Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Meglio un nemico aperto di un falso amico.

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : 1, 2  Seguente
AutoreMessaggio
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Meglio un nemico aperto di un falso amico.   Mar Lug 08, 2014 11:13 am

Ricordo che per tre anni durante la macelleria G. ci furono scioperi ed agitazioni, partecipai anche al grande sciopero della primaria (io non lo sono) con manifestazione a Roma.
La G. era un nemico scoperto, le sue dichiarazioni non lasciavano adito a nessun dubbio ed erano del tenore "i precari si cerchino un altro lavoro", "si è largheggiato", "la scuola non è un ammortizzatore sociale" e altre simili.

Dopo la G. venne il turno di M., che da un lato non usava affatto la chiarezza della G., ma dall'altro cercò di introdurre in modo surrettizio le 24 ore lavorative. Fu l'unica reazione vigorosa della classe docente e, bocciati i progetti nei singoli collegi docenti, la scuola si paralizzò, e fu un segno di forza e di vigore.

Finalmente siamo usciti da quell'epoca e l'attuale governo quali misure adotta?
1) Come prima cosa cambia le carte in tavola affermando che tutti i ruoli vanno dati a scorrimento ad idonei, contravvenendo in modo evidente a tutto ciò che era stato detto prima.
2) Come seconda cosa ritorna in modo potenziato sulle 24 ore, addirittura sognando di farne fare 36.
3) Inoltre batte la gran cassa dell'anno in meno ai licei, gettando almeno 40 mila persona sulla disoccupazione.
4) Infine continua a bandire costosissime abilitazioni per rimpinguare le mai sazie tasche universitarie.

Ebbene: non ritenete che, cambiata la musica, non siano cambiato i sonatori e che nulla sia in realtà cambiato dagli anni ruggenti della G. (che peraltro ebbe almeno la decenza di non abilitare nessuno alla secondaria)?
Tornare in alto Andare in basso
Enoc



Messaggi : 344
Data d'iscrizione : 31.01.12

MessaggioOggetto: Re: Meglio un nemico aperto di un falso amico.   Mar Lug 08, 2014 11:23 am

Scusa collega, ma che domanda è? appare ovvio dai fatti che la risposta sia affermativa, così come appare nei fatti che da Monti in poi, ma ci metto anche la Gelmini, ci sia una linea comune di tagli al bilancio pubblico, che hanno una loro giustificazione peculiare che non approfondisco perchè quando parlo di teoria economica a volte mi si accusa di parlare di politica.

Qui bisogna capire una cosa chiara: finchè avremo l'euro e bruxelles, politici eletti altrove imporranno ai nostri di tagliare la scuola, la sanità e aumentare le tasse per rispettare vincoli assurdi.
Potete mettere chiunque a palazzo Chigi ma il risultato, ceteribus paribus, sarà sempre quello.
Traete voi le ovvie conclusioni.
Tornare in alto Andare in basso
elisaPA



Messaggi : 277
Data d'iscrizione : 16.03.13

MessaggioOggetto: Re: Meglio un nemico aperto di un falso amico.   Mar Lug 08, 2014 11:30 am

I nostri GIUDA ISCARIOTA sono i partiti come il Pd che hanno per anni fatto la figura di paladini della scuola e della democrazia e ora si rivelano per quello che sono: dei compagnucci gemelli della destra.

Altri giuda iscariota di se stessi e della scuola sono stati gli italici in genere compresi gli insegnanti quando per venti anni hanno votato il Pdl che ha distrutto l'organizzazione scuola e sociale, il mondo del lavoro e quello della legalità.
Purtroppo dobbiamo avere paura del secondo tipo di giuda, perchè reitereranno i loro comportamenti: voteranno ancora per i loschi figuri dei primi, rigetteranno sempre chi delle forze politiche si pone come rottura perchè onesti, faranno masochisticamente massacrare sè stessi e le future generazioni protestando a parole ma poi non facendo un bel nulla dal punto di vista pratico.

L'Italico, a differenza dell'anglosassone, è una bestia da soma che si ribella sul momento, ma poi non ha un progetto di vita proprio e indipendente.
Tornare in alto Andare in basso
elisaPA



Messaggi : 277
Data d'iscrizione : 16.03.13

MessaggioOggetto: Re: Meglio un nemico aperto di un falso amico.   Mar Lug 08, 2014 11:42 am

Enoc ha scritto:
Scusa collega, ma che domanda è? appare ovvio dai fatti che la risposta sia affermativa, così come appare nei fatti che da Monti in poi, ma ci metto anche la Gelmini, ci sia una linea comune di tagli al bilancio pubblico, che hanno una loro giustificazione peculiare che non approfondisco perchè quando parlo di teoria economica a volte mi si accusa di parlare di politica.

Qui bisogna capire una cosa chiara: finchè avremo l'euro e bruxelles, politici eletti altrove imporranno ai nostri di tagliare la scuola, la sanità e aumentare le tasse per rispettare vincoli assurdi.
Potete mettere chiunque a palazzo Chigi ma il risultato, ceteribus paribus, sarà sempre quello.
Traete voi le ovvie conclusioni.

Hai ragione. Meglio far votare agli italiani l'uscita o meno dall'euro.
Però ti contraddico di una cosa: se ci vanno quelli del M5s non sarà come CHIUNQUE.
Toglieranno l'assurdità del pareggio di bilancio e faranno una legge contro l'applicazione del fiscal compact.
Come dichiarato da loro chiederanno agli italiani se restare o uscire dall'euro. Andranno a combattere le mafie e impediranno che si presenti nelle liste politiche chi ha pendenze giudiziare.
Rivedranno il Concordato con il Vaticano e con tutte le religioni in Italia e toglieranno l' 8 per mille destinando queste risorse al sociale (che i fedeli paghino da soli la decima alle loro chiese!).
Faranno le riforme ascoltando i lavoratori e QUINDI quella della scuola sarà fatta consultando gli insegnanti.
Queste cose non le sostengo io ma Di Maio, Di Battista ed altri del movimento.

Per quanto riguarda il Prodotto Interno Lordo, collega Enoc, ascoltati questo video su Pentateca e vedrai che avri una sorpresa: Il Pil è UNA BUFALA ECONOMICA.
http://pentateca.altervista.org/pil-e-decrescita-felice-maurizio-pallante-e-federica-daga-23112013/
Tornare in alto Andare in basso
Robert Bruce



Messaggi : 2896
Data d'iscrizione : 19.02.12

MessaggioOggetto: Re: Meglio un nemico aperto di un falso amico.   Mar Lug 08, 2014 1:08 pm

elisaPA ha scritto:
Hai ragione. Meglio far votare agli italiani l'uscita o meno dall'euro.
Però ti contraddico di una cosa: se ci vanno quelli del M5s non sarà come CHIUNQUE.
Toglieranno l'assurdità del pareggio di bilancio e faranno una legge contro l'applicazione del fiscal compact.
Come dichiarato da loro chiederanno agli italiani se restare o uscire dall'euro. Andranno a combattere le mafie e impediranno che si presenti nelle liste politiche chi ha pendenze giudiziare.
Rivedranno il Concordato con il Vaticano e con tutte le religioni in Italia e toglieranno l' 8 per mille destinando queste risorse al sociale (che i fedeli paghino da soli la decima alle loro chiese!).
Faranno le riforme ascoltando i lavoratori e QUINDI quella della scuola sarà fatta consultando gli insegnanti.
Queste cose non le sostengo io ma Di Maio, Di Battista ed altri del movimento.

Per quanto riguarda il Prodotto Interno Lordo, collega Enoc, ascoltati questo video su Pentateca e vedrai che avri una sorpresa: Il Pil è UNA BUFALA ECONOMICA.
http://pentateca.altervista.org/pil-e-decrescita-felice-maurizio-pallante-e-federica-daga-23112013/

Vero... se glielo lasceranno fare. I poteri forti messi in difficoltà sono in grado di usare forze dirompenti.
Tornare in alto Andare in basso
elisaPA



Messaggi : 277
Data d'iscrizione : 16.03.13

MessaggioOggetto: Re: Meglio un nemico aperto di un falso amico.   Mar Lug 08, 2014 2:37 pm

Robert Bruce ha scritto:
elisaPA ha scritto:
Hai ragione. Meglio far votare agli italiani l'uscita o meno dall'euro.
Però ti contraddico di una cosa: se ci vanno quelli del M5s non sarà come CHIUNQUE.
Toglieranno l'assurdità del pareggio di bilancio e faranno una legge contro l'applicazione del fiscal compact.
Come dichiarato da loro chiederanno agli italiani se restare o uscire dall'euro. Andranno a combattere le mafie e impediranno che si presenti nelle liste politiche chi ha pendenze giudiziare.
Rivedranno il Concordato con il Vaticano e con tutte le religioni in Italia e toglieranno l' 8 per mille destinando queste risorse al sociale (che i fedeli paghino da soli la decima alle loro chiese!).
Faranno le riforme ascoltando i lavoratori e QUINDI quella della scuola sarà fatta consultando gli insegnanti.
Queste cose non le sostengo io ma Di Maio, Di Battista ed altri del movimento.

Per quanto riguarda il Prodotto Interno Lordo, collega Enoc, ascoltati questo video su Pentateca e vedrai che avri una sorpresa: Il Pil è UNA BUFALA ECONOMICA.
http://pentateca.altervista.org/pil-e-decrescita-felice-maurizio-pallante-e-federica-daga-23112013/

Vero... se glielo lasceranno fare. I poteri forti messi in difficoltà sono in grado di usare forze dirompenti.

Le forze dirompenti dei poteri forti sono una propaganda massiccia a cui tanti italiani e anche nostri colleghi soccombono con la loro complicità .
Se la gente votasse partiti onesti punendo i poteri forti e si ribellasse adottando l'atteggiamento "non collaborazionista " di Gandhi, tali poteri sarebbero fo.tuti.
Invece guarda qui per questa riforma delle 36 ore, del taglio dell'ultimo anno e dell'annullamento delle supplenze brevi che succede: tutti pronti a trovare la situazione di compromesso al ribasso invece di RIFIUTARE la riforma in blocco.

Mi sono ritrovata a parlare di M5s qui in forum come se fossi loro attivista sulla base delle sciocchezze che mi è toccato leggere scritte da colleghi che dovrebbero avere, per la loro cultura superiore alla massa, discernimento e capacità critica.

La gente invece di andarsela a prendere con i veri responsabili continuano a votarli e a credergli e invece buttano fango sull'unico movimento politico che li può salvare formato da ONESTI, gente che studia tutte le leggi, non disposta a cedere alla corruzione, che sta attenta a tutto quello che succede in parlamento, in economia e cerca di informare l'opinione pubblica.
Risultato?
Grande acredine verso di loro e nonostante tutto quello che sta succedendo e che è responsabilità politica ed economica delle classi dirigenti politiche ed economiche soprattutto dell'ultimo ventennio.

Io mi sento realmente "presa dai turchi" quando sento difese ad oltranza di Berlusconi oppure di vedere Renzi adorato come un dio oppure osteggiato dai suoi che poi si sottomettono come se non avessero materia grigia in testa.

Riguardo i colleghi di questo forum forse non dovrei meravigliarmi più di tanto del modo in cui pensano se dovessi considerare il fatto che qui si discute spesso e volentieri di insegnanti che non si sanno difendere nè dalle assurdità dei genitori nè da quelle del Ds. Vi è parecchia gente prona a chi li tratta con violenza e li sfrutta.
Chissà perchè le stesse persone si ribellano, invece, verso chi è onesto e vorrebbe cambiare le cose.
Questo avviene anche nella vita di ogni giorno a scuola: il collega che si ribella alle ingiustizie, che dice no, che per tale motivo è mobbizzato dal Ds si ritrova SOLO perchè gli stessi colleghi che subiscono anche le stesse angherie non lo spalleggiano e difendono. Invidie, vigliaccherie, lecchinaggi e pavidità verso il più forte sono la normalità.
Si fanno lezioni e progetti alla legalità e poi di illegalità se ne compiono e se ne subiscono a più non posso nell'ambito della stessa scuola.
Valori come la moralità, la giustizia, la solidarietà, la correttezza predicati bene e razzolati male. Si guarda con sospetto chi li segue. Anzi, si pensa che tali persone corrette siano malate, stupide, strane.
E questa sarebbe la classe insegnante della nostra Italia?
Tornare in alto Andare in basso
flowerqueen



Messaggi : 238
Data d'iscrizione : 08.07.14
Età : 41

MessaggioOggetto: Re: Meglio un nemico aperto di un falso amico.   Mar Lug 08, 2014 3:40 pm

Scusa se mi intrometto, ma non essere"rivoluzionario" non significa essere proni alle ingiustizie, ma magari avere un diverso atteggiamento nell'affrontarle. Parlare di politica mi sembra ininfluente perchè una volta al governo tutti si comportano allo stesso modo. Personalmente non simpatizzo per nessun partito politico e mi auguro solo che chi è al governo faccia bene. Alle volte è meglio votare la persona che un partito solo perchè è quel partito.

scusa la disgressione è solo una mia opinione
Tornare in alto Andare in basso
silver76



Messaggi : 833
Data d'iscrizione : 25.05.13

MessaggioOggetto: Re: Meglio un nemico aperto di un falso amico.   Mar Lug 08, 2014 4:04 pm

contemplatore2014 ha scritto:

Finalmente siamo usciti da quell'epoca e l'attuale governo quali misure adotta?
1) Come prima cosa cambia le carte in tavola affermando che tutti i ruoli vanno dati a scorrimento ad idonei, contravvenendo in modo evidente a tutto ciò che era stato detto prima.
2) Come seconda cosa ritorna in modo potenziato sulle 24 ore, addirittura sognando di farne fare 36.
3) Inoltre batte la gran cassa dell'anno in meno ai licei, gettando almeno 40 mila persona sulla disoccupazione.
4) Infine continua a bandire costosissime abilitazioni per rimpinguare le mai sazie tasche universitarie.


a onor del vero metti insieme questioni, provvedimenti e proposte che non c'entrano nulla l'una con l'altra:
1) Lo scorrimento oltre i posti prestabiliti dal bando "Profumo" è un provvedimento che si è reso necessario perché il testo unico, cioè la legge, prevede che le immissioni in ruolo siano fatte per metà dalle GAE e per metà dalle GM, quando ci sono. sempre la legge prevede che le GM di un concorso possano essere abolite solo se sostituite da quelle di un concorso successivo. può piacere o non piacere e tutte le argomentazioni per l'una o l'altra tesi hanno spesso legittimità, ma le cose stanno così. il fatto che profumo andasse cianciando che solo i vincitori sarebbero stati immessi in ruolo e che poi le GM sarebbero finite nel tritacarte è cosa che lo qualifica come un parolaio all'oscuro della normativa che regola lo stesso dicastero che avrebbe dovuto governare.
2) quella delle 36 ore è stata una proposta di un sottosegretario anche lui in vena di dare aria alla bocca, di cui a distanza di 24 ore dalla sua formulazione lo stesso autore ha dovuto rimangiarsi tutto fino all'ultima sillaba.
3) anche quella della riduzione di un anno delle scuole superiori, allo stato attuale è una proposta. dirò di più: è di attuazione ancora più complicata dell'eventuale aumento dell'orario a 24 o 36 ore, perché richiede una globale rivisitazione della didattica e dell'intero percorso di formazione nazionale a partire dalla scuola primaria. d'altra parte, chiacchiere per chiacchiere, tutti i politici che ne hanno parlato hanno escluso che questo provvedimento avrebbe tagliato anche un solo posto di lavoro nella scuola.
4) verissimo. PAS E TFA sono costosi, ridondanti, forse inutili e per giunta in conflitto l'uno con l'altro. ma quando si prova a dire che è privo di senso far partire percorsi abilitanti del genere in assenza di posti su cui effettuare immissioni in ruolo e spesso anche in assenza di spezzoni su cui assegnare supplenze, i primi scudi che si levano sono quelli dei precari non abilitati che reclamano l'assoluta necessità che lo stato dia seguito alle loro aspettative, legittime o meno, di stabilizzazione.
Tornare in alto Andare in basso
silver76



Messaggi : 833
Data d'iscrizione : 25.05.13

MessaggioOggetto: Re: Meglio un nemico aperto di un falso amico.   Mar Lug 08, 2014 4:10 pm

elisaPA ha scritto:
Hai ragione. Meglio far votare agli italiani l'uscita o meno dall'euro.
Però ti contraddico di una cosa: se ci vanno quelli del M5s non sarà come CHIUNQUE.
Toglieranno l'assurdità del pareggio di bilancio e faranno una legge contro l'applicazione del fiscal compact.
Come dichiarato da loro chiederanno agli italiani se restare o uscire dall'euro. Andranno a combattere le mafie e impediranno che si presenti nelle liste politiche chi ha pendenze giudiziare.
Rivedranno il Concordato con il Vaticano e con tutte le religioni in Italia e toglieranno l' 8 per mille destinando queste risorse al sociale (che i fedeli paghino da soli la decima alle loro chiese!).
Faranno le riforme ascoltando i lavoratori e QUINDI quella della scuola sarà fatta consultando gli insegnanti.
Queste cose non le sostengo io ma Di Maio, Di Battista ed altri del movimento.

sì certo, secondo me di maio e di battista hanno in serbo anche la cura definitiva per il cancro, la formazione ideale della nazionale italiana per i mondiali del 2018, i nomi dei vincitori dei prossimi 5 festival di sanremo e il finale di beautiful.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Meglio un nemico aperto di un falso amico.   Mar Lug 08, 2014 4:31 pm

silver76 ha scritto:


3) anche quella della riduzione di un anno delle scuole superiori, allo stato attuale è una proposta. dirò di più: è di attuazione ancora più complicata dell'eventuale aumento dell'orario a 24 o 36 ore, perché richiede una globale rivisitazione della didattica e dell'intero percorso di formazione nazionale a partire dalla scuola primaria. d'altra parte, chiacchiere per chiacchiere, tutti i politici che ne hanno parlato hanno escluso che questo provvedimento avrebbe tagliato anche un solo posto di lavoro nella scuola.

in effetti dicono che non licenzieranno i titolari ma si perderanno 40.000 posti per i precari.

Lo faranno perchè è più semplice eliminare il quinto anno che un anno intermedio che creerebbe l'onda anomala

così hanno deciso i poteri forti.
Tornare in alto Andare in basso
Stellastellina1975



Messaggi : 1659
Data d'iscrizione : 12.10.12

MessaggioOggetto: Re: Meglio un nemico aperto di un falso amico.   Mar Lug 08, 2014 4:53 pm

silver76 ha scritto:
contemplatore2014 ha scritto:

Finalmente siamo usciti da quell'epoca e l'attuale governo quali misure adotta?
1) Come prima cosa cambia le carte in tavola affermando che tutti i ruoli vanno dati a scorrimento ad idonei, contravvenendo in modo evidente a tutto ciò che era stato detto prima.
2) Come seconda cosa ritorna in modo potenziato sulle 24 ore, addirittura sognando di farne fare 36.
3) Inoltre batte la gran cassa dell'anno in meno ai licei, gettando almeno 40 mila persona sulla disoccupazione.
4) Infine continua a bandire costosissime abilitazioni per rimpinguare le mai sazie tasche universitarie.


a onor del vero metti insieme questioni, provvedimenti e proposte che non c'entrano nulla l'una con l'altra:
1) Lo scorrimento oltre i posti prestabiliti dal bando "Profumo" è un provvedimento che si è reso necessario perché il testo unico, cioè la legge, prevede che le immissioni in ruolo siano fatte per metà dalle GAE e per metà dalle GM, quando ci sono. sempre la legge prevede che le GM di un concorso possano essere abolite solo se sostituite da quelle di un concorso successivo. può piacere o non piacere e tutte le argomentazioni per l'una o l'altra tesi hanno spesso legittimità, ma le cose stanno così. il fatto che profumo andasse cianciando che solo i vincitori sarebbero stati immessi in ruolo e che poi le GM sarebbero finite nel tritacarte è cosa che lo qualifica come un parolaio all'oscuro della normativa che regola lo stesso dicastero che avrebbe dovuto governare.
2) quella delle 36 ore è stata una proposta di un sottosegretario anche lui in vena di dare aria alla bocca, di cui a distanza di 24 ore dalla sua formulazione lo stesso autore ha dovuto rimangiarsi tutto fino all'ultima sillaba.
3) anche quella della riduzione di un anno delle scuole superiori, allo stato attuale è una proposta. dirò di più: è di attuazione ancora più complicata dell'eventuale aumento dell'orario a 24 o 36 ore, perché richiede una globale rivisitazione della didattica e dell'intero percorso di formazione nazionale a partire dalla scuola primaria. d'altra parte, chiacchiere per chiacchiere, tutti i politici che ne hanno parlato hanno escluso che questo provvedimento avrebbe tagliato anche un solo posto di lavoro nella scuola.
4) verissimo. PAS E TFA sono costosi, ridondanti, forse inutili e per giunta in conflitto l'uno con l'altro. ma quando si prova a dire che è privo di senso far partire percorsi abilitanti del genere in assenza di posti su cui effettuare immissioni in ruolo e spesso anche in assenza di spezzoni su cui assegnare supplenze, i primi scudi che si levano sono quelli dei precari non abilitati che reclamano l'assoluta necessità che lo stato dia seguito alle loro aspettative, legittime o meno, di stabilizzazione.

Veramente la Gelmini aveva già predisposto il taglio dell'ultimo anno, infatti ha trasformato il percorso biennio+triennio in primo biennio+secondo biennio+quinto anno. Quindi, con una bella sforbiciata, basterà tagliare via l'ultimo anno senza cambiare nient altro. Inoltre mi sembra molto improbabile che verrà eliminato l'ultimo anno soltanto ai licei, poiché sarebbe discriminante nei confronti degli studenti degli altri istituti che volessero intraprendere gli studi universitari, i quali si troverebbero con un anno di ritardo rispetto agli altri. E' molto più probabile che taglieranno l'ultimo anno di tutte le scuole superiori.

Stessa cosa si può dire dell'aumento orario, che non mi sembra di così difficile attuazione. L'avvento delle 24 ore era stato soltanto rimandato, come molti immaginavano. In quel momento forse non era necessario, ma con l'attuazione del Fiscal Compact non ci saranno molte altre alternative.

Ho l'impressione che molti di voi stiano sottovalutando il problema...

Tornare in alto Andare in basso
Robert Bruce



Messaggi : 2896
Data d'iscrizione : 19.02.12

MessaggioOggetto: Re: Meglio un nemico aperto di un falso amico.   Mar Lug 08, 2014 6:04 pm

Stellastellina1975 ha scritto:
Veramente la Gelmini aveva già predisposto il taglio dell'ultimo anno, infatti ha trasformato il percorso biennio+triennio in primo biennio+secondo biennio+quinto anno. Quindi, con una bella sforbiciata, basterà tagliare via l'ultimo anno senza cambiare nient altro. Inoltre mi sembra molto improbabile che verrà eliminato l'ultimo anno soltanto ai licei, poiché sarebbe discriminante nei confronti degli studenti degli altri istituti che volessero intraprendere gli studi universitari, i quali si troverebbero con un anno di ritardo rispetto agli altri. E' molto più probabile che taglieranno l'ultimo anno di tutte le scuole superiori.

Stessa cosa si può dire dell'aumento orario, che non mi sembra di così difficile attuazione. L'avvento delle 24 ore era stato soltanto rimandato, come molti immaginavano. In quel momento forse non era necessario, ma con l'attuazione del Fiscal Compact non ci saranno molte altre alternative.

Ho l'impressione che molti di voi stiano sottovalutando il problema...

Quoto tutto!
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Meglio un nemico aperto di un falso amico.   Mar Lug 08, 2014 8:53 pm

Stellastellina1975 ha scritto:
silver76 ha scritto:
contemplatore2014 ha scritto:

Finalmente siamo usciti da quell'epoca e l'attuale governo quali misure adotta?
1) Come prima cosa cambia le carte in tavola affermando che tutti i ruoli vanno dati a scorrimento ad idonei, contravvenendo in modo evidente a tutto ciò che era stato detto prima.
2) Come seconda cosa ritorna in modo potenziato sulle 24 ore, addirittura sognando di farne fare 36.
3) Inoltre batte la gran cassa dell'anno in meno ai licei, gettando almeno 40 mila persona sulla disoccupazione.
4) Infine continua a bandire costosissime abilitazioni per rimpinguare le mai sazie tasche universitarie.


a onor del vero metti insieme questioni, provvedimenti e proposte che non c'entrano nulla l'una con l'altra:
1) Lo scorrimento oltre i posti prestabiliti dal bando "Profumo" è un provvedimento che si è reso necessario perché il testo unico, cioè la legge, prevede che le immissioni in ruolo siano fatte per metà dalle GAE e per metà dalle GM, quando ci sono. sempre la legge prevede che le GM di un concorso possano essere abolite solo se sostituite da quelle di un concorso successivo. può piacere o non piacere e tutte le argomentazioni per l'una o l'altra tesi hanno spesso legittimità, ma le cose stanno così. il fatto che profumo andasse cianciando che solo i vincitori sarebbero stati immessi in ruolo e che poi le GM sarebbero finite nel tritacarte è cosa che lo qualifica come un parolaio all'oscuro della normativa che regola lo stesso dicastero che avrebbe dovuto governare.
2) quella delle 36 ore è stata una proposta di un sottosegretario anche lui in vena di dare aria alla bocca, di cui a distanza di 24 ore dalla sua formulazione lo stesso autore ha dovuto rimangiarsi tutto fino all'ultima sillaba.
3) anche quella della riduzione di un anno delle scuole superiori, allo stato attuale è una proposta. dirò di più: è di attuazione ancora più complicata dell'eventuale aumento dell'orario a 24 o 36 ore, perché richiede una globale rivisitazione della didattica e dell'intero percorso di formazione nazionale a partire dalla scuola primaria. d'altra parte, chiacchiere per chiacchiere, tutti i politici che ne hanno parlato hanno escluso che questo provvedimento avrebbe tagliato anche un solo posto di lavoro nella scuola.
4) verissimo. PAS E TFA sono costosi, ridondanti, forse inutili e per giunta in conflitto l'uno con l'altro. ma quando si prova a dire che è privo di senso far partire percorsi abilitanti del genere in assenza di posti su cui effettuare immissioni in ruolo e spesso anche in assenza di spezzoni su cui assegnare supplenze, i primi scudi che si levano sono quelli dei precari non abilitati che reclamano l'assoluta necessità che lo stato dia seguito alle loro aspettative, legittime o meno, di stabilizzazione.

Veramente la Gelmini aveva già predisposto il taglio dell'ultimo anno, infatti ha trasformato il percorso biennio+triennio in primo biennio+secondo biennio+quinto anno. Quindi, con una bella sforbiciata, basterà tagliare via l'ultimo anno senza cambiare nient altro. Inoltre mi sembra molto improbabile che verrà eliminato l'ultimo anno soltanto ai licei, poiché sarebbe discriminante nei confronti degli studenti degli altri istituti che volessero intraprendere gli studi universitari, i quali si troverebbero con un anno di ritardo rispetto agli altri. E' molto più probabile che taglieranno l'ultimo anno di tutte le scuole superiori.

Stessa cosa si può dire dell'aumento orario, che non mi sembra di così difficile attuazione. L'avvento delle 24 ore era stato soltanto rimandato, come molti immaginavano. In quel momento forse non era necessario, ma con l'attuazione del Fiscal Compact non ci saranno molte altre alternative.

Ho l'impressione che molti di voi stiano sottovalutando il problema...


Concordo. D'altronde il governo ha fatto apposta a fare queste estemporanee "proposte" durante il periodo estivo, quando siamo meno pericolosi e fastidiosi. In ogni caso, se anche fossero proposte la dicono lunga sull'orientamento di parte o tutto il PD...
Tornare in alto Andare in basso
elisaPA



Messaggi : 277
Data d'iscrizione : 16.03.13

MessaggioOggetto: Re: Meglio un nemico aperto di un falso amico.   Mar Lug 08, 2014 10:04 pm

silver76 ha scritto:
elisaPA ha scritto:
Hai ragione. Meglio far votare agli italiani l'uscita o meno dall'euro.
Però ti contraddico di una cosa: se ci vanno quelli del M5s non sarà come CHIUNQUE.
Toglieranno l'assurdità del pareggio di bilancio e faranno una legge contro l'applicazione del fiscal compact.
Come dichiarato da loro chiederanno agli italiani se restare o uscire dall'euro. Andranno a combattere le mafie e impediranno che si presenti nelle liste politiche chi ha pendenze giudiziare.
Rivedranno il Concordato con il Vaticano e con tutte le religioni in Italia e toglieranno l' 8 per mille destinando queste risorse al sociale (che i fedeli paghino da soli la decima alle loro chiese!).
Faranno le riforme ascoltando i lavoratori e QUINDI quella della scuola sarà fatta consultando gli insegnanti.
Queste cose non le sostengo io ma Di Maio, Di Battista ed altri del movimento.

sì certo, secondo me di maio e di battista hanno in serbo anche la cura definitiva per il cancro, la formazione ideale della nazionale italiana per i mondiali del 2018, i nomi dei vincitori dei prossimi 5 festival di sanremo e il finale di beautiful.

Dai! Coraggio! Dillo che è tutta invidia! :))
Tornare in alto Andare in basso
elisaPA



Messaggi : 277
Data d'iscrizione : 16.03.13

MessaggioOggetto: Re: Meglio un nemico aperto di un falso amico.   Mar Lug 08, 2014 10:13 pm

Robert Bruce ha scritto:
Stellastellina1975 ha scritto:
Veramente la Gelmini aveva già predisposto il taglio dell'ultimo anno, infatti ha trasformato il percorso biennio+triennio in primo biennio+secondo biennio+quinto anno. Quindi, con una bella sforbiciata, basterà tagliare via l'ultimo anno senza cambiare nient altro. Inoltre mi sembra molto improbabile che verrà eliminato l'ultimo anno soltanto ai licei, poiché sarebbe discriminante nei confronti degli studenti degli altri istituti che volessero intraprendere gli studi universitari, i quali si troverebbero con un anno di ritardo rispetto agli altri. E' molto più probabile che taglieranno l'ultimo anno di tutte le scuole superiori.

Stessa cosa si può dire dell'aumento orario, che non mi sembra di così difficile attuazione. L'avvento delle 24 ore era stato soltanto rimandato, come molti immaginavano. In quel momento forse non era necessario, ma con l'attuazione del Fiscal Compact non ci saranno molte altre alternative.

Ho l'impressione che molti di voi stiano sottovalutando il problema...

Quoto tutto!

Quoto anche io. E vedrete che il caro pd ci farà neri tutti. Del resto gli oppositori a Renzi sono delle pecorelle che belano ma poi si sottomettono.

Ahivoglia Renzi scappare per non rilasciare interviste dopo l'investitura del semestre europeo italiano.

Rimanda, prende tempo, ma le riforme vere quelle dei tagli alla corruzione e le confische a mafia e a chi ha sbagliato dei politici e degli imprenditori nisba. Piuttosto una bella riforma in senso dittatoriale alla P2 dello Stato e poi un'altra della giustizia per far contenti sia i suoi inquisiti sia berlusconi. Niente tagli alle Forze armate e alla politica.

A Renzi  viene il freddo a far capire a noi della scuola che dobbiamo immolarci all'altare. Prima ci vuole ammorbidire con lo starnazzare di Reggi, la messa alla berlina nostra, una finta riforma della scuola da macelleria.
Poi sicuramente alla fine, se non riuscirà a piegarci proverà (come è abituato a fare) a scontrarsi in modo muscolare con noi.

Scappa scappa Renzi, alla fine dovrai ammettere di avere fallito e (spero di no) di averci rovinato.
Tornare in alto Andare in basso
silver76



Messaggi : 833
Data d'iscrizione : 25.05.13

MessaggioOggetto: Re: Meglio un nemico aperto di un falso amico.   Mar Lug 08, 2014 11:47 pm

DCS042 ha scritto:
silver76 ha scritto:


3) anche quella della riduzione di un anno delle scuole superiori, allo stato attuale è una proposta. dirò di più: è di attuazione ancora più complicata dell'eventuale aumento dell'orario a 24 o 36 ore, perché richiede una globale rivisitazione della didattica e dell'intero percorso di formazione nazionale a partire dalla scuola primaria. d'altra parte, chiacchiere per chiacchiere, tutti i politici che ne hanno parlato hanno escluso che questo provvedimento avrebbe tagliato anche un solo posto di lavoro nella scuola.

in effetti dicono che non licenzieranno i titolari ma si perderanno 40.000 posti per i precari.

Lo faranno perchè è più semplice eliminare il quinto anno che un anno intermedio che creerebbe l'onda anomala

così hanno deciso i poteri forti.

premetto che quando sento parlare a vanvera di poteri forti metto mano alla pistola.

sarebbe bello capire dove trovano il tempo, questi poteri forti, per accanirsi sulla gestione del personale scolastico italiano, dato che normalmente vengono attribuiti a loro tutti i mali del mondo, dalla guerra in Iraq al riscaldamento globale.
ma dato per scontato che evidentemente la nostra è una delle situazioni che ritengono nodale, sarebbe bello sapere dove fossero questi poteri forti quando la gelmini, potendo fare quello che voleva della scuola pubblica, non cancellò il quinto anno delle superiori, anzi lo istituì per legge dopo il primo e il secondo biennio, come giustamente ha ricordato qualcuno qui, che paradossalmente ha tratto, proprio dall'istituzione del quinto anno, la certezza che lo si volesse eliminare.
se la risposta che avete in mente per questi interrogativi è qualcosa come "hanno voluto fare le cose lentamente, per non dare l'idea di sconvolgere tutto", allora state tranquilli: poteri forti che se la fanno sotto di fronte a un manipolo di precari della scuola non meritano tutte le vostre/nostre paure.

per rispondere comunque nel merito, ti ricordo che se si dice "non taglieremo i posti dei titolari di cattedra" si sta dicendo implicitamente anche che non si taglieranno nemmeno i posti dei precari: la quasi totalità del precariato italiano infatti campa grazie alle supplenze che derivano dalla necessità di coprire l'organico di fatto, cioè quei posti nati da part time, semiesoneri, assegnazioni provvisorie altrove, a causa delle quali i posti dei titolari in organico di diritto si liberano del tutto o parzialmente.

d'altra parte provo a prospettarvi una riflessione diversa dal solito annuale piagnisteo a suon di "ci vogliono eliminare! non lavoreremo mai più! è finita!"

siete davvero sicuri che abbiano tutta questa voglia di cancellare i posti dei precari della scuola con un colpo di spugna?
ragioniamo: tutti i provvedimenti che davvero potevano metterli a repentaglio muoiono regolarmente nella culla e non se ne fa poi più niente, tanto per fare qualche esempio: il DDL Aprea (chiamata diretta da parte dei dirigenti scolastici), le 24 ore, adesso le 36 ore.
la riforma gelmini, è vero, è passata invece eccome e ha dato una bella sforbiciata alle cattedre penalizzando per forza di cose i lavoratori contrattualmente più deboli, cioè appunto i precari. e il giorno dopo l'approvazione della riforma cosa si è inventato il governo più accanitamente nemico della scuola? una cosa chiamata SALVAPRECARI. ora, si può discutere per mesi sulla validità effettiva di quest'ultimo provvedimento, sarà sicuramente una porcata, ma una cosa è certa: se si volevano eliminare i precari per sempre c'era un momento migliore di quello della riforma gelmini per dire: "signori cari trovatevi un lavoro da domani"? invece il messaggio è stato l'opposto: "continuate a lavorare nella scuola, poi in qualche modo vi riconosceremo il punteggio acquisito".

Infine: faticano a nascere e il più delle volte non vedono nemmeno la luce i provvedimenti che davvero possono lasciare a casa i precari, invece quelli che sembrano rivolti al loro bene fioccano in tutte le legislature e da parte di ministri di qualsiasi colore: come altrimenti giudicare il proliferare di percorsi abilitanti a cui abbiamo assistito in questi ultimi due anni? si sono persino inventati i PAS per fare in modo che anche coloro che non sono riusciti a passare i test selettivi dei TFA potessero far valere i loro passati servizi nella scuola. adesso mi si dirà "eh ma si vogliono dare soldi alle università". sì sì, sarà, resta il fatto che se uno dei poteri forti ascoltava le voci dei precari un annetto fa, quello che capiva era che volevano tutti l'abilitazione in un modo o nell'altro. ed eccoli serviti....

in breve: ma perché farsela addosso a ogni stormire di fronda e rovinarsi le vacanze tutti gli anni? lo capite o no che questi (renzi, monti, persino berlusconi) non ce l'hanno il coraggio di operare il più grosso  licenziamento di massa della storia della PA italiana? lo vedete o no che appena si avvicinano a tagliare teste corrono ai ripari e lasciano perdere, come è provato dal fatto che qualcuno di voi sta gridando "al lupo al lupo!" da almeno 10 anni (e non faccio numeri a caso)?
Tornare in alto Andare in basso
elisaPA



Messaggi : 277
Data d'iscrizione : 16.03.13

MessaggioOggetto: Re: Meglio un nemico aperto di un falso amico.   Mer Lug 09, 2014 1:56 am

Silver, come mai non si sa nulla in Italia di ciò che sta avvenendo in Grecia?
Anche lì consideravano impossibile il licenziamento di massa della PA (compresa la scuola), invece il Governo per ascoltare la Troika lo ha fatto. Ha anche imposto tasse e attualmente sono alla fame e sono organizzati continui scioperi.
Come mai la cara stampa pronta a farci sapere quanti peli ha in faccia Grillo tace su quello che sta avvenendo in Grecia? E in Portogallo? Vi è censura???
Lo stesso che attualmente sta avvenendo in Grecia avverrà qui in Italia se non ci diamo una mossa e non ci ribelliamo a questo governo di pdioti.  E' solo questione di tempo. L'Italia ha una struttura più forte. Ci stanno demolendo l'organizzazione industriale delocalizzando e facendo comprare alle multinazionali tutti i nostri gioielli preziosi compresi i marchi di moda.
Letta era tutto contento di dire che si doveva fare cassa privatizzando tutto.
Non ti accorgi che fanno di tutto per demolire il lavoro e lo stato sociale?
La manovra degli ottanta euro portata avanti da Renzi è stata becera perchè ha dovuto ( e dovrà) alzare altre tasse per compensare.
Perchè piuttosto non ha pensato di destinare quei soldi per incentivare magari la creazione di piccole imprese? (tramite un'incentivazione come prestito d'onore). In tal modo avrebbe avuto un senso. Invece no! Non se ne parla di aiutare il mondo del lavoro anche con piccole cose.
Ti sembra solo pressapochismo o è un ascoltare i dickat che arrivano dai poteri forti euriopei che desiderano l'annullamento della sovranità nazionale attraverso la crisi economica??? (intervista a Monti https://www.google.it/?gfe_rd=cr&ei=vYu8U_XlGqbD8geEpIGoCw#q=intervista+a+monti).

Sono i paesi del PIIG che hanno stupidamente ratificato il pareggio di Bilancio e il fiscal compact.
La Germania e altri paesi europei (vedi anche Francia) si sono elegantemente sfilati.

Dici che non vuoi sentire parlare di poteri forti? Perchè? Rimozione forse?
I poteri forti sono quelli della Bildemberg, caro Silver. Sono loro i poteri forti che decidono sull'Europa e anche su di noi. Nei loro incontri periodici in segreto decidono le nostre sorti. La Troika è una emanazione di loro attraverso l'Unione Europea e le banche tedesche. In Italia vi sono parecchi aderenti a questa massoneria: tra cui Monti, Letta e parecchi del Pd e di altri partiti. Vi sono anche gente della stampa che viene invitata. Un esempio è la Lilli Gruber. Chi è invitato lo considera un onore ed è tenuto al silenzio.

http://buenobuonogood.com/2012/04/05/bilderberg-italia-nomi-e-cognomi-di-politici-imprenditori-e-banchieri/

Renzi sta stupidamente prendendo tempo e leccando le scarpe alla Merkel da un lato e ragliando facendo finta di opporsi all'austerità in Parlamento europeo.
Ci stiamo pure accollando da soli LE SPESE e il problema degli sbarchi clandestini.
Un vero cammeo sti pdioti del cavolo!
In questo semestre europeo e per gli accordi europei Renzi deve dimostrare di poter fare entro luglio importanti riforme. Tra questi il bastardo attacco alla Costituzione italiana (vedi riforme assurde sul Senato della Repubblica) e la riforma della PA. La scuola è un ottimo scalpo da portare in Europa. Ecco perchè Reggi diceva che si voleva entro il 15 luglio riuscire ad avere una legge delega al governo per la riforma della scuola.
L'attacco alla Costituzione e all'organizzazione dello Stato è per farci scivolare alla dittatura, in modo che tolgano qualunque difesa a noi italiani.
A settembre vi sarà un'altra manovra finanziari che dicono sarà di circa dieci miliardi perchè il PIL italiano quest'anno è stato più basso.

Ecco perchè dico che quelli del M5s possono aiutarci a fronteggiare la dittatura dei nostri governanti idioti sottomessi ai dicktat europei.
Invece la gente italica si è fatta convincere dalla stampa becera e dai partiti composti da gente marcia che abbiamo e piuttosto preferiscono vivacchiare con gli attuali imbecilli corrotti e imbelli che abbiamo invece di tentare l'autodifesa con il M5s. Il 41 per cento dato al Pd alle europee è stata un'imbecillità bella e buona di tanti italiani che non hanno capito un emerito cavolo del pericolo attuale, di chi è amico e di chi è nemico!

Sinceramente ti dico che preferisco il M5s con le loro ingenuità, piuttosto che il ciarpame corrotto, venduto, cialtrone e giuda degli altri partiti.
E il fatto che il M5s venga attaccati in maniera feroce dalla stampucola venduta e dagli attuali partiti dimostra che sono GLI UNICI che possono opporsi al piano Bildemberg! e non per la loro forza (nessuno è superman), ma bensì perchè possono svegliare ed essere punto di riferimento per informare e coalizzare la gente contro i piani criminali della troika.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Meglio un nemico aperto di un falso amico.   Mer Lug 09, 2014 9:28 am

silver76 ha scritto:
DCS042 ha scritto:
silver76 ha scritto:


3) anche quella della riduzione di un anno delle scuole superiori, allo stato attuale è una proposta. dirò di più: è di attuazione ancora più complicata dell'eventuale aumento dell'orario a 24 o 36 ore, perché richiede una globale rivisitazione della didattica e dell'intero percorso di formazione nazionale a partire dalla scuola primaria. d'altra parte, chiacchiere per chiacchiere, tutti i politici che ne hanno parlato hanno escluso che questo provvedimento avrebbe tagliato anche un solo posto di lavoro nella scuola.

in effetti dicono che non licenzieranno i titolari ma si perderanno 40.000 posti per i precari.

Lo faranno perchè è più semplice eliminare il quinto anno che un anno intermedio che creerebbe l'onda anomala

così hanno deciso i poteri forti.

premetto che quando sento parlare a vanvera di poteri forti metto mano alla pistola.

sarebbe bello capire dove trovano il tempo, questi poteri forti, per accanirsi sulla gestione del personale scolastico italiano, dato che normalmente vengono attribuiti a loro tutti i mali del mondo, dalla guerra in Iraq al riscaldamento globale.
ma dato per scontato che evidentemente la nostra è una delle situazioni che ritengono nodale, sarebbe bello sapere dove fossero questi poteri forti quando la gelmini, potendo fare quello che voleva della scuola pubblica, non cancellò il quinto anno delle superiori, anzi lo istituì per legge dopo il primo e il secondo biennio, come giustamente ha ricordato qualcuno qui, che paradossalmente ha tratto, proprio dall'istituzione del quinto anno, la certezza che lo si volesse eliminare.
se la risposta che avete in mente per questi interrogativi è qualcosa come "hanno voluto fare le cose lentamente, per non dare l'idea di sconvolgere tutto", allora state tranquilli: poteri forti che se la fanno sotto di fronte a un manipolo di precari della scuola non meritano tutte le vostre/nostre paure.

per rispondere comunque nel merito, ti ricordo che se si dice "non taglieremo i posti dei titolari di cattedra" si sta dicendo implicitamente anche che non si taglieranno nemmeno i posti dei precari: la quasi totalità del precariato italiano infatti campa grazie alle supplenze che derivano dalla necessità di coprire l'organico di fatto, cioè quei posti nati da part time, semiesoneri, assegnazioni provvisorie altrove, a causa delle quali i posti dei titolari in organico di diritto si liberano del tutto o parzialmente.

d'altra parte provo a prospettarvi una riflessione diversa dal solito annuale piagnisteo a suon di "ci vogliono eliminare! non lavoreremo mai più! è finita!"

siete davvero sicuri che abbiano tutta questa voglia di cancellare i posti dei precari della scuola con un colpo di spugna?
ragioniamo: tutti i provvedimenti che davvero potevano metterli a repentaglio muoiono regolarmente nella culla e non se ne fa poi più niente, tanto per fare qualche esempio: il DDL Aprea (chiamata diretta da parte dei dirigenti scolastici), le 24 ore, adesso le 36 ore.
la riforma gelmini, è vero, è passata invece eccome e ha dato una bella sforbiciata alle cattedre penalizzando per forza di cose i lavoratori contrattualmente più deboli, cioè appunto i precari. e il giorno dopo l'approvazione della riforma cosa si è inventato il governo più accanitamente nemico della scuola? una cosa chiamata SALVAPRECARI. ora, si può discutere per mesi sulla validità effettiva di quest'ultimo provvedimento, sarà sicuramente una porcata, ma una cosa è certa: se si volevano eliminare i precari per sempre c'era un momento migliore di quello della riforma gelmini per dire: "signori cari trovatevi un lavoro da domani"? invece il messaggio è stato l'opposto: "continuate a lavorare nella scuola, poi in qualche modo vi riconosceremo il punteggio acquisito".

Infine: faticano a nascere e il più delle volte non vedono nemmeno la luce i provvedimenti che davvero possono lasciare a casa i precari, invece quelli che sembrano rivolti al loro bene fioccano in tutte le legislature e da parte di ministri di qualsiasi colore: come altrimenti giudicare il proliferare di percorsi abilitanti a cui abbiamo assistito in questi ultimi due anni? si sono persino inventati i PAS per fare in modo che anche coloro che non sono riusciti a passare i test selettivi dei TFA potessero far valere i loro passati servizi nella scuola. adesso mi si dirà "eh ma si vogliono dare soldi alle università". sì sì, sarà, resta il fatto che se uno dei poteri forti ascoltava le voci dei precari un annetto fa, quello che capiva era che volevano tutti l'abilitazione in un modo o nell'altro. ed eccoli serviti....

in breve: ma perché farsela addosso a ogni stormire di fronda e rovinarsi le vacanze tutti gli anni? lo capite o no che questi (renzi, monti, persino berlusconi) non ce l'hanno il coraggio di operare il più grosso  licenziamento di massa della storia della PA italiana? lo vedete o no che appena si avvicinano a tagliare teste corrono ai ripari e lasciano perdere, come è provato dal fatto che qualcuno di voi sta gridando "al lupo al lupo!" da almeno 10 anni (e non faccio numeri a caso)?

Colmo alcune tue lacune:

sarebbe bello capire dove trovano il tempo, questi poteri forti, per accanirsi sulla gestione del personale scolastico italiano, dato che normalmente vengono attribuiti a loro tutti i mali del mondo, dalla guerra in Iraq al riscaldamento globale.
ma dato per scontato che evidentemente la nostra è una delle situazioni che ritengono nodale, sarebbe bello sapere dove fossero questi poteri forti quando la gelmini, potendo fare quello che voleva della scuola pubblica, non cancellò il quinto anno delle superiori, anzi lo istituì per legge dopo il primo e il secondo biennio, come giustamente ha ricordato qualcuno qui, che paradossalmente ha tratto, proprio dall'istituzione del quinto anno, la certezza che lo si volesse eliminare.


La Gelmini effettivamente aveva già tagliato 90 mila cattedre e aveva prodotto 10 mila perdenti posto, sostanzialmente riproporre un'altra ammazzaprecari immediatamente dopo sarebbe servito solo a peggiorare il clima di rivolta in quei tre anni.

vero, è passata invece eccome e ha dato una bella sforbiciata alle cattedre penalizzando per forza di cose i lavoratori contrattualmente più deboli, cioè appunto i precari. e il giorno dopo l'approvazione della riforma cosa si è inventato il governo più accanitamente nemico della scuola? una cosa chiamata SALVAPRECARI

La Gelmini non voleva eliminare i precari, voleva far risparmiare 8 miliardi di euro. Anche questa volta l'obiettivo non è eliminare i precari, ma risparmiare una cifra analoga. Anzi, il salvaprecari è stato il contentino per evitare sommosse della classe docente...

in breve: ma perché farsela addosso a ogni stormire di fronda e rovinarsi le vacanze tutti gli anni? lo capite o no che questi (renzi, monti, persino berlusconi) non ce l'hanno il coraggio di operare il più grosso  licenziamento di massa della storia della PA italiana? lo vedete o no che appena si avvicinano a tagliare teste corrono ai ripari e lasciano perdere, come è provato dal fatto che qualcuno di voi sta gridando "al lupo al lupo!" da almeno 10 anni (e non faccio numeri a caso)?

Per forza che non lo fanno, lo hanno già fatto nel triennio Gelmini, 90 mila cattedre. Se qualcuno ha gridato al lupo in questi 10 anni ha fatto bene, perchè di lupi ce ne sono stati tre, famelici e spietati. In particolare, in questi 10 anni c'è stato:
1) Esclusione degli spezzoni inferiori alle 6 ore nelle convocazioni e restituzione alle scuole.
2) Triennio Gelmini, 90 mila cattedre effettive in meno.
3) Ferie precari non pagate.

Facevano male a gridare "al lupo"?
Tornare in alto Andare in basso
A0quarantasette



Messaggi : 2948
Data d'iscrizione : 29.08.12

MessaggioOggetto: Re: Meglio un nemico aperto di un falso amico.   Mer Lug 09, 2014 9:41 am

contemplatore2014 ha scritto:


Per forza che non lo fanno, lo hanno già fatto nel triennio Gelmini, 90 mila cattedre. Se qualcuno ha gridato al lupo in questi 10 anni ha fatto bene, perchè di lupi ce ne sono stati tre, famelici e spietati. In particolare, in questi 10 anni c'è stato:
1) Esclusione degli spezzoni inferiori alle 6 ore nelle convocazioni e restituzione alle scuole.
2) Triennio Gelmini, 90 mila cattedre effettive in meno.
3) Ferie precari non pagate.

Facevano male a gridare "al lupo"?

Aggiungo: eliminazione degli scatti, ma non per tutti! ...soltanto per gli immessi dal 2011 in poi.
Tornare in alto Andare in basso
genni_ac



Messaggi : 147
Data d'iscrizione : 03.07.14
Località : sudde

MessaggioOggetto: Re: Meglio un nemico aperto di un falso amico.   Mer Lug 09, 2014 10:31 am

La "missione" del M5S che gli italioti con la pancia e tasca piena fanno finta di non capire (compresi gli insegnanti che con gli 80 euro di caramelle si sono venduti) è che la politica deve essere servizio per cittadini, sopratutto per quelli più in difficoltà. La riforma più importante per l'Italia, uno dei capisaldi del M5S, è che i politici dopo 2 MANDATI o fatti bene o fatti male se ne devono andare a casa.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Meglio un nemico aperto di un falso amico.   Mer Lug 09, 2014 6:03 pm

genni_ac ha scritto:
La "missione" del M5S che gli italioti con la pancia e tasca piena fanno finta di non capire (compresi gli insegnanti che con gli 80 euro di caramelle si sono venduti) è che la politica deve essere servizio per cittadini, sopratutto per quelli più in difficoltà. La riforma più importante per l'Italia, uno dei capisaldi del M5S, è che i politici dopo 2 MANDATI o fatti bene o fatti male se ne devono andare a casa.

80 euro subito e tanti soldini dopo facendo le ore non date in supplenza... una vera miniera d'oro!!! Ho un collega precario che mi ha già detto con aria grulla che non vede l'ora così guadagnerà finalmente una bella sommetta!!!
Tornare in alto Andare in basso
genni_ac



Messaggi : 147
Data d'iscrizione : 03.07.14
Località : sudde

MessaggioOggetto: Re: Meglio un nemico aperto di un falso amico.   Mer Lug 09, 2014 6:32 pm

contemplatore2014 ha scritto:
genni_ac ha scritto:
La "missione" del M5S che gli italioti con la pancia e tasca piena fanno finta di non capire (compresi gli insegnanti che con gli 80 euro di caramelle si sono venduti) è che la politica deve essere servizio per cittadini, sopratutto per quelli più in difficoltà. La riforma più importante per l'Italia, uno dei capisaldi del M5S, è che i politici dopo 2 MANDATI o fatti bene o fatti male se ne devono andare a casa.

80 euro subito e tanti soldini dopo facendo le ore non date in supplenza... una vera miniera d'oro!!! Ho un collega precario che mi ha già detto con aria grulla che non vede l'ora così guadagnerà finalmente una bella sommetta!!!

Caro poveraccio c'è chi è disoccupato da oltre 2 anni e non prende ne gli 80 euro ne la disoccupazione. Poi vediamo chi nuota più nell'oro...A volte siete peggio dei politici che avete votato...
Tornare in alto Andare in basso
silver76



Messaggi : 833
Data d'iscrizione : 25.05.13

MessaggioOggetto: Re: Meglio un nemico aperto di un falso amico.   Mer Lug 09, 2014 6:42 pm

contemplatore2014 ha scritto:

Per forza che non lo fanno, lo hanno già fatto nel triennio Gelmini, 90 mila cattedre. Se qualcuno ha gridato al lupo in questi 10 anni ha fatto bene, perchè di lupi ce ne sono stati tre, famelici e spietati. In particolare, in questi 10 anni c'è stato:
1) Esclusione degli spezzoni inferiori alle 6 ore nelle convocazioni e restituzione alle scuole.
2) Triennio Gelmini, 90 mila cattedre effettive in meno.
3) Ferie precari non pagate.

Facevano male a gridare "al lupo"?

sì, facevano male. prova ne sia il fatto che poi, gelmini o non gelmini, hanno tutti più o meno lavorato, magari trasferendosi su classi di concorso considerate meno appetibili (medie al posto delle superiori) o sul sostegno. se così non fosse, se 5 anni fa fossero rimaste davvero a spasso fuori dalla scuola 90mila persone, credi che a quest'ora sarebbero ancora qui a lacrimare o che avrebbero trovato una qualsiasi altra occupazione, magari sempre precaria e retribuita male ma per lo meno tale da dargli di che mangiare 3 volte al giorno? e come avrebbero fatto i precari senza abilitazione a maturare, proprio negli ultimi 5 anni, il servizio richiesto per accedere ai PAS quest'anno?

il salvaprecari fu un "contentino per evitare sommosse della classe docente"? sommosse? ho letto bene?? sai quanto gliene fregava alla gelmini e a berlusconi delle sommosse dei docenti precari! stavano tagliando la scuola, volevano recuperare soldi, pensi che davvero non avessero messo in conto un paio di manifestazioni di protesta? pensi che non avrebbero saputo ritorcerle mediaticamente contro gli stessi interessati suonando la grancassa delle riforme osteggiate da chi voleva tenersi stretto il posto di lavoro sotto lo stato, pagato coi soldi dei contribuenti?

il salvaprecari, semmai, è la prova lampante del cerchiobottismo tipico dei politici italiani, di qualsiasi colore siano, che con una mano tolgono e con l'altra, di nascosto da tutti fuorché dai diretti interessati, ridanno strizzando l'occhietto. è proprio quel cerchiobottismo che dovrebbe spingerci tutti a guardare con disincanto e ironia a proposte cosiddette "ammazzaprecari", che alla fine della fiera non ammazzano proprio nessuno.
ripeto: frequento questo sito e questo forum praticamente da quando sono nati, credo di avere effettuato il primo accesso nel 2002 o giù di lì, da allora c'è chi urla incessantemente alla prossima morte dei precari, prospettando scenari apocalittici (o meglio, sempre lo stesso: il licenziamento in tronco di tutti o buona parte di noi/voi), col risultato che invece siamo ancora tutti qua, se tanto mi dà tanto...
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Meglio un nemico aperto di un falso amico.   Mer Lug 09, 2014 8:31 pm

genni_ac ha scritto:
contemplatore2014 ha scritto:
genni_ac ha scritto:
La "missione" del M5S che gli italioti con la pancia e tasca piena fanno finta di non capire (compresi gli insegnanti che con gli 80 euro di caramelle si sono venduti) è che la politica deve essere servizio per cittadini, sopratutto per quelli più in difficoltà. La riforma più importante per l'Italia, uno dei capisaldi del M5S, è che i politici dopo 2 MANDATI o fatti bene o fatti male se ne devono andare a casa.

80 euro subito e tanti soldini dopo facendo le ore non date in supplenza... una vera miniera d'oro!!! Ho un collega precario che mi ha già detto con aria grulla che non vede l'ora così guadagnerà finalmente una bella sommetta!!!

Caro poveraccio c'è chi è disoccupato da oltre 2 anni e non prende ne gli 80 euro ne la disoccupazione. Poi vediamo chi nuota più nell'oro...A volte siete peggio dei politici che avete votato...

Era ironico! Se passasse una cosa simile io verrei polverizzato, altrochè 36 ore!
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Meglio un nemico aperto di un falso amico.   Mer Lug 09, 2014 8:35 pm

silver76 ha scritto:
contemplatore2014 ha scritto:

Per forza che non lo fanno, lo hanno già fatto nel triennio Gelmini, 90 mila cattedre. Se qualcuno ha gridato al lupo in questi 10 anni ha fatto bene, perchè di lupi ce ne sono stati tre, famelici e spietati. In particolare, in questi 10 anni c'è stato:
1) Esclusione degli spezzoni inferiori alle 6 ore nelle convocazioni e restituzione alle scuole.
2) Triennio Gelmini, 90 mila cattedre effettive in meno.
3) Ferie precari non pagate.

Facevano male a gridare "al lupo"?

sì, facevano male. prova ne sia il fatto che poi, gelmini o non gelmini, hanno tutti più o meno lavorato, magari trasferendosi su classi di concorso considerate meno appetibili (medie al posto delle superiori) o sul sostegno. se così non fosse, se 5 anni fa fossero rimaste davvero a spasso fuori dalla scuola 90mila persone, credi che a quest'ora sarebbero ancora qui a lacrimare o che avrebbero trovato una qualsiasi altra occupazione, magari sempre precaria e retribuita male ma per lo meno tale da dargli di che mangiare 3 volte al giorno? e come avrebbero fatto i precari senza abilitazione a maturare, proprio negli ultimi 5 anni, il servizio richiesto per accedere ai PAS quest'anno?

il salvaprecari fu un "contentino per evitare sommosse della classe docente"? sommosse? ho letto bene?? sai quanto gliene fregava alla gelmini e a berlusconi delle sommosse dei docenti precari! stavano tagliando la scuola, volevano recuperare soldi, pensi che davvero non avessero messo in conto un paio di manifestazioni di protesta? pensi che non avrebbero saputo ritorcerle mediaticamente contro gli stessi interessati suonando la grancassa delle riforme osteggiate da chi voleva tenersi stretto il posto di lavoro sotto lo stato, pagato coi soldi dei contribuenti?

il salvaprecari, semmai, è la prova lampante del cerchiobottismo tipico dei politici italiani, di qualsiasi colore siano, che con una mano tolgono e con l'altra, di nascosto da tutti fuorché dai diretti interessati, ridanno strizzando l'occhietto. è proprio quel cerchiobottismo che dovrebbe spingerci tutti a guardare con disincanto e ironia a proposte cosiddette "ammazzaprecari", che alla fine della fiera non ammazzano proprio nessuno.
ripeto: frequento questo sito e questo forum praticamente da quando sono nati, credo di avere effettuato il primo accesso nel 2002 o giù di lì, da allora c'è chi urla incessantemente alla prossima morte dei precari, prospettando scenari apocalittici (o meglio, sempre lo stesso: il licenziamento in tronco di tutti o buona parte di noi/voi), col risultato che invece siamo ancora tutti qua, se tanto mi dà tanto...

1) I disoccupati ci sono stati, e appunto come hai detto tu hanno trovato un altro lavoro... il PAS è stato affatto prevalentemente in alcune abilitazioni, in altre nessuno poteva avere i requisiti.
2) Le proteste ci furono eccome, specialmente nella scuola primaria.
3) E' vero, fu cerchiobottismo all'italiana. Dissento però sul resto: stavolta la situazione è potenzialmente devastante, innestandosi su una precedente devastazione.
Tornare in alto Andare in basso
 
Meglio un nemico aperto di un falso amico.
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 2Andare alla pagina : 1, 2  Seguente
 Argomenti simili
-
» clomid amico o nemico ?
» vita e morte o meglio morte e vita
» OVODONAZIONE: meglio trasferire una sola BLASTOCISTI o due?
» Meglio zigote o blastocisti ?
» CONSIGLIO PER TRANSFER DI EMBRIONI CRIOCONSERVATI: COME PREPARARSI AL MEGLIO!!

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Riforme-
Andare verso: