Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Amenità terminologiche

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : 1, 2  Seguente
AutoreMessaggio
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Amenità terminologiche   Mar Giu 10, 2014 7:24 am

Evoluzione della terminologia all'insegna dell'inclusività e della positività

In passato: Respinto
Oggi; Non ammesso alla classe successiva
Domani: Diversamente promosso

Sapevatelo
Tornare in alto Andare in basso
disorientata71



Messaggi : 253
Data d'iscrizione : 14.01.14

MessaggioOggetto: Re: Amenità terminologiche   Mar Giu 10, 2014 9:18 am

:-)
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8318
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Amenità terminologiche   Mar Giu 10, 2014 10:26 am

non trovo che diversamente promosso sia un errore, anzi è proprio corretto:

un diversamente promosso è comunque promosso: alla classe attuale !

Ogni cosa ha il suo perchè :-D
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
avidodinformazioni



Messaggi : 15801
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Amenità terminologiche   Mar Giu 10, 2014 11:28 am

gian ha scritto:
Evoluzione della terminologia all'insegna dell'inclusività e della positività

In passato: Respinto
Oggi; Non ammesso alla classe successiva
Domani: Diversamente promosso

Sapevatelo
E mi raccomando, non scrivete "non ammesso ...." con la penna rossa, usate la penna verde.
Tornare in alto Andare in basso
Online
paniscus_2.0



Messaggi : 6141
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: Amenità terminologiche   Mar Giu 10, 2014 11:53 am

E certo: immagino che sia perché il rosso è mortificante e traumatizzante, mentre il verde no. Così, nel giro di pochi anni, tutti penseranno che il verde sia mortificante e traumatizzante, e quindi si chiederà di non scrivere in verde ma in blu; dopo ancora qualche anno, sarà il blu ad essere associato a significati negativi, e quindi si chiederà di tornare a scrivere in rosso...

Come quelle sequenze logiche già note, tipo il ciclo del professionista:

- il contadino vuole il figlio operaio
- l'operaio vuole il figlio impiegato
- l'impiegato vuole il figlio ingegnere
- l'ingegnere vuole il figlio manager
- il manager vuole il figlio politico
- il politico vuole il figlio diplomatico
- il diplomatico vuole il figlio accademico
- l'accademico vuole il figlio artista
- l'artista vuole il figlio contadino

o il ciclo della medicina:

2000 A.C: - Ti senti male? Mangia questa radice.
1000 D.C. - Quella radice è pagana. Recita questa preghiera.
1750 D.C. - Quella preghiera è superstizione. Bevi questa pozione.
1900 D.C. - Quella pozione non è scientifica. Butta giù questa pillola.
1960 D.C. - Quella pillola non è efficace. Prendi questo antibiotico.
2000 D.C. - Quell'antibiotico non è naturale. Mangia questa radice.
Tornare in alto Andare in basso
Persefone Fuxia



Messaggi : 440
Data d'iscrizione : 07.10.12

MessaggioOggetto: Re: Amenità terminologiche   Mar Giu 10, 2014 9:27 pm

E la storia che la coordinatrice, alle superiori, subito dopo lo scrutinio deve telefonare alla famiglia (già stra-avvertita della possbilità) per avvisare della bocciatura se no il ragazzo (già stra-avvertito) ci rimane male davanti ai tabelloni?
Si usa così anche da voi?
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6141
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: Amenità terminologiche   Mar Giu 10, 2014 9:47 pm

Purtroppo è una normativa nazionale. Perché qualche anno fa scoppiò una fobia collettiva che i ragazzi bocciati si suicdassero in massa (o che comunque tentassero fughe da casa o altri gesti inconsulti) e quindi si decise che l'esposizione del tabellone era una violenza traumatizzante, e che dovesse essere risparmiata provvedendo prima con avvertimenti individuali.

Ovviamente il provvedimento, semmai, dal punto di vista psicologico ha PEGGIORATO la situazione invece di migliorarla...

... perché più la bocciatura viene vista come una cosa tanto terribile e delicata che non si può nemmeno nominare esplicitamente e di cui si deve parlare solo sottovoce con mille cautele, tanto più il bocciato si sente anomalo e rischia di essere soggetto a crisi di nervi, e non certo il contrario.

Ma comunque la normativa nazionale non dice affatto che si debba telefonare subito dopo lo scrutinio, e tantomeno che debba farlo il coordinatore... dice solo che la famiglia deve essere avvertita in privato prima dell'uscita dei tabelloni, nel modo che si preferisce. In alcune scuole si dà per scontato che sia compito della segreteria e non certo del coordinatore. In molti casi si mandano lettere per posta invece che telefonare (anzi, per accertarsi che le avessero ricevute, una volta si mandavano le raccomandate, adesso hanno vietato anche quelle per tagliare sulle spese...)
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Amenità terminologiche   Mar Giu 10, 2014 10:46 pm

Nella mia scuola inviamo a tutte le famiglie (tramite gli studenti) una nota informativa in cui si stabilisce una data e un orario di "consegna" degli esiti. Gli studenti devono riportare una ricevuta sottoscritta dal genitore per presa visione della comunicazione.

Nel giorno della "consegna", solitamente fissato in occasione del collegio di chiusura, l'incaricato consegna ai singoli genitori la scheda con le valutazioni e l'indicazione delle carenze da colmare in caso di sospensione del giudizio. Al termine dell'orario prefissato si procede con l'affissione dei tabelloni.

Credo che sia un'ottima soluzione in quanto contempla la comunicazione privata *prima* della pubblicazione senza dover incorrere in ostacoli di vario tipo e sovraccarichi economici. Anche le telefonate costano, e fare centinaia di telefonate richiede tempo e denaro, cosa che le scuole ormai dispongono con il lumicino. E' evidente che la prima responsabilità di assicurarsi che il pargolo non commetta atti insensati ricade giustamente sulla famiglia: il genitore responsabile si adopera per presentarsi alla convocazione e si regola di conseguenza con il figlio in base al breve colloquio con l'incaricato. Se invece se ne frega, non vedo per quale motivo la scuola debba farsi carico dell'irresponsabilità del genitore.
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8318
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Amenità terminologiche   Mer Giu 11, 2014 9:52 am

nelle scuole dei miei figli in caso di bocciatura non fanno proprio nulla (o almeno così mi è stato riferito da una mamma che ha avuto questa esperienza, se non comunicare a metà maggio la possibilità dell'evento)
in caso di sospensione del giudizio i genitori sono convocati tramite comuncazione sul sito della scuola ad una data ora di un dato giorno (stessa ora per tutti i genitori e per tutte le classi e davanti ad ogni classe e si fa la fila per il turno) e il coordinatore consegna le schede con l'indicazione della modalità ritenuta opportuna per il recupero, con l'invito ai corsi organizzati dalla scuola e con le indicazioni di ciò che deve essere recuperato.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
giovanna onnis



Messaggi : 17791
Data d'iscrizione : 15.04.12

MessaggioOggetto: Re: Amenità terminologiche   Mer Giu 11, 2014 4:34 pm

gian ha scritto:
Nella mia scuola inviamo a tutte le famiglie (tramite gli studenti) una nota informativa in cui si stabilisce una data e un orario di "consegna" degli esiti. Gli studenti devono riportare una ricevuta sottoscritta dal genitore per presa visione della comunicazione.

Nel giorno della "consegna", solitamente fissato in occasione del collegio di chiusura, l'incaricato consegna ai singoli genitori la scheda con le valutazioni e l'indicazione delle carenze da colmare in caso di sospensione del giudizio. Al termine dell'orario prefissato si procede con l'affissione dei tabelloni.

Credo che sia un'ottima soluzione in quanto contempla la comunicazione privata *prima* della pubblicazione senza dover incorrere in ostacoli di vario tipo e sovraccarichi economici. Anche le telefonate costano, e fare centinaia di telefonate richiede tempo e denaro, cosa che le scuole ormai dispongono con il lumicino. E' evidente che la prima responsabilità di assicurarsi che il pargolo non commetta atti insensati ricade giustamente sulla famiglia: il genitore responsabile si adopera per presentarsi alla convocazione e si regola di conseguenza con il figlio in base al breve colloquio con l'incaricato. Se invece se ne frega, non vedo per quale motivo la scuola debba farsi carico dell'irresponsabilità del genitore.
Addirittura centinaia!! Sono così tanti i bocciati nella tua scuola?? Una delle pochissime in Italia!!
Tornare in alto Andare in basso
Online
Ire



Messaggi : 8318
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Amenità terminologiche   Mer Giu 11, 2014 5:06 pm

orpo, @gian, è giusto: in un post sulle amenità terminologiche dei fare attenzione ai termini che usi.

UN CENTINAIO sarebbe stato più verosimile ed appropriato

:-DDDDD
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
giovanna onnis



Messaggi : 17791
Data d'iscrizione : 15.04.12

MessaggioOggetto: Re: Amenità terminologiche   Mer Giu 11, 2014 5:10 pm

Sarebbero tanti anche se fossero "solo" un centinaio Ire!......per come vanno le cose agli scrutini finali mi sembra fantascientifico!!
Tornare in alto Andare in basso
Online
Ire



Messaggi : 8318
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Amenità terminologiche   Mer Giu 11, 2014 5:28 pm

giovanna in una classe è abbastanza facile si trovino tre o quattro ragazzi con sospensione di giudizio,
una trentina di classi sono più o meno la regola negli istituti superiori.

3 x30 = 90 chiamate

sicuramente non tutte a segno al primo colpo........ anzi.

Il tempo per farle e rifarle costa
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
avidodinformazioni



Messaggi : 15801
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Amenità terminologiche   Mer Giu 11, 2014 5:45 pm

Ire ha scritto:
giovanna in una classe è  abbastanza facile si trovino tre o quattro ragazzi con sospensione di giudizio,
una trentina di classi sono più o meno la regola negli istituti superiori.

3 x30 = 90 chiamate

sicuramente non tutte a segno al primo colpo........ anzi.

Il tempo per farle e rifarle costa
Ragionamento corretto se le telefonate le fa la segreteria; se le fa il coordinatore ... 3 x1 =3 ...... ma anche fossero 20 ....
Tornare in alto Andare in basso
Online
giovanna onnis



Messaggi : 17791
Data d'iscrizione : 15.04.12

MessaggioOggetto: Re: Amenità terminologiche   Mer Giu 11, 2014 6:40 pm

Ire ha scritto:
giovanna in una classe è  abbastanza facile si trovino tre o quattro ragazzi con sospensione di giudizio,
una trentina di classi sono più o meno la regola negli istituti superiori.

3 x30 = 90 chiamate

sicuramente non tutte a segno al primo colpo........ anzi.

Il tempo per farle e rifarle costa
Ma le telefonate o comunque le comunicazioni alle famiglie prima di pubblicare gli esiti,  sono previste solo per i bocciati non per le sospensioni di giudizio!

Se dovessimo parlate di debiti allora altro che centinaia!!!
Tornare in alto Andare in basso
Online
giovanna onnis



Messaggi : 17791
Data d'iscrizione : 15.04.12

MessaggioOggetto: Re: Amenità terminologiche   Mer Giu 11, 2014 6:42 pm

avidodinformazioni ha scritto:
Ire ha scritto:
giovanna in una classe è  abbastanza facile si trovino tre o quattro ragazzi con sospensione di giudizio,
una trentina di classi sono più o meno la regola negli istituti superiori.

3 x30 = 90 chiamate

sicuramente non tutte a segno al primo colpo........ anzi.

Il tempo per farle e rifarle costa
Ragionamento corretto se le telefonate le fa la segreteria; se le fa il coordinatore  ... 3 x1 =3 ...... ma anche fossero 20 ....
No Avido "ragionamento scorretto" e calcolo non realistico in quanto si parla di bocciature non di debiti!
Tornare in alto Andare in basso
Online
Ire



Messaggi : 8318
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Amenità terminologiche   Mer Giu 11, 2014 7:09 pm

avidodinformazioni ha scritto:
Ire ha scritto:
giovanna in una classe è  abbastanza facile si trovino tre o quattro ragazzi con sospensione di giudizio,
una trentina di classi sono più o meno la regola negli istituti superiori.

3 x30 = 90 chiamate

sicuramente non tutte a segno al primo colpo........ anzi.

Il tempo per farle e rifarle costa
Ragionamento corretto se le telefonate le fa la segreteria; se le fa il coordinatore  ... 3 x1 =3 ...... ma anche fossero 20 ....

comunque va bene che adesso con i contratti flat non costa nulla una telefonata e che il tempo del coordinatore è considerato suo gentile omaggio però.. una bella rottura di palle telefonare a tutti, vah!

Chiunque lo faccia e chiunque paghi.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Amenità terminologiche   Mer Giu 11, 2014 7:11 pm

giovanna onnis ha scritto:

Addirittura centinaia!! Sono così tanti i bocciati nella tua scuola?? Una delle pochissime in Italia!!
Nel computo ho compreso non solo i diversamente ammessi, ma anche quelli con giudizio sospeso che, presumo, siano parecchi anche nella sede centrale (un istituto tecnico industriale). La mia sede, peraltro, pur trattandosi di un liceo delle scienze applicate è in un territorio svantaggiato e la nostra scuola rappresenta l'unica scelta possibile in alternativa ad pendolarismo che ti costringerebbe a passare buona parte della giornata fuori casa. Le altre scuole si trovano in un raggio di 40-60 km, con tempi di percorrenza con i mezzi pubblici dell'ordine di 1-2 ore e, in parte, su una strada che per 20 km si snoda in un susseguirsi di curve e tornanti. Questo fa sì che proprio nella nostra scuola si iscrivano anche ragazzi che non hanno in effetti gli strumenti per affrontare i programmi di un liceo e di conseguenza si trovano ogni anno in evidente difficoltà. L'intero istituto ha un migliaio di iscritti, in gran parte nella sede centrale.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Amenità terminologiche   Mer Giu 11, 2014 7:14 pm

giovanna onnis ha scritto:
Ma le telefonate o comunque le comunicazioni alle famiglie prima di pubblicare gli esiti,  sono previste solo per i bocciati non per le sospensioni di giudizio!

Se dovessimo parlate di debiti allora altro che centinaia!!!

Il preavviso è dovuto solo per i craccati? non lo sapevo!
Tornare in alto Andare in basso
Atene



Messaggi : 2436
Data d'iscrizione : 30.12.11

MessaggioOggetto: Re: Amenità terminologiche   Mer Giu 11, 2014 7:15 pm

Due scuole medie: in una telefona la segreteria, nell'altra il coordinatore.  Ma è normativa recente? Io non la ricordo dall'anno scorso...
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Amenità terminologiche   Mer Giu 11, 2014 7:18 pm

Ire ha scritto:
comunque va bene che adesso con i contratti flat non costa nulla una telefonata e che il tempo del coordinatore è considerato suo gentile omaggio però.. una bella rottura di palle telefonare a tutti, vah!

Chiunque lo faccia e chiunque paghi.

Non so se ora anche le scuole hanno contratti flat. Negli anni novanta c'erano contratti aziendali e le bollette che arrivavano a scuola avrebbero fatto venire l'infarto anche ad un cuore d'acciaio.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Amenità terminologiche   Mer Giu 11, 2014 7:21 pm

In ogni modo sono parecchi anni che non ho l'occasione di provvedere all'ingrato rito della telefonata. Quando l'ho fatto era decisamente penoso. Ogni telefonata era interminabile, non era certo roba da mezzo minuto, per non parlare di eventuali strali via telefonica.

L'altro aspetto grottesco era che, conoscendo il rito della telefonata e gli orari degli scrutini, molti ragazzi si appostavano al telefono e rispondevano loro.
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6141
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: Amenità terminologiche   Mer Giu 11, 2014 7:39 pm

gian ha scritto:
L'altro aspetto grottesco era che, conoscendo il rito della telefonata e gli orari degli scrutini, molti ragazzi si appostavano al telefono e rispondevano loro.

E menomale che, nella testa del geniale legislatore, questo doveva servire a prevenire i traumi, le crisi di nervi e gli impulsi autodistruttivi.

In un normale orario lavorativo di un giorno feriale, a lezioni concluse, è più facile trovare a casa da solo il ragazzo o il genitore?

E casomai il ragazzo avesse davvero una tendenza pericolosa alla depressione o all'autolesionismo, se capisce che è stato bocciato e se ne rimane a casa da solo a macerarsi per una giornata intera in attesa che tornino i genitori e logorandosi per trovare il modo di dirglielo... non è infinitamente PEGGIO che ritrovarsi con tutti i compagni davanti al tabellone pubblico, come si faceva una volta?
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8318
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Amenità terminologiche   Mer Giu 11, 2014 9:05 pm

Citazione :
L'altro aspetto grottesco era che, conoscendo il rito della telefonata e gli orari degli scrutini, molti ragazzi si appostavano al telefono e rispondevano loro.


fantastico :-D
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
avidodinformazioni



Messaggi : 15801
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Amenità terminologiche   Mer Giu 11, 2014 9:13 pm

giovanna onnis ha scritto:
avidodinformazioni ha scritto:
Ire ha scritto:
giovanna in una classe è  abbastanza facile si trovino tre o quattro ragazzi con sospensione di giudizio,
una trentina di classi sono più o meno la regola negli istituti superiori.

3 x30 = 90 chiamate

sicuramente non tutte a segno al primo colpo........ anzi.

Il tempo per farle e rifarle costa
Ragionamento corretto se le telefonate le fa la segreteria; se le fa il coordinatore  ... 3 x1 =3 ...... ma anche fossero 20 ....
No Avido "ragionamento scorretto" e calcolo non realistico in quanto si parla di bocciature non di debiti!
http://www.restoalsud.it/2014/04/19/la-scuola-di-scampia-ha-il-record-di-bocciature/

"percentuale dei ragazzi non ammessi agli anni successivi sfiora il 50%"

50% sulla scuola quanto sarà nella classe peggiore ? Il mio 20 è un limite superiore, non oso pensare che si vada oltre, ma che occasionalmente ci si avvicini ....
Tornare in alto Andare in basso
Online
 
Amenità terminologiche
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 2Andare alla pagina : 1, 2  Seguente

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: