Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Il mondo della scuola è in agitazione CONTRO LA RIFORMA

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7
AutoreMessaggio
ulisse2001



Messaggi : 95
Data d'iscrizione : 28.09.14

MessaggioOggetto: Il mondo della scuola è in agitazione CONTRO LA RIFORMA   Mer Ott 01, 2014 12:39 pm

Promemoria primo messaggio :

Segnali di protesta da più parti d'Italia. dopo l'analisi delle linee guida per la riforma della scuola. I sindacati raccolgono firme per petizioni contro l'abolizione degli scatti di anzianità e per lo sblocco degli stipendi.

Assemblee sindacali in varie parti del paese ci raccontano di docenti e ATA in agitazione per alcuni passaggi delle linee guida.

Così, ad esempio, a Savona durante una infuocata assemblea sindacale indetta da CGIL, CISL e UIL i docenti hanno chiesto uno sciopero del settore e l'avvio di autogestioni.

A Pordenone si bloccheranno le gite scolastiche. Il Coordinatore della Gilda degli insegnanti, Rino Di Meglio, ha parlato di "De Prufundis" sul turismo studentesco.

Cosa non va giù? Sicuramente l'eliminazione degli scatti stipendiali per anzianità, non che i docenti non vogliano una retribuzione basata sulla valutazione, ma il sistema proposto dal Governo è un sistema che non convince.

Non convince il taglio di 8mila posti ATA e di  un piano di dematerializzazione che colpirà soprattutto i lavoratori delle segreterie.

In agitazione anche i docenti precari delle graduatorie d'istituto che si vedranno esclusi dal sistema delle supplenze e dalle assunzioni.

A tutto ciò si agginge l'annuncio del blocco dei contratti fino al 2017, che impoverirà ulteriormente la categoria.

Quindi assemblee sindacali, per informare i docenti e raccogliere gli umori.

Ma c'è già chi ha organizzato manifestazioni e scioperi: 24 ottobre USB, 25 ottobre CGIL, 31 ottobre ANIEF.

Anche se, da più parti si chiede uno sciopero unitario delle sigle rappresentative.
Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
ulisse2001



Messaggi : 95
Data d'iscrizione : 28.09.14

MessaggioOggetto: Re: Il mondo della scuola è in agitazione CONTRO LA RIFORMA   Gio Ott 09, 2014 10:41 pm

Scuola, studenti in piazza contro la riforma Renzi:

le manifestazioni in tutta Italia Venerdì 10 ottobre cortei da Nord a Sud per protestare contro il patto della “Buona Scuola” proposto dal governo. Presenti anche i Cobas

http://www.ilfattoquotidiano.it/2014/10/09/scuola-studenti-in-piazza-contro-riforma-renzi-principali-manifestazioni-in-tutta/1149065/

Venerdì 10 ottobre sarà un venerdì di piazza per migliaia di studenti che, da Nord a Sud, vogliono fare sentire la loro voce nelle settimane in cui è stato dato avvio alla consultazione online sulla riforma. In gran parte delle Regioni d’Italia i ragazzi hanno scelto di disertare le aule per protestare contro il patto della “Buona Scuola”, presentato dal premier Matteo Renzi e dal ministro dell’Istruzione Stefania Giannini.

A Roma corteo al via alle 9,30 in piazza Repubblica. Mobilitazioni previste anche a Latina, Civitavecchia, Tivoli e Formia. In Lombardia, si prevedono cortei a Milano a partire da piazza Cairoli alle 9,30; e anche a Sesto San Giovanni, a Varese, Monza, Lecco, Mantova, Bergamo, Como e Brescia. L’Unione degli Studenti e la Rete degli Studenti Medi hanno programmato iniziative anche a Torino in piazza Arbarello, Arona e Alessandria. Per quanto riguarda il Friuli Venezia Giulia a Trieste si parte in piazza Goldoni e a Udine in piazza Cavedalis. Cortei anche a Venezia, Pordenone, Bassano del Grappa, Padova, Treviso e Verona. Tra le regioni più attive non manca l’Emilia Romagna dove sono previste manifestazioni a Ferrara in piazza Dante alle 10, a Piacenza e a Bologna in piazza San Francesco. A Sud studenti per le strade in Sicilia, a Catania, Siracusa, Vittoria, Messina, Trapani, Palermo, Caltanissetta, Modica e Canicattì. Anche in Sardegna si sono organizzati a Cagliari, Carbonia e Nuoro.



L’onda della protesta arriverà anche in Puglia, a Foggia, Bari, Brindisi, Taranto e a Lecce in via Dante Alighieri. Altre manifestazioni si terranno in Campania, in piazza Garibaldi a Napoli, ad Avellino, Salerno, Nocera e a Caserta. “E’ passato un mese dalla pubblicazione del Piano Scuola e quasi tre settimane dall’inizio della consultazione che, però, non è stata portata avanti con la stessa forza che gli annunci a inizio settembre ci facevano pensare – spiega Alberto Irone, portavoce nazionale della Rete Studenti Medi -. Nel frattempo la scuola è cominciata e gli studenti si trovano a vivere sempre gli stessi problemi dentro e fuori le proprie aule: sistema del diritto allo studio assente, didattica anacronistica, bocciature che mettono a repentaglio il futuro scolastico di molti giovani andando ad aumentare le percentuali della dispersione scolastica. Insomma, nulla a che vedere con la annunciata rivoluzione della scuola. Domani saremo nelle nostre piazze per ribadirlo, non ci stancheremo mai di dire che la Grande Bellezza siamo noi”.

Insieme agli studenti anche i Cobas che ha proclamato uno sciopero generale della scuola “contro il Piano Renzi, la scuola-azienda, la scuola-miseria e la scuola-quiz”. Il sindacato ha organizzato manifestazioni provinciali e regionali a Roma, Torino, Genova, Brescia, Padova, Venezia, Trieste, Bologna, Ravenna, Firenze, Pisa, Lucca, Pistoia, Grosseto, Pescara, Cagliari, Napoli, Taranto e Palermo.
Tornare in alto Andare in basso
ulisse2001



Messaggi : 95
Data d'iscrizione : 28.09.14

MessaggioOggetto: Re: Il mondo della scuola è in agitazione CONTRO LA RIFORMA   Ven Ott 10, 2014 9:12 pm

l' autunno caldo è cominciato:

https://www.youtube.com/watch?v=Z0Sanpb-dRY


............
Tornare in alto Andare in basso
ulisse2001



Messaggi : 95
Data d'iscrizione : 28.09.14

MessaggioOggetto: Re: Il mondo della scuola è in agitazione CONTRO LA RIFORMA   Dom Ott 12, 2014 3:45 pm

Scioperi scuola: dal 10 ottobre al 14 novembre una carrellata di proteste

Il mese di ottobre si aprirà con una carrellata di scioperi nella scuola che inizieranno con lo sciopero indetto dalla Cobas il 10 ottobre e si concluderanno il 14 novembre con un'altra protesta della Cobas, intervallati da manifestazioni e stop proclamati da Unicobas, Usb Scuola, Cgil, Cisl e Uil.

Vediamo nel dettaglio le proteste e le motivazioni.

Sciopero scuola 10 ottobre 2014 Cobas

Lo sciopero generale della scuola del 10 ottobre, indetto della Cobas prevede manifestazioni cittadine a cui parteciperanno unitamente docenti e studenti per protestare contro quella che viene definita la “cattiva scuola” e per dire no ad uno nuovo concorso che è ritenuto una ulteriore beffa nei confronti dei precari storici della scuola che devono essere assunti.


Con lo sciopero il sindacato protesta anche contro il blocco dei contratti chiedendo allo stesso tempo 300 euro mensili per tutti, si protesta, altresì contro gli scatti meritocratici visti come un provvedimento grottesco che andrebbe a dividere ulteriormente il mondo dei docenti e allo stesso tempo chiede l’immediato pensionamento dei Quota 96.

Per leggere tutte le rivendicazioni del sindacato Cobas vi rimandiamo al volantino dello sciopero del 10 ottobre.



Sciopero scuola 24 ottobre 2014 USB Scuola

Anche la protesta proclamata per il 24 ottobre dalla USB Scuola contro, ovviamente, il governo Renzi e lo smantellamento che, con il Jobs Act, si intende fare allo Statuto dei lavoratori, è indetta come uno sciopero generale che vuol coinvolgere tutti i lavoratori del settore pubblico e privato per l’intera giornata. “Il C.N. USB ritiene indispensabile dare un forte e rapido impulso alla riorganizzazione interna dell'USB per renderla sempre più adeguata alla crescita in atto e ai compiti strategici e di fase a cui il sindacato è chiamato per offrire a strati sempre più vasti di lavoratrici e lavoratori, precari/e, disoccupati/e, senza casa, pensionati e migranti il sindacato che serve.” Si legge nella nota del Comitato Nazionale USB

Manifestazione 25 ottobre 2014 Cgil

Per il 25 ottobre la Cgil ha indetto una manifestazione a San Giovanni, a Roma, che coinvolgerà, naturalmente, anche il comparto scuola, rinviando qualsiasi decisione riguardante lo sciopero generale che si voleva indire. Susanna Camusso ha spiegato che sarà una grande manifestazione in cui il sindacato sta riversando tutte le proprie risorse, aggiungendo, però che c’è anche possibilità di scioperi.

Per il 31 ottobre è stato indetto uno sciopero nel comparto scuola dall’Anief, seguire l’8 novembre una nuova manifestazione che coinvolgerà anche il il comparto scuola.
La carrellata di scioperi e proteste si conclude con lo sciopero generale dei lavoratori dei settori pubblici e privati, che coinvolgerà anche il comparto scuola, del 14 novembre indetto dai Cobas e Cub.
Tornare in alto Andare in basso
81anna



Messaggi : 135
Data d'iscrizione : 12.10.10

MessaggioOggetto: Re: Il mondo della scuola è in agitazione CONTRO LA RIFORMA   Dom Ott 12, 2014 5:10 pm

ulisse2001 ha scritto:


L’onda della protesta arriverà anche in Puglia, a Foggia, Bari, Brindisi, Taranto e a Lecce in via Dante Alighieri. Altre manifestazioni si terranno in Campania, in piazza Garibaldi a Napoli, ad Avellino, Salerno, Nocera e a Caserta. “E’ passato un mese dalla pubblicazione del Piano Scuola e quasi tre settimane dall’inizio della consultazione che, però, non è stata portata avanti con la stessa forza che gli annunci a inizio settembre ci facevano pensare – spiega Alberto Irone, portavoce nazionale della Rete Studenti Medi -. Nel frattempo la scuola è cominciata e gli studenti si trovano a vivere sempre gli stessi problemi dentro e fuori le proprie aule: sistema del diritto allo studio assente, didattica anacronistica, bocciature che mettono a repentaglio il futuro scolastico di molti giovani andando ad aumentare le percentuali della dispersione scolastica. Insomma, nulla a che vedere con la annunciata rivoluzione della scuola. Domani saremo nelle nostre piazze per ribadirlo, non ci stancheremo mai di dire che la Grande Bellezza siamo noi”.

Insieme agli studenti anche i Cobas che ha proclamato uno sciopero generale della scuola “contro il Piano Renzi, la scuola-azienda, la scuola-miseria e la scuola-quiz”. Il sindacato ha organizzato manifestazioni provinciali e regionali a Roma, Torino, Genova, Brescia, Padova, Venezia, Trieste, Bologna, Ravenna, Firenze, Pisa, Lucca, Pistoia, Grosseto, Pescara, Cagliari, Napoli, Taranto e Palermo.
ulisse, spero che le proteste di cui ci hai illustrato nei dettagli le varie sedi servano a bloccare questa riforma!!
Tornare in alto Andare in basso
ulisse2001



Messaggi : 95
Data d'iscrizione : 28.09.14

MessaggioOggetto: Re: Il mondo della scuola è in agitazione CONTRO LA RIFORMA   Mer Ott 15, 2014 7:10 am

http://autoconvocatiscuola.altervista.org/assemblea-mercoledi-ore-1730-via-efeso-2-metro-b-san-paolo/

ASSEMBLEA! mercoledì ore 17,30 via Efeso 2 (metro B San Paolo)
Posted on 10 ottobre 2014
10155354_751381864898151_2268741130226465576_nQuesta mattina Roma si è colorata degli striscioni festanti degli studenti e delle studentesse delle scuole superiori, della creatività della lotta di tante lavoratrici e lavoratori della scuola e anche delle bandiere sindacali di diverse sigle per la prima volta dopo tanto tempo insieme in piazza (Cobas, Flc, Usb, USI, Cub… c’era anche una delegazione della Fiom) chiamate dalle assemblee delle scuole e dei lavoratori autoconvocati a dare una risposta decisa all’ipotesi di aziendalizzazione della scuola e smantellamento dei diritti di chi ci lavora.

Lo sciopero chiesto dalle assemblee autoconvocate è stato indetto da Cobas, Usi, Cub e Lavoratori autoconvocati, ma tante e tanti sono stati i lavoratori e le lavoratrici iscritti alla Flc (l’area di opposizione “Il sindacato è un’altra cosa” ha dato indicazione di scioperare), all’Usb, ad altre sigle sindacali o non iscritti affatto ad alcun sindacato che hanno scioperato questa mattina. Lo testimoniano le scuole chiuse e le aule deserte di tanti istituti scolastici romani.

Decine di migliaia di manifestanti hanno percorso il lungo corteo da piazza della Repubblica fino al MIUR a Trastevere, per portare la propria protesta contro la cosiddetta “buona scuola” proposta da Renzi e Giannini. Altro che consultazione plebiscitaria via web, sta crescendo nelle scuole un movimento di massa che rivendica l’assunzione a tempo indeterminato di tutti i precari, il rinnovo del contratto di lavoro bloccato da sei anni, il rigetto delle divisioni falsamente meritocratiche, che servono ad assoggettare i docenti e tutti i lavoratori ai super-dirigenti scolastici, la scuola pubblica e laica contro i progetti di aziendalizzazione, di cancellazione degli organi collegiali di partecipazione democratica.

Ora si tratta di diffondere la critica al piano scuola nelle scuole e di far crescere questo movimento convocando assemblee e collegi dei docenti dappertutto, per prendere posizione contro l’ennesimo attacco alla scuola pubblica. Bisogna lottare unitamente ai lavoratori del pubblico e del privato, come è stato proposto nelle assemblee per lo sciopero socialie per rispondere all’insidioso attacco di questo governo guidato dal Partito Democratico contro i diritti fondamentali dei cittadini e dei lavoratori. Il piano scuola, la riforma della pubblica amministrazione e il Jobs Act sono parti di uno stesso disegno antipopolare e antidemocratico, che punta a riscrivere la costituzione materiale di questo Paese dopo aver fatto a pezzi quella formale. E’ necessario al più presto un vero sciopero generale, che fermi il Paese e respinga al mittente l’attacco del governo.

I lavoratori autoconvocati delle scuole di Roma e del Lazio e l’assemblea delle scuole continuano il proprio percorso di mobilitazione ed invitano tutte e tutti a partecipare all’assemblea che si terrà il prossimo mercoledì 15 ottobre alle ore 17,30 in via Efeso 2 a due passi dalla fermata della Metro B Basilica San Paolo.
Tornare in alto Andare in basso
mirco81



Messaggi : 1215
Data d'iscrizione : 29.09.14

MessaggioOggetto: Re: Il mondo della scuola è in agitazione CONTRO LA RIFORMA   Mar Ott 21, 2014 6:26 pm

http://www.orizzontescuola.it/news/aumentano-adesioni-allo-sciopero-generale-del-24-ottobre

Venerdì 24 ottobre sarà sciopero generale nazionale di 24 ore in tutto il lavoro pubblico e privato, con numerose manifestazioni territoriali in tutte le regioni.

Lo sciopero è indetto dall’USB, Or.S.A. e Cib Unicobas, contro il jobs act e le politiche dettate dalla troika al governo Renzi sul lavoro e la pubblica amministrazione e contro il blocco dei contratti nel pubblico impiego, per l'occupazione e in difesa dell art.18 dello Statuto dei Lavoratori.

Sostengono lo sciopero l Altra Europa con Tsipras, PdCI, Ross@,l' associazione Forum Diritti/Lavoro e tutte le forze e i movimenti che fanno parte del Controsemestre Europeo (composto da No Tav, autorganizzati, immigrati, movimenti e sindacati di base, n.d.r) . Parlamentari a 5 Stelle parteciperanno nelle piazze delle manifestazioni. Solidale con lo sciopero anche lo Snater Telecomunicazioni.

L' Unione Sindacale di Base ha ricevuto sostegno e adesione da tanti sindacati internazionali e in primo luogo dalla FSM/WFTU, la più antica confederazione internazionale dei sindacati, con oltre 90 milioni di iscritti in tutto il mondo.
Tornare in alto Andare in basso
mirco81



Messaggi : 1215
Data d'iscrizione : 29.09.14

MessaggioOggetto: Re: Il mondo della scuola è in agitazione CONTRO LA RIFORMA   Mar Ott 21, 2014 6:36 pm


Sciopero generale il 24 ottobre

Lo hanno proclamato Unicobas, USB e Orsa. Obiettivi della protesta: contrasto al Piano Renzi sulla scuola e al Jobs-Act. Duro attacco di Unicobas alla "Buona Scuola"



Archiviato lo sciopero Cobas-studenti del 10 ottobre scorso (per la verità qua e là hanno partecipato anche docenti e Ata aderenti alla Cgil, come per esempio ad Aosta dove la componente di minoranza ha aderito ufficialmente) adesso si inizia a parlare dello sciopero generale del sindacalismo di base in programma per il prossimo 24 ottobre.
Questa volta ci sono Unicobas, che già aveva scioperato il 17 settembre, USB e ORSA.
La protesta non è limitata alla scuola perché l’obiettivo è di contrastare non solo il Piano Scuola ma anche il Jobs-act.
In realtà l’Unicobas punta il dito anche contro  il piano di assunzioni, considerato in parte velleitario e in parte iniquo.
“Gli unici  ‘beneficiari’ – sottolinea il segretario nazionale Stefano d’Errico - sono i precari delle GAE (anche quelli che  rifiutano incarichi da anni): tutti gli altri (anche quelli con più anni di servizio), dovranno cambiare lavoro. Ma gli assunti risulteranno infine molti di meno anche rispetto alle GAE, perché il Governo ha deciso di far “sparire” i posti vacanti ed alla fine assumerà solo sul turnover dei pensionati, obbligando il personale di ruolo a sostituire gratis gli assenti (calcolo a debito dei giorni di chiusura delle scuole con la ‘banca delle ore’)”.
L’Unicobas mette in guardia anche dai rischi dell’organico funzionale:  “Tutti i docenti perderanno la titolarità sull’istituto: con l’ ‘organico funzionale’ si verrà assegnati ad 'una rete di scuole', e uno dei Dirigenti di queste deciderà in quale si lavorerà e con che mansioni. Se necessario, il dirigente potrà obbligare il docente a sostituire gli assenti, anche in scuole diverse”.
Ma le critiche al piano “La buona scuola” non si fermano qui e si estendono ovviamente anche al capitolo più dibattuto, quello relativo al merito e alla carriera.
“ Gli insegnanti – denuncia d’Errico - passeranno la vita a raccogliere ‘crediti’ da inserire in un Portfolio 'vagliato' discrezionalmente dal ‘Nucleo di Valutazione’ di ogni scuola, che potrà operare in modo diverso dai ‘nuclei’ delle altre. Senza dimenticare che saranno aboliti tutti gli scatti di anzianità e rimarrà solo lo stipendio-base”.
In occasione dello sciopero del 24 ottobre i sindacati di base che lo hanno proclamato organizzano anche manifestazioni e cortei in più di 20 città  italiane (l’elenco è lungo e si va da Roma a Milano, da Bari a Genova, da Cagliari a Trieste).
Tornare in alto Andare in basso
terry80



Messaggi : 272
Data d'iscrizione : 30.08.10

MessaggioOggetto: Re: Il mondo della scuola è in agitazione CONTRO LA RIFORMA   Mer Ott 22, 2014 10:09 am

mirco81 ha scritto:

Sciopero generale il 24 ottobre

Lo hanno proclamato Unicobas, USB e Orsa. Obiettivi della protesta: contrasto al Piano Renzi sulla scuola e al Jobs-Act. Duro attacco di Unicobas alla "Buona Scuola"



Archiviato lo sciopero Cobas-studenti del 10 ottobre scorso (per la verità qua e là hanno partecipato anche docenti e Ata aderenti alla Cgil, come per esempio ad Aosta dove la componente di minoranza ha aderito ufficialmente) adesso si inizia a parlare dello sciopero generale del sindacalismo di base in programma per il prossimo 24 ottobre.
Questa volta ci sono Unicobas, che già aveva scioperato il 17 settembre, USB e ORSA.
La protesta non è limitata alla scuola perché l’obiettivo è di contrastare non solo il Piano Scuola ma anche il Jobs-act.
In realtà l’Unicobas punta il dito anche contro  il piano di assunzioni, considerato in parte velleitario e in parte iniquo.
“Gli unici  ‘beneficiari’ – sottolinea il segretario nazionale Stefano d’Errico - sono i precari delle GAE (anche quelli che  rifiutano incarichi da anni): tutti gli altri (anche quelli con più anni di servizio), dovranno cambiare lavoro. Ma gli assunti risulteranno infine molti di meno anche rispetto alle GAE, perché il Governo ha deciso di far “sparire” i posti vacanti ed alla fine assumerà solo sul turnover dei pensionati, obbligando il personale di ruolo a sostituire gratis gli assenti (calcolo a debito dei giorni di chiusura delle scuole con la ‘banca delle ore’)”.
L’Unicobas mette in guardia anche dai rischi dell’organico funzionale:  “Tutti i docenti perderanno la titolarità sull’istituto: con l’ ‘organico funzionale’ si verrà assegnati ad 'una rete di scuole', e uno dei Dirigenti di queste deciderà in quale si lavorerà e con che mansioni. Se necessario, il dirigente potrà obbligare il docente a sostituire gli assenti, anche in scuole diverse”.
Ma le critiche al piano “La buona scuola” non si fermano qui e si estendono ovviamente anche al capitolo più dibattuto, quello relativo al merito e alla carriera.
“ Gli insegnanti – denuncia d’Errico - passeranno la vita a raccogliere ‘crediti’ da inserire in un Portfolio 'vagliato' discrezionalmente dal ‘Nucleo di Valutazione’ di ogni scuola, che potrà operare in modo diverso dai ‘nuclei’ delle altre. Senza dimenticare che saranno aboliti tutti gli scatti di anzianità e rimarrà solo lo stipendio-base”.
In occasione dello sciopero del 24 ottobre i sindacati di base che lo hanno proclamato organizzano anche manifestazioni e cortei in più di 20 città  italiane (l’elenco è lungo e si va da Roma a Milano, da Bari a Genova, da Cagliari a Trieste).
l'unicobas ha centrato in pieno le numerose difficoltà che questa riforma comporterà .... Quindi sciopero ma oltre a questo quale conseguenza pratica ci sarà su questa presunta ritorna della buona scuola? Cambierà qualcosa o come lo jobs-act si andrà avanti?
Tornare in alto Andare in basso
mirco81



Messaggi : 1215
Data d'iscrizione : 29.09.14

MessaggioOggetto: Re: Il mondo della scuola è in agitazione CONTRO LA RIFORMA   Mer Ott 22, 2014 10:59 am

secondo me hanno già deciso tutto(ho almeno lo hanno fatto consiglieri e tecnici di Renzi), male e in fretta, senza ascoltare nessuno tantomeno i sindacati , cercando di tagliare il più possibile e allo stesso tempo di fare una riforma a effetto propagandistico poi hanno proposto una consultazione solo formale ; non ascolteranno nessuno, il "pacco" Renzi è già bello e confezionato, al massimo cambieranno qualche virgola.

molti docenti hanno preso sottogamba la riforma ma quando la vedranno realizzata Renzi diventerà il più odiato dei politici e questo segnerà la sua fine insieme a quella della scuola pubblica.

questo film però si può ancora interrompere se i docenti  e gli studenti si faranno sentire e se i politici prenderanno atto della sua assurdità e del suo potenziale autodistruttivo.
Tornare in alto Andare in basso
trumma



Messaggi : 822
Data d'iscrizione : 09.10.09

MessaggioOggetto: Re: Il mondo della scuola è in agitazione CONTRO LA RIFORMA   Mer Ott 22, 2014 11:59 am

mirco81 ha scritto:
secondo me hanno già deciso tutto(ho almeno lo hanno fatto  consiglieri e tecnici di Renzi), male e in fretta, senza ascoltare nessuno tantomeno i sindacati , cercando di tagliare il più possibile e allo stesso tempo di fare una riforma a effetto propagandistico poi hanno proposto una consultazione solo formale ; non ascolteranno nessuno, il "pacco" Renzi è già bello e confezionato, al massimo cambieranno qualche virgola.

molti docenti hanno preso sottogamba la riforma ma quando la vedranno realizzata Renzi diventerà il più odiato dei politici e questo segnerà la sua fine insieme a quella della scuola pubblica.

questo film però si può ancora interrompere se i docenti  e gli studenti si faranno sentire e se i politici prenderanno atto della sua assurdità e del suo potenziale autodistruttivo.
Concordo.
Tornare in alto Andare in basso
Robert Bruce



Messaggi : 2896
Data d'iscrizione : 19.02.12

MessaggioOggetto: Re: Il mondo della scuola è in agitazione CONTRO LA RIFORMA   Mer Ott 22, 2014 1:00 pm

trumma ha scritto:
mirco81 ha scritto:
secondo me hanno già deciso tutto(ho almeno lo hanno fatto  consiglieri e tecnici di Renzi), male e in fretta, senza ascoltare nessuno tantomeno i sindacati , cercando di tagliare il più possibile e allo stesso tempo di fare una riforma a effetto propagandistico poi hanno proposto una consultazione solo formale ; non ascolteranno nessuno, il "pacco" Renzi è già bello e confezionato, al massimo cambieranno qualche virgola.

molti docenti hanno preso sottogamba la riforma ma quando la vedranno realizzata Renzi diventerà il più odiato dei politici e questo segnerà la sua fine insieme a quella della scuola pubblica.

questo film però si può ancora interrompere se i docenti  e gli studenti si faranno sentire e se i politici prenderanno atto della sua assurdità e del suo potenziale autodistruttivo.
Concordo.

Concordo pure io!
Tornare in alto Andare in basso
mirco81



Messaggi : 1215
Data d'iscrizione : 29.09.14

MessaggioOggetto: Re: Il mondo della scuola è in agitazione CONTRO LA RIFORMA   Mer Nov 05, 2014 8:17 pm

Manifestazione 8 novembre: in piazza i sindacati della scuola.

http://www.orizzontescuola.it/news/manifestazione-8-novembre-piazza-sindacati-della-scuolabanco-prova-elezioni-rsu
Tornare in alto Andare in basso
mirco81



Messaggi : 1215
Data d'iscrizione : 29.09.14

MessaggioOggetto: Re: Il mondo della scuola è in agitazione CONTRO LA RIFORMA   Lun Nov 17, 2014 2:28 am

altro che consultazioni! questo governo reazionario e di casta non ascolta ne i sindacati ne nessun altro:

http://www.ilfattoquotidiano.it/2014/11/15/la-buona-scuola-renzi-in-ascolto-degli-insegnanti-blinda-il-miur/1213162/
Tornare in alto Andare in basso
mirco81



Messaggi : 1215
Data d'iscrizione : 29.09.14

MessaggioOggetto: Re: Il mondo della scuola è in agitazione CONTRO LA RIFORMA   Lun Nov 17, 2014 2:31 am

è necessaria la mobilitazione per salvare la scuola pubblica !
Tornare in alto Andare in basso
e.l.i.s.a.



Messaggi : 1
Data d'iscrizione : 08.10.16

MessaggioOggetto: precariato   Sab Ott 08, 2016 12:42 am

Carissimi! Ma che sta succedendo? Vogliamo unirci correttamente e dignitosamente contro tutto ciò che ci sta danneggiando? Non ci accontentiamo più delle briciole...vogliamo solo quello che ci spetta di diritto.
Tornare in alto Andare in basso
Mustang



Messaggi : 3695
Data d'iscrizione : 12.04.16

MessaggioOggetto: Re: Il mondo della scuola è in agitazione CONTRO LA RIFORMA   Sab Ott 08, 2016 8:41 am

e.l.i.s.a. ha scritto:
Carissimi! Ma che sta succedendo? Vogliamo unirci correttamente e dignitosamente contro tutto ciò che ci sta danneggiando? Non ci accontentiamo più delle briciole...vogliamo solo quello che ci spetta di diritto.
e ripeschi un topic di 2 anni fa? dovresti aggiornarti...
Tornare in alto Andare in basso
 
Il mondo della scuola è in agitazione CONTRO LA RIFORMA
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 7 di 7Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7
 Argomenti simili
-
» Contratti sul sito della scuola
» Storia criminale della chiesa e arresto del progresso scientifico.
» richiesta 3 giorni di vacanza a discrezione della scuola
» primi passi nel mondo della pma
» colloqui individuali con i genitori

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Riforme-
Andare verso: