Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 80 euro .Un' equa distribuzione.

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
alfasigma



Messaggi : 58
Data d'iscrizione : 15.09.11

MessaggioOggetto: 80 euro .Un' equa distribuzione.   Mar Mag 27, 2014 10:06 pm

E' giusto che un insegnante con uno stipendio mono reddito di 1504 euro con moglie e figlio a carico non ha diritto agli 80 euro mentre, una insegnante con 1350 euro prende il bonus nonostante abbia un coniuge che percepisce uno stipendio di 2100 euro mensili?
Tornare in alto Andare in basso
FRANCY2



Messaggi : 2473
Data d'iscrizione : 31.08.10

MessaggioOggetto: Re: 80 euro .Un' equa distribuzione.   Mar Mag 27, 2014 10:14 pm

Sì è così, monoreddito superiore a 26.000 euro non percepisce alcunchè, redditi separati entro i 26.000 percepiscono il bonus. Che sia giusto o meno, non sto a sindacare, Renzi così decise.
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6118
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: 80 euro .Un' equa distribuzione.   Mar Mag 27, 2014 11:32 pm

Scusate, ma ancora si sta a discutere se il bonus sia una buffonata demagogica o meno, e se Renzi sia un pagliaccio o meno?
Tornare in alto Andare in basso
Online
mark12



Messaggi : 137
Data d'iscrizione : 20.12.13

MessaggioOggetto: Re: 80 euro .Un' equa distribuzione.   Sab Mag 31, 2014 6:49 am

Il popolo italiano vale solo 80 euro come si è visto domenica
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6118
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: 80 euro .Un' equa distribuzione.   Sab Mag 31, 2014 3:04 pm

Giro DUE comunicati stampa fatti bene, di oppositori della politica di Renzi.

Il primo l'ho già trascritto ieri, e si trova qui:  

http://www.orizzontescuolaforum.net/t76978p15-i-tagli-di-renzi-sugli-statali#952818

Il secondo l'ho ricevuto solo adesso e lo trasmetto diligentemente:


Citazione :

GLI 80 EURO DEL BONUS RENZI

UN BOCCONE AVVELENATO

L'elemosina pre-elettorale si scarica su Lavoratori e Cittadini



Il bonus Renzi è appena arrivato a una parte di lavoratori e già stanno emergendo le conseguenze di questa elargizione truffaldina che dà con una mano e toglie con l'altra.

Il decreto 66 di aprile 2014 che stanzia il bonus, prevede “variazioni di bilancio compensative” per coprire la spesa aggiuntiva.

Fra queste la razionalizzazione/riduzione delle spese per acquisti beni e SERVIZI da parte dell'amministrazione pubblica

In particolare all'art 8 questa riduzione di spesa è quantificata in 2100 milioni di euro per il 2014 e per gli anni successivi, almeno fino al 2018, se i pronostici di Renzi sulla durata del governo saranno giusti.

Secondo l'art 8 del decreto: “ Le amministrazioni pubbliche.. sono autorizzate a ridurre gli importi dei contratti in essere, aventi per oggetto acquisto o fornitura di beni e servizi, nella misura del 5%, per tutta la durata residua dei contratti medesimi: Le parti hanno facoltà di rinegoziare il contenuto dei contratti, in funzione della suddetta riduzione”

In quale modo verrà attuata la riduzione di spesa?

Nel caso che aziende e cooperative appaltatrici non intendano operare tale riduzione possono recedere senza penali dal contratto e le amministrazioni hanno facoltà di stipulare nuovi contratti, anche tramite affidamento diretto, saltando le normali procedure di gara: quindi piena liberà di scegliersi le aziende o coop che aggradano e che più tagliano e competono con il massimo ribasso economico.

Questi appalti riguardano beni e SERVIZI essenziali, quali: pulizie, mense, portierato, servizi sociali e sanitari, servizi di assistenza per bambini, anziani e disabili; che negli anni sempre più sono stati esternalizzati dalle pubbliche amministrazioni (scuole, comuni, regioni, università,ASL, enti previdenziali..).

Su questi già si sono riversati in questi anni i tagli previsti dalla spending review, l’ultimo con l’8% di risparmio sui servizi appaltati.

Anche i lavoratori premiati con gli 80 euro, subiranno peggiori condizioni di accesso e di qualità dei servizi e in molti casi peggiori condizioni di lavoro.

SPUTIAMO IL BOCCONE AVVELENATO degli 80 EURO
UN COSTO PAGATO DAI LAVORATORI: Riduzioni di orario, perdita di posti di lavoro, massima flessibilità, cassa integrazione e perdita di diritti.
UN COSTO PAGATO DAI CITTADINI: Che usufruiscono di servizi sempre più carenti e di peggiore qualità.


non cadiamo nella trappola: i diritti e le condizioni di lavoro non si barattano !




Firenze 29 5 2014

Confederazione Unitaria di Base

Sede nazionale Milano, viale Lombardi 20 tel 0270631804 fax 0270602409

Sede Toscana Firenze, via Guelfa 148r tel+fax 055494858 cubsanita.firenze@libero.it

A titolo personale, faccio presente che non sono né iscritta al sindacato che ha prodotto quest'ultimo volantino, né elettrice della lista che aveva diramato il primo.

Sono solo una cittadina del comune di Firenze che, già da anni, aveva fatto di tutto per mettere in guardia contro le modalità di aministrazione pubblica di Renzi, e che si è quasi sempre sentita rispondere che le mie erano esagerazioni troppo estremiste...

L.
Tornare in alto Andare in basso
Online
mark12



Messaggi : 137
Data d'iscrizione : 20.12.13

MessaggioOggetto: Re: 80 euro .Un' equa distribuzione.   Sab Mag 31, 2014 3:07 pm

Ma lascia fare.. Siamo capaci solo a lamentarci poi diamo il 40% a chi è la causa di questa situazione solo perché fa finta di cambiare qualcosa quando non cambia nulla o peggiora (vedi decreto lavoro)

Ma i 7 miliardi alle banche e il si agli f35 non sono serviti a nulla


Se al popolo va bene questo facciano pure.. Basta che poi non sento nessuno lamentarsi altrimenti mi girano


Dopo anni in cui si sono presi tutto bastano 80 euro a far scordare tutto incredibile...
Tornare in alto Andare in basso
Maryangel



Messaggi : 2901
Data d'iscrizione : 16.02.13

MessaggioOggetto: Re: 80 euro .Un' equa distribuzione.   Sab Mag 31, 2014 8:15 pm

alfasigma ha scritto:
E' giusto che un insegnante con uno stipendio mono reddito di 1504 euro con moglie e figlio a carico non ha diritto agli 80 euro mentre, una insegnante con 1350 euro prende il bonus nonostante abbia un coniuge che percepisce uno stipendio di 2100 euro mensili?
E' un po' complicato il calcolo, si basa sull'irpef e chi è monoreddito (dipende anche da quanto guadagna!)con figli a carico ha già lo sgravo fiscale e quindi, sembra un controsenso, ma non può percepire € 80. Di contro chi non ha figli li può percepire perché non ha agevolazioni sull'irpef.
Mio marito li ha percepiti (monoreddito + 2 figli a carico).
Tornare in alto Andare in basso
 
80 euro .Un' equa distribuzione.
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Sequestrati 23 milioni di euro dello Ior. Indagato il presidente
» Lampedusa. Vendevano le figlie a 3 euro.
» Quegli 80 euro di Renzi
» I° colloquio
» la trasmissione di ieri su rai tre

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Riforme-
Andare verso: