Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Un interessante post sull'uso dei social network per attività didattica

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : 1, 2  Seguente
AutoreMessaggio
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Un interessante post sull'uso dei social network per attività didattica   Mer Set 17, 2014 7:26 pm

Dal momento che si tratta di un argomento che spesso si tira in ballo, segnalo un interessante post a firma di Marco Fioretti sull'opportunità di ricorrere a social network che hanno finalità commerciali per svolgere un servizio di supporto all'ordinaria attività didattica.

http://stop.zona-m.net/it/2014/09/quella-bomba-a-tempo-delle-scuole-e-di-facebook/

In calce al post c'è inoltre un riferimento [di cui non ero a conoscenza] che, attraverso un articolo di Carlotta De Leo su un blog del Corriere della Sera (link: http://scuoladivita.corriere.it/2013/10/23/studenti-e-prof-amici-su-facebook-e-appropriato/ ) , richiama l'attenzione sulla posizione ufficiale del Ministero dell'Istruzione tedesco e di alcuni Laender. Interessante è una chiosa di Wolf Juergen Karle, portavoce del Ministero, secondo il quale "il modello commerciale dei social network non e’ compatibile con la missione educativa delle scuole pubbliche". Tengo a precisare che non sono a conoscenza dell'esatta formulazione originale in tedesco, mi sono limitato a riportare fedelmente il testo scritto sull'articolo di Carlotta De Leo e che, in teoria, dovrebbe essere una più o meno fedele traduzione.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Un interessante post sull'uso dei social network per attività didattica   Mer Set 17, 2014 7:33 pm

PS: Marco Fioretti è un divulgatore freelance che si occupa spesso di tematiche che intrecciano il mondo della scuola con l'uso del software libero e della libera condivisione del sapere. Sicuramente sconosciuto alla maggior parte degli operatori della scuola, ma autorevole e stimato fra gli insegnanti che si interessano di queste tematiche e frequentano la mailing list di linux.it dedicata alla scuola.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15758
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Un interessante post sull'uso dei social network per attività didattica   Mer Set 17, 2014 7:47 pm

Secondo te farsi dare le mail dagli studenti ed inviare a tutti un link di dropbox dal quale potranno scaricare materiale, è un problema ?
Dropbox viene a conoscenza delle loro mail e cosa ne faccia lo sa solo lui; mi devo preoccupare anche di questo ? La mia non è una domanda retorica, mi hai proprio fatto venire il dubbio.
Se la risposta è si allora mi declasso a docente 0.0
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Un interessante post sull'uso dei social network per attività didattica   Mer Set 17, 2014 8:30 pm

avidodinformazioni ha scritto:
Secondo te farsi dare le mail dagli studenti ed inviare a tutti un link di dropbox dal quale potranno scaricare materiale, è un problema ?
Dropbox viene a conoscenza delle loro mail e cosa ne faccia lo sa solo lui; mi devo preoccupare anche di questo ? La mia non è una domanda retorica, mi hai proprio fatto venire il dubbio.
Se la risposta è si allora mi declasso a docente 0.0
Premetto che conosco appena appena Dropbox (giusto pochi giorni fa mi è stato inviato un invito che ho ignorato), perciò non ho cognizione.
Faccio tuttavia una considerazione deduttiva: queste piattaforme costano. Costano perché richiedono server, richiedono spazio web, richiedono database solidi, richiedono banda. Qual è l'interesse? Ergo, diffido per default di chiunque mi offra un qualcosa "gratis" perché presumo ci sia un interesse profit dietro. A meno che non sia esplicito l'interesse no profit.

Ci sono piattaforme di Web 2.0 finalizzate alla condivisione e che non hanno finalità commerciali (vedi le piattaforme di Wikimedia Foundation), ma queste si sorreggono con le donazioni. Donazioni di cui sono affamatissime proprio perché queste piattaforme costano. Solo un miliardario annoiato può permettersi di regalare per il gusto di regalare perché ha soldi da buttare, come ad esempio quel pazzoide di Mark Shuttleworth quando ha lanciato il progetto Ubuntu (affiancandogli una società che ne sfrutta in alcuni aspetti gli interessi commerciali).

La mia opinione personale è che ci sono le risorse per fare a meno di questi servizi evitando del tutto gli effetti collaterali (a prescindere dal fatto che ci siano o meno). La scuola ha un sito web? Ebbene, perché non usarlo anche per questi scopi oltre che per fare vetrina alla scuola e pubblicare l'albo pretorio? Il sito Web di una scuola dovrebbe fornire supporto a queste iniziative e nell'ambito del software libero ci sono anche piattaforme Web 2.0 che possono essere installate nel server. Se poi non vogliamo romperci le scatole con il sito della scuola, che spesso presenta un sacco di problemi, nulla vieta di aprirci uno spazio web tutto nostro e di cui abbiamo il pieno controllo di cosa comporti nei confronti dei suoi fruitori. In passato, essendo il webmaster del sito della mia ex-scuola, sfruttavo parte dello spazio Web non utilizzato per un sito personale su un dominio di terzo livello. In seguito, dal 2010, mi sono registrato un dominio di secondo livello tutto mio e acquistato uno spazio web di 1 Gb che uso per scopi personali (extrascolastici) ma che sfrutto anche per condividere materiale didattico. Gli studenti non devono darmi alcuna email: conoscono l'indirizzo e si scaricano all'occorrenza il materiale che ho caricato. Senza alcun tracciamento: nel mio sito uso i cooky esclusivamente per rilevare il browser e ottimizzare il rendering grafico.
Tutto questo mi costa la modica cifra di 10 euro l'anno, l'equivalente di due pizze, che comunque spendo per altri scopi personali. Il tutto senza rompermi le scatole con social network o siti scolastici. Dropbox, se non sbaglio, offre uno spazio di 500 Mb, la metà dello spazio che ho disponibile nel mio e di cui non devo rendere conto a nessuno.
Tornare in alto Andare in basso
Valerie



Messaggi : 4599
Data d'iscrizione : 11.09.10

MessaggioOggetto: Re: Un interessante post sull'uso dei social network per attività didattica   Mer Set 17, 2014 8:45 pm

Gian, come si puó sfruttare il sito della scuola per materiale didattico? È una cosa che vorrei proporre al collegio.
Tornare in alto Andare in basso
forza
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 5295
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: Un interessante post sull'uso dei social network per attività didattica   Mer Set 17, 2014 9:00 pm

Valerie, già che "ti vedo", nel tuo blog non trovo la sezione STRATEGIES che dicevi..... potretsi linkarla o mettermi il percorso da fare? Merci ;-)
Tornare in alto Andare in basso
forza
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 5295
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: Un interessante post sull'uso dei social network per attività didattica   Mer Set 17, 2014 9:01 pm

cosa intendi con "sfruttare il sito per materiale diattico"?
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15758
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Un interessante post sull'uso dei social network per attività didattica   Mer Set 17, 2014 9:08 pm

Teoricamente dropbox offre gratis un servizio minimo, si fa conoscere, si fa apprezzare, e chi ne diventa dipendente paga "una pizza" per avere la versione maxi.
Ovvio che cosa facciano in realtà lo sanno solo loro.

Il fatto è che è veramente molto comodo; farsi un sito è più oneroso (faticoso) e non è detto che sia totalmente privo di rogne; con tutte le buone intenzioni che hai, qualche hacker potrebbe operare a tua insaputa e fare le peggio porcate; non voglio mettermi in competizione informatica con gente infinitamente più brava di me.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Un interessante post sull'uso dei social network per attività didattica   Mer Set 17, 2014 9:37 pm

Valerie ha scritto:
Gian, come si puó sfruttare il sito della scuola per materiale didattico? È una cosa che vorrei proporre al collegio.
Serve l'installazione nel sito di un CMS (Content Management System) adatto a questi scopi. Esistono piattaforme open source sviluppate dalla comunità internazionale e che possono essere liberamente fruibili, sia per interessi no profit sia per scopi commerciali.
Per l'installazione ci si deve rivolgere a chi si occupa della gestione del sito (non è detto che sia in grado di farlo, ma se ha un minimo di conoscenza sullo sviluppo Web e sulla gestione di un sito Web dinamico dovrebbe essere alla sua portata). A me piace sviluppare direttamente le applicazioni client-server perciò non mi sono mai preoccupato di queste tematiche, ma so che si tratta di piattaforme che si possono installare e configurare con relativa facilità.
Cosa serve?
1) uno spazio web che supporti un framework client-server. Nella maggior parte dei casi è sufficiente che ci sia il supporto a PHP, il linguaggio preferito per questi framework open source, e a MySQL, il database open-source più diffuso. Dal momento che in genere gli spazi di hosting a costi relativamente contenuti sono offerti su server Apache, questi servizi sono generalmente disponibili nel pacchetto base (si è soliti usare l'acronimo LAMP, Linux-Apache-MySQL-PHP, per fare riferimento a piattaforme combinate che usano un server Apache installato su una sistema operativo Linux con supporto a MySQL come database e PHP come linguaggio di programmazione lato server). Molti siti web scolastici sono ospitati su questo genere di spazi hosting proprio perché hanno costi contenuti, dell'ordine anche di poche decine di euro l'anno.
2) l'insegnante che si occupa della gestione del sito deve sbattersi un pochino per l'installazione e la configurazione del framework e realizzare alcune pagine di collegamento per l'integrazione della piattaforma nella mappa del sito. Ripeto, se non è proprio un principiante è roba alla sua portata.

Una volta predisposto il tutto, il passo successivo è quello di fornire le credenziali di accesso ai docenti interessati, dopo di che ciascuno si gestisce la sua sezione personale.

Nella mia scuola usano Moodle ( http://moodle.com/ , http://it.wipedia.org/Moodle ), che non conosco per niente (io non ne faccio uso). Della mia sede ne faceva uso la collega di Disegno e storia dell'arte e si trovava benissimo, sia lei sia gli studenti. La piattaforma è rilasciata in licenza GPL, quindi uno strumento open source a tutti gli effetti che offre sufficienti garanzie di uso non "fraudolento". Ma ce ne sono parecchi altri (puoi trovarli qui: http://it.wikipedia.org/wiki/Categoria:Software_per_l%27educazione_liberi ).

L'unico problema (non trascurabile) di queste piattaforme è l'aspetto della sicurezza. Piattaforme poco solide, se mal configurate, possono essere "craccate" e sfruttate per cavolate goliardiche, che nella maggior parte dei casi si limitano ad un banale defacing vandalico temporaneo. La comunità di sviluppo di questi framework è tuttavia molto attiva e produce frequenti aggiornamenti finalizzati proprio a eliminare i bug di sicurezza. Si tratta comunque di problematiche che colpiscono alla grande anche le piattaforme proprietarie. Un computer sicuro è un computer spento e staccato dalla rete.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Un interessante post sull'uso dei social network per attività didattica   Mer Set 17, 2014 9:58 pm

avidodinformazioni ha scritto:
Il fatto è che è veramente molto comodo; farsi un sito è più oneroso (faticoso) e non è detto che sia totalmente privo di rogne; con tutte le buone intenzioni che hai, qualche hacker potrebbe operare a tua insaputa e fare le peggio porcate; non voglio mettermi in competizione informatica con gente infinitamente più brava di me.
Ovviamente bisogna chiedersi cosa serve, cosa puoi e cosa vuoi fare. Fare l'insegnante non implica doversi mettere a fare siti Web, non se ne parla neppure! Io sviluppo siti Web da 14 anni e mi è sempre piaciuto farlo per hobby, anche se l'hobby mi ha fornito in passato qualche piccola entrata extra. Perciò unisco l'utile al dilettevole. La cosa non mi impegna molto perché mi sono preparato un CMS personale a mio uso e consumo: una volta sviluppati tutti gli script, per fare una pagina devo solo scrivere quello che voglio pubblicare, tutto il resto sfrutta una struttura predisposta o che rimodulo all'occorrenza per migliorarne l'usabilità o per adattarla a nuovi scopi. Ma tutto questo è predisposto principalmente per altri scopi che non sono attinenti al mio lavoro di insegnante (in parole povere il mio sito è principalmente finalizzato alla pubblicazione di una documentazione specialistica di entomologia).

In merito alla sicurezza hai perfettamente ragione, ma io non ho questo problema perché uso lo spazio in modalità Web 1.0: il flusso dei contenuti è unidirezionale, non c'è una sezione interattiva, quella che fornisce le vulnerabilità sfruttate per bucare un server. Questo problema l'avevo quando gestivo il sito della scuola perché c'erano sezioni dinamiche interattive, ma non ho mai incontrato problemi di questo genere, forse perché evitavo di ricorrere a funzionalità che si prestano molto al crack.

Detto questo, nella maggior parte dei casi ad un insegnante basta uno spazio dove caricare materiale da far scaricare agli alunni (appunti, immagini, filmati, ecc.) e questo non costituisce un problema sotto l'aspetto della sicurezza perché sei l'unico che accede in scrittura nell'ambiente di pubblicazione. E' alla portata di tutti. Se invece vuoi un ambiente interattivo le cose si fanno un pochino più complicate e se non ci si vuole rompere le scatole con responsabilità legate a questioni di privacy o sicurezza la cosa migliore è affidarsi alla piattaforma allestita dalla scuola (se disponibile).
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Un interessante post sull'uso dei social network per attività didattica   Mer Set 17, 2014 10:00 pm

forza ha scritto:
cosa intendi con "sfruttare il sito per materiale diattico"?
Nella forma più semplice uno spazio in cui caricare lezioni, guide, immagini, ecc. Sfrutti questo spazio per evitare di portarti una pendrive e accedervi dalla connessione in aula oppure per rendere disponibile il materiale per gli studenti dalle loro connessioni private.
Tornare in alto Andare in basso
forza
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 5295
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: Un interessante post sull'uso dei social network per attività didattica   Gio Set 18, 2014 12:57 pm

gian ha scritto:
forza ha scritto:
cosa intendi con "sfruttare il sito per materiale diattico"?
Nella forma più semplice uno spazio in cui caricare lezioni, guide, immagini, ecc. Sfrutti questo spazio per evitare di portarti una pendrive e accedervi dalla connessione in aula oppure per rendere disponibile il materiale per gli studenti dalle loro connessioni private.

ecco, volevo capire se era x gli studenti o per gli insegnanti...


non è che sia una gran fatica portarsi una pendrive.... cmq per ovviare al "problema" si possono far mettere in rete i pc della scuola.... anni fa caricavo i mieie materiali nel pc principale e poi in qualsiasi pc della scuola li ripescavo senza pendrive

in un'altra scuola si usava x gli studenti..... molto semplicemente con usernamen e password gli isnegnnati caricavano in una sezione del sito e gli alunni scaricavano, senza bisogno di chissà quali piattaforme... era tutto semplicissimo
Tornare in alto Andare in basso
insula



Messaggi : 82
Data d'iscrizione : 30.08.14

MessaggioOggetto: Re: Un interessante post sull'uso dei social network per attività didattica   Gio Set 18, 2014 2:39 pm

Mi sfugge qualcosa...
Ma il registro elettronico (che ormai sarà dotazione di ogni scuola d'Italia) non può essere usato dallo studente per (insieme alla conoscenza delle assenze e dei voti) scaricarsi il materiale didattico, i compiti assegnati e per avere, in bacheca, le informazioni (nella parte privata o in quella pubblica) da parte del professore, dei professori, della Scuola, che gli servono?
E allo stesso modo, non si può caricare (per poi permettere agli studenti di scaricarli) sul sito della propria scuola, nelle sezioni che si possono creare appositamente, il materiale per la scuola e tutti i link e i filmati che ci interessano far loro vedere?
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Un interessante post sull'uso dei social network per attività didattica   Gio Set 18, 2014 3:23 pm

insula ha scritto:
Mi sfugge qualcosa...
Ma il registro elettronico (che ormai sarà dotazione di ogni scuola d'Italia) non può essere usato dallo studente per (insieme alla conoscenza delle assenze e dei voti) scaricarsi il materiale didattico, i compiti assegnati e per avere, in bacheca, le informazioni (nella parte privata o in quella pubblica) da parte del professore, dei professori, della Scuola, che gli servono?
Questa funzionalità presuppone la necessità di uno spazio su disco molto più ampio di quello effettivamente necessario per un registro elettronico ordinario. Dal momento che il costo dello spazio disco supplementare sarebbe incorporato nel costo complessivo del registro elettronico, questa opzione si trasformerebbe in un salasso ingiustificato per le scuole perché il servizio sarebbe gravato da un prezzo ingiustificato. In altri termini, se 1 Gb di spazio disco attraverso un contratto di hosting ordinario costa alla scuola 20 euro, lo stesso spazio disco probabilmente verrà a costare 200 euro se compreso in un pacchetto "registro elettronico".

Citazione :
E allo stesso modo, non si può caricare (per poi permettere agli studenti di scaricarli) sul sito della propria scuola, nelle sezioni che si possono creare appositamente, il materiale per la scuola e tutti i link e i filmati che ci interessano far loro vedere?
Per una cosa del genere devi impostare una piattaforma di accesso con permessi in scrittura da assegnare ai vari account-docente. Se si vuole usare l'ordinario canale http su un hosting normale bisogna predisporre un framework ad account. Se la scuola dispone già di un sito così strutturato bene, altrimenti bisogna realizzarlo con un framework che gestisca la multiutenza in scrittura. Oppure ricorrere a servizi di hosting che permettano la realizzazione di un numero indeterminato di domini di terzo livello. Ma questi servizi di solito costano e contemplano contratti di qualche centinaio di migliaia di euro. L'alternativa più semplice sarebbe quella di fornire le credenziali di accesso al pannello di controllo del dominio a cani e porci (tutti insegnanti, naturalmente), ma una scuola che adotta una policy del genere è da bombardare per essere cancellata dalla faccia della terra.

Citazione :
nelle sezioni che si possono creare appositamente
Una pagina Web statica si può creare e linkare in cinque minuti, non richiede un particolare impegno. Un sistema di accesso riservato in scrittura richiede parecchio lavoro per lo sviluppo degli script di gestione del framework e, soprattutto, il debugging necessario per garantire un minimo di sicurezza. Se la scuola paga 50 euro di FIS all'insegnante che si occupa del sito web, sarei il primo a dire al DS e a tutti i colleghi: sticazzi, fatevelo voi oppure portatevi il materiale sulla pendrive.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Un interessante post sull'uso dei social network per attività didattica   Gio Set 18, 2014 3:39 pm

[quote="forza"]non è che sia una gran fatica portarsi una pendrive.... [quote]
se serve all'insegnante è la soluzione più banale e più immediata. Io infatti mi porto sempre ciò che mi serve per le lezioni in una pendrive. Il problema sono gli studenti: molto spesso devo aspettare un mese prima che i ritardatari si degnino di portarsi una pendrive per trasferirgli il materiale che mi porto appresso ogni giorno. Molti, addirittura, tirano in ballo questioni del tipo "ma io una pendrive non ce l'ho".

Citazione :
cmq per ovviare al "problema" si possono far mettere in rete i pc della scuola.... anni fa caricavo i mieie materiali nel pc principale e poi in qualsiasi pc della scuola li ripescavo senza pendrive
Altra soluzione semplice, ma non sempre fattibile. Una soluzione di questo tipo senza particolari impegni nella configurazione, richiede postazioni coetanee in una rete Windows, ma sappiamo bene che in una scuola difficilmente si hanno reti di questo tipo e allora salta fuori che da una postazione Windows XP ci sono problemi ad accedere a file condivisi in una postazione Windows 8. In ogni modo una rete peer to peer a basso livello può diventare nel tempo difficile da gestire. Una soluzione migliore può essere un file server in rete locale, ma a questo punto serve anche un amministratore di rete in grado di allestire e gestire il tutto in modo funzionale. Ma soprattutto c'è un limite operativo: questo sistema presuppone che gli studenti abbiano un supporto di memoria in cui scaricarsi da scuola materiale da usare poi a casa. E ritorniamo a monte del problema: tanto vale usare la pendrive.

Citazione :
in un'altra scuola si usava x gli studenti..... molto semplicemente con usernamen e password gli isnegnnati caricavano in una sezione del sito e gli alunni scaricavano, senza bisogno di chissà quali piattaforme... era tutto semplicissimo
Era tutto semplicissimo perché c'è stato qualcuno che ha allestito e configurato il sistema. Se non c'è lo devi fare e questo richiede tempo e lavoro.
Tornare in alto Andare in basso
Valerie



Messaggi : 4599
Data d'iscrizione : 11.09.10

MessaggioOggetto: Re: Un interessante post sull'uso dei social network per attività didattica   Gio Set 18, 2014 5:20 pm

Infatti. Proprio quello che pensavo. Alcuni insegnanti, me compresa, vorrebbero utilizzare il sito della scuola per caricare materiale didattico in modo che gli strudenti possano poi scaricarselo. Il problema è come farlo.
Da quello che dici capisco che ci vuole un esperto... o lo può fare anche una profana come me?
Inutile dire che la scuola non ha soldi per pagare un esperto e che ci dobbiamo 'arrangiare'. Alla peggio mi vedrò costretta ad aprire un dropbox: quello lo so fare anche io...
Tornare in alto Andare in basso
mac67



Messaggi : 4689
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioOggetto: Re: Un interessante post sull'uso dei social network per attività didattica   Gio Set 18, 2014 5:57 pm

Edmodo no?

Oppure mettere i documenti su Google Drive (tanto su Google ci siamo tutti) e condividerli?
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15758
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Un interessante post sull'uso dei social network per attività didattica   Gio Set 18, 2014 5:58 pm

Valerie ha scritto:
Infatti. Proprio quello che pensavo. Alcuni insegnanti, me compresa, vorrebbero utilizzare il sito della scuola per caricare materiale didattico in modo che gli strudenti possano poi scaricarselo. Il problema è come farlo.
Da quello che dici capisco che ci vuole un esperto... o lo può fare anche una profana come me?
Inutile dire che la scuola non ha soldi per pagare un esperto e che ci dobbiamo 'arrangiare'. Alla peggio mi vedrò costretta ad aprire un dropbox: quello lo so fare anche io...
Si, ci vuole un esperto per avviare il sistema; per impostarlo.
Anche per mantenerlo operativo serve un esperto, ma per poco tempo (e quindi a basso costo).
Per usare un sistema funzionante non ci sono problemi, sarebbe della stessa "difficoltà" di dropbox.

In buona sostanza si tratterebbe di spendere qualche migliaio di euro iniziale per avviare lo strumento e poi avere all'interno della scuola un volenteroso che lo mantenesse in servizio.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15758
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Un interessante post sull'uso dei social network per attività didattica   Gio Set 18, 2014 6:00 pm

mac67 ha scritto:
Edmodo no?

Oppure mettere i documenti su Google Drive (tanto su Google ci siamo tutti) e condividerli?
Edmodo non lo conosco, Google drive è equivalente a dropbox; mi fido così così dell'uno come dell'altro.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15758
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Un interessante post sull'uso dei social network per attività didattica   Gio Set 18, 2014 6:01 pm

Il problema è che se tutto fila liscio nessuno mi dice bravo; se qualcosa va storto si mettono tutti in fila per inchiappettarmi.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Un interessante post sull'uso dei social network per attività didattica   Gio Set 18, 2014 6:36 pm

Valerie ha scritto:
Infatti. Proprio quello che pensavo. Alcuni insegnanti, me compresa, vorrebbero utilizzare il sito della scuola per caricare materiale didattico in modo che gli strudenti possano poi scaricarselo. Il problema è come farlo.
Da quello che dici capisco che ci vuole un esperto... o lo può fare anche una profana come me?
Inutile dire che la scuola non ha soldi per pagare un esperto e che ci dobbiamo 'arrangiare'. Alla peggio mi vedrò costretta ad aprire un dropbox: quello lo so fare anche io...
Se sei proprio profana credo sia difficile allestire nel vostro sito un qualcosa del genere. I profani possono invece utilizzare lo strumento con facilità se è disponibile.
Per adattare il sito ad una funzionalità di questo genere non è necessario essere esperti, però bisogna avere qualche cognizione che in genere ha chi si è occupato di realizzazione e amministrazione di siti Web. Un qualcosa di un pochino più avanzato che la realizzazione di pagine Web.
Molti insegnanti sono in grado di farlo perché hanno queste competenze (che non sono competenze da esperti). Però bisogna mettersi a farlo e non è detto che ci sia una motivazione alle spalle. 10 anni fa sarei stato disponibilissimo a farlo, perché mi piaceva realizzare strumenti del genere, ma in seguito mi sono dovuto scontrare con l'ottusità di due dirigenti scolastici che, alla fine, mi hanno fatto passare del tutto la voglia di mettere a disposizione della Scuola quelle competenze che mi sono coltivato per hobby. Oggi la mia posizione è "che vadano a farsi ...", mantengo un profilo basso e faccio finta di essere l'insegnante che sa appena come si invia una mail o come si collega un proiettore al portatile.
Passando ai tuoi/vostri bisogni, per trovare una possibile soluzione si può partire da questi punti:
1) la vostra scuola ha un sito?
2) c'è qualcuno che si occupa attualmente del sito o che sia in grado di farlo?
3) sareste disposti ad affidargli una funzione strumentale finalizzata alla realizzazione di un sito dinamico che inizi a fornire anche un servizio didattico oltre alla solita vetrinetta sul web?
Non è molto, ma già l'idea che possa venire qualche soldino in più rispetto alla generica quantificazione di 10 ore dal FIS possono costituire una molla per spingere un collega a rimboccarsi le maniche. Se trovate questa persona puoi anche metterla in contatto con me per dargli un supporto in un progetto di medio termine.

Ovviamente parlo di soluzioni base senza inseguire chimere che possono essere realizzate da veri esperti di reti, che ormai sono diventati merce rara nelle scuole perché, ignorati e svalorizzati, preferiscono dedicarsi ad altro. 12 anni fa fu varato il Piano nazionale di formazione sulle competenze informatiche (Monfortic), un carrozzone che ha dispensato soldi a destra e manca e miseramente fallito per l'ottusità dei nostri quadri dirigenti e intermedi, che non hanno voluto/saputo sfruttare le competenze formate.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Un interessante post sull'uso dei social network per attività didattica   Gio Set 18, 2014 6:46 pm

avidodinformazioni ha scritto:
In buona sostanza si tratterebbe di spendere qualche migliaio di euro iniziale per avviare lo strumento e poi avere all'interno della scuola un volenteroso che lo mantenesse in servizio.
A mio parere anche meno di qualche migliaio di euro e per il mantenimento potrebbe essere più che sufficiente dedicargli una funzione strumentale.

Se poi si volesse adottare un'applicazione avanzata del concetto di organico funzionale che vada oltre la mera messa a disposizione di insegnanti tappabuchi si potrebbe fare molto. La domanda è: i nostri governanti e i nostri dirigenti hanno l'acume sufficiente per capire che si possono integrare negli organici funzionali competenze che possono fornire o realizzare risorse vere e proprie oltre al semplice babysitteraggio?
Tornare in alto Andare in basso
mac67



Messaggi : 4689
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioOggetto: Re: Un interessante post sull'uso dei social network per attività didattica   Gio Set 18, 2014 7:17 pm

avidodinformazioni ha scritto:
mac67 ha scritto:
Edmodo no?

Oppure mettere i documenti su Google Drive (tanto su Google ci siamo tutti) e condividerli?
Edmodo non lo conosco, Google drive è equivalente a dropbox; mi fido così così dell'uno come dell'altro.

Non ho mi avuto la pazienza di leggere in dettaglio le condizioni sulla privacy di Edmodo, ma dubito sia
peggiore di Google.

Edmodo consente di creare classi virtuali, caricare e scaricare file, lasciare messaggi, preparare test, ha la app per smartphone. Lo uso da un po' (test a parte), mi trovo bene.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Un interessante post sull'uso dei social network per attività didattica   Gio Set 18, 2014 8:30 pm

Google è il Male!
Tornare in alto Andare in basso
Valerie



Messaggi : 4599
Data d'iscrizione : 11.09.10

MessaggioOggetto: Re: Un interessante post sull'uso dei social network per attività didattica   Gio Set 18, 2014 8:31 pm

Grazie ragazzi.
Come utente non ho problemi.
Per il resto le mie competenze si limitano alla gestione di un blog 'prefabbricato' su blogspot.
Quindi...non posso essere utile. Tra noi nessuno ha competenze paragonabili alle vostre: siamo una scuola di primo grado, nessun collega smanettone in giro.
Abbiamo, di anno in anno, eliminato progetti, commissioni e funzioni strumentali perchè i soldi che ci arrivano per il FIS non bastano. Il collega che si occupa delle IT (che parolone) ha giusto il tempo di cambiare le lampade ai proiettori delle LIM, cambiare le pile alle tastiere, installare e aggiornare il software e altri lavoretti del genere, molto spesso nemmeno pagati perchè sono previste 30 ore annue e ne vanno dentro molte di più. Questo finché riusciamo ad avere almeno i soldi per comprare una lampada, un cavo, un mouse. Invece il collega che segue il sito della scuola fa lo stretto necessario perché senza compenso. Quindi giusto la vetrinetta dell'istituto.
Per ora siamo solo in 5 a volere uno spazio di scambio didattico sul web.
Morale della favola: mi sa che nei prossimi giorni creo un'utenza google drive o drop box...
Tornare in alto Andare in basso
 
Un interessante post sull'uso dei social network per attività didattica
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 2Andare alla pagina : 1, 2  Seguente
 Argomenti simili
-
» In nome di Dio, nasce il primo Social Network cattolico
» Facebook & Social Network: gruppi e iniziative utili
» I miei pensieri da social network...
» Uno studio molto interessante dell'Istituto Marques: il riposo nel post transfer non serve...fa tutto l'endometrio!!
» Post transfer e influenza...

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: