Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Il mondo della scuola è in agitazione CONTRO LA RIFORMA

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7  Seguente
AutoreMessaggio
ulisse2001



Messaggi : 95
Data d'iscrizione : 28.09.14

MessaggioOggetto: Il mondo della scuola è in agitazione CONTRO LA RIFORMA   Mer Ott 01, 2014 12:39 pm

Promemoria primo messaggio :

Segnali di protesta da più parti d'Italia. dopo l'analisi delle linee guida per la riforma della scuola. I sindacati raccolgono firme per petizioni contro l'abolizione degli scatti di anzianità e per lo sblocco degli stipendi.

Assemblee sindacali in varie parti del paese ci raccontano di docenti e ATA in agitazione per alcuni passaggi delle linee guida.

Così, ad esempio, a Savona durante una infuocata assemblea sindacale indetta da CGIL, CISL e UIL i docenti hanno chiesto uno sciopero del settore e l'avvio di autogestioni.

A Pordenone si bloccheranno le gite scolastiche. Il Coordinatore della Gilda degli insegnanti, Rino Di Meglio, ha parlato di "De Prufundis" sul turismo studentesco.

Cosa non va giù? Sicuramente l'eliminazione degli scatti stipendiali per anzianità, non che i docenti non vogliano una retribuzione basata sulla valutazione, ma il sistema proposto dal Governo è un sistema che non convince.

Non convince il taglio di 8mila posti ATA e di  un piano di dematerializzazione che colpirà soprattutto i lavoratori delle segreterie.

In agitazione anche i docenti precari delle graduatorie d'istituto che si vedranno esclusi dal sistema delle supplenze e dalle assunzioni.

A tutto ciò si agginge l'annuncio del blocco dei contratti fino al 2017, che impoverirà ulteriormente la categoria.

Quindi assemblee sindacali, per informare i docenti e raccogliere gli umori.

Ma c'è già chi ha organizzato manifestazioni e scioperi: 24 ottobre USB, 25 ottobre CGIL, 31 ottobre ANIEF.

Anche se, da più parti si chiede uno sciopero unitario delle sigle rappresentative.
Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
jeppo15



Messaggi : 122
Data d'iscrizione : 28.09.14

MessaggioOggetto: Re: Il mondo della scuola è in agitazione CONTRO LA RIFORMA   Dom Ott 05, 2014 9:03 pm

lallaorizzonte ha scritto:
jeppo15 ha scritto:
lalla capisco le tue parole. le capisco talmente bene che  voglio risponderti con le tue stesse parole. non so se tu sei di ruolo ma secondo te se gugu fosse di ruolo metterebbe avanti il posto dei precari al bene comune della scuola??

se gugui fosse di ruolo vorrebbe che fosserro già messi da parte posti per chi sarà assunto a settembre e sottratti magari a chi fa domanda di passaggio di cattedra o ruolo?? se gugu fosse di ruolo e lavorasse lontano da casa fuori regione  vorebbe che fossero messi da parte posti per chi deve entrare in ruolo da gae così da sottrarli a chi magari chiede l'assegnazione provvisoria in quella provincia??

:-)

jeppo15 ha scritto:

cmq il nostro (almeno parlo per me ma credo che gli altri condividano) non è un attacco alle immissioni in ruolo e credo sia scorretto far passare noi per quelli che non vogliono le immissioni in ruolo. Più volte abbiamo ribadito che il nostro è un attacco a chi non sa vedere più in là di unpalmo dal naso. capisco che anni di gae logorano i nervi ma tutto ciò non è giustificabile con nessuna di queste ragione. L'attegiamento "voglio il ruolo costi quel che costi e chi se ne frega di chi è già di ruolo e dei suoi scatti" non è accettabile. Io non la voglio metterela sul piano di chi è bravo e chi non lo è, ma tale atteggiamento non è accettabile.  Non lo è soprattutto ( e qui mi riallaccio al discorso sul merito) da chi per me non ha alcun merito e non ha mai superato alcuna selezione se non quelle fantasma che conosciamo.

e quindi qual è la soluzione che proporrete durante le consultazioni? ci piacerebbe conoscere le modalità concrete con cui vi state muovendo.

adesione tout court alle iniziative sindacali (quali), politiche (quali), o avete una proposta a livello locale o di gruppo. questo non l'ho capito.

cioè, qual è il passaggio al di là del forum?[/quote]
non capisco il tuo sorriso alla prima citazione...per quanto riguarda le altre domande posso solo dirti che io non sono a capo di un sindacato non so risponderti ma sicuramente io personalmente sarà a fianco di chiunque voglia bocciare questa riforma ( e questo governo) costi quel che costi. :))
Tornare in alto Andare in basso
Trampola



Messaggi : 831
Data d'iscrizione : 09.10.12

MessaggioOggetto: Re: Il mondo della scuola è in agitazione CONTRO LA RIFORMA   Dom Ott 05, 2014 9:04 pm

lallaorizzonte ha scritto:
Trampoletta ha scritto:
E tu, collega di ruolo, non permetterti mai più di dare del venduto a chi si batte, dopo anni di precariato, per avere quello che gli spetta. A forza di mangiare caviale, perché ormai sputate sul piatto di lenticchie, avete dimenticato di quando i precari eravate voi.

ma che modi. avrai mangiato peperoni stasera :-(

Sai com'è, quando ci si sente dare del venduto non è che si abbia molta voglia di porgere l'altra guancia.
Tornare in alto Andare in basso
jeppo15



Messaggi : 122
Data d'iscrizione : 28.09.14

MessaggioOggetto: Re: Il mondo della scuola è in agitazione CONTRO LA RIFORMA   Dom Ott 05, 2014 9:05 pm

Trampoletta ha scritto:
E tu, collega di ruolo, non permetterti mai più di dare del venduto a chi si batte, dopo anni di precariato, per avere quello che gli spetta. A forza di mangiare caviale, perché ormai sputate sul piatto di lenticchie, avete dimenticato di quando i precari eravate voi.
non se risposndi a me o a insula cmq dovresti informarti meglio, ti assicuro che con lo stipendio che ci danno non mangiamo caviale e se questa riforma va in porto né noi né voi mangeremo più neanche le lenticchie. ;))
Tornare in alto Andare in basso
lallaorizzonte
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 23152
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: Il mondo della scuola è in agitazione CONTRO LA RIFORMA   Dom Ott 05, 2014 9:06 pm

jeppo15 ha scritto:
cmq se queste immissioni ci saranno esse verranno percepite da tutti (ruolo e gi) come un enorme regalo fatto a scapito di chi è di ruolo e di chi è in gi. Capisco ancora una volta che chi è in gae ragiona come gugu (ossia chi se ne frega di tutto e tutti io voglio il posto e basta) ma a quel punto non credo che sarà più possibile fare una battaglia per difendere gli scatti di anzianità e buttare via questa riforma . Non si può essere a favore quando conviene a contrari quando non conviene più se è così allora i precari farebbero meglio a dire che non vogliono questa riforma ma vogliono il posto di ruolo e basta! sarebbe una posizione più condivisibile. Ma fino a quando non saranno contro questa riforma non potrà esserci dialogo

sai quanti precari avrebbero potuto rivendicare in questi anni gli scatti di anzianità e non lo hanno fatto, neanche una volta assunti in ruolo, proprio perchè logorati dal precariato, indipendentemente dagli anni di attesa e dal merito, vero o presunto?
Tornare in alto Andare in basso
lallaorizzonte
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 23152
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: Il mondo della scuola è in agitazione CONTRO LA RIFORMA   Dom Ott 05, 2014 9:08 pm

jeppo15 ha scritto:
lallaorizzonte ha scritto:
jeppo15 ha scritto:
lalla capisco le tue parole. le capisco talmente bene che  voglio risponderti con le tue stesse parole. non so se tu sei di ruolo ma secondo te se gugu fosse di ruolo metterebbe avanti il posto dei precari al bene comune della scuola??

se gugui fosse di ruolo vorrebbe che fosserro già messi da parte posti per chi sarà assunto a settembre e sottratti magari a chi fa domanda di passaggio di cattedra o ruolo?? se gugu fosse di ruolo e lavorasse lontano da casa fuori regione  vorebbe che fossero messi da parte posti per chi deve entrare in ruolo da gae così da sottrarli a chi magari chiede l'assegnazione provvisoria in quella provincia??

:-)

jeppo15 ha scritto:

cmq il nostro (almeno parlo per me ma credo che gli altri condividano) non è un attacco alle immissioni in ruolo e credo sia scorretto far passare noi per quelli che non vogliono le immissioni in ruolo. Più volte abbiamo ribadito che il nostro è un attacco a chi non sa vedere più in là di unpalmo dal naso. capisco che anni di gae logorano i nervi ma tutto ciò non è giustificabile con nessuna di queste ragione. L'attegiamento "voglio il ruolo costi quel che costi e chi se ne frega di chi è già di ruolo e dei suoi scatti" non è accettabile. Io non la voglio metterela sul piano di chi è bravo e chi non lo è, ma tale atteggiamento non è accettabile.  Non lo è soprattutto ( e qui mi riallaccio al discorso sul merito) da chi per me non ha alcun merito e non ha mai superato alcuna selezione se non quelle fantasma che conosciamo.

e quindi qual è la soluzione che proporrete durante le consultazioni? ci piacerebbe conoscere le modalità concrete con cui vi state muovendo.

adesione tout court alle iniziative sindacali (quali), politiche (quali), o avete una proposta a livello locale o di gruppo. questo non l'ho capito.

cioè, qual è il passaggio al di là del forum?
non capisco il tuo sorriso alla prima citazione...per quanto riguarda le altre domande posso solo dirti che io non sono a capo di un sindacato non so risponderti ma sicuramente io personalmente sarà a fianco di chiunque voglia bocciare questa riforma ( e questo governo) costi quel che costi. :))[/quote]


il sorriso è concorde alle tue affermazioni. gugu di ruolo oggi si chiamerebbe jeppo15.
Tornare in alto Andare in basso
ely78



Messaggi : 112
Data d'iscrizione : 17.11.12

MessaggioOggetto: ben detto trampoletta!dopo anni di precariato non è che ci fanno un regalo entrando di ruolo.lo abbiamo meritato,sudato stando a centinaia di kilometri lontani dalla tua famiglia!   Dom Ott 05, 2014 9:12 pm

Trampoletta ha scritto:
E tu, collega di ruolo, non permetterti mai più di dare del venduto a chi si batte, dopo anni di precariato, per avere quello che gli spetta. A forza di mangiare caviale, perché ormai sputate sul piatto di lenticchie, avete dimenticato di quando i precari eravate voi.
Tornare in alto Andare in basso
Trampola



Messaggi : 831
Data d'iscrizione : 09.10.12

MessaggioOggetto: Re: Il mondo della scuola è in agitazione CONTRO LA RIFORMA   Dom Ott 05, 2014 9:16 pm

Ma che ne sapete voi di come sarò io, o gugu, o chi vi pare, di ruolo? Renzi è stato chiaro, la riforma richiede un sacrificio da parte di tutti. Che ne sapete se io o altri, al vostro posto, non saremmo disposti a farlo questo sacrificio? È proprio vero, ognun dal proprio cuor l'altrui misura.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Il mondo della scuola è in agitazione CONTRO LA RIFORMA   Dom Ott 05, 2014 9:18 pm

OT
O_o @ ely78: ma hai scritto il messaggio nel campo oggetto!?

Il messaggio si scrive nella textarea con l'etichetta "Corpo del messaggio", non nella textbox con etichetta "Titolo del messaggio".

Respirare profondamente e contare fino a dieci prima di cliccare sul pulsante [Inviare] :-D
Tornare in alto Andare in basso
ely78



Messaggi : 112
Data d'iscrizione : 17.11.12

MessaggioOggetto: Re: Il mondo della scuola è in agitazione CONTRO LA RIFORMA   Dom Ott 05, 2014 9:21 pm

Tornare in alto Andare in basso
ely78



Messaggi : 112
Data d'iscrizione : 17.11.12

MessaggioOggetto: Re: Il mondo della scuola è in agitazione CONTRO LA RIFORMA   Dom Ott 05, 2014 9:22 pm

Grazie del consiglio:)
Tornare in alto Andare in basso
lallaorizzonte
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 23152
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: Il mondo della scuola è in agitazione CONTRO LA RIFORMA   Dom Ott 05, 2014 9:24 pm

Trampoletta ha scritto:
Ma che ne sapete voi di come sarò io, o gugu, o chi vi pare, di ruolo? Renzi è stato chiaro, la riforma richiede un sacrificio da parte di tutti. Che ne sapete se io o altri, al vostro posto, non saremmo disposti a farlo questo sacrificio? È proprio vero, ognun dal proprio cuor l'altrui misura.

non stiamo parlando nè di te nè di gugu. stiamo parlando di categorie . di diritti - di modi di agire - l'unica cosa che possiamo fare. e cerchiamo di farlo con rispetto, altrimenti la conversazione si può chiudere qui

Tornare in alto Andare in basso
jeppo15



Messaggi : 122
Data d'iscrizione : 28.09.14

MessaggioOggetto: Re: Il mondo della scuola è in agitazione CONTRO LA RIFORMA   Dom Ott 05, 2014 9:28 pm

lallaorizzonte ha scritto:
jeppo15 ha scritto:
cmq se queste immissioni ci saranno esse verranno percepite da tutti (ruolo e gi) come un enorme regalo fatto a scapito di chi è di ruolo e di chi è in gi. Capisco ancora una volta che chi è in gae ragiona come gugu (ossia chi se ne frega di tutto e tutti io voglio il posto e basta) ma a quel punto non credo che sarà più possibile fare una battaglia per difendere gli scatti di anzianità e buttare via questa riforma . Non si può essere a favore quando conviene a contrari quando non conviene più se è così allora i precari farebbero meglio a dire che non vogliono questa riforma ma vogliono il posto di ruolo e basta! sarebbe una posizione più condivisibile. Ma fino a quando non saranno contro questa riforma non potrà esserci dialogo

sai quanti precari avrebbero potuto rivendicare in questi anni gli scatti di anzianità e non lo hanno fatto, neanche una volta assunti in ruolo, proprio perchè logorati dal precariato, indipendentemente dagli anni di attesa  e dal merito, vero o presunto?
io sono favorevolissimo a riconoscere loro gli scatti di anzianità, non ho nulla in contrario e non credo che altri di ruolo la pensino diversamente.
Tornare in alto Andare in basso
jeppo15



Messaggi : 122
Data d'iscrizione : 28.09.14

MessaggioOggetto: Re: Il mondo della scuola è in agitazione CONTRO LA RIFORMA   Dom Ott 05, 2014 9:45 pm

lallaorizzonte ha scritto:
jeppo15 ha scritto:
lallaorizzonte ha scritto:
jeppo15 ha scritto:
lalla capisco le tue parole. le capisco talmente bene che  voglio risponderti con le tue stesse parole. non so se tu sei di ruolo ma secondo te se gugu fosse di ruolo metterebbe avanti il posto dei precari al bene comune della scuola??

se gugui fosse di ruolo vorrebbe che fosserro già messi da parte posti per chi sarà assunto a settembre e sottratti magari a chi fa domanda di passaggio di cattedra o ruolo?? se gugu fosse di ruolo e lavorasse lontano da casa fuori regione  vorebbe che fossero messi da parte posti per chi deve entrare in ruolo da gae così da sottrarli a chi magari chiede l'assegnazione provvisoria in quella provincia??

:-)

jeppo15 ha scritto:

cmq il nostro (almeno parlo per me ma credo che gli altri condividano) non è un attacco alle immissioni in ruolo e credo sia scorretto far passare noi per quelli che non vogliono le immissioni in ruolo. Più volte abbiamo ribadito che il nostro è un attacco a chi non sa vedere più in là di unpalmo dal naso. capisco che anni di gae logorano i nervi ma tutto ciò non è giustificabile con nessuna di queste ragione. L'attegiamento "voglio il ruolo costi quel che costi e chi se ne frega di chi è già di ruolo e dei suoi scatti" non è accettabile. Io non la voglio metterela sul piano di chi è bravo e chi non lo è, ma tale atteggiamento non è accettabile.  Non lo è soprattutto ( e qui mi riallaccio al discorso sul merito) da chi per me non ha alcun merito e non ha mai superato alcuna selezione se non quelle fantasma che conosciamo.

e quindi qual è la soluzione che proporrete durante le consultazioni? ci piacerebbe conoscere le modalità concrete con cui vi state muovendo.

adesione tout court alle iniziative sindacali (quali), politiche (quali), o avete una proposta a livello locale o di gruppo. questo non l'ho capito.

cioè, qual è il passaggio al di là del forum?
non capisco il tuo sorriso alla prima citazione...per quanto riguarda le altre domande posso solo dirti che io non sono a capo di un sindacato non so risponderti ma sicuramente io personalmente sarà a fianco di chiunque voglia bocciare questa riforma ( e questo governo) costi quel che costi. :))


il sorriso è concorde alle tue affermazioni. gugu di ruolo oggi si chiamerebbe jeppo15. [/quote]

io no credo che sia così anche se non ho la presunzione di convincerti del contrario. Più volte ho detto su questo forum che io sono nella scuola perchè ho vinto un concorso e quindi ho ottenuto un posto stabile da subito. Ho anche detto che mai e poi mai avrei fatto il precario perchè oltre ad essere una condizione con la quale non avrei mai potuto convivere non ho nenache mai avuto la possibilità di esserlo. Ho sempre detto e ne sono più che mai oggi convinnto sentendo i ragionamenti fatti da chi è in gae, che essere precario lo ritengo un lusso. io non avrei mai potuto aspettare una chiamata dalla scuola con le mani in mano sapendo di lavorare un mese si e tre no. Ho avuto sempre la necessita di lavorare in modo continuativo. Qualcun'altro (non jeppo15) si è potuto permettere di essere precario per anni.
Tornare in alto Andare in basso
isula.



Messaggi : 795
Data d'iscrizione : 05.10.14

MessaggioOggetto: Re: Il mondo della scuola è in agitazione CONTRO LA RIFORMA   Dom Ott 05, 2014 9:48 pm

lallaorizzonte ha scritto:
Trampoletta ha scritto:
Ma che ne sapete voi di come sarò io, o gugu, o chi vi pare, di ruolo? Renzi è stato chiaro, la riforma richiede un sacrificio da parte di tutti. Che ne sapete se io o altri, al vostro posto, non saremmo disposti a farlo questo sacrificio? È proprio vero, ognun dal proprio cuor l'altrui misura.

non stiamo parlando nè di te nè di gugu. stiamo parlando di categorie .  di diritti - di modi di agire -  l'unica cosa che possiamo fare. e cerchiamo di farlo con rispetto, altrimenti la conversazione si può chiudere qui


Magari andando a prendere aria fuori e poi ritornando qui con un puntino in più!
:-)))

Ma dai Trampoletta! Che ti credi che ci sia gente di ruolo che non vuole che i precari smettano di esserlo ed entrino di ruolo?
Il fatto è che non vi è bisogno di abboccare a proposte che, vista la situazione, non convengono.

Ripeto con un'altra metafora: se tu puoi prendere l'intero pacco gratis perchè te lo offre una sentenza della Corte europea contro lo Stato italiano, perchè accontentarti di cedere a chi ti vuole dare solo un biscottino, magari dopo che a te ed ad altri  ha tolto, in cambio, pure le mutande?

Quindi stai tranquilla, e come ti diceva penso jeppo15 o ulisse2001 spera che l'attuale proposta fallisca perchè altrimenti tu che hai vinto un concorso a differenza del passato in cui si accedeva al ruolo 50 per cento precari e 50 vincitori del concorso, ti dovrai accontentare del 10 per cento, perchè il 90 spetterà alle Gae e per giunta sia a te che sei diventata di ruolo sia agli altri che lo erano toglieranno tutti i diritti e  livelleranno al basso in situazioni di fame, sfruttamento e di precarietà totale.

A certa gente che ci propone cose inaudite prendendoci per il sedere (e con il sorriso in bocca), bisogna rispondere non con un "deo gratias", ma con una rispettosa pernacchia.
Ad maiora!


Ultima modifica di isula. il Dom Ott 05, 2014 10:12 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
ulisse2001



Messaggi : 95
Data d'iscrizione : 28.09.14

MessaggioOggetto: Re: Il mondo della scuola è in agitazione CONTRO LA RIFORMA   Dom Ott 05, 2014 10:07 pm

cara Lalla :-), ho conosciuto e letto in questo forum molti precari delle GaE che rispedirebbero volentieri al mittente questa riforma.

molti precari delle GaE ritengono che A QUESTE CONDIZIONI, non sia conveniente ottenere il ruolo...

e questo per innumerevoli motivi che vanno dalla mobilità forzata, alla diminuzione dei salari, passando per l' aziendalizzazione della scuola con presidi-padroni e limitazioni della libertà d' insegnamento, etc etc etc... la lista sarebbe molto lunga

in effetti queste assunzioni non fanno hanno altro che "stabilizzare" il precariato togliendo dignità e sicurezze ai docenti di ruolo...e trasformare le scuole pubbliche in qualcosa sempre più vicino ai "diplomifici" delle scuole private succubi quindi di lobby esterne al mondo della scuola che agiscono secondo finalità particolari e non aderenti al bene collettivo...

la critica alla riforma è qualcosa di molto vasto e profondo difficile da sintetizzare in questo post...

ma gli effetti collaterali di questa riforma sono davvero moltissimi e molto pesanti per la scuola e la società tutta.

la controposta che sta venendo fuori con molta forza da parte di gruppi organizzati di docenti e di movimenti politici importatanti  verte intorno all' idea di proporre un piano di assunzioni alternativo su base pluriennale e nel breve periodo (ovviamente non i 30 anni che obietterebbe gugu).

assunzioni per i precari in più anni e su nuove cattedre di diritto piuttosto che su orgnico funzionale ,parte di quelle sottratte dalla distruttiva riforma Gelmini (questa dilazione nel tempo permetterebbe di reperire i fondi senza dover ricorrere ad aberranti trasformazioni del sistema a scapito dei docenti stessi) , investimenti, difesa della scuola pubblica dall' intrusione dei privati, difesa  dei diritti e della specificità dell' insegnamento, eliminazione delle classi pollaio, revisione della riforma pensionistica della Fornero per facilitare le nuovi assunzioni...

queste sono alcune delle richieste che stanno sempre più prendendo corpo...

è ovvio che il mondo della scuola si rivolgerà al partito politico chè più soddisferà queste richieste , e per ora il movimento 5 stelle sembra  maggiormente in grado di catalizzare l' interesse e le aspettative...

al PD si richiede un cambio di rotta se non vuol far naufragare il sistema scuola oltre che causare il suo stesso naufragio.


Ultima modifica di ulisse2001 il Dom Ott 05, 2014 10:19 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
isula.



Messaggi : 795
Data d'iscrizione : 05.10.14

MessaggioOggetto: Re: Il mondo della scuola è in agitazione CONTRO LA RIFORMA   Dom Ott 05, 2014 10:18 pm

ulisse2001 ha scritto:

è ovvio che il mondo della scuola si rivolgerà al partito politico chè più soddisferà queste richieste , e per ora il movimento 5 stelle sembra  maggiormente in grado di catalizzare l' interesse e le aspettative...

al PD si richiede un cambio di rotta se non vuol far naufragare il sistema scuola oltre che causare il suo stesso naufragio.

Ma quelli del Pd sono di già naufragati. Stanno tutti attaccati alle poltrone che colano a picco come il Titanic.

Tornare in alto Andare in basso
terry80



Messaggi : 272
Data d'iscrizione : 30.08.10

MessaggioOggetto: Re: Il mondo della scuola è in agitazione CONTRO LA RIFORMA   Dom Ott 05, 2014 10:31 pm

ulisse2001 ha scritto:
con il piano di Renzi le assunzioni di alcuni precari saranno barattate con l' eliminazione delle supplenze per i precari delle GI  e quindi con la loro eliminazione; è così che Renzi sta ritenendo opportuno agire. Dare a dei precari togliendolo ad altri.... bella giustizia, bella morale... complimenti docenti... potremmo opporci a questo piano e chiederne uno alternativo ma no.... preferiamo sacrificare i più deboli, bella lezione e bell' esempio per i nostri alunni che ci guardano, è così che si costruisce un futuro migliore.
É giusto come hai scritto tu:è un barattare, eliminare le supplenze significa aumentare le ore ai docenti di ruolo come già paventato quest'estate e che poi magicamente fu messo a tacere dopo le dichiarazioni di Reggi.......
Tornare in alto Andare in basso
infoscuola



Messaggi : 1865
Data d'iscrizione : 10.09.10

MessaggioOggetto: Re: Il mondo della scuola è in agitazione CONTRO LA RIFORMA   Dom Ott 05, 2014 10:31 pm

Ma i posti del prossimo concorso saranno su organico funzionale o di diritto?
Tornare in alto Andare in basso
malgieri



Messaggi : 104
Data d'iscrizione : 28.09.14

MessaggioOggetto: Re: Il mondo della scuola è in agitazione CONTRO LA RIFORMA   Dom Ott 05, 2014 10:35 pm

lallaorizzonte ha scritto:

il sorriso è concorde alle tue affermazioni. gugu di ruolo oggi si chiamerebbe jeppo15.

Mi sembra francamente un'affermazione inaccettabile e offensiva.

Tornare in alto Andare in basso
isula.



Messaggi : 795
Data d'iscrizione : 05.10.14

MessaggioOggetto: Re: Il mondo della scuola è in agitazione CONTRO LA RIFORMA   Dom Ott 05, 2014 10:47 pm

terry80 ha scritto:
ulisse2001 ha scritto:
con il piano di Renzi le assunzioni di alcuni precari saranno barattate con l' eliminazione delle supplenze per i precari delle GI  e quindi con la loro eliminazione; è così che Renzi sta ritenendo opportuno agire. Dare a dei precari togliendolo ad altri.... bella giustizia, bella morale... complimenti docenti... potremmo opporci a questo piano e chiederne uno alternativo ma no.... preferiamo sacrificare i più deboli, bella lezione e bell' esempio per i nostri alunni che ci guardano, è così che si costruisce un futuro migliore.
É giusto come hai scritto tu:è un barattare, eliminare le supplenze significa aumentare le ore ai docenti di ruolo come già paventato quest'estate e che poi magicamente fu messo a tacere dopo le dichiarazioni di Reggi.......

Tastano il polso a tutti per vedere chi potere fregare perchè lasciati soli.
Contano disperatamente ancora su fatto di creare divisioni fra docenti di ruolo e precari, fra precari e precari, fra gente fuori dalla scuola e docenti.
Finchè saremo tutti uniti LORO hanno difficoltà a far passare alcunchè.
Che vadano a prendere i 90 e passa miliardi di euro di evasione fiscale delle slot machine che Letta ha loro abbonato!
Che taglino pensioni e stipendi d'oro. Che si tolgano i finanziamenti ai partiti. che si abbassino come quelli del M5stelle i loro compensi parlamentari. che diano lo stipendio dei parlamentari in maniera proporzionata al loro stare nell'aula. Che introducano le leggi per combattere le frodi fiscali e anche le tangenti. Che combattano realmente la mafia e confischino tutti i loro conti.
Di risparmio a iosa ve ne è in abbondanza senza toccare sanità, pensioni e scuola.

Reggi è stato promosso e rimosso, ossia silurato a causa della nostra reazione compatta di questa estate.

Quello che rema a loro sfavore è il fatto che tanti hanno capito che basta aspettare la sentenza della Corte europea per far assumere definitivamente a tempo indeterminato i precari.
Hanno capito che tanti non sono disposti a cedere le mutande per avere quello che gli spetta gratis.
Tornare in alto Andare in basso
jeppo15



Messaggi : 122
Data d'iscrizione : 28.09.14

MessaggioOggetto: Re: Il mondo della scuola è in agitazione CONTRO LA RIFORMA   Dom Ott 05, 2014 10:48 pm

malgieri ha scritto:
lallaorizzonte ha scritto:

il sorriso è concorde alle tue affermazioni. gugu di ruolo oggi si chiamerebbe jeppo15.

Mi sembra francamente un'affermazione inaccettabile e offensiva.

ancora qui?? oh my god!!! cmq sai non mi sento offeso.......:))
vai a studiare....c'è il concorso......ciao
Tornare in alto Andare in basso
malgieri



Messaggi : 104
Data d'iscrizione : 28.09.14

MessaggioOggetto: Re: Il mondo della scuola è in agitazione CONTRO LA RIFORMA   Dom Ott 05, 2014 10:59 pm

jeppo15 ha scritto:

ancora qui?? oh my god!!! cmq sai non mi sento offeso.......:))
vai a studiare....c'è il concorso......ciao

Credo lo abbia capito chiunque, ma provo comunque a rispiegartelo

*non* ritengo l'affermazione offensiva perchè gugu è stato paragonato in particolar modo a te (per quanto sarebbe buona cortesia non paragonare nessuno a nessun altro),
*bensì* la ritengo offensiva e inaccettabile perchè insinua che, comunque, tutte le persone non sono in grado di valutare ciò che è giusto o non giusto se non con l'unico metro della propria convenienza personale.

Detto ciò, chiudo la comunicazione perchè con te, in particolare, la comunicazione è impossibile.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Il mondo della scuola è in agitazione CONTRO LA RIFORMA   Dom Ott 05, 2014 11:54 pm

infoscuola ha scritto:
Ma i posti del prossimo concorso saranno su organico funzionale o di diritto?
Presumo di diritto. L'organico funzionale, sempre osteggiato in sede governativa, è allo stato attuale proposto come risorsa presumibilmente temporanea per smaltire un po' di scorie accumulate in 15 anni di gestione politica alla carlona della sQuola.
Tornare in alto Andare in basso
Dec
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 47867
Data d'iscrizione : 23.08.10

MessaggioOggetto: Re: Il mondo della scuola è in agitazione CONTRO LA RIFORMA   Lun Ott 06, 2014 12:20 am

jeppo15 ha scritto:
Ho sempre detto e ne sono più che mai oggi convinnto sentendo i ragionamenti fatti da chi è in gae, che essere precario lo ritengo un lusso. io non avrei mai potuto aspettare una chiamata dalla scuola con le mani in mano sapendo di lavorare un mese si e tre no. Ho avuto sempre la necessita di lavorare in modo continuativo. Qualcun'altro (non jeppo15) si è potuto permettere di essere precario per anni.

La maggior parte di coloro che sono nelle Gae non lavora affatto così, ma con contratti da settembre a giugno ed è pagata (quando è al 30/6) esattamente quanto i docenti di ruolo che non hanno maturato scatti di anzianità. Per i mesi estivi dopo due-tre anni di lavoro c'è la disoccupazione (oggi aspi) che è leggermente inferiore allo stipendio, ma neanche tanto. Per questo non capisco questa angoscia di voler diventare per forza di ruolo il prima possibile, a qualunque costo (capisco di più quelli che lavorano davvero pochi mesi all'anno, ma i più convinti sostenitori del piano Renzi, almeno su questo forum, non mi sembrano loro); non capisco perché si parli di precariato come condizione degradante e di assunzione in ruolo come paradiso che risolverà tutti i nostri problemi, quando sostanzialmente continueremo a fare lo stesso lavoro di prima con lo stesso stipendio e senza prospettive di vedercelo aumentare se non in maniera minima e dopo anni; l'unica differenza è che avremo una maggiore probabilità (non certezza) di essere tutti gli anni nella stessa scuola, cosa che a me non sembra nemmeno così importante (ogni tanto fa bene cambiare aria). E per questo stesso motivo, d'altra parte, non si può dire che il costo dell'operazione corrisponda all'ammontare degli stipendi (i 3 miliardi di cui si parla), come se questi precari non lavorassero per nulla o solo alcuni mesi all'anno.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Il mondo della scuola è in agitazione CONTRO LA RIFORMA   Lun Ott 06, 2014 1:25 am

Citazione :
La maggior parte di coloro che sono nelle Gae non lavora affatto così, ma con contratti da settembre a giugno ed è pagata (quando è al 30/6) esattamente quanto i docenti di ruolo che non hanno maturato scatti di anzianità. Per i mesi estivi dopo due-tre anni di lavoro c'è la disoccupazione (oggi aspi) che è leggermente inferiore allo stipendio, ma neanche tanto. Per questo non capisco questa angoscia di voler diventare per forza di ruolo il prima possibile, a qualunque costo (capisco di più quelli che lavorano davvero pochi mesi all'anno, ma i più convinti sostenitori del piano Renzi, almeno su questo forum, non mi sembrano loro); non capisco perché si parli di precariato come condizione degradante e di assunzione in ruolo come paradiso che risolverà tutti i nostri problemi, quando sostanzialmente continueremo a fare lo stesso lavoro di prima con lo stesso stipendio e senza prospettive di vedercelo aumentare se non in maniera minima e dopo anni; l'unica differenza è che avremo una maggiore probabilità (non certezza) di essere tutti gli anni nella stessa scuola, cosa che a me non sembra nemmeno così importante (ogni tanto fa bene cambiare aria). E per questo stesso motivo, d'altra parte, non si può dire che il costo dell'operazione corrisponda all'ammontare degli stipendi (i 3 miliardi di cui si parla), come se questi precari non lavorassero per nulla o solo alcuni mesi all'anno.

Dec, a mio parere la metti in termini un po' troppo semplicistici. Non entro nel merito dello stipendio, perché non so a quanto ammonti l'ASPI e di quanto differisca più o meno sensibilmente dallo stipendio base. A parte questo non concordo su alcuni aspetti:
1) essere tutti gli anni nella stessa scuola è importante per chi insegna. Nel mio lavoro non c'è nulla di più gratificante, a parte lo stipendio, che il vedere un selvaggetto di 14 anni diventare negli anni un giovane più responsabile, più maturo. Fino a vederli uscire con soddisfazione (tua e loro) dalla scuola, al termine del percorso. E magari rivederli uno o due anni dopo in occasione della visita di rito, quando interrompono una lezione per salutarti o approfittano di una tua pausa per fare una chiacchierata, per raccontarti quello che stanno facendo o ridere di qualche ricordo, di qualche scherzo, di qualche sfuriata. Ho fatto 18 anni di ruolo in una scuola, ora sto iniziando il quarto anno in un'altra scuola e si sta ormai riproponendo lo stesso contesto. Per non parlare di persone di 25-30 anni che ti stoppano per strada perché si ricordano dell'insegnante che hanno avuto per 4-5 anni mentre tu fai fatica a cercare di ricordarti i contesti mentre loro cercano divertiti di rispolverarti la memoria.
2) Ma a parte gli aspetti umani, essere nella stessa scuola ti permette di pianificare un programma su una base pluriennale, ti permette di gestire meglio le classi, di affrontare da subito le problematiche con cognizione. Sai come affrontare le problematiche perché conosci i tuoi polli e blocchi i conflitti sul nascere. A parte le prime classi, inizio l'anno entrando in classi che già conosco, ci facciamo una chiacchierata il primo giorno ma il secondo iniziamo già con il lavoro a pieno regime. In questi giorni sono già alla prima verifica e al primo voto, quando ci sono colleghi che devono ancora iniziare o stanno ancora carburando. Entrare in classe il primo giorno non è un'avventura al buio, è una tranquilla routine.
3) i ragazzi si trovano meglio con i vecchi insegnanti. Perché ne conoscono pregi e difetti e, nella generalità dei casi, riescono a sfruttarne gli aspetti positivi, si adattano alla loro metodologia, li seguono con maggiore attenzione, ne sfruttano le vulnerabilità. Dal vecchio insegnante, ormai inquadrato e conosciuto, ottengono più vantaggi che dal nuovo, anche se quel vecchio insegnante, magari, conoscendoli meglio, riesce a sfruttarli di più e farli rendere meglio. Questione di sinergie. E' il principio su cui si basa la cosidetta "continuità didattica".

Poi posso concordare sul fatto che cambiare aria fa bene, ma fa bene farlo ogni 10 anni piuttosto che ogni anno. Cambiare aria ogni anno fa perdere gli aspetti più piacevoli del nostro lavoro.
Tornare in alto Andare in basso
 
Il mondo della scuola è in agitazione CONTRO LA RIFORMA
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 3 di 7Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7  Seguente
 Argomenti simili
-
» Contratti sul sito della scuola
» Storia criminale della chiesa e arresto del progresso scientifico.
» richiesta 3 giorni di vacanza a discrezione della scuola
» primi passi nel mondo della pma
» colloqui individuali con i genitori

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Riforme-
Andare verso: