Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 36 ore, scuole aperte fino alle 22 ?!

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : Precedente  1 ... 13 ... 22, 23, 24, 25, 26  Seguente
AutoreMessaggio
baustelle



Messaggi : 361
Data d'iscrizione : 24.08.10

MessaggioOggetto: 36 ore, scuole aperte fino alle 22 ?!   Mer Lug 02, 2014 7:04 am

Promemoria primo messaggio :

Oggi su Repubblica online http://www.repubblica.it/scuola/2014/07/02/news/patto_sulla_scuola_un_premio_ai_prof_ma_dovranno_lavorare_di_pi-90482709/?ref=HREC1-1

Mi fermo a comprare il giornale prima di andare a fare esami per capirci di più.
Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: 36 ore, scuole aperte fino alle 22 ?!   Lun Lug 07, 2014 2:03 pm

elisaPA ha scritto:
BENE Gian. ALLORA DICCI PURE TE LE CORREZIONI E SOLUZIONI da apportare.
Se no la tua è critica distruttiva e inconcludente alla maniera dei partiti carogna

magari se puoi evitare di intasare il forum con campagne elettorali di bassa lega sarebbe meglio, forse potremmo iniziare a confrontarci
Tornare in alto Andare in basso
elisaPA



Messaggi : 277
Data d'iscrizione : 16.03.13

MessaggioOggetto: Re: 36 ore, scuole aperte fino alle 22 ?!   Lun Lug 07, 2014 2:05 pm

D'accordo. Ma questo a condizione di non essere COSTRETTA ancora a leggere  stupidaggini diffamatorie sul M5s.

Anzi! Non parliamo più di partiti.

Va bene?
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: 36 ore, scuole aperte fino alle 22 ?!   Lun Lug 07, 2014 2:14 pm

le mie critiche "distruttive" vertono su questi punti base:
1) la gestione di un istituto scolastico, che contempla una responsabilità tecnica, giuridica e finanziaria non può essere affidata ad una banale elezione, Quello del dirigente scolastico è un ruolo tecnico, non politico
2) l'eventuale elezione di un dirigente scolastico non può essere demandata ad un'armata brancaleone. E' lo stesso motivo per cui in Italia non si elegge direttamente il Presidente della Repubblica, per evitare degenerazioni populiste.
3) il collegio dei docenti ha (come deve avere) competenza sulla pianificazione dell'offerta formativa e sull'organizzazione funzionale dell'offerta formativa. Il resto è di competenza di altri organi o figure amministrative.
4) si presume che, per quanto mal funzionanti, la figura del consiglio d'istituto alla cui composizione partecipano tutte le componenti della scuola, sia la massima espressione di gestione democratica della scuola. Se poi funziona male è un altro paio di maniche e non certo per la presenza di un genitore rompiballe.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: 36 ore, scuole aperte fino alle 22 ?!   Lun Lug 07, 2014 2:16 pm

elisaPA ha scritto:
D'accordo. Ma questo a condizione di non essere COSTRETTA ancora a leggere  stupidaggini diffamatorie sul M5s.

Anzi! Non parliamo più di partiti.

Va bene?

Hai forse letto qualche mio intervento diffamatorio sul M5s in questo forum?
Tornare in alto Andare in basso
silver76



Messaggi : 832
Data d'iscrizione : 25.05.13

MessaggioOggetto: Re: 36 ore, scuole aperte fino alle 22 ?!   Lun Lug 07, 2014 2:19 pm

elisaPA ha scritto:
Bene Silver, fai le tue proposte correttive e proponi quelle che, secondo te, sono giuste  e sappi che un M5s le discuterebbe volentieri con te e con altri per trovare quella più razionale, mentre i partiti con berlusconi renzi, monti e compagnia bella te le disprezzerebbero in partenza zittendoti.

Allora secondo te quali correttivi 8soluzioni, organizzazioni, etc.) usare (viste le critiche)?

quello che scrivi è falso. qualunque partito politico si dice disposto ad ascoltare i suggerimenti e le proposte della "base", soprattutto quando tocca ambiti come quello della scuola, di cui in realtà non sa nulla di più di quello che sa l'uomo della strada. 
su fb sono "amico" di una deputata del pd, molto attiva in ambito di riforme scolastiche e di un figuro legato al pdl che a suo tempo era stato consigliere politico della gelmini, due perfetti imbecilli a cui non darei l'auto da parcheggiare nemmeno in un campo da calcio vuoto, e tutti e due non fanno che scrivere "fateci proposte, aiutateci a governare e migliorare la scuola", coi risultati che tutti conosciamo.
non ho motivo, e non ce l'hai nemmeno tu, per credere che i deputati del m5s, molti dei quali oggettivamente impresentabili, siano degni di migliore considerazione. anzi, le loro sparate pubbliche, anche quando tentano di entrare nel merito di questioni tecniche (vedi il delirio che tu hai più volte ripubblicato qui contenuto nell'articolo che riporta le loro proposte per la scuola), normalmente crollano alla prima obiezione sostanziale. quanto poi alla loro (da te) presupposta inclinazione al dialogo costruttivo, mi pare che la storia recente abbia dimostrato che, finché si tratta di urlare tutti in coro "vaffanculo", tutti d'accorda, quando però qualcuno si azzarda ad argomentare in direzione diversa da quella proposta dai loro guru, il meglio che gli capita è un calcio assestato nel deretano.

la mia idea è questa: se la scuola deve essere cambiata, nell'interesse della sua utenza PRIMA, e di chi ci lavora POI, questa operazione non può che essere affidata a una classe politica seria, colta, lungimirante, capace di durare a lungo alla guida del paese, che inserisca la scuola in un quadro di riforma del paese molto più ampio, la qual cosa oggi non abbiamo. in assenza di questo materiale umano si deve scegliere come interlocutori coloro i quali hanno interesse a fermare proposte insensate come quella di reggi e possono concretamente farle naufragare. non voglio discutere coi 5stelle, non solo (anche) per ragioni estetiche, ma proprio perché contano meno di zero; ritengo utile semmai rivolgermi a chi col suo parere contrario, fosse anche dettato da invidia e rancore verso renzi e i suoi, può davvero mettere un bastone fra le ruote. 

non sono scevro da pessimismo, ma ritengo che il meglio che ci possa capitare, come categoria, sia, allo stato attuale delle cose, la conservazione dello status quo, anche se per molti aspetti non ci piace, perché qualsiasi cambiamento reale posto in essere da elementi come quelli che adesso hanno in mano le briglie del paese non può che tradursi in un danno molto maggiore.
Tornare in alto Andare in basso
elisaPA



Messaggi : 277
Data d'iscrizione : 16.03.13

MessaggioOggetto: Re: 36 ore, scuole aperte fino alle 22 ?!   Lun Lug 07, 2014 2:33 pm

Silver, purtroppo attualmente non abbiamo "una classe politica seria, colta, lungimirante, capace di durare a lungo alla guida del paese", quindi ci dobbiamo arrangiare da una parte opponendoci con tutte le forze e dall'altra proponendo NOI le riorganizzazioni sottoforma di leggi che realmente devono fare.

Lo so che è brutto dirlo, ma è così.

Quindi se riuscissimo, con la collaborazione di chi è bravo in ambito legge, a scrivere sottoforma di proposta di legge di iniziativa popolare qualcosa di concreto per la scuola italiana (la signora onorevole Anna Finocchiaro con un emendamento  vuole portare le firme da 50.000 a 250.000! Guarda te!) e poi convincere l'attuale classe politica in confusione a votarla...
Tornare in alto Andare in basso
T0ta|rec



Messaggi : 362
Data d'iscrizione : 30.07.13
Località : Modena

MessaggioOggetto: Re: 36 ore, scuole aperte fino alle 22 ?!   Lun Lug 07, 2014 2:44 pm

elisaPA ha scritto:

Appunto. e ripropongo il link

Elisa, ma non puoi aprire un topic apposito del tipo "Con Grillo verso il sol dell'avvenire", "Noi semo i mejo" o cose del genere?
Qui sei off topic, oltre che fastidiosa, con questo continuo volantinaggio elettorale, non so se te ne rendi conto...
Tornare in alto Andare in basso
elisaPA



Messaggi : 277
Data d'iscrizione : 16.03.13

MessaggioOggetto: Re: 36 ore, scuole aperte fino alle 22 ?!   Lun Lug 07, 2014 2:48 pm

gian ha scritto:
le mie critiche "distruttive" vertono su questi punti base:
1) la gestione di un istituto scolastico, che contempla una responsabilità tecnica, giuridica e finanziaria non può essere affidata ad una banale elezione, Quello del dirigente scolastico è un ruolo tecnico, non politico
2) l'eventuale elezione di un dirigente scolastico non può essere demandata ad un'armata brancaleone. E' lo stesso motivo per cui in Italia non si elegge direttamente il Presidente della Repubblica, per evitare degenerazioni populiste.
3) il collegio dei docenti ha (come deve avere) competenza sulla pianificazione dell'offerta formativa e sull'organizzazione funzionale dell'offerta formativa. Il resto è di competenza di altri organi o figure amministrative.
4) si presume che, per quanto mal funzionanti, la figura del consiglio d'istituto alla cui composizione partecipano tutte le componenti della scuola, sia la massima espressione di gestione democratica della scuola. Se poi funziona male è un altro paio di maniche e non certo per la presenza di un genitore rompiballe.

Tu propendi per lo Status quo. Non è affatto una idea sbagliata perchè è già sperimentata e si sanno i punti deboli e quelli forti.
Semmai va corretta in qualcosa: per esempio è mio parere che il Collegio dei docenti debba nominare turno qualcuno che gestisca l'assemblea per evitare l'accentramento della gestione sul D.S. che spesso dà e toglie la parola a suo piacimento.
Insomma una specie di presidente del consiglio comunale a turno.
Stesso dicasi per il Consiglio di istituto.

Questo per iniziare...
Tornare in alto Andare in basso
elisaPA



Messaggi : 277
Data d'iscrizione : 16.03.13

MessaggioOggetto: Re: 36 ore, scuole aperte fino alle 22 ?!   Lun Lug 07, 2014 2:50 pm

T0ta|rec ha scritto:
elisaPA ha scritto:

Appunto. e ripropongo il link

Elisa, ma non puoi aprire un topic apposito del tipo "Con Grillo verso il sol dell'avvenire", "Noi semo i mejo" o cose del genere?
Qui sei off topic, oltre che fastidiosa, con questo continuo volantinaggio elettorale, non so se te ne rendi conto...

Sta zitta se devi fare sarcasmo e rompere. Scrivi cose decenti se devi collaborare.
Tornare in alto Andare in basso
Enoc



Messaggi : 344
Data d'iscrizione : 31.01.12

MessaggioOggetto: Re: 36 ore, scuole aperte fino alle 22 ?!   Lun Lug 07, 2014 2:56 pm

ulisse2000 ha scritto:

Enoc tu affermi (e condivido) che uscire dall'euro e quindi decidere la politica monetaria autonomamente impedirebbe il protrarsi della crisi e il riallineamento dei valori delle valute...
ma qual' è il partito che oggi propugna questo?  non l' M5s ? in altre parole ... chi voteresti?

Dunque, andiamo con ordine.
Vorrei sottolineare che i miei interventi non riguardano nessuna campagna elettorale e sono fatti non per dividere il corpo insegnanti, che credo essere compatto contro questa porcheria di infimo grado che spacciano per riforma, al contrario per informare le persone di quello che accade.
In Italia, al contrario della maggior parte dei paesi europei, con l'esclusione di Spagna, Grecia e Portogallo dove ci sono solo partiti populisti pro euro, non c'è nessuna corretta informazione di quello che sta avvenendo, ma soprattutto di quello che avverrà e delle ragioni per le quali avverrà.

Questo detto, passo a risponderti volentieri sul punto.
I fatti sono molto semplici: il m5s NON vuole nessuna uscita dall'euro. Per convincersene, basta ascoltare le contraddittorie - ma non è la prima volta - affermazioni di Grillo: http://tinyurl.com/px8tuqs .
Ha usato l'argomento dell'euro in modo strumentale, senza aprire un necessario dibattito informativo sul tema, prendendo i voti di chi (immagino) come te credeva che lui esprimesse la stessa posizione politica di Farage, Le Pen, Luke, etc.
Nel video ci sono anche, oltre le retromarce dell'eurista e antieuropeista Grillo, la vergognosa davvero dichiarazione di un grillino resa a Paragone nella quale ammette di non essere informato sul problema, come se un medico non fosse informato sulla malattia, e poi dice : "voterei no" (ad un eventuale referendum sull'uscita dall'euro).
A tutto ciò si aggiungono le ripetute dichiarazioni di Casaleggio sul fatto che non si può e non si deve "uscire dall'euro" come gli ultranazionalisti populisti del PD/PDL/M5s dicono.

Per cui, ed è un fatto oggettivo, questa gente fa si delle dichiarazioni, come quelle contenute nel programma elettorale per quanto attiene alla scuola, che sono favorevoli agli insegnanti, come del resto il PD in campagna elettorale "investiremo sulla scuola", essendo invece contraria a risolvere il problema alla radice, ossia ripristinare la democrazia in italia.
Oggi l'italia è paese dove non c'è democrazia e i politici sono meri esecutori delle direttive di politici eletti altrove e che rispondono al loro elettorato.
Sul libro di storia questo si chiama in modo ben preciso e noi abbiamo avuto nel corso del ventesimo secolo 20 anni di questo regime, conclusi in tragedia.

Per cui, caro il mio collega, se voti 5s e poi devi "restare nell'euro" sempre per usare frasi ultranazional-populiste è come votare Renzi o Berlusconi, perchè "restare nell'euro" vuol dire tagliare stipendi e posti di lavoro, oltre che welfare.
Cosa devono fare per farvelo capire? non basta che vi minaccino quotidianamente con la parola "riforme" di abbassare il salario o di togliervi il lavoro, sia nel pubblico che nel privato? è questo che volete per i vostri figli? fargli fare una vita da precari a 500 euro perennemente sotto ricatto?
Sveglia!
Tornare in alto Andare in basso
T0ta|rec



Messaggi : 362
Data d'iscrizione : 30.07.13
Località : Modena

MessaggioOggetto: Re: 36 ore, scuole aperte fino alle 22 ?!   Lun Lug 07, 2014 3:00 pm

elisaPA ha scritto:
Sta zitta se devi fare sarcasmo e rompere. Scrivi  cose decenti se devi collaborare.

Guarda che sei tu quella che sta rompendo dall'inizio del thread con questioni di propaganda elettorale che annoiano gli utenti e che non hanno niente a che fare con l'argomento in discussione. Quindi sei cortesemente pregata, ancora una volta, di piantarla.
Se ci tenevi a rendere visibile la caratura intellettiva dei grillini, sei riuscita perfettamente nell'intento: tra gente che non sa nemmeno usare il caps lock sulla tastiera ed altri che vedono infiltrati della CIA e guastatori del PD in incognito ad ogni angolo, abbiamo tutti compreso perfettamente quali enormi vantaggi otterremmo con voi al governo.
Adesso apriti un topic a parte, altrimenti sarebbe bello che i moderatori intervenissero contro questo uso maramaldesco di un luogo di discussione. Dove credi di essere, a Montecitorio?
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: 36 ore, scuole aperte fino alle 22 ?!   Lun Lug 07, 2014 3:01 pm

All'ottimo intervento di silver70 (di cui condivido in pieno gli ultimi due capoversi) aggiungo alcune considerazioni. Spero di non essere frainteso.

In Italia è indubbio che esista un problema di breve periodo, ovvero il dissesto finanziario. E' evidente che nella risoluzione strutturale di questo problema entrano in gioco anche i capitoli di spesa più consistenti. E' evidente che fra questi rientra il sistema dell'istruzione. Chiunque sia chiamato a governare deve, in un modo o nell'altro, intervenire per rendere efficiente il sistema e, al tempo stesso, ridurne i costi. Che piaccia o non, questo è l'obiettivo "ufficiale" di chiunque abbia proposto o varato una riforma strutturale negli ultimi 20 anni. Se poi, l'obiettivo era meramente finanziario o, peggio, associato ad interessi di parte, è un altro paio di maniche.

L'attuale classe politica, che mi sta facendo rimpiangere i tempi della prima repubblica, è priva di veri e propri statisti. La logica su cui ci si muove, a prescindere dalla malafede e dalla disonestà, è una logica di breve periodo. Infatti le riforme-riformine che si sono susseguite hanno avuto il prevalente impatto di natura finanziaria (risparmi per il bilancio) mentre, nel lungo periodo non stanno producendo alcun risultato positivo: la qualità dell'istruzione è precipitata, nonostante siano in atto già da 15 anni riforme significative (come quelle varate dal primo governo Prodi). Sulla carta, le scuole sono ora piccole aziende, gestite da dirigenti capaci, la progettualità è schizzata in orbita, i servizi sono maggiormente orientati verso l'utenza, lo studente e la famiglia sono piccole intorno a cui gravita l'intero firmamento scolastico, e via dicendo.

Eppure c'è qualcosa che non va. Nessuno è contento di questa scuola e, soprattutto, i risultati che questa scuola prospetta fanno vedere un quadro catastrofico. Perché? Il motivo è semplice: una riforma strutturale seria e orientata al lungo periodo richiede interventi pesanti. Non solo sul modo di far didattica o sullo status giuridico degli insegnanti. Sulla scuola si deve investire pesantemente rivoltandola completamente. Ciascuno di noi ha le sue idee in proposito ma sarebbero comunque idee parziali, a prescindere dalla bontà intrinseca. Fare una riforma strutturale seria implica un impegno di idee, volontà e risorse fuori dal comune. E non possiamo certo aspettarcelo da un'accozzaglia di politici che mirano solo ad obiettivi di breve periodo. Non ci sono le capacità. A prescindere da malafede e interessi.

Ma soprattutto, non c'è l'interesse. Chi è lo "statista" italiano interessato a passare alla storia come colui che ha istituito un signor sistema dell'istruzione i cui risultati si vedranno fra 20-30 anni? La logica è risolvere l'emergenza attuale. E l'emergenza attuale non permette alcuna riforma strutturale seria perché costerebbe ancora lacrime e sangue ad una popolazione che ormai è dissanguata. Permette solo di adottare interventi mirati al risparmio, quelli che possono offrire risultati da sbandierare nel breve periodo, utili per la prossima campagna elettorale.

Esiste una forza politica in grado di sostenere, attualmente, un'ottica di lungo periodo? No, in qualunque angolo la si cerchi. Chi è chiamato a governare promette mari e monti nel discorso di insediamento, poi si inventa i rattoppi, cercando di spacciarli per l'uovo di Colombo (sinceramente non ce li vedo Giannini e Reggi nei panni dei moderni Gentile, non si cava vino dalle rape). Chi è chiamato a fare la controparte (chiamiamola opposizione) non ha problemi a individuare i punti deboli di questi rattoppi e ovviamente tira acqua al proprio mulino.

Mi spiace ma la vedo nera, esattamente come silver70. A prescindere da chi votiamo. Non ci sono i presupposti. A prescindere dalla fertilità delle menti.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: 36 ore, scuole aperte fino alle 22 ?!   Lun Lug 07, 2014 3:11 pm

elisaPA ha scritto:
Tu propendi per lo Status quo.
Non è proprio così, ma il discorso si farebbe troppo lungo.

Citazione :
per evitare l'accentramento della gestione sul D.S. che spesso dà e toglie la parola a suo piacimento.
Se il DS dà e toglie la parola a suo piacimento è perché lo consente il collegio. I primi a lamentarsi degli interventi sono proprio quei colleghi che fanno parte della maggioranza silenziosa che non vede l'ora che la riunione finisca perché ha lasciato i bambini sui fornelli.

Citazione :
Insomma una specie di presidente del consiglio comunale a turno.
Una figura del tutto inutile e puramente simbolica in un collegio che funziona.

Citazione :
Stesso dicasi per il Consiglio di istituto.
Mi risulta che la prassi vuole che la funzione di presidente del Consiglio di istituto sia affidata ad uno dei rappresentanti della componente genitori ;-)
Se poi si lascia la gestione delle riunioni del CdI al dirigente scolastico ritorniamo allo stesso problema del collegio dei docenti.

Citazione :
Questo per iniziare...
Mah...
Tornare in alto Andare in basso
elisaPA



Messaggi : 277
Data d'iscrizione : 16.03.13

MessaggioOggetto: Re: 36 ore, scuole aperte fino alle 22 ?!   Lun Lug 07, 2014 3:11 pm

gian, posso essere d'accordo con te, ma anche se la vediamo tutti nera, non possiamo non combattere da un lato opponendoci con tutte le forze a queste paradossali riforme e dittature imposte dall'alto e dall'altro organizzandoci e prepararando delle proposte di legge popolare che poi tenteremo di far loro (partiti) votare.

Se no, cosa ci resta? la rivolta o la fame? Ragiona!
Siamo in acqua e o affoghiamo o tentiamo di salvarci nuotando.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: 36 ore, scuole aperte fino alle 22 ?!   Lun Lug 07, 2014 3:17 pm

elisaPA ha scritto:
gian, posso essere d'accordo con te, ma anche se la vediamo tutti nera, non possiamo non combattere da un lato opponendoci con tutte le forze a queste paradossali riforme e dittature imposte dall'alto e dall'altro organizzandoci e prepararando delle proposte di legge popolare che poi tenteremo di far loro (partiti) votare.

Se no, cosa ci resta? la rivolta o la fame? Ragiona!
Siamo in acqua e o affoghiamo o tentiamo di salvarci nuotando.

Ma tu credi davvero che in Italia siamo capaci di fare una legge popolare che riformi la scuola? ohibò
Tornare in alto Andare in basso
elisaPA



Messaggi : 277
Data d'iscrizione : 16.03.13

MessaggioOggetto: Re: 36 ore, scuole aperte fino alle 22 ?!   Lun Lug 07, 2014 3:18 pm

gian ha scritto:
elisaPA ha scritto:
gian, posso essere d'accordo con te, ma anche se la vediamo tutti nera, non possiamo non combattere da un lato opponendoci con tutte le forze a queste paradossali riforme e dittature imposte dall'alto e dall'altro organizzandoci e prepararando delle proposte di legge popolare che poi tenteremo di far loro (partiti) votare.

Se no, cosa ci resta? la rivolta o la fame? Ragiona!
Siamo in acqua e o affoghiamo o tentiamo di salvarci nuotando.

Ma tu credi davvero che in Italia siamo capaci di fare una legge popolare che riformi la scuola? ohibò

Sì. Preferisci la fame o la guerra civile?
Tornare in alto Andare in basso
Enoc



Messaggi : 344
Data d'iscrizione : 31.01.12

MessaggioOggetto: Re: 36 ore, scuole aperte fino alle 22 ?!   Lun Lug 07, 2014 3:30 pm

gian ha scritto:

In Italia è indubbio che esista un problema di breve periodo, ovvero il dissesto finanziario. E' evidente che nella risoluzione strutturale di questo problema entrano in gioco anche i capitoli di spesa più consistenti. E' evidente che fra questi rientra il sistema dell'istruzione. Chiunque sia chiamato a governare deve, in un modo o nell'altro, intervenire per rendere efficiente il sistema e, al tempo stesso, ridurne i costi. Che piaccia o non, questo è l'obiettivo "ufficiale" di chiunque abbia proposto o varato una riforma strutturale negli ultimi 20 anni. Se poi, l'obiettivo era meramente finanziario o, peggio, associato ad interessi di parte, è un altro paio di maniche.

E' un'analisi che non si regge in piedi.
In Italia e nel sud europa c'è un problema di debito "p-r-i-v-a-to", non "pubblico", come persino la banca centrale europea, la "b-c-e" ha ammesso: http://tinyurl.com/peb8b3a (per chi non sa l'inglese, qui http://tinyurl.com/m2fh4xm ).

Infatti, i paesi ad andare in crisi prima e più gravemente sono stati quelli dove il debto pubblico era basso e il debito privato era alto, dati OCSE.
La tua mentalità "meglio il meno peggio" è quello su cui gli attuali governanti fanno fede: la rassegnazione.
Bisogna difendere la scuola e la sanità pubbliche, sono un bene di tutti e bisogna difendere la democrazia in questo paese.
In quanto a "non c'è alternativa" anche questo è falso.
Gli Europei del nord hanno votato in maniera molto chiara: basta euro. Questo vuol dire che Le Pen è il primo partito in Francia, Farage in Inghilterra e persino in Germania un partito per l'uscita dall'euro ha preso il 10%! in Italia per la prima volta dopo mani pulite c'erano due partiti che hanno preso una posizione contro chi ci sta rubando il futuro: la Lega e Fratelli d'Italia.
Solo gli italiani hanno votato PD per farsi tagliare la scuola e la sanità e farsi massacrare di tasse.
Inoltre è anche sbagliata l'ottica temporale: non è un "dissesto di breve periodo". Se resta l'unione monetaria, quello che ci aspetta tra vincolo di bilancio e fiscal compact è un continuo taglio lineare del bilancio, come in Grecia, in Spagna e Portogallo, per ovvie ragioni, per cui ci saranno sempre ulteriori licenziamenti e decrementi dei salari e delle pensioni.
Ma come si fa a non sapere queste cose? sta accadendo ORA nel sud europa!
Tornare in alto Andare in basso
elisaPA



Messaggi : 277
Data d'iscrizione : 16.03.13

MessaggioOggetto: Re: 36 ore, scuole aperte fino alle 22 ?!   Lun Lug 07, 2014 3:35 pm

Enoc ha scritto:

gian [...]
La tua mentalità "meglio il meno peggio" è quello su cui gli attuali governanti fanno fede: la rassegnazione.
Bisogna difendere la scuola e la sanità pubbliche, sono un bene di tutti e bisogna difendere la democrazia in questo paese.
In quanto a "non c'è alternativa" anche questo è falso.
Gli Europei del nord hanno votato in maniera molto chiara: basta euro. Questo vuol dire che Le Pen è il primo partito in Francia, Farage in Inghilterra e persino in Germania un partito per l'uscita dall'euro ha preso il 10%! in Italia per la prima volta dopo mani pulite c'erano due partiti che hanno preso una posizione contro chi ci sta rubando il futuro: la Lega e Fratelli d'Italia.
Solo gli italiani hanno votato PD per farsi tagliare la scuola e la sanità e farsi massacrare di tasse.
Inoltre è anche sbagliata l'ottica temporale: non è un "dissesto di breve periodo". Se resta l'unione monetaria, quello che ci aspetta tra vincolo di bilancio e fiscal compact è un continuo taglio lineare del bilancio, come in Grecia, in Spagna e Portogallo, per ovvie ragioni, per cui ci saranno sempre ulteriori licenziamenti e decrementi dei salari e delle pensioni.
Ma come si fa a non sapere queste cose? sta accadendo ORA nel sud europa!

Enoc, hai ragione.
Però oltre all'analisi (e a farlo sapere a tutti) dobbiamo darci da fare con l'attuale classe politica.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: 36 ore, scuole aperte fino alle 22 ?!   Lun Lug 07, 2014 3:45 pm

Enoc ha scritto:
gian ha scritto:

In Italia è indubbio che esista un problema di breve periodo, ovvero il dissesto finanziario. E' evidente che nella risoluzione strutturale di questo problema entrano in gioco anche i capitoli di spesa più consistenti. E' evidente che fra questi rientra il sistema dell'istruzione. Chiunque sia chiamato a governare deve, in un modo o nell'altro, intervenire per rendere efficiente il sistema e, al tempo stesso, ridurne i costi. Che piaccia o non, questo è l'obiettivo "ufficiale" di chiunque abbia proposto o varato una riforma strutturale negli ultimi 20 anni. Se poi, l'obiettivo era meramente finanziario o, peggio, associato ad interessi di parte, è un altro paio di maniche.

E' un'analisi che non si regge in piedi.
In Italia e nel sud europa c'è un problema di debito "p-r-i-v-a-to", non "pubblico", come persino la banca centrale europea, la "b-c-e" ha ammesso: http://tinyurl.com/peb8b3a (per chi non sa l'inglese, qui http://tinyurl.com/m2fh4xm ).

Infatti, i paesi ad andare in crisi prima e più gravemente sono stati quelli dove il debto pubblico era basso e il debito privato era alto, dati OCSE.
La tua mentalità "meglio il meno peggio" è quello su cui gli attuali governanti fanno fede: la rassegnazione.
Bisogna difendere la scuola e la sanità pubbliche, sono un bene di tutti e bisogna difendere la democrazia in questo paese.
In quanto a "non c'è alternativa" anche questo è falso.
Gli Europei del nord hanno votato in maniera molto chiara: basta euro. Questo vuol dire che Le Pen è il primo partito in Francia, Farage in Inghilterra e persino in Germania un partito per l'uscita dall'euro ha preso il 10%! in Italia per la prima volta dopo mani pulite c'erano due partiti che hanno preso una posizione contro chi ci sta rubando il futuro: la Lega e Fratelli d'Italia.
Solo gli italiani hanno votato PD per farsi tagliare la scuola e la sanità e farsi massacrare di tasse.
Inoltre è anche sbagliata l'ottica temporale: non è un "dissesto di breve periodo". Se resta l'unione monetaria, quello che ci aspetta tra vincolo di bilancio e fiscal compact è un continuo taglio lineare del bilancio, come in Grecia, in Spagna e Portogallo, per ovvie ragioni, per cui ci saranno sempre ulteriori licenziamenti e decrementi dei salari e delle pensioni.
Ma come si fa a non sapere queste cose? sta accadendo ORA nel sud europa!

Le mie competenze di macroeconomia sono modeste. A differenza di tanti italiani, tutti esperti, preferisco non entrare nel merito. Allo stato attuale, che ci sia un dissesto è fuori dubbio, non intendevo discutere sulle cause o sulle strategie.

Per quanto concerne la rassegnazione, hai sicuramente ragione. Ma sai, è dagli anni settanta che mi definisco un antagonista, alla fine ci ho fatto pure le ragnatele a fare l'elettore delle cause perse.
Tornare in alto Andare in basso
elisaPA



Messaggi : 277
Data d'iscrizione : 16.03.13

MessaggioOggetto: Re: 36 ore, scuole aperte fino alle 22 ?!   Lun Lug 07, 2014 3:52 pm

gian ha scritto:


Per quanto concerne la rassegnazione, hai sicuramente ragione. Ma sai, è dagli anni settanta che mi definisco un antagonista, alla fine ci ho fatto pure le ragnatele a fare l'elettore delle cause perse.

gian, ti voglio dire che questo è il danno di una certa mentalità sessantottina di stampo italico che propende per le polemiche senza dare soluzioni. Dobbiamo liberarcene.

Se critichiamo dobbiamo non solo dire il perchè, ma anche dare la soluzione pratica e impegnarci a portarla avanti.
Tornare in alto Andare in basso
mattyuff



Messaggi : 106
Data d'iscrizione : 07.05.14

MessaggioOggetto: Re: 36 ore, scuole aperte fino alle 22 ?!   Lun Lug 07, 2014 3:56 pm

gian ha scritto:
le mie critiche "distruttive" vertono su questi punti base:
1) la gestione di un istituto scolastico, che contempla una responsabilità tecnica, giuridica e finanziaria non può essere affidata ad una banale elezione, Quello del dirigente scolastico è un ruolo tecnico, non politico
2) l'eventuale elezione di un dirigente scolastico non può essere demandata ad un'armata brancaleone. E' lo stesso motivo per cui in Italia non si elegge direttamente il Presidente della Repubblica, per evitare degenerazioni populiste. Se invece l'elezione del Presidente della repubblica risponde alle esigenze di una oligarchia massonica, è molto meglio.
3) il collegio dei docenti ha (come deve avere) competenza sulla pianificazione dell'offerta formativa e sull'organizzazione funzionale dell'offerta formativa. Il resto è di competenza di altri organi o figure amministrative.
4) si presume che, per quanto mal funzionanti, la figura del consiglio d'istituto alla cui composizione partecipano tutte le componenti della scuola, sia la massima espressione di gestione democratica della scuola. Se poi funziona male è un altro paio di maniche e non certo per la presenza di un genitore rompiballe.

Tornare in alto Andare in basso
mattyuff



Messaggi : 106
Data d'iscrizione : 07.05.14

MessaggioOggetto: Re: 36 ore, scuole aperte fino alle 22 ?!   Lun Lug 07, 2014 3:57 pm

Siete d'accordo in merito alla proposta di decurtare il quinto anno delle superiori?
Tornare in alto Andare in basso
elisaPA



Messaggi : 277
Data d'iscrizione : 16.03.13

MessaggioOggetto: Re: 36 ore, scuole aperte fino alle 22 ?!   Lun Lug 07, 2014 4:11 pm

mattyuff ha scritto:
Siete d'accordo in merito alla proposta di decurtare il quinto anno delle superiori?

Io no. E' una pazzia didattica bella e buona. Frutto di una mente malata.
Tornare in alto Andare in basso
Dragonfly_24



Messaggi : 160
Data d'iscrizione : 18.03.14

MessaggioOggetto: Re: 36 ore, scuole aperte fino alle 22 ?!   Lun Lug 07, 2014 4:18 pm

che follia sta roba….
ma si tireranno dietro le ire pure di tutte le paritarie-posteggio che dovranno così chiudere!
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6114
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: 36 ore, scuole aperte fino alle 22 ?!   Lun Lug 07, 2014 4:31 pm

elisaPA ha scritto:
mattyuff ha scritto:
Siete d'accordo in merito alla proposta di decurtare il quinto anno delle superiori?

Io no. E' una pazzia didattica bella e buona. Frutto di una mente malata.

Sono anni che ci martellano con il piagnisteo che i nostri 'gggiovani sono poco preparati e poco competitivi rispetto ai loro coetanei del resto d'Europa, e allora la soluzione qual è? Farli studiare di MENO, così sicuramente diventeranno più preparati e più competitivi!
Tornare in alto Andare in basso
Online
 
36 ore, scuole aperte fino alle 22 ?!
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 23 di 26Andare alla pagina : Precedente  1 ... 13 ... 22, 23, 24, 25, 26  Seguente
 Argomenti simili
-
» - 3 fino alle beta
» METODI PER INSEGNARE GEOGRAFIA NELLE SCUOLE MEDIE
» LASCIARSI ANDARE ALLE EMOZIONI
» ho fatto ovitrelle alle 21 e...
» Saluti alle zie da Gimmy Timmy e Tommy

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Riforme-
Andare verso: