Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 LOTTA DURA CONTRO LA RIFORMA DELLE 36 ORE - VESSATORIA E INSOSTENIBILE

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : 1, 2  Seguente
AutoreMessaggio
ulisse2000



Messaggi : 165
Data d'iscrizione : 03.07.14

MessaggioOggetto: LOTTA DURA CONTRO LA RIFORMA DELLE 36 ORE - VESSATORIA E INSOSTENIBILE   Gio Lug 03, 2014 2:46 pm

RICORDATE COSA SI ERA SCATENATO NELLA SCUOLA E IN TUTTO IL PAESE DOPO CHE MONTI NEL 2012 AVEVA PROPOSTO L’ AUMENTO DELL’ ORARIO DI LAVORO A 24 ORE?
GLI STUDENTI E I GENITORI APPOGGIAVANO LA PROTESTAI N TUTTA ITALIA!!
LA PROTESTA DELLE CAROTE! INIZIATIVE DI LOTTA DI TUTTI I TIPI COME NON SI ERANO MAI VISTE PRIMA!!
TUTTI UNITI…. CON FLASH MOB , SCIOPERI “BIANCHI” ,PETIZIONI,MANIFESTAZIONI, ASTENSIONI DA GITE ,COMPITI E MANSIONI, ASSEMBLEe STRAORDINARIE ,BLOCCO DEGLI SCRUTINI ETC, ETC,

RIPORTO SOLO ALCUNI STRALCI DI ARTICOLI SCRITTI IN QUEI GIORNI DEL 2012 PER CAPIRE QUELLO CHE SUCCEDERA' SE QUESTA PROPOSTA NON RIENTRA:

“ I documenti dei collegi dei docenti, le manifestazioni, le idee per venirne fuori. Da Udine a Torino, a Ravenna, a Lucca, alla Sicilia, la protesta di questi giorni non ha limiti geografici. Come tanti colleghi in tutta Italia anche gli insegnanti dell’ITCT G. Ginanni di Ravenna non sono disposti ad accettare supinamente la ventilata decisione governativa di imporre nuovi sacrifici alla scuola italiana. Al termine della riunione i docenti hanno sottoscritto un documento che formalizza lo stato di agitazione, decretando il blocco immediato di tutte le attività non obbligatorie (quali i viaggi di istruzione, i corsi di recupero e i progetti didattici di regola presentati ai genitori tramite il Piano dell’offerta formativa).La decisione è stata votata da più di settanta membri del corpo insegnante, che in questo modo rinunciano anche al ruolo di coordinatori e di segretari dei loro consigli di classe. Si tratta di un’azione forte, poco abituale e non scontata anche in ragione delle tradizionali divisioni che percorrono il mondo della scuola.”
_________________________________
“I docenti del "POLO LICEALE ALDI" di Grosseto autoconvocatisi in data 24/10/2012 dalle ore 14,30 alle ore 17,00 per discutere e approvare forme di protesta contro le misure ipotizzate e in via di approvazione della legge di stabilità, che ledono la dignità e la professionalità del corpo insegnante propongono quanto segue al Collegio dei docenti straordinario per eventuale delibera:
• sospensione dei viaggi di istruzione
• sospensione delle visite guidate
• dimissioni dei coordinatori di classe e segretari
• dimissioni dei docenti dalle funzioni strumentali
• sospensione delle attività inerenti ai dipartimenti disciplinari
• non adesione alle direttive inerenti alla somministrazione delle prove In.Val.SI
• sospensione delle Olimpiadi della Matematica, Fisica, Chimica, Certamina, Giochi di Archimede.
• sospensione dell'uso della LIM
• sospensione dei progetti con finanziamenti vincolati e con finanziamenti attinenti al FIS
• correzione pubblica dei compiti in piazza Dante per sensibilizzare l’opinione pubblica, spesso prigioniera di pregiudizi e falsamente informata
• eventuale correzione dei compiti e preparazione delle lezioni in classe”

_________________________________
“I Docenti delle scuole della provincia di Bologna, 20 Istituti Superiori e 10 Istituti Comprensivi, riuniti in Assemblea, presso l’istituto Rubbiani, il 25 ottobre 2012,Decidono, come iniziativa comune a tutti gli istituti,
 il blocco di tutte le attività aggiuntive, da mettere in atto con le forme e i tempi che le assemblee delle singole scuole riterranno più opportune,”
_____________________________
“OMA – Flash mob davanti alla sede del Ministero dell’Istruzione a Roma. Proteste dei licei e al Talete di Roma anche uno “sciopero bianco”. I professori si rivoltano contro i provvedimenti del Governo Monti, tra i quali il passaggio da 18 a 24 ore settimanali. Questa volta non sono né cortei, né occupazioni studentesche. Domenica mattina in centinaia hanno animato un flash-mob organizzato via sms davanti alla sede del Miur. In un liceo scientifico, il Talete, il collegio docenti ha deciso una settimana di ‘didattica essenziale’, senza interrogazioni né compiti in classe, più il blocco di tutte le attività del piano dell’offerta formativa e dei viaggi d’istruzione. A unirsi al coro dei dissensi anche i docenti dell’Anco Marzio, del Labriola e del Mamiani .
Lunedì ha iniziato il Talete: ”Pur non essendoci assolutamente alcuna interruzione di pubblico servizio – spiega il preside Antonio Panaccione – i docenti rimarranno in classe, ma faranno una didattica alternativa e essenziale: ad esempio, senza fare interrogazioni e compiti in classe, leggendo dai libri al posto di spiegare, senza attività di laboratorio o esterne. “
_____________________________
“Alcuni giorni fa al liceo scientifico Leonardo da Vinci di Firenze ed al liceo scientifico Agnoletti di Sesto Fiorentino è stato deciso dal collegio dei docenti il blocco delle attività pomeridiane per protestare contro la proposta governativa di aumentare l’orario settimanale degli insegnanti da 18 a 24 ore; nei prossimi giorni in altre scuole verranno prese iniziative analoghe.”
_______________________________
“La protesta degli insegnanti, innescata a Montesilvano, contagia anche Pescara in 24 ore: cinque gli istituti a rischio sciopero con gli scrutini bloccati per due giorni. È questo l'esito della riunione che si è svolta, ieri, nel cortile dell'Itc Alessandrini di Montesilvano con trenta professori seduti sulle sedie degli alunni.
Il blocco degli scrutini è uno sciopero di due giorni che impone ai presidi di riconvocare le riunioni a distanza di cinque giorni: all'Alessandrini il blocco degli scrutini riguarderà la 3ª e 4ª B Igea, 2ª C, 1ª A e B Igea.”
__________________________________
“Per primi, nella mobilitazione, sono partiti i docenti del Leonardo da Vinci, coordinati da Ugo Gabaldi, poi seguiti da quelli del Fermi, dell'Odero. L'altro ieri pomeriggio l'assemblea si è trasferita al Vittorio Emanuele-Ruffini. Aula Magna gremita da200 docenti, a rappresentare 41 scuole (26 tra licei e istituti superiori; 15 istituti comprensivi che raggruppano materne, elementari e medie) della provincia di Genova. Non si vedeva dai tempi della Moratti.

È stato stilato un verbale, sul quale sono finite, nero su bianco, le diverse forme di protesta: astensione delle attività aggiuntive extracurricolari (oltre le 18 ore di lezione in aula); blocco di viaggi di istruzione ed uscite didattiche o loro svolgimento utilizzando esclusivamente mezzi pubblici; blocco nuove adozioni dei libri di testo; partecipazione allo sciopero del 14 novembre e manifestazione davanti al Salone dello Studente insieme agli studenti; organizzazione di un flash mob dopo lo sciopero. "Noi ci siamo dimessi in blocco dal consiglio di classe", aggiunge Emanuele Falcone del Majorana Giorgi.
Intanto, si chiede la collaborazione agli studenti ed ai genitori, per coinvolgerli nella protesta. In tante scuole sono stati distribuiti volantini e Guerrini l'altro ieri sera al "Vittorio" ha lanciato la sua proposta, accolta dall'assemblea: sottoscrivere 60.000 tessere di un nuovo sindacato non confederale, per essere rappresentati alle piattaforme ed esercitare un controllo politico e diretto.”
Tornare in alto Andare in basso
Stellastellina1975



Messaggi : 1659
Data d'iscrizione : 12.10.12

MessaggioOggetto: Re: LOTTA DURA CONTRO LA RIFORMA DELLE 36 ORE - VESSATORIA E INSOSTENIBILE   Gio Lug 03, 2014 3:13 pm

Si ma siamo a luglio... le scuole tra poco chiuderanno, gli studenti sono al mare con le proprie famiglie... Stavolta cosa possiamo fare?
Tornare in alto Andare in basso
ulisse2000



Messaggi : 165
Data d'iscrizione : 03.07.14

MessaggioOggetto: Re: LOTTA DURA CONTRO LA RIFORMA DELLE 36 ORE - VESSATORIA E INSOSTENIBILE   Gio Lug 03, 2014 3:30 pm

FORME DI PROTESTA SI POSSO ATTUARE GIA' DA ADESSO MA LA MOBILITAZIONE GROSSA CI SARA' A SETTEMBRE ALLA RIAPERTURA DELLE SCUOLE SE RENZI NON APPORTERA' LE DOVUTE MODIFICHE PRESENTANDO DELLE PROPOSTE ACCETTABILE E CONDIVISE...

AD ESEMPIO SI ERA PARLATO DI UN AUMENTO DI 6 ORE RETRIBUITE E SU BASE VOLONTARIA E PER ATTIVITA' EXTRA DIDATTICHE. UNA RIFORMA IN TAL SENSO CREDO CHE SIA BEN ACCETTA DA TUTTI SOPRATUTTO SE TALE ORE VENISSERO ASSEGNATE CON PRIORITA' AI PRECARI

IN TUTTI I CASI IL PRINCIPIO CHE NON DOVREBBE VENIRE MENO E' SULLA VOLONTARIETA' DELL' ACCETTAZIONE DELL AUMENTO DELLE ORE DI LAVORO....

LA LINEA ECONOMICA PER COMBATTERE LA CRISI E' QUELLA DI AUMENTARE REDDITO E LAVORO PER DARE IMPULSO AL MERCATO E NON CONTINUARE CON LA POLITICA DEI TAGLI CHE CI HA PORTATO DOVE SIAMO...
Tornare in alto Andare in basso
Sasha73



Messaggi : 218
Data d'iscrizione : 27.04.11

MessaggioOggetto: Re: LOTTA DURA CONTRO LA RIFORMA DELLE 36 ORE - VESSATORIA E INSOSTENIBILE   Gio Lug 03, 2014 4:09 pm

ulisse2000 ha scritto:
FORME DI PROTESTA SI POSSO ATTUARE GIA' DA ADESSO MA LA MOBILITAZIONE GROSSA CI SARA' A SETTEMBRE ALLA RIAPERTURA DELLE SCUOLE SE RENZI NON APPORTERA' LE DOVUTE MODIFICHE PRESENTANDO DELLE PROPOSTE ACCETTABILE E CONDIVISE...

AD ESEMPIO SI ERA PARLATO DI UN AUMENTO DI 6 ORE RETRIBUITE E  SU BASE VOLONTARIA E PER ATTIVITA' EXTRA DIDATTICHE. UNA RIFORMA IN TAL SENSO CREDO CHE SIA BEN ACCETTA DA TUTTI SOPRATUTTO SE TALE ORE VENISSERO ASSEGNATE CON PRIORITA' AI PRECARI

IN TUTTI I CASI IL PRINCIPIO CHE NON DOVREBBE VENIRE MENO E' SULLA VOLONTARIETA'  DELL' ACCETTAZIONE DELL AUMENTO DELLE ORE DI LAVORO....

LA LINEA ECONOMICA PER COMBATTERE LA CRISI E' QUELLA DI AUMENTARE REDDITO E LAVORO PER DARE IMPULSO AL MERCATO E NON CONTINUARE CON LA POLITICA DEI TAGLI CHE CI HA PORTATO DOVE SIAMO...

Sottoscrivo. Inamovibili su questi punti.
Tornare in alto Andare in basso
dolcetto



Messaggi : 1168
Data d'iscrizione : 28.09.09
Località : MILANO

MessaggioOggetto: Re: LOTTA DURA CONTRO LA RIFORMA DELLE 36 ORE - VESSATORIA E INSOSTENIBILE   Gio Lug 03, 2014 4:25 pm

Cosa possiamo fare?
Tornare in alto Andare in basso
Robert Bruce



Messaggi : 2896
Data d'iscrizione : 19.02.12

MessaggioOggetto: Re: LOTTA DURA CONTRO LA RIFORMA DELLE 36 ORE - VESSATORIA E INSOSTENIBILE   Gio Lug 03, 2014 5:24 pm

ulisse2000 ha scritto:
FORME DI PROTESTA SI POSSO ATTUARE GIA' DA ADESSO MA LA MOBILITAZIONE GROSSA CI SARA' A SETTEMBRE ALLA RIAPERTURA DELLE SCUOLE SE RENZI NON APPORTERA' LE DOVUTE MODIFICHE PRESENTANDO DELLE PROPOSTE ACCETTABILE E CONDIVISE...

AD ESEMPIO SI ERA PARLATO DI UN AUMENTO DI 6 ORE RETRIBUITE E  SU BASE VOLONTARIA E PER ATTIVITA' EXTRA DIDATTICHE. UNA RIFORMA IN TAL SENSO CREDO CHE SIA BEN ACCETTA DA TUTTI SOPRATUTTO SE TALE ORE VENISSERO ASSEGNATE CON PRIORITA' AI PRECARI

IN TUTTI I CASI IL PRINCIPIO CHE NON DOVREBBE VENIRE MENO E' SULLA VOLONTARIETA'  DELL' ACCETTAZIONE DELL AUMENTO DELLE ORE DI LAVORO....

LA LINEA ECONOMICA PER COMBATTERE LA CRISI E' QUELLA DI AUMENTARE REDDITO E LAVORO PER DARE IMPULSO AL MERCATO E NON CONTINUARE CON LA POLITICA DEI TAGLI CHE CI HA PORTATO DOVE SIAMO...

Purtroppo questa proposta non verrà mai accolta dai politici, il loro vero ed unico obbiettivo è di tagliare il più possibile per abbassare il debito pubblico.
Tornare in alto Andare in basso
Online
ulisse2000



Messaggi : 165
Data d'iscrizione : 03.07.14

MessaggioOggetto: Re: LOTTA DURA CONTRO LA RIFORMA DELLE 36 ORE - VESSATORIA E INSOSTENIBILE   Gio Lug 03, 2014 6:59 pm

io ho preparato una petizione on line ma non posso pubblicare il link su questo forum perchè per farlo bisogna essere iscritti da almeno 7 giorni.....

c'è qualcuno che può aprire una nuova discussione inserendo il link della petizione?
grazie!
Tornare in alto Andare in basso
genni_ac



Messaggi : 146
Data d'iscrizione : 03.07.14
Località : sudde

MessaggioOggetto: Re: LOTTA DURA CONTRO LA RIFORMA DELLE 36 ORE - VESSATORIA E INSOSTENIBILE   Gio Lug 03, 2014 7:11 pm

Questa è la volta buona per tirare fuori gli attributi e fare un mega sciopero nazionale del reparto scuola. Penso che tutti,  insegnanti precari e non e famiglie siano contro questa iniziativa schiavista. Bisogna ribellarsi seriamente e rilanciare sui diritti degli insegnanti italiani. A proposito ma i sindacati che fanno....si grattano le palle ?
Tornare in alto Andare in basso
cricco84



Messaggi : 489
Data d'iscrizione : 26.12.12

MessaggioOggetto: Re: LOTTA DURA CONTRO LA RIFORMA DELLE 36 ORE - VESSATORIA E INSOSTENIBILE   Gio Lug 03, 2014 7:49 pm

genni dici cose nelle linee general giuste, ma il tuo modo di generalizzare e di rivolgerti così cazzoso mi urta il sistema nervoso.
Tornare in alto Andare in basso
ulisse2000



Messaggi : 165
Data d'iscrizione : 03.07.14

MessaggioOggetto: Re: LOTTA DURA CONTRO LA RIFORMA DELLE 36 ORE - VESSATORIA E INSOSTENIBILE   Gio Lug 03, 2014 8:09 pm

per trovare la petizione on line contro la riforma cercate in google queste parole:
contro-la-proposta-di-riforma-della-scuola-con-36-ore

qualcuno apra una nuova discussione inserendo il link della petizione... io non posso farlo

altrimenti chiedo agli amministratori del sito di farlo...
Tornare in alto Andare in basso
annari



Messaggi : 1312
Data d'iscrizione : 26.08.10

MessaggioOggetto: Re: LOTTA DURA CONTRO LA RIFORMA DELLE 36 ORE - VESSATORIA E INSOSTENIBILE   Gio Lug 03, 2014 8:18 pm

firmata la petizione!
In altri post avevo chiesto di crearne una (io non sono in grado) ma nessuno ha risposto. Bravo! Finalmente qualcuno che agisce con qualcosa di concreto senza stare a recriminare a quale partito si è dato il proprio voto
Credo che sul forum di OS sia vietato pubblicizzare petizioni on line. E' così, moderatori?
Ci fate sapere?
Tornare in alto Andare in basso
annari



Messaggi : 1312
Data d'iscrizione : 26.08.10

MessaggioOggetto: Re: LOTTA DURA CONTRO LA RIFORMA DELLE 36 ORE - VESSATORIA E INSOSTENIBILE   Gio Lug 03, 2014 8:20 pm

Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: LOTTA DURA CONTRO LA RIFORMA DELLE 36 ORE - VESSATORIA E INSOSTENIBILE   Gio Lug 03, 2014 9:39 pm

petizione firmata, fatto un po' di spam in email e su twitter
Tornare in alto Andare in basso
Enoc



Messaggi : 344
Data d'iscrizione : 31.01.12

MessaggioOggetto: Re: LOTTA DURA CONTRO LA RIFORMA DELLE 36 ORE - VESSATORIA E INSOSTENIBILE   Ven Lug 04, 2014 12:02 pm

Carissimi, ma adesso strillate? quanti di voi hanno votato per la destra di Renzi-Berlusconi? abbiate il coraggio di dire "ci siamo sbagliati" e soprattutto NON LO FAREMO MAI PIU' per il bene dei nostri figli!
Tornare in alto Andare in basso
ulisse2000



Messaggi : 165
Data d'iscrizione : 03.07.14

MessaggioOggetto: Re: LOTTA DURA CONTRO LA RIFORMA DELLE 36 ORE - VESSATORIA E INSOSTENIBILE   Ven Lug 04, 2014 4:04 pm

HAI RAGIONE! CI SIAMO SBAGLIATI... CI SIAMO ILLUSI!

"NON LO FAREMO MAI PIU' per il bene dei nostri figli!"

IO LO DICO PER PRIMO!
Tornare in alto Andare in basso
ulisse2000



Messaggi : 165
Data d'iscrizione : 03.07.14

MessaggioOggetto: Re: LOTTA DURA CONTRO LA RIFORMA DELLE 36 ORE - VESSATORIA E INSOSTENIBILE   Ven Lug 04, 2014 4:33 pm

FACCIAMO DUE CONTI:
Siamo 1 MILIONE di INSEGNANTI per 4 VOTI per famiglia = 4000.000 (quattro milioni) di VOTI.
Siamo oggettivamente l'ago della bilancia della politica italiana.
Siamo una vera potenza.
Lo scarto tra una coalizione e l'altra (Centro-sinistra, centro-destra e centro) è mediamente di 1000.000 ( 1 milioni di voti).
NOI insegnanti gestiamo mediamente 4000.000 di VOTI, quindi siamo noi che comandiamo.
Chi vuole la nostra riconoscenza elettorale deve fare assolutissimamente i patti con noi. VOTEREMO chi veramente (con le leggi, con i decreti) salva, protegge e migliora uno dei massimi pilastri della nostra società, LA SCUOLA.
Tornare in alto Andare in basso
Stellastellina1975



Messaggi : 1659
Data d'iscrizione : 12.10.12

MessaggioOggetto: Re: LOTTA DURA CONTRO LA RIFORMA DELLE 36 ORE - VESSATORIA E INSOSTENIBILE   Ven Lug 04, 2014 6:02 pm

Si ma se ogni volta che un politico dice le solite boiate ("metterò la scuola al centro delle riforme, restituirò dignità agli insegnanti, ecc...") vi illudete e lo votate... questi continueranno sempre con questi slogan...
Tornare in alto Andare in basso
lucia gentili



Messaggi : 40
Data d'iscrizione : 11.06.14

MessaggioOggetto: Re: LOTTA DURA CONTRO LA RIFORMA DELLE 36 ORE - VESSATORIA E INSOSTENIBILE   Sab Lug 05, 2014 2:00 pm

A ogni nuovo insediamento di governo le mie orecchie odono le solite, seguenti prese in giro "metterò la scuola al centro delle riforme, restituirò dignità agli insegnanti, ecc..." e ogni volta PUNTUALMENTE si verifica l'esatto contrario.
CONCLUSIONE: siamo una massa (4.000.000 circa) di dementi che se volessero veramente potrebbero fare il "diavolo a quattro" e invece...tutti zitti e a cuccia.
I nostri "ineffabili" politici lo sanno perfettamente e ne approfittano.
Tornare in alto Andare in basso
Stellastellina1975



Messaggi : 1659
Data d'iscrizione : 12.10.12

MessaggioOggetto: Re: LOTTA DURA CONTRO LA RIFORMA DELLE 36 ORE - VESSATORIA E INSOSTENIBILE   Sab Lug 05, 2014 2:16 pm

A proposito di lotta dura contro la riforma delle 36 ore, ho saputo che il gruppo dei Precari Uniti da Modena, Bologna, Ravenna, Roma, Napoli vorrebbero organizzare diverse attività tra cui un'accampata davanti al Miur a partire dal 14-15 luglio, oltre ad iniziare un dialogo con i sindacati non confederali e con i M5S.

IO CI STO!
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: LOTTA DURA CONTRO LA RIFORMA DELLE 36 ORE - VESSATORIA E INSOSTENIBILE   Sab Lug 05, 2014 2:20 pm

“Gli insegnanti - scriveva Luigi Einaudi nel 1913 - il cui orario settimanale è andato via via aumentando, sono diventati delle "macchine per vendere fiato". Ma la merce "fiato" perde in qualità tutto ciò che guadagna in quantità. Chi ha vissuto nella scuola sa che non si può vendere impunemente fiato per venti ore alla settimana. La scuola a volerla fare sul serio logora. E se si supera una certa soglia nasce una complicità dolorosa ma fatale tra insegnanti e studenti a far passare il tempo. La scuola si trasforma in un ufficio, o in una caserma, col fine di tenere a bada per un certo numero di ore i giovani; perde ogni fine formativo”.

Fonte:

http://www.gildavenezia.it/docs/Archivio/2014/febbr2014/stupisca.htm

Ho trovato questo pezzo, condivido perché mi sembra molto significativo.
Anche l'articolo è ben scritto.
Tornare in alto Andare in basso
lucia gentili



Messaggi : 40
Data d'iscrizione : 11.06.14

MessaggioOggetto: Re: LOTTA DURA CONTRO LA RIFORMA DELLE 36 ORE - VESSATORIA E INSOSTENIBILE   Sab Lug 05, 2014 3:28 pm

DEDICATA A...

Son bruttina, arcigna e stolta
da Perugia m'hanno sciolta.
Son venuta a bacchettare,
il lavoro a raddoppiare.

E il docente, poveretto,
che non va neppure a letto?
Che m'importa...anzi...sì,
che trattenga la pipì.

Zitto e mosca tu insegnante
se le beghe sono tante
il comando ce l'ho io,
non opporti al voler mio.
Tornare in alto Andare in basso
Kessy



Messaggi : 296
Data d'iscrizione : 19.07.13

MessaggioOggetto: Re: LOTTA DURA CONTRO LA RIFORMA DELLE 36 ORE - VESSATORIA E INSOSTENIBILE   Sab Lug 05, 2014 3:29 pm

http://www.orizzontescuola.it/news/lettera-scuola-dellinfanzia-pi-dimenticata

Lettera di una docente della Scuola dell'Infanzia al Presidente del Consiglio

Salve Presidente,
oggi le vorrei parlare della Scuola dell'Infanzia, la prima opportunità di formazione per i nostri bambini, la prima risposta al loro diritto all’educazione e alla cura, eppure la cenerentola del sistema scuola italiano, la più bistrattata e la più dimenticata.
Ho letto con grande interesse le dichiarazioni del dott. Roberto Reggi in merito al Piano Scuola che il suo governo si appresta a varare, e ho immediatamente sentito l'esigenza di farle conoscere la verità vera.
E la distinguerò tra due categorie: docenti e alunni.
La verità per i docenti è sotto gli occhi di tutti quelli che la vogliono vedere:
il linea generale tutti i docenti stanno pagando a caro prezzo il costo della crisi subendo negli ultimi anni il blocco del contratto (da quanti anni ormai?) e il taglio del Fondo dell'Istituzione Scolastica.
In caso di malattia sono soggetti  ad una decurtazione dello stipendio non indifferente, oltre che condannati agli "arresti domiciliari" ben più pesanti di quelli comminati ad alcuni pregiudicati.
Tutti i docenti si portano sulle spalle un fardello di responsabilità che pare non avere limiti: responsabili in classe, responsabili in bagno, responsabili nella mensa, responsabili all'ingresso e all'uscita, responsabili nelle uscite didattiche... come se un insegnante, solo per il fatto di essere tale, avesse il dono dell'ubiquità e potesse, come per magia, supervisionare contemporaneamente 27 alunni in classe e 1 nel bagno, avere due occhi anche sul retro della testa ed essere così bravi chiaroveggenti da poter prevenire il più piccolo incidente di percorso.
Nello specifico i docenti della Scuola dell'Infanzia devono fare i conti con la tenerissima età dei propri alunni, caricarsi il problema dei bambini anticipatari di soli due anni d'età, gestire classi superaffollate, accogliere bambini stranieri senza il supporto di nessun mediatore linguistico, fare da prima sponda alle ansie, alle paure e alle attese sempre più pressanti delle famiglie e, dulcis in fundo, sopperire alla carenza ormai cronica di collaboratori scolastici, tappando qualche buco anche in quel settore.
Sicchè un docente di Scuola dell'Infanzia, che nell'immaginario collettivo gioca dalla mattina alla sera e si trastulla tra girotondi e filastrocche, è allo stesso tempo insegnante, addetto alla sicurezza, assistente, babysitter, addetto ai portoni e alle pulizie, ecc. ecc.
Ecco perché alla fine di ogni giornata lavorativa ogni docente alza gli occhi al cielo e ringrazia dal profondo del cuore per aver potuto archiviare un altro giorno senza incidenti di sorta, ed ecco perché ogni docente della Scuola dell'Infanzia ogni giorno quando ritorna  a casa ha solo una necessità: sdraiarsi sul divano e ascoltare ... il silenzio!
Ma quante storie!!! Dopotutto si tratta di un lavoro di sole poche ore al giorno!!! E ora finalmente un governo, che sa e che fa, rimedierà a questa grave insufficienza innalzando l'orario di lavoro a 36 ore alla settimana, soprattutto per i docenti della Scuola dell'Infanzia e della Scuola Primaria che sono evidentemente i più sfaticati!!!
La verità vera è che i docenti della Scuola dell'Infanzia, tra tutti, sono quelli che lavorano per il maggior numero di ore, 25 ore di lezione settimanali, a fronte di 22 per la primaria e 18 per la secondaria di 1° e 2° grado: e nonostante ciò, e nonostante la laurea e i titoli vari necessari per accedervi, insieme ai colleghi della scuola primaria percepiscono uno stipendio inferiore rispetto agli altri docenti, e questo in barba a quella "Unicità della Funzione Docente" di cui tanto si è disquisito negli anni addietro.
E ora dovrebbero essere  i primi a doversi adeguare alle 36 ore!
La verità vera è che sfido chiunque, ministri / sottosegretari / portaborse e funzionari di alto e basso grado, a lavorare per un solo mese in una Scuola dell'Infanzia prima di pensare anche solo per un attimo di aumentare le ore di lavoro dei docenti!
Venghino, signori venghino!!!
Ma non a visitare una scuola in festa, con i bambini che ti cantano un inno di benvenuto e il personale sorridente schierato ad accoglierti!
Venite a lavorarci giorno dopo giorno e saprete quanto è usurante questo lavoro, quanta competenza, passione, professionalità, ma anche quanta fatica c'è dietro a quell'inno e quei bambini in festa!
E passiamo agli alunni e alle loro famiglie:
la verità vera è che sono proprio le famiglie ormai a sorreggere economicamente la scuola. A parte poche fortunate eccezioni, nella stragrande maggioranza dei casi le famiglie forniscono alla Scuola dell'Infanzia risme di carta, colori, sapone, carta igienica, cartucce per stampanti... anche giocattoli nuovi e usati, e noi accettiamo tutto, così come accettiamo i vecchissimi computer che vengono dismessi dal laboratorio di informatica della nostra scuola secondaria di 1°grado, e litighiamo tra colleghi per accaparrarcene uno funzionante e finalmente pianificare un progetto di alfabetizzazione informatica per i nostri alunni.
E i bambini? Chiusi per 8 ore in un'aula, fortunatamente abbastanza grande... ma non troppo, senza un parco attrezzato, o un orto, o una palestra a misura di bambino (gelata d'inverno e soffocante già ad aprile), con un salone ricavato da due aule limitrofe che basta a malapena ad accogliere uno scivolo...
Laboratori? Zero. In aula si montano e si smontano vari angoli di lavoro, ma con 26/30
alunni lo spazio quello è!
Idee e progetti? Tanti, ma sempre devono fare i conti con la realtà.
E la realtà vera è che, se esiste una scuola di qualità, ed esiste, è solo perché ci sono docenti che lavorano per dare sostanza ad una istituzione che ormai si regge molto sull'impegno volontario e gratuito di chi ci lavora, insegnanti che non stanno a guardare all'orologio, né si gingillano scaldando la sedia, ma con passione e professionalità e anche a scapito del loro tempo e della loro salute, tentano di dare risposte alle richieste sempre più pressanti degli alunni e delle loro famiglie.
Io ormai sono alla fine della mia carriera ... se così vogliamo chiamare il percorso lavorativo dei docenti italiani che, unici in Europa, raggiungono il massimo gradone di stipendio solo dopo 35 anni di servizio!...e credo che l'aumento delle ore di lavoro non mi riguarderà più direttamente.
Questo che si è appena concluso è stato il mio 40° anno di servizio, sono ancora troppo giovane per la signora Fornero per andare in pensione, (che bella l'Italia che penalizza sempre e solo gli ultimi e forse anche i più meritevoli!) ma dopo tanti anni di lavoro, di fronte a questi piani innovativi che investono la scuola sono stupita e smarrita, perché purtroppo ancora una volta mi accorgo che ogni governo pensa di mascherare tagli e ritagli con piani roboanti e pensa che noi docenti siamo così stupidi da non accorgercene.
E sinceramente dopo una vita dedicata alla scuola e ai miei alunni, di governi così, che pensano questo dei docenti e che fanno questo alla Scuola, non so veramente che farne!  
Signor Presidente, se mi sto sbagliando me lo dimostri con i fatti!

Maria Strada  
Docente Scuola dell'Infanzia
Tornare in alto Andare in basso
L'ALTRO POLO



Messaggi : 4202
Data d'iscrizione : 24.01.14

MessaggioOggetto: Re: LOTTA DURA CONTRO LA RIFORMA DELLE 36 ORE - VESSATORIA E INSOSTENIBILE   Sab Lug 05, 2014 3:56 pm


vorrei associarmi alle iniziative di protesta che molti di noi precari stanno promuovendo in merito all'aumento delle ore in favore dei docenti di ruolo.
Sono un aspirante docente sfortunatamente nato troppo tardi per sperare nelle Graduatorie ad esaurimento E, DI CONSEGUENZA NEL RUOLO. Ho una Laurea Specialistica in Filosofia, una Laurea Magistrale in Lettere Moderne. Un servizio pluriennale di insegnamento che mi ha garantito la possibilità di accedere ai Percorsi Abilitanti Speciali che terminerò tra qualche giorno, ho investito tanti soldi per la formazione e per l'espletamento del servizio in una regione del Nord (sono pugliese).
Mi associo a quanto il precariato sta esprimendo in questi giorni e sarebbe superfluo aggiungere elementi "nuovi".
Voglio comunque rendere pubblica la mia ultima esperienza nello stato (volutamente minuscolo).
Ho accettato una supplenza molto breve (13 gg) in un comune di una provincia del Nord. Classe A037 FILOSOFIA E STORIA, 16 ore, 2 terze classi, tre quarte e tre quinte. Sostituivo un collega di ruolo per una convalescenza dopo un intervento banale per un'ernia (non per un cancro). Bene, questi 13 giorni sono raddoppiati perché "il medico mi consiglia un altro po' di riposo". Sono andato a trovarlo a casa visto che la supplenza è partita ad inizio anno scolastico e le nuove classi che ho preso io, per lui erano sconosciute così come per le altre, soprattutto quelle finali, avevo bisogno di qualche suggerimento per una didattica in cooperazione tra me supplente) e lui (di ruolo).
Ebbene la sua "convalescenza" continuava ad ogni scadenza quindicennale della proroga. Lui, che stava male, era spesso avvistato al bar, una volta l'ho incontrato io stesso, ma io, a differenza sua, ero appena uscito da scuola per mangiare un panino al volo prima della tornata dei consigli di classe.
In quella scuola ci andavo anche nella mia giornata libera per mettere in ordine registri, programmare, aggiornare, se occorreva sostituire (anche gratuitamente). Per i colloqui con i genitori degli alunni mi sono fermato ben oltre l'orario limite fissato per gli incontri (mentre i i colleghi di ruolo non vedevano l'ora di andarsene io continuavo a ricevere i genitori). La "malattia" del titolare si è protratta fino a ridosso delle vacanze di Natale (dagli iniziali 13 giorni) e si è interrotta giusto prima della scadenza dei termini per evitare la decurtazione della sua paga. Ed un elemento del genere dovrebbe pure avere più ore lasciando a casa me che ho lavorato per me e per lui vivendo la supplenza a 360 gradi??
Non occorre altro da aggiungere
Tornare in alto Andare in basso
ulisse2000



Messaggi : 165
Data d'iscrizione : 03.07.14

MessaggioOggetto: Re: LOTTA DURA CONTRO LA RIFORMA DELLE 36 ORE - VESSATORIA E INSOSTENIBILE   Sab Lug 05, 2014 10:37 pm

Stellastellina1975 ha scritto:
A proposito di lotta dura contro la riforma delle 36 ore, ho saputo che il gruppo dei Precari Uniti da Modena, Bologna, Ravenna, Roma, Napoli vorrebbero organizzare diverse attività tra cui un'accampata davanti al Miur a partire dal 14-15 luglio, oltre ad iniziare un dialogo con i sindacati non confederali e con i M5S.

IO CI STO!

ANCHE IO CI STO

questo è il minimo che dobbiamo fare!

di fronte a questo attacco che significa la FINE PROFESSIONALE PER MOLTI E LO SFINIMENTO PER ALTRI

AI FINI DEL RISPARMIO ALLA SPESA E NON AL MIGLIORAMENTO DELLA DIDATTICA

QUANTITA' NON VUOL DIRE QUALITA' MA L' ESATTO CONTRARIO

a settembre LOTTA DURA!

SE VOGLIONO FARCI STARE A SCUOLA FINO A SERA CI STAREMO MA DA VERI "FANNULLONI"!


"SCIOPERO BIANCO"(presenza a scuola senza attività didattiche) A OLTRANZA alternato a SCIOPERI senza presenza a scuola

6 POLITICO per tutti

BLOCCO DEGLI SCRUTINI

RESTITUZIONE TESSERE DEL PD E DICHIARAZIONI PUBBLICHE DI VOTO AI PARTITI CHE CI TUTELERANNO

PRESIDI PERMANENTI DAVANTI AI PROVVEDITORATI E DAVANTI AL MIUR

VALIAMO 4 MILIONI DI VOTI!! SIAMO L' AGO DELLA BILANCIA.... NON POSSO TRATTARCI COSI'....

NELLA STORIA NON SI E' MAI VERIFICATO UNO STRAVOLGIMENTO DEL CONTRATTO DI LAVORO COSì (raddoppio orario di lavoro ) questo sarebbe un precedente a cui farebbero seguito provvedimenti analoghi anche per le  altre categorie

DOBBIAMO IMPARTIRE AL PAESE LA PIU' GRANDE LEZIONE CIVILE.....

INSEGNARE AI NOSTRI ALUNNI E AI NOSTRI FIGLI A NON ESSERE TRATTATI DA SCHIAVI!!!
Tornare in alto Andare in basso
Stellastellina1975



Messaggi : 1659
Data d'iscrizione : 12.10.12

MessaggioOggetto: Re: LOTTA DURA CONTRO LA RIFORMA DELLE 36 ORE - VESSATORIA E INSOSTENIBILE   Dom Lug 06, 2014 1:07 pm

Aimè... penso che farci stare a scuola senza insegnare più nulla ai ragazzi e farci dare il 6 politico a tutti sia proprio il loro obiettivo...
Tornare in alto Andare in basso
 
LOTTA DURA CONTRO LA RIFORMA DELLE 36 ORE - VESSATORIA E INSOSTENIBILE
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 2Andare alla pagina : 1, 2  Seguente
 Argomenti simili
-
» Vi segnalo questo interessante articolo sulla salute delle donne (aborto, legge 40 e chi più ne ha più ne metta)
» pontifex contro medjugorje
» Chi vuol essere Navy Seal contro il fanatismo cattolico?
» Genesi delle leggi e influenze culturali
» il papa contro le superstizioni africane

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Riforme-
Andare verso: