla scuola di ripetere lo scrutinio, ma non può entrare nel merito degli ESITI dello scrutinio stesso, che potrebbe benissimo essere ripetuto correggendo l'irregolarità formale, ma andare a finire con gli stessi esiti di prima.

Ma c'è ancora in giro un sacco di gente che questa cosa non l'ha capita, e che crede davvero che il TAR possa "annullare la bocciatura" o possa "ordinare alla scuola di cambiare i voti". Magari quelli che minacciano ricorsi come se piovesse appartegono proprio a questa categoria qui, e cascano dal pero quando gli si spiega come stanno le cose realmente...
Tornare in alto Andare in basso
giobbe



Messaggi : 3575
Data d'iscrizione : 25.08.11

MessaggioOggetto: Re: quando il genitore fa ricorso   Mar Mag 27, 2014 9:32 pm

Ire ha scritto:
non si ricorre contro un comportamento professionale ma contro gli atti provenienti dalla pubblica amministrazione.

Un voto è un atto, non un comportamento professionale.
una valutazione è un atto non un comportamento professionale

Una spiegazione data, ripetuta e ribadita è un comportamento professionale,
una negata ripetizione di una spiegazione è un comportamento professionale.

Contro questi non si ricorre al tar
(non si ricorre)
nel caso si ricorre al tribunale ordinario
Scrivo di fretta e....in diretta. A volte mi può scappare qualche concetto che esula dalla mia specificità professionale e quindi non proprio attinente. Comunque non tale da pregiudicare il succo della discussione. Quello che tu dici è corretto, lo sapevo nel momento stesso in cui lo scrivevo, ma ero certo che i colleghi ovvero gli insegnanti avrebbero subito capito che per "comportamento professionale "intendevo il comportamento improntato a criteri di correttezza ed equità nell'assegnazione dei voti, alla collaborazione costruttiva con i genitori, alla lealtà e al reciproco rispetto delle personalità individuali, ecc" In questo quadro più ampio intendevo un eventuale ricorso: al DS, al TAR, al Giudice ordinario, al Capo dello Stato, al Papa? Non l'ho detto né mi interessa saperlo perché esula dal tema principale.
Scrivi: "Mi risulta che alle volte arriviate per una serie di considerazioni (che qui è irrilevante ricordare) a promuovere ragazzi che magari sono venuti a scuola tutti i giorni a far casino e che hanno bisogno di due tre quattro spinte per arrivare al misero sei. Questa ragazza sembra che venga a scuola poco ma che faccia vedere quello che sa fare ................ Mi sembra la storia di chi visto che non ha la possibilità di fermare i grandi evasori mette in galera i ladri di polli."
Congratulazioni. Leggendo solo 3-4 post hai già tratto le tue conclusioni e già ti sei fatto un concetto sui tuoi interlocutori. Vedi dove sta la differenza tra gli insegnanti e i NON insegnanti? Mentre ai primi i genitori contestano i loro giudizi "avventati", nonostante i 9 mesi a diretto contatto con i ragazzi, ai secondi bastano quattro chiacchiere per formulare giudizi corretti.
Questa poi è bellissima: "Un invito, però: non accettate certificati, non fatevi prendere in giro.". Allora lo fai apposta: errare humanum est, perseverare autem diabolicum.
Ire, forse sei in malafede, perché "convieni con me che al mondo ci siano persone in malafede e altre ingenue in modo disarmante?. Scusa volevo dire ci sonopersone......perché è affermativo!
Ad ognuno il proprio mestiere ;-)
Tornare in alto Andare in basso
Lenar



Messaggi : 1177
Data d'iscrizione : 15.07.12

MessaggioOggetto: Re: quando il genitore fa ricorso   Mar Mag 27, 2014 11:43 pm

paniscus_2.0 ha scritto:
Scusate, forse non sono aggiornata e non so se sia cambiato qualcosa nella normativa recente, ma a me non risulta che sia vero che "si possa fare ricorso SOLO contro la bocciatura". Almeno, io sono al corrente di casi certi (risalenti a qualche anno fa, quindi appunto non so se la normativa sia cambiata, ma non credo) in cui qualche famiglia ha fatto ricorso solo per i voti, nonostante il figlio fosse stato comunque promosso.

Siccome per legge NON è previsto che si possa fare ricorso "contro il verdetto finale", ma è previsto che si possa fare ricorso contro qualsiasi presunta irregolarità di forma, allora non ci trovo niente di strano nell'eventualità che si possa anche fare ricorso per i voti, anche se uno è già promosso.

Che cosa penso personalmente di una famiglia che si attacca a una cosa del genere, è inutile che lo dica, ma di per sé il ricorso è legittimo.

Poi, non è scontato che sarà accolto... ma chi (sapendo bene che con ogni probabilità lo perderà) ha voglia di spendere un botto di soldi in avvocati e di sprecare tempo prezioso che potrebbe essere impiegato molto meglio dedicandosi alla propria vita privata e alla serenità della propria famiglia, certo che può provare a farlo lo stesso!

L.

Effettivamente uno se vuole può fare ricorso su qualsiasi cosa... tuttavia bisogna poi vedere se il ricorso ha senso o ha qualche speranza di essere accettato. Se non sbaglio, e potrei tranquillamente sbagliare, affinchè un ricorso possa essere preso in esame deve sussistere un "interesse" del ricorrente Facciamo un esempio al di fuori della scuola tanto per capirci. Ipotizziamo che io sia candidato alle elezioni e non risulti eletto perchè mi mancano un paio di voti di preferenza. In questo caso posso fare ricorso contestando i voti che, secondo me, dovevano essermi attribuiti in certi seggi e che per un errore dei componenti di quei seggi mi sono venuti a mancare. Il ricorso va ad intaccare la correttezza formale del lavoro dei seggi chiamati in giudizio e viene fatto, per lo più sulla base dei verbali. Se, invece, io sono candidato alle elezioni e risulto eletto con, diciamo, 100 preferenze, non posso fare ricorso per vedermene riconosciute 120 perché un incremento dei voti a mio favore non modificherebbe cmq la mia condizione di eletto. In questo secondo caso, siccome viene proprio a mancare l'interesse del ricorrente, credo che il ricorso sia destinato ad essere dichiarato "improcedibile" (ovvero non si va neppure a giudizio, lo si stralcia e basta). Questo significa che, anche se al seggio X della circoscrizione Y il presidente si è "inguattato" 20 dei miei voti, tale fatto, dal punto di vista amministrativo, non ha per me rilevanza, perchè non cambia cmq l'esito della mia elezione (diverso, invece, il discorso della responsabilità penale del presidente di seggio... che cmq in questa sede ci interessa poco).

Personalmente mi pare di ricordare che una cosa analoga valga anche per la scuola ed in questo senso, nel post precedente, avevo scritto, in maniera oggettivamente imprecisa, che "non si può fare ricorso" contro la promozione. Se un allievo viene promosso, non importa se aveva 6 o 8 in matematica... non esistono differenti "gradi" di promozione, quindi non c'è l'interesse giuridico a ricorrere. Forse qualcuno potrebbe attaccarsi al fatto che l'attribuzione di un voto maggiore in alcune discipline potrebbe far scattare la fascia di attribuzione del credito scolastico per il triennio della scuola superiore... ma considerando che le fasce sono abbastanza ampie (1 voto intero di intervallo) e che, regolarmente, i CdC tendono  a portare gli allievi che si trovano in una situazione border line tra due fasce nella fascia maggiore alzando, magari, il voto di condotta o quello di ginnastica anche qui mi pare che ci sia poco margine per andare a ricorrere.

Lenar
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8337
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: quando il genitore fa ricorso   Mer Mag 28, 2014 8:52 am

Citazione :
Congratulazioni. Leggendo solo 3-4 post hai già tratto le tue conclusioni e già ti sei fatto un concetto sui tuoi interlocutori. Vedi dove sta la differenza tra gli insegnanti e i NON insegnanti? Mentre ai primi i genitori contestano i loro giudizi "avventati", nonostante i 9 mesi a diretto contatto con i ragazzi, ai secondi bastano quattro chiacchiere per formulare giudizi corretti.


Se tu parli di insegnanti e non insegnanti, significa che mi autorizzi a pensare, se ho la sventura di incontare un insegnante vergognoso, che tutti gli insegnanti siano vergognosi.

Esattamente come se qualcuno ha la sventura di incontrare me come primo genitore si dovrebbe sentire autorizzato a pensare che tutti i genitori siano ridicoli come me.

Io sono Ire, tu sei giobbe.
Tu di lavoro fai l'insegnante, io no.

Cosa ti autorizzi a pensare che solo facendo quattro chiacchiere sul forum io mi faccia un giudizio sulle cose non lo capisco. Ti assicuro che ciò che ti autorizza a farlo è un presupposto sbagliato.

Qui, poi, si parlava di ricorso e generalmente ricorso si fa al tar.
Altrimenti si sporge querela ed eventualmente si fa ricorso al secondo grado di giudizio o al terzo.


Se ci manteniamo sul pezzo si può parlare, diversamente gli scenari diventano immensi e si può dire tutto e il contrario di tutto che è comunque compreso ma ci si disperde un po' e non si arriva da nessuna parte.

Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
Ire



Messaggi : 8337
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: quando il genitore fa ricorso   Mer Mag 28, 2014 8:55 am

lenar ha scritto:
Effettivamente uno se vuole può fare ricorso su qualsiasi cosa... tuttavia bisogna poi vedere se il ricorso ha senso o ha qualche speranza di essere accettato. Se non sbaglio, e potrei tranquillamente sbagliare, affinchè un ricorso possa essere preso in esame deve sussistere un "interesse" del ricorrente

è corretto quello che dici ma ciò che determina l'ammissibilità del ricorso non è l'interesse del ricorrente (che è insindacabile) quanto la presenza di una minima probabilità di successo.

Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
Ire



Messaggi : 8337
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: quando il genitore fa ricorso   Mer Mag 28, 2014 12:12 pm

giobbe ha scritto:
perché "convieni con me che al mondo ci siano persone in malafede e altre ingenue in modo disarmante?. Scusa volevo dire ci sonopersone......perché è affermativo!
Ad ognuno il proprio mestiere ;-)

Ti stai divertendo sui miei errori grammaticali?

Accomodati se ti piace sparare sulla Croce Rossa.

Sono una persona con un modestissimo percorso scolastico terminato prestissimo, sono di una ignoranza paurosa, non sono al tuo accademico livello.

Buon divertimento.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
giobbe



Messaggi : 3575
Data d'iscrizione : 25.08.11

MessaggioOggetto: Re: quando il genitore fa ricorso   Mer Mag 28, 2014 3:21 pm

Ire ha scritto:
giobbe ha scritto:
perché "convieni con me che al mondo ci siano persone in malafede e altre ingenue in modo disarmante?. Scusa volevo dire ci sonopersone......perché è affermativo!
Ad ognuno il proprio mestiere ;-)

Ti stai divertendo sui miei errori grammaticali?

Accomodati se ti piace sparare sulla Croce Rossa.

Sono una persona con un modestissimo percorso scolastico terminato prestissimo, sono di una ignoranza paurosa, non sono al tuo accademico livello.

Buon divertimento.
Vedi Ire, già ho avuto modo di dirtelo, mi stai anche simpatica.....
Non si è intelligenti in base al proprio percorso scolastico. L'Italia è piena di somari laureati. Quello che stigmatizzo è quella tua malcelata sicumera di chi, in assenza di conoscenze e competenze specifiche, più che porsi domande suggerisce risposte proprio a chi è professionista in materia.
Comunque i tuoi contributi sono sempre bene accetti e piacevoli da leggere ;-))))
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8337
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: quando il genitore fa ricorso   Mer Mag 28, 2014 5:18 pm

Citazione :
Quello che stigmatizzo è quella tua malcelata sicumera di chi, in assenza di conoscenze e competenze specifiche, più che porsi domande suggerisce risposte proprio a chi è professionista in materia.

Sicumera?

Non è sicumera la mia, è sicurezza delle mie convinzioni: salvo quando dichiaro espressamente di avere dubbi, quello che dico è frutto di conoscenze o valutazioni maturate di cui sono sicura. Consapevole sempre che nessuno è infallibile.

La sicumera chiude i discorsi lasciandomi con il profondo piacere di avere il tuo benestare ai miei piacevoli interventi.

Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
giobbe



Messaggi : 3575
Data d'iscrizione : 25.08.11

MessaggioOggetto: Re: quando il genitore fa ricorso   Mer Mag 28, 2014 6:49 pm

Ire ha scritto:
La sicumera chiude i discorsi lasciandomi con il profondo piacere di avere il tuo benestare ai miei piacevoli interventi.
:-))))))))))))[/quote]
Tornare in alto Andare in basso
settembrina



Messaggi : 491
Data d'iscrizione : 04.10.09

MessaggioOggetto: Re: quando il genitore fa ricorso   Gio Mag 29, 2014 11:17 am

giobbe ha scritto:
settembrina ha scritto:
Grazie per questa precisazione, quindi solo i verbali del consiglio di classe sono oggetto di contestazione? Io pensavo anche le verifiche ed i registri personali da cui si deducono i voto degli scritti, degli orali e le note o annotazioni...

Scusatemi, avevo scritto all'interno del post di Lenar...
Paniscus ha ragione.
Quello che non riesco a capire è la tua paura di essere oggetto di un eventuale controllo a seguito di ricorso.
Il ricorso può essere fatto contro un comportamento collettivo come contro un comportamento individuale.
Innanzitutto ci devi chiarire una cosa fondamentale: la madre mette in discussione i voti in generale o i tuoi voti?
Perché, come sai, il voto finale è frutto di un percorso monitorato continuamente in itinere. Se un alunno ha preso sempre 7 e 8 in tutte le prove documentate e alla fine gli metti 6......


Giobbe, credo che tu abbia frainteso il mio intervento, ti consiglio di rileggere dall'inizio. Mi son permessa di chiedere un'informazione solo per chiarirmi le idee e "per curiosità", in realtà nella mia scuola non c'è mai stata nessuna "minaccia" di ricorso, né madri che si siano lamentate. E se ci fossero, me ne stare tranquilla e sicura, perchè il mio lavoro lo so fare ; -)
Tornare in alto Andare in basso
giobbe



Messaggi : 3575
Data d'iscrizione : 25.08.11

MessaggioOggetto: Re: quando il genitore fa ricorso   Gio Mag 29, 2014 11:31 am

settembrina ha scritto:

Giobbe, credo che tu abbia frainteso il mio intervento, ti consiglio di rileggere dall'inizio. Mi son permessa di chiedere un'informazione solo per chiarirmi le idee e "per curiosità", in realtà nella mia scuola non c'è mai stata nessuna "minaccia" di ricorso, né madri che si siano lamentate. E se ci fossero, me ne stare tranquilla e sicura, perchè il mio lavoro lo so fare ; -)
Infatti ho frainteso, credevo di rispondere a cricri81. Ho fatto confusione proprio in relazione alla stessa confusione che tu hai fatto inserendo il post in quello di Lenar....
Tornare in alto Andare in basso
minuzzola11



Messaggi : 274
Data d'iscrizione : 29.07.12

MessaggioOggetto: Re: quando il genitore fa ricorso   Lun Set 22, 2014 8:56 pm

Mi accodo a questa discussione.
In quali casi un genitore può vincere un ricorso contro una bocciatura alla scuola superiore avvenuta a seguito degli esami dei giudizi sospesi? Il figlio aveva giudizio sospeso in un'unica disciplina a giugno e a fine agosto ha avuto 3 all'esame ed é stato bocciato. Nel corso dell'anno mai una sufficienza, valutazioni sempre intorno a 3-4 e in numero adeguato per la valutazione finale.
Grazie
Tornare in alto Andare in basso
 
quando il genitore fa ricorso
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 2 di 3Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3  Seguente
 Argomenti simili
-
» Quando bisogna mangiare tanta carne?
» Ne è passata di acqua sotto i ponti da quando è nata Benedetta
» Quando iniziano a stare seduti
» E piu facile avere una seconda gravidanza quando si è gia mamme grazie alla PMA?
» quando ormai è troppo tardi!

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: