Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Cosa ci ha dato la SSIS? Riflesisone sulla didattica e sull'essere insegnante.

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7  Seguente
AutoreMessaggio
idro



Messaggi : 111
Data d'iscrizione : 26.08.12

MessaggioOggetto: Cosa ci ha dato la SSIS? Riflesisone sulla didattica e sull'essere insegnante.   Mar Giu 03, 2014 12:23 am

Promemoria primo messaggio :

Premessa: Non si tratta di un post tecnico-burocratico. Non parlerò di punteggi e graduatorie, ma di scuola, di pedagogia.

A dieci anni dalla mia abilitazione SSIS, a 16 dal mio diploma magistrale sperimentale, e dopo 14 anni di insegnamento nelle scuole di ogni ordine e grado (dalla scuola materna all'Università), mi rendo conto che le parole didattica, pedagogia e psicologia sono assolutamente sconosciute e, se usate, usate male all'interno della scuola.
Ogni giorno, a scuola, vedo riperpetuarsi le classiche situazioni didattiche che alla ssis ci hanno insegnato a condannare. Non solo, a chiunque abbia una minima nozione di psicologia e pedagogia non può passare inosservato quello che succede. A livello didattico il trionfo del nozionismo, sempre di più ( io insegno in un liceo e questo è quello che vedo e quello che viene chiesto non solo dai genitori ma addirittura dagli studenti stessi). Ogni tentativo d'innovazione sembra sempre difficile da applicare e, alla fine, gli unici obiettivi continuano ad essere il raggiungimento del programma e il superamento con buoni esiti dei test invalsi. In questi giorni di nomine dei commissari esterni per la maturità vedo il panico più assoluto non solo tra gli studenti ( a volte motivato), ma anche e soprattutto tra gli insegnanti, con la paura di essere giudicati dai colleghi. E vogliamo parlare dell'ansia respirata quotidianamente dagli insegnanti che ogni giorno studiano la lezione come se dovessero esporla all'esame per l'abilitazione? Ripetendo parola per parola gli appunti dell'università e pretendendo che gli studenti facciano altrettanto, per poi dimenticarsela il giorno dopo? La cosa che più mi avvilisce è che questo modo di insegnare, che reputo privo di qualsiasi sano obiettivo, viene ancora spacciato per essere il modo migliore. Nei ranking clandestini che assegnano valori ai docenti vale ancora la regola che più bastoni più sei rispettabile, più hai un possesso nozionistico dell'argomento più sei un bravo insegnanti, più sei autistico più sei un genio. Quando mi confronto con insegnanti stranieri, soprattutto con gli insegnanti di quei paesi dove le cose vanno bene, mi rendo conto che apparteniamo a due razze diverse. La scuola e l'insegnamento, in quei paesi, sono un'altra cosa. Non c'è l'idea di essere degli esercitatori, ma dei formatori.
Cosa ne pensate?
Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
tellina



Messaggi : 7491
Data d'iscrizione : 08.11.10

MessaggioOggetto: Re: Cosa ci ha dato la SSIS? Riflesisone sulla didattica e sull'essere insegnante.   Mer Giu 04, 2014 1:49 pm

no ire, qui dissento con te in modo netto.
i miei alunni non umani urlano talmente tanto...e si fanno beatamente gli affari loro...che l'ultima volta non son nemmeno riuscita a dar loro i risultati di una verifica ( ma cosa ci scriviamo prof non abbiamo sentito nulla? bene scrivete che parlavate talmente tra voi che non avete sentito cosa stavo dicendo, rangèssss).
i miei alunni non umani la settimana scorsa durante le mie ore si son sdraiati, in tre, su di un banco, dicendo che tanto ormai la scuola era finita ed eran stanchi... durante le ore successive due han gettato dalla finestra, nell'ordine: un astuccio, tre penne e due libri, nelle ore restanti si son reciprocamente rovesciati addosso dall'acqua al succo di frutta nei capelli)...parlo di una seconda media eh...
i miei alunni non umani, spalleggiati dai genitori, al colloquio con due docenti che preannunciavan loro una possibile bocciatura...hanno insultato i docenti, la scuola e han minacciato denuncia (su che...non è dato saperlo...ma ribadendo il concetto: sono un ex poliziotto so come muovermi!).

e se la data di nascita del leopardi non l'avranno mai imparata a scuola...non ci sarà nemmeno nessun motivo per sollevare in loro la curiosità di cercarsela in altro momento...mai.
peggio saran magari anche talmente convinti di saperla...che saran pronti a denunciare chi dovesse mai mettere in dubbio la loro non nozione...
Tornare in alto Andare in basso
Azzurra83LU



Messaggi : 23
Data d'iscrizione : 22.05.14
Età : 32
Località : Toscana

MessaggioOggetto: Re: Cosa ci ha dato la SSIS? Riflesisone sulla didattica e sull'essere insegnante.   Mer Giu 04, 2014 2:01 pm

ah la imbarazza? perchè lei sa tutto? potrei stare qui delle ore a parlarle di cose che lei non sa e ignora completamente. E comunque se la situazione che descrive è reale comici a farsi lei delle domande
Tornare in alto Andare in basso
Azzurra83LU



Messaggi : 23
Data d'iscrizione : 22.05.14
Età : 32
Località : Toscana

MessaggioOggetto: Re: Cosa ci ha dato la SSIS? Riflesisone sulla didattica e sull'essere insegnante.   Mer Giu 04, 2014 2:11 pm

per risponderti Ire, purtroppo/perfortuna non saprei, i corsi preparano poco alla realtà e parlo per qualsiasi professione a questo punto. Buona giornata a tutti!
Tornare in alto Andare in basso
tellina



Messaggi : 7491
Data d'iscrizione : 08.11.10

MessaggioOggetto: Re: Cosa ci ha dato la SSIS? Riflesisone sulla didattica e sull'essere insegnante.   Mer Giu 04, 2014 2:40 pm

oh cribbio son proprio una pessima insegnante se non son riuscita a farti capire ciò che vado dicendo fin dall'inizio: io, generazione di mezzo, ho già tali e tante carenze da rendere qualsiasi percorso in salita.
non ho nessun problema a confermarti il mio non sapere e son ben felice della certezza che hai invece sul tuo sapere, ottimo, non può che farmi piacere...io sono quella a favore delle nozioni, delle date, dei teoremi a memoria...e forse lo sono, a favore intendo, proprio perchè non essendo sempre all'altezza (vuoi per predisposizione naturale al fanxazzeggio, vuoi perchè la mia scuola è già stata mediomoderna, vuoi per oggettivi limiti personali che non mi sogno nemmeno di negare...), io so realmente quanto mi manxhino nozioni e saperi che...non so!
problema che vedo molto meno evidente in persone che han frequentato scuole in altra epoca...certo con a casa altre famiglie, altri sistemi educativi, altre aspettative e altre richieste.
la situazione da me descritta è ovviamente reale...la classe esiste ed è una discreta rognetta (ma ne ho avute anche di peggiori, è lì il bello...)
le domande me le faccio anche...poi vedo le note messe anche dai miei colleghi e capisco che nessuno potrà darmi risposte.
ti ringrazio per il "lei" con il quale ti rivolgi a me utente virtuale...ma ti rispondo con un tu diretto...come farei dal vivo, dandoti una bella stretta di mano (strascico sessantottino temo eheheh).
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8316
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Cosa ci ha dato la SSIS? Riflesisone sulla didattica e sull'essere insegnante.   Mer Giu 04, 2014 2:41 pm

tellina ha scritto:
e se la data di nascita del leopardi non l'avranno mai imparata a scuola...non ci sarà nemmeno nessun motivo per sollevare in loro la curiosità di cercarsela in altro momento...mai.

non credo sai.

O almeno, non vedranno motivo per essere incuriositi se la scuola non avrà insegnato loro che chi è nato in un certo periodo ha respirato una certa aria ha conosciuto questo o quel movimento e ha maturato le proprie idee sulla base di tutto ciò.
Non vedranno il motivo di essere incuriositi se non riusciranno ad immaginare il sig leopardi che la sera non poteva giocare alla play perchè più o meno si andava a letto quando il sole non illuminava più..........

e allora magari da qui possono anche cominciare a pensare che forse uno dei motivi per cui è stata tanto apprezzata l'energia elettrica è perchè ha permesso un diverso stile di vita, ha facilitato tante cose e allora forse possono pensare a cosa ha portato la rivoluzione industriale

Sto dicendo emerite min@@iate, tellina, ma penso che il concetto che intendo esprimere sia chiaro.

Ho l'occasione di vedere con gli occhi di un adulto, dall'interno, una quinta classe geometra. Ne ho l'occasione perchè un mio conoscente 50enne che lavora da trent'anni sul campo sta quest'anno prendendo il diploma. Un disastro, tellina, lui è sconvolto. innanzitutto da come si comportano i compagni 20enni che vanno a scuola con tre cellulari uno dei quali da consegnare perchè sanno benissimo che il cell non si può tenere e gli altri due da usare per copiare ma è sconvolto anche da come la scuola continui ad insegnare cose superate ormai da decenni e come non arrivi nemmeno ad accennare a quelle cose che servono davvero.

E' sconvolto soprattutto da un compagno che gli ha detto: ma come mai questa cosa quando l'hai spiegata tu l'ho capita subito mentre quando me l'ha detta il prof non capivo nemmeno di cosa stava parlando? Ma come mai sei dovuto arrivare tu a dirmi che una stima sui danni provocati da un incendio non è un problema di matematica dove io devo indicare passo passo come ho fatto a calcolare la superficie danneggiata dell'edificio (base per altezza), ma è una serie di considerazioni che comprendono anche la valutazione dell'importo necessario allo smaltimento dei materiali di risulta, le spese tecniche per la valutazione e cose del genere?

Tellina, prendi i disumani e vedi di cosa hanno bisogno per davvero, ti ascolteranno.
Loro non capiscono perchè devono fare la fatica di imparare nozioni o informazioni che trovano agevolmente nelle loro appendici extracorporee. Hanno bisogno di sapere, di imparare e di esercitare l'uso di queste informazioni. L'uso che ne possono fare per la loro vita.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
tellina



Messaggi : 7491
Data d'iscrizione : 08.11.10

MessaggioOggetto: Re: Cosa ci ha dato la SSIS? Riflesisone sulla didattica e sull'essere insegnante.   Mer Giu 04, 2014 2:52 pm

ireeee quei disumani han bisogno di mazzate.
tante.
gliele darà la vita...spero presto e non definitive così che possan capire e rimodulare tutto il loro pensiero di vita...

e ti vedo come sempre ottimista, va bene così...che almeno qualcuno possa continuare a pensare che le cose potran migliorare...mi fa comunque piacere lo sai...
la scuola che insegna a fare scuola per me, con me, per come l'ho vissuta io...è stata un fallimento nella stragrande maggioranza dei casi.
la scuola deve insegnare cose, punto.
ad apprezzarle, ad utiluzzarle, a farne collegamenti tra virtuale reale e pratico devon pensarci gli altri...anche voi, voi che siete fuori dal mondo scuola, voi genitori, voi zii, voi amici e vicini di casa...così come a nostra volta facciam noi quando svestiamo i panni dell'insegnante e a nostra volta torniamo a essere genitori, vicini di casa, amici e zii...

sai perchè il tuo cinquantenne spiega meglio un problema con applicazioni pratiche di un docente?
perchè data l'età lui quelle nozioni le ha imparate a mezze mazzate e ora comunque vada...le sa. ha avuto il tempo di provarle sul campo e quwsto è sicuramente il reale valore aggiunto...ma soprattutto le ha spiegate con parole sue non ad una classe che si faceva gli affari suoi...ma, immagino, ad un piccolo gruppo di realmente interessati...prendendosi il suo tempo, pause comprese, mentre loro, i suoi compagni di classe, non vedevan l'ora di ascoltarlo come se fossero a teatro (già pronti della piccola vendetta ecco vedi quando le spiega il docente non capisco nulla quando mi parli tu capisco tutto...ehm...storia già sentita...mica è una novità...;-) )
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15772
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Cosa ci ha dato la SSIS? Riflesisone sulla didattica e sull'essere insegnante.   Mer Giu 04, 2014 2:55 pm

tellina ha scritto:
... i costretti a memorizzare i re di roma (ora chiedete ad un qualsiasi ragazzino delle medie il numero esatto...se vi va bene si mtterà a contare le casate di harry potter o del trono di spade, se avete grossa fortuna e avete davanti a voi un ragazzino comunque illuminato).........
Pierino mi sai dire i 7 Re di Roma ?
No maestra, ma lo so dire i 7 nani.
Tornare in alto Andare in basso
Online
Azzurra83LU



Messaggi : 23
Data d'iscrizione : 22.05.14
Età : 32
Località : Toscana

MessaggioOggetto: Re: Cosa ci ha dato la SSIS? Riflesisone sulla didattica e sull'essere insegnante.   Mer Giu 04, 2014 2:57 pm

Ho capito tellina, non ho detto che sei una pessima insegnante: se provochi provoco anch'io = stesso piano siamo umani così come sono umani i tuoi studenti che probabilmente hanno bisogno di essere ascoltati e sottolineo ascoltati. E non è vero che stanno tutti a guardare amici eddai c'è anche quello è chiaro così come a miei tempi c'erano ancora i cartoni animati in seconda media, ma sono proprio così alieni questi ragazzi? o possiamo trovare cose che ci accomunano? Il percorso è in salita per tutti insegnanti e studenti mi pare che la vita vada così per tutti oggi: non è tutto rose e fiori per nessuno. Allora detto questo ci nascondiamo dietro la stretta di mano 68ina o si trovano soluzioni? questo dovrebbe essere l'interesse no? Le risposte dovresti trovarle tu come insegnante, confrontandoti con i colleghi nessuno ha la verità in tasca: tu sei tu con le tue esperienze e risorse nessuno potrà dirti quello che fare, nessuno ha la bacchetta magica e non sarebbe nemmeno giusto dirti quello che DEVI fare. E' così fastidioso entrare nel loro mondo?
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8316
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Cosa ci ha dato la SSIS? Riflesisone sulla didattica e sull'essere insegnante.   Mer Giu 04, 2014 3:02 pm

l
Citazione :
a scuola deve insegnare cose, punto.
ad apprezzarle, ad utiluzzarle, a farne collegamenti tra virtuale reale e pratico devon pensarci gli altri...anche voi, voi che siete fuori dal mondo scuola, voi genitori, voi zii, voi amici e vicini di casa...così come a nostra volta facciam noi quando svestiamo i panni dell'insegnante e a nostra volta torniamo a essere genitori, vicini di casa, amici e zii...


Allora potete essere sostituiti dall'internet!

mentre non è così, voi siete il valore aggiunto alle cose che insegnate.


Se posso arrivare a spiegare a mio figlio la spinta verso l'utilizzo di massa dell'energia elettrica mi fermo quando mi chiede a cosa serva la trigonometria. Tellina, io lo so che serve, ma a cosa non ne ho idea.
Voi siete gli insegnanti, il vostro lavoro è anche quello di spiegare perchè insegnate.
altrimenti davvero non servite. Meglio internet, rompe meno, spiega tutte le volte che c'è bisogno, è a disposizione senza limiti di tempo.
Diciamo ad un ragazzo: per avere questo diploma devi sapere questo e questo, vattelo a leggere, impara le cose e poi dai l'esame perchè così è.

tu dirai: ma noi spieghiamo lo svolgimento

io ti rispondo:

si, ma tanto non ti ascoltano!
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
angie



Messaggi : 2469
Data d'iscrizione : 01.10.09

MessaggioOggetto: Re: Cosa ci ha dato la SSIS? Riflesisone sulla didattica e sull'essere insegnante.   Mer Giu 04, 2014 3:03 pm

tellina ha scritto:
aggiungo postilla alla mia già lunga considerazione:
da precaria storica mi son già accorta della deriva non solo dell'insegnamento ma delle classi e delle scuole stesse...
e cambi approccio...e rimodifichi il linguaggio...io ho anche imparato a truccarmi un po' da 'occola quando ho notato che avere il look giusto, in certi ambienti, aiuta la comunicazione... ti stimo (per quel trucco sfumatissssimo) prof quindi ti ascolto (-sigh), diventi simpatico o assertivo, un po' dittaotre quando serve, serio ma sorridente...giocoso eppur docente...un ossimoro vivente.
li puoi conquistare in qualche caso...affascinare in altri rari casi...quando va bene ti tollerano.
ma alla fine come avete già ben notato... didattica, metodi di spiegazione, di approccio alla materia, psicologia applicata ecc...non servono a nulla quando ti trovi davanti 30 e passa ragazzini che di umano ormai non han nemmeno più le sembianze...
il problema non siamo (solo) noi docenti.
certo siamo, purtroppo, gli unici a doversene far carico.
p.s. e io la siss manco l'ho fatta...ma i vari corsi propedeutici all'insegnamento, i corsi in itinere tenuti da questo e da quello, elaborati letti e riletti, stampati e copiati...giudici in cattedra a giudicar noi...quando loro in una cattedra vera non eran mai nemmeno stati... ci siam passati tutti comunque, concorsisiti, sissini, tieffini e passisti (ehm si chiaman così?)


E chi te l' ha detto che non servono didattica, metodi di spiegazione, di approccio alla materia, psicologia applicata ecc.....???
A me servono accompagnate dalla mia personale sensibilità, dal bisogno di vedere cosa c'è dietro un alunno che non studia, che non si approccia alla materia nel modo giusto.
Cerco di comprendere chi è, qual è il suo mondo fuori dalla scuola, scruto la sua anima....
Spendo ore ed ore a capire, a trovare la strategia più adeguate; i momenti di difficoltà ci sono stati e ci saranno, ma io combatto e mi sono resa conto che i ragazzi vogliono una scuola viva, che li coinvolga e che i mezzi di un tempo non servono più.
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8316
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Cosa ci ha dato la SSIS? Riflesisone sulla didattica e sull'essere insegnante.   Mer Giu 04, 2014 3:08 pm

Citazione :
sai perchè il tuo cinquantenne spiega meglio un problema con applicazioni pratiche di un docente?
perchè data l'età lui quelle nozioni le ha imparate a mezze mazzate e ora comunque vada...le sa.


Ma anche un docente le deve sapere!!

Altrimenti torniamo lì: nozioni che non servono a nulla.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
baustelle



Messaggi : 361
Data d'iscrizione : 24.08.10

MessaggioOggetto: Re: Cosa ci ha dato la SSIS? Riflesisone sulla didattica e sull'essere insegnante.   Mer Giu 04, 2014 3:08 pm

Imparare poesie a memoria da piccoli (elementari e medie) è utile. E' utile perché l'esercizio mnemonico è utile di per se stesso, ma soprattutto perché se si conoscono già le parole sarà molto più semplice concentrarsi sul significato profondo del testo quando si avrà l'età per poterlo cogliere pienamente (superiori).
Tornare in alto Andare in basso
angie



Messaggi : 2469
Data d'iscrizione : 01.10.09

MessaggioOggetto: Re: Cosa ci ha dato la SSIS? Riflesisone sulla didattica e sull'essere insegnante.   Mer Giu 04, 2014 3:10 pm

baustelle ha scritto:
Imparare poesie a memoria da piccoli (elementari e medie) è  utile. E' utile perché l'esercizio mnemonico è utile di per se stesso, ma soprattutto perché se si conoscono già le parole sarà molto più semplice concentrarsi sul significato profondo del testo quando si avrà l'età per poterlo cogliere pienamente (superiori).

Non abbiamo detto di cancellare tutto, ma di presentarlo in un modo diverso!
Tornare in alto Andare in basso
baustelle



Messaggi : 361
Data d'iscrizione : 24.08.10

MessaggioOggetto: Re: Cosa ci ha dato la SSIS? Riflesisone sulla didattica e sull'essere insegnante.   Mer Giu 04, 2014 3:20 pm

D'accordo, purché lo si presenti. Molti alunni arrivano in prima superiore senza neanche aver imparato la coniugazione di modi e tempi verbali.
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8316
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Cosa ci ha dato la SSIS? Riflesisone sulla didattica e sull'essere insegnante.   Mer Giu 04, 2014 3:40 pm

Citazione :
e ti vedo come sempre ottimista, va bene così...che almeno qualcuno possa continuare a pensare che le cose potran migliorare

sono una ottimista, questo sì.

che io creda che le cose miglioreranno......

non so cosa credere.

Che debbano cambiare, che possano migliorare se però cambiamo e miglioriamo noi e nella fattispecie del discorso, voi.

Voi perchè ora parliamo di scuola.

Noi se parliamo di adulti vs ragazzi.


So già a cosa andrò incontro ma sono tanto abituata che lo faccio ugualmente, di raccontarti un laboratorio di quest'inverno.

I laboratori che io e gli altri volontari facciamo sono strutturatissimi, abbiamo molto poco spazio per muoverci, abbiamo avuto una certa formazione su come presentare gli argomenti che trattiamo a seconda delle età che incontriamo.
Un po' come voi, abbiamo il nostro metodo studiato mentre ci preparavamo.

più o meno come ci hanno insegnato abbiamo trovato salvo in una classe, seconda media.
Abbiamo trovato ragazzi che oserei dire da incubo.

I laboratori sono di due unità da due ore ciascuna. La prima unità prevede l'esplorazione dell'argomento e la seconda unità a distanza di qualche giorno prevede più o meno la discussione.
In quella classe le prime due ore non siamo riusciti a dire quattro parole.

Siccome per me questa cosa non esiste mentre tacevo (tanto parlavano loro delle loro cose tra di loro) li osservavo.
Il loro professore per cercare di farli stare zitti diceva cose che mi facevano vergognare, che se le avesse dette a me alla loro età mi avrebbero messa al tappeto questi lo guardavano e gli ridevano in faccia!
Io parlavo e uno di loro: "signora devo fare la cacca"
l'altro "ma lei cosa vuole qui?"
tra l'altro mi facevano queste domande e non aspettavano la risposta.

L'unico momento in cui sono stati attenti è stato quando abbiamo presentato un filmato.
Non hanno fiatato e sono anche stati in grado di commentarlo con serietà.

Due ore da incubo ma quel momento di silenzio nel filmato insieme alle risate sulla faccia del professore mi hanno fatto capire che quelli erano ragazzini che davanti agli adulti, qualsiasi adulto, la prima cosa che facevano era mettersi un condom (perdonami è l'immagine che mi sono fatta io ;-) )
dalla testa ai piedi un impermeabile per non sentire.

Ragazzini abituati ad essere sgridati e non ascoltati, ragazzini i cui genitori erano chiamati a scuola per le lamentele del caso, tornavano a casa e via di sgridate tremende e urla disumane.
Ragazzini diventati immuni alle parole.

Ho pensato al filmato e nella settimana di pausa prima della seconda unità mi sono rifatta tutto il laboratorio in digitale, ho ripreso tutto dall'inizio.
Siamo tornati in classe e dopo il buongiorno ho fatto partire la lezione, che diceva le stesse cose che avevo già detto io, ma le diceva sullo schermo.
Li abbiamo presi, tellina, hanno ascoltato, ogni tanto interrompevo e facevo domande e loro rispondevano a segno, facevano commenti e domande pertinenti e alla fine delle due ore qualcuno si è scusato del comportamento della volta precedente e il più tremendo di tutti ha scritto sul questionario che facciamo sempre compilare: è stato interessante, hanno risposto alle mie domande.

presi tellina, capisci? presi
semplicemente perchè avevo visto quel condom che loro srotolavano dalla testa ai piedi davanti ad un adulto che parlava.


(sono pronta a sentirmi dire che io non capisco nulla di scuola e anche con che titolo faccio queste cose - o abbiamo già dato e passiamo oltre ? :-) )
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
giovanna onnis



Messaggi : 17785
Data d'iscrizione : 15.04.12

MessaggioOggetto: Re: Cosa ci ha dato la SSIS? Riflesisone sulla didattica e sull'essere insegnante.   Mer Giu 04, 2014 4:06 pm

Azzurra83LU ha scritto:
Infatti io le parlo da psicologa inserita in team che collabora con la scuola e direi che i metodi di insegnamento di oggi non sono validi in parte come quelli di 40 anni fa. E sottolineo in parte perchè c'è anche del buono cosi come ci sarebbero atteggiamenti da rivedere. La scuola non è l'unica a creare cittadini, prima viene la famiglia. Che cos'è cambiato? La storia ce lo dice, la cultura, la politica ecc ecc

Sei quindi esperta in "metodologia didattica"!!
Dal momento che da psicologa formuli giudizi così categorici, mi sembra, come minimo, doveroso essere più chiari ed espliciti!!

A quali metodi di insegnamento ti riferisci?
Quali metodi conosci?
Quali sarebbero i metodi alternativi e validi?  Ad una critica dovrebbero seguire proposte alternative....altrimenti è troppo facile!!
Tornare in alto Andare in basso
angie



Messaggi : 2469
Data d'iscrizione : 01.10.09

MessaggioOggetto: Re: Cosa ci ha dato la SSIS? Riflesisone sulla didattica e sull'essere insegnante.   Mer Giu 04, 2014 4:13 pm

baustelle ha scritto:
D'accordo, purché lo si presenti. Molti alunni arrivano in prima superiore senza neanche aver imparato la coniugazione di modi e tempi verbali.

Se è per questo non solo in I, anche oltre....ma queste sono nozioni basilari.
Tornare in alto Andare in basso
giovanna onnis



Messaggi : 17785
Data d'iscrizione : 15.04.12

MessaggioOggetto: Re: Cosa ci ha dato la SSIS? Riflesisone sulla didattica e sull'essere insegnante.   Mer Giu 04, 2014 4:16 pm

Ire ha scritto:
beh, avevo scritto un post lunghissimo riprendendo le stesse parole di tellina.

Forse è stato il fato  che mi ha indotta in errore nell'invio, così vi risparmierete di leggerlo.

La conclusione del mio discorso era proprio questa:

con questi alunni non umani qual'è l'obbiettivo del vostro lavoro?

la mia risposta era esattamente quella che hai dato tu, Idro.

Importa abbastanza poco che sappiano quando è nato leopardi, quello lo vedono in un click sullo smartphone

Con un click possono vedere tutto Ire, ma se devono applicare una conoscenza (leggasi "nozione", "concetto", "regola", "formula" ecc. ecc.) e non la sanno e non hanno a disposiziione lo smartphone per fare click, cosa può succedere secondo te??

Nessuna conoscenza = nessuna capacità di applicazioine = competenze ZERO
Tornare in alto Andare in basso
giovanna onnis



Messaggi : 17785
Data d'iscrizione : 15.04.12

MessaggioOggetto: Re: Cosa ci ha dato la SSIS? Riflesisone sulla didattica e sull'essere insegnante.   Mer Giu 04, 2014 4:22 pm

tellina ha scritto:
il momento del giornale c'è ancora ma appunto non sempre e non per molto...
per leggere un giornale lo devi prima capire, comprendere la lingua e qui già molti ragazzini affrontano il primo problema...e no, purtroppo non parlo solo di quelli stranieri.
poi devi comprendere le parole...poi i significati dei messaggi, quelli tra le righe, il dico non dico...
alle medie!? se va bene riescono a capire a che ora trasmettono amici...se va bene.
a cosa serve conoscere il teorema di pitagora? a cosa serve sapere quando è nato leopardi?
ancora a questi discorsi provocatori stiamo!? speravo d'averli superati (affronto queste domande ogni giorno a scuola, se me le fanno dei ragazzini sorrido e mi diverte anche parecchio dimostrar loro l'utilizzo pratico delle tanto disprezzate nozioni), ma doverle quasi giustificare con adulti di chiara e dichiarata preparazione scolastica, confesso...mi imbarazza un pochetto...
ma mi piace comunque ricordare che per far quelle due caxxo di tendine che lasciassero spazi di passaggio per il cane in terrazza pitagora mi ha dato una mano...e che avendo letto da ragazzina "una donna" della aleramo, lo avevo trovato curiosamente scontato e noioso....solo una volta finito il libro e guardata la data di nascita dell'autrice mi eran venuti i brividi...quindi cari miei...anche le tanto sorpassate date di nascita fan parte delle nozioni non inutili che permettono di comprendere realmente la portata dirompente di un'idea che decontestualizzata...potrebbe apparire, appunto, scontata e noiosa... e sarebbe un vero peccato, per tutti.

Esattamente come dici Tellina, condivido tutto!!
Tornare in alto Andare in basso
Azzurra83LU



Messaggi : 23
Data d'iscrizione : 22.05.14
Età : 32
Località : Toscana

MessaggioOggetto: Re: Cosa ci ha dato la SSIS? Riflesisone sulla didattica e sull'essere insegnante.   Mer Giu 04, 2014 4:29 pm

giovanna onnis i miei non sono giudizi categorici, osservo e cerco di migliorare i metodi quando possibile insieme all'insegnante. Quello che viene fuori da questo lavoro sono spesso difficoltà relazionali che potrebbe avere qualsiasi persona di fronte a 30 altre: gestione delle emozioni. La mia proposta è operativa nella mia zona e spiegarla qui sarebbe molto lunga. Insieme ad un team di terapeuti lavoriamo per migliorare la relazione e questo è possibile se le persone si incontrano e ammettono che possono cambiare qualcosa veramente. E' partito un gruppo sperimentale nella scuola diaz di Genova dove proponiamo anche peer education, cioè educazione fra pari: i risultati sono sorprendenti per ora.
Tornare in alto Andare in basso
giovanna onnis



Messaggi : 17785
Data d'iscrizione : 15.04.12

MessaggioOggetto: Re: Cosa ci ha dato la SSIS? Riflesisone sulla didattica e sull'essere insegnante.   Mer Giu 04, 2014 4:30 pm

Ire ha scritto:
tellina ha scritto:
e se la data di nascita del leopardi non l'avranno mai imparata a scuola...non ci sarà nemmeno nessun motivo per sollevare in loro la curiosità di cercarsela in altro momento...mai.

non credo sai.

O almeno, non vedranno motivo per essere incuriositi se la scuola non avrà insegnato loro che chi è nato in un certo periodo ha respirato una certa aria ha conosciuto questo o quel movimento e ha maturato le proprie idee sulla base di tutto ciò.
Non vedranno il motivo di essere incuriositi se non riusciranno ad immaginare il sig leopardi che la sera non poteva giocare alla play perchè più o meno si andava a letto quando il sole non illuminava più..........

e allora magari da qui possono anche cominciare a pensare che forse uno dei motivi per cui è stata tanto apprezzata l'energia elettrica è perchè ha permesso un diverso stile di vita, ha facilitato tante cose  e allora forse possono pensare a cosa ha portato la rivoluzione industriale

Sto dicendo emerite min@@iate, tellina, ma penso che il concetto che intendo esprimere sia chiaro.

Ho l'occasione di vedere con gli occhi di un adulto, dall'interno, una quinta classe geometra. Ne ho l'occasione perchè un mio conoscente 50enne che lavora da trent'anni sul campo  sta quest'anno prendendo il diploma. Un disastro, tellina, lui è sconvolto. innanzitutto da come si comportano i compagni 20enni che vanno a scuola con tre cellulari uno dei quali da consegnare perchè sanno benissimo che il cell non si può tenere  e gli altri due da usare per copiare ma è sconvolto anche da come la scuola continui ad insegnare cose superate ormai da decenni e come non arrivi nemmeno ad accennare a quelle cose che servono davvero.

E' sconvolto soprattutto da un compagno che gli ha detto: ma come mai questa cosa quando l'hai spiegata tu l'ho capita subito mentre quando me l'ha detta il prof non capivo nemmeno di cosa stava parlando? Ma come mai sei dovuto arrivare tu a dirmi che una stima sui danni provocati da un incendio non è  un problema di matematica dove io devo indicare passo passo  come ho fatto a calcolare la superficie danneggiata dell'edificio (base per altezza), ma è una serie di considerazioni che comprendono anche la valutazione dell'importo necessario allo smaltimento dei materiali di risulta, le spese tecniche per la valutazione e cose del genere?

Tellina, prendi i disumani e vedi di cosa hanno bisogno per davvero, ti ascolteranno.
Loro non capiscono perchè devono fare la fatica di imparare nozioni o informazioni che trovano agevolmente nelle loro appendici extracorporee. Hanno bisogno di sapere, di imparare e di esercitare l'uso di queste informazioni. L'uso che ne possono fare per la loro vita.
Quoto la parte che ho evidenziato.....scusa Ire, ma è stato più forte di me!!
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8316
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Cosa ci ha dato la SSIS? Riflesisone sulla didattica e sull'essere insegnante.   Mer Giu 04, 2014 4:32 pm

ora però me lo spieghi il perchè.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
giovanna onnis



Messaggi : 17785
Data d'iscrizione : 15.04.12

MessaggioOggetto: Re: Cosa ci ha dato la SSIS? Riflesisone sulla didattica e sull'essere insegnante.   Mer Giu 04, 2014 4:36 pm

Azzurra83LU ha scritto:
Ho capito tellina, non ho detto che sei una pessima insegnante: se provochi provoco anch'io = stesso piano siamo umani così come sono umani i tuoi studenti che probabilmente hanno bisogno di essere ascoltati e sottolineo ascoltati. E non è vero che stanno tutti a guardare amici eddai c'è anche quello è chiaro così come a miei tempi c'erano ancora i cartoni animati in seconda media, ma sono proprio così alieni questi ragazzi? o possiamo trovare cose che ci accomunano? Il percorso è in salita per tutti insegnanti e studenti mi pare che la vita vada così per tutti oggi: non è tutto rose e fiori per nessuno. Allora detto questo ci nascondiamo dietro la stretta di mano 68ina o si trovano soluzioni? questo dovrebbe essere l'interesse no? Le risposte dovresti trovarle tu come insegnante, confrontandoti con i colleghi nessuno ha la verità in tasca: tu sei tu con le tue esperienze e risorse nessuno potrà dirti quello che fare, nessuno ha la bacchetta magica e non sarebbe nemmeno giusto dirti quello che DEVI fare. E' così fastidioso entrare nel loro mondo?
Scusa Azzurra, ma chi ti dice che questo noi insegnanti non lo mettiamo in atto quotidianamente con i nostri studenti??
Se noi non ci sforzassimo di "entrare nel loro mondo", se non cercassimo continuamente un dialogo costruttivo, se non ascoltassimo i nostri studenti.....secondo te potremmo fare gli insegnanti???

Forse hai un'idea sbagliata e mi piacerebbe capire perchè!
Tornare in alto Andare in basso
tellina



Messaggi : 7491
Data d'iscrizione : 08.11.10

MessaggioOggetto: Re: Cosa ci ha dato la SSIS? Riflesisone sulla didattica e sull'essere insegnante.   Mer Giu 04, 2014 4:37 pm

...e lo so ire che voi siete quelli dei piccoli miracoli nei casi più disperati (e sì i miei problemi in quella seconda non sono casuali, alle medie è la classe più problematica: troppo grande per avere ancora quel pizzico di sacro timore che ha la prima e troppo navigata per vivere con magico stupore le esperienze che in prima li avrebbero fatti ammutolire, eppure troppo giovane per poter apprezzare con il barlume di lucidità e maturità di una terza e ancora troppo lontani dagli esami per potersi moderare causa velo di timore che blocca anche il peggior ragazzino di fronte alla commissione d'esame, prima e alla destabilizzante poca informazione su ció a cui si sta andando incontro, dopo...).
e so anche che quando intervenite e va male la prima volta....se siete "un gruppo di quelli bravi" si rimodulerà e affronterà la classe/problema con un altro approccio (anche da noi fan sempre interventi esterni su bullismo, antidispersione scolastica ecc...non sarete magari voi direttamente ma sono "parenti vostri" ;-) )
ma occhio ire...so anche cosa succede dopo che il vostro intervento mirato e ben svolto. ..è finito. so cosa succede il giorno dopo...mentre voi siete passati altrove, a volte comprensibilmente soddisfatti per l'evidente buon riscontro, per, fosse anche solo, quell'unica frase che ha stabilito il contatto...
presi dici... presi!
ottimo...basta solo che non siate stati voi ad esser stati presi sì...ma per i fondelli da quegli stessi gioiellini che di lunedì ghettizzavan la compagna un po' così, di martedì si scontran con voi, di mercoledì sembran folgorati sulla via di damasco dopo il vostro intervento diretto sul campo...di giovedì spesso per noia rimangon tranquilli...e venerdì tornano ad esser aguzxini come prima e più di prima "chè tanto le donne a quello sevono no?! a farci sesso se son txoie, a farci figli se non son puxxane, ma sempre e solo a scoparxi comunque...a che altro?!".
n.b. questo è successo in altra mia seconda, quella dove mi trovo anche bene...ma che durante la discussione a fine intervento esterno, dopo un primo scontro dove gli operatori han gettato la spugna terminando un'ora prima e ripresentandosi il giorno successivo parevano anche aver fatto un buon lavoro ribaltando convenzioni e convinzioni errate nella massima attenzione proprio perchè in classi dove la normale didattica di normale non ha nulla...parlando d'altro si è provato ad arrivare allo stesso punto di arrivo per vie traverse.
presi, ci siam detti giovedì...'sti qui son bravi, ce l'han fatta, li han presi... sì...come no...li han presi loro, per i fondelli... sigh.
Tornare in alto Andare in basso
giovanna onnis



Messaggi : 17785
Data d'iscrizione : 15.04.12

MessaggioOggetto: Re: Cosa ci ha dato la SSIS? Riflesisone sulla didattica e sull'essere insegnante.   Mer Giu 04, 2014 4:47 pm

Ire ha scritto:
......................(sono pronta a sentirmi dire che io non capisco nulla di scuola e anche con  che titolo faccio queste cose  -  o abbiamo già dato e passiamo oltre ?  :-)  )

Non passo oltre Ire perchè, per l'ennesima volta, vuoi fare paragoni non pertinenti e citi te stessa come esempio di adulta che riesce a "catturare" gli studenti, al contrario dei docenti che dicono cose "vergognose"!!
I tuoi laboratori saranno sicuramente fantastici, strepitosi...puoi gongolarti nelle tue capacità laboratoriali che, però, non hanno niente a che fare con il mondo dell'insegnamento, Ire, ma questo non ti è ancora chiaro!!
Tornare in alto Andare in basso
 
Cosa ci ha dato la SSIS? Riflesisone sulla didattica e sull'essere insegnante.
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 2 di 7Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7  Seguente
 Argomenti simili
-
» un ateo può rifiutare di giurare sulla bibbia??
» macchie sulla pelle
» Cosa non fare dopo transfer
» cosa posso regalare ho bisogno di consigli
» cosa fare e non fare durante il pt?

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: