Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 no ingiustizie

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
angie



Messaggi : 2469
Data d'iscrizione : 01.10.09

MessaggioOggetto: no ingiustizie   Mar Giu 10, 2014 2:28 am

Ho un' alunna che si è assentata molto nel corso dell' anno, specie per motivi di salute(stress, nervosismo) , nel primo quadr. le ho dato 6, ma a causa della scarsa presenza non ha potuto recuperare, per cui il 4 è stato inevitabile.Al mio voto basso si sono aggiunti tutti quelli delle altre materie tranne un 6. Circa 1 mese e mezzo fa dissi al padre che la situazione si prospettava complessa e che la figlia non avrebbe dovuto dormire sugli allori, lui pensava cmq che la figlia ce l' avrebbe fatta ( forse la speranza è l' ultima a morire....).
L' alunna, in questi ultimi giorni riteneva di aver recuperato alcune materie, ma così non è stato.
In classe le ho sempre detto di studiare, ma la sua svogliatezza ha avuto sempre il sopravvento.Ad un suo compagno, poco studioso a fine anno, ho dato il 6, gli ho detto che gli avrei messo meno, ma la sua situazione a livello generale era meno disatrata ed io ho voluto considerare la frequenza, la partecipazione del I quadrimestre, vari momenti, il fatto che sia venuto volontario più volte ecc...
Ora non vorrei che la ragazza si soffermasse sulle mie parole e pensasse che nei suoi confronti è stata commessa un' ingiustizia.
Il momento delle decisioni finali è per me sempre difficile..
Come vivere questi momenti in modo distaccato?
Tornare in alto Andare in basso
disorientata71



Messaggi : 253
Data d'iscrizione : 14.01.14

MessaggioOggetto: Re: no ingiustizie   Mar Giu 10, 2014 10:10 am

Io credo che occorra assolutamente imparare a porsi in modo un po' distaccato altrimenti non se ne esce sani.
Anche ieri abbiamo finito gli scrutini con due ore di ritardo perchè ci siamo fatti avviluppare da dubbi e riflessioni che invece di chiarire la situazione la confondevano sempre di più.
Secondo me bisogna cercare di essere il più possibile "giusti" quando valutiamo nel corso dell'anno, quando correggiamo le verifiche e quando attribuiamo i voti alle interrogazioni. Ma la valutazione finale non è mai una stretta media aritmetica: ogni alunno è un caso a sè, ha fatto il suo percorso, ha una sua storia, che giustifica, a mio parere, anche apparenti diversità di trattamento. Che non sono ingiustizie, ma appunto diversità di trattamento dovute alla considerazione della storia di ognuno.
Poi che possiamo sbagliare, sempre, questo è un dato di fatto; come è un dato di fatto che subiremo sempre critiche, specialmente da parte dei genitori.
Tornare in alto Andare in basso
 
no ingiustizie
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: