Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Con quale spirito affrontare un nuovo A.S. sapendo che sarà l'ultimo?

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : 1, 2  Seguente
AutoreMessaggio
Mau



Messaggi : 103
Data d'iscrizione : 05.08.11

MessaggioOggetto: Con quale spirito affrontare un nuovo A.S. sapendo che sarà l'ultimo?   Ven Set 12, 2014 10:48 am

Sono un insegnante di III fascia delle G.I. e non ho superato la selezione per il TFA. Negli ultimi due anni ho lavorato praticamente per l'intero anno ma, stando alle linee guida presentate da Fonzie, questo sarà il mio ultimo anno nella scuola (nonostante le graduatorie, in teoria, dovrebbero essere valide almeno per il triennio 2014/17). Sono deluso e demoralizzato, con quale spirito e quale motivazione potrò portare avanti un altro anno scolastico?
Tornare in alto Andare in basso
Humboldt



Messaggi : 169
Data d'iscrizione : 01.08.14

MessaggioOggetto: Re: Con quale spirito affrontare un nuovo A.S. sapendo che sarà l'ultimo?   Ven Set 12, 2014 11:12 am

Ciao Mau, ti capisco, anche se non del tutto visto che ho la fortuna di essere in gae, è difficile anche solo entrare in classe quando si è preoccupati, in una situazione come questa poi...
Però, intanto non è detto che la riforma passi in questi termini, comunque ci saranno nuovi tfa e nuovi concorsi e spero che tutti gli insegnanti lottino per veder riconosciuta la professionalità di chi ha anni di servizio nella scuola, invece di preoccuparsi solo di cosa potrà fare il dirigente.
Tornare in alto Andare in basso
mara88



Messaggi : 3238
Data d'iscrizione : 24.03.13

MessaggioOggetto: Re: Con quale spirito affrontare un nuovo A.S. sapendo che sarà l'ultimo?   Ven Set 12, 2014 11:47 am

La riforma còsì come prospettata non passerà secondo me, ci saranno due mesi di consultazione e molte cose cambieranno. Chi ha servizio non può essere abbandonato a sè stesso, la sentenza UE ormai imminente condannerà l'Italia per la reiterazione dei contratti oltre i 36 mesi, e questo vale PER TUTTI, GAe o non GAE, abilitati o non abilitati, pescati da una qualunque graduatoria, con servizio tramite MAD, all' UE non gliene importa una cippa di come è avvenuto il reclutamento, se si sono maturati i 36 mesi si deve stabilizzare !
Tornare in alto Andare in basso
piperitapatty85



Messaggi : 674
Data d'iscrizione : 18.12.12

MessaggioOggetto: Re: Con quale spirito affrontare un nuovo A.S. sapendo che sarà l'ultimo?   Ven Set 12, 2014 11:53 am

Purtroppo i 36 mesi non riguardano tutti...nemmeno li abilitati tfa :-(
Tornare in alto Andare in basso
catiusciagr



Messaggi : 1398
Data d'iscrizione : 21.10.12

MessaggioOggetto: Re: Con quale spirito affrontare un nuovo A.S. sapendo che sarà l'ultimo?   Sab Set 13, 2014 11:09 pm

ho fatto un calcolo, per il quale risulterebbe che sistemando i 148.000. viene fuori che in ogni scuola entreranno mediamente se pure due prof "nuovi" gae-ini.

Capisco che i grossi numeri,"fanno paura", ma ragioniamo un attimo.

Al numero 148.000 vanno sottratti innanzi tutto coloro che comunque sarebbero entrati in ruolo da gae (o da concorso).
anche se fossero solo 15.000, i 148.000 son diventati 133.000.

Almeno la metà sono delle cdc AAAA e EEEE.

Ora consideriamo le scuole in Italia (quelle statali): sono circa 65.000
Ora devo spalmare i 133.000 su tali scuole.

133.000 : 65.000 = 2 con resto 3 che trascuriamo.

ora se si rifacesse questo semplice conto non im modo così approssimato, ma considerando in modo preciso quanti gli AAAA ed EEEE, quate scuole dell'infanzia e primarie, quindi quante scuole di I e di II grado, si avrebbe una nozione più estta della situazione.

non credo però che ci sarebbero grandi differenze.

In conseguenza chiedo:
come potranno due docenti nuovi coprire tutti i posti vacanti (di OD -se c'è bisogno; OF; supplenze brevi, supplenze lunghe )?
O (se pur non è stato detto) tutti faranno supplenze e (inoltre) smembrando e ricomponendo le cattedre si rivoluzionerà gli oarari così detti frontali in modo che ciascun docente insegnerà per 21/22 (o più) ore oppure inpiegati i due docenti nuovi in qualcosa di utile e/o comunque in un insegnamento disponibile,
le supplenze da II fascia Ma anche da III) non saranno eliminate e saranno meno delle attuali solo in ragione di quelle due nuove presenze (che bisogna vedere a quali cdc appartengono).

Si spera, che i docenti di ruolo facciano rispettare.

Il loro lavorò "in più" avrà quel ridicolo compenso degli scatti i quali saranno erogati solo al 66%.
Cioè se su 100 insegnanti lavorano e fanno tante cose poniamo 80, non potranno essere accontentati tutti, solo 66.
gli altri 14 resteranno col vecchio stipendio.
Oggi /e anche ieri/ chi aveva sei ore in più rispetto alle canoniche 18, aveva-ha più di 400 euro al mese.

Spero che i prof di ruolo facciano la loro battaglia.

Devo ringraziare gugu che riprendendo un mio post in altro topic mi ha spinta a fare quei conticini che ho postato più sopra.
Mi piacerebbe se qualcuno li rifacesse con dati precisi.


Tornare in alto Andare in basso
terzafascia



Messaggi : 161
Data d'iscrizione : 04.09.14

MessaggioOggetto: Re: Con quale spirito affrontare un nuovo A.S. sapendo che sarà l'ultimo?   Dom Set 14, 2014 1:49 am

Catiusciagr, mi sei piaciuta molto coi tuoi conticini!!!!! speriamo!!!!!
Tornare in alto Andare in basso
gugu



Messaggi : 25651
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: Con quale spirito affrontare un nuovo A.S. sapendo che sarà l'ultimo?   Dom Set 14, 2014 8:15 am

Posto che mi sono ripromesso di non intervenire più in questi tipi di post preciso solo che il numero di scuola pubbliche in Italia è di 41.326.
D'altra parte non capisco, fatti i conti sopra, quale siano le reali preoccupazioni visto che viene dimostrato che l'entrata in ruolo di 133.000 persone è del tutto insufficiente a soddisfare i bisogni della scuola.
Tornare in alto Andare in basso
L'ALTRO POLO



Messaggi : 4215
Data d'iscrizione : 24.01.14

MessaggioOggetto: Re: Con quale spirito affrontare un nuovo A.S. sapendo che sarà l'ultimo?   Dom Set 14, 2014 10:55 am

mara88 ha scritto:
La riforma còsì come prospettata non passerà secondo me, ci saranno due mesi di consultazione e molte cose cambieranno. Chi ha servizio non può essere abbandonato a sè stesso, la sentenza UE ormai imminente condannerà l'Italia per la reiterazione dei contratti oltre i 36 mesi, e questo vale PER TUTTI, GAe o non GAE, abilitati o non abilitati, pescati da una qualunque graduatoria, con servizio tramite MAD, all' UE non gliene importa una cippa di come è avvenuto il reclutamento, se si sono maturati i 36 mesi si deve stabilizzare !
quanto mi piaci quando sei così combattiva
Tornare in alto Andare in basso
Online
L'ALTRO POLO



Messaggi : 4215
Data d'iscrizione : 24.01.14

MessaggioOggetto: Re: Con quale spirito affrontare un nuovo A.S. sapendo che sarà l'ultimo?   Dom Set 14, 2014 11:01 am

gugu ha scritto:
Posto che mi sono ripromesso di non intervenire più in questi tipi di post preciso solo che il numero di scuola pubbliche in Italia è di 41.326.
D'altra parte non capisco, fatti i conti sopra, quale siano le reali preoccupazioni visto che viene dimostrato che l'entrata in ruolo di 133.000 persone è del tutto insufficiente a soddisfare i bisogni della scuola.
se ti sei ripromesso ciò allora mantieni i buoni propositi. Tu ormai sei nell'elisir delle GaE/ruolo, cosa puoi mai avere a che spartire con noi del purgatorio/inferno delle Gi?


Ultima modifica di L'ALTRO POLO il Dom Set 14, 2014 11:20 am, modificato 2 volte
Tornare in alto Andare in basso
Online
catiusciagr



Messaggi : 1398
Data d'iscrizione : 21.10.12

MessaggioOggetto: Re: Con quale spirito affrontare un nuovo A.S. sapendo che sarà l'ultimo?   Dom Set 14, 2014 11:03 am

@ gugu
appunto, volevo dire propio questo
l'entrata in ruolo di 133.000 persone è del tutto insufficiente a soddisfare i bisogni della scuola..

forse mi sbaglio, bisogna vedere, ma era un tentativo di ridimensionare l'angoscia di quanti (vedi in particolare il primo post qui sopra) pensano di non lavorare più

Nella mia provincia. dopo i ruoli e le assegnazioni GAe, per le cdc di mat, fisica ed elettronica son rimasti lliberi vari spezzoni "buoni" e 8 cattedre. se aggiungi la ao59 ....non si capisce, e con la ao42 c'è ancora da lavorare.

Non c'era un..non so che cosa nel mio conticino...solo il tentativo di trovare un pò di speranza....per me e per altri...

Però, comunque, (e non lo dico soltanto io) bisognerebbe rivedere la situazione dei "signori ZERO" dela gae, ma lasciamo stare questi problemi...

ora, giusto per rifare il conticino con dati più precisi, potresti dire i numeri relativi a:
1. presenze in gae di AAAA ed EEEE
2. scuole presenti in Italia infanzia e primaria
3. sottraendo dal tuo 41.326 quest'ultimo dato si ha il numero di scuole di I e II grado
4. presenze in gae (escludendo i neo-immessi in ruolo) al netto delle ripetizioni, nelle cdc 38;47;49 e possibilmente 59.?

un'ultima cosa (se sbaglio scusami).
mi sembra di aver notato un che di negativo nel tuo dire:

mi sono ripromesso di non intervenire più in questi tipi di post
invece dovresti mettere a disposizione di tutti le cose che sai (e che altri non sanno).
Pensa che mesi fa mi beccai un argomento da me posto bloccato dai moderatori perchè disperata per i modelli a1 e a2, indirizzai l'argomento a gugu, cosa che (evidentemente è così) non stava bene.
Spero che mi dica quei dati e ringrazio anticipatamente.
Tornare in alto Andare in basso
L'ALTRO POLO



Messaggi : 4215
Data d'iscrizione : 24.01.14

MessaggioOggetto: Re: Con quale spirito affrontare un nuovo A.S. sapendo che sarà l'ultimo?   Dom Set 14, 2014 11:05 am

Mau ha scritto:
Sono un insegnante di III fascia delle G.I. e non ho superato la selezione per il TFA. Negli ultimi due anni ho lavorato praticamente per l'intero anno ma, stando alle linee guida presentate da Fonzie, questo sarà il mio ultimo anno nella scuola (nonostante le graduatorie, in teoria, dovrebbero essere valide almeno per il triennio 2014/17). Sono deluso e demoralizzato, con quale spirito e quale motivazione potrò portare avanti un altro anno scolastico?
ci stavo cadendo anch'io in questo sbaglio. A scuola si deve andare, si deve dare il massimo, si deve fare punteggio. Chi può dire cosa accadrà domani? Chi può dire se le proposte di riforma saranno legge? E se si facesse una graduatoria di merito in subordine ai ruoli delle GaE? Chi può saperlo? Inoltre tutto, anche la più insignificante delle supplenze, può essere il pezzo di un mosaico...
Tornare in alto Andare in basso
Online
Dec
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 47879
Data d'iscrizione : 23.08.10

MessaggioOggetto: Re: Con quale spirito affrontare un nuovo A.S. sapendo che sarà l'ultimo?   Dom Set 14, 2014 1:43 pm

catiusciagr ha scritto:
Pensa che mesi fa mi beccai un argomento da me posto bloccato dai moderatori perchè disperata per i modelli a1 e a2, indirizzai l'argomento a gugu, cosa che (evidentemente è così) non stava bene.
Non ho capito di cosa parli. Per quanto mi riguarda, io ho il massimo rispetto per gugu, anche se ogni tanto siamo in disaccordo. Vorrei solo (vale per lui, ma per tutti) che parlando di questi argomenti così complessi fossimo capaci di confrontarci evitando esaltazioni acritiche, polemiche personali gratuite e piagnistei a prescindere, ma ragionando sui vari aspetti delle linee guida e, come hai fatto tu, sui numeri, sapendo che potremo anche non trovare un punto d'incontro, visto che siamo in condizioni diverse e ognuno pensa umanamente anche a sé, ma forse capiremo tutti le cose un po' meglio. Per questo ti ringrazio per la tua analisi e non condivido invece l'invito di L'ALTRO POLO a non intervenire più. Mi sembra che negli ultimi giorni, a parte qualche eccezione, il livello della discussione, superata la reazione emotiva, sia un po' salito e spero continui così.
Tornare in alto Andare in basso
Albith



Messaggi : 10574
Data d'iscrizione : 22.08.10

MessaggioOggetto: Re: Con quale spirito affrontare un nuovo A.S. sapendo che sarà l'ultimo?   Dom Set 14, 2014 1:53 pm

La mia idea è che sarebbe molto meglio prima rivedere le cdc della secondaria, accorparle sapientemente, anche in considerazione della laurea di origine.

Ad esempio un abilitato A048 proveniente dalla laurea in Matematica può opportunamente confluire in una mega-cdc A038+A047+A049

Al contrario se proviene da Economia non mi pare proprio il caso…

Ad esempio mi pare più auspicabile fondere in una sola cdc A017, A019 e A048 (magari anche introducendoli nei corsi delle medie, ad esempio come materia facoltativa o come alternativa alla religione, dico per dire).

Ovviamente è solo un esempio e che favoleggia una VERA riforma della scuola, volta a una razionalizzazione VERA E SERIA e che sappia salvaguardare sia gli studenti che i docenti.

La mobilità e il ruolo un po' alla come viene viene, creerà una gestione delirante!

Eppure ci vorrebbe poco a ripensare il sistema in modo molto più efficiente…

Concordo poi che, passato il blocco Fornero, i pensionamenti riprenderanno il ritmo precedente, quindi i posti si libereranno e serviranno concorsi e quant'altro: anche qui una razionalizzazione più sapiente non guasterebbe!
Tornare in alto Andare in basso
gugu



Messaggi : 25651
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: Con quale spirito affrontare un nuovo A.S. sapendo che sarà l'ultimo?   Dom Set 14, 2014 1:57 pm

I numeri andrebbero rivisti in questo modo:

inseriti in GE 154.000

immissioni 2014 28.000. Le 14.000 sul sostegno, in ogni caso, fanno diminuire di 14.000 le GE, essendo tutti i SOS anche presenti in GE. Per le cdc sappiamo che il 70% di chi è in GM è anche in GE, per cui 7.000 posti + 70% di altri 7.000 vanno a GE. Totale: 11.900.

Si stima dunque che a fine ruoli in GE ci saranno 154.000-14.000-11.900 = 128.100 iscritti (non contando rinunce od altro)

A questi posti vanno aggiunti 12.000 OD ancora vuoti + 8.000 SOS per il prossimo anno + 17.000/20.000 pensionamenti 2015.

128.1000-12.000-8.000-17.000 = 91.000

Dunque assumendo su tutto l'OD si arriverebbe a fine estate 2015 con 91.000 iscritti (ovviamente con grandi differenze...italiano/A059/spagnolo/tutti i SOS completamente esauriti; A019/A037/inglese/tedesco ancora con molti iscritti).

L'OFU (l'unione degli spezzoni porterà ruoli su tutte le cdc in maniera simile all'OD e farà scendere i 91.000 a circa 60.000 rimanenti) dovrebbe essere calibrato proprio a far diminuire il numero di iscritti in quelle cdc molto affollate, fino ad esaurirle.
Tornare in alto Andare in basso
L'ALTRO POLO



Messaggi : 4215
Data d'iscrizione : 24.01.14

MessaggioOggetto: Re: Con quale spirito affrontare un nuovo A.S. sapendo che sarà l'ultimo?   Dom Set 14, 2014 3:24 pm

Dec ha scritto:
catiusciagr ha scritto:
Pensa che mesi fa mi beccai un argomento da me posto bloccato dai moderatori perchè disperata per i modelli a1 e a2, indirizzai l'argomento a gugu, cosa che (evidentemente è così) non stava bene.
Non ho capito di cosa parli. Per quanto mi riguarda, io ho il massimo rispetto per gugu, anche se ogni tanto siamo in disaccordo. Vorrei solo (vale per lui, ma per tutti) che parlando di questi argomenti così complessi fossimo capaci di confrontarci evitando esaltazioni acritiche, polemiche personali gratuite e piagnistei a prescindere, ma ragionando sui vari aspetti delle linee guida e, come hai fatto tu, sui numeri, sapendo che potremo anche non trovare un punto d'incontro, visto che siamo in condizioni diverse e ognuno pensa umanamente anche a sé, ma forse capiremo tutti le cose un po' meglio. Per questo ti ringrazio per la tua analisi e non condivido invece l'invito di L'ALTRO POLO a non intervenire più. Mi sembra che negli ultimi giorni, a parte qualche eccezione, il livello della discussione, superata la reazione emotiva, sia un po' salito e spero continui così.
se ho invitato il collega a defilarsi da certi post è stato unicamente perché mi sembra che da quando sono state pubblicate le linee guida egli stia battendo quasi sempre la sola strada della convenienza personale, poi spero mi smentisca. In ogni caso preferisco leccarmi le ferite con chi ha le mie stesse ferite, e se un post è aperto da un collega della 3gi che ha paura di sparire dal sistema mi aspetto di discutere con lui senza la spada di Damocle rappresentata dall'inserimento di qualche 'eletto'che mi accusi, direttamente o meno, di frignare
Tornare in alto Andare in basso
Online
Dec
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 47879
Data d'iscrizione : 23.08.10

MessaggioOggetto: Re: Con quale spirito affrontare un nuovo A.S. sapendo che sarà l'ultimo?   Dom Set 14, 2014 3:50 pm

Non condivido per niente. Non esistono i topic per gli iscritti nelle Gae e quelli per gli iscritti nella seconda o nella terza fascia. Ognuno ha diritto di intervenire nei topic che preferisce, certamente con il rispetto dovuto agli altri. Se vuoi continuare a scrivere su questo forum, devi rispettarne le regole e non pretendere che gli altri si adeguino alle tue. Gugu parlerà per convenienza personale, ma non è certo l'unico.
Tornare in alto Andare in basso
dami



Messaggi : 1159
Data d'iscrizione : 28.08.11

MessaggioOggetto: Re: Con quale spirito affrontare un nuovo A.S. sapendo che sarà l'ultimo?   Dom Set 14, 2014 4:04 pm

gugu ha scritto:
I numeri andrebbero rivisti in questo modo:

inseriti in GE 154.000

immissioni 2014 28.000. Le 14.000 sul sostegno, in ogni caso, fanno diminuire di 14.000 le GE, essendo tutti i SOS anche presenti in GE. Per le cdc sappiamo che il 70% di chi è in GM è anche in GE, per cui 7.000 posti + 70% di altri 7.000 vanno a GE. Totale: 11.900.

Si stima dunque che a fine ruoli in GE ci saranno  154.000-14.000-11.900 =  128.100 iscritti (non contando rinunce od altro)

A questi posti vanno aggiunti 12.000 OD ancora vuoti + 8.000 SOS per il prossimo anno + 17.000/20.000 pensionamenti 2015.

128.1000-12.000-8.000-17.000 = 91.000

Dunque assumendo su tutto l'OD si arriverebbe a fine estate 2015 con 91.000 iscritti (ovviamente con grandi differenze...italiano/A059/spagnolo/tutti i SOS completamente esauriti; A019/A037/inglese/tedesco ancora con molti iscritti).

L'OFU (l'unione degli spezzoni porterà ruoli su tutte le cdc in maniera simile all'OD e farà scendere i 91.000 a circa 60.000 rimanenti) dovrebbe essere calibrato proprio a far diminuire il numero di iscritti in quelle cdc molto affollate, fino ad esaurirle.

Mi preme sottolineare che probabilmente non tutti coloro che hanno il titolo di sostegno, a meno che non vi siano obbligati, sceglieranno di entrare su sostegno.
Anzi, auspicherei proprio che si rifiutassero di entrarvi, viste le nuove proposte di legge molto penalizzanti.
Tornare in alto Andare in basso
dami



Messaggi : 1159
Data d'iscrizione : 28.08.11

MessaggioOggetto: Re: Con quale spirito affrontare un nuovo A.S. sapendo che sarà l'ultimo?   Dom Set 14, 2014 4:12 pm

Rispondendo al quesito principale, se fossi in terza fascia GI mi dedicherei per quest'anno a scioperare e protestare. E magari farei presente alle famiglie dei pargoli la situazione, per trovare un appoggio.
Se qualcuno finalmente si decidesse ad alzare la cresta, magari potrebbe esserci un ripensamento sulle modalità di assunzione.
Io credo infatti che, proprio perché c'è la questione della sanzione europea in ballo, non sarebbe difficile per il governo fare una legge "straordinaria" per assumere solo chi ha i tre anni di servizio, invece che tutti quelli della GaE al completo.
Tornare in alto Andare in basso
L'ALTRO POLO



Messaggi : 4215
Data d'iscrizione : 24.01.14

MessaggioOggetto: Re: Con quale spirito affrontare un nuovo A.S. sapendo che sarà l'ultimo?   Dom Set 14, 2014 4:15 pm

Dec ha scritto:
Non condivido per niente. Non esistono i topic per gli iscritti nelle Gae e quelli per gli iscritti nella seconda o nella terza fascia. Ognuno ha diritto di intervenire nei topic che preferisce, certamente con il rispetto dovuto agli altri. Se vuoi continuare a scrivere su questo forum, devi rispettarne le regole e non pretendere che gli altri si adeguino alle tue. Gugu parlerà per convenienza personale, ma non è certo l'unico.
non c'è che dire, davvero perentorio. Mi pare che, rispetto a certi personaggi, vincerei il premio fair play. Ma non importa, rispetterò le regole se voglio ancora scrivere su questo forum
Tornare in alto Andare in basso
Online
Dec
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 47879
Data d'iscrizione : 23.08.10

MessaggioOggetto: Re: Con quale spirito affrontare un nuovo A.S. sapendo che sarà l'ultimo?   Dom Set 14, 2014 4:17 pm

Non giudico il tuo comportamento generale, su cui non ho nulla da eccepire, ma la tesi che hai sostenuto per giustificare un post a mio giudizio inopportuno.
Tornare in alto Andare in basso
L'ALTRO POLO



Messaggi : 4215
Data d'iscrizione : 24.01.14

MessaggioOggetto: Re: Con quale spirito affrontare un nuovo A.S. sapendo che sarà l'ultimo?   Dom Set 14, 2014 4:44 pm

Va bene. Era tuttavia un invito che gugu aveva fatto a se stesso esordendo: "posto che mi sono proposto di non intervenire più in questi topic" o giù di lì. Comunque ok, mi scuso con te e con lui. Però non credo nemmeno che siano corretti certi interventi in risposta al sottoscritto di silver76, talvolta avidodiinformazioni per non parlare di uomo saggio. Poi mi rendo conto che possono esserci le simpatie ed antipatie.
Tornare in alto Andare in basso
Online
Dec
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 47879
Data d'iscrizione : 23.08.10

MessaggioOggetto: Re: Con quale spirito affrontare un nuovo A.S. sapendo che sarà l'ultimo?   Dom Set 14, 2014 5:11 pm

Dai, non fare la vittima: tu mi sei molto simpatico:-) Gli altri in questo momento lasciamoli stare. E chiudiamola qui.
Tornare in alto Andare in basso
catiusciagr



Messaggi : 1398
Data d'iscrizione : 21.10.12

MessaggioOggetto: Re: Con quale spirito affrontare un nuovo A.S. sapendo che sarà l'ultimo?   Dom Set 14, 2014 11:48 pm

@gugu: grazie di tutto.
@ Dec:la mia frase:
Pensa che mesi fa mi beccai un argomento da me posto bloccato dai moderatori perchè disperata per i modelli a1 e a2, indirizzai l'argomento a gugu, cosa che (evidentemente è così) non stava bene.

si riferisce al titolo di un NUOVO ARGOMENTO da me introdotto nei giorni in cui compilavamo il modellp A1e A2.
Il titolo era: Per gugu o per choi può rispondere;
seguiva il post di apertura con la mia domanda.

Un moderatore (non tu,Dec) postò quasi subito un invito (che, forse mi sbaglio, mi parve ironico) in cui rivolgendosi non a me soltanto, ma a tutte le persone che continuamente chiedevano aiuto a gugu, di chiedere il suo indirizzo mail. Subito dopo bloccava il tutto.

Ne aprii un'altro immediatamente: indirizzai l'argomento allo stesso moderatore e dissi di riconoscere le ragioni del blocco.
Tornare in alto Andare in basso
catiusciagr



Messaggi : 1398
Data d'iscrizione : 21.10.12

MessaggioOggetto: Re: Con quale spirito affrontare un nuovo A.S. sapendo che sarà l'ultimo?   Lun Set 15, 2014 12:03 am

Albith ha scritto:
La mia idea è che sarebbe molto meglio prima rivedere le cdc della secondaria, accorparle sapientemente, anche in considerazione della laurea di origine.

Ad esempio un abilitato A048 proveniente dalla laurea in Matematica può opportunamente confluire in una mega-cdc A038+A047+A049

Al contrario se proviene da Economia non mi pare proprio il caso…

Ad esempio mi pare più auspicabile fondere in una sola cdc A017, A019 e A048 (magari anche introducendoli nei corsi delle medie, ad esempio come materia facoltativa o come alternativa alla religione, dico per dire).

Ovviamente è solo un esempio e che favoleggia una VERA riforma della scuola, volta a una razionalizzazione VERA E SERIA e che sappia salvaguardare sia gli studenti che i docenti.

La mobilità e il ruolo un po' alla come viene viene, creerà una gestione delirante!

Eppure ci vorrebbe poco a ripensare il sistema in modo molto più efficiente…

Hai scritto cose che condivido pienamentte.

Concordo poi che, passato il blocco Fornero, i pensionamenti riprenderanno il ritmo precedente, quindi i posti si libereranno e serviranno concorsi e quant'altro: anche qui una razionalizzazione più sapiente non guasterebbe!
Tornare in alto Andare in basso
catiusciagr



Messaggi : 1398
Data d'iscrizione : 21.10.12

MessaggioOggetto: Re: Con quale spirito affrontare un nuovo A.S. sapendo che sarà l'ultimo?   Lun Set 15, 2014 12:07 am

Non so perchè dopo la cotazione per albith. non è venuto il mio commento...
E' breve:
Condivido pienamente: c'è da imparare, fai proposte sensate senza polemiche.

Le tue argomentazioni possono allargarsi ad altre cdc.

Potresti comunicarle a labuonascuola@miur.it
Tornare in alto Andare in basso
 
Con quale spirito affrontare un nuovo A.S. sapendo che sarà l'ultimo?
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 2Andare alla pagina : 1, 2  Seguente
 Argomenti simili
-
» Di nuovo pioggia di capelli
» Quale libro state leggendo?
» nuovo passeggino jane
» QUALE NOME E' PIU' BELLO
» Aiuto fresa!!!! quale acquistare? 25,000 o 30,000 giri?

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Riforme-
Andare verso: