Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 professori e FB

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7  Seguente
AutoreMessaggio
ipercarmela



Messaggi : 94
Data d'iscrizione : 03.03.13

MessaggioOggetto: professori e FB   Dom Ago 31, 2014 8:39 am

Promemoria primo messaggio :

salve a tutti, da vincitore del concorso 2012 senza alcuna esperienza didattica mi accingo a iniziare l'insegnamento.
Oltre a tutti gli altri innumerevoli aspetti di cui so davvero poco, mi interessava avere qualche opinione su quale sia il modo giusto di stare sui social network per una figura pubblica come un professore. Bisogna cancellarsi? Limitare i post di opinione? Quelli a sfondo familiare? Voi come vi regolate?
Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
-nina-



Messaggi : 782
Data d'iscrizione : 02.01.13

MessaggioOggetto: Re: professori e FB   Dom Ago 31, 2014 10:27 pm

gian ha scritto:
Chi vuole interagire con commenti, richieste et similia usa il canale email. Mi è capitato di dare il mio indirizzo email a diversi miei studenti, ma lo faccio con la consapevolezza che non abuseranno, trattandosi fondamentalmente di bravi ragazzi, più seri di quanto si possa pensare, e, comunque, con un'età che presuppone già una certa maturità. Raramente mi hanno contattato e solo ed esclusivamente per chiedere chiarimenti oppure per consultarmi in merito a qualcosa che riguarda la mia materia. Giorni fa ho ricevuto un'email da una mia ex studentessa diplomata due anni fa che mi segnalava un video sull'evoluzionismo e mi chiedeva un parere in merito. Ben venga l'uso della rete per questi motivi. A giugno ho dato il mio numero di cellulare a tre ragazzi che dovevano intraprendere un'esperienza di alternanza scuola-lavoro dicendogli di chiamarmi per eventuali problemi, dal momento che mi sono proposto come referente del progetto. Ho ricevuto una sola telefonata a metà luglio da parte di una ragazza che mi chiedeva un aggiornamento sull'imminente inizio dello stage dal momento che non aveva ricevuto alcuna comunicazione. Senza dovermi mettere in auto e macinarmi 80 km ho risolto tutto per telefono. Lo trovo utile, ma posso anche permettermi di farlo dal momento che si tratta di ragazzi di 17-19 anni, ormai in età quasi adulta, e soprattutto li conosco per essere persone sufficientemente responsabili e serie. Per il resto hanno la loro vita e io la mia e mi sembra naturale che tutto proceda in questo modo. Sicuramente mai penserei di dare i miei recapiti a ragazzini di 10 anni perché il contesto cambia completamente.

Anche io, come te, sfrutto il canale e-mail. Mi  capita,  in particolare, in vista degli esami di maturità.
Chi mi ha scritto, ovviamente(!!) sono stati gli alunni più studiosi. Ho anche precisato che, nel caso di difficoltà grosse, avrei dato il mio numero di cellulare.
Ho però notato che, se gli alunni sono particolarmente disinvolti nell'uso di FB, sembra quasi che usare la posta elettronica li blocchi! Come se fosse un modo di comunicare...troppo serio! E' una mia impressione?

PS- Devo dire che mi è capitato (prima dell'avvento del registro elettronico) di spedire file, approfondimenti per via elettronica. Quando ho chiesto se avevano visionato il materiale, puntualmente mi hanno risposto che sulla casella di posta loro non ci entrano quasi mai...quindi devo avvertirli per tempo!!
La casella di posta gli alunni se la creano per iscriversi a FB, ma non la usano o non sanno usarla... non so.  
Qualcuno mi ha dato l'indirizzo del padre o della madre!
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15782
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: professori e FB   Dom Ago 31, 2014 10:40 pm

La posta elettronica non è divertente, Facebook si; loro cercano per lo più il divertimento (non solo per fortuna)
Tornare in alto Andare in basso
Online
haran banjo



Messaggi : 502
Data d'iscrizione : 07.05.12

MessaggioOggetto: Re: professori e FB   Dom Ago 31, 2014 10:48 pm

@- nina - : non è una tua impressione. Ho avuto in due anni di itis la stessa esperienza: pochissimi, solo i più seri scrivono via mail, i più preferiscono FB, per sfruttare un canale di comunicazione più informale, veloce e soprattutto che non li costringa a pensare cosa scrivere, concedendosi un linguaggio non sempre consono al rapporto discente/docente, seppur senza arrivare alla maleducazione.
Ho insistito molto su questo punto e alla fine quasi tutti hanno iniziato ad usare la posta elettronica; se si insiste alla fine è un processo educativo anche questo.
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6133
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: professori e FB   Dom Ago 31, 2014 11:16 pm

avidodinformazioni ha scritto:
La posta elettronica non è divertente, Facebook si; loro cercano per lo più il divertimento (non solo per fortuna)

Ma io mica comunico via email con gli alunni per invitarli a q*zzeggiare del più e del meno o per farli divertire: lo faccio per inviare loro materiale didattico, dispense, esercizi, o per dare loro dei chiarimenti o delle rettifiche su qualcosa che è stato fatto a lezione, per rispondere a qualche loro dubbio, o per comunicazioni tecniche varie.

Non appena faccio conoscenza con una classe nuova, la prima cosa che faccio è far girare un foglio di firme chiedendo un recapito email a tutti, dicendo chiaramente che lo utilizzerò per quello, mi faccio un alias con l'intera lista, e lo uso regolarmente durante l'anno (se poi qualcuno vuole anche chiedermi informazioni in privato, lo può fare, ma il grosso dell'uso della lista è collettivo).

Poi, se qualcuno non ha l'indirizzo email, o magari ce l'ha ma non vuole darmelo, è liberissimo e sono fatti suoi... basta che le mie dispense se le faccia passare da qualcun altro e le studi lo stesso. Non voglio sentire storie sul fatto di "non averle avute" o "non sapevo che fossero state spedite"...
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: professori e FB   Dom Ago 31, 2014 11:33 pm

sweetdream ha scritto:
Siete troppo simpatici...mi piacerebbe lavorare con voi! :-D
beh, negli ultimi anni mi sono ammorbidito e riesco a controllare il mio caratteraccio
a quanto pare invecchiando si diventa più zen :-D
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: professori e FB   Dom Ago 31, 2014 11:42 pm

-nina- ha scritto:
E' una mia impressione?

anch'io ho questa impressione, anche se in realtà credo che non sono tutto sommato interessati a comunicare via mail con i prof, tranne quando serve.
Ed è meglio così, se qualcuno iniziasse a fare mail bombing finirebbe in blacklist
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6133
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: professori e FB   Dom Ago 31, 2014 11:52 pm

-nina- ha scritto:
Ho però notato che, se gli alunni sono particolarmente disinvolti nell'uso di FB, sembra quasi che usare la posta elettronica li blocchi! Come se fosse un modo di comunicare...troppo serio! E' una mia impressione?

PS- Devo dire che mi è capitato (prima dell'avvento del registro elettronico) di spedire file, approfondimenti per via elettronica. Quando ho chiesto se avevano visionato il materiale, puntualmente mi hanno risposto che sulla casella di posta loro non ci entrano quasi mai...quindi devo avvertirli per tempo!!
La casella di posta gli alunni se la creano per iscriversi a FB, ma non la usano o non sanno usarla... non so.  
Qualcuno mi ha dato l'indirizzo del padre o della madre!

Mah, io non credo che sia solo una questione di scelta emotiva, ma che davvero si tratti ANCHE di un fatto generazionale tecnico.

Per molti di noi "vecchiotti", la posta elettronica è stata la prima forma in assoluto di comunicazione su internet, e per molti anni è rimasta anche l'unica, o quasi l'unica, perché di altri canali non ce n'erano! Oppure c'erano ma sono arrivati DOPO, ed erano comunque considerati più complicati e più elaborati della posta elettronica, e ci sono voluti molti anni prima che diventassero diffusi e facili da usare. Io ho cominciato a usare l'email quando nemmeno sapevo cosa fosse il web e cosa fossero i browser... e anche dopo averli conosciuti, per molti anni ho continuato a usarli molto di meno rispetto all'email!

Per cui, noi abbiamo il riflesso condizionato di pensare che l'email sia la forma più immediata, più facile e più banale di comunicazione su internet, e che tutte le altre siano mediamente più artificiose e più scomode, e pensiamo "ma chi glielo fa fare a complicarsi la vita con tutte queste applicazioni macchinose, quando l'email è tanto più facile?"

Ma per i giovani che hanno conosciuto internet per la prima volta quando questa già offriva centinaia di canali dversi, molti dei quali fatti apposta per essere MOLTO più immediati e vistosi dell'email, la percezione non è la stessa... non è che non la usino perché "a loro non piace" o perché "sembra troppo formale", ma proprio perché non sono abituati a vederla, non ci pensano, devono davvero fare uno sforzo per ricordarsi che esiste!

E a loro, appunto, NON SEMBRA più facile o più comoda, ma al contrario!

E' un po' come le cartoline illustrate da spedire dai luoghi di vacanza: si sa vagamente che esistono ancora, ma chi le usa più con naturalezza, come un'abitudine di routine? Al massimo ci si autoimpone lo sforzo di ricordarsi che bisogna mandarne una almeno alla nonna, perché la bizzarra vecchietta ci tiene ancora molto, ma non è un gesto automatico!

L.
Tornare in alto Andare in basso
insula



Messaggi : 82
Data d'iscrizione : 30.08.14

MessaggioOggetto: Re: professori e FB   Lun Set 01, 2014 11:29 am

Mah! Io ho ancora il mio sesto senso e mezzo che mi porta lontano dall'aprirmi qualsiasi account fb, peggio ancora con dentro studenti e genitori.
Preferisco le email e anche i servizi del Registro elettronico per inviare consigli, compiti, materiale e altro. Tutto questo, però, sia chiaro, dentro le mie ore lavorative e quindi o di lezione o di progetto all'uopo (titolo: "Servizio scuola web  di sostegno, consolidamento, rafforzamento per gli alunni") o di disposizione (che non ci sono più, ma vorrei ripristinati e ben retribuiti a parità di ore di lavoro, ossia diciotto).
Poi, dico, ci lamentiamo tanto di lavorare a nero ben oltre le diciotto ore di contratto (più le 40+ 40 annuali per Consigli di classe e altro) e ci mettiamo tutti in fb senza retribuzione per dialogare con gli studenti?

(Pausa polemica!) Hanno ragione quelli del governo a prenderci per dei gonzi e a volerci elevare, a parità di stipendio, a 24, a 36 o a tempo pieno il nostro orario lavorativo? :-(


Ultima modifica di insula il Lun Set 01, 2014 5:25 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8316
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: professori e FB   Lun Set 01, 2014 12:28 pm

se la paura è quella dell'interferenza forzata nella propria vita privata da parte degli alunni utilizzando un profilo personale fb, si può stare tranquilli. Come già detto, le possibilità di impedirlo ci sono.

Nemmeno io, a dire la verità, vedo la necessità e, anzi, proprio non mi piace, di utilizzare il proprio profilo per contatti con alunni e famiglie.
O si crea un apposito account nel quale postare solo informazioni di carattere didattico o si utilizzano per questo i canali istituzionali come email di @istruzione.it o il registro elettronico.

Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
iperkrusty



Messaggi : 3
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: professori e FB   Lun Set 01, 2014 3:34 pm

forza ha scritto:
Ire ha scritto:

Poi puoi impedire agli altri di vedere la tua lista di amici... puoi impostare l'opzione di moderazione di ciò che gli altri pubblicano sulla tua bacheca per avere la possibilità di avvallare o meno il post....
Come sempre non è lo strumento ad essere malvagio:  è come lo si usa  o come non lo si sa gestire che possono creare problemi.

Uno strumento è uno strumento.

mi associo

io ci sono su fb, con nome e cognome, ho tra gli amici qualche collega ex ed attuale e qualche ex alunno.... hos elezionato io quelli cui dare o meno l'amicizia.... agli attuali alunni generalmente non la dò
alcuni colleghi la danno, certo se io scriv9o sulla bacheca di questa+o collega loro vedono cosa scrivo, ma il mio profilo ha tutte le opzioni di privacy possibili

---------------------------------

Concordo. La mia regola è concederla solo agli ex-alunni (ne ho aggiunti solo 3 su circa 1000 potenziali e centinaia di richiedenti mentre sono "attuali"). Ho introdotto l'utilizzo di app specifiche e quello di Twitter e se mi chiamano, ho pronti nuovi strumenti sia di condivisione che di social learning.
Gli stumenti ci sono, non è difficile configurarli se li usi professionalmente; in ogni caso basta usare il buon senso.

Serve nella tua vita normale e in quella 2.0. Sempre


Tornare in alto Andare in basso
insula



Messaggi : 82
Data d'iscrizione : 30.08.14

MessaggioOggetto: Re: professori e FB   Lun Set 01, 2014 5:48 pm

Colleghi miei, mi è toccata la sorte di fare l'avvocato del diavolo e con scrupolo mi adatto alla situazione perchè mi pare che la faccenda tende il piatto della bilancia verso il segno negativo e, mi pare sempre, le conseguenze negative di avere un profilo fb superano quelle positive tanto decantate.

Allora, mi sono informata presso parenti e amici che hanno la famigerata pagina facebook e discutendo con loro sono pervenuta a queste considerazioni:
a) avendo un profilo fb con tutte le privacy possibili si deve stare attenti a non avere tra gli amici qualcuno "aperto a tutto il mondo". Se lo si ha lo si cancelli senza indugio (che si offenda pure oppure gli si spiega la situazione);
b) se gli alunni beccano per caso o informandosi a destra e a manca anche uno degli "amici fidati" (di fb) o "aperto a tutto il mondo" tramite la loro pagina possono accedere alla nostra;
c) in un paese è facile che si sappia chi è tuo amico di fb e poi chiedendo l'amicizia di uno di questi  (e ottenendola) accedere alla nostra pagina;
d) anche se abiti in una città ricerche accurate di alunni e genitori (alcuni sono veramente terribili) possono ottenere successo nel trovare gli amici di fb tramite quali poter accedere alla nostra "preziosa" pagina fb;
e) nel momento in cui uno di questi alunni ( o genitori) ha l'amicizia di un "amico nostro" di fb basta che diventi amico di tutti gli alunni e di chi vuoleper consentire loro di fare lo stesso percorso per giungere alla nostra beneamata pagina fb;
f) esistono in rete e presso hacker dei decodificatori di password (anche per facebook) per potere (sapendo il nostro profilo come si chiama)  ottenere quella nostra e magari entrare in segreto e leggere oppure per entrare, modificare la password, impossessarsi del nostro profilo e poi andare a far danni con commenti dove vuole (si chiama cyberbullismo);
g) esistono in tanti paesi o città guerre tramite fb in cui si conoscono personalmente tutti quelli che partecipano e dove si sp...t..no come matti e dove chi interviene emozionalmente e non razionalmente fa la figura di scemo/a oltre a rischiare di beccarsi qualche querela.

Vi è passata la voglia di avere una pagina fb qualunque (e non solo come docenti, ma anche come singolo utente con nome e cognome) oppure ancora no?
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8316
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: professori e FB   Lun Set 01, 2014 7:12 pm

Si potrebbe anche non uscire di casa. Eviteremmo di certo di essere investiti da un'auto.
Peccato che almeno per andare in vacanza dobbiamo uscire. Nel 99% dei casi, però, se camminiamo sul marciapiedi piuttosto che sulla strada, nessuna auto ci investirà. Il restante 1% fa parte dei rischi del vivere, e noi siamo vivi e dobbiamo vivere.

Internet è uguale: prendiamo tutte le precauzioni ed i rischi saranno quasi pari a zero, quel quasi fa parte dei rischi del vivere. Per quel quasi c'è rimedio tramite le agenzie deputate.

Insula, perdonami, stai facendo un terrorismo infondato e la cosa non è preoccupante per quanto riguarda noi, che siamo adulti, vaccinati e in grado di verificare da soli le tue affermazioni, la cosa è inquietante perchè con queste convinzioni tu andrai a lavorare con ragazzi ( o con bambini) che si accorgeranno di quanto tu non sia informata sul loro mondo (il social network è il loro mondo) e non ti prenderanno sul serio, come adulto e come docente.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
paniscus_2.0



Messaggi : 6133
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: professori e FB   Lun Set 01, 2014 7:22 pm

Ma perché, adesso avere l'account facebook e usarlo regolarmente dovrebbe essere moralmente obbligatorio?

Se uno non vuole averlo perché quella modalità di comunicazione non gli interessa, o perché non gli piace, o perché ne preferisce altre, deve essere considerato addirittura "inquietante", nonché persona indegna di essere presa sul serio?

Questa mi mancava proprio, eh.

Aspetto con ansia i giudizi apocalittici che sicuramente saranno riservati a chi non guida l'automobile (magari non per ragioni ideologiche, ma semplicemente perché non gli serve), o a chi non guarda la televisione (magari non per ragioni ideologiche, ma semplicemente perché lo annoia a morte).

L.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: professori e FB   Lun Set 01, 2014 7:30 pm

Detto tra noi, ho sempre avuto una pessima opinione di facebook, così brutta che non solo non mi sono mai registrato "in chiaro", ovvero con la rintracciabilità, come faccio dal 2000, ma neppure da anonimo o da fake. E' proprio il concetto di facebook che non sono mai riuscito a digerire, mi provoca strani effetti collaterali solo a sentirlo nominare:

Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6133
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: professori e FB   Lun Set 01, 2014 7:51 pm

Ma io non posso nemmeno dire che la cosa mi turbi particolarmente, semplicemente è un sistema che non mi piace, di cui non condivido le modalità, e preferisco di gran lunga usarne altri, tutto lì.

Una delle motivazioni principali, ad esempio, è proprio quella espressa in un messaggio di poco qui sopra: ovvero, il fatto che "in teoria" si possano settare tutte le preferenze come si vuole con una vastissima scelta libera, ma che di fatto la maggior parte di quei settaggi sia complicatissima, macchinosa, deliberatamente NON pubblicizzata, e quindi difficilissima da venire a conoscere a meno di non passare settimane o mesi a studiarsi tutto come se fosse un impegno professionale, invece che una banale comodità pratica.

E quindi, in generale, il fatto che facebook sia pubblicizzato come una piattaforma tanto user-friendly e tanto facile da usare, quando invece non lo è affatto, ed è piena di trabocchetti disonesti che (in teoria) si può scegliere di rifiutare, ma che di fatto un sacco di gente non immagina nemmeno che esistano, oppure lo scopre soltanto a posteriori, quando qualcun altro gli fa notare che intanto c'è già cascata, e qualche danno l'ha già fatto o l'ha già subito. Tutto lì.

Per cui, semplicemente, su facebook non ci vado, ma NON perché lo "demonizzi" ideologicamente, bensì proprio perché nel caso mio (per come sono fatta IO e per gli interessi che ho IO, niente di universale) mi complicherebbe la vita pratica invece di agevolarla, e perché non ho alcuna intenzione di complicarmi la vita inutilmente per qualcosa che di fatto non mi serve, e non mi rappresenta nessun valore aggiunto rispetto ai mezzi di comunicazione che uso già

Se questo significa essere "inquietanti", o essere dei disadattati sociali che meritano di non essere presi sul serio dagli studenti, la dice lunga sul livello argomentativo di certi interlocutori.

L.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15782
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: professori e FB   Lun Set 01, 2014 8:03 pm

insula ha scritto:
Colleghi miei, mi è toccata la sorte di fare l'avvocato del diavolo
Molto più semplicemente, se la preside mi ha fatto arrabbiare, sono tenuto a controllarmi finchè sono in ambito scolastico; se dopo che ho timbrato e sono tornato a casa ho voglia di sfogarmi sono nel mio pieno diritto di dire a mia moglie "quella troia della preside .....".
Se non sono abbastanza sfogato posso anche andare a casa di amici e ripetere la stessa frase, tanto loro non hanno alcun contatto con lei e quindi non è diffamazione.
Se ho un profilo facebook con amici del lavoro e dico la stessa cosa allora tutto cambia, anche se mi sfogo con un amico di un altro continente; tutti possono facilmente o difficilmente vedere il mio sfogo.

Quando timbro in uscita voglio dimenticarmi di essere un insegnante e di dovermi comportare come tale; voglio potermi mettere le dita nel naso, aggiustarmi i gioielli e dare della troia al mio capoufficio come tutti gli altri lavoratori di questo mondo, perchè io sono un lavoratore come tutti gli altri.

Per altro facebook porta via un sacco di tempo, se lo devo usare per lavoro voglio che sia citato nel contratto.
Noi insegnanti non siamo presi seriamente dai nostri alunni come adulti e come docenti a prescindere; perchè pretendiamo che seguano regole, perchè ci piace e promuoviamo lo studio, perchè non siamo interessati al grande fratello, perchè non ci connoneggiamo, perchè non ci rivettiamo la lingua, perchè ..... siamo molto diversi dai loro miti televisivi, fisicamente e caratterialmente.

Poi facebook è un'arma a doppio taglio, quello che loro possono fare a noi, noi possiamo farlo a loro; siamo sicuri che ci vogliano tra gli amici ? Siamo sicuri che ci vogliano a ficcanasare nella loro vita privata ? Loro hanno da nascondere molte più cose di quante ne abbiamo noi; da studente io terrei ii miei prof ben lontani dal mio profilo.
Tornare in alto Andare in basso
Online
Ire



Messaggi : 8316
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: professori e FB   Lun Set 01, 2014 8:22 pm

Avido, concordo pienamente con quanto hai detto, ti chiedo un favore in virtù del fatto che nonostante abbiamo idee parecchio diverse, soprattutto per questioni di genere mi verrebbe da dire, riusciamo abbastanza bene ad accapigliarci senza danno: secondo te è chiaro che non ritengo necessario che un insegnante abbia un profilo fb, quella è una scelta assolutamente personale e non in discussione, ma che ritengo indispensabile che un insegnante lo conosca fb, che sappia di cosa si tratti, di quali siano le sue potenzialità, i suoi limiti e i suoi rischi, di quale linguaggio si usi e via dicendo e tutto questo perchè nel suo quotidiano lavoro ha a che fare con persone che hanno fatto del social il loro mondo. E proprio per il discorso che si faceva sulla necessità di imparare la lingua del mondo dove ci si inserisce....?

(fb comunque per i ragazzi ormai è superato, altri sono i luoghi di incontro con gerghi e modalità ancora più lontani dai nostri)
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: professori e FB   Lun Set 01, 2014 8:24 pm

avidodinformazioni ha scritto:
Per altro facebook porta via un sacco di tempo, se lo devo usare per lavoro voglio che sia citato nel contratto.

Non mi risulta che ci sia qualcuno che pretenda l'uso di faccialibro per scopi didattici da parte degli insegnanti.

Semplicemente, nel tempo si sta rafforzando questa idea come esempio di innovazione tecnologica perché qualche cerebroleso identifica l'alfabetizzazione informatica e la perizia digitale nell'avere un profilo su facebook, nel saper scaricarsi le app sull'ipad di ultima generazione e nell'accedere su internette con un dispositivo mobile e non con un computer normale. Ma non è un problema mio, il problema è del cerebroleso e di chi gli concede credito.
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6133
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: professori e FB   Lun Set 01, 2014 8:34 pm

Ire ha scritto:
(fb comunque per i ragazzi ormai è superato, altri sono i luoghi di incontro con gerghi e modalità ancora più lontani dai nostri)

E appunto, allora dove sta il problema?
Tornare in alto Andare in basso
GiuseppeRoma



Messaggi : 9
Data d'iscrizione : 02.03.11

MessaggioOggetto: Re: professori e FB   Lun Set 01, 2014 8:37 pm

Leggendo certi commenti mi sono ricordato perché non ho amici insegnanti o perché non frequento insegnanti. E fatevela na risata...
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: professori e FB   Lun Set 01, 2014 8:43 pm

GiuseppeRoma ha scritto:
Leggendo certi commenti mi sono ricordato perché non ho amici insegnanti o perché non frequento insegnanti. E fatevela na risata...

Estiqaatsi... pensa che tu molto smemorato se non ricordavi perché non hai amici insegnanti e avuto bisogno di leggere qui... Estiqaatsi... molto colpito da fatto che tu non frequenti insegnanti... Estiqaatsi... questo pensa
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15782
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: professori e FB   Lun Set 01, 2014 9:27 pm

Ire ha scritto:
Avido, concordo pienamente con quanto hai detto, ti chiedo un favore in virtù del fatto che nonostante abbiamo idee parecchio diverse, soprattutto per questioni di genere mi verrebbe da dire, riusciamo abbastanza bene ad accapigliarci senza danno:  secondo te è chiaro che non ritengo necessario che un insegnante abbia un profilo fb, quella è una scelta assolutamente personale e non in discussione, ma che ritengo indispensabile che un insegnante lo conosca fb, che sappia di cosa si tratti, di quali siano le sue potenzialità, i suoi limiti e i suoi rischi, di quale linguaggio si usi e via dicendo e tutto questo perchè nel suo quotidiano lavoro ha a che fare con persone che hanno fatto del social il loro mondo.  E proprio per il discorso che si faceva sulla necessità di imparare la lingua del mondo dove ci si inserisce....?

(fb comunque per i ragazzi ormai è superato, altri sono i luoghi di incontro con gerghi e modalità ancora più lontani dai nostri)
No Ire, prima non era chiaro, ora si.
Insula aveva scritto un post dove sostanzialmente sconsigliava l'uso di facebook e lasciava intendere che lei non lo avrebbe usato; tu gli hai risposto "la cosa è inquietante perchè con queste convinzioni tu andrai a lavorare con ragazzi ".

Forse intendevi dire che fosse inquietante la sua convinzione che facebook è pericoloso per la privacy oltre ogni limite accettabile (mentre per molti lo è ma entro un limite accettabile); ma io alla prima lettura non lo avevo capito; e neanche Paniscus a quanto pare.
Avevamo (avevo) capito che fosse inquietante rifiutarsi  di usarlo.

Miss understanding; l'unica miss che è meglio evitare.
Tornare in alto Andare in basso
Online
iperkrusty



Messaggi : 3
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: professori e FB   Lun Set 01, 2014 9:46 pm

paniscus_2.0 ha scritto:
Ma io non posso nemmeno dire che la cosa mi turbi particolarmente, semplicemente è un sistema che non mi piace, di cui non condivido le modalità, e preferisco di gran lunga usarne altri, tutto lì.

Una delle motivazioni principali, ad esempio, è proprio quella espressa in un messaggio di poco qui sopra: ovvero, il fatto che "in teoria" si possano settare tutte le preferenze come si vuole con una vastissima scelta libera, ma che di fatto la maggior parte di quei settaggi sia complicatissima, macchinosa, deliberatamente NON pubblicizzata, e quindi difficilissima da venire a conoscere a meno di non passare settimane o mesi a studiarsi tutto come se fosse un impegno professionale, invece che una banale comodità pratica.

L.

Questo non mi trova d'accordo. Non ci vogliono settimane o mesi. Ci sono manuali semplici ed immediati:

http://attivissimo.blogspot.it/2013/11/comprate-questo-libro-sfamerete-questo.html

E ci vuole volontà. Di apprendere e di usare il mezzo. Se non ci sono queste due condizioni, amen, mica è obbligatorio.
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6133
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: professori e FB   Lun Set 01, 2014 9:54 pm

Oltretutto, non si capisce proprio in che modo il fatto che io personalmente non usi facebook dovrebbe dare qualche impressione specifica ai miei alunni (né in positivo né in negativo).

Semplicemente, non lo si usa nelle comunicazioni scolastiche, e si chiude il problema lì... dopo di che, non vedo perché debba fregare qualcosa a qualcuno, se io in privato ce l'ho o non ce l'ho, o tantomeno di dovermi giustificare in classe sui motivi per cui lo uso o non lo uso.

Francamente, qua è stata descritta una (ipotetica) figura macchiettistica dell' "insegnante che rifiuta di usare facebook" come uno che debba automaticamente vantarsene davanti a tutti, passare il tempo a fare le crociate pubbliche contro facebook, e a fare il lavaggio di cervello agli alunni su quanto sia demoniaco facebook e quanto sia sbagliato usarlo (e che per questo si renderebbe ridicolo e non verrebbe preso sul serio dagli alunni stessi).

Cosa che ovviamente è una pura invenzione.

L.
Tornare in alto Andare in basso
-nina-



Messaggi : 782
Data d'iscrizione : 02.01.13

MessaggioOggetto: Re: professori e FB   Lun Set 01, 2014 9:59 pm

Ire ha scritto:
Avido, concordo pienamente con quanto hai detto, ti chiedo un favore in virtù del fatto che nonostante abbiamo idee parecchio diverse, soprattutto per questioni di genere mi verrebbe da dire, riusciamo abbastanza bene ad accapigliarci senza danno:  secondo te è chiaro che non ritengo necessario che un insegnante abbia un profilo fb, quella è una scelta assolutamente personale e non in discussione, ma che ritengo indispensabile che un insegnante lo conosca fb, che sappia di cosa si tratti, di quali siano le sue potenzialità, i suoi limiti e i suoi rischi, di quale linguaggio si usi e via dicendo e tutto questo perchè nel suo quotidiano lavoro ha a che fare con persone che hanno fatto del social il loro mondo.  E proprio per il discorso che si faceva sulla necessità di imparare la lingua del mondo dove ci si inserisce....?

(fb comunque per i ragazzi ormai è superato, altri sono i luoghi di incontro con gerghi e modalità ancora più lontani dai nostri)

Ire, io FB non lo conosco, o almeno lo conosco pochissimo. Mi iscrissi, con un nickname, quando cominciò a dilagare la mania fra gli alunni. Ricordo che mi dicevano continuamente: "prof si iscriva a FB, così mi dà l'amicizia". Parole per me incomprensibili.
Posso dire che, ancora adesso, ogni tanto ci entro e mi fa orrore. A parte i problemi della privacy, che ha messo bene in evidenza un precedente intervento, Fb mi fa orrore perché ti suggeriscono i film, la musica, i libri che "potrebbero" piacerti!!In pratica è tutto finto.
Detto questo, il mio rapporto con i ragazzi è equilibrato. Non mi metto al loro livello; usino pure FB; ci scrivano che hanno letto l'Ulisse di Joyce o la Recherche di Proust; ci scrivano che sono "impegnati" o "single" e buon pro gli faccia.

PS- Ho notizie, sempre più frequenti, di problemi  e di beghe, sulla piazza virtuale di FB, fra docenti e genitori, fra docenti e alunni ecc.
Tornare in alto Andare in basso
 
professori e FB
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 2 di 7Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7  Seguente
 Argomenti simili
-
» Presentazione dei Professori e degli alunni.

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: