Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Conseguenze riforma Renzi. Perdita di stipendio ed instabilità?

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10  Seguente
AutoreMessaggio
bomaria



Messaggi : 318
Data d'iscrizione : 26.07.12

MessaggioOggetto: Conseguenze riforma Renzi. Perdita di stipendio ed instabilità?   Sab Set 06, 2014 2:24 pm

Promemoria primo messaggio :

Cosa significa "libertà dei presidi di scegliersi i docenti come meglio credono all'interno di un mercato di soggetti contemporaneamente abilitati e vincitori di concorso"?

Secondo voi ciò significa che, anche se sei di ruolo in una scuola, il preside può mandarti via se non è contento del tuo operato (tipo se sei troppo severo e bocci troppo)?



E per "attenuazione degli scatti di anzianità con relativi risparmi"?

Secondo voi significa che se sei già allo scatto 9 ti riportano indietro (con perdita dello stipendio) e si incomincia tutti da zero, o ciò riguarderà solo le cose da qui in avanti per i neo immessi in ruolo?
Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
jeppo14



Messaggi : 290
Data d'iscrizione : 01.05.14

MessaggioOggetto: Re: Conseguenze riforma Renzi. Perdita di stipendio ed instabilità?   Mar Set 23, 2014 6:37 pm

tatinarm ha scritto:
81anna ha scritto:
jeppo14 ha scritto:
Voglio aggiungere un'altra riflessione. In questi ultimi anni chi è stato bistrattato come pezza da piedi siamo proprio noi di ruolo: tanto per ricordare :
1)scatti bloccati da .....non mi ricordo più da quanti anni!!!
2)chi era di ruolo non poteva partecipare all'ultimo concorso (cosa mai accaduta prima!!!) e ancor peggio cosa si organizza.....
3)si organizzano corsi abilitanti speciali per chi non è abilitato ed è precario e si escludono da tali corsi chi è già di ruolo e vorrebe prendere un'altra abilitazione!!! vi pare una cosa normale?? Se sei di ruolo e vuoi un'altra abilitazione devi vincere il concorso nel tfa e poi devi pure fare il tirocinio??? Ma siamo pazzi?? Mentre schiere di pluribocciati ad ogni percorso abilitante e concorso vengono ammessi ai pas senza alcuna selezione in ingresso?? e noi?? poi stai a vedere che io dovrei venire giudicato meritevole o meno da qualcuno di questi????  Altro che uniti!!! Credo sia ora di sentirci ben separati da costoro!!!
giusto!!!!!!!
Jeppo parla di pluribocciati ma è tanto ignorante di legge hahaha
Ignorante chi?? ahahahha ha parlato l'avvocato dei miei stivali!!
di legge e sulla eventuale sentenza della corte di giustizia europea ho già fatto lezione a dei pivelli come te proprio su questo forum quindi prima di dare dell'ignorante a qualcuno informati. Inoltre se tu sei un altro pluribocciato non hai proprio il diritto di dare dell'ignorante a nessuno. La tua ignoranza in materia si evince dal fatto che tu credì che se la corte europea darà ragione a te allora tu sarai immesso automaticamente in ruolo. Qui si dimostra la tua ignoranza e ti ho già spiegato che non avrai alcun ruolo se il posto per te non esiste. Quindi se la renzie_riforma va in porto e tu non sei in gae potrai sperare in posto di ruolo fra almeno 15 20 anni, sempre ammesso che la corte di giustizia europea ti dia ragione. Inoltre credi pure che anche se dessero a te il ruolo tu arrivi fresco fresco e dici a qualcuno vattene da qui perchè il posto e mio?? credi pure che non debba essere tu ad andare dove c'è il posto vacante e magari ci debba andare qualcun'altro?? ahahha ma sei ignorante forte sai!!! Cmq ti consiglio di studiare altro dato che di legge non ci capisci nulla....studia per un eventuale concorso....magari lo superi (credi nei miracoli??)
Tornare in alto Andare in basso
jeppo14



Messaggi : 290
Data d'iscrizione : 01.05.14

MessaggioOggetto: Re: Conseguenze riforma Renzi. Perdita di stipendio ed instabilità?   Mar Set 23, 2014 6:41 pm

sconcertato1 ha scritto:
81anna ha scritto:
jeppo14 ha scritto:
Voglio aggiungere un'altra riflessione. In questi ultimi anni chi è stato bistrattato come pezza da piedi siamo proprio noi di ruolo: tanto per ricordare :
1)scatti bloccati da .....non mi ricordo più da quanti anni!!!
2)chi era di ruolo non poteva partecipare all'ultimo concorso (cosa mai accaduta prima!!!) e ancor peggio cosa si organizza.....
3)si organizzano corsi abilitanti speciali per chi non è abilitato ed è precario e si escludono da tali corsi chi è già di ruolo e vorrebe prendere un'altra abilitazione!!! vi pare una cosa normale?? Se sei di ruolo e vuoi un'altra abilitazione devi vincere il concorso nel tfa e poi devi pure fare il tirocinio??? Ma siamo pazzi?? Mentre schiere di pluribocciati ad ogni percorso abilitante e concorso vengono ammessi ai pas senza alcuna selezione in ingresso?? e noi?? poi stai a vedere che io dovrei venire giudicato meritevole o meno da qualcuno di questi????  Altro che uniti!!! Credo sia ora di sentirci ben separati da costoro!!!
giusto!!!!!!!
giustissimo. Io volevo partecipare al PAS per prendere un'altra abilitazione ma sono stato escluso solo perché di ruolo (manco avessi la lebbra) mentre i precari hanno potuto accedervi senza alcuna selezione
Dove sta la meritocrazia di Renzie? Siamo noi docenti di ruolo i veri discriminati.
Poi arriva qualche precario con la sua assurda pretesa di entrare in ruolo con i soldi degli altri docenti di ruolo dopo però averli anche riempiti di insulti. Ma va la'!!
Ripeto: nessuna solidarietà con questa gente!!! Del loro posto a me non frega nulla (e credo nenache a voi) ma dei miei soldi si!!! si finanzi l'immissione in ruolo di 150mila (che non servono a nessuno) non con i nostri soldi! si deve creare un gruppo per la tutela dei nostri diritti.....non di chi non ha mai superato una selezione.


Ultima modifica di jeppo14 il Mar Set 23, 2014 7:10 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
jeppo14



Messaggi : 290
Data d'iscrizione : 01.05.14

MessaggioOggetto: Re: Conseguenze riforma Renzi. Perdita di stipendio ed instabilità?   Mar Set 23, 2014 7:05 pm

massimiliano.malgieri ha scritto:
Abbandono questo thread, che sta diventando disgustoso, lasciandovi al "di ruolo pride" che state mettendo in atto, con alcune considerazioni finali.

1) Se il piano di Renzi viene ritirato, anche se le immissioni in ruolo vengono spostate avanti di un solo anno, alla sentenza definitiva della Corte Europea (una pre-sentenza con le conclusioni è già stata depositata) partiranno i ricorsi individuali, a decine di migliaia. Anzi, moltissimi ci sono già, sono fermi nei tribunali in atttesa di questa sentenza, ma ne partiranno una valanga di altri. A quel punto lo stato dovrebbe pagare multa, immissioni in ruolo, ricostruzione di carriera, e DANNI INDIVIDUALI CON GLI ARRETRATI DEGLI SCATTI PRECEDENTEMENTE NON GODUTI A CIASCUN PRECARIO STORICO. Sapete dove prenderebbe i soldi per pagare tutto questo? Dalla scuola. Le conseguenze sarebbero molto peggiori.

2) Rinunciare a qualcosa tutti. In effetti, io sto rinunciando a qualcosa. Sto rinunciando al risarcimento dovuto per dieci anni di precariato illegittimo, per dieci anni di abuso. Sto decidendo di non fare causa allo stato per ciò che mi spetta, purchè l'immissione in ruolo avvenga imediatamente.

3) So che non sarete convinti, fate ciò che volete. Sono vent'anni che non fate uno sciopero, alla maggior parte di voi non frega più niente di scatti o non scatti e vuole solo andarsene, le battaglie in questo paese le abbiamo sempre fatte solo noi precari. Voglio vedere in quanti sarete in piazza contro questa riforma, voglio vedere in quanti aderiranno alle vostre iniziative. Io questa volta me ne starò proprio a guardare, con un bel sorriso stampato in faccia a guardare i vostri sforzi, e che provi solo ad avvicinarsi un rappresentante sindacale a dirmi che la riforma fa schifo.

Ciao ciao ciao
Anche se l'utente massimiliano.malgieri dice di abbandonare questo thread vorrei comunque rispondere punto per punto alle sue considrazioni perchè sia chiaro che i docenti di ruolo non se ne staranno certo a guardare come qualcuno voglia arrecare un danno a loro restando pure zitti e buoni

al punto 1 dico che chi è precario sembra pensare che i tribunali esistano solo per tutelare i diritti di una parte (appunto i precari) e non i diritti di chi è di ruolo. se i precari dicono di avere diritto al ruolo noi diciamo di avere diritto agli scatti e non è certo con i nostri soldi che debba finanziarsi la loro immissione in ruolo. Andremo in tribunale anche noi.

punto 2: mi dispiace ma qui davvero c'è una visione distorta della realtà dettata da una profonda frustrazione: a cosa stanno rinunciando i precari?? chi è precario dovrebbe ringraziare lo stato che lo ha fatto lavorare per anni senza mai avere superato una selezione per ottenere quel lavoro!!!! volete fare cuasa allo stato??? siamo noi che dovremmo fare causa allo stato perchè lo stato ci ha dato dei collaboratori non qualificati come colleghi!!! altro che causa allo stato!!!

punto 3: sulla questione relativa ai sindacati ognuno è libero di esprimere le proprie opinioni su tali organizzazioni ma mi pare che anche questa volta si usino due pesi e due misure, se i sindacati sono contro questa riforma perchè abolisce gli scatti allora sono i cattivi.....quando invece fanno fuoco e fiamme per istituire i pas allora sono nel giusto. Non vi è alcuna possibilità di dialogo da parte nostra con chi ragiona in questo modo.
Tornare in alto Andare in basso
ulisse2000



Messaggi : 165
Data d'iscrizione : 03.07.14

MessaggioOggetto: Re: Conseguenze riforma Renzi. Perdita di stipendio ed instabilità?   Mar Set 23, 2014 7:18 pm

silver76 ha scritto:
ulisse2000 ha scritto:


ma forse queste sono solo "paranoie", forse davvero silver è un docente che ha una bassissima stima per i docenti , certo non per se stesso, e che ritiene che i docenti debbano essere per questo castigati , sottopagati e privati di diritti che a suo modo di vedere neanche sono diritti...

allora mi scuso con silver per i miei dubbi e  diciamo  semplicemente che il mondo è bello perchè vario...


in mezzo al consueto sciocchezzaio (esondato poi nei post successivi) qua dentro c'è qualche verità.
la mia stima nella categoria docente, già non elevatissima, è scesa in picchiata leggendo e partecipando ai "dibattiti" sulla "riforma" qui sul forum. in tutta onestà fatico a riconoscermi nel tuo/vostro modo di pensare e soprattutto di valutare quel che accade a livello di politiche scolastiche. soprattutto non mi appartiene il tuo modo di argomentare, che nell'essenza si riduce alla ripetizione della frase, ormai da manuale del sindacalismo già vecchio 20 anni fa, "oddio la scuola azienda!", salvo poi accusare chi la pensa diversamente da te di trollare o, peggio, di perseguire scopi addirittura di partito e di non essere un "vero" insegnante. curiosamente però non ti ho sentito obiettare nulla, se non tra le righe e col consueto atteggiamento paternalistico da grande puffo o lider maximo della rivolta (che è lo stesso), quando c'è stato chi ha chiamato i nostri colleghi precari "scansafatiche, pluribocciati, ladri, accattoni", a quelli l'abilitazione e il ruolo non li hai mai contestati.

venendo al merito della questione: se nella tua esperienza di scuola non hai mai incontrato la madre superimpegnata che antepone a qualsiasi impegno lavorativo tutte le esigenze di figli/mariti/genitori (sempre moribondi)/suoceri (idem), normalmente tormentando per mesi l'orarista, il vecchio letargico lettore indefesso di quotidiani in classe, l'insegnante di inglese (o tedesco o spagnolo o francese) che si guarda bene dal pronunciare più di 6 parole in lingua straniera in classe e/o che passa l'intero secondo quadrimestre a sponsorizzare la vacanza studio all'estero di cui è referente e per la quale viene privatamente pagata/o, l'insegnante culona di educazione fisica che passa le ore seduta a tavolino mentre gli studenti corrono attorno al cortile, l'insegnante (?) di religione prenotatore indefesso dell'unica televisione del piano, l'insegnante di latino che ancora sbaglia la differenza fra gerundio e gerundivo, l'insegnante di matematica a cui è obbligatorio levare anno dopo anno le quinte, se si vuole che qualcuno prenda almeno 10/15 nella seconda prova, e se non hai mai pensato con stupore (o peggio) "questo prende il mio stesso stipendio, se non di più", allora, perdonami, mi viene il dubbio che fra me e te quello che le scuole le ha viste solo in cartolina sei tu. io l'ho pensato l'ultima volta stamattina alle 11. se in un domani roseo trionferà la giustizia e non sarò più costretto a pensieri così laceranti, perché, PD o non PD, renzi o non renzi, si sarà cominciato a togliere qualcosa a tutti questi signori per dare a chi lavora sul serio, secondo me la scuola avrà tutto da guadagnare, altro che fine della scuola pubblica.

silver , io questi personaggi alla Stefano Benni che tu hai elencato,  sinceramente non li ho mai visti, neanche uno... ma sto iniziando a  sentirmi in colpa per questo .

in compenso ho incontrato ogni hanno  almeno un docente della peggior specie che io conosca: il docente che si sente superiore agli altri! tale esemplare si connota per la sua presunzione proporzionale soltanto al disprezzo per gli altri, tale esemplare è spesso peggio dei suoi simili, scarsamente dotato di empatia e umanità, qualità che io ritengo indispensabili in un lavoro in cui il processo di apprendimento-insegnamento si basa proprio sulla relazione. Non basta conoscere la disciplina per essere buoni docenti... cosicchè tale specie di docenti è a mia avviso di gran lunga peggiore di tutte le altre tipologie , ricordiamoci infine che i docenti sono soltanto degli esseri umani con le  relative debolezze , se qualcuno si sente un superman privo di umani difetti farebbe bene a volare nei cartoni animati perché nella scuola, tra i colleghi e tra i ragazzi non può che far danni.

tornando al discorso della meritocrazia nella scuola:

credo  che premiare  il merito sulla carta possa essere anche giusto ma nella pratica  questo è impossibile  da realizzare .

il problema è tutto nella valutazione e nell'impossibilita di avere un VALUTATORE infallibile e super partes.... magari c'è qualcuno che può giudicarci ma se esiste si trova in sfere molto più alte .. diciamo divine.

tra gli umani molto spesso il VALUTATORE  sarebbe fallace volontariamente o involontariamente

e i VALUTATI sarebbero inevitabilmente sottomessi al VALUTATORE.

QUESTA NON Mi SEMBRA LA CONDIZIONE IDEALE PER EDUCATORI CHE DEVONO PROMUOVERE LO SVILUPPO ARMONIOSO DELLA PERSONA...

ma tutto questo è spiegato magistralmente in questo video "didattico" che posto a seguire:

https://www.youtube.com/watch?v=ZoYIsu4_Prk

"una risata vi seppellirà"


Ultima modifica di ulisse2000 il Mar Set 23, 2014 7:47 pm, modificato 3 volte
Tornare in alto Andare in basso
jeppo14



Messaggi : 290
Data d'iscrizione : 01.05.14

MessaggioOggetto: Re: Conseguenze riforma Renzi. Perdita di stipendio ed instabilità?   Mar Set 23, 2014 7:21 pm

silver76 ha scritto:
ulisse2000 ha scritto:


ma forse queste sono solo "paranoie", forse davvero silver è un docente che ha una bassissima stima per i docenti , certo non per se stesso, e che ritiene che i docenti debbano essere per questo castigati , sottopagati e privati di diritti che a suo modo di vedere neanche sono diritti...

allora mi scuso con silver per i miei dubbi e  diciamo  semplicemente che il mondo è bello perchè vario...


in mezzo al consueto sciocchezzaio (esondato poi nei post successivi) qua dentro c'è qualche verità.
la mia stima nella categoria docente, già non elevatissima, è scesa in picchiata leggendo e partecipando ai "dibattiti" sulla "riforma" qui sul forum. in tutta onestà fatico a riconoscermi nel tuo/vostro modo di pensare e soprattutto di valutare quel che accade a livello di politiche scolastiche. soprattutto non mi appartiene il tuo modo di argomentare, che nell'essenza si riduce alla ripetizione della frase, ormai da manuale del sindacalismo già vecchio 20 anni fa, "oddio la scuola azienda!", salvo poi accusare chi la pensa diversamente da te di trollare o, peggio, di perseguire scopi addirittura di partito e di non essere un "vero" insegnante. curiosamente però non ti ho sentito obiettare nulla, se non tra le righe e col consueto atteggiamento paternalistico da grande puffo o lider maximo della rivolta (che è lo stesso), quando c'è stato chi ha chiamato i nostri colleghi precari "scansafatiche, pluribocciati, ladri, accattoni", a quelli l'abilitazione e il ruolo non li hai mai contestati.

venendo al merito della questione: se nella tua esperienza di scuola non hai mai incontrato la madre superimpegnata che antepone a qualsiasi impegno lavorativo tutte le esigenze di figli/mariti/genitori (sempre moribondi)/suoceri (idem), normalmente tormentando per mesi l'orarista, il vecchio letargico lettore indefesso di quotidiani in classe, l'insegnante di inglese (o tedesco o spagnolo o francese) che si guarda bene dal pronunciare più di 6 parole in lingua straniera in classe e/o che passa l'intero secondo quadrimestre a sponsorizzare la vacanza studio all'estero di cui è referente e per la quale viene privatamente pagata/o, l'insegnante culona di educazione fisica che passa le ore seduta a tavolino mentre gli studenti corrono attorno al cortile, l'insegnante (?) di religione prenotatore indefesso dell'unica televisione del piano, l'insegnante di latino che ancora sbaglia la differenza fra gerundio e gerundivo, l'insegnante di matematica a cui è obbligatorio levare anno dopo anno le quinte, se si vuole che qualcuno prenda almeno 10/15 nella seconda prova, e se non hai mai pensato con stupore (o peggio) "questo prende il mio stesso stipendio, se non di più", allora, perdonami, mi viene il dubbio che fra me e te quello che le scuole le ha viste solo in cartolina sei tu. io l'ho pensato l'ultima volta stamattina alle 11. se in un domani roseo trionferà la giustizia e non sarò più costretto a pensieri così laceranti, perché, PD o non PD, renzi o non renzi, si sarà cominciato a togliere qualcosa a tutti questi signori per dare a chi lavora sul serio, secondo me la scuola avrà tutto da guadagnare, altro che fine della scuola pubblica.
Io li ho incontrati eccome!!! Erano tutti precari e quando gli facevi notare che laa loro competenza e soprattutto il loro impegno non era degno della professione che svolgevano (ti dovevi anche subire le lamentele dei genitori per causa loro) loro ti rispondevano che non avevano alcun interesse ad impegnarsi per una scuola dove quest'anno c'erano e l'anno prossimo non si sa, inoltre lo stato non meritava il loro lavoro perchè non li rendeva di ruolo....come a dire che poi quando sarebbero diventati di ruolo le cose sarebbero cambiate......riporto qui la tua frase "perché, PD o non PD, renzi o non renzi, si sarà cominciato a togliere qualcosa a tutti questi signori per dare a chi lavora sul serio, secondo me la scuola avrà tutto da guadagnare, altro che fine della scuola pubblica": Bene!!! cominciamo a togliere a costoro un lavoro che non meritano e soprattutto evitiamo di dargli il ruolo a spese di chi non è come loro!!
Tornare in alto Andare in basso
tatinarm



Messaggi : 237
Data d'iscrizione : 19.10.12

MessaggioOggetto: Re: Conseguenze riforma Renzi. Perdita di stipendio ed instabilità?   Mar Set 23, 2014 7:37 pm

jeppo14 ha scritto:
tatinarm ha scritto:
81anna ha scritto:
jeppo14 ha scritto:
Voglio aggiungere un'altra riflessione. In questi ultimi anni chi è stato bistrattato come pezza da piedi siamo proprio noi di ruolo: tanto per ricordare :
1)scatti bloccati da .....non mi ricordo più da quanti anni!!!
2)chi era di ruolo non poteva partecipare all'ultimo concorso (cosa mai accaduta prima!!!) e ancor peggio cosa si organizza.....
3)si organizzano corsi abilitanti speciali per chi non è abilitato ed è precario e si escludono da tali corsi chi è già di ruolo e vorrebe prendere un'altra abilitazione!!! vi pare una cosa normale?? Se sei di ruolo e vuoi un'altra abilitazione devi vincere il concorso nel tfa e poi devi pure fare il tirocinio??? Ma siamo pazzi?? Mentre schiere di pluribocciati ad ogni percorso abilitante e concorso vengono ammessi ai pas senza alcuna selezione in ingresso?? e noi?? poi stai a vedere che io dovrei venire giudicato meritevole o meno da qualcuno di questi????  Altro che uniti!!! Credo sia ora di sentirci ben separati da costoro!!!
giusto!!!!!!!
Jeppo parla di pluribocciati ma è tanto ignorante di legge hahaha
Ignorante chi?? ahahahha ha parlato l'avvocato dei miei stivali!!
di legge e sulla eventuale sentenza della corte di giustizia europea ho già fatto lezione a dei pivelli come te proprio su questo forum quindi prima di dare dell'ignorante a qualcuno informati. Inoltre se tu sei un altro pluribocciato non hai proprio il diritto di dare dell'ignorante a nessuno. La tua ignoranza in materia si evince dal fatto che tu credì che se la corte europea darà ragione a te allora tu sarai immesso automaticamente in ruolo. Qui si dimostra la tua ignoranza e ti ho già spiegato che non avrai alcun ruolo se il posto per te non esiste. Quindi se la renzie_riforma va in porto e tu non sei in gae potrai sperare in posto di ruolo fra almeno 15 20 anni, sempre ammesso che la corte di giustizia europea ti dia ragione. Inoltre credi pure che anche se dessero a te il ruolo tu arrivi fresco fresco e dici a qualcuno vattene da qui perchè il posto e mio?? credi pure che non debba essere tu ad andare dove c'è il posto vacante e magari ci debba andare qualcun'altro?? ahahha ma sei ignorante forte sai!!! Cmq ti consiglio di studiare altro dato che di legge non ci capisci nulla....studia per un eventuale concorso....magari lo superi (credi nei miracoli??)

si lo ripeto lo sei! Per i contenuti di quello che scrivi, una marea di imprecisioni e approssimazioni dalle quali si evince chiaramente che non conosci l'argomento e non hai le basi per comprenderlo, ma anche per come le esprimi le tue opinioni.

Sarai uno di quelli tirati dentro con il concorsone butta dentro altre che 'tu cha hai vinto il concorso'

I soldi te li toglieranno comunque vedrai in un modo o in un altro e se per tanti mi dispiace, mi consolerò sapendo di come ti roderai il fegato
Tornare in alto Andare in basso
jeppo14



Messaggi : 290
Data d'iscrizione : 01.05.14

MessaggioOggetto: Re: Conseguenze riforma Renzi. Perdita di stipendio ed instabilità?   Mar Set 23, 2014 7:57 pm

tatinarm ha scritto:
jeppo14 ha scritto:
tatinarm ha scritto:
81anna ha scritto:
jeppo14 ha scritto:
Voglio aggiungere un'altra riflessione. In questi ultimi anni chi è stato bistrattato come pezza da piedi siamo proprio noi di ruolo: tanto per ricordare :
1)scatti bloccati da .....non mi ricordo più da quanti anni!!!
2)chi era di ruolo non poteva partecipare all'ultimo concorso (cosa mai accaduta prima!!!) e ancor peggio cosa si organizza.....
3)si organizzano corsi abilitanti speciali per chi non è abilitato ed è precario e si escludono da tali corsi chi è già di ruolo e vorrebe prendere un'altra abilitazione!!! vi pare una cosa normale?? Se sei di ruolo e vuoi un'altra abilitazione devi vincere il concorso nel tfa e poi devi pure fare il tirocinio??? Ma siamo pazzi?? Mentre schiere di pluribocciati ad ogni percorso abilitante e concorso vengono ammessi ai pas senza alcuna selezione in ingresso?? e noi?? poi stai a vedere che io dovrei venire giudicato meritevole o meno da qualcuno di questi????  Altro che uniti!!! Credo sia ora di sentirci ben separati da costoro!!!
giusto!!!!!!!
Jeppo parla di pluribocciati ma è tanto ignorante di legge hahaha
Ignorante chi?? ahahahha ha parlato l'avvocato dei miei stivali!!
di legge e sulla eventuale sentenza della corte di giustizia europea ho già fatto lezione a dei pivelli come te proprio su questo forum quindi prima di dare dell'ignorante a qualcuno informati. Inoltre se tu sei un altro pluribocciato non hai proprio il diritto di dare dell'ignorante a nessuno. La tua ignoranza in materia si evince dal fatto che tu credì che se la corte europea darà ragione a te allora tu sarai immesso automaticamente in ruolo. Qui si dimostra la tua ignoranza e ti ho già spiegato che non avrai alcun ruolo se il posto per te non esiste. Quindi se la renzie_riforma va in porto e tu non sei in gae potrai sperare in posto di ruolo fra almeno 15 20 anni, sempre ammesso che la corte di giustizia europea ti dia ragione. Inoltre credi pure che anche se dessero a te il ruolo tu arrivi fresco fresco e dici a qualcuno vattene da qui perchè il posto e mio?? credi pure che non debba essere tu ad andare dove c'è il posto vacante e magari ci debba andare qualcun'altro?? ahahha ma sei ignorante forte sai!!! Cmq ti consiglio di studiare altro dato che di legge non ci capisci nulla....studia per un eventuale concorso....magari lo superi (credi nei miracoli??)

si lo ripeto lo sei! Per i contenuti di quello che scrivi, una marea di imprecisioni e approssimazioni dalle quali si evince chiaramente che non conosci l'argomento e non hai le basi per comprenderlo, ma anche per come le esprimi le tue opinioni.

Sarai uno di quelli tirati dentro con il concorsone butta dentro altre che 'tu cha hai vinto il concorso'

I soldi te li toglieranno comunque vedrai in un modo o in un altro e se per tanti mi dispiace, mi consolerò sapendo di come ti roderai il fegato

uauauuauauaua i contenuti che scrivo??? hai detto ben i miei sono contenuti i tuoi invece sono ciance di un saccente precario. Io tirato dentro con cosa?? concorsone?? quello al quale ti hanno bocciato???? mi sa che il fegato sei tu che te lo stai già rodendo ....sei un frustrato pluribocciato. Io no ho le basi per comprendere cosa???? uauauauauau mi fai morire dal ridere...vatti a leggere i miei post su tale argomento vai.... anzi meglio di no non sei in grado di capire..... la tua ultima frase mostra la tua frustrazione al limite della malattia mentale..... a me non toglieranno nulla su questo ci puoi scommetere mentre sul tuo posto di ruolo no.

P.S. anche se fossi ignorante come dici tu almeno io ho dimostrato di non esserlo per fare il docente vincendo un concorso..... tu no!!!  (ragazzi adesso gli scoppia il fegato uuauauau)....caio ciao
Tornare in alto Andare in basso
jeppo14



Messaggi : 290
Data d'iscrizione : 01.05.14

MessaggioOggetto: Re: Conseguenze riforma Renzi. Perdita di stipendio ed instabilità?   Mar Set 23, 2014 8:04 pm

mi pare sotto gli occhi di tutti che con questo tipo di persone il dialogo non sia possibile da parte di chi è di ruolo
Tornare in alto Andare in basso
ulisse2000



Messaggi : 165
Data d'iscrizione : 03.07.14

MessaggioOggetto: Re: Conseguenze riforma Renzi. Perdita di stipendio ed instabilità?   Mar Set 23, 2014 8:15 pm

che dite facciamo una partitina di calcio precari contro ruolisti ? così nel frattempo mentre noi "giochiamo" i nostri governati ci rubano anche le auto parcheggiate vicino al campetto....
Tornare in alto Andare in basso
Annalisa70



Messaggi : 217
Data d'iscrizione : 09.05.12

MessaggioOggetto: Re: Conseguenze riforma Renzi. Perdita di stipendio ed instabilità?   Mar Set 23, 2014 8:17 pm

silver76 ha scritto:
iaiataf ha scritto:
Hai ragione silver. Sono convinta che dovremmo impegnarci per riconquistare credibilità. Se ci trattano come schiavi è perché sembra che ci piaccia. Troppo faticosa la protesta. Meglio vivacchiare alla meno peggio, sperando che il nostro donatore di lavoro ci faccia il meno male possibile.

fai l'unico lavoro al mondo in cui ti è concesso chiuderti la porta alle spalle, sederti dietro una cattedra e non fare un accidente di nulla, con la tranquillità che questo può ripetersi fino alla tua pensione e che il tuo stipendio può solo crescere, il tuo orario di lavoro e persino la tua sede di servizio migliorare man mano che invecchi.

pensaci la prossima volta che ti viene in mente di paragonarti a uno schiavo.

Scusami silver ma non sono per niente d'accordo su questo punto, non so davvero se nella scuola dove tu lavori possa davvero succedere questo, ma ti posso assicurare che oggi nelle scuole abbiamo molti "supervisori", a partire dagli alunni stessi che riportano tutto ai genitori, ai genitori che chiedono spiegazioni su ogni singolo respiro, ai colleghi del c.d.c. e del collegio docenti che si controllano a vicenda e vicepreside e dirigente che ormai sempre più entrano nella didattica degli insegnanti. Addirittura per fare un esempio, una volta una mia collega è stata ripresa dal dirigente, perchè alcuni genitori si erano lamentati che negli ultimi 10 minuti di lezione la suddetta collega faceva anticipare i compiti assegnati per casa.
Tornare in alto Andare in basso
mobydick



Messaggi : 67
Data d'iscrizione : 11.02.12

MessaggioOggetto: Re: Conseguenze riforma Renzi. Perdita di stipendio ed instabilità?   Mar Set 23, 2014 8:27 pm

Caro jeppo14, non entro nel merito della tua diatriba, ma dal modo in cui ti esprimi e scrivi, emerge chiaramente una palese e manifesta IMMATURITA' e un modo di confrontarti con gli altri INFANTILE e non coerente con la figura professionale di un docente.
Tornare in alto Andare in basso
jeppo14



Messaggi : 290
Data d'iscrizione : 01.05.14

MessaggioOggetto: Re: Conseguenze riforma Renzi. Perdita di stipendio ed instabilità?   Mar Set 23, 2014 8:41 pm

mobydick ha scritto:
Caro jeppo14, non entro nel merito della tua diatriba, ma dal modo in cui ti esprimi e scrivi, emerge chiaramente una palese e manifesta IMMATURITA' e un modo di confrontarti con gli altri INFANTILE e non coerente con la figura professionale di un docente.
Ma davvero?? ma và?? ohh attento che arriva achab.....
Tornare in alto Andare in basso
mobydick



Messaggi : 67
Data d'iscrizione : 11.02.12

MessaggioOggetto: Re: Conseguenze riforma Renzi. Perdita di stipendio ed instabilità?   Mar Set 23, 2014 8:55 pm

Mi chiedo che autorevolezza possa avere un docente in classe come Jeppo ( sicuramente preparatissimo e cultore della sua materia)... ma ahime'...ADOLESCENTE tra adolescenti...
Tornare in alto Andare in basso
jeppo14



Messaggi : 290
Data d'iscrizione : 01.05.14

MessaggioOggetto: Re: Conseguenze riforma Renzi. Perdita di stipendio ed instabilità?   Mar Set 23, 2014 9:03 pm

mobydick ha scritto:
Mi chiedo che autorevolezza possa avere un docente in classe come Jeppo ( sicuramente preparatissimo e cultore della sua materia)... ma ahime'...ADOLESCENTE tra adolescenti...
magari un'autorevolezza superiore alla tua....non chiederti nulla...sai è meglio... qui le tue analisi completamente infondate ed assolutamente dettate dal tuo spirito di parte non interessano nessuno.
La faccio io un'analisi su di te assulotamente oggettiva: dai tuoi interventi notiamo che tu sei uno che non ha capito di cosa si parla in questo topic. Adesso ci chiediamo noi quale potrebbe essere la tua autorevolezza in una classe dato che se un alunno ti fa una domanda non sei in grado di capire di cosa stia parlando.
Tornare in alto Andare in basso
jeppo14



Messaggi : 290
Data d'iscrizione : 01.05.14

MessaggioOggetto: Re: Conseguenze riforma Renzi. Perdita di stipendio ed instabilità?   Mar Set 23, 2014 9:04 pm

ulisse2000 ha scritto:
che dite facciamo una partitina di calcio precari contro ruolisti ? così nel frattempo mentre noi "giochiamo" i nostri governati ci rubano anche le auto parcheggiate vicino al campetto....
ulisse quelli ci fregherebbero pure le mutande....ti saluto e vado a cena..... a domani.
Tornare in alto Andare in basso
81anna



Messaggi : 135
Data d'iscrizione : 12.10.10

MessaggioOggetto: Re: Conseguenze riforma Renzi. Perdita di stipendio ed instabilità?   Mar Set 23, 2014 9:08 pm

jeppo14 ha scritto:
mobydick ha scritto:
Caro jeppo14, non entro nel merito della tua diatriba, ma dal modo in cui ti esprimi e scrivi, emerge chiaramente una palese e manifesta IMMATURITA' e un modo di confrontarti con gli altri INFANTILE e non coerente con la figura professionale di un docente.
Ma davvero?? ma và?? ohh attento che arriva achab.....
credo che jeppo 14 abbia solo risposto alla provocazione di ignorante addídatagli per aver espresso il suo parere sulla questione dei precari, ma rimane la questione che x i 150mila precari.......... Chi pagherà le conseguenze sarà la scuola pubblica e i docenti già di ruolo!!!
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Conseguenze riforma Renzi. Perdita di stipendio ed instabilità?   Mar Set 23, 2014 9:27 pm

Sarei tentato di far leggere gli ultimi interventi di questa "discussione" a qualche mia classe in occasione di qualche litigio per fargli capire come un osservatore esterno può percepire un confronto civile e ben articolato nelle argomentazioni a colpi di "gne gne gne".

Microseminario di approfondimento: "Chi educa gli educatori?" (5 ore)
Tornare in alto Andare in basso
ulisse2000



Messaggi : 165
Data d'iscrizione : 03.07.14

MessaggioOggetto: Re: Conseguenze riforma Renzi. Perdita di stipendio ed instabilità?   Mar Set 23, 2014 9:28 pm

"Insegnanti, crediamo in voi, nel vostro spirito di sacrificio."... lo ha detto Napolitano!

è un altro modo per dirci che gli insegnanti dovranno essere sacrificati? ancora gli insegnanti devono essere l' agnello sacrificale di questo paese?? ma la vogliamo smettere o no??

i paesi che riescono a progredire meglio di tutti sono quelli che più investono  nella scuola, nella ricerca e  nella formazione e non quelli che si appellano all'ennesimo sacrificio degli insegnanti.

strumentalizzare il presunto "merito" per apportare ulteriori tagli e per renderci più succubi dei poteri economici e politici, sarà questo il nostro ennesimo sacrificio?
Tornare in alto Andare in basso
insula



Messaggi : 82
Data d'iscrizione : 30.08.14

MessaggioOggetto: Re: Conseguenze riforma Renzi. Perdita di stipendio ed instabilità?   Mar Set 23, 2014 9:51 pm

Io non sto più attenta ai discorsi ufficiali italiani. Mi viene il voltastomaco.
Anche quest'anno ho fatto leggere il "discorso di Obama agli studenti".

http://www.latecadidattica.it/uda5/discorso_obama.pdf
Tornare in alto Andare in basso
insula



Messaggi : 82
Data d'iscrizione : 30.08.14

MessaggioOggetto: Re: Conseguenze riforma Renzi. Perdita di stipendio ed instabilità?   Mar Set 23, 2014 9:56 pm

81anna ha scritto:

credo che jeppo 14 abbia solo risposto alla provocazione di ignorante addídatagli per aver espresso il suo parere sulla questione dei precari, ma rimane la questione che x i 150mila precari.......... Chi pagherà le conseguenze sarà la scuola pubblica e i docenti già di ruolo!!!

Se noi lo permetteremo...
Io sono di già decisa a fare ricorso al Tar e alla Corte europea per i diritti umani.



Ultima modifica di insula il Mar Set 23, 2014 10:06 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Conseguenze riforma Renzi. Perdita di stipendio ed instabilità?   Mar Set 23, 2014 10:04 pm

Potremmo ipotizzare l'installazione delle cattedre a pedali collegate ad un gruppo elettrogeno per contenere i costi dell'illuminazione e le immissioni di gas serra nell'atmosfera. 100 docenti a 18 ore possono produrre 5000 MJ a settimana con un risparmio di circa 300 euro a settimana sulla bolletta. Moltiplicando per 200 giorni di scuola saltano fuori dal niente 8000 euro. Togliendo 1000 euro da destinare ai docenti più meritevoli, quelli che hanno pedalato di più, ne restano 7000 da destinare a progetti innovativi di potenziamento dell'offerta formativa.

Mica so' bruscolini.

Aggiungiamo poi il vantaggio evidente per i docenti: dopo un anno di pedalate ne esce fuori un fisicaccio di tutto rispetto e senza spendere soldi per andare in palestra o per comprarti la bicicletta per la pedalata cicloamatoriale di rito nel giorno libero. Altro che sacrifici, ci sarebbe da chiedere un compenso agli insegnanti per l'adesione al progetto "He@lth by Teaching"
Tornare in alto Andare in basso
insula



Messaggi : 82
Data d'iscrizione : 30.08.14

MessaggioOggetto: Re: Conseguenze riforma Renzi. Perdita di stipendio ed instabilità?   Mar Set 23, 2014 10:08 pm

gian ha scritto:


Aggiungiamo poi il vantaggio evidente per i docenti: dopo un anno di pedalate ne esce fuori un fisicaccio di tutto rispetto e senza spendere soldi per andare in palestra o per comprarti la bicicletta per la pedalata cicloamatoriale di rito nel giorno libero. Altro che sacrifici, ci sarebbe da chiedere un compenso agli insegnanti per l'adesione al progetto "He@lth by Teaching"

Sono d'accordo! Ecco le proposte da portare avanti.
:-))
Tornare in alto Andare in basso
sconcertato1



Messaggi : 389
Data d'iscrizione : 16.10.12

MessaggioOggetto: Re: Conseguenze riforma Renzi. Perdita di stipendio ed instabilità?   Mar Set 23, 2014 10:32 pm

silver76 ha scritto:
ulisse2000 ha scritto:


ma forse queste sono solo "paranoie", forse davvero silver è un docente che ha una bassissima stima per i docenti , certo non per se stesso, e che ritiene che i docenti debbano essere per questo castigati , sottopagati e privati di diritti che a suo modo di vedere neanche sono diritti...

allora mi scuso con silver per i miei dubbi e  diciamo  semplicemente che il mondo è bello perchè vario...


in mezzo al consueto sciocchezzaio (esondato poi nei post successivi) qua dentro c'è qualche verità.
la mia stima nella categoria docente, già non elevatissima, è scesa in picchiata leggendo e partecipando ai "dibattiti" sulla "riforma" qui sul forum. in tutta onestà fatico a riconoscermi nel tuo/vostro modo di pensare e soprattutto di valutare quel che accade a livello di politiche scolastiche. soprattutto non mi appartiene il tuo modo di argomentare, che nell'essenza si riduce alla ripetizione della frase, ormai da manuale del sindacalismo già vecchio 20 anni fa, "oddio la scuola azienda!", salvo poi accusare chi la pensa diversamente da te di trollare o, peggio, di perseguire scopi addirittura di partito e di non essere un "vero" insegnante. curiosamente però non ti ho sentito obiettare nulla, se non tra le righe e col consueto atteggiamento paternalistico da grande puffo o lider maximo della rivolta (che è lo stesso), quando c'è stato chi ha chiamato i nostri colleghi precari "scansafatiche, pluribocciati, ladri, accattoni", a quelli l'abilitazione e il ruolo non li hai mai contestati.

venendo al merito della questione: se nella tua esperienza di scuola non hai mai incontrato la madre superimpegnata che antepone a qualsiasi impegno lavorativo tutte le esigenze di figli/mariti/genitori (sempre moribondi)/suoceri (idem), normalmente tormentando per mesi l'orarista, il vecchio letargico lettore indefesso di quotidiani in classe, l'insegnante di inglese (o tedesco o spagnolo o francese) che si guarda bene dal pronunciare più di 6 parole in lingua straniera in classe e/o che passa l'intero secondo quadrimestre a sponsorizzare la vacanza studio all'estero di cui è referente e per la quale viene privatamente pagata/o, l'insegnante culona di educazione fisica che passa le ore seduta a tavolino mentre gli studenti corrono attorno al cortile, l'insegnante (?) di religione prenotatore indefesso dell'unica televisione del piano, l'insegnante di latino che ancora sbaglia la differenza fra gerundio e gerundivo, l'insegnante di matematica a cui è obbligatorio levare anno dopo anno le quinte, se si vuole che qualcuno prenda almeno 10/15 nella seconda prova, e se non hai mai pensato con stupore (o peggio) "questo prende il mio stesso stipendio, se non di più", allora, perdonami, mi viene il dubbio che fra me e te quello che le scuole le ha viste solo in cartolina sei tu. io l'ho pensato l'ultima volta stamattina alle 11. se in un domani roseo trionferà la giustizia e non sarò più costretto a pensieri così laceranti, perché, PD o non PD, renzi o non renzi, si sarà cominciato a togliere qualcosa a tutti questi signori per dare a chi lavora sul serio, secondo me la scuola avrà tutto da guadagnare, altro che fine della scuola pubblica.

E quest'essere arrogante e rancoroso ha anche il coraggio di chiedere i nostri soldi dandoci in cambio solo una valanga di accuse, offese ed insulti davvero volgari. Culona sarai tu. Nella scuola non c'e' posto per gente come te. Porta il tuo odio altrove. Cercati un lavoro e cerca di essere finalmente utile alla societa'.
Tornare in alto Andare in basso
sconcertato1



Messaggi : 389
Data d'iscrizione : 16.10.12

MessaggioOggetto: Re: Conseguenze riforma Renzi. Perdita di stipendio ed instabilità?   Mar Set 23, 2014 10:34 pm

Jeppo!!!!

Mi fai scompisciare dalle risate...... ahahahahahahahahahahahahah .... non resisto...ahahahahahahahah
Tornare in alto Andare in basso
ulisse2000



Messaggi : 165
Data d'iscrizione : 03.07.14

MessaggioOggetto: Re: Conseguenze riforma Renzi. Perdita di stipendio ed instabilità?   Mar Set 23, 2014 11:43 pm

gian ha scritto:
Potremmo ipotizzare l'installazione delle cattedre a pedali collegate ad un gruppo elettrogeno per contenere i costi dell'illuminazione e le immissioni di gas serra nell'atmosfera. 100 docenti a 18 ore possono produrre 5000 MJ a settimana con un risparmio di circa 300 euro a settimana sulla bolletta. Moltiplicando per 200 giorni di scuola saltano fuori dal niente 8000 euro. Togliendo 1000 euro da destinare ai docenti più meritevoli, quelli che hanno pedalato di più, ne restano 7000 da destinare a progetti innovativi di potenziamento dell'offerta formativa.

Mica so' bruscolini.

Aggiungiamo poi il vantaggio evidente per i docenti: dopo un anno di pedalate ne esce fuori un fisicaccio di tutto rispetto e senza spendere soldi per andare in palestra o per comprarti la bicicletta per la pedalata cicloamatoriale di rito nel giorno libero. Altro che sacrifici, ci sarebbe da chiedere un compenso agli insegnanti per l'adesione al progetto "He@lth by Teaching"

grande gian ! mi associo alla tua proposta! :-)

però devo farti una tiratina d' orecchie,  hai scopiazzato!  (un po come Renzi ha fatto con Aprea), l'introduzione del ciclismo per i dipendenti  aziendali (tali ormai siamo considerati) era già stata proposta nel 1980 dal celebre VISCONTE COBRAM e poi spazzata via da vetero rivendicazioni sindacali così noiose, ora i tempi sono maturi per riproporle...

tutto questo si può evincere da ampie documentazioni e fonti storiche:

https://www.youtube.com/watch?v=S-cfGNy59rs

oppure

https://www.youtube.com/watch?v=g5gCRHnxSz0

mi permetto di aggiungere alla tua proposta la possibilità che ogni docente potrebbe rimorchiare un precario, il quale invece di starsene con le mani in mano a fare il fannullone, com'è consuetudine dei docenti, potrebbe , mentre il docente di ruolo pedala, ricoprire la figura di CICLISTA FUNZIONALE e sostituirlo mentre il docente espleta i suoi bisogni primari....

mi permetterei inoltre di suggerire che gli ultimi classificati nelle cattedro-pedalate dovrebbero pulire i gabinetti con enorme risparmi generati dalla diminuzione di collaboratori scolastici....

magari anche qualche frustatina compiaciuta dei docenti più meritevoli , così per dargli un po di soddisfazione... altrimenti le soddisfazioni dove devono prenderle???

tutto sommato non è così difficile reperire fondi, assumere nuovo personale e dare soddisfazioni alla gente che merita davvero, si può fare in pochi giorni! sai che bella figura ci facciamo con  l'opinione pubblica?? noi si che siamo fighi!!

ah scusa , ma i più meritevoli li scegli tu o li scelgo io?? va be, lo faremo fare a nostri uomini di fiducia!! STATE SERENI!

però mi è venuto un dubbio!! non è che poi non ci votano più? :-(


Ultima modifica di ulisse2000 il Mer Set 24, 2014 9:08 am, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
 
Conseguenze riforma Renzi. Perdita di stipendio ed instabilità?
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 8 di 10Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10  Seguente
 Argomenti simili
-
» Quegli 80 euro di Renzi
» I veri obiettivi del Governo Renzi
» perdita di sangue al 10 pt
» Nuovi dosaggi ormonali e conseguenze stimolazione!!!
» Perdita rosa :(

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Riforme-
Andare verso: