Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Flipped classroom. La lezione capovolta

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5  Seguente
AutoreMessaggio
lallaorizzonte
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 23152
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Flipped classroom. La lezione capovolta    Dom Set 28, 2014 7:00 pm

Promemoria primo messaggio :

La nostra redazione lancia il primo degli e-book gratuiti di didattica innovativa. Sapevate che grazie alle nuove tecnologie è possibile far seguire agli studenti una lezione a casa ed usare le ore a scuola per esercitarsi? Scopriamo insieme come, con Erasmo Modica.

http://www.orizzontescuola.it/guide/flipped-classroom-lezione-capovolta-guida-gratuita-orizzontescuola
Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
Valerie



Messaggi : 4608
Data d'iscrizione : 11.09.10

MessaggioOggetto: Re: Flipped classroom. La lezione capovolta    Sab Ott 11, 2014 8:52 pm

Ho appna finito di vedere il video. Credo che me lo guarderò tante altre volte. Oltre al fatto che il prof. Mazur è simpaticissimo e che il suo modo di trattare l'argomento è godibilissimo, credo sia utile 'ripassare' ciò che dice.
Il tutto parte dal mettersi in discussione come insegnante anche se i tuoi alunni hanno buoni o addirittura ottimi risultati agli esami. Anche se gli alunni hanno espressamente dichiarato che gli piaci come insegnante.
Credo che il prof Mazur abbia precorso i tempi. Noi siamo arrivati adesso a parlare di come le competenze siano diverse dalle conoscenze. E spesso ancora non sappiamo come insegnare le competenze e come valutarle.
Mi sono piaciuti questi concetti:
1) più conosci una materia, meno consapevolezza hai delle difficoltà che si possono incontrare studiandola;
2) chi capisce è in grado poi di risolvere problemi anche se in classe non si è trattato il problem solving;
3) saper risolvere problemi non implica l'aver capito;
4) i tradizionali indicatori di successo sono fuorvianti;
5) insegnare non vuol dire 'passare informazioni' ma 'far capire come usare le informazioni';
6) anche l'esame è un modo per testare se l'alunno è in grado di usare le informazioni e non se se le ricorda.
E poi tante altre riflessioni, anche molto divertenti.
Insomma, da non perdere! Piacevole per tutti, ideale per gli adetti ai lavori.
Grazie ancora Mac.
P.s. L'inglese del prof. Mazur è ben comprensibile.
Tornare in alto Andare in basso
Valerie



Messaggi : 4608
Data d'iscrizione : 11.09.10

MessaggioOggetto: Re: Flipped classroom. La lezione capovolta    Sab Ott 11, 2014 9:01 pm

P.p.s. Mac potresti segnalarmi anhe gli altri video di cui parlavi?
Tornare in alto Andare in basso
mac67



Messaggi : 4698
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioOggetto: Re: Flipped classroom. La lezione capovolta    Dom Ott 12, 2014 9:28 am

Per gli altri video, basta cercare su Youtube con le parole chiave "eric mazur". Il migliore è quello che hai visto, gli altri contengono molte ripetizioni, ma anche qualche cosa in più. Per la flipped classroom, poi, ce ne saranno altri preparati da altre persone e magari anche più indicati per i livelli di scuola e le discipline di interesse.

Un altro esempio di lezione totalmente diversa da quella tradizionale la trovi con le parole chiave "harvard law school justice".

Il tuo elenco dei punti interessanti mi pare completo.

Citazione :

1) più conosci una materia, meno consapevolezza hai delle difficoltà che si possono incontrare studiandola;

Particolarmente vero per fisica. Ognuno di noi si costruisce la sua "fisica", per il semplice fatto di essere al mondo, solo che non è quella giusta. "Disinstallare" quella sbagliata e "installare" quella giusta è un processo faticoso. D'altronde la fisica è la vera bestia nera degli studenti (pensano sia matematica, ma quando vanno all'università scoprono che non è così).

Citazione :

2) chi capisce è in grado poi di risolvere problemi anche se in classe non si è trattato il problem solving;

Direi meglio che "è meglio attrezzato a risolvere problemi". Tuttavia, a livello di scuola, la risoluzione di problemi
è una parte importante delle lezioni, non possiamo contare sul fatto che i nostri studenti possano farcela da soli.

Citazione :

5) insegnare non vuol dire 'passare informazioni' ma 'far capire come usare le informazioni';

Questo è un punto delicato. Condivido l'idea, ma vedo molti ostacoli nella pratica. Infatti si presuppone che
i nostri studenti sappiano studiare dal libro, cioè apprendere da un testo scritto qualcosa di cui nessuno
ha detto loro nulla. Qui è inutile che sottolinei quanto i nostri studenti siano impreparati nella comprensione
del testo scritto (mi chiedo dove sta l'errore: forse perché alla primaria non si fa più un riassunto alla settimana?)

Aggiungo che se usassimo questo approccio in tutte le discipline, i nostri studenti farebbero sciopero dopo
una settimana, perché non sono in grado di acquisire da soli i contenuti di 4-5 materie al giorno.

Citazione :

6) anche l'esame è un modo per testare se l'alunno è in grado di usare le informazioni e non se se le ricorda.

A un esame universitario (era istituzioni di fisica teorica, cioè meccanica quantistica), ci dissero che ci consentivano di portare il libro (due volumi, circa 1500 pagine in totale). Di fronte al nostro stupore, risposero: "se non avete studiato, il libro non vi servirà a nulla".

La cultura non è sapere le cose, ma sapere in quale libro trovarle (lo si sa perchè il libro lo si conosce, evidentemente).
Tornare in alto Andare in basso
giovanna onnis



Messaggi : 17792
Data d'iscrizione : 15.04.12

MessaggioOggetto: Re: Flipped classroom. La lezione capovolta    Dom Ott 12, 2014 11:36 am

Valerie ha scritto:

.....3) saper risolvere problemi non implica l'aver capito;
Condivido tutto il resto Valerie, ma su questo punto non sono d'accordo. La risoluzione di un problema, di qualsiasi genere e tipologia sia, implica necessariamente il superamento di una serie di "passaggi" è uno di questi è sicuramente la comprensione senza la quale non potrà mai esserci un'applicazione corretta. La risoluzione di un problema si ottiene con logica e ragionamento, non è una procedura meccanica che si fa senza aver capito
Tornare in alto Andare in basso
mac67



Messaggi : 4698
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioOggetto: Re: Flipped classroom. La lezione capovolta    Dom Ott 12, 2014 12:17 pm

giovanna onnis ha scritto:
Valerie ha scritto:

.....3) saper risolvere problemi non implica l'aver capito;
Condivido tutto il resto Valerie, ma su questo punto non sono d'accordo. La risoluzione di un problema, di qualsiasi genere e tipologia sia, implica necessariamente il superamento di una serie di "passaggi" è uno di questi è sicuramente la comprensione senza la quale non potrà mai esserci un'applicazione corretta. La risoluzione di un problema si ottiene con logica e ragionamento, non è una procedura meccanica che si fa senza aver capito

La frase di Valerie si comprende appieno nel contesto di quanto discusso nel video.

Spiego meglio il senso della frase: il fatto di avere imparato a risolvere una serie di esercizi, perché hai imparato la procedura, non implica che hai capito quello che stai facendo.

Tornare in alto Andare in basso
giovanna onnis



Messaggi : 17792
Data d'iscrizione : 15.04.12

MessaggioOggetto: Re: Flipped classroom. La lezione capovolta    Dom Ott 12, 2014 12:26 pm

Continuo a non essere d'accordo, se non si ha capito non è possibile l'applicazione corretta e tu, come insegnante di Matematica, ne sei ben consapevole.....o mi sta sfuggendo qualcosa?
Valerie parla precisamente di "risoluzione di problemi", non dell'applicazione "meccanica" dell'algoritmo per la risoluzione di una radice quadrata senza capire cosa e perchè si procede in quel modo
Tornare in alto Andare in basso
mac67



Messaggi : 4698
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioOggetto: Re: Flipped classroom. La lezione capovolta    Dom Ott 12, 2014 12:53 pm

giovanna onnis ha scritto:
Continuo a non essere d'accordo, se non si ha capito non è possibile l'applicazione corretta e tu, come insegnante di Matematica, ne sei ben consapevole.....o mi sta sfuggendo qualcosa?
Valerie parla precisamente di "risoluzione di problemi", non dell'applicazione "meccanica" dell'algoritmo per la risoluzione di una radice quadrata senza capire cosa e perchè si procede in quel modo

Provo a riassumere quanto detto nel video:

lo studente apre il libro e a una certa pagina trova una sezione "strategia di risoluzione" o "risoluzione dei problemi" e poi un problema svolto. Pensiero dello studente: ecco la chiave del successo! Prende quell'esercizio svolto e memorizza la procedura, anziché comprenderla. La applica ai problemi in cui si applica senza cambiare altro che i numeri, e ha successo. Magari riesce anche a risolvere problemi leggermente diversi modificando leggermente la procedura.

Ma messo davanti un quesito di tipo qualitativo, in cui deve mostrare di avere compreso il concetto e sapere giungere a una conclusione semplice senza fare calcoli, fallisce miseramente.

Ma la spiegazione migliore è: guarda il video.
Tornare in alto Andare in basso
Valerie



Messaggi : 4608
Data d'iscrizione : 11.09.10

MessaggioOggetto: Re: Flipped classroom. La lezione capovolta    Dom Ott 12, 2014 3:18 pm

mac67 ha scritto:
Ma la spiegazione migliore è: guarda il video.
Grande Mac!
Tornare in alto Andare in basso
Laura70



Messaggi : 3232
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: Flipped classroom. La lezione capovolta    Lun Ott 13, 2014 12:29 pm

mi piacerebbe avere degli esempi concreti in classi di medie e / o biennio superiori.

Sto guardando il video e continuo a pensare che questo Mazur insegna fisica (?) ad Harvard a studenti altamente motivati con capacità ottime.
Come si possono applicare le sue idee ed insegnamenti in classi mediocri o con elementi mediocri o assolutamente disinteressati e presenti in classe perchè obbligati?
Tornare in alto Andare in basso
mac67



Messaggi : 4698
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioOggetto: Re: Flipped classroom. La lezione capovolta    Lun Ott 13, 2014 1:59 pm

Laura70 ha scritto:
mi piacerebbe avere degli esempi concreti in classi di medie e / o biennio superiori.

Sto guardando il video e continuo a pensare che questo Mazur insegna fisica (?) ad Harvard a studenti altamente motivati con capacità ottime.
Come si possono applicare le sue idee ed insegnamenti in classi mediocri o con elementi mediocri o assolutamente disinteressati e presenti in classe perchè obbligati?

Insegna fisica ad Harvard a studenti "pre-med", cioè studenti che vogliono laurearsi in medicina, per cui le loro motivazioni (e aggiungerei inclinazioni) nello studio della fisica non sono molto diverse dai nostri liceali. Lo dimostra il fatto che il profilo dei suoi studenti e dei miei è terribilmente simile.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Flipped classroom. La lezione capovolta    Lun Ott 13, 2014 3:06 pm

Valerie ha scritto:

1) più conosci una materia, meno consapevolezza hai delle difficoltà che si possono incontrare studiandola;
Concordo solo in parte. La competenza nella materia è fondamentale per garantire un adeguato supporto allo studio (difficile trasmettere un contenuto che non hai compreso o di cui hai una conoscenza parziale). Il concetto di Mazur si esprime meglio se si fa una distinzione netta tra il sapere e il saper fare da un lato e il saper trasmettere dall'altro. Competenza nella materia non è sinonimo di competenza didattica nella materia. Solo chi acquisisce una competenza nella materia e una competenza didattica nella materia è consapevole delle difficoltà che si possono incontrare studiandola.

Citazione :
2) chi capisce è in grado poi di risolvere problemi anche se in classe non si è trattato il problem solving;
Su questa affermazione sono decisamente in crisi. Ho sempre cercato di applicare questo concetto e mi sono sempre scontrato con la triste realtà dei fatti. Studenti che dimostravano non solo di conoscere ma anche di aver capito fallivano poi nella risoluzione del problema. C'è da dire tuttavia che ho sempre operato in scuole in cui la capacità di analisi e di estrapolazione dei dati essenziali dal proprio bagaglio di conoscenze è in linea di massima un'utopia. La maggior parte dei miei ragazzi (ovviamente parlo di quelli che hanno capacità plusvarianti e si applicano autonomamente) riesce solo ad elaborare strategie di risoluzione solo in contesti applicativi in cui l'architettura è già conosciuta.

Citazione :
3) saper risolvere problemi non implica l'aver capito;
Perfettamente d'accordo. La maggior parte dei miei alunni più diligenti dimostra, negli interventi, di aver capito e sa risolvere un problema inquadrato in un contesto preparato, ma se viene portata in un contesto differente incontra difficoltà nella risoluzione del problema. In teoria questo non dovrebbe succedere, in realtà mi rendo conto che si tratta di un limite alquanto diffuso. Personalmente ne attribuisco le cause ad una limitata padronanza dei concetti. D'altra parte ritengo che la compressione profonda si sviluppa con l'esperienza, strumento fondamentale per quello che definisco finissaggio del sapere e del saper fare.

Citazione :
4) i tradizionali indicatori di successo sono fuorvianti;
Difficile, per me, commentare questa asserzione, troppo generica.

Citazione :
5) insegnare non vuol dire 'passare informazioni' ma 'far capire come usare le informazioni';
Pienamente d'accordo.

Citazione :
6) anche l'esame è un modo per testare se l'alunno è in grado di usare le informazioni e non se se le ricorda.
Pienamente d'accordo. Ai ragazzi dico spesso: se volete consultare il libro devo usare tipologie di prove differenti, ma la maggior parte di voi non sarebbe in grado di affrontarle. Ho sempre guardato con favore a questo genere di esame, anche perché appartengo a quella categoria di persone che ha una scarsa memoria ma un'ottima capacità di ricerca e applicazione delle informazioni. D'altra parte evito di addestrare gli alunni a questo genere di approccio perché il sistema di esaminazione, in Italia, si basa quasi esclusivamente sul nozionismo mnemonico.
Tornare in alto Andare in basso
drifis_



Messaggi : 603
Data d'iscrizione : 21.08.10

MessaggioOggetto: Re: Flipped classroom. La lezione capovolta    Ven Dic 05, 2014 3:40 pm

purtroppo non conosco l'inglese, c'è qualche video magari con i sottotitoli in italiano? O comunque materiale facilmente accessibile sull'argomento?
Tornare in alto Andare in basso
Valerie



Messaggi : 4608
Data d'iscrizione : 11.09.10

MessaggioOggetto: Re: Flipped classroom. La lezione capovolta    Ven Dic 05, 2014 9:38 pm

Ho trovato interessante questo libro:
La classe capovolta
Maglioni - Biscaro
Le guide Erickson
Lo compri anche su internet. Dà anche informazioni pratiche, sia a livello didattico che tecnologico.
Tornare in alto Andare in basso
drifis_



Messaggi : 603
Data d'iscrizione : 21.08.10

MessaggioOggetto: Re: Flipped classroom. La lezione capovolta    Dom Dic 07, 2014 9:41 pm

Grazie 1000, in realtà sono morbosamente attaccata a una didattica un po' retrò, ma conoscere punti di vista diversi e affacciarsi a nuove prospettive è assolutamente salutare
poi vi farò sapere la mia opinione
Tornare in alto Andare in basso
mario60



Messaggi : 343
Data d'iscrizione : 08.01.15

MessaggioOggetto: Re: Flipped classroom. La lezione capovolta    Mar Gen 20, 2015 11:27 pm

Valerie ha scritto:
Ho appna finito di vedere il video. [...]
P.s. L'inglese del prof. Mazur è ben comprensibile.

quale video? non trovo il post con il link (ma il tuo entusiasmo mi ha molto incuriosito)
Grazie
m.
Tornare in alto Andare in basso
Valerie



Messaggi : 4608
Data d'iscrizione : 11.09.10

MessaggioOggetto: Re: Flipped classroom. La lezione capovolta    Mer Gen 21, 2015 2:23 pm

mac67 ha scritto:
Ho trovato molto convincente una serie di video in cui sono "inciampato" un paio di anni fa. L'anno scorso ho provato con la modalità "peer isntruction". L'attività di per sè ha avuto riscontri positivi nell'immediato della lezione, ma non ha avuto riscontri nelle verifiche, soprattutto scritte. Non è che ritornando alla modalità tradizionale le cose siano andate tanto meglio, la classe in cui l'ho sperimentata sembra poco incline allo studio di tipo scientifico, per cui quest'anno lo riproporrò, con opportune variazioni, in alcune occasioni.

Per paniscus e altri scettici, segnalo questo video:

http://www.youtube.com/watch?v=WwslBPj8GgI

Riconoscerete situazioni che, pur riguardando studenti universitari di Harvard, vi suoneranno terribilmente familiari e riderete pure di gusto. Molte cose che Mazur dice mi sembrano estremamente sensate, anche se a livello di liceo ritengo, anche alla luce della mia modesta esperienza dell'anno scorso, che sia necessario fare degli adattamenti.
È questo, segnalato da Mac.
Tornare in alto Andare in basso
mario60



Messaggi : 343
Data d'iscrizione : 08.01.15

MessaggioOggetto: Re: Flipped classroom. La lezione capovolta    Mer Gen 21, 2015 10:58 pm

Valerie ha scritto:
mac67 ha scritto:

http://www.youtube.com/watch?v=WwslBPj8GgI
È questo, segnalato da Mac.

trovato sembra interessante, devo trovare le due ore per seguirlo intero
a presto
grz somuch
Tornare in alto Andare in basso
genziana



Messaggi : 62
Data d'iscrizione : 22.09.10

MessaggioOggetto: Re: Flipped classroom. La lezione capovolta    Mar Ago 18, 2015 4:42 pm

Un esempio di video preparato da questa docente di matematica che fa uso di flipped classroom. L'utenza non è ovviamente di liceo scientifico. Lei si rivolge ai suoi studenti che mentre seguono il video a casa devono prendere appunti ed eventualmente segnarsi i passaggi non chiari. Poi in classe faranno esercizio.

https://www.youtube.com/watch?v=gFiOhq97Avs
Tornare in alto Andare in basso
mac67



Messaggi : 4698
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioOggetto: Re: Flipped classroom. La lezione capovolta    Gio Set 03, 2015 4:36 pm

nakamura ha scritto:
Fuor di polemica, una domanda per un mio dubbio.

Il fatto che venga spontaneo associare flipped classroom e video è significativo e senz'altro lo strumento video è utile per alcune discipline con aspetti pratici (devo far vedere come si fa... devo far sentire come si pronuncia...).
Ma se in luogo dei video si usassero altri media? Ad esempio il testo scritto (devo far vedere cosa ne pensa Hobsbawm...)?
"Ragazzi, studiatevi queste venti pagine... domani ne parliamo". È sempre flipped classroom?

Non ho riletto la discussione (che risale a vari mesi fa), ma non ricordo alcuna associazione con i video. Il punto centrale è che il docente non fa lezione trasmettendo conoscenze, che sono a disposizione di tutti e facilmente reperibili (libro, TV, video, audio, siti Internet, ecc.).
Tornare in alto Andare in basso
nakamura



Messaggi : 183
Data d'iscrizione : 08.04.15

MessaggioOggetto: Re: Flipped classroom. La lezione capovolta    Gio Set 03, 2015 4:55 pm

mac67 ha scritto:
nakamura ha scritto:
Fuor di polemica, una domanda per un mio dubbio.

Il fatto che venga spontaneo associare flipped classroom e video è significativo e senz'altro lo strumento video è utile per alcune discipline con aspetti pratici (devo far vedere come si fa... devo far sentire come si pronuncia...).
Ma se in luogo dei video si usassero altri media? Ad esempio il testo scritto (devo far vedere cosa ne pensa Hobsbawm...)?
"Ragazzi, studiatevi queste venti pagine... domani ne parliamo". È sempre flipped classroom?

Non ho riletto la discussione (che risale a vari mesi fa), ma non ricordo alcuna associazione con i video. Il punto centrale è che il docente non fa lezione trasmettendo conoscenze, che sono a disposizione di tutti e facilmente reperibili (libro, TV, video, audio, siti Internet, ecc.).

scusa mac67, avevo già tolto la mia domanda perché mi ero risposto da solo (dicendomi "che ti cambia?").
In realtà mi sembra che molti esempi parlino di video e anche l'ebook consigliato all'inizio (che mi sembra molto chiaro) sembra dare per scontato l'uso dei video (tanto che dà anche diversi consigli tecnici).

A me è capitato spesso, anche da studente, che mi dicessero "Ragazzi, studiatevi queste venti pagine... domani ne parliamo" e mi è capitato spesso di dire ai miei ragazzi studiatevi questo argomento e preparate il materiale necessario per presentarlo ai vostri compagni. Fra l'altro ho appena verificato che ho fatto utilizzare i software proposti nell'ebook detto.
Tornare in alto Andare in basso
mac67



Messaggi : 4698
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioOggetto: Re: Flipped classroom. La lezione capovolta    Gio Set 03, 2015 6:50 pm

nakamura ha scritto:

scusa mac67, avevo già tolto la mia domanda perché mi ero risposto da solo (dicendomi "che ti cambia?").
In realtà mi sembra che molti esempi parlino di video e anche l'ebook consigliato all'inizio (che mi sembra molto chiaro) sembra dare per scontato l'uso dei video (tanto che dà anche diversi consigli tecnici).

A me è capitato spesso, anche da studente, che mi dicessero "Ragazzi, studiatevi queste venti pagine... domani ne parliamo" e mi è capitato spesso di dire ai miei ragazzi studiatevi questo argomento e preparate il materiale necessario per presentarlo ai vostri compagni. Fra l'altro ho appena verificato che ho fatto utilizzare i software proposti nell'ebook detto.

Nessun problema. In genere un video è più "digeribile" di un libro (a parità di bontà del prodotto).
Tornare in alto Andare in basso
nakamura



Messaggi : 183
Data d'iscrizione : 08.04.15

MessaggioOggetto: Re: Flipped classroom. La lezione capovolta    Ven Set 04, 2015 1:04 pm

In effetti mi pare che il maggiore elemento di novità sia proprio l'uso del video.
Comunque è indubbio: questo approccio fa perdere tempo al docente, che deve fare la lezione nel suo "tempo libero", ma ne fa guadagnare in classe.

Una domanda: il rovesciamento deve per forza avvenire mentre i ragazzi sono a casa o può avvenire anche in classe?
Intendo dire... il plusvalore è dato dal fatto che i giovani impiegano meglio le ore pomeridiane o dal fatto che l'ordine "tradizionale" viene modificato?
Tornare in alto Andare in basso
mac67



Messaggi : 4698
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioOggetto: Re: Flipped classroom. La lezione capovolta    Ven Set 04, 2015 1:34 pm

nakamura ha scritto:
In effetti mi pare che il maggiore elemento di novità sia proprio l'uso del video.
Comunque è indubbio: questo approccio fa perdere tempo al docente, che deve fare la lezione nel suo "tempo libero", ma ne fa guadagnare in classe.

Una domanda: il rovesciamento deve per forza avvenire mentre i ragazzi sono a casa o può avvenire anche in classe?
Intendo dire... il plusvalore è dato dal fatto che i giovani impiegano meglio le ore pomeridiane o dal fatto che l'ordine "tradizionale" viene modificato?

È preponderante la prima. L'idea è usare il tempo a disposizione per riflettere su conoscenze già apprese.
Tornare in alto Andare in basso
nakamura



Messaggi : 183
Data d'iscrizione : 08.04.15

MessaggioOggetto: Re: Flipped classroom. La lezione capovolta    Dom Set 06, 2015 4:26 pm

Grazie mille mac67, sei molto gentile.

Sto provando a cercare qualche ulteriore informazione via web: ho capito che dovrò comprarmi qualche libro.

Ho trovato il sito flipnet.it che però non mi è piaciuto molto - vi si dimostra che il metodo può essere vantaggioso (buon per loro, sia chiaro) e si offre la possibilità di osservare alcuni video esemplificativi di lezioni videoregistrate (invero alquanto noiosi).

Poi mi sono imbattuto anche nella pagina di wikipedia, che mi ha incuriosito. Nella sezione Vantaggi e svantaggi dice "Necessità di rivoluzionare completamente il metodo di lavoro (abolizione di lezioni frontali e interrogazioni)".
Ho compreso che le lezioni, più che essere abolite, sono videoregistrate, ma non ho capito che cosa vogliano intendere dicendo che sono abolite anche le verifiche orali.

A voi che usate il metodo della flipped classroom risulta che sia così? come procedete per la valutazione?

Tornare in alto Andare in basso
mac67



Messaggi : 4698
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioOggetto: Re: Flipped classroom. La lezione capovolta    Dom Set 06, 2015 5:41 pm

nakamura ha scritto:

Poi mi sono imbattuto anche nella pagina di wikipedia, che mi ha incuriosito. Nella sezione Vantaggi e svantaggi dice "Necessità di rivoluzionare completamente il metodo di lavoro (abolizione di lezioni frontali e interrogazioni)".
Ho compreso che le lezioni, più che essere abolite, sono videoregistrate, ma non ho capito che cosa vogliano intendere dicendo che sono abolite anche le verifiche orali.

A voi che usate il metodo della flipped classroom risulta che sia così? come procedete per la valutazione?

Le interrogazioni non possono essere abolite, dal momento che lo prevede la normativa. E dei molti video di Eric Mazur che ho visto, non ce n'è uno in cui dica di avere abolito gli esami, tutt'altro.

Quel che c'è scritto su Wikipedia è sempre da prendere con molle robuste.
Tornare in alto Andare in basso
 
Flipped classroom. La lezione capovolta
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 4 di 5Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5  Seguente
 Argomenti simili
-
» [articolo] Lezione di sesso troppo esplicita
» Oggi prima lezione del corso pre-parto al S.Raffaele
» oggi prima lezione di power yoga
» prima lezione di acquagym
» oggi prima lezione al corso preparto

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: