Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Il docente deve, il doccente deve, il docente deve...

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
L'ALTRO POLO



Messaggi : 4205
Data d'iscrizione : 24.01.14

MessaggioOggetto: Il docente deve, il doccente deve, il docente deve...   Mar Set 16, 2014 9:15 am

Ma non è che a forza di dovere diventiamo lo zimbello dei dirigenti scolastici, dei ragazzi, delle famiglia, addirittura del personale ausiliario?
Tornare in alto Andare in basso
iaiataf



Messaggi : 730
Data d'iscrizione : 27.04.14

MessaggioOggetto: Re: Il docente deve, il doccente deve, il docente deve...   Mar Set 16, 2014 10:23 am

Lo siamo già. E il bello è che siamo noi i primi ad essere convinti di non avere diritto a niente. Questa riforma ci chiede di accogliere il lavoro come un dono. Ci stanno regalando qualcosa che non ci siamo sudati. Quindi sento che per molti i diritti sono diventati privilegi. Dobbiamo accogliere tutto senza discutere. Poi magari rifiutano il ruolo perche` troppo lontano.Oppute ci ammaliamo per farci in quattro a lavorare lontano da casa, con uno stipendio che non ci concede neanche di andare dal dentista. Tutto, ma non lottare per riconquistare quello che ci stanno togliendo.
Tornare in alto Andare in basso
ulisse2000



Messaggi : 165
Data d'iscrizione : 03.07.14

MessaggioOggetto: Re: Il docente deve, il doccente deve, il docente deve...   Mar Set 16, 2014 11:40 am

iaiataf ha scritto:
Lo siamo già. E il bello è che siamo noi i primi ad essere convinti di non avere diritto a niente. Questa riforma ci chiede di accogliere il lavoro come un dono. Ci stanno regalando qualcosa che non ci siamo sudati. Quindi sento che per molti i diritti sono diventati privilegi. Dobbiamo accogliere tutto senza discutere. Poi magari rifiutano il ruolo perche` troppo lontano. Oppure ci ammaliamo per farci in quattro a lavorare lontano da casa, con uno stipendio che non ci concede neanche di andare dal dentista. Tutto, ma non lottare per riconquistare quello che ci stanno togliendo.

per fortuna il pensiero di alcuni utenti di questo forum, anche se molto attivi non rappresenta a mio avviso la maggioranza dei docenti....

basta seguire i sondaggi, parlare con i colleghi nella vita reale, dare un ' occhiata ai gruppi di insegnanti nei social network per capire quanto questa riforma piaccia agli insegnanti , anche sindacati e associazioni di categoria di stanno organizzando per convogliare la protesta.

posso relativamente  capire ma non condividere  la difesa delle riforma da parte di molti precari accecati dalla promessa del ruolo  immediato a tal punto da non vedere tutto il resto, ma non comprendo alcuni insegnanti di ruolo disposti a vedere la scuola trasformata in un' azienda con un preside manager aziendale , disposti ad accettare i tagli stipendiali travestiti da scatto x il merito, disposti a perdere diritti e benefici.

questo tale autolesionismo  di categoria da parte di alcuni utenti del forum mi fa addirittura sospettare che non siano neanche veri  insegnanti ... saranno forse dirigenti scolastici/aziendali  o genietti del  MIUR ? saranno forse "pompieri" del PD che tentano di gettare acqua sulla protesta?   saranno squallidi  travestiti sostenitori dei loro piccoli altarini ? questo non posso saperlo ma a volte mi viene qualche dubbio ....

desiderare condizioni migliori per coloro che nella scuola ci lavorano vuol dire migliorare la scuola stessa,

tagliare salari già poveri (metà dei tedeschi), asservire i docenti e la loro libertà d' insegnamento alla dirigenza, limitare le loro possibilità... come può essere un bene per i docenti, per la scuola e quindi per collettività?

prestarsi ai giochi di potere del governo ai danni di una scuola libera e dignitosa come può favorire lo sviluppo individuale e sociale?

ma la maggior parte dei  "veri docenti" sa cosa è il bene per l' individuo e per la  collettività scolastica e sa che queste due sfere non sono in contrapposizione ma al contrario devono coincidere.

la maggior parte dei "veri docenti" troverà i modi per far sentire la propria protesta...


Ultima modifica di ulisse2000 il Mar Set 16, 2014 11:59 am, modificato 4 volte
Tornare in alto Andare in basso
L'ALTRO POLO



Messaggi : 4205
Data d'iscrizione : 24.01.14

MessaggioOggetto: Re: Il docente deve, il doccente deve, il docente deve...   Mar Set 16, 2014 11:49 am

Quando i colleghi delle GaE capiranno che anche loro stanno per essere presi in giro in massa...
Tornare in alto Andare in basso
gugu



Messaggi : 25640
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: Il docente deve, il doccente deve, il docente deve...   Mar Set 16, 2014 12:33 pm

ulisse2000 ha scritto:
iaiataf ha scritto:
Lo siamo già. E il bello è che siamo noi i primi ad essere convinti di non avere diritto a niente. Questa riforma ci chiede di accogliere il lavoro come un dono. Ci stanno regalando qualcosa che non ci siamo sudati. Quindi sento che per molti i diritti sono diventati privilegi. Dobbiamo accogliere tutto senza discutere. Poi magari rifiutano il ruolo perche` troppo lontano. Oppure ci ammaliamo per farci in quattro a lavorare lontano da casa, con uno stipendio che non ci concede neanche di andare dal dentista. Tutto, ma non lottare per riconquistare quello che ci stanno togliendo.

per fortuna il pensiero di alcuni utenti di questo forum, anche se molto attivi non rappresenta a mio avviso la maggioranza dei docenti....

basta seguire i sondaggi, parlare con i colleghi nella vita reale, dare un ' occhiata ai gruppi di insegnanti nei social network per capire quanto questa riforma piaccia agli insegnanti , anche sindacati e associazioni di categoria di stanno organizzando per convogliare la protesta.

posso relativamente  capire ma non condividere  la difesa delle riforma da parte di molti precari accecati dalla promessa del ruolo  immediato a tal punto da non vedere tutto il resto, ma non comprendo alcuni insegnanti di ruolo disposti a vedere la scuola trasformata in un' azienda con un preside manager aziendale , disposti ad accettare i tagli stipendiali travestiti da scatto x il merito, disposti a perdere diritti e benefici.

questo tale autolesionismo  di categoria da parte di alcuni utenti del forum mi fa addirittura sospettare che non siano neanche veri  insegnanti ... saranno forse dirigenti scolastici/aziendali  o genietti del  MIUR ? saranno forse "pompieri" del PD che tentano di gettare acqua sulla protesta?   saranno squallidi  travestiti sostenitori dei loro piccoli altarini ? questo non posso saperlo ma a volte mi viene qualche dubbio ....

desiderare condizioni migliori per coloro che nella scuola ci lavorano vuol dire migliorare la scuola stessa,

tagliare salari già poveri (metà dei tedeschi), asservire i docenti e la loro libertà d' insegnamento alla dirigenza, limitare le loro possibilità... come può essere un bene per i docenti, per la scuola e quindi per collettività?

prestarsi ai giochi di potere del governo ai danni di una scuola libera e dignitosa come può favorire lo sviluppo individuale e sociale?

ma la maggior parte dei  "veri docenti" sa cosa è il bene per l' individuo e per la  collettività scolastica e sa che queste due sfere non sono in contrapposizione ma al contrario devono coincidere.

la maggior parte dei "veri docenti" troverà i modi per far sentire la propria protesta...


Mi pare che Forza Italia possa essere un punto d'appoggio per impedire le immissioni. Forse per il resto no...ma se ci si accontenta di poco...
Tornare in alto Andare in basso
ulisse2000



Messaggi : 165
Data d'iscrizione : 03.07.14

MessaggioOggetto: Re: Il docente deve, il doccente deve, il docente deve...   Mar Set 16, 2014 1:28 pm

non si vuole impedire le immissioni, si può trovare una strada che non danneggi il sistema scuola compresi gli stessi beneficiari dell' immissione.

per esempio ripristinare le cattedre tolte dalla Gelmini e procedere a un piano di immissioni che porterebbe allo stesso traguardo senza causare sfaceli.

le nostre intelligenze e i nostri sforzi dovrebbero essere tesi a  pensare a un sistema che vada bene per tutti senza abbandonarsi alla logica della giungla  del "mors tua vita mea".

i grossi poteri hanno interesse a creare una società di servi dei servi dei servi.... gestiti con la tecnica del "divide et impera" ,
la classica guerra dei poveri che fa il gioco di poteri sempre più forti e schiaccianti sia nel macrosistema che nelle istituzione che lo reggono.

la nostra società ha bisogna di educatori liberi e soddisfatti che promuovono il benessere e lo spirito critico ...
Tornare in alto Andare in basso
ulisse2000



Messaggi : 165
Data d'iscrizione : 03.07.14

MessaggioOggetto: Re: Il docente deve, il doccente deve, il docente deve...   Mar Set 16, 2014 10:11 pm

la scuola deve essere riformata dagli operatori, dai docenti e dagli studenti, non dai burocrati !

http://www.orizzontescuola.it/comunicati/chimienti-scuola-deve-essere-riformata-dagli-opertori-dai-docenti-e-dagli-studenti-non-da
Tornare in alto Andare in basso
A0quarantasette



Messaggi : 2948
Data d'iscrizione : 29.08.12

MessaggioOggetto: Re: Il docente deve, il doccente deve, il docente deve...   Mar Set 16, 2014 10:15 pm

iaiataf ha scritto:
Lo siamo già. E il bello è che siamo noi i primi ad essere convinti di non avere diritto a niente. Questa riforma ci chiede di accogliere il lavoro come un dono. Ci stanno regalando qualcosa che non ci siamo sudati. Quindi sento che per molti i diritti sono diventati privilegi. Dobbiamo accogliere tutto senza discutere. Poi magari rifiutano il ruolo perche` troppo lontano.Oppute ci ammaliamo per farci in quattro a lavorare lontano da casa, con uno stipendio che non ci concede neanche di andare dal dentista. Tutto, ma non lottare per riconquistare quello che ci stanno togliendo.

Con le immissioni ci saranno meno spaccature tra noi, saremo più uniti e quindi più forti e determinati a chiedere la restituzione del maltolto.
Tornare in alto Andare in basso
ulisse2000



Messaggi : 165
Data d'iscrizione : 03.07.14

MessaggioOggetto: Re: Il docente deve, il doccente deve, il docente deve...   Mar Set 16, 2014 10:37 pm


una volta stravolto il sistema scuola non si tornerà tanto facilmente indietro schiacciando il pulsante di "reset"...

barattare sicurezze lavorative con un peggioramento generale delle condizione di lavoro sia economiche che in termini di libertà e dignità mi sembra una proposta al ribasso infamante per chi la fa e per chi la recepisce...

dobbiamo pretendere di più per tutti, senza lasciare nessuno dietro.
Tornare in alto Andare in basso
insula



Messaggi : 82
Data d'iscrizione : 30.08.14

MessaggioOggetto: Re: Il docente deve, il doccente deve, il docente deve...   Mar Set 16, 2014 10:43 pm

ulisse2000 ha scritto:

una volta stravolto il sistema scuola non si tornerà tanto facilmente indietro schiacciando il pulsante di "reset"...

barattare sicurezze lavorative con un peggioramento generale delle condizione di lavoro sia economiche che in termini di libertà e dignità mi sembra una proposta al ribasso infamante per chi la fa e per chi la recepisce...

dobbiamo pretendere di più per tutti, senza lasciare nessuno dietro.

Ecco il punto.
Ci trattano come pesciolini a cui dare l'esca giusta (promesse posticipate di immissioni in ruolo e contentino di presunti aumenti per merito fra dieci anni) per abboccare.
Ma possiamo sempre trasformarci in piragna e così ci mangeremo anche gli squali... ;-))
Tornare in alto Andare in basso
ulisse2000



Messaggi : 165
Data d'iscrizione : 03.07.14

MessaggioOggetto: Re: Il docente deve, il doccente deve, il docente deve...   Mar Set 16, 2014 11:16 pm

insula ha scritto:
ulisse2000 ha scritto:

una volta stravolto il sistema scuola non si tornerà tanto facilmente indietro schiacciando il pulsante di "reset"...

barattare sicurezze lavorative con un peggioramento generale delle condizione di lavoro sia economiche che in termini di libertà e dignità mi sembra una proposta al ribasso infamante per chi la fa e per chi la recepisce...

dobbiamo pretendere di più per tutti, senza lasciare nessuno dietro.

Ecco il punto.
Ci trattano come pesciolini a cui dare l'esca giusta (promesse posticipate di immissioni in ruolo e contentino di presunti aumenti per merito fra dieci anni) per abboccare.
Ma possiamo sempre trasformarci in piragna e così ci mangeremo anche gli squali... ;-))

sono fortemente convinto che la stragrande maggioranza dei docenti non gradisca queste linee guida.... i docenti sono tanti e spostano diversi milioni di voti...
Tornare in alto Andare in basso
sconcertato1



Messaggi : 389
Data d'iscrizione : 16.10.12

MessaggioOggetto: Re: Il docente deve, il doccente deve, il docente deve...   Mer Set 17, 2014 2:26 pm

gugu ha scritto:
ulisse2000 ha scritto:
iaiataf ha scritto:
Lo siamo già. E il bello è che siamo noi i primi ad essere convinti di non avere diritto a niente. Questa riforma ci chiede di accogliere il lavoro come un dono. Ci stanno regalando qualcosa che non ci siamo sudati. Quindi sento che per molti i diritti sono diventati privilegi. Dobbiamo accogliere tutto senza discutere. Poi magari rifiutano il ruolo perche` troppo lontano. Oppure ci ammaliamo per farci in quattro a lavorare lontano da casa, con uno stipendio che non ci concede neanche di andare dal dentista. Tutto, ma non lottare per riconquistare quello che ci stanno togliendo.

per fortuna il pensiero di alcuni utenti di questo forum, anche se molto attivi non rappresenta a mio avviso la maggioranza dei docenti....

basta seguire i sondaggi, parlare con i colleghi nella vita reale, dare un ' occhiata ai gruppi di insegnanti nei social network per capire quanto questa riforma piaccia agli insegnanti , anche sindacati e associazioni di categoria di stanno organizzando per convogliare la protesta.

posso relativamente  capire ma non condividere  la difesa delle riforma da parte di molti precari accecati dalla promessa del ruolo  immediato a tal punto da non vedere tutto il resto, ma non comprendo alcuni insegnanti di ruolo disposti a vedere la scuola trasformata in un' azienda con un preside manager aziendale , disposti ad accettare i tagli stipendiali travestiti da scatto x il merito, disposti a perdere diritti e benefici.

questo tale autolesionismo  di categoria da parte di alcuni utenti del forum mi fa addirittura sospettare che non siano neanche veri  insegnanti ... saranno forse dirigenti scolastici/aziendali  o genietti del  MIUR ? saranno forse "pompieri" del PD che tentano di gettare acqua sulla protesta?   saranno squallidi  travestiti sostenitori dei loro piccoli altarini ? questo non posso saperlo ma a volte mi viene qualche dubbio ....

desiderare condizioni migliori per coloro che nella scuola ci lavorano vuol dire migliorare la scuola stessa,

tagliare salari già poveri (metà dei tedeschi), asservire i docenti e la loro libertà d' insegnamento alla dirigenza, limitare le loro possibilità... come può essere un bene per i docenti, per la scuola e quindi per collettività?

prestarsi ai giochi di potere del governo ai danni di una scuola libera e dignitosa come può favorire lo sviluppo individuale e sociale?

ma la maggior parte dei  "veri docenti" sa cosa è il bene per l' individuo e per la  collettività scolastica e sa che queste due sfere non sono in contrapposizione ma al contrario devono coincidere.

la maggior parte dei "veri docenti" troverà i modi per far sentire la propria protesta...


Mi pare che Forza Italia possa essere un punto d'appoggio per impedire le immissioni. Forse per il resto no...ma se ci si accontenta di poco...

Solita provocazione. Nulla di nuovo.

@ Ulisse: condivido tutto, parola per parola.
Tornare in alto Andare in basso
boston



Messaggi : 701
Data d'iscrizione : 16.09.10

MessaggioOggetto: Re: Il docente deve, il doccente deve, il docente deve...   Gio Set 18, 2014 4:17 pm

Anch'io condivido il pensiero di Ulisse. Sono 12 anni che ho contratti al 30/06 o al 31/08, mi sto facendo il mio debito cu*o e trovo aberrante essere messa in ruolo senza scatti stipendiali e dover pure ringraziare il governo che ci tratta da pezzenti.
Ho scelto la mia graduatoria senza scorciatoie, senza sanatorie, senza corsetti farsa per comprarmi i punti. Non voglio piu' essere presa per i fondelli, questa non e' una riforma, e' una porcata immane e c'e' chi ci crede... E' folle!!!!!
Tornare in alto Andare in basso
Kishu



Messaggi : 58
Data d'iscrizione : 10.09.12
Località : Firenze

MessaggioOggetto: Re: Il docente deve, il doccente deve, il docente deve...   Gio Set 18, 2014 6:36 pm

Forse non vi siete accorti che la gente comune, che non lavora nel mondo della scuola, non solo abbocca a tutte le bugie di Renzi e company, ma plaude alle sue riforme. Questo perché i lavoratori della scuola sono impopolari: l'opinione che la gente ha di noi è che siamo parassiti mangiapane a ufo.
Io sono un'assistente amministrativa, figurarsi.... Se voi docenti valete zero, noi AA valiamo meno 10! Sono precaria da 10 anni, ci ho messo 6 anni per arrivare in 1^ fascia dalla 3^. 2 anni e mezzo in 3^ fascia senza essere chiamata, e non si riesce a capire perché (sarà mica che alcune scuole chiamano solo chi pare a loro senza rispettare le graduatorie???). Del nostro precariato e dei sacrifici e rinunce decennali la gente comune non sa niente.
Invece di difendere i diritti acquisiti ed estenderli a chi non ne ha, il nostro stato (e lo stato dovremmo essere noi: io, voi, gli altri..) che dovrebbe dare il buon esempio, ci tratta come schiavi, e ci toglie quel poco che abbiamo.
Sono disgustata e snervata. Se non avessi una certa età, un figlio, genitori che stanno invecchiando me ne andrei proprio da questo schifosissimo paese....
Passatemi lo sfogo, ma credo di interpretare i sentimenti della maggior parte dei lavoratori della scuola.
Tornare in alto Andare in basso
insula



Messaggi : 82
Data d'iscrizione : 30.08.14

MessaggioOggetto: Re: Il docente deve, il doccente deve, il docente deve...   Gio Set 18, 2014 8:27 pm

Kishu ha scritto:
Forse non vi siete accorti che la gente comune, che non lavora nel mondo della scuola, non solo abbocca a tutte le bugie di Renzi e company, ma plaude alle sue riforme. Questo perché i lavoratori della scuola sono impopolari: l'opinione che la gente ha di noi è che siamo parassiti mangiapane a ufo.
Io sono un'assistente amministrativa, figurarsi.... Se voi docenti valete zero, noi AA valiamo meno 10! Sono precaria da 10 anni, ci ho messo 6 anni per arrivare in 1^ fascia dalla 3^. 2 anni e mezzo in 3^ fascia senza essere chiamata, e non si riesce a capire perché (sarà mica che alcune scuole chiamano solo chi pare a loro senza rispettare le graduatorie???). Del nostro precariato e dei sacrifici e rinunce decennali la gente comune non sa niente.
Invece di difendere i diritti acquisiti ed estenderli a chi non ne ha, il nostro stato (e lo stato dovremmo essere noi: io, voi, gli altri..) che dovrebbe dare il buon esempio, ci tratta come schiavi, e ci toglie quel poco che abbiamo.
Sono disgustata e snervata. Se non avessi una certa età, un figlio, genitori che stanno invecchiando me ne andrei proprio da questo schifosissimo paese....
Passatemi lo sfogo, ma credo di interpretare i sentimenti della maggior parte dei lavoratori della scuola.  

Hai ragione.
Tornare in alto Andare in basso
sconcertato1



Messaggi : 389
Data d'iscrizione : 16.10.12

MessaggioOggetto: Re: Il docente deve, il doccente deve, il docente deve...   Gio Set 18, 2014 9:50 pm

insula ha scritto:
Kishu ha scritto:
Forse non vi siete accorti che la gente comune, che non lavora nel mondo della scuola, non solo abbocca a tutte le bugie di Renzi e company, ma plaude alle sue riforme. Questo perché i lavoratori della scuola sono impopolari: l'opinione che la gente ha di noi è che siamo parassiti mangiapane a ufo.
Io sono un'assistente amministrativa, figurarsi.... Se voi docenti valete zero, noi AA valiamo meno 10! Sono precaria da 10 anni, ci ho messo 6 anni per arrivare in 1^ fascia dalla 3^. 2 anni e mezzo in 3^ fascia senza essere chiamata, e non si riesce a capire perché (sarà mica che alcune scuole chiamano solo chi pare a loro senza rispettare le graduatorie???). Del nostro precariato e dei sacrifici e rinunce decennali la gente comune non sa niente.
Invece di difendere i diritti acquisiti ed estenderli a chi non ne ha, il nostro stato (e lo stato dovremmo essere noi: io, voi, gli altri..) che dovrebbe dare il buon esempio, ci tratta come schiavi, e ci toglie quel poco che abbiamo.
Sono disgustata e snervata. Se non avessi una certa età, un figlio, genitori che stanno invecchiando me ne andrei proprio da questo schifosissimo paese....
Passatemi lo sfogo, ma credo di interpretare i sentimenti della maggior parte dei lavoratori della scuola.  

Hai ragione.
Ottimo intervento. Fotografa molto bene la realtà, tutto il resto sono solo chiacchiere. Se ti puo' consolare posso dirti che la tua amarezza è piuttosto comune.
Tornare in alto Andare in basso
 
Il docente deve, il doccente deve, il docente deve...
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» proprio questo mese il ciclo deve venirmi in ritardo!?!?!?!
» come deve essere l'endometrio
» caratteristiche che una fresa deve avere per essere buona
» quanto deve essere l estradiolo ??????help
» ragazze ma l'endometrio per accogliere gli embrioni quanto deve misurare??

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Riforme-
Andare verso: