Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 uno studente difficile in una classe di scuola media

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : Precedente  1, 2
AutoreMessaggio
Piperitapatty1973



Messaggi : 198
Data d'iscrizione : 09.05.11

MessaggioOggetto: uno studente difficile in una classe di scuola media   Mer Ott 01, 2014 4:36 pm

Promemoria primo messaggio :

Cari colleghi,
da quest’anno insegno inglese in una scuola media. Sono alle prese con i test di ingresso i cui risultati sono veramente deludenti. Le competenze sono pessime, al punto tale che in certi casi non c’è alcuna differenza tra alunni di prima, seconda e terza. A ciò si aggiunge il problema di un ragazzino, il classico bulletto della scuola: non porta il materiale, ride, picchia i compagni, ti deride senza ritegno. Da solo impedisce lo svolgimento di ogni attività. Abbiamo già convocato la famiglia, ma senza sortire alcun risultato. Credo che ricorrere  allo spauracchio di sospensioni o bocciature non serva: a lui, semplicemente, non importa.  Vorrei chiedervi un parere o, magari, un consiglio: che atteggiamento, secondo voi, è opportuno assumere? Avete avuto esperienze simili (credo proprio di sì) ? Cosa vi ha aiutato? Io sarei anche pronta a diversificare la attività per impegnarlo in qualche modo, ma  nulla sembra interessarlo.
Grazie di cuore a chi vorrà aiutarmi.
Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
Ire



Messaggi : 8323
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: uno studente difficile in una classe di scuola media   Gio Ott 02, 2014 9:51 pm

doppio post
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
Ire



Messaggi : 8323
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: uno studente difficile in una classe di scuola media   Gio Ott 02, 2014 10:18 pm

Citazione :
Il pargolo deportato in altra scuola potrebbe capire l'antifona.


Quel tipo di pargolo deportato in altra scuola non capisce proprio nulla.

Non è l'apprendimento che in questa particolare fase interessa a quel ragazzo è la popolarità.

Nella nuova scuola farà uguale.

L'apprendimento non gli interessa   e spostarlo di qua e di là fino a stancarlo di andare a scuola non risolve il problema.  Farà il bullo ovunque sarà fino al momento in cui queste azioni non saranno più atti di bullismo ma veri crimini.  Magari andando a lavorare subirà dal datore di lavoro, questo sì, ma cosa farà con i coetanei nel tempo libero?

E' giustissimo ciò che dice Miranda sulla responsabilità della scuola. E' altrettanto giusto ciò che dice avido sull'andarci piano.

Mi ripeto:  il bullismo esiste solo come fenomeno di gruppo e sul gruppo bisogna agire

Il gruppo classe che permette o subisce il bullismo è un gruppo "malato" che non si opporrà alla salita  di un nuovo bullo, nell'ipotesi che il vecchio venga allontanato.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
giobbe



Messaggi : 3572
Data d'iscrizione : 25.08.11

MessaggioOggetto: Re: uno studente difficile in una classe di scuola media   Ven Ott 03, 2014 12:19 pm

Il bulletto che rompe in classe deve essere prima pluririchiamato, poi sospeso senza obbligo di frequenza ed infine espulso dalla scuola.
Il mio motto é: dai la "giusta" punizione ad uno e ne salverai altri cento. Promuovi un piccolo delinquente e nessuno studierà più.
Quelli che pontificano sul da farsi senza aver mai insegnato mi hanno rotto le scatole da tempo.
Tornare in alto Andare in basso
Atene



Messaggi : 2436
Data d'iscrizione : 30.12.11

MessaggioOggetto: Re: uno studente difficile in una classe di scuola media   Ven Ott 03, 2014 12:25 pm

giobbe ha scritto:
Il bulletto che rompe in classe deve essere prima pluririchiamato, poi sospeso senza obbligo di frequenza ed infine espulso dalla scuola.
Il mio motto é: dai la "giusta" punizione ad uno e ne salverai altri cento. Promuovi un piccolo delinquente e nessuno studierà più.
Quelli che pontificano sul da farsi senza aver mai insegnato mi hanno rotto le scatole da tempo.
Anche Giobbe era spartano?!?!     :-)
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8323
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: uno studente difficile in una classe di scuola media   Ven Ott 03, 2014 1:13 pm

Citazione :
Quelli che pontificano sul da farsi senza aver mai insegnato mi hanno rotto le scatole da tempo.


A me invece hanno rotto le scatole quelli che insegnano da 37 anni e guarda dove ci hanno portato!




Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
Piperitapatty1973



Messaggi : 198
Data d'iscrizione : 09.05.11

MessaggioOggetto: Re: uno studente difficile in una classe di scuola media   Ven Ott 03, 2014 2:32 pm

Grazie a tutti per i vostri interventi. Sono d'accordo con chi sostiene che il comportamento del ragazzino sia la manifestazione di un profondo disagio. Cosa, peraltro, confermata dalle informazioni che sono riuscita a raccogliere su di lui: frequenta pessime compagnie, bivacca fuori casa tutto il giorno, il padre sempre al lavoro, la madre pressoché assente. La domanda, peró, rimane la stessa: come "gestire" questo disagio? Il ragazzino è un muro di gomma: non si riesce ad instaurare alcun tipo di dialogo con lui, pur variando gli approcci. Nè la dolcezza nè il pugno duro sortiscono effetti. Alcuni credono nell'efficacia di misure disciplinari come note ed espulsioni, altri predicano di ignorarlo (come se fosse facile). Io, che forse non ho le competenze e la preparazione per fronteggiare casi simili, mi interrogo su cosa sia piú opportuno fare. Anche perché ritengo sia mia dovere assicurare a chi in quella classe vuole imparare uno svolgimento sereno e produttivo delle attività scolastiche.
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8323
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: uno studente difficile in una classe di scuola media   Ven Ott 03, 2014 3:13 pm

Da quanto emerso nei post precedenti e da quanto racconti tu dei suggerimenti dei tuoi colleghi, hai quattro possibili soluzioni:

Note, sospesioni, espulsioni (praticamente impossibili a meno che non ammazzi qualcuno)

Dolcezza e tolleranza

Far finta di nulla

Fare in modo che i compagni si rendano conto davvero che questa è una situazione che non può far altro che danneggiarli per diversi ragioni, fare in modo che trovino la motivazione per prendere posizione, ad assumersi la responsabilità di dire "no" su tutto e magari anche di cercare di aiutare il compagno a dire "no".

prima e seconda opzione sono inutili

terza opzione impraticabile e negativa nei confronti di chi comunque viene danneggiato dall'impossibilità di seguire la lezione

quarta opzione: Inesplorata o quasi. Non ha risvolti negativi, nel peggiore delle ipotesi non funziona. Ma potrebbe funzionare e preparata come si deve funziona, se non nell'aiuto al compagno almeno nell'interrompere la sua prepotenza e nel proseguire la vita a scuola in modo sereno e normale.

Non sai come fare? Cerca qualcuno che lo sappia.


Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
Ire



Messaggi : 8323
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: uno studente difficile in una classe di scuola media   Ven Ott 03, 2014 3:57 pm

perdonami piperita, sono stata frettolosa, me ne accorgo ora, rileggendo.

Credo che tu potresti leggere il mio intervento come se io fossi scandalizzata dal tuo non sapere come fare.

Non è così.

E' normale che tu non sappia come fare.

Il bullismo è argomento complesso e spesso confuso con altri problemi che richiedono soluzioni diverse.

Apprezzo tantissimo che tu riconosca di non sapere: è il primo passo per aver voglia di conoscere :-)

Quello che tu racconti è bullismo e per il bullismo servono determinate strategie, che non sono quelle che servono in presenza di un conflitto tra pari, o di sporadici episodi di violenza o disturbo.

I sintomi del bullismo, del conflitto tra pari o degli episodi sporadici possono essere gli stessi ma, essendo la causa diversa, richiedono interventi diversi per la soluzione.

Non si può lavorare solo sul bullo.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
giovanna onnis



Messaggi : 17792
Data d'iscrizione : 15.04.12

MessaggioOggetto: Re: uno studente difficile in una classe di scuola media   Ven Ott 03, 2014 5:50 pm

Ire ha scritto:
Citazione :
Quelli che pontificano sul da farsi senza aver mai insegnato mi hanno rotto le scatole da tempo.


A me invece hanno rotto le scatole quelli che insegnano da 37 anni e guarda dove ci hanno portato!
Perchè tanto astio? Vuoi dire che i responsabili del degrado della nostra scuola sono coloro che ci lavorano da una vita tra i quali, come sottolinei nel tuo intervento, un collega come Giobbe che ha alle spalle 37 anni di insegnamento? Scusa ma non puoi permetterti di pontificare e denigrare in questo modo, conosci personalmente Giobbe e il lavoro che ha svolto con i suoi studenti in questi 37 anni?.......siamo alle solite Ire...e non rispondermi dicendomi sotto le righe di farmi gli affari miei poichè stavi rispondendo a Giobbe e non a me, perchè, permetti, ma una risposta come la tua nei confronti di Giobbe è offensiva nei confronti di tutti i docenti con tanti anni di servizio alle spalle e, io, con quasi 29 anni di insegnamento, rientro nel gruppo, per cui ti pregherei ancora una volta di meditare bene prima di formulare certi giudizi e di esternare queste considerazioni prive di qualsiasi fondamento!
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15814
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: uno studente difficile in una classe di scuola media   Ven Ott 03, 2014 5:53 pm

Ire ha scritto:
Citazione :
Quelli che pontificano sul da farsi senza aver mai insegnato mi hanno rotto le scatole da tempo.


A me invece hanno rotto le scatole quelli che insegnano da 37 anni e guarda dove ci hanno portato!
Anche se non ti riferivi a me,
37 anni fa andavo a scuola, i docenti avevano dei poteri, i genitori avevano dei valori, il MIUR forniva delle indicazioni ed il sistema dava dei risultati.
Oggi i docenti hanno altri poteri i genitori hanno altri valori, il MIUR fornisce altre indicazioni ed il sistema da altri risultati.

Se i risultati sono peggiori la colpa è di chi ha esautorato i docenti, dei genitori che si sono montati la testa e del MIUR che ha perso la bussola.

Se i risultati sono migliori ..... "AVANTI SAVOIA".

PS ieri ho buttato via alcuni testi di elettronica obsoleti di quando studiavo all'ITIS; prima di farlo gli ho dato un'ultimo sguardo: c'è un abisso tra i contenuti dei libri di oggi e quelli di 25 anni fa; ecco perchè i giovani d'oggi non valgono un pelo dei miei coglioni (per usare un'espressione franco-calabra).
Tornare in alto Andare in basso
giovanna onnis



Messaggi : 17792
Data d'iscrizione : 15.04.12

MessaggioOggetto: Re: uno studente difficile in una classe di scuola media   Ven Ott 03, 2014 6:25 pm

Grande Avido!!!
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8323
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: uno studente difficile in una classe di scuola media   Ven Ott 03, 2014 7:08 pm

avido ha scritto:
Se i risultati sono peggiori la colpa è di chi ha esautorato i docenti, dei genitori che si sono montati la testa e del MIUR che ha perso la bussola.

Se i risultati sono migliori ..... "AVANTI SAVOIA".

PS ieri ho buttato via alcuni testi di elettronica obsoleti di quando studiavo all'ITIS; prima di farlo gli ho dato un'ultimo sguardo: c'è un abisso tra i contenuti dei libri di oggi e quelli di 25 anni fa; ecco perchè i giovani d'oggi non valgono un pelo dei miei coglioni (per usare un'espressione franco-calabra).


Sono d'accordo con te in tutto ma mi chiedo solo, con riferimento a chi ha esperienza di 37 anni di insegnamento, questi genitori da dove vengono? questi personaggi che hanno esautorato i docenti da dove vengono? e i vari personaggi del Miur?

Non escono forse dalla scuola? e se sono 37 anni che ci si è dentro, magari un minimo conniventi si è.

Per quanto riguarda i libri:

ho conservato e raccolto diversi testi anche di 40 e 50 anni fa e ti assicuro che spesso, quando aiutavo i figli a studiare, per capire cosa cavolo stessimo facendo andavo a imparare lì.

Ma anche questo: chi li fa i libri ora? non persone che sono uscite da scuola nel corso degli ultimi 37 anni?

Poi è chiaro avido che la mia è stata una risposta di botta e che dentro non c'è tutto quello che penso, penso anche altre cose.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
giovanna onnis



Messaggi : 17792
Data d'iscrizione : 15.04.12

MessaggioOggetto: Re: uno studente difficile in una classe di scuola media   Ven Ott 03, 2014 7:55 pm

Ire ha scritto:
avido ha scritto:
Se i risultati sono peggiori la colpa è di chi ha esautorato i docenti, dei genitori che si sono montati la testa e del MIUR che ha perso la bussola.

Se i risultati sono migliori ..... "AVANTI SAVOIA".

PS ieri ho buttato via alcuni testi di elettronica obsoleti di quando studiavo all'ITIS; prima di farlo gli ho dato un'ultimo sguardo: c'è un abisso tra i contenuti dei libri di oggi e quelli di 25 anni fa; ecco perchè i giovani d'oggi non valgono un pelo dei miei coglioni (per usare un'espressione franco-calabra).


Sono d'accordo con te in tutto ..............
????? e vai con la coerenza rispetto a quanto sostenuto in precedenza!!
Ire ti sei resa conto che l'intervento di Avido era una replica alla tua affermazione, ma non per condividerla e. ora. sei d'accordo con lui?.....mahhh, non finisci mai di stupirmi!!!
Tornare in alto Andare in basso
giobbe



Messaggi : 3572
Data d'iscrizione : 25.08.11

MessaggioOggetto: Re: uno studente difficile in una classe di scuola media   Ven Ott 03, 2014 8:38 pm

giovanna onnis ha scritto:
Ire ha scritto:
avido ha scritto:
Se i risultati sono peggiori la colpa è di chi ha esautorato i docenti, dei genitori che si sono montati la testa e del MIUR che ha perso la bussola.

Se i risultati sono migliori ..... "AVANTI SAVOIA".

PS ieri ho buttato via alcuni testi di elettronica obsoleti di quando studiavo all'ITIS; prima di farlo gli ho dato un'ultimo sguardo: c'è un abisso tra i contenuti dei libri di oggi e quelli di 25 anni fa; ecco perchè i giovani d'oggi non valgono un pelo dei miei coglioni (per usare un'espressione franco-calabra).


Sono d'accordo con te in tutto ..............
????? e vai con la coerenza rispetto a quanto sostenuto in precedenza!!
Ire ti sei resa conto che l'intervento di Avido era una replica alla tua affermazione, ma non per condividerla e. ora. sei d'accordo con lui?.....mahhh, non finisci mai di stupirmi!!!
Purtroppo oggi gli insegnanti hanno a che fare con questi genitori.......
Se ancora esiste la libertà di insegnamento nessuno si può permettere di dire ad un docente come insegnare. Non lo possono fare gli altri docenti figuriamoci i non addetti ai lavori. Io non mi sono MAI permesso di dire ad un collega come fare. Quello che ho sempre contestato è stato la mancanza di professionalità, di serietà e di coerenza di certi docenti, e si che ce ne sono.....
In 37 anni non ho avuto un solo problema con un genitore perché quando venivano a parlare con me sapevano che avevano a che fare con uno che lavorava seriamente. E se qualcuno, raramente, si è permesso di presentarsi con malcelata sicumera (è successo solo 2-3 volte in 37 anni) se n'é andato chiedendo scusa.
I docenti che esitavano davanti ai genitori erano quasi sempre docenti che non facevano il loro dovere e per questo temevano.....
Io avevo una conoscenza della scuola a 360 gradi, anche dal punto di vista giuridico. Chi sa di fare il proprio dovere non teme nessuno.
Molti anni fa accompagnai un mio familiare da un urologo per un calcolo renale. Gli chiesi semplicemente se era possibile risalire alla natura del calcolo attraverso l'analisi chimica delle urine. Mi rispose infastidito: "Lei che mestiere fa?". "L'insegnante", risposi io". "Bene, allora faccia l'insegnante e lasci fare a me il medico!".
Eppure avevo fatto una semplice domanda, non avevo proposto mica una diagnosi.
Ecco, concludo con la frase di apertura, se ognuno parlasse delle cose che realmente sa, se non altro perché sono di propria pertinenza, questa società forse non sarebbe più evoluta ma sicuramente sarebbe più educata.
Tornare in alto Andare in basso
stefy1879



Messaggi : 207
Data d'iscrizione : 31.05.11

MessaggioOggetto: Re: uno studente difficile in una classe di scuola media   Ven Ott 03, 2014 8:49 pm

Vorrei capire se questo ragazzo si comporta allo stesso modo con tutti i professori o ci sono differenze. La proposta di Ire è molto densa di significat emotivo. Però , se ho capito bene la sua impostazione, per attuarla bisognerebbe dialogare e confrontarsi con il resto della classe, almeno una volta, in ASSENZA del suddetto alunno.cioe io pensavo ad una specie di circle time in cui si rende consapevole il gruppo di alcune dinamiche e comportamenti .Per dare piu enfasi alla cosa si potrebbe farlo al cospetto di piu professori.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15814
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: uno studente difficile in una classe di scuola media   Ven Ott 03, 2014 8:56 pm

Ire ha scritto:
......... questi genitori da dove vengono?

In passato mi sono interrogato a riguardo e mi sono dato la seguente risposta.
La generazione di mio nonno e parzialmente quella di mio padre non è andata a scuola, avrebbero voluto ma non ne hanno avuto la possibilità; hanno però potuto mandare i figli (parzialmente mio padre e certamente me).
Quando noi tornavamo a casa se ci lamentavamo dei prof i nostri genitori ci davano addosso perchè sostanzialmente dimostravamo di non apprezzare i loro sacrifici e quel che loro non avevano potuto avere e sperimentare; in cuor nostro però abbiamo (non io ma molti miei compagni si) coltivato un certo astio ed un certo sentimento di rivalsa nei confronti dei nostri prof.
La generazione attuale è figlia nostra, quando tornano a casa e si lamentano dei prof, la nostra risposta (non la mia ma quella dei miei ex compagni si) diventa "si è vero, quegli stronzi dei prof, sempre a pretendere e mai a capire le nostre difficoltà, figliolo hai ragione tu, domani gliela facciamo vedere noi".


questi personaggi che hanno esautorato i docenti da dove vengono?

Dalla facoltà di scienza dell'educazione. I Docenti di scienza dell'educazione pontificano e per avere successo propongono visioni buoniste ed ammiccanti, ma non hanno mai avuto alcuna esperienza di vera didattica nelle scuole, pensano che gli studenti delle scuole siano solo un po' più bassi dei propri studenti universitari; non si rendono conto che i loro sono studenti selezionati, maturi e fuori dalla tempesta ormonale dell'adolescenza; loro parlano di studenti che non esistono.

 e i vari personaggi del Miur?

Sono figli dell'impossibilità di espandere il debito pubblico e della necessità di operare tagli di spesa; la scuola credo sia la terza fonte di spesa e quindi sarà il terzo terreno di caccia per gli spendingreviewisti.
Bocciare un ragazzo allunga il suo periodo di permanenza a scuola e gonfia gli organici, ogni azione volta ad abbassare il livello dell'asticella è un risparmio di spesa pubblica.


 chi li fa i libri ora?  non persone che sono uscite da scuola nel corso degli ultimi 37 anni?  

I libri devono costare poco (tetto di spesa) e non possono essere corposi, del resto a che serve un libro corposo se poi ne leggi solo il 10 % ?
Capita spesso che io dica ai miei alunni di non comprare il libro di testo (scelto da chi mi ha preceduto) perchè mi fa schifo; credo sia illecito farlo, l'editore ha preso accordi col MIUR, ma io con simili norme mi ci pulisco ....

Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15814
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: uno studente difficile in una classe di scuola media   Ven Ott 03, 2014 9:13 pm

stefy1879 ha scritto:
Vorrei capire se questo ragazzo si comporta allo stesso modo con tutti i professori o ci sono differenze. La proposta di Ire è molto densa di significat emotivo. Però , se ho capito bene la sua impostazione,  per attuarla bisognerebbe dialogare e confrontarsi con il resto della classe,  almeno una volta,  in ASSENZA del suddetto alunno.cioe io pensavo ad una specie di circle time in cui si rende consapevole il gruppo di alcune dinamiche e comportamenti .Per dare piu enfasi alla cosa si potrebbe farlo al cospetto di piu professori.
L'alone di segretezza farebbe pensare che i docenti temono il ragazzo e che lo vogliono pugnalare alle spalle.

Se decidi di perseguire la strada dell'educazione della classe all'isolamento del bullo, ti consiglio di farlo "in faccia" al bullo; il valore delle tue affermazioni non sarà sminuito dai suoi comportamenti.
Piuttosto attenta che le tue affermazioni saranno fondate suoi tuoi valori e la loro attitudine a recepirli ed accettarli sarà fondata sui loro valori; i tuoi valori ed i loro sono diversi.

Infine ricorda che tutti gli adolescenti, più di ogni altre cosa, vogliono primeggiare, tutti non solo il bullo; esistono due modi per primeggiare: essere il più capace ed essere il più coglione; secondo te in che modo è più facile e divertente riuscirci ?
Il bullismo nasce da lì; consente di vincere facile; per sterilizzarlo bisognerebbe trasformare i perdenti in vincenti, bisognerebbe offrire diverse ed altrettanto semplici possibilità di emergere; peccato che tutto ciò che è buono sia anche faticoso.
No, temo che sia fatica sprecata ...... ma auguri comunque.
Tornare in alto Andare in basso
isula



Messaggi : 23
Data d'iscrizione : 03.10.14

MessaggioOggetto: Re: uno studente difficile in una classe di scuola media   Ven Ott 03, 2014 11:33 pm

ludmilla72 ha scritto:
Avete indagato sulla situazione familiare e sui trascorsi scolastici? Un ragazzo che agisce in questo modo manifesta un disagio, probabilmente ha la necessità di attirare l'attenzione. Prima di prendere qualsiasi iniziativa, dovete individuare il problema che sta a monte del suo comportamento. Solo così potete aiutare lui e la classe.

Penso che sia necessario delegare il Ds con apposita lettera protocollata scritta dai docenti  (visto che siamo ad inizio anno e non vi è stata convocazione ufficiale del Consiglio di classe)  di prendere provvedimenti e di vedere se è il caso di chiedere ai genitori di mandare il ragazzo da personale specializzato.

Poi non è detto che sia necessario tenerselo per forza in classe alle condizioni peggiori: le sospensioni immediate servono.
L'esperienza mi ha insegnato a non condurre il can per l'aia e ad utilizzare metodi sicuri e veloci.
Se un ragazzo rivela avere situazioni psicologiche abbastanza gravi e tali per cui come insegnante sono impotente, allora con umiltà la smetto di volere considerarmi onnipotente, convingo gli altri colleghi  e delego il Ds a cercare di risolvere la situazione cercando il personale specializzato più adatto a risolvere il caso del ragazzo e per il bene suo che per quello degli altri studenti e anche per la salute mentale di noi che insegniamo (ripeto sempre che non siamo missionari).

Ricordo in una scuola superiore il caso di un ragazzo per cui erano stati fatti tutti i tentativi possibili per modificare il suo comportamento anche chiedendo la collaborazione dei compagni.
La situazione si risolse nel momento in cui danneggiò una porta e venne oltre che sospeso per un mese anche denunciato.
I suoi genitori vennero costretti a risarcire il danno e vennero convocati dagli assistenti sociali e in Caserma.
Per i genitori vi fu la cosiddetta "culpa educando". Per cui si attivarono i servizi sociali che aiutarono i genitori e anche l'alunno che fu seguito prima da uno psicologo e poi da uno psichiatra.
Il ragazzo smise, già lo stesso anno scolastico, di avere e dare problemi. Questo è stato uno dei pochi casi in cui non è stato necessario chiedere alcun sostegno.
Tornare in alto Andare in basso
giobbe



Messaggi : 3572
Data d'iscrizione : 25.08.11

MessaggioOggetto: Re: uno studente difficile in una classe di scuola media   Sab Ott 04, 2014 9:08 am

isula ha scritto:
Ricordo in una scuola superiore il caso di un ragazzo per cui erano stati fatti tutti i tentativi possibili per modificare il suo comportamento anche chiedendo la collaborazione dei compagni.
La situazione si risolse nel momento in cui danneggiò una porta e venne oltre che sospeso per un mese anche denunciato.
I suoi genitori vennero costretti a risarcire il danno e vennero convocati dagli assistenti sociali e in Caserma.

Per i genitori vi fu la cosiddetta "culpa educando". Per cui si attivarono i servizi sociali che aiutarono i genitori e anche l'alunno che fu seguito prima da uno psicologo e poi da uno psichiatra.
Il ragazzo smise, già lo stesso anno scolastico, di avere e dare problemi. Questo è stato uno dei pochi casi in cui non è stato necessario chiedere alcun sostegno.
Io ho fatto il servizio militare obbligatorio. Ho comandato per mesi un plotone di dieci persone dove c'erano tre delinquenti ex carcerati. Una volta sono stato pure minacciato, li ho puniti con 5 giorni di consegna. Non l'hanno fatto più.
Se la scuola mette in atto sanzioni "convincenti" per educare ti garantisco che diventano tutti "normali", fatta la dovuta eccezione.
Ripeto, per i soggetti problematici esistono gli oratori, le onlus, i centri sociali, le comunità di recupero, la scuola NON DEVE essere nulla di tutto questo. A scuola si va per studiare come in chiesa si va per partecipare alla messa.
Lo spendere tutte le proprie energie per recuperare un solo alunno (quando ci si riesce...) porta inevitabilmente al sacrificio di tutti quelli che vogliono studiare e allo stress psicofisico del docente.
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8323
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: uno studente difficile in una classe di scuola media   Sab Ott 04, 2014 9:37 am

@avido, ribadendo che la dichiarazione di rottura di scatole non rispecchia TUTTO quello che penso, io direi però che chi prende le varie decisioni che limitano i tetti di spesa per i libri e tutto quello che hai scritto,  è figlio della scuola.

E verosimilmente è figlio della scuola che viene da 37 anni fa ad ora.

Un cane che si morde la coda.



ah, anche i genitori cretini, che sono tanti, ma tanti, ma tanti di più di quanti si possa pensare (anche io sono un genitore?) sono figli della stessa scuola.

Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
giobbe



Messaggi : 3572
Data d'iscrizione : 25.08.11

MessaggioOggetto: Re: uno studente difficile in una classe di scuola media   Sab Ott 04, 2014 12:21 pm

Ire ha scritto:
@avido, ribadendo che la dichiarazione di rottura di scatole non rispecchia TUTTO quello che penso, io direi però che chi prende le varie decisioni che limitano i tetti di spesa per i libri e tutto quello che hai scritto,  è figlio della scuola.

E verosimilmente è figlio della scuola che viene da 37 anni fa ad ora.

Un cane che si morde la coda.



ah, anche i genitori cretini, che sono tanti, ma tanti, ma tanti di più di quanti si possa pensare (anche io sono un genitore?)  sono figli della stessa scuola.

Per questo sono andato in pensione prima, perché non mi ci ritrovavo più tra colleghi affetti da sindrome genitoriale, tra colleghi impreparati e scansafatiche, tra DS altrettanto impreparati e per questo pronti a calarsi le braghe in presenza delle famiglie, di genitori saccenti ed invadenti nonché difensori a tutti i costi dei figli scostumati allo stesso modo, dei buonisti per vocazione, a leggere e sentire parlare di scuola da chi la scuola non l'ha mai visssuta,  di governi che hanno ridotto la classe docente a semplici badanti (il paradosso è che una badante per assistere una sola persona prende 1000 euro al mese mentre un docente per assistere 30, 60, 90, fino ad arrivare a 150, alunni prende 1300 euro al mese).
Questa è una scuola completamente capovolta dove i doveri sono solo degli insegnanti, ai quali si chiede di tutto e di più. Una scuola dove i mass media, senza ritegno, hanno denigrato e continuano a denigrare la classe docente.  I docenti non sono che il capro espiatorio di un disegno perverso che vuole la scuola pubblica completamente allo sfacelo per indirizzare le famiglie verso il privato.
Tutti parlano di scuola, tutti capiscono di scuola, tutti si sentono potenziali docenti. Se a scuola manca la carta igienica la colpa è dei docenti, se un ragazzo all'improvviso sferra un pugno nell'occhio ad un suo compagno la colpa è del docente, se le aule sono piccole e fatiscenti la colpa è del docente. Nessun genitore s'incazza con il governo, il suo parafulmine è il docente.
Prima che dessi un calcio nel culo a qualche genitore ho preferito andare in pensione. I miei sono stati 37 anni di onorata carriera è per questo mi sento di dire la mia con cognizione di causa.
Ire, come tu dici la società di oggi è figlia di questa scuola. Una scuola a cui tutti hanno partecipato per la sua distruzione, incominciando dai vari governi che si sono succeduti dal 1980 in poi. Perciò bisogna cambiare la rotta.
Ire, io non so quale mestiere tu faccia ma se non sei una docente il buon senso, se non la dovuta modestia, ti dovrebbe consigliare di non suggerire continuamente metodologie e/o strategie educative a chi ha molti più titoli di te in questo campo avendo fatto di questa realtà la sua professione.


Ultima modifica di giobbe il Dom Ott 05, 2014 9:46 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
balanzoneXXI



Messaggi : 663
Data d'iscrizione : 21.09.13

MessaggioOggetto: Re: uno studente difficile in una classe di scuola media   Sab Ott 04, 2014 5:29 pm

E' vero, la scuola capovolta e' una vera iattura,persino peggio della scuola autoritaria "vecchio stile".in questa spiacevole situazione piu' che un disegno finalizzato a favorire le private e quindi i preti vedo un aspetto del degrado sociale.La nostra evoluta democrazia che depreda e togl
ie diritti a tutto spiano, quando si parla di scuola, non puo'ricortetr ai sistemi del ventennio.E quindi invece di far marciare i virgulti a passo d'oca con i fuciletti di legno verso orizzonti di gloria, li si lascia caracollare in una caotica cacofonia di starnazzamenti verso orizzonti di ignoranza
Tornare in alto Andare in basso
Piperitapatty1973



Messaggi : 198
Data d'iscrizione : 09.05.11

MessaggioOggetto: Re: uno studente difficile in una classe di scuola media   Lun Ott 06, 2014 3:28 pm

Cercheró di tenere a mente i vostri consigli. Non so come evolverà la cosa. Vorrei solo non sentire quel senso di inadeguatezza che, invece, percepisco quando entro in classe. È vero che insegnanti non si nasce, si diventa. Ma il doversi inevitabilmente adattare ai piú disparati contesti diventa spesso assai difficile. Grazie di cuore a tutti
Tornare in alto Andare in basso
isula.



Messaggi : 795
Data d'iscrizione : 05.10.14

MessaggioOggetto: Re: uno studente difficile in una classe di scuola media   Lun Ott 06, 2014 4:27 pm

Che ne pensate del film dal titolo "Salvatore questa è la vita"?

(non posso postare il link)
Tornare in alto Andare in basso
 
uno studente difficile in una classe di scuola media
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 2 di 2Andare alla pagina : Precedente  1, 2
 Argomenti simili
-
» programma italiano scuola media
» METODI PER INSEGNARE GEOGRAFIA NELLE SCUOLE MEDIE
» Disponibilità dopo trasferimenti - Scuola Media - TORINO
» Religione nella scuola materna
» lettera scuola materna

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: