Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Scuola del merito e della competività o scuola che asseconda i tempi di apprendimento di tutti gli alunni?

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
insula



Messaggi : 82
Data d'iscrizione : 30.08.14

MessaggioOggetto: Scuola del merito e della competività o scuola che asseconda i tempi di apprendimento di tutti gli alunni?   Dom Ago 31, 2014 6:36 pm

Mi ha incuriosito un articolo di La Tecnica della scuola che annuncia dell'intervento di oggi (stasera?) della Ministra Giannini alla Festa dell'Unità a Bologna.

Siccome non posso postare il link, vi dico il titolo:

La scuola del merito e delle opportunità, Giannini ci dice come la pensa
Alessandro Giuliani Domenica, 31 Agosto 2014


Al di là di quello che pensa la Ministra, penso che siamo comunque  (con la Riforma da accettare o rifiutare in parte o in toto) ad un punto di svolta. Dobbiamo deciderci una buona volta e senza ambiguità che tipo di scuola NOI insegnanti vogliamo e così non farci mai più imporre dall'alto le decisioni di qualunque governo.

Alla luce della nostra esperienza, cosa è meglio? Una scuola che asseconda gli alunni nei processi di apprendimento, che non boccia, che non punisce, che elargisce a tutti un titolo di studio oppure lo svaluta completamente annullando gli esami e riducendosi ad un attestato di frequenza senza voto oppure una scuola che seleziona studenti e docenti dando preparazione, "essere", "saper essere", "fare", "saper fare"?
Non sto chiedendo di scegliere monoliticamente o l'una o l'altra opzione, ma proprio di valutare ai fini didattici cosa è più efficace abbandonando i concetti di giusto e sbagliato, nero e bianco.
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6201
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: Scuola del merito e della competività o scuola che asseconda i tempi di apprendimento di tutti gli alunni?   Dom Ago 31, 2014 6:46 pm

Ma per quale motivo la scuola che non giudica, che non seleziona, che non valuta, che non mette voti e che attesta falsamente delle competenze che non ci sono dovrebbe essere identificata come quella che "asseconda gli alunni nei processi di apprendimento"?

E' esattamente il contrario, non asseconda affatto i loro processi di apprendimento... visto che non fa nulla per sviluppare e migliorare l'efficacia di tali processi, e lascia gli alunni anche completamente liberi di non apprendere affatto, se non ci riescono o se non hanno voglia di farlo!

Il riferimento ai "tempi di apprendimento", poi, è ancora più incomprensibile. Se uno ha tempi individuali di apprendimento più lenti della media, vuol dire che in qualche caso può avere bisogno di due anni invece che uno per ottenere qualche risultato, e che quindi una eventuale bocciatura gli fa bene e gli è utilissima per "assecondare i suoi tempi di apprendimento", non certo il contrario!
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15853
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Scuola del merito e della competività o scuola che asseconda i tempi di apprendimento di tutti gli alunni?   Dom Ago 31, 2014 7:45 pm

paniscus_2.0 ha scritto:
Il riferimento ai "tempi di apprendimento", poi, è ancora più incomprensibile. Se uno ha tempi individuali di apprendimento più lenti della media, vuol dire che in qualche caso può avere bisogno di due anni invece che uno per ottenere qualche risultato, e che quindi una eventuale bocciatura gli fa bene e gli è utilissima per "assecondare i suoi tempi di apprendimento", non certo il contrario!
Qui ci vuole un ovulazione (come dice Zalone).

Al serale consentono di fare due anni in uno (o 3), altrimenti non si iscrivono.
Se non hanno tempo per studiare perchè lavorano bisognerebbe consentigli di fare mezzo anno quest'anno e mezzo il prossimo; ma siamo in Italia.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Scuola del merito e della competività o scuola che asseconda i tempi di apprendimento di tutti gli alunni?   Dom Ago 31, 2014 7:48 pm

Personalmente ritengo che parlare di meritocrazia della scuola in una società, come quella italiana, dove i modelli di riferimento premiano la furbizia, l'illegalità, la disonestà, l'ipocrisia, la superficialità, l'idiozia, l'incompetenza, il fancazzismo e varie ed eventuali, sia come parlare del sesso degli angeli.
Tornare in alto Andare in basso
sweetdream



Messaggi : 729
Data d'iscrizione : 27.04.11

MessaggioOggetto: Re: Scuola del merito e della competività o scuola che asseconda i tempi di apprendimento di tutti gli alunni?   Dom Ago 31, 2014 7:52 pm

Grande Gian!
Aggiungo, se mi concedi, con una nota di tristezza: finché le scuole saranno legate ai numeri, la torchiatura è una pia illusione!
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Scuola del merito e della competività o scuola che asseconda i tempi di apprendimento di tutti gli alunni?   Dom Ago 31, 2014 8:00 pm

sweetdream ha scritto:
Grande Gian!
Aggiungo, se mi concedi, con una nota di tristezza: finché le scuole saranno legate ai numeri, la torchiatura è una pia illusione!

Quello era scontato e i primi a battere la grancassa sul concetto sono proprio i dirigenti scolastici: la competitività delle scuole si è ormai ridotta ad una corsa di accapparramento degli iscritti, vuoi per necessità di sopravvivenza vuoi per necessità di fondi, e la vittoria in questa corsa è garantita dalla facilità con cui si promuove. Almeno in gran parte della popolazione italiana sono queste le aspettative.

Che futuro può avere una scuola così impostata? Che futuro può avere il sapere e il saper fare di una popolazione che cresce i propri giovani con il principio che tutto è dovuto ma se non ce l'hai sono cavoli tuoi, cerca di arraffarlo?
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6201
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: Scuola del merito e della competività o scuola che asseconda i tempi di apprendimento di tutti gli alunni?   Dom Ago 31, 2014 8:28 pm

Oltretutto, non capisco cosa dovrebbe entrarci, in linea di principio, il "merito" con la "competitività", e perché mai li si dovrebbe associare tra loro. In una logica aziendale probabilmente sì, ma in quella della scuola proprio non ci vedo nessun legame tra le due cose.

Competitività significa incentivo a essere "meglio degli altri" in un'ottica selettiva in cui i risultati migliori sono riservati a pochi (per cui, se ci sono 100 a competere per una selezione che ne accetta soltanto 5, possono anche essercene 20 bravissimi, ma più di 5 non ne entrano, e tutti quelli bravi hanno interesse a farsi le scarpe tra di loro).

Ma in un contesto di apprendimento aperto a tutti, non vedo il problema: non ci sono mica limiti a quanti possono essere quelli che dimostrano di essere bravi e ottengono riconoscimenti alti.

In teoria, se fossero bravi tutti e 100, il merito potrebbe benissimo essere riconosciuto a tutti e 100, senza doversi spintonare a vicenda perché c'è una differenza abissale tra il piazzarsi nei primi cinque o no...
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Scuola del merito e della competività o scuola che asseconda i tempi di apprendimento di tutti gli alunni?   Dom Ago 31, 2014 8:35 pm

Il ragionamento non fa una grinza!
Tornare in alto Andare in basso
sweetdream



Messaggi : 729
Data d'iscrizione : 27.04.11

MessaggioOggetto: Re: Scuola del merito e della competività o scuola che asseconda i tempi di apprendimento di tutti gli alunni?   Dom Ago 31, 2014 9:11 pm

La competitività aveva un senso quando la scuola "formava la classe dirigente" e selezionava anche quei "migliori" che non avevano mezzi per continuare a studiare.
Ma oggi? Sopravvivono le borse di studio per chi ha buoni voti e reddito scarso, vero, ma...posso inscenare una gara tra gli alunni per spingerli a fare di più? E loro risponderebbero come se fosse un videogioco? O piuttosto vado a rispolverare gli studi dei pedagogisti e cerco di trarre fuori da ciascuno il meglio di sé senza ricorrere a paragoni che possono essere persino deleteri?

Mi sorge un dubbio, però. Perché assecondare i tempi di apprendimento degli alunni significa automaticamente deporre il merito? Scusate, ma mi sembra di sentire una cariatide della mia scuola che bofonchia su "alunni con handicap che poiché hanno il sostegno, hanno promozioni regalate senza merito"...
...oppure "rispettare i tempi di apprendimento" è un'espressione che si usa oggi al posto del più realistico: buttiamo avanti tutti, altrimenti ci facciamo cattiva pubblicità e i genitori iscrivono i figli ad altre scuole?

Nel frattempo ho pescato gli audio del dibattito. Posso postare il link? Lo chiedo perché è un organismo legato alla politica...
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6201
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: Scuola del merito e della competività o scuola che asseconda i tempi di apprendimento di tutti gli alunni?   Dom Ago 31, 2014 9:29 pm

sweetdream ha scritto:

Mi sorge un dubbio, però. Perché assecondare i tempi di apprendimento degli alunni significa automaticamente deporre il merito?

Ma no, infatti non dovrebbe essere così.

Il punto è che quando tale l'espressione sull' "assecondare i tempi di apprendimento degli alunni" viene di fatto usata, novantanove volte su cento è usata da qualcuno che la intende esattamente (e truffaldinamente) in quell'accezione, ossia quella di affossare il merito, abbassare sempre di più gli obiettivi richiesti, e regalare false attestazioni di "successo formativo" a tutti.

E quindi, personalmente, non mi fido più di chi si compiace di usare tale espressione.

Non è colpa mia se descrivo una situazione di fatto che esiste.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15853
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Scuola del merito e della competività o scuola che asseconda i tempi di apprendimento di tutti gli alunni?   Dom Ago 31, 2014 9:35 pm

sweetdream ha scritto:
Perché assecondare i tempi di apprendimento degli alunni significa automaticamente deporre il merito?
Perchè il tempo non sta scritto in fronte all'alunno, lo deduci dai risultati che ha; oggi sei impreparato ? Allora hai bisogno di tempi più lunghi.
Non dimentichiamo che l'anno scolastico dura un anno per tutti.
Se devo fare i greci ed i romani nell'anno scolastico e se Pierino ha bisogno di un anno intero per imparare i greci, con i romani che si fa ?
In molte scuole si decide che i romani si saltano per aspettare Pierino.
Qui veniamo alla meritocrazia-competitività; se non premio il merito e non penalizzo il demerito, produco degli ignoranti (ignorano i romani); saranno competitivi ?

Ed ora la sparo grossa.

Se ho una classe di 30 ragazzi tutti bravi e non li metto in competizione, il più bravo imparerà chi era Giulio Cesare.
Se ho la stessa classe e metto la regola che ne promuovo solo 29, boccerò chi saprà solo chi era Giulio Cesare e la data di nascita di ogni suo figlio; il più bravo imparerà anche il numero di scarpe del cugino di terzo grado del maggiordomo di Giulio Cesare.

Ma mi serve così tanto promuovere il 30° ?

OK non mi serve neanche che si impari il numero di scarpe..... ma spostiamo il paragone su attività più nobili come ad esempio le olimpiadi di matematica.

Da che mondo è mondo se vuoi tirare fuori il meglio da una persona devi alternare l'uso di bastoni e carote.
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6201
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: Scuola del merito e della competività o scuola che asseconda i tempi di apprendimento di tutti gli alunni?   Dom Ago 31, 2014 9:47 pm

Però le olimpiadi di matematica sono facoltative, sono slegate dal programma ordinario, e sono sostanzialmente un gioco... non è che le si utilizzi nella valutazione ordinaria per bocciare chi non è riuscito!

L.
Tornare in alto Andare in basso
sweetdream



Messaggi : 729
Data d'iscrizione : 27.04.11

MessaggioOggetto: Re: Scuola del merito e della competività o scuola che asseconda i tempi di apprendimento di tutti gli alunni?   Dom Ago 31, 2014 9:55 pm

Ti capisco Avido, però il merito non è assoluto, è relativo.
Io lavoro con gli adulti e forse lo vedo di più, non so, però la situazione di partenza, l'impegno, la volontà, l'handicap con cui cominci il percorso...sono tutte cose che fanno sì che per me - e forse sono strana o sbagliata io - la ragazza russa che non spiccicava mezza parola e mi guardava ridendo perché non capiva, durante l'anno è venuta sempre a scuola, s'è messa di lena e ha imparato 10 cose, vale più della sua amica che già conosce l'italiano, e proprio per questo ha preso la scuola svogliatamente, con un'aria di sufficienza da premio Nobel ma che sa 30 cose...secondo te (e colleghi vari) io dovrei mettere 6 alla prima e 7 alla seconda. Invece io metto 7 ad entrambe, valorizzando per una il percorso e per l'altra le competenze. E la valutazione risulta comunque oggettiva. Ho avuto anche alunni italiani derisi o trattati con sufficienza perché "sono ignoranti" (ma se non lo fossero stati, non sarebbero venuti a scuola da noi!), dimenticando che hanno avuto una grande umiltà e buona volontà nel seguire le attività didattiche. Quindi faccio molta difficoltà ad accettare il discorso del merito assoluto. :-)
Riguardo i ragazzi, è vero: un rimprovero serve. Ma mai fare paragoni tra studenti. Così vale quando il risultato è buono, migliore della media. Saltare un argomento perché l'alunno X non lo capisce, non esiste...se si fa, lo capisco che è sbagliatissimo. Credo però che vada sempre valutato il complesso, e non per promuovere tutti, eh...chi ha le capacità ma non s'impegna è giusto che sia bocciato, in un mondo dove le scuole non sono legate ai numeri sarebbe pure possibile... ;-)

E comunque...sentendo l'intervento della Giannini s'è parlato più del merito dei docenti che degli studenti... O.O
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15853
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Scuola del merito e della competività o scuola che asseconda i tempi di apprendimento di tutti gli alunni?   Dom Ago 31, 2014 9:56 pm

Era un esempio, ho parlato a ruota libera in maniera comprensibile a tutti.
Bocciando il 30° finiremmo con avere un "più bravo" capace di progettare e costruire alimentatori switching anzichè semplici alimentatori dissipativi ....... ma su questo temo di non essere capito da tutti.
Tornare in alto Andare in basso
sweetdream



Messaggi : 729
Data d'iscrizione : 27.04.11

MessaggioOggetto: Re: Scuola del merito e della competività o scuola che asseconda i tempi di apprendimento di tutti gli alunni?   Dom Ago 31, 2014 10:02 pm

Tornando alla Giannini e al suo discorso, fondamentalmente ha parlato del merito dei prof: chi fa di più, a livello di incarichi, sarà premiato con uno stipendio più alto. Ci saranno anche penalità per i meno bravi, quindi a questo punto decurtazioni stipendiali. Novità è la valutazione dei DS, come si farà non si sa! Mentre per i prof si valuteranno gli esiti dell'INVALSI (e qui scoppia un boato di disapprovazione) e altri parametri "sul modello inglese e americano".
YES, WE CAN!
Tornare in alto Andare in basso
sweetdream



Messaggi : 729
Data d'iscrizione : 27.04.11

MessaggioOggetto: Re: Scuola del merito e della competività o scuola che asseconda i tempi di apprendimento di tutti gli alunni?   Dom Ago 31, 2014 10:06 pm

L'on. Faraone invece ha ripristinato l'antico cavallo di battaglia caro a Veltroni: scuole aperte anche di pomeriggio e di sera. Poi ha tirato in ballo Valentina Aprea e la chiamata diretta che ha dissimulato il tutto col nome di flessibilità d'Istituto.
Beh, per essere un faraone è proprio esperto di...sarcofagi!
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6201
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: Scuola del merito e della competività o scuola che asseconda i tempi di apprendimento di tutti gli alunni?   Dom Ago 31, 2014 10:09 pm

E comunque, non vedo alcun problema nel fatto di promuovere tutti, se tutti hanno raggiunto gli obiettivi minimi richiesti, e non vedo alcun problema nemmeno nel fatto di dare voti alti a tutti, se tutti hanno raggiunto i livelli previsti nella programmazione per ottenere voti alti. Ma del resto non vedrei anche nessun problema nel bocciare tutti, se fossero tutte capre, o nel promuovere tutti con voti molto bassi, se fossero tutti su livelli accettabili ma modestissimi.

Il problema è quando si promuovono tutti ANCHE se ce n'è una parte che gli obiettivi minimi non li ha raggiunti affatto, o quando si danno voti alti anche a chi ha raggiunto solo gli obiettivi minimi, tutto lì.

Oppure quando ci sono le peggiori combinazioni perverse di tutti e due questi effetti messi insieme, tipo che se Pierino viene presentato allo scrutinio con risultati gravemente insufficienti (ai livelli del 4), Peppino appena sufficienti (ai livelli del 6), Paoletto discreti (ai livelli del 7) e Pinuccio molto buoni ma non strepitosamente eccellenti (ai livelli del 9), allora parte il seguente automatismo:

a) prima si decide a maggioranza di graziare Pierino ugualmente, perché nonostante abbia qualche materia insufficiente, si pensa che "bocciandolo non lo si aiuti" e quindi qualche materia deve essergli per forza abbuonata, e il 4 diventa 6;

b) dopo di che, a catena, qualcuno osserva che se Peppino ha preso la sufficienza con le sue forze mentre a Pierino è stata regalata, allora per giustizia si deve si deve dare almeno 7 a Peppino per differenziarlo da Pierino, e il 6 diventa 7;

c) poi, qualcun altro nota che a Pinuccio, anche se aveva solo 9, è meglio dare 10 perché "se non lo si dà a lui, poi non lo si dà mai a nessuno" o perché "altrimenti non scavalla la soglia dei crediti", e perché "in fondo di così bravi ce ne sono così pochi che vanno premiati";

d) e infine, nessuno si accorge che Paoletto è l'unico rimasto col voto vero che aveva, perché (non essendo né un'eccellenza né una capra) non frega niente a nessuno di alzarglielo.

L.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15853
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Scuola del merito e della competività o scuola che asseconda i tempi di apprendimento di tutti gli alunni?   Dom Ago 31, 2014 10:12 pm

sweetdream ha scritto:
Ti capisco Avido, però il merito non è assoluto, è relativo.
Io lavoro con gli adulti e forse lo vedo di più, non so, però la situazione di partenza, l'impegno, la volontà, l'handicap con cui cominci il percorso...
Verissimo, infatti il nostro è un lavoro molto complicato; è per quello che ci coprono di elogi e denaro.

Io sono per le classi differenziate; lo so non aiutano l'integrazione, ma lo scopo primario della scuola è l'integrazione o l'istruzione ? Se si possono avere entrambe ben venga ma se collidono e bisogna scegliere ...... gli studenti ad alto potenziale da un lato e quelli in difficoltà dall'altro.

Sostanzialmente è già così (liceo e professionale) ma si potrebbe fare di meglio, con vantaggio per entrambi i gruppi.

L'integrazione lasciamola a agli ambiti ludico-ricreativi (boy scout ecc).

Due anni fa ho fatto il tirocinio del TFA in una classe con un alunno che aveva un ritardo mentale importante (forse medio).
La classe era di operatrici socio sanitarie o roba simile ..... una classe di future badanti.
Uno potrebbe fare la battuta che il ragazzo studiava per fare il badante nonostante necessitasse lui di assistenza, la si potrebbe fare se il caso non fosse intrinsecamente triste.
Ovviamente era lì per integrarsi con il resto della società.

Quale migliore situazione di un ragazzo così in una classe di badanti ? Lui perfettamente "badato" e loro con la grande opportunità di fare esperienza !

Durante la lezione le ragazze facevano quello che dovevano (o volevano tipo rifarsi le unghie), lui lì ad annoiarsi nel sentire quel che non capiva.
All'intervallo le ragazze tutte in giro a cazzeggiare (bar, amiche, fumo, corteggiamenti .... tutto quello che è normale per adolescenti normali) e lui in classe col prof di sostegno.

E' integrazione questa ? Ma se lo si metteva in un gruppo di 5 disastrati come lui a fare cose a lui realmente utili, non era meglio anche per lui ?
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15853
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Scuola del merito e della competività o scuola che asseconda i tempi di apprendimento di tutti gli alunni?   Dom Ago 31, 2014 10:26 pm

paniscus_2.0 ha scritto:
E comunque, non vedo alcun problema nel fatto di promuovere tutti, se tutti hanno raggiunto gli obiettivi minimi richiesti, e non vedo alcun problema nemmeno nel fatto di dare voti alti a tutti, se tutti hanno raggiunto i livelli previsti nella programmazione per ottenere voti alti. Ma del resto non vedrei anche nessun problema nel bocciare tutti, se fossero tutte capre, o nel promuovere tutti con voti molto bassi, se fossero tutti su livelli accettabili ma modestissimi.
Infatti non c'è alcun problema .... ma non è il meglio che si possa fare.

Lungi da me la volontà di fare apologia del nazismo o discorsi antisemiti, mi viene però in mente una scena del film "Schindler's list".

Un gruppo di ebrei è costretto a lavorare in una fabbrica a produrre non ricordo cosa, c'è un ebreo con un handicap forse ad una mano; gli si contesta che fa poca produzione, lo si minaccia di uccidere se non raggiunge un minimo, alcuni accelerano la propria produzione per dare a lui qualche pezzo e lui stesso lavora come una macchinetta (per quanto possa); poi rischia di morire lo stesso ma un colpo di culo lo salva.

I nazisti erano dei delinquenti sono il primo a dirlo, ma dei delinquenti di eccezionale qualità; gli ebrei delle vittime, indubbiamente, ma quanto si davano da fare in quelle situazioni ....

Ora non voglio dire che dobbiamo schiavizzare i nostri alunni, in fin dei conti sono ragazzi e bisogna rispettare la loro natura "cazzeggiatoria", ma un po' di pepe al culo male non gli farebbe.
Tornare in alto Andare in basso
sweetdream



Messaggi : 729
Data d'iscrizione : 27.04.11

MessaggioOggetto: Re: Scuola del merito e della competività o scuola che asseconda i tempi di apprendimento di tutti gli alunni?   Dom Ago 31, 2014 10:33 pm

Gli alunni non saranno schiavizzati affatto...la Giannini ha fatto un discorso buono cent'anni fa, vi ricordate quando ho scritto che la scuola della competitività reggeva quando si formava la classe dirigente e si aiutavano i "meritevoli privi di mezzi"? Ecco, la ministra ha fatto proprio questo tipo di discorso, che oggi non mi pare affatto proponibile come modello! Nessuno sarà schiavizzato, tranne forse noi docenti che dovremo stare bene attenti a trattare tutti come dei lollipop per vedere intatto lo stipendio... :-(
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15853
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Scuola del merito e della competività o scuola che asseconda i tempi di apprendimento di tutti gli alunni?   Dom Ago 31, 2014 10:44 pm

sweetdream ha scritto:
Gli alunni non saranno schiavizzati affatto...la Giannini ha fatto un discorso buono cent'anni fa, vi ricordate quando ho scritto che la scuola della competitività reggeva quando si formava la classe dirigente e si aiutavano i "meritevoli privi di mezzi"? Ecco, la ministra ha fatto proprio questo tipo di discorso, che oggi non mi pare affatto proponibile come modello! Nessuno sarà schiavizzato, tranne forse noi docenti che dovremo stare bene attenti a trattare tutti come dei lollipop per vedere intatto lo stipendio... :-(
Il mio più grande pregio (per me) e contemporaneamente più grande difetto (per gli altri) e che mi adatto mooooolto facilmente ad ogni situazione; se mi trovo nella merda fino al collo gioisco perchè in fondo è il miglior concime.

Non mi farei mai scrupolo a promuovere anche i banchi e le sedie, non solo chi li scalda, se il sistema me lo chiedesse.
Tornare in alto Andare in basso
sweetdream



Messaggi : 729
Data d'iscrizione : 27.04.11

MessaggioOggetto: Re: Scuola del merito e della competività o scuola che asseconda i tempi di apprendimento di tutti gli alunni?   Dom Ago 31, 2014 10:55 pm

Avido, tutti ci adattiamo. Sapessi a che mi sono adattata io! :-D
Ma se la riforma agirà in questi termini, in quanti saranno penalizzati perché non amici di, oppure non-lecchini? Sarà bello se un docente preparato che dà l'anima a scuola si ritroverà una decurtazione per futili motivi? Pensa se è vero che le famiglie potranno valutarci...basterebbe un nonnulla...
Insomma, non mi piace che la scuola diventi la succursale di Tripadvisor, ecco! :-(
Tornare in alto Andare in basso
 
Scuola del merito e della competività o scuola che asseconda i tempi di apprendimento di tutti gli alunni?
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Contratti sul sito della scuola
» Israele, vogliamo parlarne?
» Religione nella scuola materna
» richiesta 3 giorni di vacanza a discrezione della scuola
» lettera scuola materna

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: