Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Ma quanto sono incivili i miei alunni?

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5  Seguente
AutoreMessaggio
samuelescuola



Messaggi : 505
Data d'iscrizione : 06.09.12

MessaggioOggetto: Ma quanto sono incivili i miei alunni?   Mar Mag 27, 2014 12:32 am

Promemoria primo messaggio :

Quest'anno ho accettato anche un incarico a progetto in una scuola superiore per due ore settimanali di spagnolo per completare le ore.
Il corso si è concluso oggi in quanto facciamo lezione solo di lunedì e lunedì prossimo è il 2 giugno. Così già il 19 i ragazzi mi avevano chiesto di poter fare almeno l'ultima delle due ore, una piccola festa portando ciascuno qualcosa da mangiare. Le ragazze si erano già offerte di portare una torta fatta in casa da una di loro e delle pizzette. Siccome tanto ho già completato il programma e mi bastava un'ora sola per fare gli ultimi recuperi ho dato loro il permesso e ho detto di mettersi loro d'accordo tra di loro su chi doveva portare da bere, da mangiare ecc. ecc.
Insegno con incarichi annuali già dal 2010 e ogni anno in tutte le classi permetto, l'ultimo giorno di scuola, di fare un'ora di festa ai ragazzi. Di solito tutti portavano qualcosa mettendosi d'accordo, poi si portavano anche giochi da tavolo e una volta una ragazza aveva portato tutto il necessario e avevamo fatto un mini-torneo di ping-pong in classe. In un'altra scuola avevamo giocato una partita di pallavolo nel cortile della scuola...oggi invece è stata una cosa semplicemente deludente.
Solo le due ragazze hanno portato da mangiare. Il resto della classe si è limitato a portare la propria bocca. Quindi le provviste sono durate molto poco e anche la festa. Ma non solo gli altri non hanno portato niente da mangiare, nessun gioco ecc, si sono anche portati da bere e se lo sono bevuto solo loro. Le ragazze per bere qualcosa hanno dovuto andare alle macchinette della scuola e comprarsi delle lattine. A quel punto ho fatto notare al resto della classe, tutti maschi, che potevano almeno offrire da bere alle loro compagne che avevano lavorato tanto a casa per preparare la torta e le pizzette con le loro mani. La risposta di uno di questi gentiluomini è stata che la torta non gli piaceva perchè era con la frutta e le pizzette facevano schifo. Allora gli ho detto, facevano schifo ma ve le siete finite tutte!!! E gli ho fatto notare che era poco educato fare commenti simili dal momento che due persone avevano lavorato per preparare il cibo. E uno degli alunni mi ha detto che io sono vecchio e ho un modo di pensare da vecchio. A parte che ho solo 30 anni ma la buona educazione non ha età!!!
Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
Anto14



Messaggi : 592
Data d'iscrizione : 25.11.12

MessaggioOggetto: Re: Ma quanto sono incivili i miei alunni?   Dom Giu 01, 2014 12:32 pm

mark12 ha scritto:
Una volta girava la voce anche di vodka a scuola e ci preoccupiamo di un dolce .. La burocrazia italiota....

Ricordo un caso di coma etilico, durante una festa scolastica. Ricordo anche un caso di ricovero per uso di sostanze stupe...nde.
Parlo di scuole superiori.
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8316
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Ma quanto sono incivili i miei alunni?   Dom Giu 01, 2014 1:03 pm

Citazione :
Una volta girava la voce anche di vodka a scuola e ci preoccupiamo di un dolce .. La burocrazia italiota....

Che c'entra? non è che se ti preoccupi di una cosa automaticamente escludi la preoccupazione per altro.

Alcolici ai minorenni è vietato per legge per cui non ci si dovrebbe nemmeno preoccupare: non si fa e basta



Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
paniscus_2.0



Messaggi : 6133
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: Ma quanto sono incivili i miei alunni?   Dom Giu 01, 2014 1:06 pm

Quindi tu dici che è giusto vietare le torte perchè altrimenti poi i ragazzi si drogano? : - )

A quanto ne so, portare sostanze stupefacenti sarebbe reato comunque, non è che cambi qualcosa se sono confezionate industrialmente o fatte in casa!

Tornare in alto Andare in basso
Online
laclefdesonges



Messaggi : 952
Data d'iscrizione : 18.05.12

MessaggioOggetto: Re: Ma quanto sono incivili i miei alunni?   Mer Giu 04, 2014 6:49 pm

stamattina vi ho pensati - le mie ragazzine di II superiore parlavano di una festa che stanno organizzando (non so dove) e della relativa spesa, e a un certo punto una di loro ha precisato : "Aò chi non paga, non magna !"

Ecco la regola d'oro !!!!

A parte ciò, il regolamento che vieta i cibi casarecci a scuola, per quanto antipatico, una sua logica ce l'ha : come dice Ire, se qualcuno si avvelena o si becca la salmonella, e arriva una denuncia, sono guai.

D'altronde anche ai pub o ai ristoranti, oramai, se si festeggia il compleanno ma si vuole portare un dolce, i gestori chiedono o lo scontrino della pasticceria, oppure di comprarlo direttamente da loro.

Il motivo è sempre lo stesso, evitare rogne (certo, anche guadagnare, nel secondo caso).

Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8316
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Ma quanto sono incivili i miei alunni?   Mer Giu 04, 2014 7:23 pm

ma no, laclef....... ci si preoccupa tutti del bene comune.

Ma cosa vai a pensare ;-)
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
laclefdesonges



Messaggi : 952
Data d'iscrizione : 18.05.12

MessaggioOggetto: Re: Ma quanto sono incivili i miei alunni?   Ven Giu 06, 2014 6:29 pm

ahahah :-D !
Tornare in alto Andare in basso
samuelescuola



Messaggi : 505
Data d'iscrizione : 06.09.12

MessaggioOggetto: Re: Ma quanto sono incivili i miei alunni?   Ven Giu 13, 2014 11:21 pm

giovanna onnis ha scritto:
Ma questi regolamenti valgono in caso di vendita di alimenti a scuola, non certamente se uno studente porta una torta fatta in casa che vuole offrire ai suoi compagni, perchè se fosse così nessuno studente potrebbe portare a scuola il panino imbottito preparato a casa.
Alla ricreazione si devono mangiare solo cibi confezionati o distribuiti dalle macchinette????


ottima osservazione e poi non èvero
Tornare in alto Andare in basso
samuelescuola



Messaggi : 505
Data d'iscrizione : 06.09.12

MessaggioOggetto: Re: Ma quanto sono incivili i miei alunni?   Ven Giu 13, 2014 11:23 pm

paniscus_2.0 ha scritto:
Non dico che sia rigorosamente corretto, ma posso affermare con cognzione di causa che DI FATTO questi vincoli sono rispettati solo finché i bambini sono abbastanza piccoli da mettere in allarme i genitori: alle superiori non se li fila proprio nessuno...
verissimo
Tornare in alto Andare in basso
samuelescuola



Messaggi : 505
Data d'iscrizione : 06.09.12

MessaggioOggetto: Re: Ma quanto sono incivili i miei alunni?   Ven Giu 13, 2014 11:24 pm

mark12 ha scritto:
Una volta girava la voce anche di vodka a scuola e ci preoccupiamo di un dolce .. La burocrazia italiota....
italiota MA SOPRATTUTTO, COME SEMPRE, idiota
Tornare in alto Andare in basso
samuelescuola



Messaggi : 505
Data d'iscrizione : 06.09.12

MessaggioOggetto: Re: Ma quanto sono incivili i miei alunni?   Ven Giu 13, 2014 11:26 pm

giovanna onnis ha scritto:
Ogni scuola è chiaramente autonoma, quindi per libera scelta (che sia scuola Primaria o Secondaria di 1° o di 2° grado) pùò inserire queste disposizioni nel suo Regolamento, ma per libera scelta, non per obbligio normativo, altrimenti questa regola scritta ci sarebbe in ogni scuola!
esattamente
Tornare in alto Andare in basso
samuelescuola



Messaggi : 505
Data d'iscrizione : 06.09.12

MessaggioOggetto: Re: Ma quanto sono incivili i miei alunni?   Ven Giu 13, 2014 11:29 pm

Ma sono tutte ca...te atomiche! Nessuno è mai rimasto avvelenato dalla torta sfornata dalla mamma del compagno, sono tutte cavolate per arricchire pasticceri e altri...
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8316
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Ma quanto sono incivili i miei alunni?   Sab Giu 14, 2014 7:43 am

non sono d'accordo. E' certo (quasi) che una persona con criterio non usi uova marce per fare una crema da offrire ai compagni di scuola dei figli.

Sono d'accordo di dare molta importanza a quel quasi
per non parlare del criterio....
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
paniscus_2.0



Messaggi : 6133
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: Ma quanto sono incivili i miei alunni?   Sab Giu 14, 2014 9:14 am

Comunque è assolutamente vero che fa parte di una tendenza generale a regolamentare tutto con i massimi dettagli più rigorosi possibile, e con l'effetto collaterale di de-umanizzare e omologare a forza qualsiasi forma di rapporto personale e di creatività. C'è chi pensa che sia sempre e comunque un bene, perché l'unica cosa importante è salvaguardare la sicurezza tecnica sempre e comunque, e pazienza se altri aspetti vengono sacrificati, c'è chi invece pensa che sia un eccesso di zelo sproporzionato, ma comunque il conflitto tra le due cose esiste...
Tornare in alto Andare in basso
Online
laclefdesonges



Messaggi : 952
Data d'iscrizione : 18.05.12

MessaggioOggetto: Re: Ma quanto sono incivili i miei alunni?   Sab Giu 14, 2014 12:51 pm

non è che ci sia per forza il dolo, intendiamoci. Non penso che nessuno paventi madri-killer che si servono di ciambelloni per fare fuori una scolaresca.

E' che con le schifezze che ci propinano quotidinamente e che quotidianamente ingeriamo, per prendere la salmonella non bisogna per forza usare uova scadute da due settimane o del discount più scrauso. Il mio macellaio di fiducia m'ha dato il pollo andato a male, l'altroieri, per dire - non era mai successo, è successo.

Non penso che si possa parlare addirittura di "de-umanizzare", questo accadrebbe se le feste fossero vietate in toto. Con tre euro a testa, una classe di 28 alunni si compra bevande e cibo a sufficienza in un laboratorio di pasticceria e sono tutti contenti e tranquilli (si spera).
Non penso che ai ragazzi di oggi manchino tre euro per una festa, visti gli I-phone che hanno - e se proprio gli dovessero mancare, per quel ragazzo li metterei io i tre euro, per dire.

Se il cibo fosse sano, non ci sarebbe bisogno di un siffatto regolamento, a mio avviso.

E' con chi ci ha rovinato il fegato a forza di pompare i pomodori, cambiare etichette alla carne o alla mozzarella già scaduta, concimare scorie nucleari sui pascoli delle mucche (vedasi Caserta), far mangiare mangimi.mondezza a galline in batteria, è con queste persone che dobbiamo prendercela, secondo me, non con il regolamento.
Tornare in alto Andare in basso
laclefdesonges



Messaggi : 952
Data d'iscrizione : 18.05.12

MessaggioOggetto: Re: Ma quanto sono incivili i miei alunni?   Sab Giu 14, 2014 12:55 pm

ripeto, c'è quel "si spera" che poi ci frega lo stesso, perché ti puoi avvelenare pure con il cibo di una pasticceria !

Ma lì "si spera" che i controlli siano più capillari che non magari in un supermercato - e ne vedo sempre, di carne diventata nera, di formaggio con la muffa e di latte con caglio, ai supermercati più noti e pubblicizzati ...
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8316
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Ma quanto sono incivili i miei alunni?   Dom Giu 15, 2014 10:18 pm

Onestamente, a meno di criminali nel senso che intendono davvero avvelenare, nessuna madre preparerebbe cibo per un momento conviviale al quale partecipa il proprio figlio con ingredienti non sicuri.
Anche con il cibo di pasticceria puoi avvelenarti ma a differenza di quello che può provenire da un privato con il cibo di pasticceria hai lapossibilità di conoscere la filiera di provenienza degli ingredienti, puoi fare ispezioni igienico-sanitarie sui locali di preparazione e soprattutto in caso di riscontro di inosservanze delle norme e di accertamenti di responsabilità sai con chi prendertela.

Con un cibo famigliare che fai? Chi paga l'errore?

Naturalmente è vero che il pasticcere è più informato sulla conservazione dei cibi e sulla loro preparazione e quindi ciò che prepara dovrebbe essere più sicuro.

Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
paniscus_2.0



Messaggi : 6133
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: Ma quanto sono incivili i miei alunni?   Dom Giu 15, 2014 11:09 pm

Citazione :
Con un cibo famigliare che fai? Chi paga l'errore?

Non capisco perché non ci si possa regolare allo stesso modo in cui ci si regolerebbe se l'incidente avvenisse durante una festa privata in casa propria, o un invito a cena tra amici.

Quando gli amichetti dei figli vengono a giocare nelle case degli altri, è vietato per legge offrire loro una fetta di torta fatta in casa?
Tornare in alto Andare in basso
Online
avidodinformazioni



Messaggi : 15781
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Ma quanto sono incivili i miei alunni?   Dom Giu 15, 2014 11:59 pm

paniscus_2.0 ha scritto:
Citazione :
Con un cibo famigliare che fai? Chi paga l'errore?

Non capisco perché non ci si possa regolare allo stesso modo in cui ci si regolerebbe se l'incidente avvenisse durante una festa privata in casa propria, o un invito a cena tra amici.

Quando gli amichetti dei figli vengono a giocare nelle case degli altri, è vietato per legge offrire loro una fetta di torta fatta in casa?
Se la festa avviene in casa, il padrone di casa decide se vuole correre il rischio o no; se qualcosa va storto ne paga le conseguenze.
Se la festa avviene a scuola, il padrone della scuola decide se vuole correre il rischio o no; se qualcosa va storto ne paga le conseguenze.

L'unica differenza è che il padrone della scuola è il MIUR, che non vuole correre rischi, anche a costo di rendersi odioso, il padrone di casa invece pur di non rendersi odioso solitamente decide di correre il rischio.
Tornare in alto Andare in basso
Online
Ire



Messaggi : 8316
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Ma quanto sono incivili i miei alunni?   Lun Giu 16, 2014 8:15 am

Il padrone della scuola MIUR - Stato non può e non deve correre rischi.

E' il garante della sicurezza e del rispetto delle norme (da quelle della corretta esecuzione di un esame a quelle della sicurezza sui posti di lavoro a quelle di igiene ) che tutelano i cittadini.
come caspita può assumersi la responsabilità di permettere la consumazione nei suoi locali di cibi di cui non è certo?

Mi sembra una cosa abbastanza semplice da capire.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
giovanna onnis



Messaggi : 17785
Data d'iscrizione : 15.04.12

MessaggioOggetto: Re: Ma quanto sono incivili i miei alunni?   Lun Giu 16, 2014 3:00 pm

Certo che è semplice, Ire, e qui nessuno ha sostenuto di non capire!
E' giusto precisare, però, che il padrone della scuola Stato-MIUR non si è mai posto il problema, infatti non esiste una circolare ministeriale in merito (se la conosci citala, io non ne sono informata), ma solo regolamenti interni delle singole scuole che sono a loro discrezione.
Ci sono scuole che non hanno queste disposizioni nel loro regolamento e ne esistono altre dove passano circolari interne che invitano le famiglie a portare da casa dolci, dolcetti e salatini (senza nessun divieto nel farli in casa) per la festa di fine anno!
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6133
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: Ma quanto sono incivili i miei alunni?   Lun Giu 16, 2014 3:25 pm

avidodinformazioni ha scritto:
paniscus_2.0 ha scritto:
Citazione :
Con un cibo famigliare che fai? Chi paga l'errore?

Non capisco perché non ci si possa regolare allo stesso modo in cui ci si regolerebbe se l'incidente avvenisse durante una festa privata in casa propria, o un invito a cena tra amici.

Quando gli amichetti dei figli vengono a giocare nelle case degli altri, è vietato per legge offrire loro una fetta di torta fatta in casa?
Se la festa avviene in casa, il padrone di casa decide se vuole correre il rischio o no; se qualcosa va storto ne paga le conseguenze.
Se la festa avviene a scuola, il padrone della scuola decide se vuole correre il rischio o no; se qualcosa va storto ne paga le conseguenze.

Forse non era chiaro il senso effettivo della mia obiezione.

Ossia:

NON SI POTREBBE FARE COME SI FA NORMALMENTE PER LE FESTE PRIVATE, ossia che se succede qualcosa a causa di un prodotto alimentare inadeguato, si considera responsabile la persona che l'ha preparato con le sue mani (e semmai si attribuisce a tale persona l'onere di ricostruire da dove arrivassero le materie prime, ed eventualmente rivalersi sui fornitori), e non necessariamente quella che ha offerto la disponibilità del locale o che ha fatto le pulizie prima della festa?

Non mi risulta che le ludoteche, le parrocchie o le case del popolo che si limitano a offrire una sala per feste private, in cui gli organizzatori portano quello che vogliono, siano considerate responsabili se qualcuno porta schifezze. Gli organizzatori della festa arrivano e portano quello che je pare, senza che nessuno chieda gli scontrini o la lista degli ingredienti.

Se poi l'obiezione è un'altra, ovvero che la scuola non è una ludoteca né una parrocchia né una casa del popolo, e che quindi NON DOVREBBE prestarsi a mettere a disposizione una propria aula per una festicciola privata in cui ognuno si prende le responsabilità di ciò che ha portato, allora il discorso è diverso.

Ma se si accetta che lo faccia, non vedo perché il tabù della torta-solo-confezionata-industrialmente debba valere solo per la scuola...
Tornare in alto Andare in basso
Online
avidodinformazioni



Messaggi : 15781
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Ma quanto sono incivili i miei alunni?   Lun Giu 16, 2014 5:58 pm

paniscus_2.0 ha scritto:
avidodinformazioni ha scritto:
paniscus_2.0 ha scritto:
Citazione :
Con un cibo famigliare che fai? Chi paga l'errore?

Non capisco perché non ci si possa regolare allo stesso modo in cui ci si regolerebbe se l'incidente avvenisse durante una festa privata in casa propria, o un invito a cena tra amici.

Quando gli amichetti dei figli vengono a giocare nelle case degli altri, è vietato per legge offrire loro una fetta di torta fatta in casa?
Se la festa avviene in casa, il padrone di casa decide se vuole correre il rischio o no; se qualcosa va storto ne paga le conseguenze.
Se la festa avviene a scuola, il padrone della scuola decide se vuole correre il rischio o no; se qualcosa va storto ne paga le conseguenze.

Forse non era chiaro il senso effettivo della mia obiezione.

Ossia:

NON SI POTREBBE FARE COME SI FA NORMALMENTE PER LE FESTE PRIVATE, ossia che se succede qualcosa a causa di un prodotto alimentare inadeguato, si considera responsabile la persona che l'ha preparato con le sue mani (e semmai si attribuisce a tale persona l'onere di ricostruire da dove arrivassero le materie prime, ed eventualmente rivalersi sui fornitori), e non necessariamente quella che ha offerto la disponibilità del locale o che ha fatto le pulizie prima della festa?

Non mi risulta che le ludoteche, le parrocchie o le case del popolo che si limitano a offrire una sala per feste private, in cui gli organizzatori portano quello che vogliono, siano considerate responsabili se qualcuno porta schifezze. Gli organizzatori della festa arrivano e portano quello che je pare, senza che nessuno chieda gli scontrini o la lista degli ingredienti.

Se poi l'obiezione è un'altra, ovvero che la scuola non è una ludoteca né una parrocchia né una casa del popolo, e che quindi NON DOVREBBE prestarsi a mettere a disposizione una propria aula per una festicciola privata in cui ognuno si prende le responsabilità di ciò che ha portato, allora il discorso è diverso.

Ma se si accetta che lo faccia, non vedo perché il tabù della torta-solo-confezionata-industrialmente debba valere solo per la scuola...
Responsabilità oggettiva; avendo messo a disposizione i locali .....
Non diciamolo forte: in bimbo si porta il suo panino per fare merenda nell'intervallo, ne offre un morso ad un amico che è allergico al che cavolo ne so e che schiatta; non è molto diverso dalla festa, non mi stupirei se un giudice "illuminato" inguaiasse scuola e docenti (omessa sorveglianza).
Tornare in alto Andare in basso
Online
laclefdesonges



Messaggi : 952
Data d'iscrizione : 18.05.12

MessaggioOggetto: Re: Ma quanto sono incivili i miei alunni?   Lun Giu 16, 2014 6:36 pm

ah si, purtroppo qui è tutto possibile, guarda !...
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8316
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Ma quanto sono incivili i miei alunni?   Lun Giu 16, 2014 6:56 pm

Citazione :
Non diciamolo forte: in bimbo si porta il suo panino per fare merenda nell'intervallo, ne offre un morso ad un amico che è allergico al che cavolo ne so e che schiatta; non è molto diverso dalla festa, non mi stupirei se un giudice "illuminato" inguaiasse scuola e docenti (omessa sorveglianza).


mi sento molto coinvolta in questo particolare discorso avendo temuto per diversi anni che si potesse verificare una cosa simile.

Non è successo niente di grave mai e a parte qualche pesante richiamo alla responsabilità non sono mai dovuta arrivare a fare.

Tu l'hai messa giù in modo scherzoso quindi ora ci rimani pure male ma mettiti nei panni di un genitore con un figlio che può schiattare se assume un certo cibo.
questo genitore è costretto a mandarlo a scuola il figlio anche se avrebbe voglia di non farlo per il timore di qualcosa del genere.

Quindi lo manda, informa tutti quanti nelle dovute modalità del problema serio di salute del figlio, si preoccupa di essere sempre disponibile per correre a scuola in caso di dubbi sugli alimenti fa tutto quello che può e avviene il dramma: durante la merenda un bambino offre un cibo che per lui è tranquillo e che per l'altro è veleno.

Il bimbo muore (o sta malissimo)
casualità? destino?

siamo sicuri?

Voglio arrivare alla fine del pensiero e chiedermi se fosse successo a mio figlio?
avrei fatto causa a chi doveva sorvegliare?
forse sì
lo Stato mi imponeva di affidare mio figlio a questa persona. Esiste l'obbligo scolastico che se non assolto porta guai serissimi. Questa persona sa che il suo lavoro comporta anche questo, questa persona sa che accudisce minori e sa che ha un bambino in situazione di potenziale pericolo nei momenti dei pasti..........................

con dieci occhi lo deve guardare, imho.

Ma forse esagero?


Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
laclefdesonges



Messaggi : 952
Data d'iscrizione : 18.05.12

MessaggioOggetto: Re: Ma quanto sono incivili i miei alunni?   Lun Giu 16, 2014 6:58 pm

diciamo che, lavanda gastrica alla mano, potremmo sempre tentare una difesa estrema dicendo che il panino incriminato il ragazzino potrebbe esserselo benissimo comprato dopo la scuola e che non è dunque detto che sia quello proveniente dall'assaggio del suo compagno ad averlo intossicato... è la parola nostra contro la loro... oppure dicendo che stavamo assistendo un altro ragazzino che non riusciva ad aprire il pacchetto di Chips (mica abbiamo cento occhi, no ?).

comunque tutto ciò porta sfiga perché una mia amica oggi mi ha portato una frittata fatta in casa da lei a pranzo e mi sò sentita male (giuro che non sto scherzando !!!)
Tornare in alto Andare in basso
 
Ma quanto sono incivili i miei alunni?
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 3 di 5Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5  Seguente
 Argomenti simili
-
» sono tornataaaa!!!!
» Ma i tedeschi sono svizzeri?
» Come dormono i vostri gemellini?
» A che settimana avete partorito gemelli?
» situazione difficile...

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: