Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 4 anni alle superiori. Che cosa ne pensate?

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6
AutoreMessaggio
mattyuff



Messaggi : 106
Data d'iscrizione : 07.05.14

MessaggioOggetto: 4 anni alle superiori. Che cosa ne pensate?   Gio Lug 10, 2014 11:47 am

Promemoria primo messaggio :

Credo che questo punto non sia assolutamente da trascurare. Non vorrei che le enormi reazioni, suscitate dalle incredibili ultime proposte, deviassero l'attenzione da questo inaudito provvedimento. Che cosa ne pensate? Esprimete la vostra opinione in merito.
Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
Dec
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 47790
Data d'iscrizione : 23.08.10

MessaggioOggetto: Re: 4 anni alle superiori. Che cosa ne pensate?   Mer Ago 06, 2014 12:19 am

T0ta|rec ha scritto:
assieme ai loro marmocchi, che avranno così modo di rendersi utili al genitore, una volta tanto, con atti non limitati alla mera esistenza in vita.

Proponi lo sfruttamento del lavoro minorile?
Tornare in alto Andare in basso
Online
T0ta|rec



Messaggi : 362
Data d'iscrizione : 30.07.13
Località : Modena

MessaggioOggetto: Re: 4 anni alle superiori. Che cosa ne pensate?   Mer Ago 06, 2014 1:12 am

Dec ha scritto:
Proponi lo sfruttamento del lavoro minorile?


Penso che in qualsiasi paese evoluto chiunque abbia da offrire alla scuola il solo piagnisteo sui figli e la famiglia da mantenere verrebbe buttato fuori a calci seduta stante, anzi, probabilmente non verrebbe mai preso in considerazione per essere assunto.
Penso che questo continuo atteggiamento di certi insegnanti italici di piagnucolare sulle proprie disgrazie, mostrare le piaghe purulente, esibire coram populo, come zingari, le toppe al culo e la prole affamata sia ciò che più suscita repulsione verso la categoria docente nell'opinione pubblica nazionale e internazionale.
Penso che qualunque progetto volto a far restituire a questi cialtroni ciò che hanno indebitamente sottratto al corpo sociale, compreso il lavoro in miniera della prole di qualunque età, sia da incentivare con interventi legislativi accuratamente mirati.
Tornare in alto Andare in basso
dami



Messaggi : 1159
Data d'iscrizione : 28.08.11

MessaggioOggetto: Re: 4 anni alle superiori. Che cosa ne pensate?   Mer Ago 06, 2014 11:58 am

silver76 ha scritto:
gugu ha scritto:
Quando Silver riuscirà a dimostrare che:

1) diminuendo di un anno la scuola

2) cacciando insegnanti

ma, nel contempo,

3) diminuendo il numero di studenti nelle classi precedenti

si farà del bene alla scuola, sarò felice di approvare la proposta che per ora è

1) illogica, priva di argomentazioni efficaci

2) poco rispettosa per chi da anni attende l'accesso ai ruoli.

per ora non è né illogica né priva di argomentazioni efficaci, per il semplice motivo che come ben sai per ora è solo un titolo senza svolgimento. ad essere precisi per ora è solo una chimera perché non sappiamo di disegni di legge né pronti né in preparazione che contengano questa riforma.

se vogliamo dirla tutta non è nemmeno vero che non rispetti chi attende l'accesso ai ruoli: un accorciamento della scuola superiore non ha nulla a che vedere con le procedure di reclutamento degli insegnanti; certo è estremamente probabile che riduca il numero posti. d'altra parte ti dico adesso quel che ti avrei detto un anno fa: se si ritiene che la scuola abbia bisogno di migliorie non si può aspettare che tutti i precari siano stati messi al sicuro prima di cominciare a metterle in pratica. capisco che è un discorso doloroso da ascoltare e mi secca da morire farlo adesso (avrei preferito fartelo appunto un anno fa), ma insomma io la penso così.

ciò premesso, personalmente vedo infinite lacune nella preparazione globale che i nostri studenti acquisiscono al termine di un quinquennio. attribuisco queste lacune a un percorso tortuoso, non sempre coerente nella distribuzione dei carichi di lavoro fra le diverse discipline (ma questo è un altro discorso) e soprattutto penalizzato dall'affollamento delle aule, che peraltro secondo la mia esperienza è anche uno dei motivi per cui oggi è difficile effettuare una reale selezione fra gli studenti meritevoli e quelli da bocciare. credo che se avessimo a disposizioni ambienti di apprendimento più consoni alle esigenze nostre e degli studenti, cioè per esempio potessimo banalmente dedicare più tempo e più attenzione a ciascuno di loro, giungeremmo a una valutazione finale più consapevole e meglio documentata, ma soprattutto creeremmo realmente la possibilità di far apprendere di più.

certo che avere classi meno numerose sarebbe in teoria possibile anche se la scuola superiore mantenesse la sua durata di 5 anni; posto che secondo me questo non è ottenibile, se devo scegliere fra scuola di 5 anni con classi pollaio e scuola di 4 con classi normali, scelgo quest'ultima.

Secondo me il discorso di silver76 non è privo di senso.
Una scuola di 4 anni, però concepita senza alcun taglio di risorse umane (perché c'è bisogno di dimostrare che si sta facendo una riforma e non un risparmio e l'unico modo efficace di dimostrarlo è questo!) può funzionare meglio di una di 5.
Si parla sempre di studenti poco motivati allo studio, per es., e accorciare di un anno il percorso magari potrebbe produrre anche in loro effetti positivi sul "morale".
Oltretutto l'idea di terminare gli studi di base nello stesso anno di conseguimento della maggiore età acquisirebbe un valore di "passaggio" non trascurabile.
Si potrebbero rendere i percorsi di studio degli studenti più omogenei a livello generale nella prima parte degli studi superiori (primo biennio) - istituendo possibilità eterogenee di corsi di recupero "reali" nelle discipline di base per permettere a tutti di raggiungere il "minimo" indispensabile di conoscenze culturali - e lasciare la formazione tecnica o di preparazione allo studio universitario ai 2 anni successivi di studio, rendendo il secondo biennio flessibile all'interno dello stesso istituto (per dare la possibilità già alla scuola superiore di provare uno studio più approfondito delle varie discipline, magari attraverso moduli quadrimestrali, senza che poi si debba scoprire all'università che la disciplina che ci sembrava piacere di più non era come ce l'aspettavamo).
Ridistribuire le risorse umane (già presenti a scuola) all'interno del percorso di studi superiore per fare effettivamente attività di recupero, per istituire piccoli gruppi orientati allo sviluppo di determinate competenze, per diminuire il numero di studenti per classe: sono cose che hanno un senso.
Anche le vecchie scuole magistrali funzionavano e il programma si riusciva a svolgerlo comunque, ad ogni modo.
Il problema rimane però quello dell'intenzione reale dei nostri politici - l'imperativo è tagliare! -: ragionando unicamente col soldo in testa, non vedo quale riforma decente si possa pensare ed attuare.
Tornare in alto Andare in basso
Lalla03



Messaggi : 11
Data d'iscrizione : 28.11.13

MessaggioOggetto: Re: 4 anni alle superiori. Che cosa ne pensate?   Mer Ago 06, 2014 2:24 pm

Provengo dal vecchio Istituto Magistrale, che aveva una durata di quattro anni. Ho studiato negli anni 70, quando il mondo scolastico era in fermento e la contestazione imperava, eppure sono uscita dalla scuola con una preparazione più che buona, conseguendo un brillante 55 finale e non avendo, all'Università, problemi con discipline ostiche come il latino (3 esami superati col 30, tra cui quello famigerato di grammatica latina, che tanti studenti sostenevano cinque volte di seguito prima di arrivare alla sufficienza) e riuscendo a laurearmi in tempi accettabili, malgrado studiassi e lavorassi. Non voglio fare il panegirico della scuola privata, ma conta qualcosa che abbia studiato in un istituto parificato retto da religiose, in cui vigeva una disciplina ferrea e non c'erano contestazioni e occupazioni, dove, per farla breve, si studiava perdavvero? Mia sorella, che ha studiato anche lei alle Magistrali, ma in un istituto statale, ha conseguito una preparazione molto più raffazzonata della mia! Secondo il mio modesto parere, la scuola superiore dovrebbe essere più seria,più severa, più selettiva e meritocratica. Purtroppo, per com'è ridotta adesso, tagliare un anno servirebbe a risparmiare ma dal punto di vista didattico si risolverebbe in un ulteriore peggioramento di una situazione già abbondantemente disastrata.
Tornare in alto Andare in basso
sconcertato1



Messaggi : 389
Data d'iscrizione : 16.10.12

MessaggioOggetto: Re: 4 anni alle superiori. Che cosa ne pensate?   Mer Ago 06, 2014 7:34 pm

T0ta|rec ha scritto:
ulisse2000 ha scritto:

e mi piacerebbe dopo ridiscutere questa questione con te per sentirti difendere il TUO licenziamento mentre non sai come far mangiare i tuoi figli ...



Trovo che non esistano al mondo persone più spregevoli di coloro che utilizzano i propri figli, anziché la propria preparazione professionale, come merce di scambio per la conservazione del posto di lavoro.
Costoro andrebbero estromessi dalla scuola immediatamente, per il solo fatto di aver osato aggrapparsi ad argomentazioni di simile squallore intellettivo.
Sogno una scuola in cui coloro che invocano la prole per ottenere qualsivoglia vantaggio, vengano espulsi con disonore - e con doveroso pedatone là dove la schiena cambia nome - e inviati a raccattare carrelli al supermercato assieme ai loro marmocchi, che avranno così modo di rendersi utili al genitore, una volta tanto, con atti non limitati alla mera esistenza in vita.
La preparazione professionale non è messa in discussione visto che si parla di docenti di ruolo, cioè docenti vincitori di concorso e che hanno eseguito e completato un lungo percorso formativo. Si discuteva della possibilità di ritrovarsi senza cattedra per l'eliminazione di un anno di studi ideata da coloro che pensano solo al risparmio indipendentemente dalle conseguenze (didattiche e sociali).

Per quanto riguarda la difesa della prole non conosco un padre o una madre che non sia pronto/a a difendere i figli per assicurare loro benessere e un futuro. Non so se questa semplice regola umana appartiene al tuo DNA ma dovresti solo vergognarti per lo squallore delle tue parole.

Vallo a raccontare ai dipendenti di una fabbrica, pronuncia le stesse parole a chi viene licenziato e si ritrova in mezzo ad una strada a 50 o 60 anni e vedi se riesci ad uscirne integro.
Tornare in alto Andare in basso
T0ta|rec



Messaggi : 362
Data d'iscrizione : 30.07.13
Località : Modena

MessaggioOggetto: Re: 4 anni alle superiori. Che cosa ne pensate?   Gio Ago 07, 2014 12:52 pm

sconcertato1 ha scritto:
Vallo a raccontare ai dipendenti di una fabbrica

Vacci tu a raccontarglielo, io non perdo tempo con i piagnoni.
Chi possiede professionalità e voglia di fare, a scuola come in fabbrica, non avrà mai problemi a trovare lavoro. Io non ho mai avuto problemi, perfino in tempi di crisi nera come questa ho fin troppa possibilità di scelta al riguardo.
Sulla strada ci finiscono soltanto (purtroppo raramente) i piagnoni che non hanno altro da offrire alla società che le proprie lamentazioni e i propri queruli volantinaggi pseudo-sindacali; e se devo essere sincera le rare volte in cui questo accade, per me è una festa.
Tornare in alto Andare in basso
elisaPA



Messaggi : 277
Data d'iscrizione : 16.03.13

MessaggioOggetto: Re: 4 anni alle superiori. Che cosa ne pensate?   Gio Ago 07, 2014 3:00 pm

StellaArtois ha scritto:
Erodoto ha scritto:
Ridurre il corso di studi delle superiori a 4 anni mi pare non essere affatto una soluzione ai problemi della scuola superiore. I problemi vengono da lontano e li conosciamo tutti perché sono quelli connessi alla scuola di massa: promozioni facili o quantomeno alquanto facilitate, scarsa motivazione da parte di gruppi consistenti di studenti, deprezzamento del diploma tanto per citarne alcune. Mettiamoci poi le lacune strutturali, ad esempio i millemila indirizzi di studio e sperimentazioni.
Ridurre di un anno la durata degli studi senza intervenire su altre questioni sarebbe follia. Ma per quanto mi riguarda credo che anche intervenendo sulle altre questioni una scuola di 4 anni non sarebbe funzionale alla formazione di un cittadino o di un professionista.
Quando prese il via quell'orrore del 3+2 due all'università sentimmo discorsi analoghi: abbreviare il corso di studi per allinearci all'Europa, abbassare l'età media dei laureati e soprattutto averne in numero maggiore. Tutti obiettivi falliti. Adesso ci vorrebbero provare con la scuola superiore. Credo sia lecito coltivare tutti i dubbi del caso.
Una chiosa riguardo i posti di lavoro. Che in un momento di crisi dell'occupazione si continuino a proporre soluzioni che penalizzano ancora di più i lavoratori è una cosa indegna per uno stato che dalla crisi voglia cercare di uscire.
Parlassimo di queste riforme in tempi di vacche grasse sarebbe tutta un altra cosa, buttata lì come accade oggi sembra tanto l'ennesimo tentativo per esasperare gratuitamente chi lavora nella scuola.

PS: poi qualcuno mi spieghi come si potrebbe fare in 4 anni quello che normalmente si fa in 5. Insegno lettere, materia che necessita di tempi lunghi. Devo insegnare a leggere e comprendere un testo, analizzarlo e commentarlo; devo lavorare sulla scrittura; spesso devo riprendere in mano le competenze di base perché ormai la scuola è fatta così (leggere, scrivere e far di conto...); magari dovrei avere del tempo per leggere qualcosa in classe e fare un po' di letteratura. Dite che si può fare?

100% d'accordo

Sono d'accordo anche io.

Lalla03 ha scritto:
Provengo dal vecchio Istituto Magistrale, che aveva una durata di quattro anni. Ho studiato negli anni 70, quando il mondo scolastico era in fermento e la contestazione imperava, eppure sono uscita dalla scuola con una preparazione più che buona, conseguendo un brillante 55 finale e non avendo, all'Università, problemi  con discipline ostiche come il latino (3 esami superati col 30, tra cui quello famigerato di grammatica latina, che tanti studenti sostenevano cinque volte di seguito prima di arrivare alla sufficienza) e riuscendo a laurearmi in tempi accettabili, malgrado studiassi e lavorassi. Non voglio fare il panegirico della scuola privata, ma conta qualcosa che abbia studiato in un istituto parificato retto da religiose, in cui vigeva una disciplina ferrea e non c'erano contestazioni e occupazioni, dove, per farla breve, si studiava per davvero? Mia sorella, che ha studiato anche lei alle Magistrali, ma in un istituto statale, ha conseguito una preparazione molto più raffazzonata della mia! Secondo il mio modesto parere, la scuola superiore dovrebbe essere più seria,più severa, più selettiva e meritocratica. Purtroppo, per com'è ridotta adesso, tagliare un anno servirebbe a risparmiare ma dal punto di vista didattico si risolverebbe in un ulteriore peggioramento di una situazione già abbondantemente disastrata.

Idem
Tornare in alto Andare in basso
elisaPA



Messaggi : 277
Data d'iscrizione : 16.03.13

MessaggioOggetto: Re: 4 anni alle superiori. Che cosa ne pensate?   Gio Ago 07, 2014 4:38 pm

T0ta|rec ha scritto:
ulisse2000 ha scritto:

e mi piacerebbe dopo ridiscutere questa questione con te per sentirti difendere il TUO licenziamento mentre non sai come far mangiare i tuoi figli ...



Trovo che non esistano al mondo persone più spregevoli di coloro che utilizzano i propri figli, anziché la propria preparazione professionale, come merce di scambio per la conservazione del posto di lavoro.
Costoro andrebbero estromessi dalla scuola immediatamente, per il solo fatto di aver osato aggrapparsi ad argomentazioni di simile squallore intellettivo.
Sogno una scuola in cui coloro che invocano la prole per ottenere qualsivoglia vantaggio, vengano espulsi con disonore - e con doveroso pedatone là dove la schiena cambia nome - e inviati a raccattare carrelli al supermercato assieme ai loro marmocchi, che avranno così modo di rendersi utili al genitore, una volta tanto, con atti non limitati alla mera esistenza in vita.

Sono contraria.


T0ta|rec ha scritto:
Dec ha scritto:
Proponi lo sfruttamento del lavoro minorile?


Penso che in qualsiasi paese evoluto chiunque abbia da offrire alla scuola il solo piagnisteo sui figli e la famiglia da mantenere verrebbe buttato fuori a calci seduta stante, anzi, probabilmente non verrebbe mai preso in considerazione per essere assunto.
Penso che questo continuo atteggiamento di certi insegnanti italici di piagnucolare sulle proprie disgrazie, mostrare le piaghe purulente, esibire coram populo, come zingari, le toppe al culo e la prole affamata sia ciò che più suscita repulsione verso la categoria docente nell'opinione pubblica nazionale e internazionale.
Penso che qualunque progetto volto a far restituire a questi cialtroni ciò che hanno indebitamente sottratto al corpo sociale, compreso il lavoro in miniera della prole di qualunque età, sia da incentivare con interventi legislativi accuratamente mirati.

Sono contraria.
Tornare in alto Andare in basso
T0ta|rec



Messaggi : 362
Data d'iscrizione : 30.07.13
Località : Modena

MessaggioOggetto: Re: 4 anni alle superiori. Che cosa ne pensate?   Ven Ago 08, 2014 2:04 pm

elisaPA ha scritto:
Sono contraria.

Ti è concesso.
Nemo tenetur se detegere.
Tornare in alto Andare in basso
 
4 anni alle superiori. Che cosa ne pensate?
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 6 di 6Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6
 Argomenti simili
-
» Cosa ne pensate?
» Li avete usati? Cosa ne pensate? (GT3, High Trek, Cortina, Ovo)
» Lady nail cosa ne pensate ?
» Star Trek V... cosa ne pensate?
» Fresa più aspiratore su ebay,cosa ne pensate?

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Riforme-
Andare verso: