Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 A proposito degli scatti di merito solo per il 66% dei docenti

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : 1, 2  Seguente
AutoreMessaggio
Annalisa70



Messaggi : 217
Data d'iscrizione : 09.05.12

MessaggioOggetto: A proposito degli scatti di merito solo per il 66% dei docenti   Mer Ott 01, 2014 3:16 pm

Stamattina sono stata ad un'assemblea sindacale indetta dai sindacati CGIL, UIL, GILDA, CISL, SNALS e una collega ha fatto una domanda sulla modalità degli scatti stipendiali al 66% dei docenti, ovvero ha chiesto se la percentuale si riferisce a tutto l'organico nazionale o al singolo istituto e la risposta è stata che si riferisce al 66% di ogni singolo istituto e qui sono state fatte delle considerazioni alle quali sinceramente non avevo pensato e cioè se ci si trova in un istituto formato da eccellenze, dove tutti meriterebbero gli scatti stipendiali, sicuramente anche chi merita verrà tagliato fuori, viceversa se ci si trova in una realtà dove è diffusa una qualità di insegnamento più scadente, anche chi non meriterebbe vedrà aumentare il proprio stipendio. Quindi ci saranno docenti che chiederanno trasferimenti verso scuole in cui sanno che potrebbero avere più possibilità di avere gli scatti di merito. Inoltre tornando al primo caso e cioè nel caso che in una scuola ci siano tutti o quasi docenti meritevoli, a quel punto a parità di punteggio i sindacalisti hanno affermato che sarà il dirigente a decidere.
Insomma più ci penso e più mi convinco che una riforma del genere può essere stata partorita solo da chi nella scuola non c'è mai stato.
Tornare in alto Andare in basso
gugu



Messaggi : 25644
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: A proposito degli scatti di merito solo per il 66% dei docenti   Mer Ott 01, 2014 3:25 pm

Annalisa70 ha scritto:
Stamattina sono stata ad un'assemblea sindacale indetta dai sindacati CGIL, UIL, GILDA, CISL, SNALS e una collega ha fatto una domanda sulla modalità degli scatti stipendiali al 66% dei docenti, ovvero ha chiesto se la percentuale si riferisce a tutto l'organico nazionale o al singolo istituto e la risposta è stata che si riferisce al 66% di ogni singolo istituto e qui sono state fatte delle considerazioni alle quali sinceramente non avevo pensato e cioè se ci si trova in un istituto formato da eccellenze, dove tutti meriterebbero gli scatti stipendiali, sicuramente anche chi merita verrà tagliato fuori, viceversa se ci si trova in una realtà dove è diffusa una qualità di insegnamento più scadente, anche chi non meriterebbe vedrà aumentare il proprio stipendio. Quindi ci saranno docenti che chiederanno trasferimenti verso scuole in cui sanno che potrebbero avere più possibilità di avere gli scatti di merito. Inoltre tornando al primo caso e cioè nel caso che in una scuola ci siano tutti o quasi docenti meritevoli, a quel punto a parità di punteggio i sindacalisti hanno affermato che sarà il dirigente a decidere.
Insomma più ci penso e più mi convinco che una riforma del genere può essere stata partorita solo da chi nella scuola non c'è mai stato.

Mi pare sia esattamente quanto auspicato dal Miur.
Tornare in alto Andare in basso
trumma



Messaggi : 822
Data d'iscrizione : 09.10.09

MessaggioOggetto: Re: A proposito degli scatti di merito solo per il 66% dei docenti   Mer Ott 01, 2014 3:42 pm

Una speranza e' che il parolaio lo mandino via entro questo mese.
Tornare in alto Andare in basso
Annalisa70



Messaggi : 217
Data d'iscrizione : 09.05.12

MessaggioOggetto: Re: A proposito degli scatti di merito solo per il 66% dei docenti   Mer Ott 01, 2014 3:44 pm

Anche se questo tipo di mobilità è auspicato dal Miur non vuol dire che chi ha ipotizzato questa riforma stia facendo gli interessi degli alunni e degli insegnanti. Proprio sul forum di O.S. ho letto che degli utenti demonizzano gli scatti stipendiali dovuti dalla "mera" anzianità (secondo me anzianità vuol dire esperienza ed esperienza vuol dire migliorarsi e di conseguenza meritare di più) prediligendo la meritocrazia renziana; ma questo modello meritocratico non è per niente equo. Io sinceramente opterei per il mantenimento degli scatti di anzianità e in parallelo darei delle possibilità per fare carriera all'interno delle scuole.
Tornare in alto Andare in basso
corepreciatu



Messaggi : 179
Data d'iscrizione : 29.12.12

MessaggioOggetto: Re: A proposito degli scatti di merito solo per il 66% dei docenti   Mer Ott 01, 2014 3:50 pm

tralasciando tutto il resto.

secondo me vista cos' è una opportunità per provare a riequilibrare le risorse e le loro qualità.
provo a spiegare cosa penso:
parlando della secondaria di secondo grado tante, troppe volte, si è fatto un confronto fra i professionali e i licei.
i licei, in verità, li ho bazzicati poco, davvero poco... conosco meglio i professionali.

questa potrebbe essere una possibilità per riequilibrare gli indirizzi ed ordini di studio (questo è un ragionamento teorico) perchè è facile dire che il liceo scientifico di porta venezia è migliore dell'alberghiero di quarto oggiaro o il classico di porta romana è meglio dell'ipsia del quartiere olmi.
e' ovvio che la differenza viene fatta dalla propensione allo studio dell'utenza ma se qualcuno dei docenti che si ritiene piu capace o motivato o missionario o interessato che dire si voglia, volesse provare a giocarsi questo denaro aggiuntivo sarebbe la sua occasione.
non ci credo tanto, ripeto, ma se per questa possibilità vi fosse qualcuno disposto a rischiare credo proprio che il livello medio delle scuole piu difficili o piu di periferia forse potrebbe tendere ad avvicinarsi alle altre considerato migliori.

sarebbe, forse, l'occasione per dare maggiori opportunità perchè in alcune situazioni i ragazzi anche se non sono gigli son pur sempre figli, vittime di questo mondo.
Tornare in alto Andare in basso
Annalisa70



Messaggi : 217
Data d'iscrizione : 09.05.12

MessaggioOggetto: Re: A proposito degli scatti di merito solo per il 66% dei docenti   Mer Ott 01, 2014 4:08 pm

corepreciatu ha scritto:
tralasciando tutto il resto.

secondo me vista cos' è una opportunità per provare a riequilibrare le  risorse e le loro qualità.
provo a spiegare cosa penso:
parlando della secondaria di secondo grado tante, troppe volte, si è fatto un confronto fra i professionali e i licei.
i licei, in verità, li ho bazzicati poco, davvero poco... conosco meglio i professionali.

questa potrebbe essere una possibilità per riequilibrare gli indirizzi ed ordini di studio (questo è un ragionamento teorico) perchè è facile dire che il liceo scientifico di porta venezia è migliore dell'alberghiero di quarto oggiaro o il classico di porta romana è meglio dell'ipsia del quartiere olmi.
e' ovvio che la differenza viene fatta dalla propensione allo studio dell'utenza ma se qualcuno dei docenti che si ritiene piu capace o motivato o missionario o interessato che dire si voglia, volesse provare a giocarsi questo denaro aggiuntivo sarebbe la sua occasione.
non ci credo tanto, ripeto, ma se per questa possibilità vi fosse qualcuno disposto a rischiare credo proprio che il livello medio delle scuole piu difficili o piu di periferia forse potrebbe tendere ad avvicinarsi alle altre considerato migliori.

sarebbe, forse, l'occasione per dare maggiori opportunità perchè in alcune situazioni i ragazzi anche se non sono gigli son pur sempre figli, vittime di questo mondo.


Scusami ma proprio non riesco a capire il tuo ragionamento è come se tu affermassi che gli insegnanti del liceo sono più capaci di quelli del professionale, ma non credo che sia così, anche perchè tanti insegnanti non scelgono la scuola solo in base alla tipologia. ma anche alla disponibilità delle cattedre, alla vicinanza ecc. Poi quando parlavo di scuola fatta di eccellenze o meno, mi riferivo al corpo docente e al sistema dell' istituto e non agli alunni. Ad esempio ti posso assicurare che nella città dove insegno ci sono due istituti superiori dove davvero si può parlare di eccellenze, il primo è un istituto agrario, dove i docenti hanno creato una sorta di azienda agricola gestita insieme agli alunni e l'altro è un istituto superiore comprensivo, formato dall'IPSIA e dal liceo artistico e qui i docenti hanno creato un'ausilioteca che offre appunto ausili didattici in comodato d'uso a tutto il territorio e inoltre per quanto riguarda l'IPSIA i docenti si danno da fare per creare spazi e modalità per avviare i ragazzi al mondo del lavoro con progetti per alcuni versi innovativi. Sono due esempi in cui i docenti hanno ampliato il modo di fare didattica e secondo me meritevoli.
Tornare in alto Andare in basso
A0quarantasette



Messaggi : 2948
Data d'iscrizione : 29.08.12

MessaggioOggetto: Re: A proposito degli scatti di merito solo per il 66% dei docenti   Mer Ott 01, 2014 4:22 pm

Questa cosa del 66% sul singolo istituto mi sembra l'unica riforma azzeccata e volta alla qualità.
Tornare in alto Andare in basso
Annalisa70



Messaggi : 217
Data d'iscrizione : 09.05.12

MessaggioOggetto: Re: A proposito degli scatti di merito solo per il 66% dei docenti   Mer Ott 01, 2014 4:28 pm

A0quarantasette ha scritto:
Questa cosa del 66% sul singolo istituto mi sembra l'unica riforma azzeccata e volta alla qualità.


Scusami ma non sarebbe più giusto dare il merito casomai al 66% dei docenti su scala nazionale, ovvero su una graduatoria nazionale e non di istituto?
Tornare in alto Andare in basso
gugu



Messaggi : 25644
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: A proposito degli scatti di merito solo per il 66% dei docenti   Mer Ott 01, 2014 4:36 pm

Annalisa70 ha scritto:
A0quarantasette ha scritto:
Questa cosa del 66% sul singolo istituto mi sembra l'unica riforma azzeccata e volta alla qualità.


Scusami ma non sarebbe più giusto dare il merito casomai al 66% dei docenti su scala nazionale, ovvero su una graduatoria nazionale e non di istituto?


In quel caso il comportamento di ogni singolo DS si farebbe sentire sulla G nazionale.
Tornare in alto Andare in basso
A0quarantasette



Messaggi : 2948
Data d'iscrizione : 29.08.12

MessaggioOggetto: Re: A proposito degli scatti di merito solo per il 66% dei docenti   Mer Ott 01, 2014 4:37 pm

Assolutamente no, perché sappiamo benissimo che la tendenza è di valutare i docenti sulla base del rendimento degli alunni. Di conseguenza sarebbero penalizzati i docenti che lavorano in aree svantaggiate e nei professionali.
Tornare in alto Andare in basso
corepreciatu



Messaggi : 179
Data d'iscrizione : 29.12.12

MessaggioOggetto: Re: A proposito degli scatti di merito solo per il 66% dei docenti   Mer Ott 01, 2014 4:42 pm

probabilmente non mi sono spiegato bene e senza polemica ovvimente, ma in linea di massima, seguendo i criteri che tu stessa hai elencato: "tipologia. ma anche alla disponibilità delle cattedre, alla vicinanza", per la mia conoscenza ho notato che in alcuni tipi di scuola le persone non ci stanno volentieri e a parità di disponibilità, distanza, (in linea di massima) si valuta la tipologia di scuola.

e' ovvio che si valuta distanza, voci sulla dirigenza, rischio di essere soprannumerario, ecc. ecc. ma, varie volte, alcuni tipi di scuola sono preferiti. e la migrazione, in linea di massima, ha un percorso definito.
forse, e dico ancora forse, l'inserimento di un criterio aggiuntivo (possibilità di accrescere lo stipendio) potrebbe con il tempo portare ridurre queste differenze fra tipi di scuola.

per gli esempi che tu hai fatto è normale ed auspicabile pure che ci siano delle eccellenze in ogni ordine di scuola (e di cio' mi rallegro) ma parlavo di una situazione media che (forse) potrebbe tendere con il tempo a redistribuire le risorse.



Tornare in alto Andare in basso
A0quarantasette



Messaggi : 2948
Data d'iscrizione : 29.08.12

MessaggioOggetto: Re: A proposito degli scatti di merito solo per il 66% dei docenti   Mer Ott 01, 2014 4:47 pm

Corepreciatu, sono d'accordo con te
Tornare in alto Andare in basso
Stellastellina1975



Messaggi : 1659
Data d'iscrizione : 12.10.12

MessaggioOggetto: Re: A proposito degli scatti di merito solo per il 66% dei docenti   Mer Ott 01, 2014 4:52 pm

A0quarantasette ha scritto:
Assolutamente no, perché sappiamo benissimo che la tendenza è di valutare i docenti sulla base del rendimento degli alunni. Di conseguenza  sarebbero penalizzati i docenti che lavorano in aree svantaggiate e nei professionali.

Non sul rendimento, semmai sulle votazioni conseguite dagli alunni, che a volte c'entrano poco o nulla col rendimento. Se verremo valutati sulla base di esse, d'ora in poi la scala dei voti andrà dall'otto al dieci.
Tornare in alto Andare in basso
Annalisa70



Messaggi : 217
Data d'iscrizione : 09.05.12

MessaggioOggetto: Re: A proposito degli scatti di merito solo per il 66% dei docenti   Mer Ott 01, 2014 9:18 pm

Stellastellina1975 ha scritto:
A0quarantasette ha scritto:
Assolutamente no, perché sappiamo benissimo che la tendenza è di valutare i docenti sulla base del rendimento degli alunni. Di conseguenza  sarebbero penalizzati i docenti che lavorano in aree svantaggiate e nei professionali.

Non sul rendimento, semmai sulle votazioni conseguite dagli alunni, che a volte c'entrano poco o nulla col rendimento. Se verremo valutati sulla base di esse, d'ora in poi la scala dei voti andrà dall'otto al dieci.


Nel fascicolo "La buona scuola" si parla solo di due modalità di valutazione: una inerente ai corsi di formazione e l'altra inerente a progetti e cariche varie, quindi se la riforma dovesse passare così com'è non si dovrebbe valutare il rendimento degli alunni, nè tantomeno la votazione. Quindi non ci dovrebbero essere delle aree svantaggiate. Inoltre secondo me su scala nazionale il parere dei dirigenti scolastici potrebbe essere più marginale, in quanto possono sì esprimere un loro giudizio sui docenti ma non è detto che poi quei docenti a conti fatti si ritroveranno in quel 66% che avrà diritto agli scatti di merito. In ogni caso come ho già detto anche in altri thread io sono per la meritocrazia, ma non è certo questo il modo di valutare il merito e inoltre credo che gli scatti di anzianità vadano mantenuti perchè l'esperienza vale molto di più di qualsiasi corso di formazione. Spesso i datori di lavoro assumono solo persone con esperienza pregressa, quindi l' "anzianità" è riconosciuta in tutti i settori.
Tornare in alto Andare in basso
Annalisa70



Messaggi : 217
Data d'iscrizione : 09.05.12

MessaggioOggetto: Re: A proposito degli scatti di merito solo per il 66% dei docenti   Mer Ott 01, 2014 9:46 pm

corepreciatu ha scritto:
probabilmente non mi sono spiegato bene e senza polemica ovvimente, ma in linea di massima, seguendo i criteri che tu stessa hai elencato: "tipologia. ma anche alla disponibilità delle cattedre, alla vicinanza", per la mia conoscenza ho notato che in alcuni tipi di scuola le persone non ci stanno volentieri e a parità di disponibilità, distanza, (in linea di massima) si valuta la tipologia di scuola.

e' ovvio che si valuta distanza, voci sulla dirigenza, rischio di essere soprannumerario, ecc. ecc. ma, varie volte, alcuni tipi di scuola sono preferiti. e la migrazione, in linea di massima, ha un percorso definito.
forse, e dico ancora forse, l'inserimento di un criterio aggiuntivo (possibilità di accrescere lo stipendio) potrebbe con il tempo portare ridurre queste differenze fra tipi di scuola.

per gli esempi che tu hai fatto è normale ed auspicabile pure che ci siano delle eccellenze in ogni ordine di scuola (e di cio' mi rallegro) ma parlavo di una situazione media che (forse) potrebbe tendere con il tempo a redistribuire le risorse.




Ok capisco cosa vuoi dire e aggiungo che se tu sei arrivato a questa conclusione è perchè sei nella scuola, ma di certo Renzi e C. non hanno pensato a questo aspetto nello stilare il fascicolo "La buona scuola". Comunque almeno grazie al tuo intervento sono riuscita a vedere un aspetto positivo di questa eventuale riforma.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: A proposito degli scatti di merito solo per il 66% dei docenti   Mer Ott 01, 2014 9:54 pm

Sotto l'aspetto concettuale, la progressione stipendiale basata esclusivamente su un criterio meritocratico dovrebbe avere l'obiettivo di migliorare la qualità del servizio scolastico. Il piano che si propone è invece una bufala allestita in piena malafede per i seguenti motivi:
1) non è un riconoscimento del merito ma solo una lotteria: sarebbe un riconoscimento del merito se la progressione si applicasse sul 100% dei docenti che presentano i requisiti e non solo sul 66%. Di fatto, il 33% dei docenti esclusi viene "punito" pur essendo meritevole.
2) non promuove il miglioramento della qualità del servizio ma introduce una forma di rampantismo che può generare un peggioramento della qualità: se la progressione si applicasse sul 100% dei docenti "meritevoli", i docenti avrebbero tutto l'interesse a collaborare in team, a promuovere e sfruttare le sinergie, a condividere un obiettivo comune e adoperarsi congiuntamente per il suo conseguimento. Perché in tal modo si premia il merito di chiunque ne resti coinvolto attivamente. L'introduzione di una discriminazione porterà invece a ostacolare le sinergie, la collaborazione, la condivisione, perché ogni docente è in competizione con altri. Non solo, l'esistenza di una competizione porterà all'evolversi di tecniche di boicottaggio finalizzate a sfavorire il merito altrui per incrementare le probabilità di conseguimento del merito proprio. E' ovvio che il danno maggiore, nel lungo periodo, lo subirà la qualità del servizio, inquinata da lotte intestine, perché l'obiettivo di tutti gli interessati sarà quello di inserirsi nel gruppo del 66% e non quello di raggiungere il bene comune (qualità del servizio).
3) non promuoverà affatto un livellamento verso l'alto della qualità dell'istruzione attraverso la presunta mobilità orizzontale. A parte il fatto che la facilità con cui si svilupperà questa mobilità è tutta da dimostrare, dal momento che oggi (e ancor più domani) è subordinata a troppi vincoli strutturali, chi insegna in una scuola d'eccellenza ha tutto l'interesse a non spostarsi per insegnare in una scuola svantaggiata. Le scuole d'eccellenza hanno condizioni operative che migliorano la qualità del lavoro e lo stato di benessere: chi insegna in un liceo storico in città non alcun interesse ad affrontare incrementi di spesa fissa e di esercizio di chissà quale entità per trasferirsi in una scuola di provincia, in condizioni di lavoro più stressanti, in condizioni di precarietà dovute allo spopolamento progressivo del territorio, e via di seguito. Il tutto per ambire a 60 euro mensili di aumento, magari sostenendo un incremento dei costi di 100 euro? Più facile restare al calduccio della propria trincea e adoperarsi per boicottare il merito dei competitori. Il livellamento ci sarà, ma verso il basso, perché le scuole d'eccellenza subiranno un peggioramento delle condizioni strutturali che finora le hanno mantenute su un livello d'eccellenza.
4) l'entità e l'aleatorietà del merito sono tali da rendere più appetibile qualsiasi alternativa esterna alla scuola, foss'anche la più umile. Che senso ha adoperarsi in salti acrobatici e full immersion stressanti, magari trascorrendo tutti i pomeriggi a scuola a coltivare chissà quale progetto per vincere 60 euro al mese alla lotteria? 60 euro al mese si possono conseguire più facilmente andando a pulire le scale di un condominio per tre ore la settimana o offrendosi per sostituire una badante ogni giovedì sera o facendo 2-3 ore di ripetizioni di matematica o di greco allo zuccone di turno. Restando in città e non trasferendosi in un paesino di montagna a combattere con la neve e le frane.

Chi propone la lotteria meritocratica del 66% ha valutato questi ed altri effetti collaterali? no, ha solo allestito un castello di favolette finalizzato a camuffare nel torbido l'unico vero obiettivo di questa idea demenziale: tagliare le spese correnti sul personale nel lungo periodo. Della fine che farà la qualità dell'istruzione nel lungo periodo chi-se-ne-frega, governi, legislazioni, segreterie di partito vanno e vengono, ciò che è importante è mungere la vacca finché c'è latte.
Tornare in alto Andare in basso
ulisse2001



Messaggi : 95
Data d'iscrizione : 28.09.14

MessaggioOggetto: Re: A proposito degli scatti di merito solo per il 66% dei docenti   Mer Ott 01, 2014 10:08 pm

complimenti Gian , ottima disamina !

ecco cosa s' intende quando si dice che la riforma dovrebbe essere fatta prendendo in considerazione il parere di "veri" insegnanti, persone di esperienza  come te che danno la loro anima per la scuola;  che  conoscono a fondo  il mondo della scuola  di cui desiderano solo il bene.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: A proposito degli scatti di merito solo per il 66% dei docenti   Mer Ott 01, 2014 10:21 pm

Non farmi arrossire, non credo di essere l'unico ad averlo pensato. Non bisogna essere dei geni per fare 2+2, n'est pas?
Tornare in alto Andare in basso
sweetdream



Messaggi : 729
Data d'iscrizione : 27.04.11

MessaggioOggetto: Re: A proposito degli scatti di merito solo per il 66% dei docenti   Mer Ott 01, 2014 10:25 pm

Gian, hai scritto un capolavoro che la metà basta a farti un monumento! :-)
Però io temo che certa propaganda che lo staff renziano ha allestito sia solo il necessario abbagliamento affinché non si noti che so, il passaggio dalla scuola dell'autonomia, ancora retta da criteri super partes, alla scuola privata retta da un DS reclutato attraverso un organismo politicizzato, che può assumere e licenziare (pardon, "incoraggiare alla mobilità", l'ho detto anche in un altro topic simile) chi vuole in base ad un curriculum in linea con progetti da lui ideati, che può mettere le mani in tasca ai docenti della "sua" scuola, e che non si avvale più della collaborazione degli organi collegiali - per i quali si invoca uno snellimento (ovvero la riduzione delle proprie prerogative democratiche) - se non per poche cose.
Una scuola dove l'ingresso dei privati sarà unicamente filantropico? O sarà veicolo propagandistico del do ut des?
Una scuola in cui servono insegnanti formati unicamente sul sostegno, separati dagli altri, sarà una scuola dove il docente SOS potrà stare in classe o non sarà forse l'anticamera alla stura dei pregiudizi sui quali già oggi si formano classi "di serie A" e classi di "serie B"? Non dimentichiamo che, per il ministro Giannini, il rispetto dei tempi di apprendimento di tutti è una contrapposizione alla scuola del merito (si veda intervento alla Festa dell'Unità).
Una scuola in cui - prima o poi - i genitori dei ragazzi valuteranno i docenti (idea che, di tanto in tanto, rispunta), non correrà forse il rischio di diventare una scuola modello tripadvisor?
Non so Gian...mi preoccupa molto di più questo, rispetto alla questione scatti di anzianità vs scatti di competenza, cosa che comunque mi riguarda da vicino. L'idea di una scuola dove le belle chiacchiere del merito, della trasparenza e della valorizzazione delle risorse sia solo la facciata imbiancata di un edificio fatiscente (più e meno letteralmente inteso) con le problematiche che ho elencato, non mi piace affatto... :-(
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6201
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: A proposito degli scatti di merito solo per il 66% dei docenti   Mer Ott 01, 2014 11:03 pm

gian ha scritto:
Della fine che farà la qualità dell'istruzione nel lungo periodo chi-se-ne-frega, governi, legislazioni, segreterie di partito vanno e vengono, ciò che è importante è mungere la vacca finché c'è latte.

E mi raccomando la VACCA e non la "MUCCA" : )
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: A proposito degli scatti di merito solo per il 66% dei docenti   Mer Ott 01, 2014 11:20 pm

@sweetdream

Pienamente d'accordo, mi sono limitato a fare una considerazione su un singolo aspetto, restando in topic sull'oggetto della discussione, se poi si vuole estendere l'analisi a tutto il piano prospettato è un altro discorso.
Ogni singolo punto può presentare dei riflessi positivi che resteranno probabilmente nel cassetto dei sogni e degli aspetti negativi che probabilmente verranno alla luce.
La vecchia riforma che istituì l'autonomia scolastica era piena di buoni propositi ma nella generalità del contesto si è rivelata in quello che effettivamente è: ha svuotato gli organi collegiali della loro originaria funzione per introdurre un eccesso di burocrazia fine a se stessa, ha introdotto un sacco di fuffa trasformando di fatto la Scuola in un insieme di progettifici finalizzati a cercare di strappare qualche residuo dei finanziamenti tagliati, ha trasformato il capo d'istituto in uno pseudo-manager incapace di valorizzare realmente le risorse umane e materiali a disposizione, ha trasformato l'ecosistema scuola in un insieme di popolazioni in competizione reciproca. Qualche scuola ha sicuramente tratto vantaggio dall'autonomia, il complesso dell'istruzione ha invece subito un drastico progressivo peggioramento, di cui si vedono attualmente i risultati: sia nello status del personale, sia nelle competenze degli studenti che escono dalla scuola. Non diamo la colpa solo alla Moratti e alla Gelmini, loro hanno solo affondato e rigirato impietosamente un coltello sporco in una ferita appena aperta, trasformandola in una piaga purulenta.

Le idee di Renzi e Giannini si riveleranno deleterie perché invece di rimuovere le cause di una scuola che non funziona inseriscono ulteriori fattori di contaminazione che trasformeranno la piaga in cancrena. Il tutto, naturalmente, con la prospettiva di sogni destinati a rimanere nel cassetto.

Il curriculum nazionale? sulla carta una buona idea, in un post tempo fa avevo fatto un esempio di come si potesse sfruttare questa idea, ma in un sistema inquinato come quello italiano si rivelerà solo una scorciatoia da intraprendere per favorire interessi privati.

Gli organici funzionali? sulla carta una buona idea, ma alla fine si riveleranno un vivaio a cui attingere per tappare le falle di una struttura organizzativa che fa acqua da tutti i fori. E così aspettiamoci di vedere insegnanti di italiano impegnati a dare una mano in segreteria, insegnanti di chimica o di fisica impegnati a fare gli assistenti di laboratorio, insegnanti di informatica impegnati a cambiare l'alimentatore bruciato del computer del dirigente scolastico, insegnanti di educazione fisica impegnati a sostituire l'insegnante di greco che si è beccato l'influenza, insegnanti di inglese impegnati a tradurre la corrispondenza del dirigente scolastico scambiata con un suo collega polacco in un progetto di gemellaggio che prevede uno scambio di 10 studenti in vacanza per una settimana.

Un sistema di valutazione basato sul giudizio espresso da studenti e genitori? sulla carta ci metterei la firma, sono 20 anni che ricevo dal 90% degli studenti e dei genitori attestati informali di stima. Solo oggi ho disturbato al telefono due madri per segnalare problemi comportamentali dei loro figli e entrambe mi hanno ringraziato per l'interessamento, solo oggi ho detto in una seconda "questo aspetto lo saltiamo, lo faremo a suo tempo quando sarete in quinta, se ci sarò ancora io" e di spalle ho sentito una voce indistinta che diceva "eh... speriamo di sì", solo oggi ho preso in disparte un ragazzo e gli ho detto che è uno stupido se davvero pensa di abbandonare come ho sentito e lui imbarazzato ha sorriso impegnandosi a valutare attentamente la scelta. Eppure rischierò probabilmente di imbattermi nel falso giudizio di un genitore disonesto che mi userà come capro espiatorio del suo fallimento di genitore e sarà il suo giudizio che avrà il peso, non quello silenzioso di altri nove genitori.

E via dicendo.

Ma ciò che conta è l'autoreferenzialità di personaggi che usano la Scuola come strumento dei loro fini politici, demagogici ed elettorali. Per non dire altro, di teorie del complotto ce ne sono fin troppe.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: A proposito degli scatti di merito solo per il 66% dei docenti   Mer Ott 01, 2014 11:21 pm

paniscus_2.0 ha scritto:
gian ha scritto:
Della fine che farà la qualità dell'istruzione nel lungo periodo chi-se-ne-frega, governi, legislazioni, segreterie di partito vanno e vengono, ciò che è importante è mungere la vacca finché c'è latte.

E mi raccomando la VACCA e non la "MUCCA"  : )

LOL... ovviamente non leggerai mai il termine "mucca" in un mio intervento :-)
a parte i paradossi come questo intervento che mi accingo a salvare :-D
Tornare in alto Andare in basso
A0quarantasette



Messaggi : 2948
Data d'iscrizione : 29.08.12

MessaggioOggetto: Re: A proposito degli scatti di merito solo per il 66% dei docenti   Gio Ott 02, 2014 7:33 am

Annalisa70, è vero che l'anzianità di servizio o esperienza è una componente importante del "merito". Tuttavia non puoi negare che gli insegnanti più anziani, forti del loro punteggio, tendano ad accaparrarsi i posti migliori, quelli nelle scuole con una buona utenza. Nelle scuole di frontiera ci finiscono gli insegnanti alle prime armi. In una buona scuola, invece, gli insegnanti esperti dovrebbero andare nelle scuole più difficili. Forse con questa riforma ci sarà un'inversione di tendenza.
Tornare in alto Andare in basso
ulisse2001



Messaggi : 95
Data d'iscrizione : 28.09.14

MessaggioOggetto: Re: A proposito degli scatti di merito solo per il 66% dei docenti   Gio Ott 02, 2014 9:56 am

non ci sarà nessuna inversione, nessuna mobilità orizzontale... nessun insegnante esperto lascerà le scuole "buone",troppi disagi in cambio di poco, tutti punteranno a entrare nel 66 % che avrà lo scatto o al massimo se ne fregheranno dello scatto essendo ormai già in uno stato di carriera evanzato.
Tornare in alto Andare in basso
malgieri



Messaggi : 104
Data d'iscrizione : 28.09.14

MessaggioOggetto: Re: A proposito degli scatti di merito solo per il 66% dei docenti   Gio Ott 02, 2014 3:34 pm

Tutti sanno che il sistema di scatti come presentato ne "la buona scuola" non può funzionare, per diverse motivazioni, alcune delle quale fin troppo ovvie agli occhi di chi davvero insegna. Andrà modificato in parlamento con un sistema più sensato, ma purtroppo questo andrà fatto a saldi invariati. Questo significa che ci sarà una riduzione media del potere d'acquisto degli insegnanti; ma in cambio lavoreremo tutti con gli stessi diritti, gli stessi stipendi, gli stessi doveri. Se verrà fuori un modo sensato per valutare il merito, per me questo non potrà essere che un bonus.
Tornare in alto Andare in basso
 
A proposito degli scatti di merito solo per il 66% dei docenti
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 2Andare alla pagina : 1, 2  Seguente
 Argomenti simili
-
» a proposito degli esami tiroidei
» Solo estetica
» 8 maggio .... festa della mamma e non solo ...
» Richiesta abilitazione - Problematiche degli Onicotecnici
» Il Dio degli Eserciti...

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Riforme-
Andare verso: