Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Poliziotto buono e poliziotto cattivo.

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Poliziotto buono e poliziotto cattivo.   Gio Lug 10, 2014 7:18 pm

Nei telefilm americani spesso si vede che durante l'interrogatorio si alterna un poliziotto che finge di essere amico dell'interrogato, e l'altro che invece simula durezza... l'obiettivo è solo quello di far crollare l'interrogato.
E' una finzione cinematografica, ma c'è una realtà che mi sembra abbia una profonda analogia con essa, e cioè la faccenda delle 36 ore. Avete notato il continuo teatrino delle smentite e affermazioni?
A vostro avviso questa cosa è realmente cessata?
Tornare in alto Andare in basso
elisaPA



Messaggi : 277
Data d'iscrizione : 16.03.13

MessaggioOggetto: Re: Poliziotto buono e poliziotto cattivo.   Gio Lug 10, 2014 9:08 pm

Io credo che il motivo sia un altro.

Volevano fare il colpetto in estate, ma di fronte all'enorme mole di protesta (nonostante la pausa vacanziera e la presunta disattenzione italica e di noi insegnanti) si sono confusi.
Inoltre siccome quello che propongono è troppo grosso, credo che hanno paura di sommosse sociali.
Vai a buttare sul lastrico di botto così tanta gente come sono i precari della scuola!
Per cui ora hanno scaricato (Giannini e Reggi) la faccenda alla decisione di Renzi e tengono blindati tutte le informazioni sulla riforma e una volta dicono una cosa e poi l'esatto opposto.

Avere gente come gli insegnanti abituata a riunirsi in manifestazioni in sè e per sè non li preoccupa, ma sapere che per disperazione gli stessi (soprattutto i precari) sono disposti a scendere in strada e a far succedere disastri la cosa a loro non piace. Del resto nelle manifestazioni che si organizzerebbero spontaneamente o meno si andrebbero ad aggiungere i soliti che vanno dove vi è da fare danno.
Secondo me vorrebbero attuare con il lavaggio del cervello dell'opinione pubblica i tagli per come vogliono loro, ma non sanno come fare per evitare sommosse di precari e di quanti si aggiungerebbero.

All'epoca della proposta indecente di Monti delle 24 ore a parità di stipendio, fecero partire la solfa sui giornali del "docente fannullone" del docente che aveva tre mesi estivi e anche Natale e Pasqua di vacanza. Del docente che lavorava 18 ore invece di 36 ore alla settimana.
Erano convinti da una parte di influenzare per come volevano loro l'opinione pubblica e dall'altra che i docenti abituati alle manifestazioni farsa proposte da anni dai sindacati (scioperi di un giorno con perdita di stipendio giornaliero) al solito non reagissero in altri modi.
Furono presi in contropiede dal fatto che in forum e anche in facebook noi insegnanti ci siamo organizzati e abbiamo mandato lettere ed email solitarie e come documento di Collegi dei docenti al governo, ministro e segretari di partiti politici. Anzi! Il fatto che tantissimi minacciarono di far mancare il voto a partiti come il Pd, il Pdl e anche a quello di Monti e Casini, li fece terrorizzare e desistere.
Inoltre non si aspettavano che studenti e genitori si aggiungessero a noi nella protesta.
Insomma! Allora il governo Monti fallì su tutta la linea!
Però si disse che noi insegnanti dovevamo stare in campana perchè prima o poi ci avrebbero riprovato!

Lo scopo di questi tagli è quello di andare a "Mungere" i soliti noti per finanziare senza toccare i privilegi di partiti politici, regioni, PROVINCIE (sì sono rimaste con la grande bufala di far finta di averle fatte scomparire invece si sono aggiunte pure le "città metropolitane") e non combattere l'evasione fiscale e la criminalità organizzata sul serio e colpendo sulla parte economica.

Questi soldi dei tagli servono per la manovra di settembre di dieci miliardi di euro (imposta dall'Europa perchè il nostro PIL è inferiore alle previsioni del 2014) e per prepararci ai tagli del FISCAL COMPACT che i nostri governanti non vogliono abolire pur potendolo fare (Germania e Francia si sono sfilati dal Fiscal compact e dal pareggio di Bilancio in costituzione dicendo che era incostituzionale, mentre i governanti delle nazioni di Portogallo, Italia, Spagna, Grecia hanno accettato senza CHIEDERLO CON UN REFERENDUM alla propria popolazione). Ricordiamoci che il Fiscal Compact fu ratificato con voto della Camera e del Senato nella data memorabile del 19 luglio 2012 nel PIENO SILENZIO DELLA STAMPA e approfittando della pausa estiva quando gli italiani sono più disattenti su quello che succede.
Anche da noi il fiscal compact (manovre finanziarie di rimborso di 50 miliardi l'anno per venti anni) è incostituzionale, ma i nostri governanti vogliono far credere che "non si può togliere" (falso! economisti e costituzionalisti italiani apolitici hanno detto che si può abolire molto facilmente e non c'entra nulla con lo restare o uscire dall'Euro).

Comunque io mi aspetto il fatto che Renzi se vedrà che non potrà mettere mano ai tagli per la scuola prima o poi adotterà un atteggiamento "muscolare" su noi insegnanti e ci farà la guerra a colpi di mass media.
Altro che ascoltarci!

Se poi con un kamasutra noto i nostri colleghi gli proporranno compromessi al ribasso (invece di rimandare al mittente le proposte indecenti e farle noi AL RIALZO) che gli convengono, farà finta di ascoltarci.
Avete visto in web quante proposte onaniste hanno fatto tanti colleghi?
Roba da non crederci!
Tornare in alto Andare in basso
 
Poliziotto buono e poliziotto cattivo.
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Caratteristiche aspiratore buono?
» gel monofasico davvero buono?
» 5 follicoli e solo 1 buono
» Il 3D Dei Dialetti
» a proposito di Maria...

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Riforme-
Andare verso: