Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Conseguenze riforma Renzi. Perdita di stipendio ed instabilità?

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10  Seguente
AutoreMessaggio
bomaria



Messaggi : 318
Data d'iscrizione : 26.07.12

MessaggioOggetto: Conseguenze riforma Renzi. Perdita di stipendio ed instabilità?   Sab Set 06, 2014 2:24 pm

Promemoria primo messaggio :

Cosa significa "libertà dei presidi di scegliersi i docenti come meglio credono all'interno di un mercato di soggetti contemporaneamente abilitati e vincitori di concorso"?

Secondo voi ciò significa che, anche se sei di ruolo in una scuola, il preside può mandarti via se non è contento del tuo operato (tipo se sei troppo severo e bocci troppo)?



E per "attenuazione degli scatti di anzianità con relativi risparmi"?

Secondo voi significa che se sei già allo scatto 9 ti riportano indietro (con perdita dello stipendio) e si incomincia tutti da zero, o ciò riguarderà solo le cose da qui in avanti per i neo immessi in ruolo?
Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
gugu



Messaggi : 25642
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: Conseguenze riforma Renzi. Perdita di stipendio ed instabilità?   Mar Set 23, 2014 2:10 pm

Dec ha scritto:
silver76 ha scritto:
in ogni caso qualora la riforma del governo dovesse cadere, e sono uno di quelli che ritiene purtroppo possibilissimo questo esito, quello che si vedrà "da fuori" sarà semplicemente che gli insegnanti per l'ennesima volta hanno messo le barricate davanti a un provvedimento che prevedeva la valorizzazione del loro merito.

Se invece la riforma dovesse essere approvata, gli insegnanti passerebbero per quelli che vengono favoriti per l'ennesima volta da un governo di sinistra (e quindi considerato amico) che, in un momento così difficile per il paese, vuole spendere i soldi dei contribuenti per assumere più docenti di quelli che servirebbero e oltre tutto li assume con una sanatoria generalizzata che prescinde dal merito (vai a spiegare che non è così) e che interesserà anche coloro che sono agli ultimi posti delle Gae e delle Gm. Comunque vada, faremo una brutta figura. Anche per questo dovremmo ringraziare chi ci ha messo in questa situazione.


In effetti sarebbe meglio essere assunti in un periodo di governo nemico, in mezzo a qualche taglio. Sinceramente sei diventato incomprensibile (senza considerare che post contenenti giudizi molto forti non vengono nemmeno più chiusi dai moderatori).
Tornare in alto Andare in basso
Dec
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 47875
Data d'iscrizione : 23.08.10

MessaggioOggetto: Re: Conseguenze riforma Renzi. Perdita di stipendio ed instabilità?   Mar Set 23, 2014 2:20 pm

Silver76 poneva il problema del giudizio che l'opinione pubblica ha o potrebbe avere di noi. Ho risposto su questo e credo che più che il discorso degli scatti di anzianità e del merito (che è abbastanza tecnico e non credo sia molto conosciuto dall'opinione pubblica) passerà il discorso del mega-piano di assunzioni. Se poi tu non mi capisci, pazienza.
Per quanto riguarda la questione dei topic non chiusi, concordo con te che alcuni post sono francamente sgradevoli da leggere, ma questo capita sempre quando si annunciano grandi cambiamenti e gli animi si accendono. Spero che ci sia un maggiore autocontrollo da parte di tutti. L'intervento dei moderatori sarebbe subito interpretato come una sorta di censura, anche se è logico che di fronte ad utenti che si insultano pesantemente non possiamo far altro che intervenire.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Conseguenze riforma Renzi. Perdita di stipendio ed instabilità?   Mar Set 23, 2014 2:24 pm

81anna ha scritto:
secondo me questa riforma penalizza altro che valorizza: i docenti di ruolo in primis grazie ai quali si troveranno le risorse per i precari e poi tutta la scuola pubblica!!!!
Non vorrei traumatizzarti, ma ci tengo a informarti che la famosa penalizzazione dei docenti di ruolo (in primis) e a tutta la scuola pubblica in seconda istanza, finalizzata a trovare le risorse per i precari è una bufala. O meglio, è l'equivalente di una spalmata di vaselina per rendere meno indolore l'innovazione.
La penalizzazione si farà (o si proverà a farla) comunque, a prescindere dall'assunzione dei precari.

Beata l'ingenuità :-)
Tornare in alto Andare in basso
iaiataf



Messaggi : 730
Data d'iscrizione : 27.04.14

MessaggioOggetto: Re: Conseguenze riforma Renzi. Perdita di stipendio ed instabilità?   Mar Set 23, 2014 2:25 pm

Per 81anna... Speravo fosse chiaro il mio intento ironico nel parlare di "valorizzazione"...
Tornare in alto Andare in basso
gugu



Messaggi : 25642
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: Conseguenze riforma Renzi. Perdita di stipendio ed instabilità?   Mar Set 23, 2014 2:26 pm

Dec ha scritto:
Silver76 poneva il problema del giudizio che l'opinione pubblica ha o potrebbe avere di noi. Ho risposto su questo e credo che più che il discorso degli scatti di anzianità e del merito (che è abbastanza tecnico e non credo sia molto conosciuto dall'opinione pubblica) passerà il discorso del mega-piano di assunzioni. Se poi tu non mi capisci, pazienza.
Per quanto riguarda la questione dei topic non chiusi, concordo con te che alcuni post sono francamente sgradevoli da leggere, ma questo capita sempre quando si annunciano grandi cambiamenti e gli animi si accendono. Spero che ci sia un maggiore autocontrollo da parte di tutti. L'intervento dei moderatori sarebbe subito interpretato come una sorta di censura, anche se è logico che di fronte ad utenti che si insultano pesantemente non possiamo far altro che intervenire.


Ma l'opinione pubblica ha lo stesso giudizio, che l'assunzione sia 1 o un milione, lo sappiamo da anni. Sinceramente poi di pensare a cosa pensa l'opinione pubblica di me non mi interessa più di tanto. Non è non assumendo che si cambierà l'idea di chi non ci stima.
Io di certo mi sbaglio ma queste tue ultime prese di posizione sono molto più personali di quanto tu non voglia far credere. Ma è comprensibile. Come tu potresti essere mandato a Belluno io potrei finire a Sondrio.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Conseguenze riforma Renzi. Perdita di stipendio ed instabilità?   Mar Set 23, 2014 2:36 pm

gugu ha scritto:
Dec ha scritto:
silver76 ha scritto:
in ogni caso qualora la riforma del governo dovesse cadere, e sono uno di quelli che ritiene purtroppo possibilissimo questo esito, quello che si vedrà "da fuori" sarà semplicemente che gli insegnanti per l'ennesima volta hanno messo le barricate davanti a un provvedimento che prevedeva la valorizzazione del loro merito.

Se invece la riforma dovesse essere approvata, gli insegnanti passerebbero per quelli che vengono favoriti per l'ennesima volta da un governo di sinistra (e quindi considerato amico) che, in un momento così difficile per il paese, vuole spendere i soldi dei contribuenti per assumere più docenti di quelli che servirebbero e oltre tutto li assume con una sanatoria generalizzata che prescinde dal merito (vai a spiegare che non è così) e che interesserà anche coloro che sono agli ultimi posti delle Gae e delle Gm. Comunque vada, faremo una brutta figura. Anche per questo dovremmo ringraziare chi ci ha messo in questa situazione.


In effetti sarebbe meglio essere assunti in un periodo di governo nemico, in mezzo a qualche taglio. Sinceramente sei diventato incomprensibile (senza considerare che post contenenti giudizi molto forti non vengono nemmeno più chiusi dai moderatori).
Gugu, c'è poco da comprendere, è sufficiente deviare un po' lo sguardo dalle luci sfavillanti di West Berlino per rendersene conto. Prova a navigare in qualche forum o blog frequentato prevalentemente da utenti estranei al mondo della scuola e potrai capire il senso dell'intervento di Dec.

Ti faccio un esempio banalissimo: quando, qualche giorno fa, i sindacati di forze dell'ordine pubblico e della difesa sono scesi in campo per reclamare lo sblocco del contratto, minacciando anche lo sciopero, la maggior parte dei commenti era orientato sulla stigmatizzazione e basato sul concetto "onore alle forze dell'ordine perché rischiano la vita per la nostra sicurezza, ma di questi tempi, con tutte le persone che hanno perso il lavoro, chiedere un aumento di stipendio è poco elegante".

Nell'opinione pubblica le forze dell'ordine godono sicuramente di un credito più ampio di quello concesso alla categoria degli insegnanti. Come pensi che possa recepire l'idea centrale (ovvero quella più sbandierata) di questa "riforma", l'assunzione in blocco di 150 mila insegnanti?

Chissà quante persone hanno pensato o penseranno "e io pago".

Il resto sono favolette che possiamo raccontarci in questo forum.
Tornare in alto Andare in basso
silver76



Messaggi : 833
Data d'iscrizione : 25.05.13

MessaggioOggetto: Re: Conseguenze riforma Renzi. Perdita di stipendio ed instabilità?   Mar Set 23, 2014 2:39 pm

@iataf
non dubito che secondo il parere tuo e anche della maggioranza di noi questa riforma non valorizzi il merito. trovo però quantomeno sospetto che dalla notte dei tempi a oggi tutti invochiamo l'adeguamento del nostro stipendio e scortichiamo (qui sul forum, lontano da orecchie indiscrete) i colleghi nullafacenti e poi però non individuiamo mai un sistema buono per valutare il nostro merito. ma proprio mai mai.
se lo trovo sospetto io (fossi anche l'unico, ma non credo), figurarsi cosa ne pensa l'opinione pubblica, cioè il nostro datore di lavoro, tanto per usare un grillismo d'antan...
Tornare in alto Andare in basso
Dec
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 47875
Data d'iscrizione : 23.08.10

MessaggioOggetto: Re: Conseguenze riforma Renzi. Perdita di stipendio ed instabilità?   Mar Set 23, 2014 2:44 pm

gugu ha scritto:
Ma l'opinione pubblica ha lo stesso giudizio, che l'assunzione sia 1 o un milione, lo sappiamo da anni. Sinceramente poi di pensare a cosa pensa l'opinione pubblica di me non mi interessa più di tanto. Non è non assumendo che si cambierà l'idea di chi non ci stima.
Su questo siamo d'accordo, ma l'effetto di discredito sulla categoria ci sarà, come ha ben spiegato gian.
gugu ha scritto:
Io di certo mi sbaglio ma queste tue ultime prese di posizione sono molto più personali di quanto tu non voglia far credere. Ma è comprensibile. Come tu potresti essere mandato a Belluno io potrei finire a Sondrio.
Su questo invece ti sbagli. Non ho alcun timore che non ci siano posti nella mia provincia. La questione personale (su cui tu torni sempre) può riguardare al massimo la classe di concorso, ma cerco anche di guardare la riforma nel suo insieme e di prevedere quali conseguenze potrà avere. Io per forma mentis (penso di essere in effetti un conservatore) sono sempre scettico quando si annunciano grandi cambiamenti e non ci vedo chiaro. Se poi la cosa mi riguarda direttamente, a questo si aggiunge una forma d'ansia. In questi anni di precariato ho maturato alcune certezze, per quanto precarie anch'esse. Se mi cambiano le carte in tavola all'improvviso, non mi fido. Ecco, se vuoi interpretare per forza le mie parole in chiave personale (come se questo interessasse a qualcuno), questa può essere una possibile spiegazione.
Tornare in alto Andare in basso
iaiataf



Messaggi : 730
Data d'iscrizione : 27.04.14

MessaggioOggetto: Re: Conseguenze riforma Renzi. Perdita di stipendio ed instabilità?   Mar Set 23, 2014 2:46 pm

Hai ragione silver. Sono convinta che dovremmo impegnarci per riconquistare credibilità. Se ci trattano come schiavi è perché sembra che ci piaccia. Troppo faticosa la protesta. Meglio vivacchiare alla meno peggio, sperando che il nostro donatore di lavoro ci faccia il meno male possibile.
Tornare in alto Andare in basso
gugu



Messaggi : 25642
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: Conseguenze riforma Renzi. Perdita di stipendio ed instabilità?   Mar Set 23, 2014 2:47 pm

Dec ha scritto:
gugu ha scritto:
Ma l'opinione pubblica ha lo stesso giudizio, che l'assunzione sia 1 o un milione, lo sappiamo da anni. Sinceramente poi di pensare a cosa pensa l'opinione pubblica di me non mi interessa più di tanto. Non è non assumendo che si cambierà l'idea di chi non ci stima.
Su questo siamo d'accordo, ma l'effetto di discredito sulla categoria ci sarà, come ha ben spiegato gian.
gugu ha scritto:
Io di certo mi sbaglio ma queste tue ultime prese di posizione sono molto più personali di quanto tu non voglia far credere. Ma è comprensibile. Come tu potresti essere mandato a Belluno io potrei finire a Sondrio.
Su questo invece ti sbagli. Non ho alcun timore che non ci siano posti nella mia provincia. La questione personale (su cui tu torni sempre) può riguardare al massimo la classe di concorso, ma cerco anche di guardare la riforma nel suo insieme e di prevedere quali conseguenze potrà avere. Io per forma mentis (penso di essere in effetti un conservatore) sono sempre scettico quando si annunciano grandi cambiamenti e non ci vedo chiaro. Se poi la cosa mi riguarda direttamente, a questo si aggiunge una forma d'ansia. In questi anni di precariato ho maturato alcune certezze, per quanto precarie anch'esse. Se mi cambiano le carte in tavola all'improvviso, non mi fido. Ecco, se vuoi interpretare per forza le mie parole in chiave personale (come se questo interessasse a qualcuno), questa può essere una possibile spiegazione.


Ma di fatto nessuno sa esattamente cosa verrà proposto e in che termini, per cui troverei più giusto attendere dicembre e poi esprime le proprie perplessità. Sì oltre alla provincia volevo aggiungere il problema del ruolo su A043, anch'esso comprensibile (stando sul personale a me invece non farebbe nessun "effetto" essere assunto su A345 piuttosto che su A346, al massimo posso avere più ansia per la provincia, anche se spero che l'area centro lombarda possa accogliermi).
Tornare in alto Andare in basso
silver76



Messaggi : 833
Data d'iscrizione : 25.05.13

MessaggioOggetto: Re: Conseguenze riforma Renzi. Perdita di stipendio ed instabilità?   Mar Set 23, 2014 2:51 pm

iaiataf ha scritto:
Hai ragione silver. Sono convinta che dovremmo impegnarci per riconquistare credibilità. Se ci trattano come schiavi è perché sembra che ci piaccia. Troppo faticosa la protesta. Meglio vivacchiare alla meno peggio, sperando che il nostro donatore di lavoro ci faccia il meno male possibile.

fai l'unico lavoro al mondo in cui ti è concesso chiuderti la porta alle spalle, sederti dietro una cattedra e non fare un accidente di nulla, con la tranquillità che questo può ripetersi fino alla tua pensione e che il tuo stipendio può solo crescere, il tuo orario di lavoro e persino la tua sede di servizio migliorare man mano che invecchi.

pensaci la prossima volta che ti viene in mente di paragonarti a uno schiavo.
Tornare in alto Andare in basso
Dec
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 47875
Data d'iscrizione : 23.08.10

MessaggioOggetto: Re: Conseguenze riforma Renzi. Perdita di stipendio ed instabilità?   Mar Set 23, 2014 2:52 pm

gugu ha scritto:
Dec ha scritto:
gugu ha scritto:
Ma l'opinione pubblica ha lo stesso giudizio, che l'assunzione sia 1 o un milione, lo sappiamo da anni. Sinceramente poi di pensare a cosa pensa l'opinione pubblica di me non mi interessa più di tanto. Non è non assumendo che si cambierà l'idea di chi non ci stima.
Su questo siamo d'accordo, ma l'effetto di discredito sulla categoria ci sarà, come ha ben spiegato gian.
gugu ha scritto:
Io di certo mi sbaglio ma queste tue ultime prese di posizione sono molto più personali di quanto tu non voglia far credere. Ma è comprensibile. Come tu potresti essere mandato a Belluno io potrei finire a Sondrio.
Su questo invece ti sbagli. Non ho alcun timore che non ci siano posti nella mia provincia. La questione personale (su cui tu torni sempre) può riguardare al massimo la classe di concorso, ma cerco anche di guardare la riforma nel suo insieme e di prevedere quali conseguenze potrà avere. Io per forma mentis (penso di essere in effetti un conservatore) sono sempre scettico quando si annunciano grandi cambiamenti e non ci vedo chiaro. Se poi la cosa mi riguarda direttamente, a questo si aggiunge una forma d'ansia. In questi anni di precariato ho maturato alcune certezze, per quanto precarie anch'esse. Se mi cambiano le carte in tavola all'improvviso, non mi fido. Ecco, se vuoi interpretare per forza le mie parole in chiave personale (come se questo interessasse a qualcuno), questa può essere una possibile spiegazione.


Ma di fatto nessuno sa esattamente cosa verrà proposto e in che termini, per cui troverei più giusto attendere dicembre e poi esprime le proprie perplessità. Sì oltre alla provincia volevo aggiungere il problema del ruolo su A043, anch'esso comprensibile (stando sul personale a me invece non farebbe nessun "effetto" essere assunto su A345 piuttosto che su A346, al massimo posso avere più ansia per la provincia, anche se spero che l'area centro lombarda possa accogliermi).

Beh, mi pare di non essere il solo che commenta i possibili scenari da quando è stata annunciata la riforma. Anzi io ho aspettato qualche giorno per provare a capire leggendo anche i vostri commenti. Le mie perplessità valgono quanto le esplosioni di entusiasmo di altri. Tra l'altro questo sarebbe proprio il periodo dedicato alla discussione pubblica, quindi perché imporci il silenzio? Io non sono ancora andato sul sito del governo e non so nemmeno se lo farò da qui a novembre, ma non ci vedo nulla di strano se sul forum discutiamo e confrontiamo le nostre impressioni, come abbiamo sempre fatto.
Tornare in alto Andare in basso
gugu



Messaggi : 25642
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: Conseguenze riforma Renzi. Perdita di stipendio ed instabilità?   Mar Set 23, 2014 2:56 pm

Dec ha scritto:


Beh, mi pare di non essere il solo che commenta i possibili scenari da quando è stata annunciata la riforma. Anzi io ho aspettato qualche giorno per provare a capire leggendo anche i vostri commenti. Le mie perplessità valgono quanto le esplosioni di entusiasmo di altri. Tra l'altro questo sarebbe proprio il periodo dedicato alla discussione pubblica, quindi perché imporci il silenzio? Io non sono ancora andato sul sito del governo e non so nemmeno se lo farò da qui a novembre, ma non ci vedo nulla di strano se sul forum discutiamo e confrontiamo le nostre impressioni, come abbiamo sempre fatto.

Un conto però è discutere; un conto è leggere offese di un certo peso.
Tornare in alto Andare in basso
Dec
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 47875
Data d'iscrizione : 23.08.10

MessaggioOggetto: Re: Conseguenze riforma Renzi. Perdita di stipendio ed instabilità?   Mar Set 23, 2014 2:58 pm

Ti sembra che io abbia offeso qualcuno? Perché mescoli le due cose?
Tornare in alto Andare in basso
gugu



Messaggi : 25642
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: Conseguenze riforma Renzi. Perdita di stipendio ed instabilità?   Mar Set 23, 2014 3:01 pm

Dec ha scritto:
Ti sembra che io abbia offeso qualcuno? Perché mescoli le due cose?


Non mescolo. E' logico che non stia parlando di te ma di alcuni post presenti nei thread sulla riforma.
Tornare in alto Andare in basso
iaiataf



Messaggi : 730
Data d'iscrizione : 27.04.14

MessaggioOggetto: Re: Conseguenze riforma Renzi. Perdita di stipendio ed instabilità?   Mar Set 23, 2014 3:04 pm

Perdonami silver vado in un angolino a riflettere su come le parole possano essere usate solo nel loro significato letterale. Grazie di cuore per avermi aperto gli occhi.
Non so in che scuola lavori poi perché io il lusso di non fare niente in classe non ho mai potuto prendermelo.


Ultima modifica di iaiataf il Mar Set 23, 2014 3:08 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
Dec
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 47875
Data d'iscrizione : 23.08.10

MessaggioOggetto: Re: Conseguenze riforma Renzi. Perdita di stipendio ed instabilità?   Mar Set 23, 2014 3:07 pm

gugu ha scritto:
Dec ha scritto:
Ti sembra che io abbia offeso qualcuno? Perché mescoli le due cose?


Non mescolo. E' logico che non stia parlando di te ma di alcuni post presenti nei thread sulla riforma.

Ti ho già detto che sono d'accordo con te. Purtroppo certi utenti li conosciamo e altri si fanno trascinare. Ai tempi del Tfa1 ho letto di peggio. Poi, quando le acque si sono calmate, per fortuna siamo tornati alla normalità. Chiudere tutti i topic e bannare metà degli utenti che intervengono ci (soprattutto mi, visto che io ho preso posizione) esporrebbe all'accusa di parzialità. Questo non significa che non lo faremo qualora fosse necessario. Confido che tutti capiscano che questi atteggiamenti non servono a nulla.
Tornare in alto Andare in basso
silver76



Messaggi : 833
Data d'iscrizione : 25.05.13

MessaggioOggetto: Re: Conseguenze riforma Renzi. Perdita di stipendio ed instabilità?   Mar Set 23, 2014 3:10 pm

iaiataf ha scritto:
Perdonami silver vado in un angolino a riflettere su come le parole possano essere usate solo nel loro significato letterale. Grazie di cuore per avermi aperto gli occhi.
Non so in che scuola lavori poi perché io il lusso di non fare niente in classe non ho mai potuto prendermelo.

E nemmeno ti sei mai presa quello di entrare in classe mentre ci sta lavorando un tuo collega, I suppose...
Tornare in alto Andare in basso
iaiataf



Messaggi : 730
Data d'iscrizione : 27.04.14

MessaggioOggetto: Re: Conseguenze riforma Renzi. Perdita di stipendio ed instabilità?   Mar Set 23, 2014 3:26 pm

Anche i miei colleghi lavorano duramente, sai? Pensiamo ai problemi seri piuttosto. Vedo troppo spesso che invece si preferisce stuzzicare e fare delle insinuazioni personali e non mi sembra questa la sede adatta. Ti saluto cordialmente e ti auguro buon lavoro.
Tornare in alto Andare in basso
silver76



Messaggi : 833
Data d'iscrizione : 25.05.13

MessaggioOggetto: Re: Conseguenze riforma Renzi. Perdita di stipendio ed instabilità?   Mar Set 23, 2014 3:31 pm

iaiataf ha scritto:
Anche i miei colleghi lavorano duramente, sai? Pensiamo ai problemi seri piuttosto. Vedo troppo spesso che invece si preferisce stuzzicare e fare delle insinuazioni personali e non mi sembra questa la sede adatta. Ti saluto cordialmente e ti auguro buon lavoro.

allora mettiamola così: se tutti nella tua scuola lavorate duramente, cosa avreste contro un piano che vi valorizzi anche dal punto di vista della retribuzione rispetto a chi fa meno della metà di quello che fate voi?
certo si può anche affermare che nella scuola siamo tutti indefessi stakanovisti, ma... andiamo... siamo seri!

cordialità anche da parte mia.
Tornare in alto Andare in basso
ulisse2000



Messaggi : 165
Data d'iscrizione : 03.07.14

MessaggioOggetto: Re: Conseguenze riforma Renzi. Perdita di stipendio ed instabilità?   Mar Set 23, 2014 3:54 pm

magari mi sbaglierò ma a volte nutro forti dubbi circa l' utente silver... a volte fatico a credere che dietro il suo nick ci sia un "vero" insegnante...

le sue posizioni sono troppo critiche e autolesionistiche nei confronti dei docenti e troppo FILOGOVERNATIVE...

a tal punto da farmi nascere il sospetto che dietro ci sia semplicemente un uomo del PD...( sembra che nei forum ci siano davvero queste figure :-O, mah! )

ma forse queste sono solo "paranoie", forse davvero silver è un docente che ha una bassissima stima per i docenti , certo non per se stesso, e che ritiene che i docenti debbano essere per questo castigati , sottopagati e privati di diritti che a suo modo di vedere neanche sono diritti...

allora mi scuso con silver per i miei dubbi e  diciamo  semplicemente che il mondo è bello perchè vario...

io , sarò stato fortunato, ma per la mia esperienza docenti fannulloni non è ho mai visti pur girando per molte classi come insegnante di sostegno...

del resto avendo una cinquantina di occhi  puntati addosso con relativi genitori alle spalle  risulta davvero difficile godersi il dolce non far nulla... ma a ognuno la sua opinione.


Ultima modifica di ulisse2000 il Mar Set 23, 2014 4:18 pm, modificato 2 volte
Tornare in alto Andare in basso
ulisse2000



Messaggi : 165
Data d'iscrizione : 03.07.14

MessaggioOggetto: Re: Conseguenze riforma Renzi. Perdita di stipendio ed instabilità?   Mar Set 23, 2014 4:06 pm

iaiataf ha scritto:
Anche i miei colleghi lavorano duramente, sai? Pensiamo ai problemi seri piuttosto. Vedo troppo spesso che invece si preferisce stuzzicare e fare delle insinuazioni personali e non mi sembra questa la sede adatta. Ti saluto cordialmente e ti auguro buon lavoro.
anche io ho notato, soprattutto da parte di certi utenti, l'utilizzo della provocazione e mi è capitato, anche  per mia debolezza, di cedere alle provocazioni.... a volte mi sembra che queste  siano orchestrate ad arte per far degenerare  certe discussioni particolarmente interessanti.

il fatto che proprio coloro che usano toni accesi chiedano al moderatore DEC (per cui ho grande stima) di intervenire e chiudere i topic ancora di più avvalora il sospetto che le provocazioni siano funzionali alla chiusura dei topic....

ai FILOGOVERANTIVI  non va bene che le critiche alla riforma diventino troppo consistenti,  chissà perchè.

allora meglio zittire, meglio il silenzio, meglio aspettare a Dicembre buoni buoni.... e LASCIAR FARE AL GOVERNO SENZA DISTURBARLO.


Ultima modifica di ulisse2000 il Mar Set 23, 2014 4:16 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
ulisse2000



Messaggi : 165
Data d'iscrizione : 03.07.14

MessaggioOggetto: Re: Conseguenze riforma Renzi. Perdita di stipendio ed instabilità?   Mar Set 23, 2014 4:14 pm

mi auguro che la discussione rimanga sui temi della scuola e della riforma che in questo momento ci interessano particolarmente....

è in ballo la fine della scuola pubblica e l' inizio della scuola azienda in mano ai privati.
Tornare in alto Andare in basso
iaiataf



Messaggi : 730
Data d'iscrizione : 27.04.14

MessaggioOggetto: Re: Conseguenze riforma Renzi. Perdita di stipendio ed instabilità?   Mar Set 23, 2014 4:23 pm

Mi unisco alla speranza di ulisse2000. Parliamo dei temi seri, vitali per noi, se abbiamo davvero la testa e il cuore nella scuola.
Tornare in alto Andare in basso
silver76



Messaggi : 833
Data d'iscrizione : 25.05.13

MessaggioOggetto: Re: Conseguenze riforma Renzi. Perdita di stipendio ed instabilità?   Mar Set 23, 2014 6:01 pm

ulisse2000 ha scritto:


ma forse queste sono solo "paranoie", forse davvero silver è un docente che ha una bassissima stima per i docenti , certo non per se stesso, e che ritiene che i docenti debbano essere per questo castigati , sottopagati e privati di diritti che a suo modo di vedere neanche sono diritti...

allora mi scuso con silver per i miei dubbi e  diciamo  semplicemente che il mondo è bello perchè vario...


in mezzo al consueto sciocchezzaio (esondato poi nei post successivi) qua dentro c'è qualche verità.
la mia stima nella categoria docente, già non elevatissima, è scesa in picchiata leggendo e partecipando ai "dibattiti" sulla "riforma" qui sul forum. in tutta onestà fatico a riconoscermi nel tuo/vostro modo di pensare e soprattutto di valutare quel che accade a livello di politiche scolastiche. soprattutto non mi appartiene il tuo modo di argomentare, che nell'essenza si riduce alla ripetizione della frase, ormai da manuale del sindacalismo già vecchio 20 anni fa, "oddio la scuola azienda!", salvo poi accusare chi la pensa diversamente da te di trollare o, peggio, di perseguire scopi addirittura di partito e di non essere un "vero" insegnante. curiosamente però non ti ho sentito obiettare nulla, se non tra le righe e col consueto atteggiamento paternalistico da grande puffo o lider maximo della rivolta (che è lo stesso), quando c'è stato chi ha chiamato i nostri colleghi precari "scansafatiche, pluribocciati, ladri, accattoni", a quelli l'abilitazione e il ruolo non li hai mai contestati.

venendo al merito della questione: se nella tua esperienza di scuola non hai mai incontrato la madre superimpegnata che antepone a qualsiasi impegno lavorativo tutte le esigenze di figli/mariti/genitori (sempre moribondi)/suoceri (idem), normalmente tormentando per mesi l'orarista, il vecchio letargico lettore indefesso di quotidiani in classe, l'insegnante di inglese (o tedesco o spagnolo o francese) che si guarda bene dal pronunciare più di 6 parole in lingua straniera in classe e/o che passa l'intero secondo quadrimestre a sponsorizzare la vacanza studio all'estero di cui è referente e per la quale viene privatamente pagata/o, l'insegnante culona di educazione fisica che passa le ore seduta a tavolino mentre gli studenti corrono attorno al cortile, l'insegnante (?) di religione prenotatore indefesso dell'unica televisione del piano, l'insegnante di latino che ancora sbaglia la differenza fra gerundio e gerundivo, l'insegnante di matematica a cui è obbligatorio levare anno dopo anno le quinte, se si vuole che qualcuno prenda almeno 10/15 nella seconda prova, e se non hai mai pensato con stupore (o peggio) "questo prende il mio stesso stipendio, se non di più", allora, perdonami, mi viene il dubbio che fra me e te quello che le scuole le ha viste solo in cartolina sei tu. io l'ho pensato l'ultima volta stamattina alle 11. se in un domani roseo trionferà la giustizia e non sarò più costretto a pensieri così laceranti, perché, PD o non PD, renzi o non renzi, si sarà cominciato a togliere qualcosa a tutti questi signori per dare a chi lavora sul serio, secondo me la scuola avrà tutto da guadagnare, altro che fine della scuola pubblica.
Tornare in alto Andare in basso
 
Conseguenze riforma Renzi. Perdita di stipendio ed instabilità?
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 7 di 10Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10  Seguente
 Argomenti simili
-
» Quegli 80 euro di Renzi
» I veri obiettivi del Governo Renzi
» perdita di sangue al 10 pt
» Nuovi dosaggi ormonali e conseguenze stimolazione!!!
» Perdita rosa :(

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Riforme-
Andare verso: