Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 scrutini settembre vecchia scuola vs riunione dipartimento nuova scuola

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
fede



Messaggi : 54
Data d'iscrizione : 07.04.13

MessaggioOggetto: scrutini settembre vecchia scuola vs riunione dipartimento nuova scuola   Lun Set 01, 2014 1:25 pm

Oggi ho preso servizio nella nuova scuola. Il 4 Settembre avrò una riunione di dipartimento. Il problema è che nella vecchia scuola il 4 settembre ci sono gli esami di recupero. Il preside della vecchia scuola dice che esami e scrutini hanno la priorità su qualsiasi altro impegno, il preside della nuova scuola non ne vuole neanche sentire parlare e mi ha detto ( anche in modo non gentile)  che non mi darà il permesso per partecipare agli esami. Cosa devo fare? Io vorrei fare gli esami, non mi sembra corretto  farl esaminare gli alunni da un perfetto estraneo. Grazie.
Tornare in alto Andare in basso
Dec
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 47788
Data d'iscrizione : 23.08.10

MessaggioOggetto: Re: scrutini settembre vecchia scuola vs riunione dipartimento nuova scuola   Lun Set 01, 2014 2:06 pm

Non credo che tu possa disobbedire al tuo nuovo ds. Se non si mettono d'accordo loro, non puoi farci niente. In un altro topic si discuteva dell'opportunità di fissare gli esami e gli scrutini entro il 31 agosto, che peraltro prevede la legge, consentendo deroghe solo in casi eccezionali. Ecco le conseguenze.
Tornare in alto Andare in basso
fede



Messaggi : 54
Data d'iscrizione : 07.04.13

MessaggioOggetto: Re: scrutini settembre vecchia scuola vs riunione dipartimento nuova scuola   Lun Set 01, 2014 2:32 pm

La legge dice che gli scrutini e gli esami vanno fissati preferibilmente entro il 31 Agosto e comunque entro l'inizio del nuovo anno scolastico. Comunque hai ragione, se non si accordano i dirigenti , io non posso fare nulla. Grazie per la risposta.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: scrutini settembre vecchia scuola vs riunione dipartimento nuova scuola   Lun Set 01, 2014 2:53 pm

Condoglianze per la nuova gestione, Il buon giorno si vede dal mattino.
Tornare in alto Andare in basso
papapaolo



Messaggi : 73
Data d'iscrizione : 22.10.11

MessaggioOggetto: Re: scrutini settembre vecchia scuola vs riunione dipartimento nuova scuola   Mer Set 03, 2014 12:27 pm

anche io sono nella stessa situazione di fede. Vorrei solo capire: è obbligatorio recarsi nella vecchia scuola nel caso in cui non ci fossero impegni in quella attuale? Io per farlo dovrei sostenere spese di viaggio e alloggio non indifferenti.Grazie
Tornare in alto Andare in basso
fede



Messaggi : 54
Data d'iscrizione : 07.04.13

MessaggioOggetto: Re: scrutini settembre vecchia scuola vs riunione dipartimento nuova scuola   Mer Set 03, 2014 1:22 pm

Assolutamente no. Il tuo contratto è terminato il 31 Agosto per cui non hai obblighi. La mia situazione è opposta: io vorrei fare gli esami nella vecchia scuola, ma la nuova preside non mi da il permesso...
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: scrutini settembre vecchia scuola vs riunione dipartimento nuova scuola   Mer Set 03, 2014 4:27 pm

Invito le persone sensibili a non leggere questo intervento.
1) la normativa permette che la procedura di integrazione dello scrutinio finale si possa completare anche oltre il 1 settembre e, comunque, entro l'inizio del nuovo anno scolastico. In funzione di questa deroga, il MIUR offre il supporto giuridico permettendo l'utilizzo di docenti trasferiti, licenziati o collocati a riposo al fine di rispettare in prima istanza il principio della composizione del consiglio di classe originario. Questo supporto, concretizzato attraverso una nota ministeriale del 2008 (se non ricordo male), è a mio parere un raro esempio di elasticità funzionale delle linee guida ministeriali. In molti hanno colto in pieno lo spirito di questa nota: dirigenti scolastici, docenti e, immagino, studenti e famiglie, meglio predisposti alla vecchia idea della "riparazione a settembre" piuttosto che ad una fantomatica procedura da assolversi nel corso dell'estate (ritenuta sacra non solo dagli insegnanti lavativi che vogliono farsi 13 mesi di ferie l'anno)
2) prescindendo da studenti e famiglie, tenuti ad adeguarsi ai calendari fissati dalle scuole, dirigenti scolastici e docenti si sono adattati a questa interpretazione elastica (spiego nei punti successivi)
3) il dirigente scolastico responsabile e avveduto concede la sospensione temporanea della disponibilità di un proprio sottoposto permettendo che possa completare adempimenti relativi al servizio svolto nella scuola di provenienza. Al tempo stesso beneficierà della disponibilità di ex sottoposti provenienti da altre scuole per gli stessi motivi. Questo in base ad un tacito accordo di collaborazione fra differenti istituti e, soprattutto, per rispetto di una disposizione ministeriale.
4) il dirigente scolastico responsabile e avveduto non pianifica una riunione di programmazione il 4 settembre quando sa benissimo che un certo numero di docenti dovrebbe, secondo un'ordinanza ministeriale del 2007, verificare e valutare alunni a cui è stato sospeso il giudizio nell'anno scolastico precedente. Non pianifica una riunione di programmazione in un periodo dell'anno scolastico in cui il 40-50% dell'organico è ancora scoperto perché sono in divenire gli incarichi a tempo determinato su cattedre vacanti
5) il dirigente scolastico responsabile e avveduto cerca di rispettare fedelmente il dettato dell'OM del 2007 garantendo nei limiti del possibile l'integrazione dei giudizi sospesi da parte degli stessi docenti, sia nel proprio istituto sia negli altri istituti.
6) il docente responsabile e avveduto sa bene di essere la persona più indicata per verificare e valutare in modo obiettivo i progressi compiuti da uno studente a cui aveva sospeso il giudizio e si rende disponibile ad assolvere con serenità e serietà professionale a questa procedura salvo eventuali situazioni conflittuali o di impedimento logistico
7) il docente responsabile e avveduto sa bene che impedimenti di varia natura possono far sì che un collega non possa o non voglia partecipare alle operazioni di integrazione del giudizio sospeso, pertanto si rende disponibile per sostituire un collega assente cercando di garantire la massima obiettività per non penalizzare uno studente che non conosce.
lo studente responsabile e avveduto sa di avvere un giudizio sospeso e che deve saldare un "debito" e si adopera, nel suo interesse, a colmare le lacune e dimostrare un progresso. Il genitore responsabile sa che esiste una scadenza e pianifica gli impegni della famiglia in funzione del calendario prefissato e pubblicizzato dalla scuola del proprio figlio, adeguandosi alle scadenze a prescindere che ricadano il 27 agosto o il 3 settembre.

Poi, scusate il francese, ci sono le teste di cazzo ottuse, quelle che per corredo genetico fanno i caccaspilli a prescindere e in funzione di non si sa bene quale obiettivo. Gente che, per manifesta dannosità (volontaria o non) dovrebbe essere sbattuta fuori a calci in culo dalla scuola per renderla più vivibile e, soprattutto, più funzionale.
Tornare in alto Andare in basso
fede



Messaggi : 54
Data d'iscrizione : 07.04.13

MessaggioOggetto: Re: scrutini settembre vecchia scuola vs riunione dipartimento nuova scuola   Gio Set 04, 2014 3:03 pm

Oggi ho fatto gli esami nella vecchia scuola!!! La " vecchia" preside si è impuntata e dopo una lunga trattativa ha vinto. Adesso mi aspetto che la " nuova" preside mi faccia pagare il fatto di aver voluto portare a termine un lavoro portando i miei "vecchi" alunni fino agli esami di recupero...
Hai ragione Gian, nella realtà purtroppo, i dirigenti possono rendere la vita ( scolastica) di noi insegnanti molto difficile. Ad una mia collega che l'anno scorso si era permessa di rifiutare un incarico da coordinatore, la preside quest'anno le ha tolto tutte le sue classi, fregandosene della continuità didattica e le ha dato le classi in cui c'erano gli alunni più difficili. Ritorniamo al solito punto, nessuna normativa può garantire  professionalità e serietà nel lavoro, o ce l'hai o non ce l'hai.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: scrutini settembre vecchia scuola vs riunione dipartimento nuova scuola   Gio Set 04, 2014 5:45 pm

fede ha scritto:
Oggi ho fatto gli esami nella vecchia scuola!!! La " vecchia" preside si è impuntata e dopo una lunga trattativa ha vinto.
Credo che alla fine la "vecchia" preside abbia detto al "nuovo" senza mezzi termini che contravvenendo alle disposizioni ministeriali e probabilmente gli ha prospettato la possibilità di coinvolgere i loro superiori.
Un conto è raggirare un sottoposto prospettandogli la propria linea e le proprie decisioni come "norma", un altro è fare il braccio di ferro tra dirigenti quando entrano in gioco le norme, quelle vere ;-)

Citazione :
Adesso mi aspetto che la " nuova" preside mi faccia pagare il fatto di aver voluto portare a termine un lavoro portando i miei "vecchi" alunni fino agli esami di recupero...
Non è detto. Ho avuto a che fare, qualche volta, con dirigenti scolastici che hanno dovuto, loro malgrado, abbassare la cresta e far buon viso a cattiva sorte. Poi passano i giorni e tutto torna alla normalità. Poi ci sono gli imbecilli che se la legano al dito. Pazienza, bisogna convivere anche con questi, cercando di subire il minor danno possibile.

Citazione :
la preside quest'anno le ha tolto tutte le sue classi, fregandosene della continuità didattica e le ha dato le classi in cui c'erano gli alunni più difficili
Questo è l'aspetto che mi preoccupa di meno, a parte qualche classe di fave lesse, ho avuto talvolta classi di alunni "difficili" che sono riuscito a conquistare. Magari il risultato nel profitto lascia a desiderare, ma il rispetto l'ho sempre conquistato sul campo. E non c'è nulla di più gratificante per un insegnante, dopo la misera volgar pecunia, che guadagnarsi il rispetto di studenti e genitori.

Tre anni fa ho ottenuto l'utilizzazione a domanda che mi ha permesso di andarmene da una scuola in cui ho insegnato per 18 anni proprio perché ormai ero in conflitto con il DS e avevo perso ogni stimolo. Se fossi rimasto penso che prima o poi sarei andato incontro a qualche sanzione disciplinare per ritorsione. Sono finito in una scuola completamente diversa, in una classe di concorso diversa, in un ambiente completamente diverso. Fra le nuove classi avevo una seconda di scalmanati, peraltro la classe più numerosa che abbia mai avuto. Mi hanno fatto dannare per mesi, erano 20 anni che non mi ero trovato in una situazione del genere. Ebbene, quella seconda l'ho avuta come terza e poi come quarta. Quest'anno sarà una quinta e so già che a giugno mi dispiacerà che finirà il suo ciclo, perché in tre anni, giorno dopo giorno, ho scoperto di aver "cresciuto" la migliore classe che abbia avuto negli ultimi 15 anni (dico di averli cresciuti perché sono l'unico superstite degli insegnanti che avevano in seconda).

I dirigenti scolastici sono talvolta un complemento un po' troppo ingombrante della nostra vita lavorativa quotidiana, ma alla fine sta a noi riuscire a ridimensionarne l'ingombro sterico nei limiti del fisiologico e dedicare la nostra attenzione ad aspetti più gratificanti e a svolgere un lavoro più dignitoso senza vendere la nostra dignità. Anche se questo comporta qualche sacrificio in più.
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6144
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: scrutini settembre vecchia scuola vs riunione dipartimento nuova scuola   Gio Set 04, 2014 11:07 pm

gian ha scritto:
Poi, scusate il francese, ci sono le teste di cazzo ottuse, quelle che per corredo genetico fanno i caccaspilli a prescindere e in funzione di non si sa bene quale obiettivo. Gente che, per manifesta dannosità (volontaria o non) dovrebbe essere sbattuta fuori a calci in culo dalla scuola per renderla più vivibile e, soprattutto, più funzionale.

Hai dimenticato un caso che sta diventando sempre più comune: i docenti dell'anno precedente che non vengono proprio riconvocati per gli esami, esclusivamente per risparmiare, perchè erano supplenti il cui contratto è già scaduto, e che difficilmente hanno già un nuovo incarico alla data del primo settembre.  Se venissero richiamati per gli esami bisognerebbe rifare loro un contrattino apposta per i giorni degli esami e dei consigli di classe, e pagarglieli regolarmente (e in questo caso, ovviamente, non cambierebbe nulla se gli esami si facessero prima del 31 agosto, perché il contratto del supplente sarebbe finito comunque da un pezzo).

E di conseguenza il dirigente testadiq*zz, che è sempre tanto bravo a pretendere con arroganza la disponibilità dei suoi ex sottoposti se questi si sono trasferiti in altra scuola (e in teoria sono già tenuti agli obblighi di servizio in altra scuola)... invece se ne strafrega dei suoi ex sottoposti, se questi non sono trasferiti in altra scuola, ma in quel momento sono semplicemente disoccupati.

SE è vero che si parte dall'assunto che "sia opportuno che a valutare gli alunni  sia la stessa persona che li ha seguiti per tutto l'anno e che ha assegnato loro l'insufficienza"...

... beh, il suddetto dirigente testadiq*zz, in tal caso, è ben consapevole di introdurre un'oggettiva situazione di disparità tra gli studenti che hanno avuto un insegnante di ruolo poi trasferito, e quelli che hanno avuto un insegnante precario genericamente "scomparso", però se ne strafrega.

E oltretutto, la prassi è che, per tamponare la sostituzione, incarichi in fretta e furia un altro insegnante della stessa materia interno alla scuola, che in quei giorni sta già facendo gli esami agli alunni suoi, e che (oltre a beccarsi il solito problema della responsabilità di giudicare ragazzi che non conosce e di cui non può valutare i miglioramenti o i peggioramenti rispetto a prima), non viene nemmeno pagato per le ore di lavoro aggiuntivo svolte e la partecipazione a consigli di classe in più.

Però se l'insegnante è trasferito altrove, allora l'imperativo etico che ognuno debba fare gli esami ai suoi è importantissimo, talmente importante da giustificare qualsiasi pretesa arrogante e qualsiasi intromissione nella giurisdizione di un'altra scuola; se invece è un precario in attesa di altro incarico, allora misteriosamente tale esigenza etica non vale più, e si può chiedere a chiunque di improvvisarsi esaminatore di chi non conosce, tanto sono tutti uguali.

Bello, no?

L.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: scrutini settembre vecchia scuola vs riunione dipartimento nuova scuola   Gio Set 04, 2014 11:40 pm

non so quanto sia diffusa la violazione che hai descritto. Potremmo fare un sondaggino all'acqua di rose per una piccola verifica.

Nella mia scuola (verifiche post settembre):
1) i supplenti sono riconvocati e si sottoscrive un contratto ad hoc
2) si chiede la disponibilità dei docenti di ruolo trasferiti
3) si sostituiscono con docenti interni quelli che sono impossibilitati o non intenzionati a partecipare
4) si assume che i nuovi arrivati debbano recarsi alla scuola di provenienza per partecipare alle operazioni di integrazione dello scrutinio finale
5) si chiede la compilazione di un modulo di presenza anche ai docenti di ruolo trasferiti per il pagamento delle competenze (presumo un rimborso spese forfettario)

[mode lick=on]Comincio a pensare che la mia DS sia una campionessa di buon senso oltre ad essere una pignoletta ligia al rispetto della forma e della norma[mode lick=off]
Tornare in alto Andare in basso
fede



Messaggi : 54
Data d'iscrizione : 07.04.13

MessaggioOggetto: Re: scrutini settembre vecchia scuola vs riunione dipartimento nuova scuola   Ven Set 05, 2014 10:55 am

"Poi ci sono gli imbecilli che se la legano al dito" Ti assicuro che stiamo proprio parlando di questo...Sono anni che perseguita insegnanti che hanno fatto l'errore di contrastarla. Alcuni docenti, dopo anni di persecuzione hanno deciso di traferirsi. Questo è il motivo per cui sono preoccupata. Comunque questa sarà la mia sede per quest'anno , sono contenta di lavorare in un liceo scientifico insegnando materie scientifiche, dovrò solo cercare di evitarla...l'ignoranza non ha limiti ed è un male che non ha cura...
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6144
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: scrutini settembre vecchia scuola vs riunione dipartimento nuova scuola   Ven Set 05, 2014 4:15 pm

gian ha scritto:
non so quanto sia diffusa la violazione che hai descritto.

E' MOLTO diffusa negli ultimi due o tre anni, ossia da quando si è parallelamente diffuso, da parte degli uffici provinciali e regionali, il vezzo di fare le convocazioni per le supplenze annuali a settembre inoltrato, e non più a fine agosto.

Quando l'incaricato annuale, per quanto precario, prendeva comunque servizio nella nuova scuola il primo settembre, allora ai dirigenti non costava niente trattarlo allo stesso modo di un docente di ruolo trasferito... tanto era già pagato altrove.

Da quando gli incarichi annuali vengono dati deliberatamente con un mese di ritardo, e quindi al primo settembre i precari sono ancora tutti a spasso, i dirigenti non li convocano più per gli esami, perché altrimenti dovrebbero pagarli.

L.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: scrutini settembre vecchia scuola vs riunione dipartimento nuova scuola   Ven Set 05, 2014 4:42 pm

paniscus_2.0 ha scritto:
gian ha scritto:
non so quanto sia diffusa la violazione che hai descritto.

E' MOLTO diffusa negli ultimi due o tre anni, ossia da quando si è parallelamente diffuso, da parte degli uffici provinciali e regionali, il vezzo di fare le convocazioni per le supplenze annuali a settembre inoltrato, e non più a fine agosto.

Capisco e la cosa non mi stupisce dal momento che in molti istituti si raschia il fondo per pagare le supplenze brevi, figuriamoci quelle per l'integrazione del giudizio.

In ogni caso si tratta di una procedura illegale, in quanto la sostituzione del docente originario, che fosse di ruolo o precario non importa, è ammessa solo per giustificati motivi, ovvero l'indisponibilità del docente. L'interruzione del contratto e l'esigenza di risparmio da parte dell'istituto non sono, davanti alla legge, giustificati motivi: la scuola deve comunque richiamare (e pagare) i precari e può sostituirli solo in seconda istanza.

Probabilmente molti DS ricorrono al sotterfugio della sostituzione a prescindere perché alla fine sono pochissimi i giudizi sospesi che non hanno esito positivo e, in definitiva, la probabilità di un ricorso è bassissima. Anche perché i diretti interessati, studenti e famiglie, sono poco informati in merito al dispositivo.

In ogni modo è una consuetudine che nel mio istituto non vige.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: scrutini settembre vecchia scuola vs riunione dipartimento nuova scuola   Ven Set 05, 2014 4:50 pm

fede ha scritto:
Questo è il motivo per cui sono preoccupata.
L'importante è che tu faccia correttamente il tuo lavoro evitando di conservarti scheletri nell'armadio. Il massimo che ti possa capitare è trovarti qualche ostacolino sul percorso derivato da dispettucci di bassa lega. Il minimo che puoi permetterti è, ad ogni occasione, di guardare nel bianco degli occhi il tuo capetto e fargli intendere con palesi allusioni tutto il tuo disprezzo.

Magra consolazione, ma per lo meno ti sentirai molto meno frustrata rispetto al doverti inchinare senza motivo ad ogni capriccio dell'imbecille. Con la dignità non ci mangi direttamente, ma risparmi in psicofarmaci e sedute psicoterapeutiche e, alla lunga, quello che risparmi in medicine e cure lo utilizzi per comprarti l'aragosta a ferragosto.
Tornare in alto Andare in basso
fede



Messaggi : 54
Data d'iscrizione : 07.04.13

MessaggioOggetto: Re: scrutini settembre vecchia scuola vs riunione dipartimento nuova scuola   Ven Set 05, 2014 5:59 pm

In questa scuola la preside usa " convincere" ( o meglio costringere) gli insegnanti a trasformare i 4 in 6. Io non ho intenzione di cedere a questi ricatti. Se ci tolgono pure l'autonomia nella valutazione....
Molti miei colleghi in quella scuola avevano questi propositi inizialmente, poi è subentrata la stanchezza , anche perchè dovevano continuamente  far fronte a quegli ostacoli e dispetti che poi tanto piccoli non erano. Ad un certo punto forse si comincia a pensare che non ne vale più la pena, soprattutto se si è vicini alla pensione. Quello che mi chiedo è fino a che punto un preside può approfittare del suo potere, ammesso che abbia questo potere; c'è qualcosa che si può fare prima che la stanchezza ci faccia dimenticare quant'è bello ( e difficile ) questo lavoro se si fa con passione?
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: scrutini settembre vecchia scuola vs riunione dipartimento nuova scuola   Ven Set 05, 2014 7:54 pm

Fede, la pressione sull'innalzamento dei voti è applicata da tutti i DS da parecchi anni. Lo fanno principalmente nel loro interesse perché la sopravvivenza di un istituto autonomo si basa sul numero di iscritti, questo si basa sull'immagine offerta dall'istituto e l'immagine, nella stragrande maggioranza della nostra società, si basa sulla percentuale di promossi. Qualche istituto storico può ancora permettersi una forma di selettività (a mio parere fittizia perché deve fare i conti con la macchina dei ricorsi amministrativi), il resto scaturisce da una competizione che, fondamentalmente, è una guerra tra poveri. Un istituto che attua una valutazione seria dei percorsi e, di conseguenza, una selezione razionale, nel lungo periodo e in un sistema socioeconomico diverso da quello italico, sarebbe un istituto vincente. Ma in Italia, un istituto del genere è destinato a soccombere nel breve periodo prima che possa imporsi come scuola di qualità.

I DS lo sanno benissimo, noi insegnanti siamo ancora fermi ad un'idea, in teoria sana, di una scuola che dovrebbe formare e sfornare persone capaci e competenti, ma che fa parte di un immaginario collettivo che non trova spazio concreto nella realtà quotidiana.

Ergo, lasciamo perdere medie aritmetiche, principi e balle varie. Certe volte bisogna turarsi il naso e cogliere qualsiasi elemento positivo pur di garantire una qualche forma di successo scolastico e, soprattutto, cercare di rallentare una spirale che sta portanto all'agonia del sistema dell'istruzione in ampie fasce della realtà territoriale e socioeconomico dell'Italia. Se una scuola agonizza viene chiusa, se la scuola viene chiusa il territorio perde ulteriormente potenziali risorse e a sua volta diventa ulteriormente più emarginato e destinato al nulla.

In ogni modo, il DS ha un potere limitato: può fare opera di convincimento, ma alla fine è il consiglio di classe che delibera. Quello che dobbiamo fare noi insegnanti è operare con coscienza e razionalità cercando di salvaguardare quanto più è possibile una forma di qualità del sistema ma, al tempo stesso, tenendo i piedi per terra e guardare in faccia la triste realtà.
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6144
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: scrutini settembre vecchia scuola vs riunione dipartimento nuova scuola   Ven Set 05, 2014 8:56 pm

fede ha scritto:
Molti miei colleghi in quella scuola avevano questi propositi inizialmente, poi è subentrata la stanchezza , anche perchè dovevano continuamente  far fronte a quegli ostacoli e dispetti che poi tanto piccoli non erano. Ad un certo punto forse si comincia a pensare che non ne vale più la pena, soprattutto se si è vicini alla pensione.

Ma dovrebbe essere esattamente il contrario! Capisco molto di più che uno finisca con l'ingoiare il rospo e sottomettersi all'andazzo comune, se ha la prospettiva di rimanere ancora molti anni nell'ambiente, e non vuole rischiare di rovinarseli a lungo termine... ma se si è davvero vicini alla pensione, chissenefrega?!
Tornare in alto Andare in basso
fede



Messaggi : 54
Data d'iscrizione : 07.04.13

MessaggioOggetto: Re: scrutini settembre vecchia scuola vs riunione dipartimento nuova scuola   Sab Set 06, 2014 9:34 am

Non penso che riuscirò a tapparmi il naso..anche perchè, parlando con alcuni genitori di alunni che frequentano quella scuola , non è sempre vincente la strategia di avere un'alta percentuale di promossi. Molti genitori vogliono  una scuola di qualità.
"La sopravvivenza di un istituto autonomo si basa sul numero di iscritti, questo si basa sull'immagine offerta dall'istituto e l'immagine, nella stragrande maggioranza della nostra società, si basa sulla percentuale di promossi".Le iscrizioni in questa scuola stanno man mano calando da quando  questa preside  ha scelto di seguire  la politica del " tutti bravi tutti promossi". Vi parlo di un liceo scientifico importante, di un liceo storico che " sfornava" studenti capaci di proseguire gli studi universitari e che si facevano riconoscere per le loro capacità.
"Una scuola che dovrebbe formare e sfornare persone capaci e competenti, ma che fa parte di un immaginario collettivo che non trova spazio concreto nella realtà quotidiana".. Siamo noi insegnanti i responsabili della qualià della scuola ( ovviamente non solo) . In un momento storico difficile come quello che stiamo vivendo , la scuola può e deve dare il suo contributo e se abbassiamo continuamente il livello della preparazione di questi ragazzi, se tutti sono bravi e promossi, non c'è speranza . Io farò la mia piccola battaglia affinchè i meritevoli vengano premiati . Non sarà facile e probabilmente alla fine rinuncerò anche io ma ci avrò provato.
Tornare in alto Andare in basso
 
scrutini settembre vecchia scuola vs riunione dipartimento nuova scuola
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» A36 e A37 (due disgrazie che si sommano)
» Religione nella scuola materna
» lettera scuola materna
» Giudizio sulla scuola...
» SEM-Scuola Estetica Moderna (To)

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: